MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

PD a tutta destra.


Grugliasco - 

Sono molti i segnali che ci fanno capire che di sinistra nel PD è rimasto poco, al più è rimasto un lato sinistro. Sarà il Renzismo, lo spin-off del berlusconismo ma senza dubbio è un periodo di transizione per democristiani e maggioranza a Grugliasco. Che la questione morale fosse subordinata ad altro e lo si era capito dal loro modo di fare un po' sbruffone e utilitaristico della democrazia già da qualche anno. La tensione delle cronache locali si è subito appianata dall'ipergarantismo destrorso dei tempi dell'affaire Minotauro.

Avvenimenti inquietanti negli ultimi mesi hanno acceso nuovamente i riflettori sulla nostra città con la pubblica criminalizzazione del dissenso in bella vista contrapposta a denunce verso ignoti nella realtà dei fatti. E' tutto un grande fratello, fatto apparenze mediatiche e mezze verità. Nel mentre, così come Berlusconi sosteneva che fosse ingiusto pagare tasse troppo elevate, a Grugliasco siamo arrivati tardi e ancora non si è smesso di discutere dell'argomento.

In questo clima di completa deriva identitaria, la nuova posizione destrorsa e xenofoba (probabilmente in linea con l'aria che tira ora in Francia)  è riassunta in questo atto politico:

IMMIGRATI [=PADRONI A CASA NOSTRA]

[RISTRETTEZZE ECONOMICHE SENZA PRECEDENTI] [=ROMA LADRONA] Ma chi avrebbe tagliato i trasferimenti? Qualcuno osa ammetterlo?

pd-lega - CopyOltre all'idea propagandistica di far pagare a tutti un'assicurazione quando non ci sono i soldi per garantire la sicurezza in tutte le fasce orarie, sempre che si riesca a riconoscere il fenomeno.

Alessandro Di Pierro


Grugliasco - 

In Seguito agli avvenimenti riportati in articoli come questo, di numerosi quotidiani  dove viene riportato il ritrovamento di bossoli sull'auto dell'attuale Sindaco; esprimiamo ferma condanna per il gesto di chiara natura intimidatoria.

Il dissenso politico, se questo fosse il movente, deve venire canalizzato nei luoghi e nei modi appropriati, costruendo anche alternative ma mai con la violenza e l'intimidazione.

 

Alessandro Di Pierro

Vicepresidente del Consiglio Comunale di Grugliasco

Movimento 5 Stelle Grugliasco

 


Grugliasco - 

Tutto nacque da una domanda che mi fu posta, nemmeno ricordo da chi, nella primavera del 2013: "Quanti visitatori conta il museo del grande Torino?".

Non sapendo rispondere feci richiesta di accesso agli atti per avere nel giro di tre giorni la risposta, così come regolamentato dal regolamento del consiglio comunale[1]. Dopo circa 6 mesi di attesa senza alcuna risposta (ovvero un ritardo di 6 mesi meno qualche giorno) decisi di trasformare questa richiesta tecnica (che a me pareva banale) in una interrogazione scritta ovvero un atto politico, articolando a questo punto altre domande che nel mentre mi erano venute in mente.

Il giorno 23.10.2013 protocollai le mie domande con numero di protocollo 31722.

Per le interrogazioni il T.U.E.L. (il testo unico degli enti locali) pone un limite di 30 giorni alla risposta da parte dell'organo politico alle domande dei consiglieri [2]. Da quì la seconda attesa...

Le stagioni passarono, venne il generale inverno, la tiepida primavera e terminò persino la piovosa estate del 2014. Trascorse il mite autunno ed il 23 ottobre 2014 festeggiammo il primo compleanno della 31722/2013. Venne il Natale, il secondo per la nostra piccola interrogazione e venne anche l'epifania che tutte le feste si portò via.

Il 30 gennaio del 2015 accadde qualcosa di incredibile ed inaspettato, ottenemmo formalmente risposta all'interrogazione con la protocollo 3472 del 30.01.2015 ma, ironia della sorte, nessuno seppe quanti furono i visitatori del Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata.

A questa domanda non fu data risposta. A qualcuno interessa?

Alessandro Di Pierro

[1] L'articolo 28 comme 3 del regolamento del consiglio comunale cita: Il rilascio delle copie avviene entro i tre giorni successivi a quello della richiesta, salvo che non si tratti di atti particolarmente complessi, nel qual caso alla presentazione della richiesta viene precisato il maggior termine per il rilascio.

[2] L'art. 43 comma 2, del DLgs. 267/2000, recita testualmente: "I consiglieri comunali e provinciali hanno diritto di ottenere dagli uffici, rispettivamente, del comune e della provincia, nonché dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all'espletamento del proprio mandato.";

Il comma 3: "Il sindaco o il presidente della provincia o gli assessori da essi delegati rispondono, entro trenta giorni, alle interrogazioni e ad ogni altra istanza di sindacato ispettivo presentata dai consiglieri. Le modalità della presentazione di tali atti e delle relative risposte sono disciplinate dallo statuto e dal regolamento consiliare";


Grugliasco - 

Ieri mattina ho dato le dimissioni dalla sesta commissione di controllo e garanzia con questa lettera. Curiosamente oggi ci anticipano la data del prossimo consiglio comunale.

dimissioni controllo e garanzia.pdf

Alessandro Di Pierro


Grugliasco - 

Sono rimasto sorpreso dalla quantità di commenti di persone che hanno letto questo mio  post. sul Blog di Grillo. Sono attivo sul territorio di Grugliasco dal 2009 e ho scritto parecchio ma nessuno ha mai lasciato commenti, appena mi sono azzardato a parlare di Grillo le reazioni sono state immediate.

 Se non ci fossero Bebbe Grillo e Casaleggio avremmo preso più voti ?

Ovviamente no. Sono stato chiaro quando ho detto che Beppe Grillo ha fatto un miracolo. Ha creato un Movimento di opinione che ha origini antecedenti al M5S e questo è un dato oggettivo. È anche un dato oggettivo che se fai una campagna elettorale con l' obbiettivo di vincere  e invece ti doppiano, hai rovinosamente perso. Mentre se fai una campagna  elettorale con l'obiettivo di consolidare l'elettorato conquistato alle elezioni politiche del 2013, hai raggiunto l'obiettivo. Si può decidere di essere puri e duri contro tutti, il M5S non ha bisogno di cambiare la propria natura per qualche voto in più, l'importante è essere consapevoli che ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria (3a legge della dinamica). Contro tutti, tutti contro, e in un paese che ha il terrore dei cambiamenti i fatti lo dimostrano.

Se la mia logica è in difetto si può usare la matematica. Chiamparino 47,1%, Pichetto 22,1%, Bono 21,45%  dati inconfutabili. Particolarmente dolorosi per il sottoscritto che sperava tanto in Davide Bono e che dimostrano che il PD è fortemente radicato sul territorio. Chi fa banchetti e meetup sa bene quanto sia difficile allargare la base, le attività svolte in questi 5 anni, a Grugliasco, ruotano intorno alla solita decina di persone, tuttavia ho la strana sensazione che non ci sia interesse ad allargare la base degli attivisti.

C'è un genio anarchico che si chiama Massimo Fini che ha appena dichiarato, allegramente, di aver vinto le elezioni, perché lui fa parte del più grande movimento politico italiano, quello degli astenuti delle schede bianche e delle schede nulle che raggiunge il 45,8 % . Massimo Fini sostiene che la democrazia è una truffa e vi assicuro che ha validi argomenti per sostenerlo.

Gianluca Testa

Caro Gianluca Testa, Il M5S è nato sulla base di 5 punti con una forte impronta ambientalista e moralizzatrice.  Oggi il M5S siede in parlamento, quello italiano e quello  europeo. Partecipa diligentemente e con ottimi risultati a tutte le commissioni, vota pro o contro leggi presentate dal governo e fa tanta politica, quindi non è più un movimento. I movimenti combattono per un obiettivo: NO TAV , NO MOUSE.

È vero anche quello che dici tu, cioè che non è un partito. Quindi quello che sarà lo vedremo nei prossimi mesi.

Nigel Farage

Grillo e il suo blog  sono stati sponsor di diversi personaggi politici. Qualche nome:

Sonia Alfano (indipendente IDV) - l'abbiamo eletta con 150.000 preferenze, era in prima fila con Grillo al teatro Smeraldo  il 4 ottobre del 2009 quando è nato il M5S, quattro anni dopo è accusata di fare scouting nei confronti dei nostri parlamentari per far nascere il governo Bersani.

Luigi De Magistris - non solo viene eletto parlamentare europeo con i nostri voti, ma verrà eletto anche presidente della Commissione Controllo Bilancio. Un ruolo importantissimo. Tanto importante che lui va a fare il sindaco di Napoli.

Nichi Vendola - promette a Grillo, in una telefonata, che l'acquedotto pugliese, il più grande d'Europa, sarà pubblico nella proprietà e nella gestione (quindi dei cittadini). Grillo appoggia Vendola e noi votiamo Vendola.  Notare che sia IDV che SEL hanno fatto campagna elettorale per Chiamparino Presidente in Piemonte.

Il sindaco Pizzarotti era un idolo ed è finito tra i cattivi.

Il premio Nobel Dario Fo ci ha sostenuto in tutte le campagne elettorali e ha appena messo in guardia Grillo da decisioni affrettate riguardo un'alleanza con Farage. Potrebbe finire alla gogna in un amen. Detto ciò su Nigel Farage mi sto informando come tutti, spero.

Web- Il meetup di Grugliasco ha scelto, per le elezioni europee, un candidato attivista con buone competenze in economia e un buon curriculum lavorativo. I candidati alle europee residenti a Grugliasco erano 4. 3 di questi non li abbiamo mai visti né ai meetup né hai banchetti. Uno dei  candidati è passato al secondo turno con una fotografia. Il candidato scelto dal meetup non ha passato il primo turno, non è però indifferente il fatto che non è stato possibile leggere il suo curriculum che per metà era illeggibile. Poi, dettaglio del tutto irrilevante, non sappiamo ancora quanti voti ha preso.

É facile criticare meno fare proposte.

Sfatiamo un luogo comune. Non è per nulla facile criticare. Molto difficile farlo nel M5S e, quello che è incredibile è anche difficile fare proposte.

Chi non è d'accordo con la linea del movimento è libero di andarsene.

È bello e facile  essere liberi di andarsene, molto più bello e difficile essere liberi di restare.

Finita la confusione e definita chiaramente la linea si farà la conta.


Grugliasco - 

È sempre una questione di soldi - Si scende in piazza per un'ora di spettacolo gratis e si vota PD per 80€.
Web - Siamo gli unici che hanno fatto una consultazione online (ritornello M5S). Peccato che i candidati fossero offline.
Televisione - Boom di ascolti su Rai1 per l'intervista in diretta di Bruno Vespa a Beppe Grillo. 26,88% di share (Il Fatto Quotidiano). La TV è morta (Beppe Grillo). È talmente morta che mostrando bene il dinamismo di Renzi e altrettanto bene le cazzate di Grillo ha spostato un sacco di voti.
Anguille insaponate - Renzi stravince PD al 40% (Corriere della Sera). I partiti sono morti (Beppe Grillo). Sono talmente morti che arrivano a percentuali bulgare. La DC, il PLI, il PRI, il PSI morirono di finanziamento illecito grazie alla magistratura. I vari dirigenti superstiti confluirono nei partiti di destra e sinistra scampati agli scandali e distrussero destra e sinistra per ricompattarsi in un nuovo partito: il PD. Il PD non è come la vecchia DC, è inevitabilmente peggio, è figlio del ventennio berlusconiano. Stabilita questa semplice verità, come guadagniamo i voti dei moderati se invece di parlare si ringhia?
Doppiaggi - Renzi doppia Grillo PD oltre il 40% ( La Repubblica). Ebetino (copyright Grillo) 4, genio incompreso 2, Monti 0.
Darth Fener - Il cofondatore del Movimento 5 stelle parla per la prima volta in televisione in un'intervista a Lucia Annunziata su Rai3 (Il Fatto Quotidiano). Tra gli elettori indecisi la principessa Leila Organa, Luke Skywalker e Yoda. Leila Organa e Luke Skywalker non hanno dubbi voteranno M5S. Yoda preferisce Renzi perché ha promesso 80 € anche ai pensionati. Che la forza sia con voi.
Effetto tsunami - Effetto Renzi anche in Piemonte. Il PD doppia Grillo, strada spianata per Chiamparino (La Repubblica). Fassino Sindaco,Chiamparino Presidente, Bresso al parlamento europeo. Il nuovo che avanza. Una coltellata alla schiena sarebbe stata meno dolorosa. Resterà negli annali la performance di Grillo a Torino. #vinciamonoi . Chiamparino 47,1%, Pichetto 22,1%, Bono 21,45%.
Ritornelli - Non siamo né di destra né di sinistra (Beppe Grillo). Non lo era neanche la DC e non lo è neanche il PD. Mentre Nigel Farage è decisamente di destra. E allora perché non incontrare Mme Le Pen?.... almeno lei è contraria alla TAV.
Pierpaolo Pasolini - L'Italia è un paese che diventa sempre più stupido e ignorante. Vi si coltivano retoriche sempre più insopportabili. Non c'è del resto conformismo peggiore di quello di sinistra, soprattutto naturalmente quando viene fatto proprio anche dalla destra.
Kiddush (Genesi, 2,5) - E Dio terminò nel settimo giorno il regno che aveva creato e Dio si riposò...

Caro Beppe Grillo non si può chiedere a Beppe Grillo di non essere Beppe Grillo, ma il miracolo che hai fatto ha richiesto un enorme dispendio di energie, ora, goditi un po' di riposo e impara ad ascoltare la tua creatura.

Indecisi su chi votare?


Grugliasco - 

La prima volta che andai a votare, ormai quasi un decennio fa per le elezioni provinciali, con abbastanza leggerezza scelsi la "sinistra". Non ricordo se Ulivo, DS, o chi altri, ma comunque per qualche antenato dell'attuale PD che si sarebbe formato da li a pochi anni. Si "doveva" votare così per evitare che Berlusconi potesse continuare con i suoi programmi. Moltissime delle persone che conoscevo la pensavano allo stesso modo, sembrava la normalità. In molti la pensano ancora allo stesso modo, non considerando il M5S per via di Grillo "che sa solo urlare" (consiglio di vedere qui qui qui), oppure per via dei soli "no" senza nessuna proposta alternativa (basta un minimo di approfondimento per capire che non è affatto così, anzi le proposte sono molte, vedi qui qui qui qui o più in generale qui).

Poi ho iniziato ad informarmi, e vedere che le porcate erano anche votate dal PD: insomma, si predica bene e si razzola male. Per chi fosse diffidente, basta vedere il volantino che appare qui di seguito.

Tabella-per-gli-indecisi-ver-2-700

Per chi non si ancora non si fidasse e volesse scendere nel dettaglio delle proposte, ci sono tutti i riferimenti per poter approfondire le singole voci, ed esistono strumenti come quelli forniti dal sito openparlamento dove si possono fare confronti tra le votazioni dei deputati/senatori delle varie forze politiche. In sostanza, prendendo al volo i primi nomi a caso che appaiono in ordine alfabetico (vedi confronti PD-NCD PD-M5S NCD-M5S), emergono gli stessi concetti espressi nell'immagine sopra:


  • politicamente il Movimento 5 Stelle ha idee nettamente diverse dagli altri partiti, anche su temi che dovrebbero essere condivisi da molti, come lo stop al condono ai concessionari di slot machine, o come lo stop ai rimborsi elettorali, dove il vecchio referendum in merito è stato immediatamente eluso. D'altronde la considerazione che la vecchia politica ha delle referendum votati dai cittadini è ampiamente dimostrata (vedi l'analogo caso dell'acqua pubblica, in particolare qui il caso grugliaschese)

  • alla prova dei fatti, e cioè delle votazioni che si effettuano in parlamento, non del chiacchiericcio televisivo, l'equazione PDL = PD è confermata nella maggior parte dei casi.


Insomma, siete ancora indecisi?


Grugliasco - 

Il 21 Maggio alle 21.00 ci sarà una serata informativa e formativa per le persone che hanno dato disponibilità come rappresentanti di lista. Ci troveremo nella saletta comunale di Grugliasco, a lato dell'ingresso principale del comune, in piazza Matteotti. Chi fosse impossibilitato a partecipare può recarsi in alternativa alla serata organizzata dal comune di Torino, il 20 Maggio in via Mantova 38 (Teatro Espace) alle 20.45. In occasione della serata organizzata a Grugliasco verranno distribuiti i certificati della convocazione da presentare agli eventuali datori di lavoro che ne facessero richiesta.

Abbiamo ancora alcuni seggi senza persone assegnate, quindi invito tutti a spargere la voce per raccogliere ulteriori adesioni. Ricordo che sul nostro sito è presente un articolo che descrive in breve il ruolo del rappresentante di lista, mentre qui è presente il modulo da compilare per l'adesione.


Grugliasco - 

Durante lo scorso consiglio comunale avente tema di bilancio, come da regolamento non è stato possibile discutere di interrogazioni o mozioni. Non è stato un consiglio fitto di argomenti, ma i pochi temi presenti hanno stimolato molto la discussione. In particolare si è parlato di IUC (imposta unica comunale) e varianti al piano regolatore: esamineremo qui il primo punto, mentre per quanto riguarda il secondo rimandiamo ad un più corposo articolo.

La IUC è la nuova imposta unica, istituita con la Legge di Stabilità 2014, che ha di unico solo il nome: di fatto è composta da tre diverse tasse, l'IMU sugli immobili (ad esclusione delle abitazioni principali), la TASI, un'imposta sui servizi, e la TARI, tassa sui rifiuti. Durante il consiglio comunale sono state approvate, nonostante la nostra votazione contraria, le aliquote IMU (dettagli qui) e TASI (dettagli qui).

Per capire se il Comune di Grugliasco potesse adottare diverse aliquote e detrazioni su IMU e TASI si può fare un confronto con altri comuni, ad esempio Torino. Quando in commissione si è parlato di detrazioni, ci è sembrato come se si volesse far intendere che queste non fossero possibili a meno di non arrivare al tetto massimo dell'aliquota, mentre la norma stabilisce solo che se il comune adotta la maggiorazione dello 0,8 per mille rispetto all'aliquota base del 2,5 per mille è obbligato a prevedere detrazioni a favore di case piccole e/o redditi bassi.

Sicuramente Grugliasco ha adottato per la TASI una aliquota più bassa, il 2 per mille senza detrazioni, rispetto agli altri comuni, ma così facendo sta facendo pagare questa tassa a tutti, anche a quelli che non pagavano la vecchia IMU del 2012 perché avevano una casa molto piccola o figli a carico di età inferiore ai 26 anni.

Una strategia politica non certamente a favore delle categorie più deboli.

I candidati a Grugliasco