MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Programma 2014

Home Pagetitolo-meetup.jpg

AI CITTADINI DEL COMUNE DI

GUIDONIA MONTECELIO

 

I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi. Possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata. Fare parchi per i bambini o porti per gli speculatori. Costruire parcheggi o asili. Privatizzare l'acqua o mantenerla sotto il loro controllo.

Dai Comuni a Cinque Stelle si deve ripartire a fare politica con le liste civiche per Acqua, Ambiente, Trasporti, Sviluppo e Energia.


Democrazia diretta: uno dei punti fondamentali del Movimento 5 Stelle, è il riavvicinamento dei cittadini alle istituzioni. Tutte le decisioni, dall'arredo urbano, alla costruzione di edifici pubblici fino alla gestione comunale, devono essere temi nei quali la cittadinanza DEVE avere un'importante  voce in capitolo.

 

PREMESSA

Quale futuro vogliamo per Guidonia Montecelio?

 

A questa domanda i cittadini, attraverso la costituzione del programma partecipato, elemento pregnante dell'iniziativa M5Stelle, hanno voluto rimarcare quanto, partendo dal rispetto dell'ambiente e delle persone, si possa ripensare ai modelli socio/economici/ambientali del nostro territorio, così offrendo benefici alla collettività e non a pochi.

Vogliamo quindi dare attuazione a quanto prevede Agenda 21 locale, fino ad oggi disattesa, ed attivare quel fondamentale processo di partnership attraverso il quale il Comune collabora con tutti i settori della comunità guidoniana per definire scenari, obiettivi e piani di azione misurabili per perseguire la sostenibilità a livello locale.

 

In questo periodo di crisi profonda dove il reddito delle famiglie viene ridotto e alcune volte annullato, dove le attività economiche di qualsiasi tipo chiudono ogni giorno, il M5S di Guidonia Montecelio vuole concentrare la sua linea programmatica su questioni le cui soluzioni possano portare ad una  più equa distribuzione del reddito ai cittadini attraverso uno stimolo all'economia locale che abbia ricadute positive sull'aumento dei posti di lavoro in tutti i settori .

 

La priorità sarà quella di orientare l'azione amministrativa verso una politica finanziaria volta al trasferimento delle spese sostenute per le cementificazioni, sugli investimenti idonei al rilancio economico e di sviluppo locale attraverso l'incentivazione di servizi ed innovazioni.

Lo scopo è di migliorare la qualità della vita dei residenti investendo in politiche ambientali, servizi sociali, mobilità sostenibile, con la volontà di trasformare il territorio per attirare e rilanciare competenze, turismo, servizi, cultura, imprese.

 

È stato così creato un programma di gestione che analizza le problematiche relative al nostro territorio ed indica soluzioni concrete in ogni ambito.

Punti principali del Programma

 

Istituzione di un tavolo permanente tra parti sociali e Istituzioni al fine di incentivare l'incontro tra "domanda" e "offerta" di lavoro.

Promozione e rilancio delle attività commerciali nei centri abitati, soprattutto per la piccola impresa a livello di ditta individuale o famigliare, da ricercarsi nella riduzione delle tasse, dei tributi e delle altre spese, all'avvio e durante i primi anni di attività.

Ampliamento dei servizi pubblici come asili nido e scuole maternegestione diretta degli impianti sportivi, delle biblioteche delle attività culturali e dove possibile  gestione diretta della raccolta dei rifiuti, generando nuova occupazione e servizi efficienti.

Potenziamento dei mercati rionali settimanali riorganizzando e predisponendo nuovi e più consoni spazi e analogamente; potenziare (dove presenti) e istituire dei "Mercati Contadini" di prodotti a produzione locale (km 0) e la promozione di gruppi di acquisto solidale.

Promozione e istituzione di orti urbani (Progetto BRAG) attraverso il recupero di terreni pubblici e/o privati.

Rilancio della formazione nell'ambito delle attività artigianali locali e di sussistenza (es. muratore, idraulico, elettricista...) collegati, ove possibile, agli istituti professionali e delle nuove professioni nell'imprenditoria delle riqualificazioni energetiche e green.

Rilancio delle attività artigianali mettendo a disposizione locali pubblici a canone calmierato oppure ausilio economico nella locazione e snellimento, in fase di avvio dell'attività, di pratiche burocratiche e tributarie .

Invito alla riconversione delle industrie altamente impattanti in industrie a basso impatto ambientale, quali impianti per il riciclo e riuso dei rifiuti, con reintegrazione del personale nei servizi e creazione di nuova occupazione.

Riorganizzazione economica e funzionale della macchina comunale, attraverso un piano di risparmi di spesa nel bilancio comunale da utilizzare ai fini dell'ottimizzazione dell'azione amministrativa.

Affidamento diretto a cittadini residenti in difficoltà economica, per l'esecuzione di lavori in economia dell'Ente, ove consentito dalla legge.

Indirizzo programmatico orientato a far diventare Guidonia Montecelio, una città ad alta tecnologia open source attraverso "laboratori di costruzione hardware open source" e "laboratori per lo sviluppo di software libero" (open software), mediante lo stimolo a l'avvio di nuove imprese (startup) e nell'agevolazioni degli affitti dei locali alle imprese.

Promozione della bonifica dell'area dell'Inviolata e delle acque sottostanti ai pozzi privati e alle acque superficiali limitrofe (le cui spese saranno a carico di chi si è reso responsabile di tale compromissione).

Apertura e fruibilità del Parco Archeologico Naturalistico (istituito con L.R. n. 22/1996) e opposizione alla realizzazione dell'impianto, all'Inviolata, del TMB (trattamento meccanico biologico dei rifiuti), anche attraverso il finanziamento delle azioni legali promosse dalle Associazioni.

Valorizzazione dei rifiuti come risorsa di materiali, negando soluzioni ultime di gassificazione (biogas da biomassa, quindi, opposizione a soluzioni "anaerobiche") o incenerimento di combustibili da rifiuti (CDR, CSS, ecc.) nei cementifici o in qualsiasi altro impianto nel territorio.

Riqualificazione della strada della Selciatella a scopo archeologico e paesaggistico e delle aree d'interesse adiacenti favorendone la fruibilità.

Perseguire e consolidare il ciclo virtuoso dei rifiuti, attraverso la Riduzione all'origine dei rifiuti (imballaggi, convenzioni sulla distribuzione, incentivi, ecc.), il Riuso di manufatti di pregio (mobilia, elettrodomestici, ecc.) fonte di nuova occupazione (artigianato di sussistenza e commercio), il Riciclo con la differenzazione nella raccolta e il Recupero e vendita consortile dei materiali (materia prima seconda).

Promozione, attraverso l'informazione (alla cittadinanza e nelle scuole), l'incentivazione (con l'applicazione della tariffazione puntuale basata sulla quantità e qualità del rifiuto differenziato), il controllo (diretto e con la tracciabilità dei rifiuti) infine, l'obbligo di una raccolta differenziata spinta porta a porta quanto più monomateriale, elevandone così la percentuale di differenziazione.

Pianificazione territoriale (ove possibile, intercomunale) del processo di raccolta e di riciclo, con l'individuazione d'isole ecologiche e incentivandone economicamente l'uso al conferimento diretto dei rifiuti da parte dei cittadini.

Tutela della salute e dell'ambiente, attraverso il monitoraggio delle emissioni inquinanti per impianti industriali potenzialmente contaminanti, di questi, quelli identificati già come criticità per la salute e l'ambiente, caratterizzati da procedure VIA/VAS (Valutazione Impatto Ambientale e Valutazione Ambientale Strategica), AIA (Autorizzazione Impatto Ambientale) oppure per Emissioni in atmosfera (DLgs n°152/2006), sarà fatto obbligo di una centrale di analisi dell'emissioni collegata 24/24h in un sito visibile a tutti i cittadini (tale controllo sarà coordinato da un ente terzo indipendente). Contribuire al controllo comunale degli acquedotti.

Manutenzione e incentivazione del verde pubblico, attraverso la ripiantumazione di alberi e piante (applicazione L. 10/2013 "un albero per ogni nato"), la creazione di parchi aventi dimensioni adeguate con spazi dedicati allo svago dei cani e il censimento di piante e alberi pubblici e privati.

Riqualificazione energetica di tutti gli uffici e le strutture comunali attraverso l'applicazione di sistemi attivi e passivi per il risparmio energetico, scelti anche in funzione del miglioramento estetico dei fabbricati e nel rispetto e la conservazione di quegli immobili ricadenti nei centri storici.

Interventi di riduzione degli inquinamenti, elettrico, elettromagnetico (rivalutazione del Piano Antenne, elettrodotti), luminoso e acustico ove possibile.

Stop al consumo di suolo e a ulteriori cementificazioni. Verifica del Piano Urbanistico Comunale, contrastando le nuove aree d'espansione urbanistica (lottizzazioni di aree agricole). Favorire il recupero e il restauro del patrimonio edilizio esistente, comunque, avviando processi di trasformazione condivisi. Incrementare il patrimonio pubblico, migliorando le aree verdi esistenti e realizzandone altre, rivalutando il patrimonio agricolo esistente, dei terreni non edificati, valorizzandone la conservazione e la riqualificazione, specie dei terreni abbandonati.

Studio e analisi dell'assetto urbano esistente e la creazione di luoghi pubblici aggregativi nei quartieri e circoscrizioni, per la vita sociale e ricreativa del cittadino come piazze o spazi pedonali attrezzati.

Protezione e salvaguardia dei bacini idrici di superficie (favorendone la fruizione pubblica) e quelli di profondità, con particolare attenzione ai livelli e alla qualità delle falde freatiche nelle aree delle cave e limitrofe, attraverso la ricostituzione, ove possibile, dei bacini, laddove, compromessi (a causa di subsidenze).

Individuazione e identificazione delle presenze associative del territorio finalizzata a rapporti di trasparenza tra Ente locale e Associazioni, nonché, la valorizzazione di queste con un forum permanente di consulta (ad accesso WEB) tra Comune-associazioni-cittadino finalizzato al coordinamento del volontariato sul territorio e alla costituzione di eventi per la cittadinanza.

Valorizzazione dello "Sportello Affido dei Minori" con un coordinamento tra ASL, Comune, privato-sociale e volontari per il monitoraggio, la prevenzione e l'intervento nei casi di disagio sociale dei minori in abbandono e prevenzione dell'abbandono.

Perseguimento di progetti d'integrazione sociale tra immigrati e comunità locale (es. sportello unico per l'integrazione sociale e sanitaria) per creare un tessuto sociale coeso e fornire servizi di informazione, attraverso il potenziamento di consultori e sportelli per favorire una piena coesione sociale.

Attuazione e sviluppo progressivo di misure atte all'assistenza delle persone non autosufficienti, tramite un preciso e mirato progetto di assistenza domiciliare.

Rilancio, in collaborazione con la ASL, delle campagne di sensibilizzazione verso gli animali e la stipula di convenzioni con ambulatori veterinari, per le sterilizzazioni (lotta al randagismo) e le microcippature. Realizzazione di un canile comunale, con l'ausilio del volontariato nel suo mantenimento e la costante valutazione da parte di associazioni di riferimento.

Progetto di sconti per famiglie disagiate in una rete di esercizi commerciali convenzionati comprendenti negozi al dettaglio, punti della grande distribuzione, cinema, teatri, senza gravare sul bilancio comunale.

Favorire l'accesso a fondi regionali, nazionali ed Europei destinati al potenziamento dell'assistenza ai soggetti diversamente abili.

Sistema di trasporto cittadino pubblico e privato, per la mobilità a chiamata degli utenti deboli.

Attivazione di un Centro Comunale per la famiglia, che informi, valorizzi, supporti e promuova progetti e proposte per fornire aiuti concreti.

Incentivare sul territorio le iniziative a sostegno delle vittime di violenza, in particolare Donne e Minori, con l'obiettivo a lungo termine, se possibile economicamente, di poter avviare un centro d'accoglienza comprendente l'ospitalità.

Richiesta di adeguamento del rapporto tra le forze dell'ordine e abitanti al fine d'intraprendere una giusta azione di prevenzione e contrasto alla lotta contro la micro e macro criminalità.

Promuovere un forum permanente di consultazione tra le forze dell'ordine (Commissariato di Polizia dello Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale), cittadini e l'Amministrazione, atto a individuare le problematiche, prevenire i reati (furti, aggressioni e truffe), informare e sensibilizzare la popolazione promuovendo progetti e iniziative a supporto di una cultura del rispetto delle regole.

Pianificazione socio sanitaria attraverso un Piano di Zona Distrettuale triennale per la salute ed il benessere sociale e gli accreditamenti dei servizi socio sanitari.

Campagne di prevenzione, con priorità delle malattie ricorrenti nel territorio (tiroidee, leucemiche, respiratorie e cardiocircolatorie). Inserimento di Guidonia Montecelio e Valle dell'Aniene nel Registro Nazionale dei Tumori e Leucemie al fine di individuare le zone specifiche riscontranti queste malattie.

Potenziamento e rilancio dei consultori, con la costituzione di un'unità mobile (camper) a riferimento del territorio, rendendo disponibili così i servizi socio-sanitari quanto più possibile alla popolazione.

In collaborazione con l'ASL, attivazione di un servizio a sostegno di soggetti non autosufficienti e per l'assistenza ai familiari di pazienti ricoverati in reparti lunga degenza.

Nell'ambito Regionale s'intende sollecitare l'apertura di una Casa della Salute (con servizi di Primo Soccorso).

Promozione dell'apertura di una Farmacia Comunale.

Pianificazione di un sistema di viabilità ciclo-pedonale collegata al trasporto pubblico locale  e introduzione delle "ZONE 30" nelle aree residenziali.

Fluidificazione del traffico automobilistico e dei mezzi pesanti, regolamentazione della sosta e revisione dei sensi di marcia.

Potenziamento del servizio pubblico dei trasporti comunali ed intercomunali.

Realizzazione di aree di parcheggio coperte ed attrezzate (fotovoltaico, ricarica mezzi elettrici, camper service, WiFi) collegate ai servizi di pubblico trasporto, piste ciclabili, Bike e car sharing.

Creazione del Centro di Competenza Economica,  che avrà il compito di elaborare e perseguire gli obiettivi del "Piano di sviluppo economico comunale" volto al rilancio di attività e servizi, individuando forme di finanziamento e investimento e per cooperazione con università e ricerca.

Incentivi alle realtà associative no profit e ai cittadini per il welfare, sulla base di valutazioni e criteri di efficienza, volontariato e attivismo, avvalendosi di un sistema di monitoraggio dei servizi offerti.

Razionalizzazione della spesa pubblica comunale, revisione del bilancio per una oculata allocazione di risorse focalizzato su esigenze del territorio e nell'ottica degli Open Government, condivisione con cittadini e associazioni nella pianificazione e nelle priorità degli interventi di spesa allo scopo di realizzare un Bilancio partecipato.

Innovazione dei servizi comunali come leva di efficienza, trasparenza e contenimento della spesa.

Introduzione del Codice Etico per i politici.

"Politometro", ovvero l'analisi dello stato patrimoniale all'inizio e alla fine del mandato per i Consiglieri, Assessori e Sindaco.

Attuazione e costituzione di un ufficio dedicato alla Legge n. 190/2012, "Anticorruzione" e per il D.L. n. 33/2013 "Trasparenza".

Centralizzazione delle gare d'appalto e degli acquisti volto all'ottimizzazione della spesa pubblica e per  una maggiore trasparenza della concorrenza negli appalti pubblici.

Integrazione e supporto dell'agenda Digitale regionale e Nazionale individuando aree prioritarie di intervento per indirizzare e sostenere al meglio la crescita dell'innovazione digitale sul territorio adottando il paradigma dei dati aperti (open data) per tutti gli atti e documenti del comune, valorizzando il patrimonio informativo pubblico.

Realizzazione e potenziamento di applicazioni di amministrazione digitale (e-government) volta al miglioramento dei servizi ai cittadini e all'impresa, tendendo ove possibile a un'amministrazione digitalizzata a "carta zero" garantendo comunque l'accessibilità per i soggetti deboli.

Realizzazione di uno sportello virtuale per la raccolta delle segnalazioni dei cittadini riguardanti gli interventi sul territorio comunale di sicurezza stradale, decoro, pulizia, manutenzione strade parchi e marciapiedi al fine di ottimizzare i tempi di intervento (es. Progetto Ambrogio nel comune di Milano).

Utilizzo delle strutture scolastiche anche in orari extra scolari per attività socio-culturali, in collaborazione con le dirigenze scolastiche.

Valorizzazione per la rinascita dello sport di tutte le discipline sportive e assegnazione delle strutture sportive comunale alle associazioni meritevoli. Utilizzo, anche in collaborazione con CONI, delle grandi strutture sportive (centro polisportivo).

Rivalutazione dei siti di interesse culturale come fonte di sviluppo economico attraverso la realizzazione di un percorso turistico Guidonia Montecelio e di una card integrata per percorsi turistici del nord-est.

Rivalutazione dell'area compresa nell'aeroporto Barbieri, con interventi nelle sedi istituzionali e politiche per la salvaguardia ed il sostegno delle strutture di grande valore storico ed ingegneristico presenti nello stesso, con conseguente sviluppo economico per la collettività.

In collaborazione con le associazioni locali del settore, l'ideazione e la pubblicizzazione di un circuito di fruizione dei teatri del comune.

Rilancio, valorizzazione e diversificazione delle offerte proposte dalle biblioteche comunali (corsi didattici, book-sharing, estemporanee culturali), facendole divenire occasioni d'incontro, formazione e crescita. Realizzazione di un'area attrezzata coperta da adibire a concerti e fiere.

Riordino e sviluppo dei centri polivalenti delle arti.

Promozione del volontariato sociale (es. Guerrilla Gardening) in seno alla gestione di piccole aree verdi pubbliche (programma adotta un giardino o aiuola), soddisfacendo in un'economia di gestione il decoro urbano.

La costituzione di un Piano di Videosorveglianza attraverso una rete cittadina centralizzata (applicando gli strumenti per la garanzia della privacy) nelle aree, maggiormente degradate e isolate.

Riconversione graduale all'interno dell'Ente, ove applicabile, dell'uso di software proprietario (con licenza) a quello del software libero ed open source, permettendo così economie di sistema riutilizzabili anche per la formazione del personale.

 

Guidonia Montecelio, 25 maggio 2014


versione PDF

Programma Amministrativo Elezioni 2014.pdf

Le 5 Stelle per Guidonia Montecelio

5stelle.jpg

Home Page