Defranceschi.jpg DEFRANCESCHI, M5S: COSCIENZA E CASELLARIO LIMPIDI. CANDIDATURA ON-LINE Si, mi sono candidato. Per la precisione, ho cliccato in automatico appena aperte le liste, prima di far caso all'introduzione del nuovo parametro di selezione. Quello di inquisito. Tuttavia lo riconfermo, perché sono consapevole di non aver ricevuto nessun documento che attesti quanto risulta dai giornali, ovvero che io sia effettivamente indagato. Inoltre, per evitare confusioni, preciso che il mio casellario giudiziale è pulito. Limpido. Giacché come è noto, vi vengono iscritti solo procedimenti penali in corso. Cosa che io non ho. Il parametro nuovo è necessario ma scivoloso. Discutibile, perché ci espone al ricatto da parte di tutti i partiti e politici che attacchiamo: "se ti voglio far fuori ti querelo così non ti candidi". Se ben regolato invece, è un parametro prezioso. Per quanto mi riguarda, non avevo dubbi sul mio operato durante le indagini della Corte dei Conti, e non ne ho oggi. Né dovrebbero averne gli attivisti il Movimento, giacché a loro per primi ho sempre dato la possibilità di vedere come spendevamo i nostri soldi. Quelli dei cittadini. Perché la trasparenza è condivisione. Nessuna cena sul Lago del Garda, nessun viaggetto a Venezia o alla sede del partito, nessuna auto blu, nessun gioiello e nemmeno 50 centesimi per un bagno pubblico. Qualora poi risultassi... Continua a leggere...
richetti sito auto blu.pngAUTO BLU, DEFRANCESCHI, M5S: QUANTO (CI) COSTANO LE LORO PASSIONI Quando lo denuncia io tre anni fa, nel 2011, erano demagogia e populismo. Ora, da quanto emerso da notizie di stampa, pare sia diventata un'indagine della Procura. Potrei esprimere soddisfazione per questo, ma per come sono fatto, non riesco a gioire di aver sempre ragione. Dopo 5 anni la disinvoltura con cui si utilizzano i soldi pubblici mi da' sempre più la nausea, e che le cose corrispondano puntualmente alle mie denunce non mi consola. La sicurezza con cui hanno governato questa regione, ha portato a questa deriva. Un monopolio che non conosceva opposizione o denuncia A questo punto però, mi chiedo cosa succederà nei prossimi giorni quando pubblicherò quello a cui ho lavorato quest'estate e che sarebbe dovuto uscire, neanche a farlo apposta, proprio domani: un dossier sull'uso da parte della auto blu della Giunta e di Errani. Fattura per fattura, viaggio per viaggio. "Mai avuta la passione per le auto blu", mi rispose Richetti. Vediamo cosa mi risponderanno gli altri. Andrea Defranceschi, capogruppo Movimento 5 stelle Regione Emilia-Romagna Continua a leggere...
M5S, ISPEZIONE AL CARCERE DI PARMA: "I POLITICI SONO ANCHE QUI" "Oggi siamo stati in visita ispettiva al carcere di Parma. Un carcere che a differenza di altri in Emilia Romagna, è più rispettoso delle condizioni umane, a dimostrazione del fatto che è possibile far applicare la legge rispettando contemporaneamente i diritti umani. Ciò nonostante, come in tutto il resto d'Italia, resta il grave problema della possibilità di un reinserimento sociale effettivo, così come della carenza di risorse, insufficiente a gestire un tale carico. Abbiamo parlato con la polizia penitenziaria, la vicedirettrice dell'istituto e con i detenuti, molti dei quali in regime di 41 bis, ovvero detenuti per reati gravissimi, per lo più di stampo mafioso. Tra i quali, primo fra tutti, Totò Riina. Reati testimonianza del grande problema del nostro paese così come della regione. Questa visita ha infatti anche un valore simbolico: per ricordare che la mafia, la camorra e l'ndrangheta, al di la' delle persone recluse nel carcere di Parma, esistono in Emilia Romagna esattamente come in altre regioni. Continua a leggere...
defra_vecchi.jpgDEFRANCESCHI, M5S: VECCHI, CHIESTO RISARCIMENTO PER QUERELA. FORSE PER LA PROSSIMA TRUFFA LA REGIONE MI SEGUIRA'? Vi ricordate quel signore che faceva il consigliere e che si cambiò la residenza per avere i rimborsi chilometrici che non gli sarebbero spettati? Quel signore si chiama Alberto Vecchi ed è stato condannato a due anni di reclusione e ad altrettanti di interdizione dai pubblici uffici per truffa aggravata ai danni della Regione. Ecco, sempre quel signore, il 25 marzo del 2010, consigliere di Forza Italia, mi denunciò per il reato di diffamazione a mezzo Internet. Non gli era andato giù il video "Non è un paese per Vecchi" in cui sollevavo il dubbio diventato poi certezza e condanna, che il suddetto consigliere avesse stabilito la residenza a Porretta solo ed esclusivamente per ottenere un rimborso spese chilometrico maggiorato. Sono passati gli anni, la giustizia ha fatto il suo corso, dimostrando che quello che sostenevo corrispondeva perfettamente alla realtà delle cose. Pur sapendo benissimo che quanto dicevo era vero e consapevole che stava truffando un'istituzione e i cittadini, Vecchi ebbe il coraggio di querelarmi. Adesso è arrivato il momento del conto però: ho dato infatti mandato Continua a leggere...
lusenti.jpgIn una conferenza stampa qui in Regione, il dottor assessore Carlo Lusenti, ha risposto piccato, a chi gli faceva notare che il sistema sanitario emiliano romagnolo è ormai - quello si - alla rottamazione, quanto segue: "In sanità contano i risultati che sono misurati e non sono chiacchiere. La reputazione del sistema sanitario regionale dell'Emilia-Romagna in Italia e in Europa, guadagnata non per merito mio, ma sulla base dei risultati" Potevo non rispondergli? Lusenti ha davvero un bella faccia tosta a dire che il sistema sanitario dell'Emilia-Romagna gode di buona salute. A questo punto credo che non mi farei mai nemmeno diagnosticare alcunché da lui come medico, se questa è la sua analisi dei risultati. Giusto ieri ho denunciato la chiusura dell'ennesimo reparto nell'Appennino: quello di ginecologia a Monzuno, che segue - come il dottore ben ricorderà - la chiusura di ostetricia a Porretta. Domani invece, ci sarà un presidio, naturalmente M5s a Novafeltria, dove grazie alla riorganizzazione dell'Area Vasta, lo stiamo smantellando pezzo dopo pezzo. Ricordiamo che, nel passaggio dalle Marche all'Emilia-Romagna, gli era stato promesso che i servizi non sarebbero stati toccati... Questo ospedale serve al 40% degli abitanti della zona. Li andrà a curare Lusenti a casa uno per uno, dopo? Pavullo, Copparo, Cento. Bellaria, Lagosanto,...... Continua a leggere...
Iscriviti
Archivio