MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Connettività: Luglio 2011

Un consiglio di lettura per l'estate; una storia vera con un messaggio che arriva fino ai giorni nostri. E' uscito per Aliberti il romanzo storico "Il bracciale di sterline. Cento bastardi senza gloria. Una storia vera di guerra e di passioni" (pg. 349, 40 foto) scritto dai giornalisti reggiani Matteo Incerti e Valentina Ruozi e frutto di anni di ricerche da parte degli autori e di altri storici e ricercatori.
LA TRAMA - E' la storia vera di cento uomini e donne provenienti da tutta Europa (partigiani italiani, inglesi, scozzesi, spagnoli, russi, olandesi, greci, disertori tedeschi e austriaci) che nel marzo 1945 scesero dal cielo e dai sentieri dell'Appennino reggiano, guidati dalle magiche note di una cornamusa scozzese, per attaccare il quartier generale della Linea Gotica a Botteghe d'Albinea. Il loro coraggio contribuì ad accelerare l'avanzata degli Alleati e dei partigiani, la fine della guerra e della dittatura aprendo il varco finale per la liberazione della Valle del Po che avvenne un mese più tardi. In quell'inferno, due bambine ricevettero in dono due bracciali di piccole monete. Da Operazione Tombola, il nome in codice di questa operazione segreta nacquero cinque amori per la vita. Sessantasei anni dopo, grazie a internet, il filo d'Arianna della storia, dagli Stati Uniti alla Scozia, dall'Australia all'Italia riunisce dieci protagonisti di allora: si intrecciano così amori, ideali, sogni, e come in una favola quei bracciali rivelano alle due bambine di un tempo, diventate nonne, la storia di due coraggiosi soldati.
IL MESSAGGIO- Il romanzo parte nel 1945 ed arriva a giorni d' oggi. Ritrovati grazie ad internet questi arzilli ex combattenti (alcuni di loro sono in Rete anche ad oltre o quasi 90 anni di età), ci lasciano il loro messaggio. Un messaggio di anti-eroi diventati per caso eroi. C'è Gino, ebreo sfuggito ai lager diventato partigiano e commandos con gli inglesi e ingegnere dopo la guerra, che impreca contro i condannati in parlamento e indica che il futuro si chiama solo energia dal sole. C'è Bruno,che non sopporta più lo sfacelo morale dell'Italia di oggi, la novantanovenne ex staffetta Mary che chiede ai giovani di costruire un futuro con responsabilità recuperando il valore del risparmio, Libero che spiega come negli anni '60 per responsabilità chiuse la sua azienda inquinante per riconvertirla. Ci sono David il suonatore di cornamusa scozzese riemerso dalle nebbie della storia dopo 66 anni e Rocky, il veterano americano che libero' Bologna, Reggio, Parma, Brescia e che ritrovato su facebook, ci fece anche visita lo scorso aprile in Regione. David e Rocky ci ricordano che gli orrori della guerra lasciano segni tutta la vita. Ma che la vita, nonostante le ferite che la nostra anima può aver subito, va vissuta in ogni istante, lottando per i nostri ideali ed inseguendo i nostri sogni, perché ha una sua magia da cogliere in ogni istante.
Come scritto da un lettore è un romanzo che "parla della Resistenza senza strattonarla politicamente verso destra o verso sinistra, ma lasciandola come centro di un avvenimento di forte e umana ricerca della Libertà".
ONLINE - Il libro è acquistabile in tutte le librerie d'Italia (esempio Feltrinelli ) oppure online scontato del 25% su Amazon.it , Libreria Universitaria , Ibs , etc.
RECENSIONI - Leggi le recensioni dei lettori sul blog del libro
o sul gruppo facebook e la pagina fb.
Presto un nuovo consiglio di lettura per l'estate con un romanzo dedicato al mondo dell'informazione libera e gli intrecci politico-affaristici.

connessione-lenta-180x130.jpgIl piano telematico che oggi l'Assemblea Legislativa dell'Emilia-Romagna ha approvato (coi soli voti della Maggioranza) è di corto respiro, ricco solo di proclami ma non di risorse. Abbiamo sentito tante bella parole, ma questo piano si propone di cablare la regione a 7 MegaBit, ovviamente solo teorici, non reali (chi naviga sa che la velocità dichiarata è molto superiore a quella effettiva). Si rendono conto che in Giappone e Corea lavorano alla banda ultra-larga da 1 GigaBit? Ammesso e non concesso che riuscissimo a realizzare tutti i punti del piano, saremmo già indietro di anni rispetto ai nostri competitors. E poi senza investimenti non si va da nessuna parte e in questa Regione si investe sulle autostrade di cemento e non su quelle digitali. Sul trasporto delle cose invece che sul trasporto delle idee. Abbiamo una mentalità vecchia. Fra l'altro le nostre proposte per utilizzare i software open source nei computer del Consiglio Regionale è stata bocciata. Perché? Avremmo risparmiato centinaia di migliaia di euro in licenze Microsoft! Per non parlare della telefonia: anche la nostra proposta per usare i sistemi voip di comunicazione è stata bocciata. In pratica, abbiamo scelto di votare favorevolmente a tutti i gli emendamenti migliorativi e invece di astenerci sull'approvazione del Piano Telematico nella sua interezza perché siamo enormemente delusi nei confronti di una pianificazione che guarda indietro anziché avanti, senza ambizione e senza convinzione.

Trasparenza
Il mese a 5 stelle
Newsletter
RSS
Siti Amici
Iscriviti al MoVimento 5 Stelle
Archivi e categorie

   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons