MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Lidia Adorno


Catania - 

Mi chiamo Lidia Adorno, ho 44 anni e sono il Portavoce Candidato Sindaco di Catania del MoVimento 5 Stelle.

Sono un'impiegata precaria della scuola pubblica, sono sposata con un tecnico della polizia di stato e ho una figlia di 19 anni iscritta al primo anno di medicina. Ho vissuto e vivo quotidianamente le difficoltà di una qualsiasi donna del sud che cerca di fare convivere il lavoro con la famiglia.

Lidia Adorno - Candidato Sindaco di Catania MoVimento 5 Stelle.jpg

Perché il mio impegno in politica, da cosa nasce?

Innanzi tutto parlerei di impegno civico, di sentimento verso la cosa pubblica, di rispetto dell'ambiente che ci circonda, di rispetto delle regole e di senso del dovere verso chi ho messo al mondo. Ho il dovere di lasciarle un pianeta migliore o almeno di dirle che ci ho provato, che non mi sono tirata indietro.

E' da questi concetti che nascono e si muovono i primi passi verso quello che oggi è diventata una vera e propria assunzione di responsabilità verso me stessa e verso gli altri.

Un non volermi sottrarre a questo tentativo di rivoluzione del sistema dal basso.

A questa "chiamata alle armi" ho deciso di risponde: io ci sono, io non delego, io vado in prima linea!!!

E' arrivato il momento di non guardare più le cose dalla finestra, affacciati come a vedere cosa fanno gli altri.

E' il momento di AGIRE, di mettersi in gioco sul serio, di intervenire in prima persona.


E la nostra sarà una lotta pacifica fatta di incontri, di programmi, di idee e di ascolto verso gli ultimi: verso i quartieri disagiati, verso coloro che hanno perso un posto di lavoro e che non trovano occasioni di sviluppo, verso i disabili affinché davvero NESSUNO DEBBA RIMANERE INDIETRO.


Già nel 2007, assieme ai Grilli dell'Etna abbracciai le battaglie di allora:

  • la strategia "Rifiuti Zero" di Paul Connett (combattere contro gli inceneritori intesi come unico mezzo di gestione di rifiuti solidi urbani, promuovendo la raccolta di materiale differenziabile in maniera da riciclare maggiormente e cercare di fare tendere allo zero la quantità di rifiuti da portare in discarica)

  • il primo V-day (8 settembre 2007): che ha dato vita all'operazione "Parlamento pulito".

Raccoglievamo le firme per la presentazione di una legge di iniziativa popolare: divieto di candidatura in Parlamento per i condannati, massimo 2 legislature, introduzione voto preferenza.

  • il secondo V-day (25 aprile 2008): raccoglievamo le firme per l'abolizione del finanziamento pubblico all'editoria, l'abolizione dell'ordine dei giornalisti e l'abolizione della legge Gasparri (che regola l'assetto del sistema radiotelevisivo e della RAI)


Tutte battaglie che ci hanno portato fino ai nostri giorni, allo sdegno che proviamo verso questa classe politica parassitaria, corrotta e incapace e alla necessità di una svolta dal basso che ci veda partecipi e protagonisti.


E se da qualche parte bisogna cominciare, occorre partire dal piccolo, dal territorio, dalla mia città, perché è quella che meglio conosco ed è quella che amo.

E' qui che sono le mie radici, i miei valori.

E' qui che vivo i miei sussulti di indignazione profonda quando vedo che non riusciamo a utilizzare tutte le bellezze e le risorse naturalistiche che possediamo.

Noi potremmo vivere di turismo e cultura. Turismo e cultura.

Abbiamo un clima che ci favorisce 9 mesi l'anno, le chiese barocche oggi patrimonio dell'Unesco, un litorale che va dal sabbioso al roccioso e l'Etna, il vulcano più alto d'Europa : valorizziamoli!!!

Riprendiamoci il nostro territorio. La terra è nostra!!!

Noi vogliamo una rimodulazione della gestione del rifiuto: una raccolta differenziata porta a porta che possa creare un ambiente migliore per i nostri figli e che possa essere occasione di lavoro grazie alla capillarità d'intervento.

Vogliamo un porto turistico, spostare il porto mercantile ad Augusta. Il porto turistico possa essere il volano dell'economia catanese.

Vogliamo una defiscalizzazione delle tasse comunali per gli start up delle attività e delle imprese.

Vogliamo un Registro per le Unioni Civili per tutte le coppie etero e omosessuali che convivono da almeno un anno.


E' chiaro che il sistema di cambiamento che introdurremo sarà un pugno allo stomaco per chi fino adesso ha gestito la res pubblica.

Noi siamo qui per scardinare l'immobilismo politico-mafioso-affaristico che ha relegato la popolazione ad una situazione diventata oramai insostenibile.


Noi non abbiamo banche, non abbiamo fondazioni, non abbiamo soldi, ci auto-finanziamo ma in compenso siamo uomini e donne LIBERI.

Liberi da tangenti, liberi da pacchetti di voti, liberi dai poteri forti, liberi da favori da restituire.

Liberi di pensare, liberi di parlare, liberi di agire.

Noi non abbiamo amici e amici degli amici da proteggere e favorire.


Siamo cittadini qualunque, liberi dai condizionamenti, cittadini che amano la loro città e la vogliono vedere risorgere dalle ceneri.


E per fare questo dobbiamo entrare dentro i palazzi del potere, quei palazzi da cui veniamo respinti, quei palazzi che non sentono le istanze della gente comune, del popolo.


Noi siamo l'ultima speranza per i catanesi, siamo come i partigiani durante il nazi-fascismo: siamo i protagonisti di questa guerra di liberazione e di dignità che vuole restituire Catania ai sui cittadini e non farli sentire più sudditi.

Noi siamo quelli che vogliono ricreare condizioni di speranza e di sviluppo.


Noi siamo credibili, gli altri sono solo dei bugiardi e li conosciamo, quello che dicono appartiene al mondo della menzogna. Dicono e poi smentiscono il giorno dopo. Promettono e non mantengono.


La nostra è una democrazia leggera, che corre sulla rete, che entra nella case attraverso i giovani e contamina anche le generazioni più grandi, grazie a quell'opera di svecchiamento che soltanto i nostri figli spontaneamente sono capaci di fare.

Il futuro è loro, è dei giovani e noi siamo l'unica possibilità dl cambiamento.


Noi vogliamo sentire profumi di libertà, di trasparenza, di partecipazione.

Noi vogliamo una Catania diversa, una Catania in cui il cittadino sia protagonista.


Noi siamo il movimento dei cittadini e con loro vogliamo entrare in massa a Palazzo degli Elefanti, per restituire loro la stanza delle decisioni, per renderli partecipi, cittadini consapevoli e responsabili delle scelte della città.


Noi crediamo che il cambiamento sia davvero possibile soltanto attraverso la rivoluzione pacifica dei cittadini e cioè l'unica possibile, quella che Paolo Borsellino ci ha insegnato e indicato come via maestra.

L'unica arma che il cittadino possiede è quella di una semplice matita da utilizzare dentro la cabina elettorale.


E allora usiamo insieme questa nostra arma pacifica, l'unica che non miete sangue e solo così, solo se lotteremo tutti insieme, solo se decideremo di essere cittadini consapevoli e partecipi, solo allora potremo davvero riuscire a realizzare questo grande sogno.

INSIEME LIBERIAMO CATANIA!!!


Lidia Adorno

movimento5stellecatania.it


Curriculum vitae Lidia Adorno

About this Entry

This page contains a single entry by ERMINIA LIDIA ADORNO published on 04.06.13 11:14.

Candidati del Movimento 5 Stelle Catania was the previous entry in this blog.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.

Pagine

Partecipa ai nostri eventi