Archivio dei post di Marzo 2011


Figline Valdarno - 

Invitiamo tutti a sostenerci firmando per la presentazione della lista elettorale.
ci troviamo in Piazza Marsilio Ficino
Dalle ore 10:30 alle 12:00.


Figline Valdarno - 

Il miglioramento del sistema di raccolta, riutilizzo e riciclo dei rifiuti, il miglior utilizzo delle risorse e la trasparenza amministrativa sono da sempre cavalli di battaglia del Movimento 5 Stelle. Per questo ecco le nostre proposte per le amministrative di Figline Valdarno.


GESTIONE DEI RIFIUTI


NO ALLA DISCARICA DE LE BORRA. (variazione immediata di destinazione d'uso del terreno su cui dovrebbe sorgere la discarica)


Strategia RIFIUTI ZERO (economicamente vantaggiosa, non inquinante, attivabile più velocemente di una discarica o di un inceneritore).

Raccolta differenziata porta a porta sul 100% del territorio comunale.

Creazione di un Centro a Gestione Pubblica di selezione e avvio al riciclo dei rifiuti, che crea posti di lavoro (modello Vedelago e Capannori).


Coinvolgimento degli imprenditori locali per aprire nuove fabbriche (o riconvertire linee produttive esistenti alla lavorazione del materiale recuperato), creando nuovi posti di lavoro

Col sistema a regime, abbassamento delle tasse sui rifiuti.
Uscita immediata dalla società AER e nuovo bando per appaltare la gestione della raccolta differenziata porta a porta.
Entro 5 anni riportare la raccolta sotto gestione diretta del Comune. (modello Capannori)


TRASPARENZA AMMINISTRATIVA


Incompatibilità totale tra politica e cariche all'interno delle municipalizzate.
Selezione delle dirigenze delle municipalizzate per CV e capacità effettive.
Uscita immediata da tutte le società municipalizzate (ove possibile per legge).
Pubblicazione di tutti i CV e degli stipendi di tutti gli amministratori sia comunali che delle società partecipate dal Comune.


Per la salute dei cittadini e il futuro dei nostri figli, per non inquinare il territorio dove viviamo.
Per la trasparenza e una nuova questione morale.


Per questo e tutti gli altri punti del nostro programma invitiamo la gente


Figline Valdarno - 

Abbiamo rilevato con dispiacere e rammarico la decisione di SEL e IDV di partecipare alle prossime elezioni politiche al fianco di Riccardo Nocentini, sindaco uscente. Dal punto di vista del mero calcolo politico la cosa dovrebbe farci piacere perchè i voti degli scontenti di questa amministrazione andranno, almeno in parte, anche a noi. Il problema è che a noi ci interessano i cittadini e non le poltrone e quindi vorremmo fare pubblicamente qualche domanda alla lista dei partiti di Vendola e Di Pietro:


Come giustificherete la discarica delle borra voi che vi chiamate sinistra ECOLOGIA e Libertà? Certo potrete anche dirci in campagna elettorale che siete contrari ma il problema è che non lo è il sindaco che appoggiate e non lo è ne a livello provinciale ne regionale il partito del "Vostro" sindaco. E soprattutto voi che siederete nelle poltrone della prossima giunta (sempre che il sindaco ve ne abbia promessa una), sarete in grado di fare l'unica cosa veramente ovvia e cioè CAMBIARE DESTINAZIONE D'USO AL TERRENO DE LE BORRA? Noi lo chiediamo da tempo e l'ha chiesto direttamente al sindaco il comitato No alla Discarica, ricevendone un diniego ovvio. Se questa cosa sarà al primo punto del vostro programma dei primi 100 giorni ve ne daremo atto. Altrimenti a nulla serviranno convegni e dibattiti perchè la gente è già informata e sa già che la discarica porterà solo inquinamento. Cosa direte ai ragazzi del circolo ARCI di Gaville o alla gente di Restone? Sarete capaci di dire la verità e cioè che la passata amministrazione ha comprato un terreno senza sapere bene cosa farne se non una discarica?
Come farà un movimento come quello dell'Italia dei Valori a giustificare l'appoggio ad un sindaco inquisito? Perchè il vostro movimento è sempre molto attento a vedere il marcio negli avversari e mai fra gli amici? Come lo direte ai vostri elettori? Lo sapete che ufficialmente la fine dei lavori del nuovo Comune (ex - Lambruschini) era prevista per Aprile 2010?
Vi siete accorti che il sindaco nel suo resoconto di mandato (che ha fatto stampare a spese della collettività per lodarsi) ha inserito per la maggior parte opere che sono solo in fase di progettazione, alcune neanche in quella?
Perchè, infine, avete scelto di stare al servizio del potere e non del paese?


Per questo e per molto altro, l'unica vera novità delle prossime elezioni amministrative sarà il Movimento 5 Stelle.


Figline Valdarno - 

Il Movimento 5 Stelle Valdarno rende noto di fare propria la nota del Comitato Pendolari Valdarno direttissima nella quale si chiede di rivedere la decisione di mettere a pagamento 23 posti auto nel parcheggio della stazione di Figline Valdarno - Piazza Caduti di Pian D'albero.

Crediamo che sarebbe ora che i sindaci dei paesi dell'altipiano valdarnese, Figline Valdarno e San Giovanni Valdarno si mettano intorno a un tavolo e prendano delle decisioni utili sia alla riduzione del mezzo privato sulla direttrice montagna - valle che sulla possibilità di trovare luoghi alternativi al parcheggio della stazione di Figline Valdarno per ampliare l'offerta di posti auto senza ingolfare la SR69, come per esempio fare uno scambiatore con navetta fra Matassino e Vaggio o trovare una possibile ubicazione similare nel comune di San Giovanni Valdarno.


La riduzione dell'uso del mezzo privato e l'uso migliore e in luoghi più consoni dei parcheggi scambiatori sono le uniche possibilità di mobilità sostenibile per tutti ed è ora che gli amministratori della vallata, tutti nessuno escluso, se ne rendano conto.


Figline Valdarno - 

La frazione di Matassino subisce da anni ogni angheria senza battere ciglio, ormai da troppo tempo e senza nulla ottenere. Dalla frazione passa l'autostrada, la direttissima e tutte le auto della direttrice montagna - stazione di Figline. La frazione è diventata la donna di servizio di Figline visto il grande parcheggio e i servizi che ha.


Oltre a questo vedrà passare sul suo territorio la prossima variante alla SR 69 che nella frazione correrà su piloni. Praticamente un cavalcavia che oltrepasserà il Matassino a fianco dell'autostrada e della ferrovia e che sarà quasi inservibile per i matassinesi stessi. Questo aumenterà l'inquinamento in modo esponenziale in una zona dove già l'incidenza del tumore da inquinamento è superiore alla media nazionale. Per essere più chiari nella zona di cui stiamo parlando delle persone sopra i 65 anni una ogni 3, in media contrae un tumore, una ogni 6 muore entro 3/4 anni dalla scoperta della malattia. In più i lavori della variante e delle casse d'espansione porteranno un aumento enorme dei disagi ai cittadini. Oltre a questo il Matassino continua ad essere oggetto di disuguaglianze date dalla sua assurda divisione in tre comuni e due province.


Per questo il programma del Movimento 5 Stelle per il Matassino prevede:


- Accorpamento di tutto il Matassino sotto un unico comune ( e di conseguenza un'unica provincia) da far scegliere alla popolazione tramite referendum.


- Blocco immediato del progetto e dell'esecuzione dei lavori della variante alla SR 69 e revisione del progetto su piloni (cavalcavia)


- Riservare metà del parcheggio della stazione lato Matassino alle auto con almeno due persone per vettura per diminuire sensibilmente il traffico dalla montagna incentivando il car pooling e l'uso del mezzo pubblico.


- Obbligo per il comune di spendere tutti gli oneri di urbanizzazione della variante alla SR 69 (nel caso in cui dovesse essere comunque fatta) nella frazione stessa.


- Obbligo per il comune di spendere tutti gli oneri di urbanizzazione per i lavori sulle casse di espansione nella frazione stessa.


- Rifacimento dell'intero manto stradale delle strade di competenza comunale della frazione.


- Ridisegnare completamente, insieme con la provincia, la viabilità intorno al ponte, alla nuova rotonda e alla passerella sul ponte che così com'è è inservibile per la gente, una cattedrale nel deserto.


- Costruzione, in collaborazione con il comune di Reggello di una pista ciclabile in riva destra del Resco che possa essere usata dai cittadini di via Mameli e della zona reggellese verso la piazza Don Minzoni.


- Costruzione di una pista ciclabile sulla direttrice Matassino - Figline Valdarno Centro lungo il viale Bianca Pampaloni.


- apertura, in collaborazione con gli altri comuni di un centro per il rifiuto zero dove i matassinesi possano acquistare detersivi, acqua, latte e altri alimenti senza imballo per poter diminuire la quantità di rifiuti in quanto frazione di raccolta differenziata porta a porta.


Queste sono alcune delle nostre proposte, serie, concrete, senza sconti per nessuno, perchè il Matassino si è stancato di fare solo il serbatoio di voti in campagna elettorale. Questa è la più grossa frazione di Figline ed è ora che chi è nella stanza dei bottoni se lo ricordi.


Figline Valdarno - 

Buongiorno,

Le inviamo questa lettera per portare alla sua attenzione il fatto che, dopo il recente rifacimento delle strisce segnaletiche stradali, non è stato "rinnovato" il passaggio pedonale che era posizionato immediatamente dopo il ponte sull'Arno venendo da Matassino e che dava la possibilità a chi avesse oltrepassato lo stesso dalla parte della nuova passerella di poter andare verso il centro di Figline facendo il viale Bianca Pampaloni. Noi speriamo che questa sia stata semplicemente una svista e che presto tutto tornerà come prima. Anche perchè attraversare la strada in quel punto, l'unico possibile vista l'inconcepibile viabilità che la Provincia e il Comune hanno pensato per quella zona di Figline, già era pericoloso prima con un attraversamento segnalato, figuriamoci adesso che quell'attraversamento praticamente non esiste più.


Volevamo anche segnalarLe che le strisce che sono appena state dipinte dopo pochi giorni sono già in condizioni pietose e che forse scegliere meglio le ditte che fanno i lavori potrebbe servire a spendere meglio i soldi dei cittadini di Figline.


Tanto dovevamo.


Distinti saluti.


Figline Valdarno - 

Il Movimento 5 Stelle desidera ringraziare tutte le persone che sono intervenute alla serata convegno su viabilità, trasporto pubblico e privato che si è tenuta a Reggello. La serata ha dimostrato come il Movimento sia una realtà con cui tutte le forze politiche dovranno fare i conti. Una realtà vera, lontana dalla politica urlata di questo paese, una politica di proposte serie e concrete.

Una serata che ci ha permesso anche di presentare i nostri 2 candidati di punta alle amministrative di Figline Valdarno, Ilaria Bozzuffi e Andrea Frallicciardi che hanno dimostrato quanto siano chiare le loro e le nostre idee su cosa c'è bisogno di fare per migliorare la vita delle persone, partendo dal basso, dal piccolo. Ci hanno fatto vedere le loro facce per quello che sono, semplici, normali, completamente in antitesi ai politicanti di mestiere, a quelli che prima di dire mezza parola si fanno consigliare 20 volte. Questa è il nostro modo di fare politica. La nostra faccia e la nostra ingenuità sono le cose che faranno di noi una forza grande, enorme, inarrestabile.

Desideriamo inoltre ringraziare tutti gli amministratori che a vario titolo sono intervenuti in modo costruttivo e senza faziosità. Questo ci ha permesso di dimostrare a chi era presente che quando c'è la volontà di parlare alla gente per la gente, senza sotterfugi o secondi fini tutto è possibile.

Tante sono state le proposte durante serata e tanti i contatti fra istituzioni e tecnici specializzati in nuove tecnologie per la viabilità che il Movimento è riuscito a far incontrare e discutere serenamente in questo convegno. Speriamo che sia solo l'inizio di un percorso che porterà il Movimento 5 Stelle - Reggello a partecipare alle elezioni amministrative del Comune nel 2012 con la certezza di portare un nuovo modo di fare, di gestire, di parlare. Con la gente, per la gente.

Per una viabilità a misura d'Uomo (Reggello)


Figline Valdarno - 

Viabilità valdarno a Reggello