MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Crotone - 

COMUNICATO STAMPA


Il Sindaco tuteli il territorio

Scifo_1.jpg

I portavoce del MoVimento 5 stelle di Crotone dichiarano: "Il M5S si pone a tutela del territorio e della valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale, quali beni comuni della collettività. Quando diciamo 'cemento zero' intendiamo dire che siamo contro il consumo del territorio".

Non è la prima volta che sentiamo parlare del "Marine Park Village", villaggio turistico il cui progetto prevede la realizzazione di 79 bungalow, costruiti su basi di cemento armato, in un'area di 75.000 mq a ridosso della spiaggia che va da Torre Scifo verso località Alfieri, nell'Area Marina protetta Capo Rizzuto.

A seguito del dissequestro dell'area su cui si sta realizzando il villaggio turistico, disposta dal Tribunale del Riesame di Crotone, il senatore Morra, con altri cofirmatari del M5S, ha interrogato il Ministro Franceschini circa l'opportunità di valutare il progetto, che ha già portato all'alterazione del territorio e della vegetazione costiera, nonché l'opportunità di intervenire a tutela e valorizzazione dell'integrità del luogo, sottoponendo l'area a vincolo archeologico.

"Chiediamo al Sindaco di valutare la correttezza di tutto l'iter relativo alla concessione edilizia ed alle eventuali varianti per la realizzazione del predetto villaggio turistico e chiediamo che si attivi, in autotutela, nel caso in cui dovesse riscontrare anomalie e/o difformità rispetto al Piano regolatore ed alle leggi vigenti. Se sono stati commessi degli errori o ci sono state delle sviste, non si può far finta di nulla. Il M5S acquisirà la documentazione e procederà alle proprie valutazioni. Il Sindaco si assuma le responsabilità di ciò che accade sul nostro territorio".


Movimento 5 Stelle di Crotone

Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia




Mozione streaming


Crotone - 

COMUNICATO STAMPA


DIRETTA STREAMING
IMPEGNO DEL CONSIGLIO COMUNALE PER MOZIONE M5S

Approvato_streaming.png
Finalmente i crotonesi potranno seguire la diretta video dei consigli comunali!
A due mesi dalla sua presentazione, è stata infatti approvata la mozione del Movimento 5 Stelle che impegna l'Amministrazione Comunale ad applicare il "Regolamento per le attività di ripresa audiovisiva e diffusione delle sedute del Consiglio Comunale'' e garantire, nel più breve tempo possibile, la pubblica diffusione delle riprese delle sedute consiliari in streaming on-line, sia in real-time (cioè in diretta), sia on-demand (in differita-archivio), allegate ai verbali e pubblicate sul sito internet del Comune in posizione ben visibile.
Per il M5S trasparenza e partecipazione sono le basi su cui impostare una buona azione politica.
Non si può pensare che la partecipazione del cittadino si esaurisca con il voto, è nostro dovere mettere in campo tutti gli strumenti possibili per informare i cittadini sull'attività dell'Amministrazione e stimolarne il coinvolgimento.
Far partire un servizio base di diretta video dei consigli comunali in modalità streaming è possibile, in tempi brevi e con costi irrisori grazie alle numerose piattaforme gratuite che offrono questo servizio.
Anche se questo non basta a colmare la distanza tra cittadini e istituzioni, è un primo passo che va nella direzione giusta.


Movimento 5 Stelle di Crotone

Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia




Sindaco per caso


Crotone - 

COMUNICATO STAMPA


"Sindaco per caso"
Siamo ritornati ai tempi di Ambra Angiolini a "Non è la Rai":
Qualcuno suggerisce con gli auricolari le cose da dire e da fare...

Ugo-Pugliese_sindaco-Crotone.jpg

"Obbedisco!" disse Garibaldi al suo re.
Il Sindaco Ugo Pugliese, in contraddizione rispetto a quanto riportato nella risposta scritta all'interrogazione del 1 agosto 2016 dei Consiglieri del M5s, Ilario Sorgiovanni ed Andrea Correggia, che chiedeva gli intendimenti del Sindaco in relazione alla ridefinizione delle Forme di Gestione dei Servizi pubblici e alla nomina dei rappresentanti del Comune nelle Partecipate, "decide" di nominare Presidente dell'Akrea proprio lo stesso corresponsabile di quelle che lui stesso nel documento di risposta definisce "pessime e confuse gestioni del passato".
D'altronde tutti i cittadini crotonesi, gli avventori, i turisti hanno potuto constatare con i propri occhi e sentire con il proprio olfatto gli effetti della cattiva amministrazione della Società Akrea.
Millantare l'intenzione di una "nomina inserita in contesto di trasformazione" e proclamare la volontà di "innovare senza stravolgere" appare in netto contrasto con quanto asserito non solo nello stesso documento e nello stesso periodo, ma anche con tutta la campagna elettorale che con lo slogan "Apriamo le porte alla città" voleva intendere " Apriamo i portoni ai NOSTRI COMPARI"!
Il Sindaco afferma, nel suddetto documento, che la sua amministrazione "non ha famelici appetiti di occupazione di potere"... ma allora, a quale logica risponde questa nomina? E quelle dell'intero Cda? Parenti, amici e compari?
E pensare che Crotone brulica di professionisti talentuosi, vincitori di concorsi internazionali, con competenze specifiche acquisite attraverso impegnativi studi universitari ed importanti master, che potrebbero dare lustro alla città e risolvere problemi annosi, mettendo a frutto le proprie capacità.
Se il Buongiorno si vede dal mattino... si può sin d'ora immaginare il mezzodì, il pomeriggio ed il tramonto...
Molti crotonesi, anche quelli meno addentrati nella politica, avevano previsto tutto ciò con largo anticipo, comprendendo che si trattava di un chiaro disegno politico di accordi pre-elettorali che hanno causato, al Ballottaggio, il capovolgimento dei risultati del primo turno.
In gioco non ci sono solo queste "Poltrone" ma, soprattutto, il "Trono" della Reginetta che, dal Consiglio Regionale potrà, con l'appoggio trasversale, approdare con una vellutata Passerella al Parlamento della Repubblica Italiana.
Il M5s non attacca per il gusto di una sterile opposizione, ma perché ha a cuore il futuro della città e dei lavoratori dell'Akrea, vera risorsa da valorizzare con gli strumenti e la dirigenza giusta per poter dotare la Società partecipata degli impianti di selezione e di stoccaggio indispensabili all'espletamento non solo della raccolta dei rifiuti ma anche al trattamento della differenziata, in previsione della costituzione dell'ATO di Crotone, così come previsto dalle linee guida sul ciclo integrato dei rifiuti in Calabria approvato in via definitiva dal Consiglio Regionale.
Solo questa "Vision", annunciata e tradita dalla scorsa Amministrazione comunale, in relazione all'accorpamento dell'Akros in Akrea, avrebbe assicurato la sostenibilità e l'efficienza del servizio, con riduzione dei costi per i cittadini e la garanzia del posto di lavoro per gli occupati.
Non bisogna interpellare un negromante per capire che questa inettitudine nasconde la chiara volontà di penalizzare le risorse pubbliche a favore di interessi privati e, a conferma di tutto ciò, si può citare la mancata partecipazione di Akrea al Bando Regionale per l'assegnazione della Gestione dell'Impianto di Smaltimento di Ponticelli. Il futuro Sindaco Pugliese, in una puntata di "Match Pol", con orgoglio, ha dichiarato di aver scritto il Programma "pedissequamente" con Flora.
"Pedissequamente" significa "servilmente, passivamente". Nei confronti di chi? Del "Gianni Boncompagni" di Via Roma?
"Lapsus linguae" o "Lapsus freudiano"?


Movimento 5 Stelle di Crotone

Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia





Crotone - 

COMUNICATO STAMPA


DI BATTISTA A LE CASTELLA
#IODICONO
'Costituzione coast to coast'

Di Battista.jpg
Il tour in difesa della Costituzione #IOdicoNO domenica 28 agosto alle ore 21:00 farà tappa a Le Castella, in piazza Uccialì.

Ad annunciarlo sono i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Crotone, Ilario Sorgiovanni ed Andrea Correggia: "Assieme al promotore del tour, Alessandro Di Battista, ci saremo anche noi con gli altri portavoce del M5S calabresi, per difendere la Costituzione dalla 'deforma renziana'. Oltre alla tappa di domenica 28 - comunicano i consiglieri - Di Battista sarà il 27 agosto a Corigliano (CS), il 29 a Soverato (Cz), il 30 a Tropea (VV) ed il 31 a Belvedere Marittimo (Cs)".

Il tour "on the road" per affermare le ragioni del NO al referendum sulla riforma costituzionale è partito lo scorso 7 agosto. Di Battista sarà in sella al suo scooter fino al 7 settembre per girare in lungo e in largo il nostro stivale, visitando 27 piazze italiane, macinando oltre 4000 chilometri, per parlare con e tra i cittadini.

Un modo per spiegare "10 ragioni per votare NO" al referendum riguardante la nostra Costituzione, che può essere riformata e migliorata ma non in questo modo e non da una maggioranza impresentabile e delegittimata.

Sorgiovanni e Correggia rinnovano l'invito a partecipare all'incontro domenica 28 agosto a Le Castella - Isola di Capo Rizzuto (KR), alle ore 21:00 in piazza Uccialì, per informarsi e poter esprimere un consapevole NO.

Movimento 5 Stelle di Crotone
Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia

Banner_IOdicoNO.png Casco_DiBa.jpg




Crotone - 

NOTIZIA TG


Il nostro mare lo controlli TU
"Servizio di TGR Calabria del 07.08.2016 ore 19:30"



Crotone - 


Sorgiovanni_Correggia_M5S_Crotone.jpg
Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle Crotone


All'attenzione 
del Sindaco del Comune di Crotone
del Presidente del Consiglio Comunale

p.c. della Segreteria Generale


OGGETTO: INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA per conoscere gli intendimenti del Sindaco in relazione alla ridefinizione delle forme di gestione dei Servizi Pubblici e alla nomina dei Rappresentanti del Comune.

I sottoscritti SORGIOVANNI Ilario e CORREGGIA Andrea, in qualità di Consiglieri Comunali del MoVimento 5 Stelle di Crotone, ai sensi dell'art. 26 dello Statuto Comunale e dell'art. 38 del "Regolamento sul Funzionamento degli Organi di Governo'' presentano la seguente 

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Premesso che

  • la gestione delle Società Partecipate, deve essere condotta con la massima trasparenza e con il chiaro obiettivo di realizzare finalità istituzionali;
  • per gli incarichi di cui all'oggetto è opportuno scegliere persone qualificate, dotate di riscontrabili requisiti di competenza tecnico/amministrativa.

Considerato che

  • ai sensi dell'art.55 dello Statuto "nella gestione delle reti e nell'erogazione dei servizi pubblici il Comune attua i principi di efficienza, efficacia ed economicità, perseguendo livelli soddisfacenti anche per le fasce deboli'';
  • ai sensi dell'art.20 comma 1 bis dello Statuto il Consiglio Comunale provvede "alla definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende ed Istituzioni'';
  • ai sensi dell'art.90 del Regolamento sul Funzionamento degli Organi del Governo e dell' art. 37 lett. (h) dello Statuto il Sindaco "designa e revoca, sulla base degli indirizzi definiti dal Consiglio Comunale, entro i 30 giorni successivi al suo insediamento, i rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende ed Istitituzioni, pertanto tutti i nominati o designati dal Sindaco decadono con il decadere del medesimo Sindaco'';
  • ai sensi dell'art.66 punti 1.b e 2 "i rappresentanti durano in carica quanto il Sindaco che li ha nominati, pertanto la "prorogatio" dura nei limiti previsti per le nuove nomine da effettuarsi da parte del nuovo Sindaco. 

Visto che
  • l Sindaco, nel programma di governo, ha messo in risalto l'importanza della riorganizzazione delle Società Partecipate al servizio della città;
  • la gestione del servizio idrico integrato si è concluso con il fallimento della Società Partecipata Soakro S.p.a., generando gravi problemi occupazionali ed ambientali con la chiusura di fatto del depuratore della città;
  • la gestione della raccolta differenziata si è conclusa con il fallimento della società partecipata Akros S.p.a., enerando anch'essa gravi problemi occupazionali ed ambientali;
  • i risultati in termini di qualità del servizio di Raccolta dei rifiuti solidi urbani erogato dalle società in house Akrea sono tutt'altro che positivi, le inefficienze e i disservizi protratti nel tempo hanno comportato seri problemi di igiene pubblica e di decoro urbano;
  • nel Decreto Sindacale n° 2 del 19-03-2014, avente come oggetto Nomina Presidente Akrea S.p.a., si ribadisce che la nomina ha la sua durata naturale fino alla scadenza del mandato elettivo del Sindaco uscente.
Tanto premesso, considerato e visto

si chiede al Sindaco

  • come intenda procedere alla definizione delle forme più convenienti di gestione dei servizi pubblici, in modo da massimizzare l'efficienza, l'efficacia e l'economicità nella salvaguardia dell'occupazione dei lavoratori;
  • se ha intenzione di intraprendere un percorso tecnico/amministrativo per la gestione diretta del servizio idrico integrato, essendo l'acqua un bene comune come sancito dall'esito del referendum abrogativo del 2011;
  • con quali criteri intenda procedere al rinnovo e alla designazione del Presidente e del Cda della società in house Akrea S.p.a;
  • se e quando si avvierà la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta;
  • cosa intenda fare della Società Marina S.p.a., definita dal progettista del PRP arch. Viola un obbrobrio giuridico in quanto nata prima dell'adozione dello stesso PRP e delle relative concessioni da assegnare a seguito di un regolare procedimento ad evidenza pubblica, come prevedono le norme comunitarie del settore;
  • nell'eventuale mancata dismissione della società Marina S.p.a., con quali criteri intenda procedere per il rinnovo e la designazione del Presidente e del Cda della stessa.

Crotone 29-07-2016
I Consiglieri Comunali
Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia


.

Crotone - 

EVENTO


#IODICONO
"Costituzione coast to coast - Le Castella"



Crotone - 

COMUNICATO STAMPA


Commento alla Conferenza Stampa del Sindaco del 1 agosto 2016

Sorgiovanni_Correggia_M5S_Crotone.jpg
I consiglieri del M5s Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia, in base alle dichiarazioni rilasciate dal Sindaco durante la Conferenza Stampa del 1 agosto u.s., tengono a precisare una serie di punti.

  • La mozione presentata dal M5s, consistente nella richiesta della diretta streaming per i Consigli comunali, per realizzare pienamente la Trasparenza delle decisioni e degli Atti amministrativi della città, è stata colta favorevolmente dal Sindaco, che ha dichiarato, nel corso della stessa conferenza, di voler dare seguito a questa iniziativa.
    I consiglieri del M5s Sorgiovanni e Correggia apprezzano le intenzioni espresse dal primo Cittadino e si augurano che tutti i consiglieri, responsabilmente, vogliano avallare tale proposta, per rispetto dei cittadini e del loro mandato.

  • In relazione allo scandalo Gettonopoli, che ha investito la precedente Amministrazione, il Sindaco ha espresso la volontà di ricostruire il "rapporto fiduciario con il popolo" e restituire al Consiglio Comunale "dignità ed autorevolezza" attraverso la disdetta del contratto di affitto dei locali di Via Roma, adibiti ad attività consiliari.
    Questa misura, seppur apprezzabile, stride con i fatti relativi al rinvio a giudizio di alcuni consiglieri dell'attuale Amministrazione comunale, tra cui due esponenti di spicco della Maggioranza, il responsabile della Task Force Enrico Pedace ed il Capogruppo del Partito "I Demokratici" Manuela Cimino.
    Ricordiamo che il termine "candidato" indica colui che, nell'antica Roma, indossava la veste candida in quanto indiscutibilmente "pulito" e questi candidati eletti ed ora consiglieri, con rilevanti responsabilità, al momento delle Elezioni risultavano già indagati. In sintonia e piena coerenza con le parole del Sindaco, il M5s auspicherebbe come atto dovuto alla città, in attesa del giudizio definitivo, le dimissioni da parte dei suddetti consiglieri.
    Il M5s è garantista ed assume il principio costituzionale per cui nessuno è colpevole fino a condanna definitiva, ma i rappresentanti di una Pubblica Amministrazione non devono dare adito ad alcun dubbio, e non solo ESSERE ma anche APPARIRE onesti, per rispetto di se stessi e degli elettori.

Movimento 5 Stelle di Crotone
Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia




Crotone - 

COMUNICATO STAMPA


A tutela dei cittadini chiediamo:
Controllo della balneabilità e degli scarichi urbani

Analisi mare.jpeg
I consiglieri comunali del M5s di Crotone Ilario Sorgiovanni ed Andrea Correggia, dubbiosi circa la balneabilità degli specchi d'acqua cittadini, hanno incalzato Arpacal affinché si esprimesse in relazione a tale problema. Tramite la pagina Facebook ufficiale dell'Agenzia è giunta la seguente risposta:
"Il Dipartimento di Crotone dell'Arpacal, diretto dal dr. Francesco Russo, ha comunicato questa mattina al Comune di Crotone, al Dipartimento di Prevenzione dell'Asp di Crotone, ed alla locale Capitaneria di Porto che a seguito dell'intervento di ieri, richiesto dalla stessa Capitaneria, presso il punto di balneazione identificato come Lido Tricoli, sono state svolte le attività di campionamento di acque di balneazione. L'esito delle analisi di questi campioni, realizzati dal laboratorio bionaturalistico del Dipartimento di Catanzaro, diretto dalla dr.ssa Filomena Casaburi, hanno dato esito di un superamento della concentrazione per il parametro Escherichia Coli, riscontrato nel valore di 3000 UFC/100ml, quando il limite è di 500 UFC/100 ml. Il dipartimento di Crotone, quindi, invita gli nti, per quanto di competenza, ad adottare i dovuti provvedimenti. Il sindaco, ad esempio, emanerà un'ordinanza di divieto temporaneo di balneazione."
Si ribadisce la preoccupazione che la fogna cittadina possa scaricare direttamente a mare, mettendo a rischio la salute dei bagnanti, pertanto si chiede all'Amministrazione Comunale di attivarsi per verificare l'efficienza dell'intera rete fognaria cittadina e non limitarsi alla messa in funzione del depuratore ed allo spurgo dei tombini.
Come già comunicato, il M5s si è già attivato con prelievi affidati ad un laboratorio accreditato, al fine di acquisire dati utili a future azioni e/o verifiche.

Movimento 5 Stelle di Crotone
Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia


Acqua bene comune


Crotone - 

COMUNICATO STAMPA


Acqua bene comune

Acqua_01.jpeg
In seguito alla notizia di chiusura delle indagini preliminari sulla Soakro, che ha rilevato una serie di affidamenti illegittimi nel periodo 2011-2015, con un ammontare di diversi milioni di euro per attività illecite, noi portavoce del M5S intendiamo sollecitare l'Amministrazione comunale, di recente insediamento, sull'importanza di una nuova gestione diretta e pubblica di un bene di prima necessità, come l'acqua, evitando l'abuso delle società partecipate che troppo spesso generano danni sia in termini di efficienza dei servizi che di economicità, a discapito di tutta la collettività.
Riteniamo doveroso, quindi, un reale interessamento e un impegno incisivo da parte dell'attuale amministrazione comunale, in ambito regionale, per affrontare con urgenza le problematiche evidenti connesse alla gestione del servizio idrico calabrese da parte di Sorical, altra società partecipata, con capitale misto, che ha mantenuto un modello privatistico ma fallimentare, seguendo logiche di profitto che non hanno assolutamente considerato il diritto di tutti i cittadini alla costante fruizione del servizio, molto spesso interrotto o fornito ad intermittenza.
E' fondamentale, inoltre, per noi del M5S, ribadire che l'intero ciclo di gestione dell'acqua deve essere pubblico, come ricorda l'esito del Referendum del 2011, e che l'orientamento nella gestione di beni pubblici e servizi deve avvenire secondo il principio di meritocrazia, che richiede appunto una selezione responsabile del personale, soprattutto di quello dirigente, da assumere in base a qualifiche, titoli, esperienza e competenza, tralasciando una volta per tutte la logica deleteria e rovinosa dell'affidamento per mera vicinanza politica, amicale, parentale o per mero scambio di favore di tipo partitico.
Movimento 5 Stelle di Crotone
Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia