MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Servizi ai cittadini

Giovedì 1 dicembre dalle ore 18:00 alle ore 20:00, presso il Bar Lanciani Guidonia

Un avvocato del M5S esperto in materia, relazionerà in punta di diritto sulle ragioni del NO all'inutile e deleteria riforma del Governo Renzi. 


Sono tutti invitati, soprattutto chi non ha preso ancora una posizione per comprendere quanto sia IMPORTANTE VOTARE NO


1dic2016.jpg


A seguito di convocazione dell'ex capogruppo del M5S nell'ultima legislatura in seno al Consiglio comunale di Guidonia Montecelio, il Commissario Marani ha ricevuto gli ex consiglieri Sebastiano Cubeddu, Giuliano Santoboni e Michel Barbet, quest'ultimo attivista del Movimento.

In un clima di reciproca collaborazione e di attento esame delle diverse criticità, il Commissario ha evidenziato la gravissima situazione economico-amministrativa in cui versa il nostro Comune, tale da indurlo a valutare la possibilità concreta di chiedere l'ispezione al MEF (Ministero dell'Economia e delle Finanze) e la consulenza tecnico-contabile della Città Metropolitana poiché:
a) sono state rilevate situazioni "non chiare" sia sotto il profilo contabile, sia sotto il profilo relativo al procedimento; ciò da un lato non consente di poter pervenire alla redazione di un bilancio, d'altro canto rende necessari approfondimenti da cui potrebbe scaturire la necessità di "attivare" la Procura della Repubblica e la magistratura contabile, che sono già state, peraltro, interessate;
b) le situazioni non trasparenti, le indagini in corso ed i procedimenti penali pendenti, che interessano dirigenti e funzionari del Comune, non consentirebbero di operare serenamente se non ricorrendo ad una consulenza tecnico contabile a cura della Città Metropolitana con tecnici di comprovata competenza, esperienza ed affidabilità, che possano consentire la redazione del bilancio;
c) l'eventualità, anche questa purtroppo concreta, che all'esito di ogni verifica contabile si possa arrivare ad una fase di pre-dissesto finanziario, con le relative conseguenze che comporterebbe a carico di tutti i cittadini.

La sintesi operata dal Commissario, il quadro gravissimo che ne è emerso, comprova pienamente la "fondatezza" delle azioni svolte in Consiglio Comunale, nel ruolo di opposizione, dal M5S, che è stato il primo a denunziare - e più volte - in Aula Consiliare fatti ed operati di politici locali, dirigenti e funzionari, producendo sentenze (della Corte dei Conti, del Tribunale penale, del Tar, e del Consiglio di Stato) e con dossier inviati all'Anac e al Prefetto di Roma.

Ai cittadini resta la speranza di poter ottenere, finalmente, giustizia.

Movimento 5 stelle Guidonia Montecelio​
Consigliere Regionale Devid Porrello​

Comune.jpg

Il Movimento 5 Stelle di Guidonia Montecelio invita tutti i cittadini a partecipare all'ormai consueto appuntamento annuale per parlare di rilancio del territorio e partecipazione attiva per il futuro della nostra città.

Sabato 10 Settembre dalle 16 assieme ai cittadini, agli attivisti e ai portavoce si parlerà delle ragioni del M5S per il NO al Referendum Costituzionale di Ottobre e di quanto è stato fatto e ancora c'è da fare per arrivare al governo di Guidonia Montecelio.

Dal pomeriggio apriranno gli stand gastronomici con menù tradizionali e vegani, ci saranno gli stand di realtà associative e molto attive nel territorio, come il FabLab di Villanova e quello de "I ragazzi dell'Inviolata".

In serata ci sarà l'esibizione del cantautore Marco Gemma che presenterà i suoi lavori al pubblico di Guidonia.

#IoDicoNo

10settembre2016_FRONTE.jpg10settembre2016_RETRO.jpg

26 aprile: nell'assordante latitanza della maggioranza, si consuma l'ennesimo Consiglio Comunale deserto, alla faccia dei cittadini che aspettano risposte e della democrazia, quella dei governanti eletti dal Popolo.

Si sarebbe dovuto fare il punto sulla vicenda Eco Consul, società che grazie ad una delibera di Giunta (221/2012) raccoglie e trasferisce la frazione umida della raccolta differenziata di decine di comuni del Lazio tra cui Guidonia Montecelio, che per inciso, ha pagato anche un prezzo più alto degli altri con forti ripercussioni sulla TARI. E a pesare sulla tassa, anche la mancata entrata di un cosiddetto "ristoro ambientale" di 2 euro/ton mai riscosso dalla nostra amministrazione. E facendo due conti, tra la tariffa molto più alta e il mancato incasso del ristoro, non avremmo certo avuto un rincaro della TARI del 30%.

L'impianto ha lavorato per molto tempo senza attirare troppo l'attenzione, tranne quella di una folta quantità di gabbiani e di conseguenza della Polizia Provinciale del distaccamento di Villa Adriana, che ha cominciato ad indagare per vederci chiaro.

Grazie al lavoro degli inquirenti sono stati spiccati 8 avvisi di garanzia per i componenti della Giunta che autorizzarono l'impianto.

Il Movimento 5 stelle aveva già sollevato la questione in Commissione Ambiente, soprattutto alla luce del fatto che per ben 4 anni il servizio è stato affidato senza gara.

A Marzo 2016, finalmente l'area ambiente decide di far chiarezza sulla questione chiedendo ufficialmente quali sono i Comuni e quali sono le quantità di rifiuto che vengono conferiti nell'impianto, e le certificazioni di regolarità tecnica dello stesso..

Nel Consiglio Comunale di ieri, avremmo voluto chiedere al vicesindaco, raggiunto da uno degli avvisi della procura, di ragguagliarci sullo stato dei fatti e spiegare le motivazioni di questo chiarimento così "tardivo" rivolto ad Eco Consul.

Il 22 aprile la maggioranza ha approvato un piano economico TARI che peserà ancora molto sui cittadini e che avrebbe potuto essere alleggerito sia dal ristoro proveniente dai comuni e mai versato e sia da una tariffa di conferimento che avrebbe potuto tener conto del territorio ospitante questo impianto gestito da una società che non ha partecipato ad alcuna gara!

Ma a chi governa la nostra città, evidentemente dare spiegazioni non interessa e preferisce nascondersi dietro un umiliante assenteismo muto e ottuso.


FB_IMG_1461790276908.jpg


Il consigliere Santoboni:"Abbiamo studiato le carte e siamo qui per fare chiarezza, non certo propaganda".

Si è svolto in Piazza Massucci l'incontro pubblico tra gli attivisti del M5S, il consigliere Giuliano Santoboni e i cittadini preoccupati per l'installazione di unripetitore cellulare in una terrazza privata in Via del Capo Croce.

Dopo un'attenta analisi degli atti e continui contatti con i tecnici dell'ARPA che hanno chiarito alcune perplessità, il M5S ha voluto incontrare gli abitanti per spiegare la reale situazione sulla questione che da giorni sta agitando i monticellesi, soprattutto quelli del centro storico.

Dallo studio del regolamento del piano antenne (approvato con delibera del Consiglio Comunale n° 22 del 28.03.2006) sono emerse delle mancanze da parte dell'Amministrazione riguardo l'obbligo di pubblicità della richiesta di autorizzazioneall'installazione (presentata in data 22.12.2015) sul sito internet del Comune, e la mancata decisione dell'Amministrazione in merito alla suddetta istanza che trascorsi 90 giorni è stata considerata automaticamente accolta (art. 12 del regolamento).

Nell'incontro il M5s ha distribuito dei moduli per avanzare un reclamo al gestore come segno di protesta, iniziativa decisamente ben accolta dai cittadini presenti.

<<Nei prossimi giorni il M5S presenterà una mozione per modificare l'ormai datato regolamento del piano antenne - ha spiegato Santoboni - che peraltro prevede la possibilità di predisporre apparati nell'intera area del centro storico del Borgo (contraddistinta come Area Preferenziale 2). La nostra preoccupazione deriva anche dalle novità introdotte dal decreto "Sblocca Italia" che deroga completamente le autorizzazioni paesaggistiche per l'installazione di tali impianti, che di fatto rende inapplicabile buona parte del regolamento>>.

Nei prossimi giorni il M5S invierà una richiesta ufficiale ad ARPA per avviare un monitoraggio per la salvaguardia della salute in molte zone del comune con notevole presenza di ripetitori, come Setteville, Collefiorito e Villalba oltre alla stessa Montecelio.

L'impegno del M5S per il borgo, non finisce qui. Ci sono ancora tanti problemi da affrontare come la paventata realizzazione di un forno crematoriopresso il cimitero comunale e la riapertura del Teatro Comunale di Montecelio ormai chiuso da tempo per i danni cagionati da infiltrazioni di acqua.

ANTENNAMONTECELIO.png


RUBEIS E DI PALMA BASTA! 
IMMAGINE DI GUIDONIA MONTECELIO MASSACRATA
FUORI, FUORI DALLE ISTITUZIONI

Ancora avvisi di garanzia, ancora intercettazioni che se da un lato sono rimesse ad ogni accertamento della Procura penale, dall'altro devono indurre ad un giudizio politico!
Ed il giudizio politico è di inaccettabile prosieguo di questa devastante legislatura comunale.

GRAVISSIMI I DANNI ALL'IMMAGINE POLITICO ISTITUZIONALE INFERTI ALLA NOSTRA CITTÀ!

Sindaco e vice sindaco, abbiate il "decoro" di dimettervi!
Anzi, proprio a voler essere franchi: LIBERATECI DI VOI, PERCHÉ STATE OPPRIMENDO IL PRESENTE ED IMPEDENDO IL FUTURO DI UNA GUIDONIA MONTECELIO CHE MERITA BEN ALTRO.
SE NON VI DIMETTETE ENTRO GLI INIZI DI FEBBRAIO IMPEDIRETE LE ELEZIONI A GIUGNO!
SARETE RESPONSABILI ANCHE DI QUESTO!
ED IO LO URLERÒ PERCHÉ LA NOSTRA GENTE SAPPIA!
PERCHÉ LA VOSTRA GENTE SAPPIA!
FUORI, FUORI DALLE ISTITUZIONI!


stampa.png


ORA PRETENDO LE DIMISSIONI DI RUBEIS

In altra occasione mi sono rivolto in modo diretto "all'uomo" Rubeis, chiedendogli le dimissioni sulla scorta di considerazioni la cui valenza permane ancor oggi, 20 gennaio, all'esito dell'udienza dibattimentale che si è celebrata questa mattina presso il Tribunale Penale di Tivoli. 

Oggi richiamo, invece, la sua carica di Sindaco, seppur sospese le sue funzioni, non più per chiedere ma per "pretendere" le sue dimissioni. 
Ricorderete che il Sindaco Rubeis é indagato per i reati di corruzione e concussione ed è agli arresti domiciliari da circa 6 mesi. Oggi il tribunale ha rinviato la causa a marzo e poi a giugno prossimo, non facendo venir meno la misura cautelare di restrizione della libertà personale. 

Detto questo, mentre prima chiedevo le dimissioni di Rubeis, oggi le pretendo come cittadino, in primis, e poi come consigliere comunale. Ciò perché non si può tollerare che un Sindaco di un comune d'Italia, di un Paese asseritamente civile, in queste condizioni, che si protrarranno ancora per mesi e mesi, non restituisca in mano agli elettori la scelta di un nuovo sindaco, quello in cui vorrebbero poter credere, perché lui non è più la scelta per il loro futuro. 

Non si può proprio accettare che Rubeis continui a restare, a non dimettersi a fronte di tale situazione: tale condotta dimostra esclusivamente una grave ed inaccettabile insensibilità rispetto alle sorti di Guidonia Montecelio; dimostra quanto Rubeis stia soltanto pensando a se stesso ed alle proprie vicende giudiziarie. 
Un primo cittadino dovrebbe avere come preminente interesse l'Alto Senso delle Istituzioni, il Senso del Dovere, il Bene comune. Rubeis, invece, non dimettendosi, dimostra di fregarsene Altamente di tutto questo. Lascia le sorti della città ad un facente funzioni non eletto che, come se tutto il resto non bastasse, ha la faccia di bandire un concorso a dirigenti sotto Natale ed in 15 giorni (È da impugnare al Tar, per quanto é intollerabile il fatto che si ammetta una cosa simile). 
Questo Sindaco pretendo che si dimetta! Non tanto per quello che avrebbe compiuto secondo l'accusa penale (sub iudice) ma per come si sta comportando ora.
Rubeis sta ponendo il proprio interesse davanti a quello della collettività, facendolo prevalere. 

La sua condotta é politicamente deplorevole! Un insulto, un'offesa al rispetto dei cittadini che si trovano a non poter cambiare neppure il proprio futuro. Ciò perché un solo uomo sta pensando a se stesso e non si dimette, neppure in costanza di accuse gravi e di una misura cautelare (gli arresti domiciliari) altrettanto grave.

Dov'è il senso delle Istituzioni? 
Dov'è il rispetto dei cittadini? 

Rubeis, ti stai rivelando oggi (e non ieri) un pessimo Sindaco, politicamente deleterio per questa amministrazione, non per quello che ti viene penalmente contestato ma perché non ti dimetti, come sarebbe normalmente accaduto in qualsiasi altro Paese che possa dirsi "civile".


RubeisDimettiti.jpg
Il M5S di Guidonia Montecelio è contrario allo spostamento del fondamentale servizio del Centro Antiviolenza "Le Lune" presso le strutture sanitarie dell'Italian Hospital Group e propone l'utilizzo delle case confiscate alla mafia ed assegnate all'amministrazione comunale che si trovano a Colleverde.

Dopo alcuni colloqui con gli operatori e con alcuni utenti del centro antiviolenza Le Lune che da anni svolge un prezioso servizio alle donne in difficoltà nei locali di Collefiorito, il M5S si dichiara contrario all'utilizzo dei locali messi a disposizione dall'IHG per lo svolgimento del servizio. La struttura, seppur ottenuta in maniera gratuita dalla direzione della struttura sanitaria privata, non garantisce la necessaria riservatezza e specificità che un servizio del genere deve necessariamente avere. Anche dal punto di vista psicologico, poi, dover associare nello stesso luogo coloro che hanno problemi sanitari o psichiatrici con le vittime della violenza, crediamo sia fondamentalmente un errore.

La città di Guidonia Montecelio dispone di ben 3 villette di varia metratura a Colleverde, assegnate dallo stato centrale all'amministrazione per destinarle a scopi sociali e non vediamo altro utilizzo migliore che garantire una continuità di un servizio essenziale per le donne e per le famiglie in difficoltà.

Gli appartamenti sono pronti e rifiniti, basterebbe veramente poco a renderli adeguati ed arredati per accogliere la numerosa utenza che travalica anche i confini della nostra città. Nel frattempo che si predispongono i lavori, sarebbe possibile ospitare il centro nei locali non utilizzati all'interno dell'assessorato ai servizi sociali in via Numa Pompilio, anch'essi nella piena disponibilità dell'amministrazione comunale.

Ci siamo resi disponibili nelle commissioni competenti e nei colloqui con il vicesindaco a favorire in ogni maniera la transizione e la stabilizzazione del servizio.

Antiviolenza.jpg

l M5S denuncia il mancato impegno dell'amministrazione per preservare il decoro urbano

Un paese più pulito è un paese più bello e più vivibile. Lo sarebbe anche il Borgo di Montecelio se non fosse dimenticato e abbandonato al degrado e all'incuria, complice, per di più, l'inciviltà di alcuni residenti.Basta fare una passeggiata nel centro storico, percorrere le strade che portano alla Rocca per rendersi subito conto dell'allarmante situazione (anche igienico-sanitaria) in cui versa.

Alcuni attivisti del M5S, muniti di cellullare, hanno documentato lo stato di degrado con alcune fotografie. Un "tappeto" di deiezioni canine - colpa ovviamente dei padroni incivili - ma anche cattivi odori di pipì di gatto,  accumulo abnorme di escrementi di uccelli e vere e proprie discariche abusive, dislocate in più punti, che denotano la prolungata assenza di interventi di pulizia.

La situazione è diventata ormai insostenibile, alcuni cittadini residenti  hanno iniziato ad affliggere cartelli in più punti del borgo per denunciare il loro sdegno e sofferenza nel dover vivere in una tale condizione.

Il M5S ha prontamente segnalato tale stato di degrado richiedendo nel contempo un intervento urgente  per ripristinare le condizioni igieniche nelle vie del borgo.

Va evidenziato, inoltre, che già da tempo i nostri consiglieri hanno sottoscritto una proposta di delibera al Consiglio Comunale chiedendo l'adesione, gratuita, del Comune di Guidonia Montecelio al sito web www.decorourbano.org per la segnalazione di forme di degrado urbano nel territorio comunale, attraverso la partecipazione attiva dei cittadini. 

Molti i comuni che hanno aderito a questa iniziativa altri che hanno adottato diverse misure per ridurne il fenomeno come la predisposizione di adeguati contenitori per rifiuti e distributori di sacchettini per la raccolta delle deiezioni canine, la sterilizzazione degli animali randagi e maggiori controlli da parte della polizia municipale . 


Interventi che se attuati anche dalla nostra amministrazione  potrebbero dare nuova dignità al Borgo di Montecelio

Archivio

Questa pagina è l'archivio dei post nella categoria Servizi ai cittadini.

Scuola è la categoria precedente.

Sviluppo è la categoria seguente.

Prossimi eventi