Archivio dei post di Gennaio 2012


Figline Valdarno - 

Nel consiglio comunale di fine novembre il MoVimento 5 Stelle accolse con molto favore la risposta a una propria interpellanza sull'accessibilità ciclabile alla stazione, in particolare nel tratto da piazza della Libertà, zona stadio, alla stazione.

"L'assessore ai trasporti e viabilità Daniele Raspini prese un impegno preciso" afferma Andrea Frallicciardi, portavoce del MoVimento 5 Stelle, "avrebbe cambiato immediatamente l'attuale camminamento pedonale, lungo circa 100 metri, rendendolo percorribile anche alle biciclette (adesso vietate), a senso unico, in direzione stazione, per favorire i pendolari. L'intervento sarebbe stato attuato nei giorni successivi, una volta ricevuta la nuova segnaletica stradale da installare".
"A distanza di due mesi l'intervento, di per sé assai semplice, non è stato ancora effettuato" aggiunge Frallicciardi "e nell'audizione di martedì scorso dello stesso assessore Raspini in commissione trasporti l'intervento è stato completamente ignorato. Tra l'altro la commissione si sta riunendo appositamente per affrontare la questione del trasporto ferroviario che fa penare i tanti pendolari di Figline e del Valdarno".
"Chiediamo alla giunta di attivarsi rapidamente e di mantenere l'impegno per il percorso ciclabile per la stazione così come indicato in risposta alla nostra interpellanza", conclude Frallicciardi "e auspichiamo che la commissione consiliare di trasporti inviti e ascolti in tempi brevi il comitato pendolari Direttissima, raccogliendone le proposte e le proteste".


Figline Valdarno - 

Nazaria Dal Bon. Si è tenuta il 25 gennaio la I Commissione (con alcuni argomenti che richiedono la prezenza della III commissione) presso il Comune di Figline Valdarno.

Presenti alla commissione i consiglieri:

  • Ivo Gonfiantini (Presidente)
  • Riccardo Nocentini (Sindaco)
  • Arianna Bagiardi
  • Leonardo Favilli
  • Roberto Renzi
  • Sandro Sarri
  • Clara Mugnai
  • Massimiliano Morandini (chiede di potere assistere)
  • Valentina Trambusti

La seduta di commissione si è aperta alle ore 19,15 ed ha analizzato i seguenti punti all'ordine del giorno:

  • Modifica Statuto Farmavaldarno: Approvazione.
  • Richiesta di iscrizione all'elenco regionale delle localita' turistiche o citta' d'arte ed orienta-menti per la quantificazione e la destinazione dell'imposta di soggiorno.
  • Esclusione di uso pubblico su una porzione di strada vicinale denominata "dell'Intagliata" dalla strada di Golfonaia alla strada comunale di Gaville e spostamento su viabilità alternati-va.
  • Varie ed eventuali.

Iscrizione all'elenco regionale delle localita' turistiche o citta' d'arte
Prende la parola il Sindaco Nocentini per spiegare dettagliatamente la questione della richiesta, da parte del Comune di Figline Valdarno, all'elenco delle località turistiche o città d'arte al fine di pote-re applicare l'Imposta di soggiorno.
Afferma di avere inserito questa voce nel suo Programma Elettorale e che sta cercando di sveltire la procedura di iscrizione che dettaglia: il decreto del 14/03/2011 crea alcune complicanze dato che Figline non è capoluogo di provincia. Ma, seguendo la delibera regionale n° 58 del 27/09/011 abbiamo chiesto di essere iscritti nell'ODT della provincia, in attesa di essere inseriti in quello regionale Per fare ciò, tuttavia, sono richiesti CRITERI DELLA TASSA DI SOGGIORNO E DETTAGLI SULLA DESTINAZIONE DEI PROVENTI.
Su questo il Sindaco si è molto dilungato. Sintetizzo:
Sui CRITERI DI APPLICABILITÀ, ad esempio, l'importo della tassa, che avrebbe un massimale di 5 € (all'incirca 1 € a stella per gli alberghi e 0,50 € a stella per i campeggi), va ben valutato, rischiando di divenire oltremodo esosa dato che, ovviamente, non possiamo fare paragoni con città quali Firenze o Venezia che si possono permettere di applicare tariffe più onerose.
Devono poi essere ben considerate la struttura ricettiva (albergo - campeggio eccetera) e la loro categoria - l'età degli ospiti (over o under) per i quali si possono avere sconti o esenzioni.
Vanno valutati anche la consistenza del nucleo familiare ospitato e la durata della permanenza.
C'è inoltre anche la destagionalizzazione dei flussi turistici.

Per quanto riguarda la DESTINAZIONE DEI PROVENTI esistono vari percorsi ancora da analizzare dettagliatamente per cui si fanno alcune ipotesi:
Ristrutturazioni in ambito turistico.
Manutenzione paesaggistica e punti di accoglienza turistici ivi comprese anche pro-loco.
Abbattimento barriere architettoniche.
Evitare abbandono animali consentendo di ospitarli in alcune strutture debitamente attrezzate.
Aggiornamenti figure professionali nel settore turistico con conseguente incentivazione del lavoro giovanile.
Finanziamenti spese relative a flussi turistici che da ampio raggio di possibilità di utilizzo (strade - piste ciclabili) ed altre varie.

Si apre il dibattito:
CLARA MUGNAI - Concorda con le proposte salvo eventuali piccole modifiche, soprattutto sul fatto di riflettere bene sull'importo della tariffa che rischia di divenire troppo esosa in generale.
ARIANNA BAGIARDI - Insiste sulla valutazione dei componenti della famiglia.
ROBERTO RENZI - In linea di massima concorda aggiungendo però di allinearsi con i tour-operators ad esempio per l'età dei figli e per le tariffe applicate studiando se offrire prezzi TUTTO COMPRESO oppure se scorporarli.
LEONARDO FAVILLI - Torna sul punto che molte città, ad esempio, dividono l'importo di acco-glienza nella struttura dalla tassa di soggiorno.
RICCARDO NOCENTINI - Precisa che vanno ben distinte strutta per struttura, anche in relazione ai comuni limitrofi, distinguendo bassa ed alta stagione, ma soprattutto in considerazione del fatto che, per adesso, saremmo l'unico comune in zona ad applicare la tassa suddetta.
IVO GONFIANTINI - Concorda precisando che è importante la finalizzazione dei proventi che vanno oculatamente distribuiti.
VALENTINA TRAMBUSTI - Concorda chiedendo se è prevista in bilancio una voce TASSA DI SOGGIORNO come fondo.
RICCARDO NOCENTINI - Risponde che il primo anno si possono fare solamente previsioni su quello che sarà l'entrata vera e propria dato che non c'è certezza dell'incasso ottenuto (si ipotizzano 500.000,00 - 700.000,00) definendoli forse utopistici.

I e III COMMISSIONE si definiscono FAVOREVOLI.

Ore 19,55 - Se ne vanno Valentina Trambusti e Massimiliano Morandini.

Strada Golfonaia - Intagliata

IVO GONFIANTINI - Viene precisato, innanzitutto, che questo, essendo argomento prettamente tecnico, sarebbe materia della II Commissione, poiché è da considerarsi patrimoniale solo in un se-condo tempo, comunque la si discute ugualmente.
Si tratta di richiesta, da parte dei proprietari del terreno in oggetto, di privatizzazione di una parte della strada.

RICCARDO NOCENTINI - Spiega che sono stati iniziati dei lavori finalizzati alla realizzazione di una strada alternativa dato che i proprietari chiedono di allontanare l'uso pubblico (strada vicinale) dalle case provvedendo loro stessi alle spese di modifica.

Nessun intervento in merito, che contrasti tale realizzazione.


Modifica statuto FARMAVALDARNO
IVO GONFIANTINI - Illustra brevemente lasciando i dettagli a Nocentini.

RICCARDO NOCENTINI - (sintetizzo l'intervento dettagliato, ma molto tecnico): Farmavaldarno è una partecipata molto attiva che regolamenta Farmacie e Parafarmacie del nostro Comune; in essa compaiono i comuni di Figline - Cavriglia - Reggello ed alcuni Soci privati.
L'assemblea della medesima richiede la modifica di 3 articoli dello Statuto, riguardanti nello specifico regolamentazioni sul diritto di recesso dei Soci, sul Consiglio di Amministrazione, sul numero degli Amministratori e sui termini del loro mandato.

Nessun intervento dopo l'esposizione dell'argomento.

APPROVATO.

La Commissione termina alle ore 20,15.

Fiato sul collo - IX Consiglio Comunale (Figline Valdarno)


Figline Valdarno - 

Presso il Palazzo Comunale alle ore 15.00 si terrà il IX Consiglio Comunale. Questo l'ordine del giorno:

  1. Comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio Comunale.
  2. Verbale n. 15/11 della seduta consiliare del 13.12.2011 e n. 16/11 della seduta consiliare del 23.12.2011. Approvazione.
  3. Interrogazione del Consigliere Sarri (Gruppo Consiliare PD): "Modifiche ai fontanelli dell'acqua".
  4. Interrogazione del Capogruppo Bagiardi (Gruppo Consiliare Sinistra per Figline-PSI): " maggiore sicurezza sullo stato del cimitero in loc. Carresi".
  5. Interrogazione del Consigliere Gonfiantini (Gruppo Consiliare PDL): "proiezioni sulle ricadute sul commercio al dettaglio a seguito dell'apertura del nuovo centro commerciale COOP".
  6. Interrogazione del Capogruppo Trambusti (Gruppo Consiliare Lega Nord Toscana): "attività della Pro Loco di Figline Valdarno".
  7. Interrogazione del Capogruppo Leoni (Gruppo Consiliare IDV/SEL): "richiesta informazioni su lavori Giardino Cavicchi".
  8. Interrogazione del Consigliere Renzi (Gruppo Consiliare PDL): "verifica e cartellonistica pubblicitaria".
  9. Interrogazione del Consigliere Renzi (Gruppo Consiliare PDL): "abolizione tariffa minima di 0,50 Euro per parchimetri in essere".
  10. Interrogazione del Capogruppo Leoni (Gruppo Consiliare IDV/SEL): "completamento viabilità pedonale piazza Galvaligi"
  11. Interpellanza del Capogruppo Frallicciardi (Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle): "incarico di Dirigente fuori Dotazione Organica".
  12. Interpellanza del Capogruppo Frallicciardi (Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle): "chiarimenti sulla mancanza di atti Amministrativi - Protocollo d'intesa su Area Le Borra".
  13. Interpellanza del Capogruppo Bagiardi (Gruppo Consiliare Sinistra per Figline-PSI): "punto della situazione sui gemellaggi".
  14. Interpellanza del Capogruppo Bagiardi (Gruppo Consiliare Sinistra per Figline-PSI): "punto della situazione sulla S.P. 14 delle miniere.
  15. Interpellanza del Capogruppo Laici (Gruppo Consiliare PDL): "aiuti alle PMI e fondi per l'assistenza sociale".
  16. Interpellanza del Capogruppo Laici (Gruppo Consiliare PDL): "sicurezza al mercato settimanale".
  17. Interpellanza del Capogruppo Mugnai (Gruppo Consiliare Salvare il Serristori-UDC): "snellimento del traffico in uscita di piazza Caduti di Pian d'Albero".
  18. Interpellanza del Capogruppo Mugnai (Gruppo Consiliare Salvare il Serristori-UDC): "i parcheggi a pagamento in Piazza Ficino non sono funzionali".
  19. Interpellanza del Capogruppo Mugnai (Gruppo Consiliare Salvare il Serristori-UDC: "la rotonda che doveva essere fatta dalla Coop è stata fatta dai dipendenti comunali".
  20. Piano di Recupero "PdR Area Bonechi", di iniziativa privata, con contestuale variante al Regolamento Urbanistico di un complesso immobiliare posto in località Gaglianella lungo la Strada Provinciale per Poggio alla Croce. Presa d'atto della mancata presentazione di osservazioni. Approvazione.
  21. Piano di Lottizzazione del Comparto "C1.6A Scampata-Pirelli" di iniziativa privata con contestuale variante al Regolamento Urbanistico. Adozione.
  22. Variante al Regolamento Urbanistico per l'aggiornamento della carta di pericolosità geologica e fattibilità area "Campeggio Norcenni". Adozione.
  23. Adeguamento normativo ed alcune rettifiche alle previsioni del vigente Regolamento Urbanistico. Adozione.
  24. Richiesta di iscrizione all'elenco regionale delle località turistiche o città d'arte ed orientamenti per la quantificazione e la destinazione dell'imposta di soggiorno.
  25. Modifica Statuto Farmavaldarno: Approvazione.
  26. Convenzione con l'A.S.D. Basket Don Bosco Figline per attività sportive e ricreative. Approvazione schema.
  27. Esclusione di uso pubblico su una porzione di strada vicinale denominata "dell'Intagliata" dalla strada di Golfonaia alla strada comunale di Gaville e spostamento su viabilità alternativa
  28. Ordine del Giorno del Capogruppo Laici (Gruppo Consiliare PDL): "piano energetico comunale e public green procurement";
  29. Ordine del Giorno dei Gruppi Consiliari PD, IDV/SEL e Sinistra per Figline-PSI: "nuovo Piano Sanitario e Sociale Integrato Regionale 2011-2015".
  30. Ordine del Giorno del Capogruppo Leoni (Gruppo Consiliare IDV/SEL): "appello al Governo perché sia bloccato il programma per la produzione e l'acquisto dei 131 cacciabombardieri Joint Strike Fighter a favore delle spese sociali".
  31. Ordine del Giorno del Capogruppo Trambusti (Gruppo Consiliare Lega Nord Toscana): "Illegittimità del Diritto Camerale Annuo.
  32. Ordine del Giorno Capogruppo Mugnai (Gruppo Consiliare Salvare il Serristori-UDC): "scongiurare la chiusura del Pronto Soccorso del Serristori".
  33. Ordine del Giorno dei Gruppi Consiliari PD, IDV/SEL e Sinistra per Figline-PSI: indirizzo politico amministrativo in ordine all stato della programmazione dei rifiuti ed alla realizzazione dell'impianto di Le Borra".
  34. Mozione del Capogruppo Frallicciardi (Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle): "misure per contrastare il fenomeno del gioco d'azzardo".
  35. Mozione del Capogruppo Frallicciardi (Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle): "vendita di latte crudo mediante distributori automatici".
  36. Mozione del Consigliere Renzi (Gruppo Consiliare PDL): "parchimetri, si richiede prima mezzora gratuita"

Per scaricare tutti i documenti relativi all'OdG fare clic qui


Visualizzazione ingrandita della mappa

Incontro di Frazione (Matassino)


Figline Valdarno - 

Incontro di frazione presso i locali del circolo ARCI di Matassino alle ore 21.15.


Visualizzazione ingrandita della mappa


Figline Valdarno - 

Si è tenuta il 24 gennaio la II Commissione presso il Comune di Figline Valdarno.

Presenti alla commissione i consiglieri:

  • Mauro Tani (Presidente)
  • Enrico Stefanini
  • Arianna Bagiardi
  • Roberto Renzi
  • Giorgio Laici

per la giunta comunale e come incaricato tecnico:

  • l'Assessore Daniele Raspini

presente per il Comitato Pendolari Valdarno Direttissima

  • Maurizio Da Re

La seduta di commissione si è aperta alle ore 17.30 ed ha analizzato i seguenti punti all'ordine del giorno:

  • Esame situazione del trasporto ferroviario locale
  • Varie ed eventuali

L'Ass. Raspini ha introdotto quelli che gli interventi già messi in campo dalla giunta comunale:

In merito ai vari problemi che si sono susseguiti (Blocco del 17 gennaio per scambi ghiacciati, Cani sulla massicciata...) l'Ass. Raspini ha detto che essendo argomenti troppo tecnici difficilmente si potevano fare eccezioni. Ha voluto puntare più sui lavori che sono in corso, in particolare relativamente all'abbattimento delle barriere architettoniche. Ha aggiunto anche che a breve dovrebbe essere sostituita la recinzione in cemento e risolto così anche il problema del decoro dell'arredo urbano e della scarpata, che normalmente è poco curata da RFI.

Il consigliere Renzi ha chiesto se era pensabile effettuare una discesa per disabili sulla piattaforma del II e III binario, ma sia Tani che Stefanini hanno, giustamente, fatto notare che per una pendenza dell'8% prescritta per legge (ovvero quasi 40 metri di scavo), difficilmente sarebbe applicabile una scelta del genere.

Renzi ha inoltre chiesto all'Ass. Raspini a che punto era l'accordo con RFI per il parcheggio nella parte del binario morto. Raspini ha risposto, coadiuvato da un buon commento di Stefanini, che RFI al momento non ha interesse a dismettere tali aree.

In ultimo è stato deciso come procedere nei 6/8 mesi successivi: il consigliere Renzi avrebbe richiesto la partecipazione e l'audizione del comitato pendolari; Laici, appoggiato dagli altri consiglieri ha proposto di ascoltare prima le altre istituzioni e successivamente i comitati in quanto "sono sempre le solite lamentele e appunti, quindi è preferibile ascoltare le istituzioni per conoscere i loro intendimenti". Tutti i rimanenti consiglieri si sono trovati d'accordo e hanno fissato per il mese di febbraio una successiva riunione.

Volendo commentare la situazione possiamo dire che l'attenzione verso questi problemi è presente ma obbiettiamo all'assessore e ai membri della commissione di aver omesso di parlare:

  • della situazione dei parcheggi per l'accesso a Piazza Caduti di Pian D'Albero (e non Piazza Cavicchi come indicato dall'Ass. Raspini e non corretto da nessuno)
  • della applicazione delle indicazioni date sulle piste ciclabili per l'accesso alla stazione, come indicato nella risposta alla nostra interpellanza nel mese di Novembre.

Saremo presenti alle successive commissioni per aggiornavi su questo spinoso problema.

In ultimo volevamo far notare all'Ass. che da almeno 20 anni sono stati rimossi i capostazione dalle stazioni del Valdarno.


Figline Valdarno - 

Intervista di Marco Bonaccini (Rete Coordinamento Rifiuti) su TV1.

È possibile scaricare il piano alternativo a questo link


Figline Valdarno - 

Ospedale Serristori/Discarica di Le Borra: cosa le accomuna?

Il MoVimento 5 Stelle di Figline Valdarno punta il dito sulla assoluta mancanza di trasparenza e comunicazione del comune: In ambedue i casi al cittadino che dovrebbe essere il centro, il fulcro su cui ruota l'attività degli amministratori della res pubblica è dimenticato. Fuoriesce dallo scenario pubblico, diviene solo uno spettatore disincantato di una commedia ormai troppe volte replicata.
"Lo scenario che si prospetta a Figline, con il suo storico ospedale, è ormai quello di un graduale, lento ed ineludibile depauperamento dei servizi sanitari che sono invece un diritto sacrosanto del cittadino." Afferma Andrea Frallicciardi, portavoce e consigliere del MoVimento 5 Stelle ". Il figlinese è ormai da tempo costretto ad una migrazione sanitaria per aver accesso a quei servizi che dovrebbe trovare comodamente nel proprio territorio, e con lunghe liste di attesa."
"Quei servizi che sanno dare una risposta al cittadino in termini di qualità e di accessibilità" ribadisce Frallicciardi, "vengono penalizzati da pressanti manovre razionalizzatrici, che altro non sono che tagli ai servizi al cittadino. Ricordiamo a questo proposito la riduzione del personale infermieristico alla sub-intensiva, il quasi ormai sicuro declassamento del Pronto Soccorso da H24 ad H12 tanto per citare quelle più eclatanti."
"Ma la cosa che più fa ribrezzo" incalza ancora Frallicciardi "è la mancanza d' informazione, la cortina di silenzio che cala, o addirittura le mezze verità che vengono recitate ad arte da parte di chi ha il ruolo di controllo, per evitare le giuste rimostranze della popolazione."
"Chiediamo pertanto al Sindaco ed all'Assessore alla Sanità, Sig. Artini quello che è un diritto fondamentale del cittadino: la verità sul destino dell'Ospedale Serristori e chiarezza su quella che sembra una contraddizione: da una parte si ventila un declassamento con relativa riduzione di servizi e dall'altra si fa un investimento milionario su sale operatorie e radiologia", conclude il portavoce consigliere.

Fiato sul collo - V Commissione (Figline Valdarno)


Figline Valdarno - 

Alle ore 18.00 presso il Comune di Figline Valdarno.

Questo l'ordine del giorno

  • Ordine del Giorno Ospedale Serristori
  • Varie ed eventuali



Visualizzazione ingrandita della mappa


Fiato sul collo - IV Commissione (Figline Valdarno)


Figline Valdarno - 

Alle ore 10.00 presso il Comune di Figline Valdarno.

Questo l'ordine del giorno:

  • Relazione del Sindaco sulla situazione dell'Ospedale Serristori.
  • Varie ed eventuali.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Fiato sul collo - I Commissione (Figline Valdarno)


Figline Valdarno - 

Alle ore 19.00 presso il Comune di Figline Valdarno.

Questo l'ordine del giorno:

  • Modifica Statuto Farmavaldarno: Approvazione.
  • Richiesta di iscrizione all'elenco regionale delle località turistiche o città d'arte ed orientamenti per la quantificazione e la destinazione dell'imposta di soggiorno.
  • Esclusione di uso pubblico su una porzione di strada vicinale denominata "dell'Intagliata" dalla strada di Golfonaia alla strada comunale di Gaville e spostamento su viabilità alternativa
  • Varie ed eventuali


Visualizzazione ingrandita della mappa

Fiato sul collo - III Commissione (Figline Valdarno)


Figline Valdarno - 

Alle ore 18.00 presso il Comune di Figline Valdarno.

Questo l'ordine del giorno:

  • Convenzione con l'A.S.D. Basket Don Bosco Figline per attività sportive e ricreative. Approvazione schema.
  • Varie ed eventuali


Visualizzazione ingrandita della mappa

Fiato sul collo - II Commissione (Figline Valdarno)


Figline Valdarno - 

Alle ore 17.30 presso il Comune di Figline Valdarno.

Questo l'ordine del giorno:

  • Esame situazione del trasporto ferroviario locale
  • Varie ed eventuali


Visualizzazione ingrandita della mappa


Figline Valdarno - 

Si è tenuta il 17 gennaio la II Commissione presso il Comune di Figline Valdarno.

Presenti alla commissione i consiglieri:

  • Mauro Tani (Presidente)
  • Enrico Stefanini
  • Arianna Bagiardi
  • Roberto Renzi
  • Giorgio Laici

per la giunta comunale e come incaricato tecnico:

  • l'Assessore Cristina Cardi
  • l'Arch. Bahman Tavallay

La seduta di commissione si è aperta alle ore 17.30 ed ha analizzato i seguenti punti all'ordine del giorno:

  • Piano di Lottizzazione del comparto "C1.6A Scampata-Pirelli" di iniziativa privata con contestuale variante al Regolamento Urbanistico. Adozione.
  • Variante al Regolamento Urbanistico finalizzata all'aggiornamento della pericolosità geologica e fattibilità area "Campeggio Norcenni". Adozione.
  • Adeguamento normativo ed alcune rettifiche alle previsioni del vigente Regolamento Urbanistico. Adozione.

Scampata-Pirelli
E' stato adottato il piano urbanistico che prevede una lottizzazione di 5.900 mq. La questione proviene dal 2007 e ha subito notevoli incrementi di spazi consumati per nuove unità abitative.
Le eccezioni, per una giunta ed una maggioranza che si definiva nel programma desiderosa di applicare la politica "Volumi Zero", sono state rilevate solo circa la "bellezza" di tali case. Approvata dalla commissione 3 voti a favore (Tani, Stefanini, Bagiardi) e 2 contrari (Renzi, Laici).
In merito alla bellezza l'assessore Cardi ha terminato il suo intervento dicendo: su questo argomento ai posteri l'ardua sentenza...
Ha aggiunto infine Renzi circa la riduzione degli spazi verdi previsti inizialmente e poi letteralmente mangiati negli anni da varie rettifiche al piano iniziale, dicendo che essendo Scampata già in campagna di verde già ce n'è (in tono sarcastico).

Campeggio Norcenni
Questo punto è per legge un proforma perché la valutazione della richiesta di declassamento della pericolosità di un terreno (attraversato da un torrente) di proprietà del Campeggio Norcenni da 4 a 3, così da renderlo utlizzabile per nuove piazzole per i turisti del campeggio.
Posto che proceduralmente non c'è da eccepire alla decisione (approvata con 3 voti su 5) adottata, va riflettutto come, pur nel rispetto della normativa, per il comune il declassamento della pericolosità di un terreno è una normale procedura amministrativa, e viene demandato al genio civile il controllo formale e sostanziale del declassamento.
Verificheremo anche in questo caso l'iter successivo anche in consiglio comunale.

Rettifiche al vigente Regolamento Urbanistico.
In questo caso semplicemente si è trattato di errori e discrepanze da sanare tra i dettagli del piano urbanistico e la cartografia, più un particolare dettaglio normativo sui piani di lottizzazione che non vengono effettuati dopo 10 anni dall'approvazione.

In ultimo il 24 gennaio sarà effettuata una nuova seduta di commissione alle ore 17.30

Fiato sul collo - V Commissione (Figline Valdarno)


Figline Valdarno - 

Alle ore 18.00 presso il Comune di Figline Valdarno.

Questo l'ordine del giorno

  • Convocazione prossimo Consiglio Comunale
  • Varie ed eventuali



Visualizzazione ingrandita della mappa



Figline Valdarno - 

Commento al VIII Consiglio comunale di Andrea Frallicciardi

Fiato sul collo - II Commissione (Figline Valdarno)


Figline Valdarno - 

Alle ore 17.00 presso il Comune di Figline Valdarno.

Questo l'ordine del giorno

  • Piano di Lottizzazione del comparto "C1.6A Scampata-Pirelli" di iniziativa privata con contestuale variante al Regolamento Urbanistico. Adozione.
  • Variante al Regolamento Urbanistico finalizzata all'aggiornamento della pericolosità geologica e fattibilità area "Campeggio Norcenni". Adozione.
  • Adeguamento normativo ed alcune rettifiche alle previsioni del vigente Regolamento Urbanistico. Adozione.


Visualizzazione ingrandita della mappa


Figline Valdarno - 

Salutiamo il nuovo portavoce candidato Tiberio Papi, che gli esponenti del MoVimento 5 Stelle di Reggello hanno espresso come più gradito per le prossime elezioni del 2012.

"Un augurio di una attiva campagna elettorale, piena di emozioni e forte del gruppo di attivisti da cui siete aiutati!". Inizia così l'augurio di Andrea Frallicciadi nei confronti dei due candidati per le elezioni di Reggello. "L'appoggio del gruppo di Figline Valdarno sarà totale; conosco Antonio per l'esperienza e l'impegno che ha avuto con me a Figline e Tiberio che sto e stiamo iniziando a conoscere, della cui serietà e volontà siamo tutti affascinati".

Potete avere tutte le informazioni su Reggello sul sito web: http://www.reggello5stelle.it

Logo - Reggello 5 Stelle.png


Figline Valdarno - 

Dopo il comunicato espresso all'unanimità da tutto il consiglio comunale, il 5 Stelle chiede una riflessione ulteriore.

"Apprezziamo il comunicato che il consiglio comunale ha approvato nel consiglio comunale del 23 dicembre a sostegno delle famiglie di Samb Modou e di Diop Mor e di tutta la comunità senegalese, mirato a stigmatizzare l'azione di Casseri a Firenze" afferma Frallicciardi "ma non ci vogliamo fermare qui: l'onda emotiva che ha scosso tutta la comunità ci deve portare a riflettere sul perché si sia arrivati a questo; siamo obbligati ad interrogarci sulle responsabilità collettive che danno vita a tale mostruosa normalità consentendo a gruppi estremistici di divenire fenomeno di massa, che formazioni come Casa Pound (di cui Casseri, l'autore dello scellerato gesto, era simpatizzante) e altri gruppi di ispirazione fascista e più in generale autoritari, possano instillare nella popolazione il virus del razzismo e della xenofobia, contro una visione tollerante e rispettosa dei dettami della costituzione, è quello che noi del MoVimento 5 stelle vorremmo discutere in consiglio."
"Per questo, anche in relazione all'OdG approvato dal Consiglio Comunale di San Giovanni Valdarno, del quale condividiamo lo spirito, vogliamo che sia nella commissioni dei capigruppo che nel prossimo Consiglio Comunale, venga presa una posizione forte che sia mirata ad accrescere la cultura del rispetto della persona, a prescindere dalla razza, dal sesso e dalla religione, così come indicato dall'art. 3 della nostra costituzione: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali."
"La storia ci insegna (e noi italiani abbiamo nella nascita della dittatura fascista un esempio reale) come in periodi di crisi come questi sia facile cadere nella tentazione di abolire i diritti fondamentali dell'uomo; nostro compito, di tutti i consiglieri e della giunta comunale, essendo il punto di raccordo più vicino ai cittadini, come rappresentati della Repubblica Italiana, di proteggere la democrazia ed il rispetto dell'individuo"


Figline Valdarno - 

Andrea Frallicciardi intervistato sul lavoro in consiglio comunale e sulle accuse di vagabondaggio del sindaco Nocentini




Figline Valdarno - 

Barducci, Gestri e Fratoni (rispettivamente presidenti delle provincie di Firenze, Prato e Pistoia) indicano come molto ambizioso l'obbiettivo del 65% di raccolta differenziata di qualità nel 2015!

Unica forza politica presente alla firma dell'accordo, il MoVimento 5 Stelle ha chiesto specifici approfondimenti ai 3 presidenti, in merito alla sbandierata autosufficienza.

Il presidente Barducci, intervistato dalle testate locali, ha esposto gli obbiettivi di base dell'accordo interprovinciale, mirato al raggiungimento dell'autosufficienza nella gestione integrata dei rifiuti nell'ambito ATO delle 3 provincie. Così come si evince dal comunicato stampa, alla base della soluzione del problema rifiuti si ha l'entrata in funzione o l'ampliamento di inceneritori e discariche quali: Testi a Greve e Selvapiana a Pontassieve, nonché dell'area di "Le Borra" a Figline Valdarno, oltre all'ampliamento di altre discariche come quella di Firenzuola.
L'intenzione (peraltro corretta) è quella di chiudere la discarica di Case Passerini e di altre 4 discariche nelle 3 provincie entro il 2015.

Alla nostra domanda diretta, relativamente al fatto che non ancora è stata fatta nessuna VIA sull'area di Le Borra e quindi sulla probabile impossibilità all'apertura della discarica per motivi di non rispondenza del terreno alle normative idro-geologiche, il presidente ha risposto che nel caso non fosse possibile aprire la discarica "I rifiuti o le ceneri saranno buttati da qualche altra parte".

Immediatamente dopo la firma dell'accordo, i 3 presidenti hanno esposto lo stato dell'arte, ma alla domanda posta da Massimo Artini (attivista del MoVimento 5 Stelle di Figline Valdarno) mirata a capire che fine potrebbero fare gli inceneritori e le discariche (e quindi gli investimenti relativi) nel caso la differenziata raggiunga livelli più alti del 65% (come previsto dal piano), hanno dovuto reagire, spiegando nel dettaglio i contenuti e le loro intenzioni. "Ho chiesto espressamente se gli inceneritori potessero fare la fine di quello che sta accadendo in Veneto, dove vengono spenti per mancanza di combustibile (rifiuti indifferenziati con carta e plastica)" riporta Massimo Artini "la risposta è stata per certi versi una sorpresa: da parte del presidente della provincia di Firenze si è cercato di focalizzare tutto sull'osservatorio costituito con l'accordo interprovinciale, in modo da passare la palla ai cittadini, mentre la presidente di Pistoia, Fratoni, ha affermato che pur differenziando gli inceneritori sono necessari perché non tutta la differenziata viene riciclata per colpa della poca ricettività del mercato".

"Sono rimasto scandalizzato nel sentir dire e confermare che il circa il 30% della differenziata delle 3 provincie viene incenerita, o meglio utilizzata come combustibile ottimale per far funzionare gli inceneritori che altrimenti avrebbero grossi problemi di mantenimento di temperatura".

A termine della conferenza abbiamo avuto modo di contattare direttamente il presidente della provincia di Firenze Barducci e l'assessore all'ambiente Crescioli, che ci hanno dato la disponibilità per un incontro finalizzato al buon funzionamento dell'osservatorio e alla comprensione delle problematiche relative all'area di Le Borra e degli altri impianti limitrofi all'area Valdarnese.

"Pur essendo una forza con una presenza locale e solo in consiglio comunale, lo spirito del MoVimento 5 Stelle, ovvero cittadini attivi che chiedono conto delle scelte dei loro dipendenti, ha dato risultati e risposte insperate sulle quali vigileremo." conclude Artini.