MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Fondi europei per il dragaggio del porto grazie a M5S Fano!


Fano - 

Foto-aerea_porto.jpgDragaggio del porto e fondi europei. I vantaggi di un'opposizione "inesperta" e "corsara"

Una delle critiche che ci è stata più volte rinfacciata durante la campagna elettorale è stata la nostra inesperienza nel governo di una città. Ritrovandoci all'opposizione, dall'alto della nostra inesperienza, abbiamo così presentato lunedì scorso un'interpellanza urgente per chiedere che la giunta si facesse promotrice presso la Regione di un Investimento Territoriale Integrato (ITI) dedicato a Fano da inserire con un emendamento nel POR Regionale (la scadenza era il 17 luglio). La giunta e il sindaco in particolare ci hanno risposto che ormai era tardi e che non c'erano più i tempi tecnici per emendare il POR. Noi, da inesperti, abbiamo insistito che comunque valeva la pena tentare e ci siamo offerti di preparare una bozza progettuale. In una giornata un gruppo di lavoro del Movimento guidato dal nostro consigliere Roberta Ansuini ha preparato il progetto "I sentieri dell'energia" che proponeva di connettere attraverso una pista ciclabile alcuni luoghi da riqualificare di Fano: dal dragaggio del porto, attraverso edifici pubblici che potessero diventare a consumo quasi zero, fino al parco dell'aereoporto. Il progetto è stato inviato all'assessore Caterina Del Bianco perché l'amministrazione lo facesse suo e trovasse modo di farlo presentare in regione come emendamento al Por. La giunta lo ha rivisto, focalizzandolo principalmente sul porto ma mantenendo idea e slogan, Seri ha attivato i canali necessari in Regione e l'ITI di Fano per il dragaggio del porto è stato inserito nel Por. Questi più o meno i fatti.
Ciò che ora va detto è che alla città una gara di tiro alla fune non serve: sapere se il merito di questo primo successo è per il 60% della giunta o del M5S è un quesito inutile. Anche perché l'iter per l'ottenimento dei fondi è ancora lungo. Ciò che questa vicenda dice è che ci sono momenti in cui far collaborare le competenze di maggioranza e opposizione può dare risultati importanti. Soprattutto quando in gioco è il bene della città intera. Così sarebbe dovuto accadere anche nelle discussioni su Aset e sull'ospedale, temi sui quali sarebbe importante trovare una sola voce (una voce giusta, però!) per avere più forza.

Collaborazione, sia chiaro non significa fare sconti. Nella nostra opposizione non è prevista una stagione dei saldi. Riprendendo un termine che ci è caro, legato a una memoria di denuncia e di rettitudine, diciamo che la nostra inesperienza ci permette di proporre una opposizione diversa, "corsara". Collaboreremo quando la collaborazione sarà necessaria al conseguimento di un risultato che sia a vantaggio della città intera. Saremo fermi, inflessibili quando gli interessi di parte saranno anteposti al bene comune. Scriveva Pasolini in uno dei passi più celebri degli Scritti Corsari: "lo non ho alle mie spalle nessuna autorevolezza: se non quella che mi proviene paradossalmente dal non averla o dal non averla voluta; dall'essermi messo in condizione di non aver niente da perdere, e quindi di non esser fedele a nessun patto che non sia quello con un lettore". Cambiando la parola "lettore" con "cittadino" possiamo eleggere queste frasi a piccolo manifesto dell'impegno politico con cui cercheremo di caratterizzare i nostri prossimi cinque anni.

Marco Labbate

I candidati a Fano