MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Jesi - 

ASUR,CONCORSO PER LA PNEUMOLOGIA DEL CARLO URBANI CON "ASSUNZIONE OPACA A RISCHIO RICORSI"

concoros asur.jpg

Dopo le numerose segnalazioni del M5S evidenziate a livello regionale in merito alla opacità in diverse procedure di reclutamento del personale, noi del Movimento 5 Stelle di Jesi siamo a porre l'attenzione su una nuova vicenda, che riguarda l'assunzione di un dirigente medico specializzato in malattie dell'apparato respiratorio presso l'0spedale Carlo Urbani di Jesi

Leggendo attentamente la determina n.1289 dell'Area Vasta 2 del 05/09/2017 si evince che è stato stipulato un contratto a tempo determinato per mesi sei al medico posizionatosi all'ultimo posto della graduatoria di merito stilata a seguito di selezione pubblica.

Ci risulta che, salvo errori, tutti i partecipanti classificatisi utilmente nella graduatoria avevano comunicato la propria disponibilità all'accettazione di un eventuale incarico messo a disposizione dall'Area Vasta. Tuttavia nel documento istruttorio dell'atto di assunzione la stessa Area Vasta motiva l'esclusione dei candidati asserendo che, essendo questi dipendenti assunti a tempo indeterminato presso i servizi dell'Emergenza/urgenza, il loro Direttore Dr. Enzo Frati non avrebbe concesso Loro l'aspettativa per assumere incarico in diversa disciplina (come da nota del 13/07/2017) a causa delle gravi carenze di personale dei quattro pronto soccorso dell'Area Vasta 2.
In pratica, l'Area Vasta avrebbe deciso a priori e per conto dei candidati che questi non avrebbero accettato l'incarico essendo già dipendenti presso il servizio dell'Emergenza/Urgenza.

E' a nostro parere incomprensibile come ai medici del Pronto Socorso venga di fatto impedito d'ufficio l'esercizio di un diritto per il semplice fatto che, evidentemente, non si sarebbe proceduto ad organizzare la possibilità di rimpiazzarli ad esempio tramite personale chiamato da eventuali graduatorie, per un tempo pari a quello dell'aspettativa.

Non vorremmo che quanto asserito dal Dr. Massimo Esposito e dal Dr Bruno Valentini, firmatari dell'atto di assunzione per la broncopneumatoliga del 5 settembre, si configuri come lesivo di diritti degli ideonei in graduatoria esclusi a priori dall'assunzione unicamente con atto discrezionale dell'AV.
Cosa ci dobbiamo attendere ora? Probabilmente si daranno avvio a dei ricorsi che potrebbero portare ad un ingente utilizzo di ulteriori soldi pubblici?

Ma soprattutto, noi del Movimento 5 Stelle ci chiediamo come sia possibile che dei candidati idonei inseriti in graduatoria di un concorso vengano esclusi aprioristicamente e l'incarico venga dato a l'ultimo candidato classificato?
L'Area Vasta 2 si è forse chiesta se i 4 candidati esclusi magari si sarebbero potuti licenziare dall'attuale posto di lavoro per accettare questa nuova esperienza lavorativa?

Ci auguriamo che il Sindaco Massimo Bacci e l'Assessore Marialuisa Quaglieri chiedano immediate spiegazioni al Direttore Maurizio Bevilacqua perchè la nostra Broncopneumologia, bistrattata da lungo tempo, torni ad essere un fiore all'occhiello della sanità Jesina, partendo proprio dalla piena chiarezza e trasparenza delle procedure di reclutamento.

Il Movimento 5 Stelle di Jesi vigilerà affinchè vengano pienamente rispettati i diritti ed i principi di legalità, economicità, equità e trasparenza cui tutte le pubbliche amministrazioni debbono ovviamente conformarsi.


Jesi, 19.09.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi


Jesi - 


IL M5S JESI CHIEDE TRASPARENZA SULLA SICUREZZA DELLE SCUOLE

formazione-sicurezza-scuola-300x300.jpg


Le famiglie con bambini frequentanti gli edifici scolastici debbono avere il diritto di conoscere quali sono le condizioni di sicurezza degli stessi e lo stato di attuazione delle procedure obbligatorie alle quali dovranno essee sottoposti. Lo stesso diritto deve essere riconosciuto a quei lavoratori e quei cittadini che frequentano gli edifici comunali con funzione strategica.
Serve trasparenza massima su un tema cosi delicato.

All'inizio del 2017, grazie ad alcune interpellanze presentate in Consiglio Comunale dal MoVimento 5 Stelle Jesi, emerse una situazione molto grave in merito alla sicurezza di scuole ed edifici pubblici ed all'avvenuto svolgimento di certe procedure previste per legge (certificato di agibilità, CPI, verifica della vulnerabilità sismica).

Dai dati forniti dal Comune, risultava che su 40 istituti scolastici presenti nel territorio comunale, solamente per la metà di essi veniva indicata la sussistenza del certificato di agibilità. Tra i restanti, alcuni dei quali costruiti prima della data del 1 settembre 1967, spiccavano situazioni dove addirittura il rilascio del certificato di agibilità risultava "in corso" e altre per le quali non risultava indicata l'esistenza di un certificato di agibilità, o del certificato di collaudo o del Certificato Prevenzione Incendi-CPI (v.qui).

Inoltre, su oltre 50 edifici per i quali sussiste l'obbligo di sottoposizione a valutazione della vulnerabilità sismica, solamente per la casa di riposo e per 5 scuole risultava che tale procedura fosse stata effettuata (v.qui).

Con delibera n.176 del 11 Luglio 2017 la Giunta di Jesi ha approvato i criteri in base ai quali dovrà essere valutata la priorità dei singoli interventi e quindi definito nel dettaglio il secondo programma di verifica sismica degli edifici scolastici, dando mandato agli uffici di elaborare un programma di interventi che riguardi, oltre agli edifici scolastici, anche gli edifici comunali con funzione strategica, applicando i medesimi criteri di priorità definiti nello stesso atto.

Per dare agli jesini la massima trasparenza su una questione così delicata, presenteremo per la prossima seduta del Consiglio Comunale una mozione per realizzare un'apposita pagina sul sito del Comune di Jesi, aggiornata ogni 6 mesi, in cui:

- si possa evincere, per ogni edificio scolastico e comunale preso in considerazione, la valutazione che concorrerà a formare la priorità dei singoli interventi;
- vengano indicate le procedure effettuate e quelle ancora da effettuare (es certificato di agibilità, CPI, Valutazione della Vulnerabilità Sismica, ecc...);
- vengano elencati gli interventi ai quali lo stesso dovrà essere sottoposto;
- venga pubblicato il programma degli interventi, comprensivo di calendario, ordinato per la priorità degli stessi, come da criteri approvati nella delibera di Giunta 176/2017.



Jesi, 17.09.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi


Jesi - 


M5S JESI:
LE FAMIGLIE DEI DISABILI ALLO STREMO

disegno_pastello.jpg

Nelle ultime settimane la portavoce consigliera comunale del M5S Jesi Claudia Lancioni ha partecipato a due incontri sul tema della disabilità che hanno visto coinvolti il Comune di Jesi, l'ASP e diverse associazioni che si occupano di questo argomento.

Il primo incontro del 30 agosto presso l'ASP aveva come oggetto "Interventi a favore delle persone con disabilità e prive di sostegno familiare - Legge <>".

Un altro incontro si è svolto ieri ed aveva come oggetto la situazione del centro per l'autismo "Azzeruolo".

In entrambi gli incontri sono emerse le difficoltà dovute alla scarsità delle risorse messe a disposizione in particolare dalla Regione.

E' inammissibile che i progetti personali per i disabili siano sviluppati dando priorità non alle reali esigenze del disabile ma sulla base delle risorse disponibili, risultando perciò troppe volte insufficienti o inadeguati.

In merito al centro per l'autismo "Azzeruolo", mai attivato nonostante il progetto originario sia del 2002 e la tante promesse fatte alle famiglie, riteniamo che il Comune debba farsi valere affinché la Regione dia il via libera definitivo e stanzi le risorse necessarie.

Risuonano ancora i proclami da campagna elettorale di tante forze politiche in merito alla presunta bontà dei servizi socio assistenziali jesini: la realtà è ben diversa e le famiglie con disabili sono di fatto abbandonate, in una situazione spesso al limite della sopportazione.


Jesi, 06.09.2017

MoVimento 5 Stelle - Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com
web: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi2012/

Tel. 329.4574172; 338.4674945
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi


Jesi - 


"LUCIFERO" METTE A DURA PROVA IL PRONTO SOCCORSO DI JESI
PS JESI.jpg

Il caldo asfissiante di questi giorni ha causato in Vallesina un aumento esponenziale dei malori legati alle alte temperature ed uno scompenso delle condizioni cliniche delle persone anziane pluripatologiche che come conseguenza hanno portato ad un iperafflusso presso il pronto soccorso del nosocomio cittadino.
I numeri sono eloquenti : alle 20 circa di lunedì 07/08/2017 si registrava presso il reparto di emergenza il tutto esaurito,o per meglio dire, eravamo in presenza di un "sold out" dei posti in barella.
In attesa vi erano 30 persone di cui 14 codici gialli e 16 codici verdi,mentre tra i pazienti già in presi in carico si annoveravano 11 persone di cui 2 in codice rosso e 9 in codice giallo.
Tale situazione si trascinava dalla serata precedente ma purtroppo l'impegno encomiabile degli operatori sanitari nulla ha potuto per arginare la maxi richiesta di cure.
In tutto questo caos ci Chiediamo:che risposte ha dato la Direzione Ospedaliera ? Ha cercato di favorire le richieste dei sanitari impegnati a prestare le necessarie cure alle persone ? Come viene tutelata la privacy dei i pazienti che sostano per numerose ore nei corridoi del pronto soccorso cittadino ? Ma soprattutto : chi si occupa dei pazienti barellati in attesa della visita o del proseguimento degli accertamenti ?
Si vedono sfrecciare infermieri e medici da una stanza ad un'altra ma non c'è una figura dedicata che risponda ai bisogni anche più semplici di chi è in attesa.L'umanizzazione dell'accoglienza nel Pronto soccorso è un percorso relativamente nuovo, ma nondimeno necessario. Le figure di nuovi professionisti sanitari, quali gli "Assistenti di Sala" ,potrebbero dare una risposta ad una esigenza di compartecipazione sempre più richiesta dagli utenti.
A seguito della raccolta firme, per una discussione sul Pronto Soccorso,effettuata dal Movimento5stelle Jesino, si era arrivati a convocare un'assemblea straordinaria il 26 aprile 2017 durante la quale tutto il Consiglio Comunale si era impegnato ed aveva impegnato il Sindaco ad una presa di posizione nei confronti dell'Area Vasta 2 firmando all'unanimità un documento redatto dal movimento5stelle per cercare di dare un indirizzo nuovo alla situazione di difficoltà che da lunghi mesi si protrae.
I fatti parlano chiaro ed i numeri non si smentiscono,Jesi ed il suo Ospedale soffrono di carenze organiche e strutturali.La situazione è insostenibile e la fuga dei camici bianchi dal pronto soccorso Jesino sono il sintomo di una situazione di abbandono.
Non di minor importanza è la situazione della Broncopneumologia che in questi mesi estivi ha tirato un sospiro di sollievo solo grazie alla chiusura temporanea del medesimo reparto presso il nosocomio di Osimo.Ricordiamo che questa boccata d'ossigeno però è a tempo determinato,in quanto dal 18 di settembre 2017 si ritornerà alla situazione di emergenza del personale medico perchè riaprirà i battenti la Pneumologia di Osimo e quindi i medici qui dirottati temporaneamente faranno ritorno al reparto di loro assegnazione.
Come MoVimento 5 Stelle Jesi nella figura della Ns Consigliera Regionale Romina Pergolesi,abbiamo fatto un accesso agli atti presso la Direzione di Area Vasta 2 per capire come intenda procedere con le assunzioni di Dirigenti Medici specializzati in Malattie dell'apparato respiratorio avendo redatto a seguito di concorso una graduatoria di merito,come si evidenzia dalla determina n.471 del 29/03/2017.
Come MoVimento 5 Stelle Jesi chiediamo che la Dirigenza prenda in mano le redini al più presto per cercare di incrementare il personale e le infrastrutture da mettere a disposizione del pronto Soccorso e della Broncopneumologia e ci auguriamo che il Sindaco Bacci rivendichi tale necessità con i vertici regionali.Non può più essere tollerata ulteriormente una tale situazione e siamo stanchi di balletti di incontri e lettere varie che sortiscono solo l'effetto di far finta che si faccia qualcosa.Ormai esistono reali possibilità di rischi per i cittadini per cui è ora che si agisca con azioni pressanti.

Jesi , 08/08/2017
Consigliera Comunale
Claudia Lancioni
Movimento5stelle Jesi


Jesi - 


DISABILITÀ PATRIMONIO DELLA COMUNITÀ
-COMUNICATO STAMPA-
rete+dei+servizi+disabilita.jpg

Lo scorso venerdì 4 agosto al palazzetto dello sport si è tenuta la conferenza stampa sul progetto European Games of Integrated Fancing (EU.GIF) alla presenza del sindaco, dell'assessore Ugo Coltorti e del progettista Marco Cardinaletti.
Questo progetto prevede l'organizzazione di un evento di scherma internazionale a Jesi di persone con diverse abilità, un momento di inclusione sociale sportiva e culturale importante per la nostra città e argomento che sta molto a cuore a noi del MoVimento 5 Stelle.

Le Disabilità sono un grande patrimonio di questa comunità (anche se questo concetto non è ancora ben compreso nella nostra città) come lo sono le grandi campionesse ed i grandi campioni espressi dal nostro club scherma, a sua volta generato dall'illustre Maestro Ezio Triccoli.

La partenza non è stata delle più partecipate; ad onorare questo momento mi sarebbe piaciuto che ci fossero stati altri consiglieri comunali o in particolare l'assessore ai servizi sociali perché il tema è importante, e JESI ha bisogno di questo passaggio culturale e noi come rappresentanti delle istituzioni dovremmo essere d'esempio.

Ringrazio tutti i partecipanti, Mario Sperandini dell 'Anffas nazionale, Antonio Massacci dell' Anffas di Jesi, il FIS, Alberto Proietti Mosca presidente del club scherma di Jesi e Marco Cardinaletti che con il suo staff e il suo impegno darà a Jesi questa opportunità di crescita umana e culturale.

Mi piace precisare che il progettista prende spunto per questo progetto dalla sua vicinanza all'Anffas di JESI e qui voglio ribadire l'importanza della collaborazione tra associazioni e comune.

Spero che questa iniziativa non rimanga isolata e che ad essa seguano altri eventi e delle azioni concrete per una JESI sempre più attenta alle esigenze delle persone con disabilità, visto che nei 5 anni passati troppo spesso ai tanti annunci ed alle tante promesse sono seguiti pochi fatti...


JESI, 07.08.2017

CLAUDIA LANCIONI
Portavoce Consigliere Comunale M5S Jesi

IL CAVALCAVIA GROVIERA


Jesi - 


IL CAVALCAVIA GROVIERA

Cavalcavia_1.jpg Cavalcavia_2.jpg

Cavalcavia_3.jpg
Non più tardi di un anno fa il comune sentenziava "Cavalcavia in buono stato, ma serve comunque un adeguato intervento di manutenzione" e che lo stato di conservazione del cavalcavia fosse "meno preoccupante del previsto". La relazione di vulnerabilità statica, richiesta dall'amministrazione comunale però evidenziava "che le condizioni di conservazione delle soffittature e delle parti non strutturali sono precarie" mentre quelle della struttura portante erano "complessivamente discrete e le armature riscontrate durante la campagna di indagini (...) coerenti con la normativa di origine e con gli schemi statici usualmente impiegati all'epoca di costruzione".

Alla cosiddetta "epoca di costruzione" del cavalcavia il traffico era notevolmente diverso, sia per massa dei mezzi che per volume, quindi che il ponte sia "adeguato agli schemi statici dell'epoca" in fondo non sembrerebbe poi così "tranquillizzante". Oggi, inoltre, siamo costretti a prendere atto che ad un anno di distanza da quel "tranquillizzante" comunicato abbiamo avuto una dimostrazione palese di quella "precarietà" indicata nella relazione.

Un cittadino ha infatti segnalato, sulla propria bacheca facebook, l'apertura di una buca sul lato destro del cavalcavia, dalla quale sembrerebbe emergere addirittura parte dell'armatura sottostante. Dopo la segnalazione, pare che il Comune abbia rapidamente provveduto a chiudere la buca con il bitume in fretta e furia ma ... siamo sicuri che questo basti? Siamo sicuri che questa sia l'opera necessaria, anche vista la "precarietà" della situazione indicata nella relazione citata dallo stesso Comune? Siamo sicuri non sarebbe stato meglio effettuare qualche verifica in più prima di "tombare" il tutto?

Durante la campagna elettorale il sindaco Bacci, come da manuale, non si è fatto mancare la più "classica" delle opere: la riasfaltatura delle strade. Mezzi di ogni genere scorrazzavano lungo le vie del centro e non solo .Camion pieni di bitume incandescente facevano la spola da un cantiere ad un altro. oggi basterà una secchiata di bitume per risolvere una situazione comunque "precaria"? Magari nella speranza che per passato questo torrido Agosto ci si dimenticherà della questione?

Riteniamo questo episodio molto grave e indice della faciloneria con la quale il sindaco Bacci sembrerebbe aver affrontato la questione, dato che la relazione citata dallo stesso Comune nel suo "tranquillizzante" comunicato risultava già l'anno scorso non essere poi così "tranquilla", e oggi ne abbiamo avuto la tangibile dimostrazione.

Continueremo a monitorare la situazione e le iniziative che il Sindaco vorrà intraprendere per la sicurezza dei cittadini di Jesi e ringraziamo quei cittadini che si sono adoperati per fotografare e segnalare l'accaduto al Comune.

Jesi, 03.08.2017
MoVimento 5 Stelle Jesi


Jesi - 


M5S JESI: PROSSIME INIZIATIVE ALLA LARGA DAL GIOCO DELLE PARTI

Il gruppo del MoVimento 5 Stelle Jesi non si presta, volutamente, ai "balletti stampa" sulla questione della Torre Erap, dove soggetti comunque coinvolti a vario titolo nella storia battibeccano più per spirito di "visibilità" che perché spinti seriamente dalla volontà di sciogliere questo nodo. La Palazzina Erap, infatti, fu voluta dal PD e da quei partiti di sinistra che oggi, "mascherati" da lista civica, sembrerebbero osteggiarla. Lo stesso Bacci, il cui mantra durante la scorsa campagna elettorale era la "discontinuità", in "piena continuità" ha continuato ad agire sulla scia delle scelte dell'ultima giunta Belcecchi. Vedere oggi questi soggetti, comunque politicamente corresponsabili dell'intera questione, così impegnati in questo gioco delle parti è svilente.

Nel mentre, il nostro gruppo sta lavorando unicamente ad azioni concrete su temi che interessano i cittadini.

ASSISTENZA DOMICILIARE INDIRETTA
Le persone con disabilità hanno bisogno di tutto, tranne di essere strumentalizzate durante le campagne elettorali, da questa o quella forza politica, per poi essere abbandonate una volta terminata. Con delibera di Consiglio Comunale n.130 del 21.12.2016 era stata approvata all'unanimità dall'Aula in sede di votazione del bilancio previsionale 2017 una Risoluzione del MoVimento 5 Stelle Jesi che chiedeva all'Amministrazione di individuare, entro il primo trimestre del 2017, risorse dal bilancio comunale da devolvere all'ASP per integrare il contributo per l'Assistenza Domiciliare Indirette agli aventi diritto. Abbiamo perciò predisposto un'interpellanza per capire in che modo l'amministrazione ha dato seguito alla nostra risoluzione approvata in Aula.

SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI

Il MoVimento 5 Stelle Jesi, dopo gli opportuni accessi agli atti, ha sollevato fin dall'inizio di quest'anno all'attenzione dell'Aula e della città con due apposite interpellanze la grave situazione in merito al mancato adempimento delle procedure di agibilità e di verifica della vulnerabilità sismica (cfr qui, qui e qui qui qui) per larga parte degli edifici scolastici jesini. A seguito del nostro intervento, gli uffici hanno elaborato uno schema riassuntivo sulla situazione di tutti gli edifici.
Apprendiamo che la Giunta Comunale in data 11.07.2017, con la delibera di n.176, ha finalmente dato mandato agli uffici di elaborare un programma di verifica sismica degli edifici scolastici nonché un programma di interventi che riguardi, oltre agli edifici scolastici, anche gli edifici comunali con funzione strategica.
Vista la inaccettabile disattenzione agli assolvimenti amministrativi a garanzia della sicurezza che, alla prova dei fatti, le varie amministrazioni succedutesi hanno dimostrato, riteniamo fondamentale che venga attivato un pieno controllo da parte del Consiglio Comunale.
Presenteremo perciò un atto di indirizzo volto ad obbligare gli uffici e l'Amministrazione a trasmettere un report semestrale aggiornato sullo stato di assolvimento di tutte le procedure obbligatorie atte a garantire la sicurezza degli edifici, al fine di avere totale trasparenza e tracciabilità in merito agli adempimenti dovuti.

Quanto alla indecorosa questione della PALAZZINA ERAP di Via Tessitori siamo stanchi di questi rimpalli ridicoli tra i vari soggetti, comunque politicamente responsabili a vario titolo della vicenda, che scaricano responsabilità uno addosso all'altro, senza alcun vero interesse alla risoluzione della questione. La cittadinanza ha bisogno di vederci chiaro, ha bisogno di avere risposte, non di fumo negli occhi sollevato dagli stessi soggetti che hanno appiccato l'incendio.

Abbiamo già da tempo portato all'attenzione della Procura della Repubblica tutta la vicenda, in quanto lo stucchevole rimpallo di accuse va risolto facendo esprimere l'autorità competente a valutare tutte le eventuali irregolarità.

Per chiarire se è vero o no che da questa storia non esiste via d'uscita procedurale senza incorrere in possibili danni all'erario pubblico, chiediamo un approfondimento istruttorio al segretario generale ed ai dirigenti degli uffici coinvolti. Al termine di questo lavoro dovrà essere presentata alla cittadinanza una relazione dettagliata nel merito, con precisi richiami normativi e giurisprudenziali, in cui si dica se sia possibile tornare indietro (e per quali motivi), o se non sia possibile (e per quali motivi), comprese le eventuali conseguenze.

Riteniamo infine che le sedi per elaborare e proporre come uscire da questo progetto ormai palesemente osteggiato dalla cittadinanza e dai residenti della zona siano quelle istituzionali.

Il fascicolo in formato elettronico contenente tutta la documentazione del procedimento deve essere messo a disposizione di tutti i membri del Consiglio Comunale e della cittadinanza affinché si possa poi arrivare alla Commissione preposta pienamente consapevoli dello svolgimento dei fatti e, soprattutto, per evitare di ritrovarsi in commissioni dove si "prende atto" e non si ha modo di lavorare nel merito, come già più volte abbiamo denunciato negli scorsi anni.

Presenteremo, quindi, al presidente della III commissione consiliare permanente un'istanza urgente per l'avvio di questo percorso, in cui vengano coinvolti anche gli uffici comunali e l'Erap, affinché in tale sede le forze politiche possano fare le proprie proposte.

Jesi, 21.07.2017

MoVimento 5 Stelle.Jesi
http://www.movimento5stelle.it/listeciviche/liste/jesi/
email: movimento5stellejesi@gmail.com
facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi

Luca Bertini al voto...


Jesi - 


Luca al voto.jpeg

Il nostro candidato sindaco Luca Bertini...

Già prima delle nove erano moltissimi i cittadini recatisi alle urne.
Speriamo sia di buon auspicio!

#buonVotoJesi
#m5sjesi
#jesia5stelle
#jesi5stelle
#buongoverno5stelle
#amministrative2017


Jesi - 


Luca Bertini alla Festa del Cittadino per la chiusura della campagna elettorale
#jesia5stelle
#m5sjesi
#governo5stelle

Thumbnail image for Festa Chiusura 2017_1.jpg Festa Chiusura 2017_2.jpg Festa Chiusura 2017_3.jpg Festa Chiusura 2017_4.jpg Festa Chiusura 2017_5.jpg


Jesi - 


Samuele ANIMALI (candidato con la sinistra varia assortita) ha dichiarato "Non faccio campagna elettorale contro il PD, la faccio contro BACCI" (4/3/2017).

Ah sì? Perché il PD va bene? Sono stati così diversi?

Il PD voleva l'esternalizzazione del servizio di trasporto scolastico.
Come BACCI.

Il PD voleva privatizzare le mense scolastiche.
Come BACCI.

Il PD era per lo spostamento del Monumento a Pergolesi.
Come BACCI.

Il PD voleva approvare un regolamento per rendere più difficile l'accesso alla documentazione dell'Ente.
BACCI ha oscurato gran parte di Iride, il software per l'accesso ad atti e delibere.

Il PD si è pavoneggiato per la inaugurazione di un ospedale (il Carlo Urbani) nonostante ci piova dentro e sia stato svuotato di professionalità ed efficienza. Come BACCI.
Il PD non è stato capace di coinvolgere i cittadini nelle decisioni.
Come BACCI.

Il PD era per cambiare la Costituzione per accentrare a Roma le decisioni e togliere centralità al Parlamento.
Come troppi nella maggioranza di BACCI.

Il PD ha massacrato il Paese di tasse.
BACCI ha portato la tassazione record a Jesi.

Oggi, dopo mesi di soloni sulla democrazia, sulla sinistra, sulla importanza della Scuola e della Cultura, ANIMALI conferma sulla stampa la vicinanza con il partito di Renzi che voleva scempiare la.Costituzione, che ha cancellato l'art.18, che ha massacrato la Scuola e la Sanità pubblica.

ANIMALI, capiamo che la porta al PD prima di un possibile ballottaggio non la volete chiudere (non si sa mai, vero?)...Ma allora perché non vi ci siete messi subito col PD?
Perché se volete fare un'altra volta la stampella del PD in cambio di qualche poltrona da assessore o di un posto garantito in tribuna, non lo avete detto subito?

#votiamolivia
#jesia5stelle
#m5sjesi
#buongoverno5stelle

I candidati a Jesi

Pagine

Partecipa ai nostri eventi