MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

La contestata installazione dell'antenna di telefonia mobile nel centro storico di Montecelio - vero e proprio tormentone dell'estate monticellese - sembra essere giunta all'epilogo.

Dopo la sollevazione popolare e la sospensione dei lavori - a fine marzo - per la verifica della regolarità urbanistica dell'edificio dove era prevista la collocazione dell'apparato, il Comune, il 2 Agosto, ha sbloccato i lavori e l'antenna è stata [purtroppo] installata.

Il M5S con i suoi portavoce e gli attivisti è stato più volte a Montecelio direttamente sotto l'antenna per parlare con i cittadini e per fare chiarezza,antennaMontecelio.jpg e non certo propaganda, manifestando la propria contrarietà sulle procedure con cui è stato montato il ripetitore, evidenziando alcune mancanze emerse dallo studio degli atti che sono state prontamente riportate in commissione e direttamente al dirigente.

Ma i più fervidi oppositori all'installazione dell'antenna sono stati, soprattutto, alcuni rappresentanti del PD che hanno organizzato una vera e propria "battaglia persa" con tanto di raccolta firme, petizioni popolari e incontri urgenti con il commissario Marani ecc ecc ... Insomma, una rivisitazione - stile moderno - delle battaglie di Don Chisciotte contro i mulini a vento (anche se il protagonista del romanzo di Miguel de Cervantes era mosso da buoni principi).

A questo punto la domanda sorge spontanea... Perché tanto rumore per nulla se proprio il PD ha creato i presupposti affinché l'antenna potesse essere collocata tranquillamente in quest'area...? E la domanda che ci poniamo è del tutto legittimata dalla Deliberazione del Consiglio Comunale n° 22 del 28.03.2006.

Si legge nella deliberazione che proprio in quella seduta - avente per oggetto l'approvazione del Regolamento comunale del Piano delle Antenne - ben 19 consiglieri comunali (Giunta Lippiello) "con l'obiettivo di minimizzare l'esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici" approvarono all'unanimità il piano antenne per il Comune di Guidonia Montecelio che prevedeva, per l'area di Montecelio (cd. "Area Preferenziale 2"), la collocazione di impianti di telefonia mobile proprio nell'area che oggi viene fervidamente contestata dal PD stesso!!!

Ma la cosa che lascia ancora più perplessi e sconcertati è che tra i 19 consiglieri comunali saltano all'occhio alcuni nomi di consiglieri del PD - "nati, cresciuti e pasciuti a Montecelio" - che avrebbero dovuto, quantomeno, sindacare la scelta dell'area stabilita per la collocazione dei ripetitori nel centro storico di Montecelio e valutare l'opportunità di proporre una soluzione alternativa come avvenuto (grazie ad un emendamento presentato da uno di questi consiglieri di Montecelio) per le aree AP9 (centro abitato di Villalba) e AP3 (impianti sportivi ed aree sensibili di Villanova).

Insomma, ai cittadini di Montecelio, ancora una volta "cornuti e mazziati", non resta che subire l'ennesima conseguenza delle scelte "scellerate" di chi li ha rappresentati, sperando che non continuino ad abboccare a chi millanta di valorizzare questo bellissimo Borgo che ancora oggi non riesce ad ottenere la giusta considerazione che meriterebbe.

Grazie ad un emendamento al collegato alla finanziaria regionale a firma dei consiglieri del Movimento 5 Stelle alla Pisana e dopo venti anni di attesa vengono assegnati i compiti di gestione, sorveglianza e sviluppo dell'area del Parco dell'Inviolata ai nostri vicini del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili. Un risultato ottenuto grazie al costante lavoro delle associazioni ambientaliste locali che hanno trovato la giusta interlocuzione nel M5S locale e regionale per raggiungere un risultato concreto e tangibile.

Grande soddisfazione tra gli attivisti del gruppo di Guidonia Montecelio: <<Anche se si sono persi 20 anni di tutela del territorio, durante i quali l'Inviolata ha subito l'offesa della permanenza della discarica e della costruzione del TMB, siamo sicuri che questo sia il vero punto di partenza per il nostro parco>>.

Questo traguardo inoltre, costituirà un ennesimo colpo a quanti vedono l'area dell'Inviolata come una terra di conquista per cementificatori e monnezzari vari.

Per il Movimento 5 Stelle il Parco costituisce una risorsa inestimabile per il territorio che le amministrazioni guidoniane di destra e di sinistra non hanno mai capito né tantomeno apprezzato. Di sicuro, invece, rappresenterà un punto centrale e di rilancio del territorio per l'occupazione e l'ambiente nel programma elettorale che già in questo periodo si sta definendo per le amministrative della prossima primavera.


InviolataLucretili.png

26 aprile: nell'assordante latitanza della maggioranza, si consuma l'ennesimo Consiglio Comunale deserto, alla faccia dei cittadini che aspettano risposte e della democrazia, quella dei governanti eletti dal Popolo.

Si sarebbe dovuto fare il punto sulla vicenda Eco Consul, società che grazie ad una delibera di Giunta (221/2012) raccoglie e trasferisce la frazione umida della raccolta differenziata di decine di comuni del Lazio tra cui Guidonia Montecelio, che per inciso, ha pagato anche un prezzo più alto degli altri con forti ripercussioni sulla TARI. E a pesare sulla tassa, anche la mancata entrata di un cosiddetto "ristoro ambientale" di 2 euro/ton mai riscosso dalla nostra amministrazione. E facendo due conti, tra la tariffa molto più alta e il mancato incasso del ristoro, non avremmo certo avuto un rincaro della TARI del 30%.

L'impianto ha lavorato per molto tempo senza attirare troppo l'attenzione, tranne quella di una folta quantità di gabbiani e di conseguenza della Polizia Provinciale del distaccamento di Villa Adriana, che ha cominciato ad indagare per vederci chiaro.

Grazie al lavoro degli inquirenti sono stati spiccati 8 avvisi di garanzia per i componenti della Giunta che autorizzarono l'impianto.

Il Movimento 5 stelle aveva già sollevato la questione in Commissione Ambiente, soprattutto alla luce del fatto che per ben 4 anni il servizio è stato affidato senza gara.

A Marzo 2016, finalmente l'area ambiente decide di far chiarezza sulla questione chiedendo ufficialmente quali sono i Comuni e quali sono le quantità di rifiuto che vengono conferiti nell'impianto, e le certificazioni di regolarità tecnica dello stesso..

Nel Consiglio Comunale di ieri, avremmo voluto chiedere al vicesindaco, raggiunto da uno degli avvisi della procura, di ragguagliarci sullo stato dei fatti e spiegare le motivazioni di questo chiarimento così "tardivo" rivolto ad Eco Consul.

Il 22 aprile la maggioranza ha approvato un piano economico TARI che peserà ancora molto sui cittadini e che avrebbe potuto essere alleggerito sia dal ristoro proveniente dai comuni e mai versato e sia da una tariffa di conferimento che avrebbe potuto tener conto del territorio ospitante questo impianto gestito da una società che non ha partecipato ad alcuna gara!

Ma a chi governa la nostra città, evidentemente dare spiegazioni non interessa e preferisce nascondersi dietro un umiliante assenteismo muto e ottuso.


FB_IMG_1461790276908.jpg


Il M5S di Guidonia Montecelio si unisce al cordoglio e alla tristezza di tutto il Movimento 5 Stelle per la perdita di Gianroberto Casaleggio, che tanto ha dato per far avvicinare i cittadini ad una nuova idea di politica e di attivismo. 
Anche nel suo nome, continueremo la nostra battaglia.
FB_IMG_1460494900800.jpg

Il consigliere Santoboni:"Abbiamo studiato le carte e siamo qui per fare chiarezza, non certo propaganda".

Si è svolto in Piazza Massucci l'incontro pubblico tra gli attivisti del M5S, il consigliere Giuliano Santoboni e i cittadini preoccupati per l'installazione di unripetitore cellulare in una terrazza privata in Via del Capo Croce.

Dopo un'attenta analisi degli atti e continui contatti con i tecnici dell'ARPA che hanno chiarito alcune perplessità, il M5S ha voluto incontrare gli abitanti per spiegare la reale situazione sulla questione che da giorni sta agitando i monticellesi, soprattutto quelli del centro storico.

Dallo studio del regolamento del piano antenne (approvato con delibera del Consiglio Comunale n° 22 del 28.03.2006) sono emerse delle mancanze da parte dell'Amministrazione riguardo l'obbligo di pubblicità della richiesta di autorizzazioneall'installazione (presentata in data 22.12.2015) sul sito internet del Comune, e la mancata decisione dell'Amministrazione in merito alla suddetta istanza che trascorsi 90 giorni è stata considerata automaticamente accolta (art. 12 del regolamento).

Nell'incontro il M5s ha distribuito dei moduli per avanzare un reclamo al gestore come segno di protesta, iniziativa decisamente ben accolta dai cittadini presenti.

<<Nei prossimi giorni il M5S presenterà una mozione per modificare l'ormai datato regolamento del piano antenne - ha spiegato Santoboni - che peraltro prevede la possibilità di predisporre apparati nell'intera area del centro storico del Borgo (contraddistinta come Area Preferenziale 2). La nostra preoccupazione deriva anche dalle novità introdotte dal decreto "Sblocca Italia" che deroga completamente le autorizzazioni paesaggistiche per l'installazione di tali impianti, che di fatto rende inapplicabile buona parte del regolamento>>.

Nei prossimi giorni il M5S invierà una richiesta ufficiale ad ARPA per avviare un monitoraggio per la salvaguardia della salute in molte zone del comune con notevole presenza di ripetitori, come Setteville, Collefiorito e Villalba oltre alla stessa Montecelio.

L'impegno del M5S per il borgo, non finisce qui. Ci sono ancora tanti problemi da affrontare come la paventata realizzazione di un forno crematoriopresso il cimitero comunale e la riapertura del Teatro Comunale di Montecelio ormai chiuso da tempo per i danni cagionati da infiltrazioni di acqua.

ANTENNAMONTECELIO.png


Un tempo gli storiografi e la loro "Libido adsentandi" nei confronti dell'imperatore...
Tacitoli chiamava "obnoxii" (adulatori); e oggi? 
Abbiamo un servizio di Sky che ha censurato l'intervista e le azioni del M5S e fa di un consigliere di maggioranza (anche lui causa del malgoverno a Guidonia) e del Pd i salvatori della Patria.
Esempio di ostracismo al M5S e di un'informazione prona ai partiti di maggioranza e al governo....

Sindaco agli arresti e consiglio che non si riunisce dallo scorso anno: Clamoroso vuoto di democrazia a #GuidoniaMontecelio.

VENITE E ASCOLTATE! E' questo il grido con il quale il M5s invita i cittadini a partecipare al Consiglio comunale che si svolgerà Giovedì 3 Marzo ore 15:00 presso la sede civica di Piazza Matteotti.

Finalmente - dopo tanto tempo - Il PRIMO Consiglio comunale del 2016 dopo oltre 2 MESI dall'ultimo (del 29.12.2015).
Una paralisi dell'organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo che dimostra quanto le regole democratiche, civili e di buona amministrazione non trovino più spazio qui a Guidonia...

NON PERDETE L'OCCASIONE di partecipare a questo EVENTO più unico che raro! Venite, partecipate e ASCOLTATE, così che nessuno vi possa raccontare su che BASI si regge un Comune con un Sindaco agli arresti , una Maggioranza disorientata e come scritto dall'Autorità Anti Corruzione nella sua delibera del 3 febbraio scorso "con una condotta che suscita perplessità poiché in essa si ravvisano diverse e ripetute violazioni della normativa di settore" .

#nonmancate

#nienteècomepartecipare


FB_IMG_1456950714904.jpg


Colpire vigliaccamente uno degli attivisti, è come colpire l'intero Movimento 5 Stelle. 

Il gruppo di Guidonia Montecelio compatto e solidale si stringe attorno a Luciano Apolito e alla sua famiglia, vittima di una inaudita violenza che va letta come un'intimidazione verso la sua intensa attività divisa tra sindacato e attivismo civico con il M5S e i movimenti a difesa dell'ambiente.

Luciano è uno di noi, un fondatore del M5S locale, un combattente nonviolento che da anni è in prima fila per la difesa del nostro territorio dal malaffare e dalla malagestione, e non ha mai fatto a meno di prendere posizioni scomode e difficili senza scendere a compromessi con le logiche che governano in ogni suo aspetto la nostra città.

E' da ricercare in questo suo essere intransigente ed incorruttibile la motivazione che ha spinto qualche mente criminale ad organizzare un attentato alla sua auto, individuandolo come una minaccia verso i suoi affari e il suo potere.

Come Luciano, ogni attivista del M5S rappresenta quella stessa minaccia verso il sistema corrotto e violento e collaboreremo con ogni mezzo con gli inquirenti per ricercare i mandanti e gli esecutori materiali di questo attacco all'attivismo, all'onestà e al senso civico.

Siamo tutti Luciano Apolito.

FB_IMG_1456691380286.jpg

: questo è il grido con il quale SABATO 13 Febbraio il Movimento 5 Stelle di Guidonia Montecelio scenderà in piazza assieme ai cittadini della nostra città e ai portavoce di Regione, Camera, Senato ed Europarlamento come Alessandro Di Battista, Carla Ruocco, Devid Porrello, Fabio Massimo Castaldo e molti altri ancora.

<<Viviamo in una irreale situazione di completa sospensione della democrazia - affermano gli attivisti - con un sindaco agli arresti domicilari da quasi 7 mesi, una giunta che perde pezzi e che non assomiglia per nulla a quella scelta da Rubeis capitanata da un facente funzioni che non è stato eletto da nessuno e un consiglio comunale ammutolito assente e assenteista. Il MoVimento 5 Stelle dice BASTA a tutto questo>>.

Hanno confermato la loro partecipazione all'evento anche i gruppi del M5S dei comuni dell'area Nord Est di Roma, e saranno presenti rappresentanti di lavoratori di Guidonia Montecelio che testimonieranno il disagio di vivere ed operare in una città con le istituzioni assenti.

L'appuntamento è il 13 FEBBRAIO ALLE ORE 15.00 con partenza dalla Stazione Ferroviaria di Guidonia (P.zza Baracca) e arrivo in pineta, di fronte l'aeroporto.

Pagina Facebook del M5S di Guidonia Montecelio

Video dell'evento


Vogliamo le Elezioni!!!

Pubblicato da Movimento 5 stelle Guidonia Montecelio su Giovedì 4 febbraio 2016



13febA5 fronte.jpg


13febA5 retro.jpg