Archivos Maggio 2011

Cittadella ad elevato rischio inondazione

Voto 0 Votos

cittadella_inondazione.png

Il progetto della cittadella non finisce di riservare sorprese: mentre alcune forze o gruppi politici inviano lettere di propaganda pro cittadella ai cittadini di Laives, noi vogliamo ricordarvi gli interessi poco chiari, ad essa relativi, che qualche mese fa portarono alle dimissioni del Vicesindaco Forti. Ricordiamo inoltre la nostra denuncia pubblica sul problema dell'inquinamento del sottosuolo (visto che sotto i terreni sui quali dovrebbe sorgere tale opera è presente un'ex-discarica "sepolta", problema rilevato già dal 1987 e per il quale sarebbe sconsigliato edificare). Ma come se ciò non bastasse, siamo venuti a conoscenza di un altro rischio che, oltre a destare preoccupazione, dovrebbe far riflettere seriamente sulla realizzazione di questo progetto.

Infatti l'area destinata alla Cittadella dello Sport risulta essere interessata da un grave rischio idrogeologico; tale rischio considerato elevato, è stato evidenziato in una Relazione Tecnica redatta per conto del Comune di Laives nel novembre del 2010, da un Tecnico abilitato di settore. In sostanza da tale relazione si apprende che se si verificasse un innalzamento del livello delle falde o un'inondazione, l'area in progetto verrebbe in gran parte sommersa. I punti più colpiti sarebbero lo Stadio, il Centro Commerciale, Biotopo e il nuovo lido. L'enorme edificazione dell'area potrebbe portare inoltre, ad un altro problema in quanto le aree alluvionali sottratte dalla costruzione della cittadella, per la messa in sucurezza della stessa, porterebbero il rischio idrogeologico più a valle interessando altre aree nelle quali si potrebbero avere ulteriori e/oppure più gravi alluvioni. Per salvare la Cittadella si metteranno a rischio altre aree?

Come sempre da un anno a questa parte siamo indignati nel denunciare pubblicamente situazioni di questo genere, tenute all'oscuro dei cittadini o all'interno di un cassetto di una scrivania e purtroppo guarda caso non pubblicate nella lettera spedita ai cittadini. Come sempre ci chiediamo, per quale motivo tali argomenti come del resto anche il tema discarica non vengono affrontati direttamente dalla Giunta e discussi in Consiglio Comunale, ma devono essere sempre sollevati dal Movimento 5 Stelle. Forse non è chiaro ai membri di Giunta che l'argomento in questione è la sicurezza pubblica e non vorremmo ad alluvione avvenuto, sentire che c'è stata una valutazione in merito, ma che non è stata presa in considerazione per interessi di parte. Non comprendiamo più quale sia la vera motivazione per la quale questa Giunta si ostini a portare avanti tale progetto visti i rischi connessi e gli scandali avvenuti, il tutto a discapito della cittadinanza di Laives.

Ci pare incredibile che la Giunta e parte di questa maggioranza, si ostini a realizzare uno Stadio a 60metri dalle abitazioni, al disopra di una discarica su terreni inquinati per di più in una zona a rischio idroalluvionale. La crisi della Giunta Di Fede è evidente e l'ostinazione a proseguire a testa bassa rispetto alla costruzione dello Stadio, crediamo non gioverà proprio a nessuno.

Movimento 5 Stelle Laives
Paolo Castelli, Alberto Dell'Osbel, Andrea Sbironi.

Il PD sostiene il PDL per eliminare l'SVP

Voto 0 Votos

PD - PDL

Accordo fra PD e PDL per eliminare i ribelli del SVP e andare avanti con il progetto della Cittadella targata F.C. Suedtirol... siamo arrivati all'incredibile.

Mercoledì il Consiglio Comunale ha approvato un ordine del giorno firmato da PDL, Lega Nord e Unitalia nel quale si chiede di rendere edificabile l'area del lido attuale per poi venderla e, con i soldi ricavati, costruire il nuovo lido nella zona Galizia, nell'ambito dell'ormai famigerata cittadella dello sport. Hanno votato a favore: PD, Verdi, La Civica e la coalizione del PDL. Peccato che il fine di tale mossa non fosse garantire la costruzione del Lido ma bensì l'emarginazione dell'SVP "buona" per procedere con il progetto Stadio. Il fine giustifica i mezzi? Non se si gioca nella casa dei Cittadini!

Una mossa che ha dell'incredibile, il Partito Democratico che si accorda con il partito "nemico" per affondare gli "amici". Il detto " Dagli amici mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io" non fu mai più azzeccato. Crediamo che la politica locale non sia mai arrivata a livelli simili nei decenni passati. Sintomo di deperimento della classe politica, Laives ha bisogno di cambiare e per cambiare ha bisogno di gente nuova e giovane!!!

Duro il giudizio politico da parte di Paolo Castelli: «Oggi, pur di portare avanti la cittadella e non ammettere che una maggioranza non c'è più assecondate anche le richieste del centrodestra e vi inimicate la Svp - ha detto rivolto al sindaco Di Fede - ma domani, quando il Pdl tornerà a svolgere il proprio ruolo di opposizione e vi volterà le spalle come farete?».

Votate il sondaggio sulla cittadella!

Voto 0 Votos

Sondaggio cittadella

Sul sito QuiMedia.it è stato aperto un sondaggio per chiedere quanti sono favorevoli e quanti contrari alla costruzione della Cittadella dello Sport a Laives.
Il sondaggio scade sabato e invitiamo tutti a votare NO ALLO STADIO!

Tutelare il nostro territorio non è soltanto un diritto, ma anche un nostro dovere. Una volta tanto spendiamo un po' del nostro tempo per informarci e analizzare a cosa andiamo incontro.


  1. Aspetto economico: si dice che lo Stadio sarà Gratis per Laives perché lo paga la Provincia: ma questi 11 milioni di Euro (stanziati appunto dalla Provincia), sono pur sempre soldi di voi contribuenti! Essendo quindi soldi vostri, voi li spendereste in questo modo o li utilizzereste per migliorare servizi o crearne dove oggi ne mancano? Voi che dite, ne vale veramente la pena spendere 11 milioni di soldi pubblici per uno Stadio?

  2. Aspetto commerciale: qualcuno in realtà ci guadagnerà: come sempre gli imprenditori. Pensate un attimo a quanto pagate voi al metro quadro la vostra casuccia. Il terreno sul quale costruiranno negozi, bar, ristorante ecc... lo pagheranno solamente 2.500€ al mq. Con ben 5000 mq faranno una bella concorrenza a tutti i piccoli commercianti di Laives. Voi che dite, ne vale veramente la pena spendere 11 milioni di soldi pubblici per uno Stadio?

  3. Aspetto ambientale: Lo Stadio sarà realizzato al disopra di una discarica e più di 1 milione di metri cuibi di terreni inquinati. La messa in sicurezza permanente della discarica non è compatibile con la futura destinazione d'uso dell'area. Voi che dite, ne vale veramente la pena spendere 11 milioni di soldi pubblici per uno Stadio?

  4. Aspetto sicurezza: 8.000 tifosi agguerriti a poche centinaia di metri dalle abitazione. Ricordiamo che il tifoso italiano non si distingue per il rispetto delle regole, quindi avere disordine pubblico nella nostra città sarà cosa possibile. Voi che dite, ne vale veramente la pena spendere 11 milioni di soldi pubblici per uno Stadio?

  5. Aspetto gestionale: La struttura sarà data in gestione, con contratto a lungo termine, alla squadra F.C. Südtirol. Se questa dovesse fallire o retrocedere, chi si accollerà le spese di gestione? Il Comune non vuole saperne, quindi rischieremmo di avere un'opera abbandonata a se stessa come tante altre in Italia. Voi che dite, ne vale veramente la pena spendere 11 milioni di soldi pubblici per uno Stadio?

  6. Aspetto logistico: Ogni 2 domeniche 8.000 tifosi occuperanno la nuova variante per raggiungere lo Stadio. É un lusso che vogliamo permetterci? Abbiamo voluto questa variante per decongestionare la vecchia statale; ora cosa facciamo, congestioniamo la nuova variante? Voi che dite, ne vale veramente la pena spendere 11 milioni di soldi pubblici per uno Stadio?

  7. Aspetto tributario: La sede della squadra F.C. Südtirol è situata da poco a Bolzano e per trasferirla a Laives ci sono parecchi cavilli burocratici da oltrepassare. Potremmo quindi ritrovarci ad avere uno Stadio, ma senza introiti per il nostro Comune, i quali andrebbero al Comune di Bolzano. Voi che dite, ne vale veramente la pena spendere 11 milioni di soldi pubblici per uno Stadio?

  8. Lo specchio per le allodole: la Provincia e l'F.C. Südtirol non hanno intenzione di finanziare ne il biotopo, ne il lago naturalistico, ne il lido ne la piscina olimpionica; queste opere saranno quindi tutte a carico del Comune. Il Comune non avendo risorse per finanziare ciò non le potrà realizzare. Indi per cui lo Stadio non porterà nulla di quanto promesso. Voi che dite, ne vale veramente la pena spendere 11 milioni di soldi pubblici per uno Stadio?

La disfatta di Laives

Voto 0 Votos

bandiera_bianca

Da quando esordimmo l'11 giugno 2010 come primi e unici oppositori, ufficiali, della Cittadella dello Sport con la frase "Anche Laives rischia di avere il proprio ponte sullo stretto: un'opera faraonica e bellissima nella sua magnificenza, futuristica per la sua utilizzabilità, ma concepita nel posto meno adatto ad ospitarla" ad oggi sono cambiate molte cose.

Ci troviamo oggi, forse per l'informazione che abbiamo fatto, forse per la forte determinazione che ci ha visti opporci, o semplicemente perché le sinapsi di molti si sono illuminate, ad una situazione paradossalmente capovolta. Opposizione che fa da maggioranza e maggioranza che fa da opposizione, sostenitori che camaleonticamente mutano in oppositori e oppositori che per grazia divina diventano sostenitori dalla parvenza giudaica. All'epoca partimmo col definire quest'opera come il nostro Ponte sullo Stretto, paragone non fu mai più azzeccato. La maggior similitudine sta proprio nell'agonia che accompagna entrambi i progetti, tempi lunghi dalla parvenza infinita, decisioni indecise e futuri incerti. Opere destinate alla magnificenza architettonica ma all'inutilità pubblica, simboli dell'evolversi della civiltà verso la futura archeologia.

Ed ora che succede? Si avrà una disfatta di Caporetto o una semplice resa incondizionata?

Le ultime notizie dal fronte vedono "La Civica", lista civica di Pineta, in prima linea pronta a calare sulle case alleate migliaia di volantini inneggianti allo stadio. Premonitore di un futuro roseo e prospero per la civiltà paesana, simbolo di grandezza e magnificenza.

Dietro le linee "nemiche", avanzano con coraggio e determinazione le truppe ribelli SVP pronte al contrattacco. Nel frattempo nel mezzo della linea nemica, alcuni hanno disertato non riconoscendosi più nei valori condivisi (Pro Laives - Udc).

I neutrali (PDL e Lega) per il momento pare sostengano la linea contro lo Stadio, consapevoli della possibile disfatta della quadruple alleanza.

Nel frattempo la quadruple alleanza (PD-IDV-Verdi-Civica) pare aver retto il fuoco incrociato, uscita indebolita dall'ultimo attacco sembra non voler mollare e continuare decisa sino alla vittoria finale. Una vittoria dall'esito incerto e dai tempi infiniti. Nel frattempo la popolazione come in tutte le guerre è quella che ne risente maggiormente con conseguente crescita del malumore e della rabbia. Riprendendo la frase di Reagan del 1987 diciamo: "Signora Sindaca, abbatta questo Stadio!"

Incontro dei grillini di Laives

Voto 0 Votos
Lunedì 23 giugno alle ore 20.00 avrà luogo una riunione dei grillini di Laives alla quale siete tutti invitati! Ci troviamo nella sala al secondo piano del Comune di Laives per discutere dei seguenti punti:
  • presentazione dell'ordine del giorno che verrà discusso al prossimo Consiglio Comunale;
  • discussione su quale posizione dovrà assumere il Movimento sulle votazioni che ci saranno nel corso del Consiglio;
  • raccolta di eventuali proposte da portare in Consiglio.

Ringraziamo i cittadini che hanno finanziato i manifesti per il referendum!

Voto 0 Votos
Ringraziamo tutte le persone che hanno contribuito al finanziamento dei manifesti per i referendum del 12 e 13 giugno e che nei prossimi giorni provvederemo ad affliggere per le strade di Laives!


La spesa per la stampa dei manifesti è pari a 92,40€, mentre le donazioni hanno raggiunto i 104€.

Ma il lavoro più grande arriva adesso: bisogna informare quante più persone possibile e convincerle ad andare a votare!

Referendum 12 - 13 giugno

Stampiamo i manifesti per i referendum del 12 e 13 giugno!

Voto 0 Votos

referendum_12giugno.png

Come Movimento 5 stelle di Laives riteniamo sia doveroso pubblicizzare l'importantissimo Referendum per il quale saremo chiamati a votare i prossimi 12 e 13 giugno.

Considerata la disinformazione e la confusione che sta creando questo Governo, sta a tutti noi informare in modo corretto quante più persone possibile.

Per questo vogliamo stampare dei manifesti da affiggere per le strade del Comune di Laives e, nel caso dovessimo disporre di ulteriori risorse, anche dei volantini da distribuire ai nostri concittadini.

Come già saprete, per noi non esistono rimborsi pubblici o altri finanziamenti; se anche voi volete contribuire come hanno già fatto altre persone, potete fare un'offerta tramite PayPal.

Crear nueva entrada
« Aprile 2011 | Incio - Blog | Archivos | Giugno 2011 »