MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Gussago - 

Abbiamo presentato una mozione con cui chiediamo l'accesso gratuito per i cittadini ai primi 50 litri di acqua potabile per uso domestico.

La mozione, sarà annunciata dal portavoce Mara Rolfi nel Consiglio Comunale del 15 marzo 2015 -in occasione della giornata mondiale dell'acqua- per poi essere dibattuta e votata il consiglio successivo, propone al Comune di intraprendere ogni iniziativa di propria competenza, affinché gli organi competenti adottino una politica tariffaria che consenta ad ogni cittadino residente la gratuità giornaliera dei primi 50 litri di acqua potabile, ed il pieno godimento dei diritti umani sanciti dall'ONU; e di predisporre la modifica dello statuto comunale che sancisca il principio della proprietà pubblica del servizio idrico e che garantisca la gratuita dei primi 50 litri di acqua potabile per solo uso domestico.


La mancata fatturazione per la gratuità dei primi 50 litri di acqua potabile potrà essere facilmente ripartita, col criterio della progressività, diluendola sulle eccedenze erogate. Questa iniziativa contribuirà a garantire ai cittadini Gussaghesi la diminuzione delle bollette del servizio idrico, innescando principi virtuosi di risparmio della risorsa.


La mozione fa riferimento alla risoluzione approvata il 28 luglio 2010 a New York dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che riconosce l'accesso all'acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari tra i Diritti Fondamentali dell'Essere Umano e per questo considerati Universali.

Il Contratto Mondiale per l'Acqua indica in circa 50 litri la quantità minima giornaliera per soddisfare i bisogni essenziali di un essere umano, necessari per favorire i servizi igienico-sanitari di base, ancora preclusi ad oltre 2,5 miliardi di persone nel mondo.


L'acqua potabile è un bene comune: indispensabile per la sopravvivenza dell'uomo; presente in natura in quantità limitata e con concentrazioni territoriali disomogenee, dunque prezioso; entrato a far parte ufficialmente della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo.

L'acqua potabile non può essere considerata una merce assoggettabile a logiche di libero mercato, come una qualsiasi altra merce, e pertanto deve essere necessariamente gestita fuori dalle regole di profitto.

mozione Acqua Quantitativo minimo 50 litri (1).pdf

MOZIONE DECORO URBANO


Gussago - 

Stasera a Gussago dopo 4 mesi di silenzio andrà nuovamente in scena il consiglio comunale, per quest'occasione il Movimento5stelle ha presentato una Mozione.


Gussago, 2 maggio '14

COMUNICATO STAMPA
M5S: "Quale strumento migliore di condivisione e trasparenza di una piattaforma di tipo
e-gov, accessibile a tutti i cittadini di Gussago per segnalare disagi e disservizi?"
Gussago, 2 maggio - Il Consigliere Comunale di Gussago, Mara Rolfi, M5S, ha
depositato presso il Comune di Gussago la mozione "decoro urbano",
proponendo con la stessa l'adozione di uno strumento software, una
piattaforma di tipo e-gov accessibile a tutti i cittadini, la quale permetterebbe
di concentrare le segnalazioni dei disagi e dei disservizi pervenute dai cittadini
e di fornire al tempo stesso, una risposta immediata, monitorando l'oggetto
delle inefficienze e fornendo informazioni utili relative alla risoluzione del
problema segnalato.
Si creerebbe in tal modo una comunicazione bidirezionale cittadinoamministrazione
capace di sviluppare un maggior senso civico, contribuendo al
recupero della fiducia dei cittadini nei confronti dell'amministrazione pubblica.
Per il MoVimento5Stelle la partecipazione e la trasparenza sono i mezzi con cui
è possibile far riavvicinare i cittadini alle istituzioni. Importante, afferma il
Consigliere Comunale Mara Rolfi, utilizzare tutti i mezzi in nostro possesso per
far tornare la fiducia da parte della cittadinanza nei confronti delle istituzioni,
partendo dal comune fino alle istituzioni maggiori.
Inoltre con i dati raccolti sarebbe possibile eseguire controlli e statistiche sugli
interventi eseguiti dalle aziende che operano per conto del Comune e
dall'amministrazione, contribuendo così, al miglioramento della qualità dei
servizi offerti, alla verifica degli aspetti contrattuali e alla rimodulazione di
risorse per fornire servizi sempre migliori.
Per tutti coloro che invece avessero difficoltà ad utilizzare un personal
computer, si è pensato all'istituzione di un numero telefonico dedicato, tramite
il quale sarà l'operatore stesso, recepite le segnalazioni, ad inserirle utilizzando
lo strumento online.
Il M5S di Gussago aveva già presentato all' amministrazione comunale tale
proposta l'11/12/2012, senza però ottenere nessuna risposta.
Confidiamo nella collaborazione dell'amministrazione Marchina per portare ad
un salto qualitativo ed evolutivo la comunicazione, per i disagi riscontrati, e
l'efficienza tra comune e cittadinanza.
Ricordiamo che la discussione in merito alla Mozione presentata dal M5S
avverrà in sede di Consiglio Comunale il giorno 5 maggio c.a. alle ore 20:00.
Per info contattare:
Mara Rolfi
Consigliere Comunale
MoVimento5Stelle Gussago
Email: info@gussago5stelle.it

Qui trovate il testo della mozione depositata:

Mozione DECORO URBANO 2.pdf


Gussago - 

COMUNICATO STAMPA

MOZIONE TRASPARENZA: BOCCIATA!!!!!

A Gussago il 26 settembre '12 si è svolto il consiglio comunale n. 5 della "nuova" giunta Marchina. In esame al secondo punto all' ordine del giorno c' era la Mozione Trasparenza del gruppo Consiliare "MoVimento 5 Stelle Beppe Grillo. it" per la modifica del regolamento del Consiglio Comunale e delle commissioni consiliari. Nella Mozione chiedevamo che venisse modificato il regolamento del Consiglio Comunale e che le riprese fossero liberalizzate a tutti i presenti del pubblico. La nostra seconda richiesta riguardava le riprese in diretta streaming delle sedute consiliari e delle commissioni. La trasparenza nelle case cittadini portata in diretta è fondale per dare un chiaro segno inequivocabile di democrazia nelle abitazioni dei gussaghesi e non solo, crediamo fortemente che la diretta streaming sia l' unica prova inconfutabile della veridicità di che sta accadendo in tempo reale, ma la giunta Marchina, all' unanimità, con secco NO ha bocciato la Mozione in tutti i suoi punti. E' importante mettere a conoscenza i cittadini del fatto che tutte le forze di minoranza (PDL, Lista Civica Con Voi e Cattolici e Democratici-Lavoro Tradizione Lega Nord) hanno sottoscritto la Mozione, appoggiandola e dibattendola caldamente. La giunta Marchina si deve rendere conto che con questo NO sta andando contro la maggioranza dei cittadini che hanno espresso il proprio voto alle elezioni comunali a maggio 2012. sia in commissione che in Consiglio Comunale, la giunta Marchina ha portato delle motivazioni un po' troppo "trasparenti", talmente deboli che ad oggi nessuno dei proponenti ha ancora compreso il NO di una maggioranza ormai cariatide della politica gussaghese. Si è semplicemente trincerata dietro una barricata dibattuta dal consigliere Fiume, sostenendo che le dirette lo metterebbero in imbarazzo e che si prenderanno l' impegno di portare, una volta catalogate e private degli interventi del pubblico, le differite sul sito comunale.
Rimaniamo in attesa di poter visionare i costi di una simile operazione, la quale sicuramente non avrà gli stessi proposti da noi, ossia pari quasi allo zero.
La vergogna di fronte ad una telecamera che riprende per trasmettere in differita, viene tollerata meglio della diretta streaming, consigliere Fiume, o c'è dell' altro da leggere tra le righe? Ad esempio è stata la sua dichiarazione sconcertante in merito alla sua visione della trasparenza: parole testuali del Consigliere Fiume: " La trasparenza è la proprietà fisica che permette alla luce di passare attraverso un materiale". Praticamente nessuna risposta!

Mara Rolfi
Consgliera comunale M5S Gussago


Gussago - 

12.06.2012

Siamo qui a spiegarvi il motivo per cui vedrete una bacheca divisa a metà a Gussago, quella in questione è del PDL.

Qualche giorno fa abbiamo chiesto a Ilaria Marchina se gentilmente avessimo potuto affiggere nella sua bacheca una locandina di un film "Sporchi da Morire" in proiezione con il Comitato Spontaneo No Centrale Biomasse a Rodegno Saiano, gruppo in cui il MoVimento di Gussago fa parte e sostiene ormai da sei mesi. La Sig.ra Marchina, non conoscendo il contenuto del film, trattasi di argomentazioni riguardanti gli inceneritori, ci ha risposto che le era venuta un' idea: momentaneamente, e fintanto che il nostro sindaco Bruno Marchina non ci avesse concesso la bacheca che ci spetta di diritto come gruppo consiliare, lei ci avrebbe dato in prestito una parte della sua, fintanto che non avessimo preso possesso della nostra.

Del prestito, e sottolineo prestito, della Sig.ra Marchina ne abbiamo discusso ed abbiamo deciso di accettare indipendentemente dal colore del partito d' appartenenza, in quanto noi del MoVimento di Gussago abbiamo valutato la persona e non il vestito con cui si è presentata alle elezioni comunali.

Perché tutto fosse chiaro, separato e ben distinto Tatiana Basilio esponente del MoVimento con Ilaria Marchina si sono recate dal nostro sindaco e gli hanno comunicato verbalmente e con lettera protocollata quali fossero le nostre intenzioni. Lui non ha obiettato.

Quindi, cari cittadini ed elettori del MoVimento, non pensate che ci stiamo alleando con il PDL, ma semplicemente è un momentaneo prestito, chiarito proprio da una netta distinzione in bacheca, in quanto se gli uni o gli altri avranno da dire in merito ad iniziative di partito differenti, a cose ben divise non ci saranno equivoci per nessuno!

Siamo in accordo con la Sig.ra Marchina, come con altri partiti presenti sul territorio di Gussago, su alcune tematiche comuni, che porteremo avanti nel nostro percorso consiliare, ma la bacheca non deve destare nessun sospetto di strani accordi, è solo una situazione momentanea di reciproca e civile convivenza, non perché si è diversi ci si deve fare per forza la guerra!!!!!!

Mara Rolfi
Portavoce MoVimento 5 Stelle Gussago

E adesso viene il bello!


Gussago - 

Vorrei fare un ringraziamento a tutte quelle persone che nei giorni del 6 e 7 maggio hanno deciso, chi perché schifato, e chi perché convinto veramente, di dare al MoVimento 5 Stelle la propria preferenza; vorrei spendere alcune parole per cercare di far capire ciò che a noi piacerebbe vedere. Ora, e sicuramente mi aspetto che soprattutto chi non ci ha votato e deve subire il nostro risultato dica: <> vorrei, secondo i canoni del moVimento, dire a queste persone che noi non facciamo, come invece hanno fatto i partiti finore, promesse che sappiamo di non poter mantenere ma chiediamo ai cittadini tutti di partecipare attivamente ad un cambiamento, quella svolta che la politica di partito non ha interesse ad attuare e che solo il cittadino che vuole il vero cambiamento può attuare. Con 665 preferenze (7,34%) abbiamo ottenuto il diritto a mettere un nostro consigliere in Comune. Ora che abbiamo avuto la chiave d'accesso di quel castello, che fino ad una settimana fa era per noi tabù, inizieremo e non senza difficoltà a filtrare giorno per giorno ogni piccolo e strano comportamento da parte di quelli che da anni in quel castello ci si sono arroccati e renderemo partecipi i cittadini di questi comportamenti, affinché inizino finalmente a capire come funziona la gestione del Comune e come l'Amministrazione locale prenda in considerazione, non solo richieste e idee di commercianti ed imprenditori, ma anche quelle della gente comune, quella gente che le tasse le paga tutte e non riesce nemmeno a concedersi piccoli extra. Allora se veramente vogliamo che nel nostro paese si torni a respirare aria pulita, a passeggiare per strade non fiancheggiate da cassonetti straripanti di immondizia, a progettare insieme nuove prospettive energetiche e a riscoprire per chi non se ne fosse accorto che abbiamo corsi d'acqua che per troppi anni sono stati usati come scarichi biologici, occorre che ognuno dia il proprio piccolo ma importante contributo. Noi del MoVimento vorremmo che finalmente si potesse, tutti assieme, dare il via ad un cambiamento che per Gussago sarebbe la svolta necessaria a riportare il paese in mano ai legittimi proprietari, cioè i cittadini. Noi tutti ci siamo mossi circa tre anni fa perché ormai schifati dalla politica di partito; stufi di essere presi in giro da questi gestori del nostro comune destino, ci siamo attivati per iniziare ad affrontare e possibilmente per risolvere personalmente quei problemi che i nostri amministratori non erano in grado di risolvere, nonostante con delle bellissime parole in ogni campagna elettorale ci incantassero con magiche soluzioni. Ora vorrei rinnovare a tutti i cittadini un invito di collaborazione attiva e siamo convinti che insieme possiamo riattivare questo paese della franciacorta che da anni sta subendo maltrattamenti e sfruttamenti da parte di persone senza scrupoli che lo vogliono spremere. Vogliamo trasformare Gussago in un comune virtuoso che viva e sia gestisto in perfetta autonomia.

Da noi cittadini in MoVimento, Grazie.

Massimo Giovanardi Beschi


Gussago - 

Il programma di Gussago 5 stelle


PREMESSA

L'avvento di Internet ha cambiato veramente il Mondo e ha cambiato il nostro modo di leggere il Mondo. La rete del World Wide Web si è aggiunta a tutte le altre reti che erano già presenti nella vita quotidiana dei cittadini della nostra comunità. La lista locale del Movimento 5 Stelle - beppegrillo.it concepisce il Comune come un territorio nel quale coesistono una serie di reti che si sono formate e sviluppate nel corso dei decenni: l' ambiente in cui tutti viviamo, la rete del nostro tessuto abitativo, la rete viaria, la rete idrica, la rete socio-culturale, la rete produttiva, la rete energetica, la rete delle telecomunicazioni, la rete educativa, la rete sanitaria, la rete turistica e, non ultima, la rete di gestione dei rifiuti.
Per questo motivo, ossia per il nostro modo di approcciare l'amministrazione del Comune come la gestione di una somma di reti, riteniamo opportuno suddividere il presente programma elettorale in paragrafi, ciascuno dedicato alle azioni che potremmo intraprendere nelle reti presenti nel nostro Comune.
SOMMARIO

1. Comune, cittadini e partecipazione pag. 2
2. Il tessuto ecologico pag. 3
3. Il tessuto abitativo pag. 3
4. La rete viaria pag. 3
5. La rete idrica pag. 4
6. La rete sociale pag. 4
7. La rete energetica pag. 5
8. La rete produttiva pag. 5
9. La rete delle telecomunicazioni e connettività pag. 5
10. La rete educativa pag. 5
11. La rete sanitaria pag. 5
12. La rete turistica pag. 6
13. La rete di gestione dei rifiuti pag. 6
NOTA pag. 6
CONCLUSIONE pag. 6
1) COMUNE, CITTADINI E PARTECIPAZIONE

Dare voce ai cittadini
Vogliamo favorire il coinvolgimento dei cittadini attraverso l'utilizzo di consultazioni per dare finalmente il giusto peso alle loro esigenze. Inoltre, saremo pronti a raccogliere le istanze provenienti dalla collettività per metterle all'ordine del giorno del Consiglio comunale.
La Banca del Tempo
Vogliamo dare vita ad un'ampia struttura associativa in cui ciascun socio mette a disposizione qualche ora del proprio tempo per dare ad un altro socio una certa competenza. Il tempo dedicato viene "calcolato" e "accreditato" o "addebitato" nella Banca. Per esempio: la ProLoco la immaginiamo inserita nel più ampio ambito della Banca del Tempo.
Estensione del Volontariato Civico: dai "nonni" ai "giovani"
Il nome di "nonni civici" si riferisce a un'iniziativa sociale che, sviluppata in molteplici Comuni del territorio italiano, prevede generalmente l'affidamento di servizi di volontariato urbano a persone anziane, per consentire loro di dedicare parte del proprio tempo libero allo svolgimento di compiti di utilità civica, in collaborazione con le forze dell'Ordine, ricoprendo una funzione ancora attiva all'interno della società ed esprimendo le proprie potenzialità individuali.
La nostra intenzione è quella di estendere l'attività civica volontaria anche ai giovani maggiorenni del nostro Comune, per una serie di attività di pubblica utilità in affiancamento agli addetti ordinari.
Trasparenza dell'azione amministrativa
Dal nostro punto di vista, il luogo preferenziale dell'incontro tra il cittadino e l'Amministrazione è il sito web del Comune, che dovrebbe contenere il maggior numero di informazioni possibili.
Ci adopereremo per far modificare lo Statuto comunale in modo che le sedute dei Consigli e delle Commissioni possano essere ripresi e trasmessi in diretta streaming attraverso Internet, catalogati e ricercabili per intervento e per argomento. In questo modo tutti i cittadini interessati potranno assistere ai dibattiti o rivederli comodamente da casa per potersi rendere conto di come viene portata avanti l'azione di governo del paese.
Semplificheremo la ricerca sul portale Comunale da parte degli utenti in modo da avere a disposizione tutte le delibere della Giunta, di tutte le determine dirigenziali approvate, di tutti i contratti approvati e di tutti i documenti risultato di consulenze, inoltre pubblicheremo anche l'elenco di tutte le forniture di prodotti e servizi all'Amministrazione con i relativi contratti. Raccoglieremo in un archivio informatico anche le comunicazioni e le segnalazioni dei cittadini.
Legalità ed equità
Renderemo note tutte le situazioni in cui consiglieri, assessori o sindaco abbiano condanne in via definitiva e denunceremo ogni tipo di conflitto di interessi che coinvolga i pubblici amministratori con aziende con cui il comune intrattiene rapporti economici.
Faremo in modo che gli incarichi vengano distribuiti con equità, con l'obiettivo di impedire il cumulo delle cariche da parte di singoli soggetti e di favorire la crescita di un tessuto politico diffuso e veramente democratico. Introdurremo un tetto per gli stipendi dei dirigenti sia del Comune sia delle aziende controllate dal Comune.
Miglioramento dell'efficienza
Ci adopereremo per sviluppare la polivalenza dei dipendenti comunali. Ci impegneremo affinché il Comune utilizzi software di tipo open-source in alternativa ai costosi software in licenza, ogniqualvolta l'alternativa gratuita sia disponibile. Siamo favorevoli ad istituire in Comune dei percorsi di miglioramento dell'efficienza, una revisione organizzativa e una riallocazione delle risorse per ottenere un migliore impiego dei soldi dei contribuenti.
Bilancio
Renderemo i bilanci chiari, comprensibili e leggibili, che evidenzino: le spese per servizi ricevuti dall'esterno, le spese per consulenze, i patrocini verso le associazioni, la distinzione tra spese ed investimenti, graduale scorporo degli oneri di urbanizzazione dalle entrate correnti, trasferimenti dello Stato, tasse e oneri locali, importi provenienti a vario titolo da privati con dettaglio dei maggiori contribuenti.

2) IL TESSUTO ECOLOGICO

Acqua
Avremo particolare attenzione per il rispetto e la cura di corsi d'acqua superficiali del reticolo idrico minore.
Scoraggeremo gli agricoltori all'uso intensivo di concimi chimici e pesticidi che penetrano nelle falde locali inquinandole e faremo conoscere loro i fondi europei stanziati per il ritorno alla rotazione agraria quadriennale. Promuoveremo il censimento e il monitoraggio degli scarichi artigianali e industriali.
Aria
Vogliamo acquisire le informazioni relative alla mappatura regionale della presenza di coperture in cemento-amianto sul territorio gussaghese, per assicurarci che venga messo in sicurezza e smaltito in modo adeguato secondo le vigenti normative. Ci adopereremo per fare una verifica delle emissioni elettromagnetiche dei ripetitori di telefonia mobile presenti nel territorio comunale. Siamo contrari all'installazione di nuove antenne ad eccezione di alcune in zone pubbliche circoscritte per connettività internet di tipo Wi-Fi e per dare copertura in alcune frazioni del paese (Navezze per esempio) in modo da ridurre il "digital divide".
Suolo
Favoriremo l'espansione del verde urbano e la manutenzione dei suoli boschivi comunali per contribuire alla
prevenzione del dissesto idrogeologico.
Adotteremo un regolamento per il verde urbano.
Lanceremo un progetto pilota di rimboschimento di una collina con varietà autoctone idonee al settore edilizio.
Promuoveremo il risparmio del territorio attraverso un blocco totale di nuove edificazioni.
Ci adopereremo per effettuare una verifica sul territorio comunale di eventuali fonti di emissione radioattiva.

3) IL TESSUTO ABITATIVO

Privilegeremo la riqualificazione degli immobili esistenti concedendo permessi solo per demolizioni, ricostruzioni, ristrutturazioni, manutenzioni straordinarie e cambi di destinazione d'uso.
Disincentiveremo fortemente il mancato utilizzo degli immobili esistenti.
Combatteremo con ogni mezzo l'abusivismo edilizio.
Promuoveremo il risparmio energetico con i seguenti interventi:
 Offrendo assistenza ai privati per ottenere gli incentivi statali per la riqualificazione
energetica dei loro edifici (sportello energetico);
 Consentendo ristrutturazioni per le quali si dimostri il miglioramento dell'efficienza
energetica

4) LA RETE VIARIA E I TRASPORTI

Siamo fortemente contrariati dal passaggio dei mezzi pesanti attraverso il centro abitato. Gussago è purtroppo caratterizzato da una viabilità infelice che causa il passaggio di molti non residenti attraverso le vie centrali del paese. Se anche si favorisse l'uso di nuovi mezzi pubblici, quel tipo di traffico rimarrebbe invariato. Occorre perciò agire su più fronti operando da un lato a livello intercomunale per concepire soluzioni di più ampio respiro e dall'altro a livello locale per rendere competitivo un nuovo tipo di trasporto pubblico rispetto a quello privato sia in termini di tempo che di capillarità del servizio nelle frazioni. Dal nostro punto di vista questa è la vera sfida di Gussago nei prossimi anni.
Come linee guida fondamentali cercheremo di disincentivare l'uso dei mezzi privati motorizzati nel paese e cercheremo di incentivare l'uso sicuro delle biciclette attraverso i seguenti accorgimenti:
 Valutazione di opportunità di effettuare un servizio di collegamento con bus a percorso intracomunale per collegare le varie frazioni (Ronco, Navezze, Civine, Mandolossa) con il centro;
 Valutazione di opportunità di effettuare convenzioni con comuni limitrofi per collegamento intercomunale (Rodengo Saiano, Roncadelle, Castegnato, Cellatica, Brione);
 Valutazione di assegnazione licenze comunali per servizio di taxi a Gussago, vincolato all' utilizzo di autovetture a metano o ibride;
 Valutazione di realizzare alcune aree pedonali;
 Riorganizzazione della viabilità attraverso un maggiore utilizzo dei sensi unici finalizzato alla creazione di piste ciclabili.
 Collegamento tra di loro dei tratti di piste ciclabili già presenti sul territorio;
 Istituzione dei parcheggi per biciclette in corrispondenza di posteggi per automobili e alle fermate principali degli autobus.
 Valutazione di fattibilità economica di un progetto di "Bike-sharing" (condivisione di bici pubbliche).
 Valutazione della mobilità dei dipendenti delle aziende principali del comune e dei comuni limitrofi finalizzato all'ottimizzazione degli spostamenti
 Adozione di un sistema di collegamenti efficienti tra diverse forme di trasporto pubbliche, per esempio un collegamento preferenziale con la stazione di Castegnato per raggiungere agevolmente la Stazione di Brescia.
Cercheremo i finanziamenti per queste opere attraverso la consultazione dei numerosi bandi europei a disposizione in materia di mobilità sostenibile.
Siamo disposti a fare il terzo lotto della strada di Navezze a condizione di poter comunque rispettare il patto di stabilità compatibilmente con le risorse disponibili.

5) LA RETE IDRICA

In accordo al recente referendum nazionale ci adopereremo per rendere la gestione della rete idrica nuovamente a carattere pubblico.
Per tutelare la salute pubblica proporremo che i consueti controlli per verificare la qualità dell'acqua siano effettuati con maggiore frequenza e chiederemo di ricercare un maggior numero di agenti inquinanti (aggiungendo per esempio controlli sui nitrati e sul cromo esavalente).
Vogliamo realizzare una banca dati informatica accessibile a tutti via internet in cui siano pubblicati i risultati di tutti i controlli svolti presso ciascun punto di prelievo nel corso del tempo.
Promuoveremo il risparmio idrico mediante campagna informativa e mediante il monitoraggio della rete per rilevare prontamente eventuali perdite. Per ridurre il consumo di bottiglie faremo una mappatura delle fontane di sorgenti presenti sul territorio con un monitoraggio della loro qualità e redazione di un libretto informativo ad uso della comunità.

6) LA RETE SOCIALE

E' nostra ferma intenzione mantenere e possibilmente migliorare il livello dei servizi alla persona e alla famiglia già esistenti erogati dal Comune, come ad esempio il piano di mobilità per i disabili, assistenza e somministrazione pasti a domicilio per anziani o persone disabili e asili nido.
Tessitura di una rete locale di rapporti con realtà esistenti per favorire la nascita di nuove attività imprenditoriali che permettano di ricollocare persone temporaneamente disoccupate o svantaggiate.
Creeremo un centro polifunzionale, possibilmente riutilizzando e rivalutando le strutture dismesse già presenti nella nostra zona artigianale, per svolgere varie attività ricreative e culturali.
Saranno concessi a costi agevolati strutture e spazi comunali per promuovere eventi di socializzazione come feste all'aperto, concerti, eventi culturali, cinema all'aperto, mostre e quant'altro proposto dai cittadini.
Svilupperemo il progetto per la realizzazione e affidamento ai cittadini di aree verdi inutilizzate di proprietà del comune da adibire ad orto.
Per quanto riguarda lo Sport creeremo una Polisportiva a partecipazione comunale per una distribuzione equa e paritetica dei fondi da dedicare agli sport; unitamente redigeremo un regolamento per la concessione delle strutture sportive.
Relativamente allo sport per i giovani, manterremo le convenzioni in essere sia per il periodo scolastico che per quello estivo.
Faremo una campagna informativa per educare la popolazione in merito ai gravi danni sociali causati dai giochi d'azzardo.


7) LA RETE ENERGETICA

Vogliamo promuovere la produzione locale di energia fotovoltaica e solare termica:
 Realizzando impianti fotovoltaici di piccola taglia sugli edifici pubblici;
 Fornendo assistenza ai privati per consentire di accedere agli incentivi statali e ai prestiti agevolati (sportello energia e attivazione di un gruppo di acquisto per pannelli).
Siamo contrari e contrasteremo fermamente la produzione di energia elettrica proveniente da combustione ad esclusione di quella ottenuta da piccole centrali a biomasse a cogenerazione, le quali permettano il riuso degli scarti biologici di produzione provenienti dalla propria filiera corta. Dovranno essere finalizzate esclusivamente all'autosufficienza energetica. Ci adopereremo per la riduzione dei consumi energetici degli edifici degli enti pubblici, mediante accorgimenti di risparmio energetico incentivati. Avvieremo progetti pilota per l'utilizzo delle fonti geotermiche per ridurre i consumi degli edifici comunali.

8) LA RETE PRODUTTIVA

Favoriremo le produzioni locali e la sinergia tra i produttori indigeni e le strutture di vendita al dettaglio già presenti sul territorio. Incentiveremo la vendita di prodotti a km 0 mediante la creazione di un mercato locale, concedendo spazi pubblici gratuiti di sabato pomeriggio.
Sosterremo la nascita di società non profit e onlus che garantiranno l'impiego di risorse umane locali e risorse del territorio. Contrasteremo la nascita di nuove aziende che possono arrecare danni sociali.
Promuoveremo il mercato dell'usato la domenica pomeriggio, inteso come nuovo luogo di socialità, di economia di scambio, di reciprocità e di dono.

9) LA RETE DELLE TELECOMUNICAZIONI E CONNETTIVITA'

Ci impegneremo a realizzare un progetto pilota per la creazione di alcuni punti pubblici di telelavoro, mettendo a disposizione dei cittadini alcuni locali ad uso ufficio a tariffe agevolate.
Vogliamo risolvere l'annoso problema della carenza di connettività alla rete internet della frazione di Navezze. Realizzeremo un sistema di connettività gratuita nella biblioteca, in Piazza del Mercato e in aree limitate e circoscritte dei parchi di Sale e di Casaglio.

10) LA RETE EDUCATIVA

Vorremmo promuovere alcuni progetti didattici quali:
 L'insegnamento della lingua inglese fin dall'asilo.
 L'insegnamento della lingua italiana per gli stranieri adulti.
 Il coinvolgimento nel doposcuola di pensionati che spieghino e trasmettano le loro competenze professionali, artistiche e ricreative (per esempio la riparazione delle calzature, la falegnameria, la sartoria, gli scacchi, la pittura, la poesia, la fotografia, la musica, etc.).

11) LA RETE SANITARIA

Le nostre linee guida per tutelare la salute dei cittadini sono:
 Riduzione delle combustioni in Pianura Padana
 Riduzione delle emissioni di diossina in provincia di Brescia
 Stop al conferimento di rifiuti indifferenziati agli inceneritori
 Contrasto alle nascita di centrali a biomasse locali di grossa taglia private e non auto-sostenute.
Faremo fare controlli sulla qualità del cibo e dell'acqua nelle mense scolastiche.
Faremo incontri con i medici di base per ricordare l'importanza di favorire la prescrizione dei farmaci generici per la salute economica delle casse dello Stato (e quindi anche nostra).


12) LA RETE TURISTICA

Verificheremo insieme ai Comuni di Cellatica, Brescia e Rodengo Saiano il potenziamento di percorsi di piste ciclabili.
Censiremo le strutture agrituristiche presenti sul territorio comunale.
In merito alla Collina della Santissima, simbolo del nostro paese, e struttura con maggiore possibilità di generare una rete turistica nel nostro territorio, ci adopereremo per sentire il parere di tutti i cittadini mediante una consultazione pubblica in merito alla sua nuova destinazione d'uso.

13) LA RETE DI GESTIONE DEI RIFIUTI

Il nostro obiettivo è l'adozione del sistema "Rifiuti zero" attraverso la promozione delle 4 R: Riduzione degli acquisti, Riuso, Riciclo, Recupero. Per raggiungerlo vorremmo seguire la seguente strategia:
 Analisi delle Convenzioni in essere per la raccolta dei rifiuti;
 Raccolta dei rifiuti porta a porta in modo di generare materia prima di qualità rivendibile;
 Piano di installazione di raccoglitori automatici del vuoto a rendere;
 Sostituzione dei cestini pubblici con modelli specifici per la differenziata;
 Attivazione di una campagna di educazione civica per "l'uso del rifiuto";
 Attivazione di un compostaggio comunale dagli sfalci di qualità.
Avvieremo il censimento della rete delle acque nere. Nel nostro comune dovrà essere effettuata la depurazione obbligatoria per ogni abitazione non collegabile a un impianto fognario.
Solleciteremo i controlli alle depurazioni degli stabilimenti produttivi presenti sul territorio.
Valuteremo la possibilità di allacciare la nostra rete fognaria al nuovo grande depuratore in costruzione a Torbole-Casaglia.

NOTA

Dobbiamo purtroppo segnalare che poiché ci è stata finora negata la consultazione di molti atti significativi, delle convenzioni e dei contratti vigenti stipulati finora dal Comune, non ci è stato possibile fare delle valutazioni economiche precise in merito ai punti del programma esposto. Pertanto, una volta chiarite le reali disponibilità economiche e le possibilità di rivedere e correggere gli impegni presi dalle precedenti amministrazioni (convenzioni e contratti già in essere), chiederemo ai cittadini di esprimersi attraverso una consultazione locale, per indicare all'amministrazione comunale quali siano le priorità della cittadinanza relativamente alle proposte indicate in questo programma. Così sarà possibile individuare le opere ritenute prioritarie e concentrare le forze e le risorse disponibili.

CONCLUSIONE

Dopo un'epoca pluridecennale di enorme spreco delle risorse e di uso dissennato del territorio e dell'ambiente in genere, la crisi ci fornisce ora una grande opportunità di analisi degli errori passati e indica, a chi ne vuole cogliere il messaggio, gli obiettivi essenziali per il nostro futuro; la crisi innanzi tutto ci sprona ad una maggiore sobrietà sia sostanziale che formale; essa ci sta obbligando, per esempio, a recuperare il senso originario delle parole Economia (da "oikos nomos"), ossia arte della gestione della casa e Politica (da "polis"), ossia arte della gestione della città. Secondo noi, la parola Economia, grazie alla crisi, tornerà necessariamente a significare, per le comunità locali, la ricerca della massima efficienza, purché sostenibile nel tempo, mediante l'uso oculato delle risorse rinnovabili disponibili localmente, e cesserà di significare speculazione finanziaria, affarismo, cementificazione, delocalizzazione, o sfruttamento di squilibri planetari. Dall'altro canto, la parola Politica dovrà prima o poi fare ritorno nel più vasto campo semantico dell'Etica, com'era in origine, dopo essere stata relegata per molti anni al ruolo di appendice marginale della Finanza. Quando tutto andava bene gli errori costavano, tutto sommato, poco; adesso, in tempi di crisi, eventuali errori sulle scelte strategiche che riguardano il nostro territorio potrebbero avere costi molto elevati per noi e per le nuove generazioni negli anni a venire.


Gussago - 

Grazie di cuore a tutti coloro che credono in un possibile cambiamento, grazie a tutti coloro che hanno riposto la loro fiducia in noi, grazie per aver firmato e per averci dato la possibilità di iniziare questo viaggio elettorale, con la speranza di poter collaborare con tutti Voi cittadini in MoVimento, poiché noi saremo solo il vostro terminale, colui che fungerà da tramite con il comune, con le istituzioni, le quali troppo, troppo spesso si dimenticano che non sono i regnanti di un impero, ma semplicemente cittadini votati per rappresentare le idee ed i diritti di una grossa fetta di chi li ha votati ed anche di chi non li ha votati.
Nonostante il raggiungimento dell'obiettivo, chiediamo l'ultimo sforzo per la raccolta firme : In comune sono depositati i moduli. Quindi passate parola, e presentatevi in comune con carta d'identità dicendo che volete firmare per la lista Civica MoVimento 5 Stelle candidato Sindaco Mara Rolfi.

Partecipa ai nostri eventi

Il MoVimento 5 Stelle è una libera associazione di cittadini. Non è un partito politico e RIFIUTA I RIMBORSI ELETTORALI.
Sostienici con una donazione
dona con Paypal:

Per donazioni/contributi via bonifico:
Banca Beneficiaria: Banco di Brescia
IBAN IT84S0350011217000000004858
Beneficiario: Comitato Gussago 5 Stelle