trittico gesturist.jpg Siccome le nostre denunce non vanno mai in vacanza, ecco cosa abbiamo fatto ieri mattina Alberto Papperini e io: GESTURIST: M5S, ESPOSTO CONGIUNTO IN PROCURA DI DEFRANCESCHI E PAPPERINI Ieri mattina, 6 agosto 2014, Movimento 5 Stelle di Cesenatico e il Consigliere regionale M5S dell'Emilia Romagna, Andrea Defranceschi, hanno presentato un'integrazione all'esposto sulla scissione Gesturist già depositato in Procura a Forlì nel gennaio 2012. L'integrazione riguarda i contratti con gli Uffici di accoglienza e sponsorizzazione turistica (Iat), la convenzione come supporto alla gestione del Museo della Marinera, il bilancio in negativo (-1.700.000.000 euro) di Cesenatico Servizi in seguito ai crediti riscontrati e alla svalutazione della società La Vena, e infine il contratto con il bagno Marconi. "La procedura di dismissione delle quote che il Comune di Cesenatico deteneva in Gesturist non è stata corretta - espone il Consigliere regionale Andrea Defranceschi - in quanto è stata abbandonata la dovuta evidenza pubblica. Gesturist spa ha attuato una serie di operazioni che l'hanno portata... Continua a leggere...
saldi passante.pngPASSANTE NORD, DEFRANCESCHI (M5S): SALDI DI STAGIONE? SI AFFRETTANO A CHIUDERE PRIMA DEL CAMBIO DI GESTIONE REGIONALE? A diminuire non è solo il traffico nelle autostrade, ma anche l'attenzione. E allora, complici delle crisi di governo - nazionale e regionale - eccoli pronti a svendere finalmente la terra promessa. Dopo oltre dieci anni, un'opera definita inutile dai suoi stessi realizzatori, vede l'ok del ministro delle Infrafregature Lupi. Cos'è, ci prepariamo a finanziare la prossima campagna elettorale? L'opzione Zero (ovvero la non realizzazione dell'opera) sul tavolo del ministero dei Trasporti emersa a seguito di una nostra interrogazione parlamentare non porta abbastanza consenso? [...] Ma questa Regione sta cambiando e può cambiare verso. Se quest'opera non ha visto la luce durante il ventennio di gestione Errani, men che meno è giusto che nasca ora che l'Era è finita. Avete paura che la prossima amministrazione regionale rischi di essere più oculata e meno disposta a fare inutili favori agli asfaltatori? Per quanto ci riguarda, stesse a noi, potete starne certi.... Continua a leggere...
PICCOLE GRANDI SODDISFAZIONI. argine po.png Noi la chiamiamo prevenzione. Loro la evitano. Cosa succede quando si trascura il proprio compito di amministratori, lo abbiamo visto a Modena, purtroppo, con l'alluvione dell'inverno scorso. Provarono a dirci che erano state le "nutrie". Salvo poi, chiamati da noi i dirigenti in commissione, svelare incompetenze e mancanze dell'amministrazione (leggi qui) Stavolta, ci hanno ascoltato e casualmente le cose si sono messe a posto. A seguito della denuncia del M5s locale, congiunta con la mia qui in Regione, l'amministrazione si è veduta costretta a intervenire. Abbiamo coinvolto stampa e cittadini e ci è voluto più di un anno. Ma ora la sicurezza degli argini è stata ripristinata. La vicenda di Codigoro può essere tranquillamente presa come paradigma di un'Italia che, con un minimo di buon senso e senso pratico, sistema ciò che non va. Ripara "buchi", e "frane" di un sistema che può reggere tempeste e "crisi", se oculatamente monitorato e aggiustato lì ove è necessario. Noi 5 stelle facciamo così, e questo è il modello che proponiamo. Quello del buon senso. Continua a leggere...
modello errani.png Invece di affittarsi un tendone alla Festa dell'Unità, il Pd sceglie l'Assemblea legislativa per dar modo al presidente decaduto di fare il suo ultimo show e raccogliere l'imbarazzante standing ovation di quasi tutta l'aula, opposizione compresa. In barba a qualunque regolamento oggi in aula, occupata dal Partito Democratico, è stato impedito ai consiglieri di parlare, replicare, esprimersi, mentre sono stati consentiti applausi solitamente stoppati con la massima severità in questa stessa sede, quando a farli erano semplici cittadini. In questo giorno di fine impero di Errani abbiamo assistito a un spettacolo indecoroso per le istituzioni. Qualcuno ha avuto l'ardire di dire che "umanamente si meritava il sostegno". Ma qui l'umanità non c'entra nulla, saranno i suoi a stargli vicino umanamente. Qui si fa politica, e si rispettano le istituzioni, anche con la simbologia. E io non applaudo un condannato. Per nessun motivo e chiunque esso sia.
Andrea Defranceschi, capogruppo Movimento 5 Stelle Regione Emilia-Romagna
Continua a leggere...
CAMBIAMO MARCIA. RIFORME A 5 STELLE: UN TRENO DA PRENDERE AL VOLO Come ho scritto anche sabato a caldo, la conferenza stampa di Modena è stato un momento molto speciale. L'emozione, dopo quasi 5 anni, per chi ha lottato da solo in Regione, di veder parlare assieme in una conferenza stampa un parlamentare, un consigliere regionale e una decina di consiglieri comunali, è difficile da rendere. Ma la forza di questo gruppo, che viene dal fatto di andare contemporaneamente a depositare sostanzialmente la stessa risoluzione, la stessa richiesta di impegno, dai Consigli comunali fino in Parlamento, credo inizi a diventare evidente non solo per noi, ma anche per loro. Siamo nelle regioni, in Parlamento e in sempre più consigli comunali, a chiedere spiegazioni, fare domande scomode quanto legittime, a fare proposte. Proposte pulite. Proposte di cittadini per i cittadini. Proposte come la legge di riforma del Trasposto Pubblico Locale scritta dal professor Alessio Claroni e presentata da Michele Dell'Orco alla Camera, che affonda le sue radici nelle difficoltà di tutti i piccoli e grandi comuni emiliano-romagnoli, portate in consiglio dai cittadini a 5 stelle, nonché nelle contraddizioni di una gestione regionale di fondi e Grande Opere senza senso (e spesso senza fine) alla quale chiedo conto da anni. Più trasporto su rotaie e meno su gomma è possibile e ve lo stiamo dimostrando, dati alla mano. Continua a leggere...
Iscriviti
Archivio