MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Legalità

A seguito di convocazione dell'ex capogruppo del M5S nell'ultima legislatura in seno al Consiglio comunale di Guidonia Montecelio, il Commissario Marani ha ricevuto gli ex consiglieri Sebastiano Cubeddu, Giuliano Santoboni e Michel Barbet, quest'ultimo attivista del Movimento.

In un clima di reciproca collaborazione e di attento esame delle diverse criticità, il Commissario ha evidenziato la gravissima situazione economico-amministrativa in cui versa il nostro Comune, tale da indurlo a valutare la possibilità concreta di chiedere l'ispezione al MEF (Ministero dell'Economia e delle Finanze) e la consulenza tecnico-contabile della Città Metropolitana poiché:
a) sono state rilevate situazioni "non chiare" sia sotto il profilo contabile, sia sotto il profilo relativo al procedimento; ciò da un lato non consente di poter pervenire alla redazione di un bilancio, d'altro canto rende necessari approfondimenti da cui potrebbe scaturire la necessità di "attivare" la Procura della Repubblica e la magistratura contabile, che sono già state, peraltro, interessate;
b) le situazioni non trasparenti, le indagini in corso ed i procedimenti penali pendenti, che interessano dirigenti e funzionari del Comune, non consentirebbero di operare serenamente se non ricorrendo ad una consulenza tecnico contabile a cura della Città Metropolitana con tecnici di comprovata competenza, esperienza ed affidabilità, che possano consentire la redazione del bilancio;
c) l'eventualità, anche questa purtroppo concreta, che all'esito di ogni verifica contabile si possa arrivare ad una fase di pre-dissesto finanziario, con le relative conseguenze che comporterebbe a carico di tutti i cittadini.

La sintesi operata dal Commissario, il quadro gravissimo che ne è emerso, comprova pienamente la "fondatezza" delle azioni svolte in Consiglio Comunale, nel ruolo di opposizione, dal M5S, che è stato il primo a denunziare - e più volte - in Aula Consiliare fatti ed operati di politici locali, dirigenti e funzionari, producendo sentenze (della Corte dei Conti, del Tribunale penale, del Tar, e del Consiglio di Stato) e con dossier inviati all'Anac e al Prefetto di Roma.

Ai cittadini resta la speranza di poter ottenere, finalmente, giustizia.

Movimento 5 stelle Guidonia Montecelio​
Consigliere Regionale Devid Porrello​

Comune.jpg

E stata una lunga battaglia ma finalmente anche la Regione Lazio riconosce che il Tmb all'interno del parco archeologico e naturalistico dell'inviolata è illegittimo ed inopportuno. Ad esultare il M5S, a salire malamente sul carro dei cittadini vincitori, invece, alcuni politici locali esponenti dei partiti che tanto hanno contribuito affinchè l'impianto si costruisse.

Con la determina G 120 23 del 18/10/2016 a firma del Direttore del Governo del Ciclo dei Rifiuti Demetrio Carini, l'impianto di Trattamento meccanico e Biologico all'Inviolata perde la discarica di servizio parte fondamentale al suo utilizzo. La decisione avrebbe potuto essere assunta da tempo , visto che Flaminia Tosini (responsabile settore rifiuti regione Lazio) aveva già dichiarato che il settimo invaso non aveva spazio per essere costruito, stante la procedura di messa in sicurezza di emergenza che ha costretto la perimetrazione dell'area contaminata della discarica ed a ridurre a nulla l'estensione necessaria per il nuovo invaso. Se la regione avesse giudicato la VIA negativamente per i motivi suddetti ora non si dovrebbe attendere l'esito della decisione del Consiglio dei Ministri, che dovrà essere comunque senz'altro favorevole all'archiviazione dell'infausto capitolo "Impianto", vista l'ampia documentazione prodotta.

"Il M5S è molto soddisfatto. Più volte avevamo portato l'argomento in discussione in aula durante l'ultima Consiliatura, con l'aiuto delle associazioni del territorio che da sempre si battono contro l'impianto Cerroniano. Dopo questo provvedimento e dopo le rassicurazioni ricevute dall'assessore capitolino Muraro durante l'ultimo incontro vengono ristabilite le giuste priorità e soprattutto fatta chiarezza su quello che si andava realizzando in un area che invece dovrà essere destinata a Parco a beneficio dell'intera cittadinanza. "

Gli attivisti del MoVimento 5 Stelle continueranno a seguire e a lottare perché Guidonia abbia finalmente il suo parco

David Porrello, Portavoce in Consiglio Regionale
Attivisti M5S Guidonia Montecelio


parco.jpg


In quattro pagine di diffida argomentata e puntuale, il M5S di Guidonia Montecelio ha cercato di contenere tutta la rabbia dei cittadini che hanno dovuto sborsare aumenti della TARI fino al 30% in più rispetto all'anno precedente in forza di provvedimenti illegittimi, chiamando a rispondere  direttamente Sindaco ff il Dirigente e l'Assessore alle Finanze.

Dopo le 6.000 firme apposte alla petizione cittadina nella quale si chiede il ricalcolo della tariffa con gli unici criteri legittimi, cioè quelli dello scorso anno, il M5S torna a chiedere con gran forza e con sentenze alla mano di restituire ai cittadini quanto ingiustamente chiesto per determinare la tariffa dello smaltimento dei rifiuti.

<<Come annunciato in consiglio Comunale - spiega Sebastiano Cubeddu - la nostra diffida indica i criteri oggettivi, le norme e la giurisprudenza di riferimento che evidenziano l'irretroattività dei provvedimenti adottati dall'Amministrazione e l'illegittimità degli aumenti disposti dal 1' gennaio 2015.

Se non hanno voluto sentire la nostra voce prima, ora dovranno farlo per forza perché li chiamiamo e li chiameremo a rispondere personalmente di eventuali rivalse dei cittadini tartassati>>


Qui la diffida


taridiffida.png


Contro l'illegittimo aumento della tassa sui rifiuti (ruolo 2015), il M5S, determinato, dopo aver raccolto più di 5000 firme con la " PETIZIONE: Flash Mob (Tari 2015)", invita tutti i cittadini di Guidonia Montecelio a PARTECIPARE VENERDÌ 27 ALLE ORE 15.00 in occasione del CONSIGLIO COMUNALE.

Portate scope palette sacchi immondizia (vuoti!)


TARI01.jpg





Il M5S chiede lo scioglimento dell'amministrazione comunale della Città di Guidonia Montecelio ormai da oltre un anno, da quando il Prefetto e l'ANAC ci hanno confermato che le nostre supposizioni di malgoverno e impossibilità di governare erano assolutamente fondate.

Ci troviamo ora con un sindaco agli arresti da 4 mesi con un processo imminente per lui e già in corso per molti dei suoi dirigenti e funzionari, con le dimissioni dei consiglieri che gli sono stati determinanti ad arrivare alla vittoria delle elezioni, con un consiglio comunale esautorato della sua funzione democratica incapace di riunirsi e con le redini saldamente in mano ad una giunta comunale di non eletti dal popolo. 

Tornare alle elezioni è necessario, ridare la parola agli elettori è improcrastinabile.
Il M5S è pronto alle dimissioni per dare la spallata finale al fallimentare progetto di governo Rubeis e liberare la città. Se non si arriverà a scioglimento in pochi giorni, saremo di nuovo dal prefetto a chiedere di restituire la democrazia ai cittadini.

theend.jpg


Nuova presa in giro alla Città di Guidonia Montecelio, nuova penosa prova dell'ASSENZA COMPLETA della maggioranza di governo.

Il Consiglio Comunale di oggi è stato DISERTATO dalla maggioranza, evidentemente troppo occupata a rinchiudersi negli uffici per esercitare gli scampoli di un effimero potere basato su inciuci politici ed accordi a vantaggio di pochi a scapito dei cittadini e della democrazia.

Nessun organo democraticamente eletto sta governando la nostra città: un sindaco agli arresti da 4 MESI, il consiglio comunale COSCIENTEMENTE ABBANDONATO da assenti ingiustificati ed ingiustificabili, un'amministrazione paralizzata che penalizza servizi essenziali.
E' questo che meritano i cittadini di Guidonia Montecelio?

Se gli esponenti della maggioranza avessero ancora, in qualche tasca nascosta, uno spiccio di senso del dovere, dovrebbero porre fine a questa lenta, flagellante e penosa agonia e DIMETTERSI per consentire di andare al voto a primavera. 

Ma in fondo, è quello di cui hanno paura.

La #PrimaVeraGuidonia sta arrivando. 


torno.jpg

<<Ci ritroveremo venerdì 11 e sabato 12 settembre per parlare dei nostri progetti per questa città, per confrontarci con tutti quelli che vorranno dare un contributo attivo a rendere Guidonia un luogo migliore sotto il profilo ambientale, della crescita economica e dello sviluppo sostenibile">> con queste parole Sebastiano Cubeddu e Giuliano Santoboni portavoce del Movimento 5 Stelle in consiglio Comunale presenta l'evento che si terrà il prossimo week end presso ilParco Caduti di Nassiria (pinetina) .

A sostenere tutto il M5S della Città di Guidonia Montecelio ci saranno i portavoce in Parlamento e Senato Alessandro Di BattistaLuigi Di MaioCarla RuoccoMassimo Enrico Baroni e Roberta Lombardi che hanno seguito direttamente anche in questi ultimi mesi di "battaglie" per far rispettare la Legalità all'interno delle istituzioni comunali (tema più che mai attuale in questi giorni) ed altri amici portavoce all'Europarlamento Fabio Massimo Castaldo e Dario Tamburrano ed in consiglio regionale Devid Porrello.

<<Tutto ciò in un clima di cordialità, entusiasmo e semplicità accompagnati dall'ottima musica Rock degli Alive, da un buon piatto di pasta ed una birra - continuano i portavoce comunali - Tutti protagonisti in questa iniziativa perché non è possibile più delegare a nessuno il nostro futuro! Chiediamo a tutti i nostri concittadini di alzarsi dalla sedia dove la vecchia politica vuole tenerli fermi e assopiti più a lungo possibile e diventare protagonisti del cambiamento! 
Un cambiamento possibile, ma oggi più che mai necessario!>>


11e12-sett.JPG

Tutta la maggioranza (ad esclusione di Cerroni per l'incarico di Presidenza e di Sassano) non si presenta all'odierno Consiglio comunale per far mancare il numero legale e non permettere di affrontare politicamente ed amministrativamente la grave situazione in cui versa il comune di Guidonia Montecelio a seguito degli arresti domiciliari del sindaco! 

Una condotta vergognosa e di paralisi civica, cui si aggiunge anche l'assenza del vice sindaco Di Palma che "delegittima" sé stesso non comparendo, politicamente complice di un non governo che né affronta, né si assume le proprie responsabilità!

Si deve sciogliere questo consiglio comunale, perché Guidonia Montecelio merita ben altro e noi faremo in modo che ciò accada al più presto!

Nel 1987 ad Afragola arrestammo un camorrista (ero in servizio militare nell'Arma dei Carabinieri) e, prima della "traduzione" con il blindato nel carcere di Poggio Reale a Napoli, lo portammo in caserma.
Poco dopo, si riversarono davanti alla caserma bloccando il blindato innumerevoli persone che urlavano:

"Aiutare la gente non è reato! Noi stiamo con lui!".

Oggi, come allora, mi trovo a vedere la stessa modalità di "inchinata" a Guidonia come ad Afragola.

Le istituzioni non aiutano, erogano Servizi dovuti ed a tutti, non ad alcuni raccomandati o conoscenti!

La concussione è reato (dai 4 ai 12 anni di carcere), la corruzione è reato, l'abuso d'ufficio è reato!

Chi ha pubblicato questi manifesti deve provare la stessa VERGOGNA, pari alla mia INDIGNAZIONE!


11751782_435819466590991_4013675230163610046_n.jpg

Archivio

Questa pagina è l'archivio dei post nella categoria Legalità.

Lavoro è la categoria precedente.

Salute è la categoria seguente.

Prossimi eventi