MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Formigine - 

A seguito delle recenti interviste ai negozianti, raccolte dai Consiglieri del MoVimento 5 Io-voglio-bene-al-mio-Negozio-di-Quartiere-MoVimento-Formigine.jpgstelle, è emerso che commercianti, piccoli artigiani e ristoratori sono decisamente preoccupati nel vivere il declino dei centri storici. Le accorate esternazioni rilasciate, dalle piccole ma pregevoli realtà formiginesi, sono riassumibili in un forte senso di abbandono, Alessia Nizzoli ha così presentato un Interrogazione al Sindaco Maria Costi, che riceverà risposta in Consiglio Comunale giovedì 11 dicembre.

I negozianti del centro storico di Formigine, lamentano da tempo il fatto che tutti gli eventi si svolgono esclusivamente in via Trento e Trieste davanti al castello, escludendo Piazza D'Italia, Via Piave, Via Fiume, e seppur ricche di preziose attività, le altre vie adiacenti.

Chi invece quotidianamente a fatica porta avanti la propria attività nelle Frazioni formiginesi, ribadisce la richiesta di un serio interessamento per migliorare la situazione.

E' un dato di fatto che in Italia ed in tutti i comuni d'Europa si continuino a costruire centri commerciali e strutture sempre più imponenti di ipermercati, questo pone il piccolo negoziante nel mezzo di un impari battaglia per la sopravvivenza dovuta agli infiniti orari di apertura ed ai numeri generati da questi Centri.

Vanno ricordati alcuni aspetti davvero importanti: il negozio di vicinato è da sempre un luogo di ritrovo socializzante e qualificante per il territorio; tra cliente e negoziante si instaura un rapporto di socialità e di fiducia; un tessuto sociale per essere vivo non può privarsi di queste dinamiche realtà.

Presentando quest'interrogazione abbiamo chiesto al Sindaco: se ha intenzione, quest'anno per la prima volta, di organizzare eventi nel periodo natalizio (mercatini, attività culturali, ecc...) anche in Piazza D'Italia in modo da sostenere i negozianti, favorendone la visibilità; se intende sostenere con eventi o appuntamenti culturali anche i Centri di aggregazione nelle Frazioni di Ubersetto, Colombaro, Magreta, Corlo e Casinalbo; se sta studiando interventi di ordine fiscale, per promuovere una offerta commerciale e di servizi, volti a ricostruire una identità sociale/culturale dei centri storici; se l'Amministrazione ha in agenda progetti focalizzati a rivitalizzare i centri storici delle singole Frazioni? Se si, quali e quando? Ed infine, se sono previsti interventi specifici, per valorizzare il settore agricolo.

Ed in contemporanea lanciamo un energica Campagna aperta a tutti i Cittadini "Io voglio bene al mio Negozio di Quartiere" per manifestare un forte, pratico e tangibile sostegno a chi nel piccolo della propria bottega, deve fare i conti con lo strapotere della grande distribuzione organizzata e con un Amministrazione un po' troppo distratta.

Uno degli effetti del periodo di crisi economica, è la maggiore consapevolezza nei consumi, il modo di fare la spesa sta cambiando e l'incontrollata smania di riempire carrelli di prodotti che troppo spesso venivano dimenticati in frigo e poi buttati perché giunti a scadenza sta fortunatamente lasciando il posto a comportamenti più virtuosi. Ed è proprio in questa delicata fase storica che il negozio sottocasa, il cosiddetto negozio di quartiere, il piccolo laboratorio, la bottega dell'artigiano, può e deve tornare in auge valorizzando professionalità e competenze che in un freddo, impersonale mega-market si fatica a trovare.

CLICCA E SCARICA INTERPELLANZA

Gruppo Consiliare
MoVimento 5 stelle Formigine


Formigine - 

Si è consumata giovedì 27 una vicenda a dir poco grottesca. A seguito della Mozione Formigine-NO-Cittadinanza-onoraria-PMDi-Matteo.jpgpresentata dal MoVimento 5 stelle per il conferimento della cittadinanza onoraria al Magistrato Nino Di Matteo, al termine di un acceso dibattito consiliare, seguito con attenzione dai Cittadini e dai ragazzi delle Agende Rosse intervenuti, la Mozione tra lo sdegno generale è stata respinta. Il Gruppo Consiliare M5S in segno di protesta ha lasciato l'aula.

Il Partito Democratico ha chiesto di poter emendare il testo chiedendo che fosse il Comune di Modena a nominare cittadino onorario il Magistrato. Pare infatti che a seguito della notizia della Mozione presentata a Formigine(21 novembre), Gian Carlo Muzzarelli e la presidente del Consiglio comunale Francesca Maletti (il 22 novembre), si fossero attivati scrivendo una lettera a Di Matteo.

Premesso che l'obiettivo di questa proposta era esprimere vicinanza, piena solidarietà, senso civico e morale di una comunità che intende rendere omaggio ad un uomo, simbolo di un'Italia che con dedizione, impegno e senso del dovere, porta avanti il proprio lavoro di ricerca della verità, nonostante le violente pressioni a cui lui ed i suoi familiari sono sottoposti.

Considerato che è per noi motivo di grande soddisfazione vedere i Sindaci del territorio copiare e fare loro le nostre proposte, ci auguriamo che diventi una prassi consolidata e continuino a fotocopiare le nostre Mozioni.

Sarà però difficile spiegare ai nostri indignati concittadini che una proposta dall'alto senso civico, nata a Formigine, scritta con passione da chi non intende voltarsi dall'altra parte, ma lanciare un messaggio chiaro ed inequivocabile ad un servitori dello Stato come Di Matteo, è stata bocciata dal Consiglio Comunale perché è meglio se della questione se ne occupi Modena.

Gruppo Consiliare
MoVimento 5 stelle Formigine


Formigine - 

Nel 2009 nel nostro Comune si è attivato un servizio di bike-sharing, su segnalazione dei Cittadini, abbiamo chiesto delucidazioni al Sindaco. Formigine-bike-sharing.jpg

Considerato che: E' obiettivo di una buona amministrazione promuovere una mobilità sostenibile, fornendo una concreta e gratuita alternativa all'automobile. Incentivare la mobilità ciclistica è fattore importante nella riduzione della congestione del traffico, dell'inquinamento e dei consumi energetici.

Si interroga il Sindaco per conoscere:

Dettagli del contratto tra Comune e gestore del servizio C'entro in Bici

Bilancio di esercizio di questo Progetto sul nostro territorio

Vista la morfologia del nostro Comune che vede importanti frazioni troppo spesso di fatto isolate e sganciate dal centro storico, se sia il caso di creare un punto di interscambio in ognuna di esse? O se questo servizio non dovesse riuscire a soddisfare le esigenze dei cittadini, a quale atra opzione si sta pensando?

Se non trova corretto attivarsi per fare una capillare e maggiore informazione relativa a questo o altro servizio di mobilità sostenibile?

CLICCA E SCARICA INTERROGAZIONE

Il Consigliere Alessia Nizzoli


Formigine - 

Giovedì 27 novembre il Consiglio Comunale di Formigine discuterà la Mozione nino-di-matteo-pm Cittadinanza.jpgpresentata dal MoVimento 5 stelle che chiede al Sindaco Maria Costi ed alla Giunta di attivarsi per il conferimento della cittadinanza onoraria al Magistrato Nino Di Matteo, esprimendo con questo gesto vicinanza, piena solidarietà, senso civico e morale di una comunità che intende rendere omaggio ad un uomo, simbolo di un'Italia che con dedizione, impegno e senso del dovere, porta avanti il proprio lavoro di ricerca della verità, nonostante le violente pressioni a cui lui ed i suoi familiari sono sottoposti.

Ricordando le parole di Paolo Borsellino "Mi uccideranno, ma non sarà una vendetta della mafia, la mafia non si vendica. Forse saranno mafiosi quelli che materialmente mi uccideranno, ma quelli che avranno voluto la mia morte saranno altri." - spiega Marco Giovanelli primo firmatario della Mozione - intendiamo lanciare un messaggio chiaro ed inequivocabile, Formigine non intende voltarsi dall'altra parte. Servitori dello Stato come Di Matteo che ogni giorno si trovano in prima linea in un Paese che troppo spesso appare distratto e sembra aver smarrito il senso civico, è un prezioso esempio per chi non si arrende e cerca di riaffermare i valori della Legalità.

All'inizio degli anni '90 - prosegue Alessia Nizzoli - le stragi di Capaci, via D'Amelio, gli attentati di Milano, Firenze, Roma, resero palpabile la percezione della grave minaccia che incombeva sul sistema democratico e questo fece germogliare tra gli italiani, una decisa presa di coscienza per contrastare e combattere fenomeni come quello mafioso che tentava di scardinare lo Stato. Oggi le istituzioni devono fare la loro parte e dare nuovi impulsi alla coscienze della società civile. E' importante che nelle nostre scuole, non venga considerata come acquisita la cultura dei valori civili, ma l'impegno deve essere forte per riaffermarla giorno per giorno e tenerla vivida.

E' di questi giorni la notizia - conclude Rocco Cipriano - che dopo due anni di continue intimidazioni, il tritolo per il pm della "trattativa" è pronto, nascosto da qualche parte nelle borgate di Palermo. Questo apprendiamo dal neopentito Vito Galatolo che ha raccontato come il piano di morte per Nino Di Matteo sia pronto a scattare. L'intento di questa Mozione è manifestare la volontà di una Comunità che con determinazione afferma di non adeguarsi all'andazzo prevalente di un Paese sempre più indifferente alla giustizia e che pare insofferente alla verità ed alla tutela vera dei valori costituzionali.

CLICCA E SCARICA IL TESTO DELLA MOZIONE

Proposta bocciata dal Consiglio Comunale!

Gruppo Consiliare
MoVimento 5 stelle Formigine


Formigine - 

Abbiamo appreso in Commissione Risorse Economiche, riunitasi il giorno 18 novembreCapannone.jpg alle ore 19.00 presso la sede comunale di Via Unità d'Italia 26, che è intenzione dell'Amministrazione vendere ad un privato una porzione del capannone in oggetto.

CONSIDERATO CHE:

Il Tecnico che ci ha illustrato a grandi linee di cosa si tratta questa vendita, alla domanda da noi rivolta per sapere - chi ha effettuato la perizia e quindi valutato il prezzo di vendita - ha risposto che "le valutazioni sono state effettuate esclusivamente dagli Uffici Comunali".

E CHE:

Alla nostra domanda - se l'Amministrazione nei prossimi cinque anni ha intenzione di realizzare interventi in quel comparto che quindi producano una decisa rivalutazione dell'area - ci è stato risposto che al momento non sono previsti interventi.

INFINE CHE:

Ci è stato comunicato che si procederà con l'apertura di una pubblica Asta.

Richiedo con la massima urgenza:

Di ricevere tutta la documentazione dettagliata relativa all'area in oggetto.

Per conoscere nel dettaglio:

Se la struttura in oggetto è libera da vincoli o se ci sono in essere ipoteche?

Di che anno è la struttura?

Ha un'impiantistica e di che tipo?

E' antisismica, o almeno ancorata?

E' dotata di un cortile privato?

E' dotata di carroponte?

Esattamente di quanti mq è costituita la porzione da vendere?

CLICCA E SCARICA RICHIESTA ACCESSO ATTI

Marco Giovanelli

Consigliere Comunale MoVimento 5 Stelle Formigine


Formigine - 

Il MoVimento 5 stelle, ha depositato una Mozione che sarà dibattuta nel Consiglio formigine-mozione-slot-gioco-azzardo.jpgComunale di Giovedì 27 novembre in merito al gioco d'azzardo. Come ci segnalano i cittadini, purtroppo anche Formigine è cambiata, se oggi ci si reca in un bar per il piacere di un buon cappuccino o dal tabaccaio per acquistare un francobollo, lo scenario che ci troveremo davanti sarà lo stesso: qui come pure in molti circoli e centri scommesse, troveremo le Slot Machines, macchinette con il compito di sostituire giochi tradizionali molto meno costosi.

Il gioco d'azzardo compulsivo è ormai una piaga sociale che affligge tutto il Paese e non risparmia nessuno, tanto meno i cittadini di Formigine. Lo stato lancia proclami per sensibilizzare i giocatori ma dietro ci sono ottantasei miliardi di euro (2013) che vengono incassati ogni anno.

Ai più non sarà sfuggito l'episodio della norma inserita all'interno del DL (Decreto Legge) Salva Roma lo scorso anno definita dallo stesso Premier Matteo Renzi una "porcata" dove si intendeva penalizzare i comuni che non rilasciavano licenze per le slot-machine. La stessa Senatrice Leana Pignedoli dopo avere votato a favore si scusò pubblicamente dicendo di avere votato senza sapere cosa votava.

Il problema più grave derivante dall'uso di queste "macchinette mangiasoldi" è quello della compulsività proprio perché il meccanismo che le contraddistingue spinge le persone non ad effettuare giocate sporadiche ma piuttosto a stazionarvi davanti diverse ore al giorno, spendendo quotidianamente quantità importanti di denaro.

Questa incapacità di resistere all'impulso del gioco d'azzardo, nonostante la consapevolezza che questo comporti gravi conseguenze, è considerata una vera e propria malattia, la "ludopatia", la quale può essere annoverata tra i disturbi ossessivo-compulsivi in quanto, durante periodi di elevato stress, depressione o difficoltà economica, accentua l'urgenza di dedicarsi a questo tipo di pratica, tentando la fortuna con queste macchinette ma di fatto peggiorando la situazione.

Lo scorso anno si contavano circa 700.000 persone afflitte da ludopatia e altre 2 milioni a rischio.

Già 164 comuni in Italia hanno compreso i rischi derivati dal gioco d'azzardo e dal proliferare di queste macchinette infernali e hanno deciso di intraprendere un percorso coraggioso e di buon senso dichiarandosi comuni "No Slot" ed altri stanno percorrendo lo stesso cammino.

Noi intendiamo fare lo stesso nel nostro comune per tutelare le persone più fragili e ostacolare per quanto possibile l'avanzata di questo flagello dei nostri tempi.

Molto spesso, a quelle che inizialmente appaiono come lievi difficoltà economiche, subentra il meccanismo dell'illusione da gioco d'azzardo che porta ad intravedere una speranza di vincita facile ed una soluzione allo stato finanziario, le quali però in breve tempo si trasformano in veri e propri drammi familiari, conducendo a rovesci finanziari, compromettendo i rapporti affettivi, trascurando il lavoro e/o lo studio ed isolando il soggetto affetto da questa dipendenza patologica.

Intendiamo chiedere al Sindaco Maria costi ed alla Giunta di impegnarsi nel prendere atto di quello che è diventato un reale problema di salute ed ordine pubblico, a mettere allo studio idonee azioni per contrastare questo fenomeno, compresa l'adozione di incentivi economici attraverso adeguato sconto su IMU e TARES per i locali "virtuosi", oltre ad incrementare i controlli degli organi competenti per garantire il rispetto delle leggi.

Inoltre invitiamo l'Amministrazione comunale a promuovere sul territorio comunale e nelle scuole la diffusione di informazioni su prevenzione e cura della dipendenza da gioco.

Speriamo che riguardo a questo serissimo problema sociale prevalga l'interesse della collettività e non quello politico e confidiamo nell'importante ruolo del Sindaco su un tema come questo che impatta sia sul sociale che sulla legalità.

Le chiediamo inoltre di farsi portavoce presso le istituzioni regionali e nazionali, affinché al più presto venga approvata una legge che preveda, nonché il divieto di pubblicità per le varie forme del gioco d'azzardo, una riduzione dell'offerta e un contenimento dell'accesso al gioco d'azzardo, oltre alla promozione di informazione e di attività di prevenzione che affrontino il problema della cura dei giocatori patologici, dotando gli enti locali di strumenti normativi e operativi idonei.

CLICCA E SCARICA TESTO MOZIONE

Alessia Nizzoli Consigliere Comunale

MoVimento 5 stelle Formigine


Formigine - 

Secondo quanto segnalato da fonti sindacali, giovedì 6 novembre si è tenuto presso il Formigine-Sicurezza-Interrogazione-Sindaco.jpgDipartimento della pubblica sicurezza l'incontro per la chiusura preannunciata la scorsa primavera di circa 267 uffici di Polizia.

Secondo la segnalazione, per quanto riguarda le specialità della Polizia di Stato e le unità speciali, le novità annunciate in quella sede sono assolutamente negative: infatti, il tentativo di far passare la manovra per un progetto di rimodulazione finalizzato al miglioramento dei servizi, non trova alcun riscontro oggettivo se non quello di segno opposto che palesa una chiara, evidente e netta forbiciata nello sterile spirito della spending review.

Non essendo possibile aumentare ulteriormente la pressione fiscale, si è scelto di tagliare in un servizio essenziale quale quello della sicurezza, ossia una delle esigenze primarie di una comunità.

Oltre a smantellare la polizia di Stato, la scure del Governo si abbatterà anche su Carabinieri e guardia di finanza, con tagli alla logistica e al personale.

Ogni cittadino dovrebbe essere tutelato, così come i suoi beni e quelli della comunità. L'esponenziale aumento della delinquenza sul territorio del nostro Comune sta generando notevole disagio tra i residenti, è di oggi l'ennesima notizia di cronaca, banditi entrati durante la notte nell'agenzia della Banca agricola mantovana e muniti di fiamma ossidrica hanno svaligiato il Bancomat.

Registriamo ormai da tempo una crescente inquietudine tra i cittadini di Formigine, riferita alla percezione di un rilevante aumento dei furti nelle case e degli episodi di microcriminalità (spaccio, furti, rapine). Inoltre sono diverse le testimonianze di formiginesi aggrediti all'interno della propria abitazione e contestualmente derubati non solo di beni materiali e di valore, ma anche di oggetti di famiglia che avevano oltretutto un valore affettivo.

Rileviamo purtroppo, che sono aumentati anche i furti e gli atti vandalici contro le strutture private e pubbliche, come ad esempio l'imbrattamento ad opera di ignoti, con scritte di vernice nera sul monumento ai Caduti di piazza Repubblica avvenuto il mese scorso.

Infine segnaliamo un clima di forte preoccupazione, condiviso dai genitori di ragazzi ed adolescenti in merito alla sicurezza nei parchi e nelle aree pubbliche comunali da loro utilizzate, al punto di sconsigliarne la frequentazione ai propri figli.

Considerata l'eventualità che l'attuale crisi economica possa spingere un maggior numero di soggetti verso l'illegalità, abbiamo depositato questa mattina un Interrogazione per chiedere al Sindaco Maria Costi:

- Se l'Amministrazione comunale consideri allarmante tale situazione alla luce dell'attività di prevenzione e repressione sviluppata dalle istituzioni preposte.

- Se in accordo con l'Amministrazione comunale sono state predisposte da parte delle forze di Pubblica Sicurezza e della Polizia Municipale azioni di maggior presidio del territorio. Se si, quali iniziative questa Amministrazione intende intraprendere per migliorare la tutela della sicurezza e finalizzate a preservare i beni di proprietà comune?

- Se sono in corso iniziative, progetti finalizzati a garantire un potenziamento della vigilanza? Quali?

- Se sono state promosse attività di aggregazione giovanile nei parchi e delle aree pubbliche volte a favorire una sorta di "presidio civile" per arginare frequentazioni e comportamenti indesiderati.

- Se intende programmare incontri pubblici alla presenza delle forze dell'ordine ed esperti di sicurezza per rassicurare i cittadini su quanto si sta facendo. Quando prevede di compiere tali interventi?

- Se non trova idoneo intervenire per realizzare una maggiore illuminazione del parco Villa Gandini, della preziosa struttura del Ciclodromo di Via Gatti e dei parchi Comunali in genere.

- Se si è in possesso di dati riguardanti la quantità di residenti nel comune di Formigine perseguiti per i reati descritti, e se tale dato testimonia un aumento del numero di cittadini che, come singoli o gruppi, passano all'illegalità.

CLICCA E SCARICA INTERPELLANZA

(Gruppo Consiliare, MoVimento 5 stelle Formigine)


Formigine - 

Invitiamo cittadini e studenti a partecipare al prossimo Consiglio Comunale, perché Alessia-Nizzoli-Consigliere-Comunale-M5S-Formigine.jpgfinalmente sarà discussa una Proposta che vedrà protagonisti proprio gli scolari del nostro Comune. Quando a Formigine si legge o si parla del tema scuola, gli Amministratori locali sono soliti rimarcare lo slogan "3 scuole in 3 anni". Questo importante obiettivo raggiunto, fa onore all'Amministrazione comunale, ma occorre fare una riflessione, "scuola" non deve essere intesa solo come la struttura fisica, bensì l'attenzione deve concentrarsi su tutto ciò che riguarda l'educazione.

Un'iniziativa educativa a favore della scuola e del territorio che al Movimento 5 Stelle di Formigine è subito "saltata all'occhio" è quella proposta da Savignano sul Panaro (MO), denominata Progetto Didattico "DEA MINERVA". I primi di Agosto abbiamo presentato una Mozione condividendola in Commissione Scuola e rendendo partecipi tutte le forze politiche su questo interessante progetto, affinchè possa essere messo in pratica il prima possibile.

L'intento è far riflettere su quanto si tenda erroneamente a definire Rifiuti tutti i materiali di scarto... non chiamiamoli Rifiuti, una bottiglia di plastica resta plastica anche quando è vuota e l'alluminio è buono anche se non contiene più̀ nulla.

Questi materiali sono una risorsa preziosa ed aspettano solo di essere utilizzati un'altra volta.

Dovremmo entrare nell'ottica che è la bolletta della spazzatura che va incenerita, non questi materiali.

"Dea Minerva" è l'innovativo progetto didattico nato dalla cooperazione tra Scuola e Amministrazione Comunale di Savignano sul Panaro (MO), concretamente operativo dal 1° giugno 2012, e che candida gli scolari di Savignano a diventare "imprenditori del riciclaggio". Con la cooperazione tra amministrazione locale e scuola, gli scolari verrebbero educati ancor più alla raccolta differenziata ed alla sua messa in opera, poi il materiale di scarto verrebbe regolarmente ritirato dalle isole ecologiche per poi utilizzare il ricavato monetario nell'acquisto di strumentazioni e varie necessarie all'istituto scolastico o il finanziamento di progetti scolastici: infatti l'elemento fortemente incentivante la riuscita dell'iniziativa, è stata proprio la decisione di destinare alle scuole l'intero ricavo dalla vendita del materiale conferito.

Obiettivo di questo percorso è sottolineare l'importanza dei materiali di seconda generazione, in quanto risorse potenziali da poter trasformare nuovamente in prodotti finiti, educando ad un consumo consapevole e ad una corretta modalità̀ di gestione.

Vista l'importanza del tema e certi di una sensibilità del Sindaco, nel prossimo Consiglio Comunale, dopo un serio approfondimento, sarà discussa e messa in votazione la Mozione che chiede un impegno concreto affinché anche a Formigine, vengano sostenute le scuole che intendono aderire al Progetto Didattico di educazione ambientale e raccolta differenziata "DEA Minerva".

CLICCA E SCARICA LA MOZIONE

(Alessia Nizzoli, Consigliere Comunale - Movimento 5 Stelle Formigine)


Formigine - 

A seguito seduta della Commissione Affari Istituzionali riunitasi il 9 ottobre 2014, quandolettera-M5S.jpg ho ricevuto il Verbale, ho rilevato che diversi elementi emersi nel dibattito, sono stati tralasciati o si è proceduto ad effettuare una sintesi del confronto.
Chi non essendo presente si affidasse al testo del Verbale in questione, evincerebbe che il sottoscritto ha detto soltanto - "che le modifiche al regolamento sono necessarie anche per incentivare e l'attività dei cittadini soprattutto nelle frazioni del Comune che devono essere di nuovo poste al centro dell'attenzione. Si dice favorevole alla proposta. Chiede anche che venga proposto un calendario di massima dei prossimi incontri della Commissioni e chiede di stabilire già quali saranno i temi che la commissione dovrà affrontare nelle varie date calendarizzate", ed invece sono stati diversi gli elementi su cui ci si è confrontati.

Ho così sollevato la questione scrivendo al Presidente della Commissione Franco Richeldi che ha prontamente risposto che "in merito alla sua richiesta di rettifica dei verbali, le significhiamo che da sempre all'interno degli organi della pubblica amministrazione si opera sintetizzando le discussioni, e non riportando fedelmente ogni singolo intervento, per rendere soprattutto chiare ed immediatamente comprensibili le posizioni degli intervenuti e le decisioni assunte in quella sede."

Leggi risposta che abbiamo ricevuto dal Presidente della Commissione Affari Istituzionali

Al Cittadino, l'Amministrazione non perde occasione di ricordare che la trasparenza dell'operato di Consiglieri e Giunta sono valori su cui poggia il mandato del Sindaco, quindi ribadisco che sussistono le condizioni per l'acquisto di un semplice registratore audio che permetterà a costo irrisorio di tenere traccia di quanto è stato detto, nelle Commissioni.

Chiedo pertanto che venga messo a verbale che il M5S non condivide questo modus operandi.

Il MoVimento 5 stelle ribadisce la disponibilità a farsi carico della spesa del registratore e nell'offrire supporto tecnico gratuito all'Amministrazione per mettere on line queste tracce audio (come già avviene in moltissimi Comuni d'Italia).
Si coglie l'occasione anche per comunicare al Sindaco che le video riprese del Consiglio Comunale del 30 ottobre 2014, ad oggi non sono ancora disponibili sul canale istituzionale di Formigine.

Clicca e scarica documento che ho fatto Verbalizzare il 10 novembre in Commissione

Capogruppo MoVimento 5 stelle Formigine
Rocco Cipriano


Formigine - 

Oggi - racconta Marco Giovanelli consigliere del MoVimento 5 stelle - a seguito di una Marco-Giovanelli.jpgprecisa richiesta ricevuta dai Cittadini, abbiamo presentato una Mozione che permetterà al Comune di Formigine di essere in prima linea nel promuovere la donazione degli organi.

La preziosa Proposta, sarà motivo di orgoglio per la comunità formiginese perché contribuirà ad accrescere notevolmente la sensibilità sul tema della donazione.

In sintesi la Mozione, chiede al Sindaco ed alla Giunta di attivarsi affinché chi si reca all'Anagrafe per richiedere, rinnovare la carta d'identità o in qualsiasi momento, possa segnalare il suo consenso a donare gli organi, la sua adesione venga trasmessa in tempo reale al Sistema Informativo Trapianti del Ministero della Salute e al cittadino oltre che un timbro sulla carta d'identità, venga rilasciato un documento che ne attesti la volontà espressa.

La procedura già attiva in diversi Comuni è molto semplice: chi deve fare un documento di identità verrà avvertito dagli addetti al punto di accoglienza dell'Anagrafe della possibilità di dichiararsi donatore e riceverà un pieghevole informativo. Al momento del rilascio della carta, il funzionario dell'Anagrafe chiederà se si desidera dare il proprio consenso e, in caso affermativo, provvederà a inviare telematicamente i dati al Sistema Informativo Trapianti del Ministero della Salute, e consegnerà al cittadino un documento che attesta la volontà espressa.

In 9 mila aspettano un organo - spiega Giovanelli - secondo i dati ottenuti dalla Rete nazionale Trapianti, i donatori in Italia arriveranno a 1.367 alla fine del 2014 (22,9 per milione di persone) contro i 1.318 del 2013 (22,2 per milione). Un incremento che, è stato sottolineato l'11 ottobre 2014, in occasione della Giornata europea della donazione di organi, non è sufficiente: in Italia ci sono oltre 9 mila persone che attendono, in liste d'attesa, un organo che potrebbe salvare loro la vita. Se si considera - conclude Giovanelli - che il 40% dei cittadini italiani che rinnovano la carta d'identità aderisce al "sì" alla donazione di organi, si comprende quanto sia importante evidenziare questa possibilità. Già il Decreto "Milleproroghe" del 2009, convertito nella legge n. 25/2010 dispone testualmente che "La carta d'identità può altresì contenere l'indicazione del consenso ovvero del diniego della persona cui si riferisce, a donare i propri organi in caso di morte", ampliando così le modalità attraverso le quali manifestare la volontà di donare i propri organi.

Siamo certi che il Sindaco Costi, accoglierà la Proposta che farebbe di Formigine il primo Comune della Provincia ad offrire ai propri cittadini, questa grande possibilità.

CLICCA E SCARICA LA MOZIONE

Marco Giovanelli

Consigliere MoVimento 5 stelle Formigine

I candidati a Formigine

  • user-pic
    Rocco Cipriano
  • user-pic
    Alessia Nizzoli
  • user-pic
    Daniela Nappo
  • user-pic
    Davide Bondi
  • user-pic
    Davide Princigalli
  • user-pic
    Erik Paxia
  • user-pic
    Gabriele Lanzi
  • user-pic
    jessica sargenti
  • user-pic
    Letizia Ferrari
  • user-pic
    LORENA BETTALICO
  • user-pic
    marcogio84
  • user-pic
    roberto caddeo
  • user-pic
    ROLANDO MORI
  • user-pic
    valerio martinelli
  • user-pic
    Youssef El Massa