Archivio dei post di Aprile 2012

Fiato sul collo - IV Commissione (Figline Valdarno)

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Alle ore 21.00 presso la Sala Giunta, con il seguente ordine del giorno:

  • Incontro con il rappresentante sindacale dei medici di base sull' Abbattimento barriere architettoniche negli studi privati.
  • Varie ed eventuali.


Visualizzazione ingrandita della mappa

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Commento al XII Consiglio comunale di Andrea Frallicciardi.

Argomenti trattati:


  • Successi e Futuro del MoVimento 5 Stelle Locale e Nazionale

  • Privilegi dei Dipendenti Comunali, posti riservati all'Asilo Nido

  • Illustrazione e commenti sull' ODG

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Durante la presentazione pubblica del PIR l'Assessore Provinciale all'Ambiente Crescioli e l'Assessore all'Ambiente del Comune di Figline Sbarriti, sono stati protagonisti di dichiarazioni di grande effetto

Durante l'incontro avvenuto martedì 17 aprile 2012 presso il palazzo Medici Riccardi sede della Provincia di Firenze, dopo una esauriente disanima da parte di un tecnico riguardante il Piano Interprovinciale dei Rifiuti, l'assessore Danilo Sbarriti è intervenuto precisando che il Comune di Figline Valdarno avanzerà osservazioni al Piano, ove sarà espressamente richiesta la subordinazione dell'apertura della discarica di Le Borra all'ampliamento dell'inceneritore di Selvapiana. L'Assessore Sbarriti ha poi menzionato uno dei punti salienti che potrebbe addirittura compromettere la nascita della discarica di Le Borra come discarica per rifiuti urbani. Come abbiamo sempre denunciato noi del Movimento 5 Stelle, sembra che anche l'Assessore figlinese si sia reso conto della coesistenza di due discariche nel raggio di 7 km, anche se localizzate in due ATO diversi, e dei gravi danni che il territorio valdarnese dovrà ulteriormente subire. Questo non significa che l'amministrazione non contempli la possibilità di aprire la discarica di Le Borra: infatti le osservazioni che la giunta vorrà fare al PIR non indicano come non possibile la creazione della discarica, ma solo la sua subordinazione al completamente dell'inceneritore di Selvapiana.

A seguito di questa dichiarazione, l'assessore Crescioli ha dichiarato pubblicamente alla platea che, a seguito del miglioramento dei rapporti fra le Provincie di Firenze ed Arezzo, che fanno dimenticare gli screzi passati resi pubblici anche dalla stampa, Podere Rota rimarrà aperto fino al 2021 per sopperire alla necessità di discariche dovuta alle politiche del nuovo piano. Ovviamente, e l'ha notato anche l'Assessore Crescioli, questo confligge con la volontà di autosufficienza del presidente Barducci. L'assessore ha però fatto intendere che questo è il minore dei problemi.

La soddisfazione del Sindaco di Figline Nocentini, presente alla seduta, e dell'assessore Sbarriti erano visibili anche se non se ne capisce il motivo, giacché i danni ambientali (da loro convenuti e riconosciuti nel PIR) inficiano non solo l'area strettamente a ridosso di Podere Rota, ma anche nelle zone a valle del bacino dell'Arno, tra cui Figline Valdarno.

Forse, se il minore dei mali per l'assessore Crescioli è la mancata autosufficienza, per gli amministratori figlinesi è una discarica a 7 km invece che 4 km.

Banchino raccolta firme: Zero Privilegi!

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Zero Privilegi la proposta di legge popolare per ridurre gli stipendi ed azzerare i privilegi dei consiglieri regionali della Toscana per un risparmio di € 4.500.000 per tutti i cittadini. Firma Day in tantissime piazze della regione, 4 piazze attive nel Valdarno.

L'iniziativa Zero Privilegi è la risposta concreta ai proclami di equità e riduzione delle spese nelle pubbliche amministrazioni. Una proposta di legge semplice ed equa:

  • via a tutte le indennità previste per i consiglieri regionali,
  • stipendio netto di 3.000€ al mese
  • vitalizio garantito solo dai contributi effettivamente versati, equiparando i consiglieri a tutti i lavoratori dipendenti.

Questa la proposta del MoVimento 5 Stelle Toscana che comporterebbe un risparmio di 25.000.000 € per i 5 anni di durata del consiglio regionale.

Per promuovere l'iniziativa saranno presenti gazebo informativi in 4 piazze del Valdarno: a Terranuova Bracciolini, San Giovanni Valdarno, Figline Valdarno e Reggello. In contemporanea il giorno 28 Aprile dalle 09:00 alle 13:00. Sarà possibile firmare direttamente al gazebo di Figline. Saranno disponibili i moduli nei comuni sopra citati e sarà possibile firmare tutti i giorni.

Inoltre è possibile firmare anche negli URP dei comuni di Castelfranco di sopra, Pian di Scò, Cavriglia, Montevarchi, Rignano sull'Arno, Incisa in Val d'Arno e Loro Ciuffenna.

Tutte le informazioni sul sito http://www.zeroprivilegitoscana.it/

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Zero Privilegi la proposta di legge popolare per ridurre gli stipendi ed azzerare i privilegi dei consiglieri regionali della Toscana per un risparmio di € 4.500.000 per tutti i cittadini. Firma Day in tantissime piazze della regione, 4 piazze attive nel Valdarno.

L'iniziativa Zero Privilegi è la risposta concreta ai proclami di equità e riduzione delle spese nelle pubbliche amministrazioni. Una proposta di legge semplice ed equa:

  • via a tutte le indennità previste per i consiglieri regionali,
  • stipendio netto di 3.000€ al mese
  • vitalizio garantito solo dai contributi effettivamente versati, equiparando i consiglieri a tutti i lavoratori dipendenti.

Questa la proposta del MoVimento 5 Stelle Toscana che comporterebbe un risparmio di 25.000.000 € per i 5 anni di durata del consiglio regionale.

Per promuovere l'iniziativa saranno presenti gazebo informativi in 4 piazze del Valdarno: a Terranuova Bracciolini, San Giovanni Valdarno, Figline Valdarno e Reggello. In contemporanea il giorno 28 Aprile dalle 09:00 alle 13:00. Sarà possibile firmare direttamente al gazebo di Figline. Saranno disponibili i moduli nei comuni sopra citati e sarà possibile firmare tutti i giorni.

Inoltre è possibile firmare anche negli URP dei comuni di Castelfranco di sopra, Pian di Scò, Cavriglia, Montevarchi, Rignano sull'Arno, Incisa in Val d'Arno e Loro Ciuffenna.

Tutte le informazioni sul sito http://www.zeroprivilegitoscana.it/

user-pic
di

Figline Valdarno - 

A Terranuova Bracciolini dalle ore 9.00 alle 18.00 l'incontro del MoVimento 5 Stelle - Toscana.



Live stream videos at Ustream

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Giovedì 5 Aprile si è tenuto un incontro tra una delegazione del MoVimento 5 Stelle e il presidente della provincia di Firenze Barducci. Importante apertura al dialogo su Rifiuti, sul secondo ponte tra Figline Valdarno e Reggello e lo sviluppo delle fibre ottiche.

Usciamo da questo incontro con la soddisfazione per l'apertura di un dialogo con il presidente Barducci. Nonostante infatti la risaputa divergenza nelle posizioni di partenza, sono risultati anche alcuni importanti punti di contatto. Barducci si è detto molto interessato alle nostre proposte per sviluppare il cablaggio in Fibra Ottica nelle aree di competenza della Provincia di Firenze: questa operazione, con costi modesti, potrebbe ridare slancio all'occupazione rendendo interi distretti più appetibili ad investimenti industriali. In più il Presidente Barducci è apparso sensibile al problema del secondo ponte sull'Arno nel Valdarno fiorentino (vissuto come un opera strettamente necessaria dalle popolazioni sia di Figline che di Reggello) anche se ha confermato che l'opera non vedrà la luce in tempi brevi.
Il punto di maggiore distanza fra il MoVimento 5 Stelle e la Provincia, come previsto, rimane il Piano Interprovinciale dei Rifiuti, basato su quello che noi consideriamo l'obsoleto e deleterio binomio incenerimento-discarica, che comporta danni geneticamente permanenti ai cittadini residenti nelle immediate vicinanze degli inceneritori, così come ribadito dagli attivisti nell'incontro. Il presidente ha rimandato ogni possibilità di dialogo dopo la completa introduzione del piano; ha ribadito la volontà della sua amministrazione ad approvare in ogni caso il piano ed in primis di avviare i lavori dell'inceneritore di Case Passerini, ma non senza porre l'attenzione alle nostre proposte da attuare parallelamente.
Non è ovviamente quello che ci auguravamo, ma questo ci incoraggia a presentare le nostre osservazioni alla Provincia assieme alle altre forze politiche e comitati radicati nei territori. Continueremo difatti a proporre le nostre soluzioni per uscire dal binomio Inceneritore/Discarica, cercando di traghettare la provincia di Firenze e tutta l'ATO Centro nel XXI secolo per quel che riguarda la gestione dei rifiuti. Questo obbiettivo per noi deve essere raggiunto attraverso stimoli alle industrie che lavorano con materie prime seconde e sensibilizzando alla produzione e acquisto di prodotti interamente riciclabili. Un nuovo settore industriale che risponda a questo tipo di domanda e l'applicazione di una tariffazione puntuale unita ad aree di riutilizzo/riparazione sono la mano tesa che porgiamo e continueremo a porgere alle amministrazioni.
A riguardo, abbiamo trovato da parte del Presidente Barducci la disponibilità ad ottimizzare il sistema normativo per il riuso delle materie prime seconde: sarà nostro compito vigilare sull'operato dell'amministrazione provinciale, Informando i cittadini della provincia di Firenze.

Fiato sul collo - I Commissione (Figline Valdarno)

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Alle ore 19.00 presso la Sala Giunta, con il seguente ordine del giorno:

  • Rendiconto di Gestione esercizio 2011. Approvazione.
  • Varie ed eventuali;


Visualizzazione ingrandita della mappa

Fiato sul collo - XIII Consiglio Comunale (Figline Valdarno)

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Presso il Palazzo Comunale alle ore 15.00 si terrà il XIII Consiglio Comunale.

  1. Comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio Comunale.
  2. Verbali n. 3 e 4/2012 delle sedute consiliari del 13.03.2012 e del 29.03.2012. Approvazione
  3. Interrogazione del Consigliere Sarri (Gruppo Consiliare PD): "pulizia stradale P.zza Caduti di Pian d'Albero, Via Barducci, Via Don P. Mazzolari".
  4. Interrogazione del Consigliere Gonfiantini (Gruppo Consiliare PDL): "istituzione di un'area per cani nel territorio circostante il centro storico cittadino".
  5. Interpellanza del Consigliere Renzi (Gruppo Consiliare PDL): "petizione pista ciclabile loc. Cesto".
  6. Interrogazione del Capogruppo Bagiardi (Gruppo Consiliare Sinistra per Figline-PSI): "accessibilità migliore per i diversamente abili alla stazione ferroviaria".
  7. Interrogazione del Capogruppo Bagiardi (Gruppo Consiliare Sinistra per Figline-PSI): "richiesta di un fontanello nell'area sud di Figline V.no".
  8. Interrogazione del Consigliere Sarri (Gruppo Consiliare PD): "cartelli di indicazione Piazza Caduti di Nassiriya".
  9. Interrogazione del Consigliere Gonfiantini (Gruppo Consiliare PDL): "aumento di capitale sociale di A.E.R. spa".
  10. Interrogazione del Consigliere Gonfiantini (Gruppo Consiliare PDL): "utilizzo di aree pubbliche per propaganda politica".
  11. Interrogazione del Consigliere Renzi (Gruppo Consiliare PDL): "pulizia giardino posto vicino alla cappella della mota"
  12. Interpellanza dei Capigruppo Mugnai e Renzi (Gruppo Consiliare Salvare il Serristori-UDC e PDL): "situazione igienica cantiere ex scuole Lambruschini".
  13. Interpellanza del Capogruppo Laici (Gruppo Consiliare PDL): "edifici pubblici contaminati da amianto".
  14. Rendiconto di Gestione esercizio 2011. Approvazione.
  15. Accordo di gemellaggio con la città di Milpitas.
  16. Mozione del Consigliere Gonfiantini (Gruppo Consiliare PDL): "riconoscimento della famiglia come cellula sociale di base dello Stato Italiano".
  17. Mozione del Capogruppo Leoni (Gruppo Consiliare IDV/SEL): "adozione Last Minuts Market presso Figline Valdarno".
  18. Mozione del Capogruppo Leoni (Gruppo Consiliare IDV/SEL): "applicazione della Legge n. 366 del 19 Ottobre 1998 'norme per il finanziamento della mobilità ciclistica".
  19. Mozione del Capogruppo Frallicciardi (Gruppo Consiliare MoVimento a 5 Stelle): "sviluppo delle piste ciclabili e pedonali nell'ambito del territorio comunale".
  20. Ordine del Giorno del Capogruppo Bagiardi (Gruppo Consiliare Sinistra per Figline-PSI): "istituire il registro comunale delle coppie di fatto".
  21. Ordine del Giorno del Consigliere Renzi (Gruppo Consiliare PDL): "lettera al Presidente Monti, a riguardo fusione di più comuni".
  22. Ordine del Giorno del Capogruppo Frallicciardi (Gruppo Consiliare MoVimento a 5 Stelle): "agevolazione all'installazione della fibra ottica nel comune di Figline Valdarno".
  23. Ordine del Giorno del Capogruppo Leoni (Gruppo Consiliare IDV/SEL): "riconoscimento delle unioni civili: approvazione del regolamento".
  24. Ordine del Giorno dei Consiglieri Mugnai e Tani (Gruppo Consiliare PD): "crisi economica e riforma del mercato del lavoro".
  25. Mozione del Capogruppo Frallicciardi (Gruppo Consiliare MoVimento a 5 Stelle): "revoca della modifica del 'Regolamento servizi prima infanzia' adottata nella riunione del Consiglio Comunale del 29 marzo 2012.
  26. Mozione del Consigliere Renzi (Gruppo Consiliare PDL): "richiesta installazione webcam nel sito del comune".
  27. Mozione del Consigliere Gonfiantini (Gruppo Consiliare PDL): "censura al Governo Monti per l'esclusione dal pagamento dell'Imposta Municipale Unica - IMU- a favore delle Fondazioni bancarie.
  28. Mozione dei Consiglieri Mugnai e Stefanini (Gruppo Consiliare PD): "una pietra per Placido Rizzotto".
  29. Ordine del Giorno del Capogruppo Laici (Gruppo Consiliare PDL): "ridistribuzione del reddito alle famiglie".
  30. Ordine del Giorno del Capogruppo Frallicciardi (Gruppo Consiliare MoVimento a 5 Stelle): "valutazione dell'introduzione della fitoterapia in IV Commissione - Salute".
  31. Ordine del Giorno dei Gruppi Consiliari PD, IVD-SEL,Sinistra per Figline -PSI: "proroga sospensione attività della Consulta delle Frazioni".
  32. Ordine del Giorno della 4° Commissione Consiliare: "abbattimento delle barriere architettoniche per gli studi dei medici di base".

Scarica gli atti del consiglio comunale.


Visualizzazione ingrandita della mappa

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Filmato integrale di Beppe Grillo e del MoVimento 5 Stelle di Reggello.

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Immediata risposta del MoVimento 5 Stelle e dell'opposizione alla recente approvazione del regolamento per i servizi all'infanzia che prevede 2 posti (su 74 totali) garantiti per i figli dei dipendenti comunali.

"Come annunciato nel precedente consiglio comunale" esordisce Andrea Frallicciardi, portavoce e capogruppo del MoVimento 5 Stelle di Figline Valdarno "abbiamo protocollato una mozione che prevede la revoca delle ultime modifiche approvate dal consiglio comunale sul regolamento dei servizi all'infanzia."
"Tale regolamento, vale la pena ricordarlo" ribadisce Frallicciardi "concede l'esclusività e la garanzia di due posti all'interno dell'asilo nido, ai figli dei dipendenti comunali, indipendentemente dalla residenza anagrafica di quest'ultimi."
"Tutta l'opposizione (nelle persone dei capogruppo Laici (PDL), Mugnai (Salvare il Serristori-UDC) e Trambusti (Lega Nord)) è favorevole a questa nostra mozione" continua Frallicciardi "e, al contempo, ci aspettiamo che i consiglieri di maggioranza abbiano la volontà di rivalutare l'errore fatto nei confronti di tutti i cittadini, approvando un privilegio di nascita, a dispregio di tutte le politiche di uguaglianza e di rispetto delle regole che la nostra costituzione ci impone di osservare".
"In questa settimana partirà una campagna di informazione" conclude Andrea Frallicciardi "verso quei cittadini non privilegiati che dovranno subire questo regolamento che riduce i diritti di tutti i figlinesi, per stimolare la maggioranza a rimuovere questa concessione di casta".

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Si è tenuta il 9 Aprile la II Commissione presso il Comune di Figline Valdarno.

Presenti alla commissione i consiglieri:

  • Mauro Tani (Presidente)
  • Arianna Bagiardi
  • Roberto Renzi
  • Giorgio Laici
  • Enrico Stefanini

per la giunta comunale e come incaricato tecnico:

  • L'Assessore Danilo Sbarriti
  • l'agronomo Lorenzo Venturi

La seduta di commissione si è aperta alle ore 17.00 ed ha analizzato i seguenti punti all'ordine del giorno:

  • Piano programma verde pubblico.
  • Varie ed eventuali

Inizia il presidente Tani parlando per un paio di minuti di una questione sui gettoni di presenza per le commissioni che, in alcuni casi, se l'argomento del tavolo di lavoro non è relativo all'ordine del consiglio, non vengono retribuiti, ma più o meno gli altri commissari sembravano già essere al corrente della cosa.

L'Agronomo Venturi chiede poi alla Consigliera Bagiardi se c'è qualche volontario disponibile per innaffiare due alberi alla frazione di Restone per i quali la sua squadra deve andare appositamente da Figline ed Arianna Bagiardi assicura che si interesserà del caso.

Successivamente il consigliere Tani inizia a valutare l'argomento relativo alla gestione del verde pubblico chiamando in causa anche l'assessore Sbarriti sul fatto che, essendo, egli afferma, sviluppatissima l'area di verde nel nostro paese, sono onerosissimi gli interventi richiesti sia per le zone di verde pubblico attrezzate che per quelle non attrezzate. Da valutare anche la presenza di atti vandalici e la frequente necessità di messa in sicurezza per le aree adibite a giochi per bambini.

L'assessore Sbarriti prende la parola analizzando le varie aree. Parla dei molti giardini esistenti. Afferma che, ad esempio, per le aree non attrezzate c'è l'obbligo di rispettare un certo tipo di urbanizzazione e che l'insieme delle aree di verde pubblico da mantenere in modo quantomeno decoroso sono, a Figline Valdarno, veramente un quantitativo notevole. Infatti, egli afferma, è allo studio, addirittura un piano per il 2013-2014 nel quale cercare, magari, di coinvolgere i cittadini stessi, nel loro interesse, nella manutenzione delle aree che li riguardano.
Per quanto concerne il verde pubblico si avrà una gestione unificata con Gara di appalto da Luglio 2012 a Dicembre 2013 pur con i rischi che questo comporta.
Si afferma che il 60% del lavoro lo eseguono i giardinieri del comune in economia ed il rimanente 40% gli esterni.

L'agronomo spiega che la necessità della gara di appalto esterna è data dal fatto che la superficie è talmente elevata che la sua squadra non potrebbe farcela, altrimenti, a svolgere la dovuta manutenzione nei tempi necessari.

L'assessore Sbarriti, a questo punto, informa che è in atto una sperimentazione di attivazione degli scouts in questo senso, ai quali è stato affidato un piccolo giardino, e ritiene validissimo questo anche per sensibilizzare i cittadini.
Afferma inoltre che, ad esempio, toccando il tasto della messa in sicurezza degli alberi nelle loro varie dislocazioni, divenuta anche più urgente dal recente fenomeno nevoso, andrà diviso in due tronconi sempre nell'impossibilità di realizzarlo tutto in una volta, anche a seguito di alcuni lavori di ampliamento linea elettrica in alcune zone.

A questo punto prende la parola il consigliere Stefanini affermando che Figline Valdarno ha un grossissimo capitale in verde pubblico e che dovrebbe gestirlo al meglio tramite cambiamento di alcuni rilevanti particolari che valorizzerebbero il paese stesso: ad esempio, egli afferma, che si dovrebbe fare una grossa trasformazione sulla specie degli alberi, reintegrando magari alcune piante, ma sostituendone tantissime dato che, una altissima percentuale di alberi del nostro paese sono conifere che egli non ritiene idonee alle condizioni paesaggistiche e climatiche esistenti. Ci sarebbe necessità, specialmente in alcuni luoghi, di alberi che dessero una maggiore luce attraverso una colorazione più chiara ed un fogliame diverso (egli cita le specie presenti nella piazza del teatro) e parla di zone da rivedere come la pineta di Via del Puglia, che definisce piuttosto precaria, e la zona dei Cappuccini.

L'assessore Sbarriti punta il dito sull'esiguità delle risorse disponibili che impediscono di sviluppare certi progetti anche per quanto riguarda la gestione del verde pubblico.

Stefanini ribadisce che, per quanto riguarda l'aver piantato un quantitativo assurdo di conifere, trattasi di frutto di una scellerata politica di alcuni anni orsono.

Prende la parola l'agronomo Venturi dettagliando che abbiamo circa 22/23 ettari attrezzati e poi alcune casse di espansione e gli argini. Afferma che il verde esistente ammonta a 14 mq. per abitante, mentre, per legge, sarebbero sufficienti 9 mq per abitante.
Precisa, sull'argomento dei pini, precedentemente discusso, che, da 770 circa esistenti siamo adesso a 130, per cui grande lavoro è stato già fatto.
Egli dice che operai sono altamente qualificati, ma il lavoro presente a Figline Valdarno è troppo oneroso.
Si dilunga su molti interventi di manutenzione e modifica già fatti in varie zone.
Citando poi un esempio dice che al Matassino la situazione, in alcuni punti, è incresciosa, ma la sovrintendenza impedisce di fare qualsiasi cosa.
Il consigliere Tani chiede informazioni sul destino del giardino Morelli, ma gli viene detto che alcuni particolari come, ad esempio il fatto che sia attraversato dalle automobili in un punto, impediscono di fare grosse modifiche.
L'agronomo Venturi prosegue affermando di nutrire serie preoccupazioni per il futuro servizio che la sua squadra potrà offrire dato che il lavoro, egli afferma, diventa ogni giorno più oneroso; oltretutto un valido collaboratore andrà fra poco in pensione e non si potranno effettuare assunzioni per cui, a suo avviso, andrebbero diminuite alcune aree.
A questo punto c'è una battuta dell'assessore Sbarriti che afferma di avere ricevuto una telefonata dall'agronomo che gli diceva di prepararsi ad andare la domenica mattina con il decespugliatore a dare una mano.

Si discute poi sulla pericolosità nel Viale Galilei, ad esempio, anche delle radici e della necessità di creare un nuovo viale alberato modificato.
Si analizzano alcune zone come il giardino Dalla Chiesa e quello dei Martiri Cavicchi parlando delle modifiche apportate ed ipotizzandone alcune altre.
Viene poi affermato che i risultati di modifica aree verdi, ovviamente, non si apprezzano in brevi periodi, dato che necessitano di anni per consolidarsi.

Si parla, infine, della necessità di rivalutare in genere i grandi giardini e parchi, grande patrimonio esistente e della necessità, espressa da alcuni cittadini, della creazione di aree per sgambatura cani.
Si dovrebbero creare, a questo fine, una o più zone, debitamente recintate, per potere liberare gli animali senza timore affinché potessero correre debitamente.
Si afferma che i cittadini interessati dovrebbero creare un'associazione dato che, in tal modo, il comune sarebbe tenuto a soddisfare le loro esigenze; si prevedono (a me personalmente sembra una previsione troppo onerosa) circa 20.000 € per tale realizzazione. Si è valutata anche l'ipotesi di creare una ulteriore zona, a tal fine, vicino al canile ENPA al Forestello, ma, per tale progetto, si valuta di coinvolgere l'ENPA stessa.

La riunione termina circa alle ore 18.15.

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Si è tenuta il 4 aprile la II Commissione presso il Comune di Figline Valdarno.

Presenti alla commissione i consiglieri:

  • Leonardo Favilli(Presidente)
  • Mauro Tani
  • Sandro Sarri
  • Clara Mugnai
  • Andrea Frallicciardi

per il sindacato medici:

  • Dott. Mauro Brucini

La seduta di commissione si è aperta alle ore 21.15 ed ha analizzato i seguenti punti all'ordine del giorno:

  • Incontro con il rappresentante sindacale dei medici di base sull' Abbattimento barriere architettoniche negli studi privati.
  • Varie ed eventuali.

La seduta si è aperta con la richiesta del commissario Tani di prevedere da parte dell'amministrazione la possibilità di richiedere ai medici di base non dotati di uffici senza barriere architettoniche, di ammodernare le strutture per facilitare l'accesso ai pazienti con difficoltà nel camminare o più gravi.
Il commissario Tani si è poi espresso sull'attuale situazione, passando poi la parola al Dott. Brucini.
Il Dottore ha indicato che gli ambulatori sono di proprietà privata dei medici (o quanto meno in affitto) e quindi difficilmente sarebbe possibile obbligare i medici di base ad ammodernare gli uffici.
Quindi, sia Tani che Favilli hanno indicato la necessità di una "moral suasion" verso i medici; in più, anche grazie alla polemica sollevata da Sarri, il presidente Favilli ha richiesto di poter udire l'altro esponente sindacale così da avere una valutazione piena delle disponibilità dei medici.
Su richiesta di tutti i componenti della IV commissione si è convenuto di presentare un OdG in consiglio comunale che avvii un percorso finalizzato all'ammodernamento e alla migliore fruizione degli utenti del servizio di medici di base.

La seduta si è conclusa alle ore 22.35.

Fiato sul collo - IV Commissione (Figline Valdarno)

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Alle ore 21.00 presso la Sala Giunta, con il seguente ordine del giorno:

  • Incontro con il rappresentante sindacale dei medici di base sull' Abbattimento barriere architettoniche negli studi privati.
  • Varie ed eventuali.


Visualizzazione ingrandita della mappa

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Presentata a Firenze, lo scorso giovedi 5 aprile, presso il caffè storico "Giubbe Rosse", la legge d'iniziativa popolare regionale "Zero Privilegi" promossa dal MoVimento 5 Stelle toscano.

Con la riforma costituzionale del 2001, confermata dal referendum del 7 ottobre 2001, le regioni hanno assunto competenze proprie grazie al cosiddetto federalismo legislativo e per conseguenza i consiglieri ed i membri della giunta regionale hanno assunto prebende ed indennizzi paragonabili a quelli del Parlamento nazionale. Spesso questi vantaggi, in alcuni casi scandalosi, passano sotto traccia credendo che solo a Roma si annidino sprechi e malversazioni.
Il Movimento 5 stelle di Arezzo è stato tra i tre gruppi promotori della proposta di legge di iniziativa popolare "Zero Privilegi" che sarà portata avanti da tutti i Movimenti 5 Stelle toscani al fine di avere una riduzione dei costi della politica regionale di 4,5 milioni di € annui. La proposta ha ricevuto il consenso alla procedibilitá dalla Regione Toscana, partirà quindi a breve la raccolta delle 5.000 firme necessarie perchè la mozione possa essere infine portata e discussa sui banchi dell'assemblea legislativa regionale. Allo scopo sarà indetto il prossimo 28 aprile un "firma day" in cui, contemporanemente in tutte le piazze toscane, sarà possibile sottoscrivere e supportare l'iniziativa.

La proposta di legge di iniziativa popolare "Zero Privilegi" intende apportare un contributo decisivo al contenimento della spesa pubblica attraverso modifiche alle disposizioni della legge regionale 9 gennaio 2009, n. 3 recante il testo unico delle norme sui consiglieri e sui componenti della Giunta regionale.

Tali modifiche riguardano in primo luogo la soppressione dell'indennità di fine mandato, l'eliminazione dei rimborsi spese forfettari, introduce modifiche nel calcolo dell'importo dell'indennità di carica e la soppressione dell'assegno vitalizio. La proposta di legge limita il rimborso esclusivamente alle spese sostenute per lo svolgimento di missioni e documentate dalle relative ricevute e introduce una nuova disciplina in ordine al rimborso delle spese di viaggio.

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Commento al XI Consiglio comunale di Andrea Frallicciardi.

BEPPE GRILLO A REGGELLO!!!

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Siamo orgogliosi di presentare:

Beppe Grillo a Reggello!!!

Saranno presenti:


  • Tiberio Papi, candidato Sindaco

  • Antonio Ortolani, candidato Capolista

  • i 12 candidati consiglieri tutti


Interverranno:

  • Mirko Falleri, relatore dell'iniziativa "Zero Privilegi" promossa dal M5S Toscana

  • Andrea Davide Frallicciardi, consigliere comunale a Figline V.no per il M5S

  • Lucio Bianchi consigliere comunale ad Arezzo per il M5S

  • Daniele Farsetti consigliere comunale ad Arezzo per il M5S

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Siamo orgogliosi di presentare:

Beppe Grillo a Reggello!!!

Saranno presenti:


  • Tiberio Papi, candidato Sindaco

  • Antonio Ortolani, candidato Capolista

  • i 12 candidati consiglieri tutti


Interverranno:

  • Mirko Falleri, relatore dell'iniziativa "Zero Privilegi" promossa dal M5S Toscana

  • Andrea Davide Frallicciardi, consigliere comunale a Figline V.no per il M5S

  • Lucio Bianchi consigliere comunale ad Arezzo per il M5S

  • Daniele Farsetti consigliere comunale ad Arezzo per il M5S

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Commento alla conferenza stampa del 24 marzo 2012.

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Nel nuovo regolamento dei servizi educativi per l'infanzia, approvato il 29 marzo dalla maggioranza del consiglio, vengono riservati 2 posti all'interno degli asilo nido ai figli dei dipendenti comunali, a prescindere dagli effettivi bisogni economici e dalla residenza anagrafica.

"Abbiamo rilevato nel nuovo regolamento (modificato dopo nemmeno due mesi dall'approvazione del precedente) un privilegio che non può essere accettato" afferma Andrea Frallicciardi, portavoce e capogruppo per il MoVimento 5 Stelle di Figline Valdarno "soprattutto in questo periodo difficile per tutti i lavoratori; dove l'azione del governo nazionale taglia servizi e diritti, il Comune di Figline concede ai propri dipendenti un privilegio assolutamente distante dalle esigenze di uguaglianza e di tutela dei meno abbienti, derogando ai criteri di ammissione ed ai punteggi da attribuire".
"Si sono infatti volutamente riservare 2 posti su 74 ai figli dei dipendenti comunali, evitando per tale categoria l'applicazione delle regole di valutazione per essere inseriti nella graduatoria. È il caso di dire «una concessione di privilegio dalla nascita»."
"La nostra rilevazione" incalza Frallicciardi "ha portato tutta l'opposizione compatta a chiedere di ritirare la votazione di questo regolamento che è stato però approvato con visibile imbarazzo dalla maggioranza." continua ancora il portavoce "Ci impegneremo ad informare la cittadinanza direttamente al fine di far conoscere i metodi utilizzati da questa Amministrazione, che considera i servizi comunali al pari di una impresa privata, favorendo i proprio dipendenti." conclude Frallicciardi "Tutti componenti dell'opposizione: Giorgio Laici (PDL), Valentina Trambusti (Lega Nord), Clara Mugnai (Salvare il Serristori-UDC) e il MoVimento 5 Stelle stanno elaborando una mozione per abrogare questo regolamento "ad personas" approvato da questa sempre più scandalosa amministrazione".

Fiato sul collo - II Commissione (Figline Valdarno)

user-pic
di

Figline Valdarno - 

Alle ore 17.00 presso la Sala Giunta, con il seguente ordine del giorno:

  • Piano programma verde pubblico.
  • Varie ed eventuali



Visualizzazione ingrandita della mappa