Visione: per cosa si batte il MoVimento 5 Stelle!

Il MoVimento 5 stelle è l'unico pericoloso per la casta!!!

Abolizione delle province (con reimpiego di tutto personale in altre Amministrazioni):
10,6 Miliardi di euro risparmiati all'anno!

Gli altri: a parole e nei programmi, tutti favorevoli. Nei fatti, tutti i partiti si candidano alle elezioni provinciali. Inoltre PD, PDL e Lega hanno recentemente affossato una proposta di legge per l'abolizione delle province.

Noi: il MoVimento 5 stelle è contrario alle province e, coerentemente, non si candida alle elezioni provinciali.

Abolizione dei rimborsi elettorali ai partiti

1 miliardo di euro all'anno (tra regionali, politiche ed europee)

Gli altri: gli italiani con un referendum (1993) abolirono i finanziamenti pubblici ai partiti. Allora centrodestra e centrosinistra, compatti, con due leggine introdussero i "rimborsi". Ogni voto, un euro all'anno nelle casse dei partiti (anche se la legislatura finisce anzitempo). E così i maggiori partiti si prendono milioni di euro all'anno e tutti gli altri via a calare proporzionalmente ai voti ottenuti. Inoltre il PD ad aprile 2010 ha presentato una legge che prevede rimborsi pubblici anche alle fondazioni dei partiti (proposta controfirmata da TUTTE le forze politiche presenti in parlamento).

Noi: il MoVimento 5 stelle alle regionali ha rifiutato i rimborsi elettorali e lo farà anche per le politiche, con grande beneficio per le casse dello stato. Abbiamo rinunciato a quasi 2 milioni di euro, sarebbero state un'enormità per un movimento appena formato, ma noi non siamo qui per i soldi. Via i soldi dalla politica!!!


Condono di multe per manifesti abusivi

100 milioni di euro solo quest'anno di multeper l'affissione di manifesti abusivi.

Gli altri: tutti i partiti sono colpiti da queste multe. A fine gennaio il parlamento si è condonato le multe.


Noi: non abbiamo niente da condonare perchè non ricorriamo a manifesti abusivi.

Contributi all'editoria

330 milioni di euro all'anno

Gli altri: ogni partito ha uno o più giornali di riferimento a cui garantisce valanghe di soldi pubblici (finanziamenti, contributi, sgravi fiscali ecc...), spesso per stampare solo poche copie. Ogni quotidiano in edicola ha ricevuto o riceve finanziamenti pubblici (tranne il Fatto Quotidiano).

Ad esempio, solo quest'anno e solo di finanziamenti diretti (per un totale di 150 milioni): L'Unità (PD) più di 6 Milioni; La Padania (Lega) 4 Milioni; Europa (area Rutelli) 3,5 Milioni; Il Foglio (di G. Ferrara) 3,5 Milioni; Liberazione giornale comunista 3,3 Milioni; Il Secolo (An - FLI) 3 Milioni; Terra (Verdi) 3 Milioni; L'Avanti (socialisti) 2,5 Milioni ... e via e via... più paghiamo, più loro ci disinformano! PS: anche i radicali, recentemente schierati contro questi finanziamenti, hanno ricevuto 12 Milioni per Radio radicale!

Noi: Il MoVimento 5 stelle ha presentato una proposta di legge di iniziativa popolare per abolire questo sperpero, ma non è stata ammessa a causa di assurdi cavilli burocratici.

Stipendi e benefit

minimo 15.000 € al mese per ogni parlamentare (più ci sono regioni, province, parlamento europeo...), poi benefit spropositati, vitalizi, assitenze pervidenziali ecc...

Gli altri: mensilità da capogiro, tripli stipendi,

Noi: Gli eletti del MoVimento 5 Stelle nei consigli regionali si sono autoridotti lo stipendio dell'80% (circa 2500 € netti) e hanno rinunciato a qualsiasi vitalizio, benefit e privilegio. Per le elezioni nazionali dovranno sottoscrivere un "contratto" in cui analogamente si limitano lo stipendio a 3.000 € netti, rinunciando a vitalizi, benefit e privilegi.

Pensioni

Circa 200 Milioni di euro all'anno (dati non aggiornati e stimati al ribasso)

Gli altri: i parlamentari DI QUALSIASI PARTITO vanno in pensione dopo 2 anni e mezzo (a partire da 2.800€ NETTI mensili). Trattamenti simili per i consiglieri regionali. Tutti sono contrari e scandalizzati, ma NESSUNO rifiuta questi vitalizi.


Noi: Il MoVimento 5 stelle è l'unica forza politica che ha rifiutato (e continuerà sempre a farlo) queste pensioni scandalose. Consideriamo un sopruso inaccettabile che chi decide di alzare l'età pensionabile degli italiani vada in pensione dopo pochi mesi di (non) lavoro.

Tangenti, finanziamenti illeciti e "favori" avuti o fatti avere a chi è del "giro"

Uno tsunami di denaro impossibile da quantificare.

Gli altri: ogni altro gruppo politico è saltato agli onori della cronaca per bustarelle o per favori milionari ricevuti o concessi. La questione morale ha travolto tutti:, tutti rubano: per se stessi o per il partito; poco o tanto; a destra o a sinistra; al sud come nella padania. Questi politici sono lì solo per accaparrare.

Noi: siamo un gruppo di cittadini autorganizzati. Che non siamo qui per i soldi lo dimostra il fatto che rifiutiamo rimborsi e che ci autotassiamo. Tra le nostre regole c'è "due mandati poi a casa": la politica deve essere servizio civile fatto aggratis. No alla politica di professione! La nostra inesperienza è una garanzia: noi non sappiamo come si chiedono le bustarelle, noi non sappiamo truccare i bilanci, noi non siamo invischiati in sistemi gelatinosi con banche, affaristi o malavitosi.

Italiani, se i politici fanno tutto questo è colpa nostra, con il nostro silenzio abbiamo permesso a loro di fare quello che volevano.

Tu per quanto ancora sopporterai?

Non basta indignarsi, non basta protestare al bar, dobbiamo organizzarci ed agire!

Se cerchi un'alternativa, l'hai trovata.

Noi adesso ci siamo. Tu ci sei? Unisciti a noi per cacciarli una volta per sempre.