Novedades en la categoría Servizi ai cittadini

Parlamentare M5S a Laives, venerdi ore 20.00 in Comune

Voto 0 Votos

democrazia dir.png

Venerdì 24 gennaio la comunità di Laives avrà l'opportunità di incontrare personalmente il cittadino che grazie ai voti raccolti dal Movimento 5 Stelle in Regione Trentino-Alto Adige è divenuto Parlamentare, Riccardo Fraccaro. Dopo aver sentito per mesi la propaganda denigratoria instaurata dalle reti pubbliche e private, ora avete l'opportunità di incontrare direttamente uno degli esponenti Nazionali del Movimento 5 stelle e di porgli tutti i quesiti che in questi mesi vi hanno ingiustamente turbato.

La serata si svolgerà al primo piano della casa del Cittadino, il Comune di Laives, dalle ore 20.00 alle 22.30. L'accesso è libero a tutti.



Il programma della serata sarà:

1.      Il parlamentare Riccardo Fraccaro spiegherà l'importanza della salvaguardia dell' art.138 della Costituzione. Modificare l'art.138 significherebbe eliminare le procedure che sino ad oggi hanno protetto la Costituzione Italiana.

2.      Il consigliere Comunale di Laives, Paolo Castelli, esporrà le tematiche che sino ad oggi hanno impedito l'introduzione di un Quorum Zero nel Comune e le clausole a molti ignote che oggi non permetterebbero alcun Referendum Comunale.

3.      Il Consigliere Comunale di Bolzano, Claudio Vedovelli, esporrà il Referendum per la Democrazia Diretta che si svolgerà Domenica 9 febbraio 2014.

4.       Discussione libera con domande da parte dei presenti al Parlamentare del M5S.

Questa serata ha lo scopo principale di dimostrare quanto il Movimento 5 stelle sia vicino alla popolazione, vi aspettiamo.

2° KO per la Maggioranza

Voto 0 Votos

KO.jpg

Anche questa sera è saltato il Consiglio Comunale per mancanza di una maggioranza. La maggioranza accusa, disperata, l'opposizione di irresponsabilità in quanto non sostenuta. La situazione: 15 Consiglieri di maggioranza, 14 di opposizione, 1 da nominare, per nominarlo servono 16 Consiglieri.

Ma in quale Paese, se non quello degli inciuci, un'opposizione potrebbe garantire la governabilità alla maggioranza. Le 7 dimissioni, sono responsabilità della giunta Di Fede e non dell'opposizione. Le giustificano con problemi personali, ma qui pare che di personale ci siano solo le poltrone a cui sono vincolati i rimanenti.

Ora ci vogliono far attendere ulteriori 18 giorni prima che scada la possibilità di rieleggere l'ultimo Consigliere dimissionario, rielezione che potrebbe essere garantita solo dal mercato delle vacche, cioè un consigliere di opposizione che salta in maggioranza. I riflettori sono puntati, attenzione......

Siamo arrivati al punto che ogni consigliere comunale eletto si deve assumere una personale responsabilità nei confronti dei nostri concittadini, determinando il futuro di questa amministrazione e quindi della città, che ha la necessità di ritrovare una nuova amministrazione comunale in grado di riprendere serenamente un cammino di operatività e di normalità.

Consigliere Comunale Paolo Castelli, M5S- Laives

Ora basta, svegliaaaaa!!!!

Voto 0 Votos

sveglia.jpgOggi il movimento è criticato, bombardato, denigrato ed accusato di essere il male per l'Italia. Ma coloro che ci criticano, per quale arcano motivo non si sono opposti anche ai veri scandali del Paese, quali il mercato delle vacche, l'allungamento dell'età pensionabile, il crack finanziario più grande d'Europa, il condono edilizio, la legge Tremonti bis, lo scudo fiscale, la prescrizione, l'indulto ecc.....

E noi saremmo il male per il Paese? Il non volersi alleare con coloro che non hanno fatto nulla di concreto per fermare leggi anti costituzionali e diseguali sarebbe il male per il Paese? Il non volersi fidare di coloro che per decenni hanno fatto ciò che volevano sarebbe un crimine? Per cambiare veramente questo Paese ci vuole una sola cosa, un governo a 5 Stelle. E se avete paura del nuovo vi vogliamo ricordare il vecchio dove ci ha portati: 2.032,416,703,837 € di debito pubblico. Forza Movimento, avanti tutta !!!

E per chi non avesse ancora compreso cosa significhi il termine rivoluzione....."La rivoluzione  è un mutamento improvviso e profondo che comporta la rottura di un modello precedente e il sorgere di un nuovo modello. " Ed è proprio quello che il Movimento si è prefissato come obiettivo principale.

M5S Laives cerca nuovi attivi.

Voto 0 Votos

cerca_attivisti.pngVisto il successo riscontrato a Laives come in Italia, è ora che anche la nostra struttura cresca.

A differenza dei partiti, noi siamo aperti, quindi se siete giovani, non avete presenziato in alcun altro partito ed avete delle idee per il futuro di Laives è ora che vi presentiate al Movimento 5 stelle. Non temete, non abbiate paura, siamo semplici cittadini anche noi. Abbiamo bisogno di gente onesta, con buona volontà e ricca d'iniziativa.

Quindi il prossimo giovedì, 07 marzo, cominciano i primi incontri per raccogliere le adesioni al Movimento 5 stelle, movimento che non si deve trovare impreparato alle prossime elezioni comunali. Il futuro siete voi.
L'incontro si volgerà nella casa del cittadino, il Comune di Laives, precisamente nell'aula al primo piano dalle ore 20.30.

Per qualsiasi domanda scrivici a info@laives5stelle.it

 

Sindaca: Bypassare Consiglio, procedura innovativa.

Voto 0 Votos

dittatore.jpg

Non è una battuta di Crozza, ne di Berlusconi, ma la tragica  risposta della nostra Sindaca.

E' ufficiale, dopo la nostra denuncia di ottobre agli Enti locali della provincia di Bolzano ci viene ufficializzato che la Sindaca ha firmato l'acquisto per la zona Vallarsa (campo da Hockey) senza disporre dell'autorizzazione necessaria del Consiglio Comunale. In pratica non rispettando la procedure prevista dalla legge. Qui non si tratta di manifesti o cartelloni con l'utilizzo improprio del simbolo comunale, ma di un acquisto di oltre 300.000 euro !!!!

In data 23 novembre 2012 gli Enti locali dichiarano: "..la stipulazione dell'accordo in oggetto in data 25.09 e quindi prima della data della delibera 26.09 con la quale si approva l'accordo stesso, non corrisponde alla legge" Per leggere il documento, clicca qui.

Oggi per mezzo stampa la sindaca dichiara: "..la procedura adottata è stata innovativa e l'abbiamo messa a punto con estrema attenzione..... sono tranquilla da questo punto di vista anche se probabilmente siamo stati il primo comune ad adottare questa procedura." E sottolinea poi che gli uffici provinciali esprimono pareri, non giudizi, che invece competono a un giudice. "Lo scandalo semmai è creare, come fa il consigliere Castelli, problemi a 360°"

Crediamo che questa risposta sia ancora più gravosa dell'argomento in oggetto. Definire procedura innovativa, l'anticipare le decisioni di un Consiglio Comunale, massima istituzione di un Comune, equivarrebbe ad un vero e proprio attentato alla democrazia. A Laives sta nascendo un nuovo Re Sole ?

Chiediamo a tutti i componenti di maggioranza di dissociarsi da tale affermazione al fine di mostrare alla cittadinanza che siamo ancora in democrazia e chiediamo alla Sindaca di rassegnare le dimissioni, secondo noi, il primo cittadino non è più adeguato a ricoprire il ruolo istituzionale che gli compete, ruolo di garante per il Comune di Laives.

Sulla base di quanto dichiarato, chiediamo alla Sindaca,

  1. se ritiene superflua l'istituzione del Consiglio Comunale,
  2. se ritiene che l'organo di vigilanza degli Enti pubblici non sia competente in materia
  3. se ritiene più grave la convocazione illegittima di un Consiglio Comunale rispetto a una stipulazione illegittima di un contratto.
  4. di spiegare a cosa il Comune di Laives sarebbe andato in contro qualora si fosse firmato il contratto solo dopo l'approvazione da parte del Consiglio Comunale, come per altro previsto dalla legge.

In qualità di Consigliere, io Paolo Castelli, voglio rispondere direttamente alla Sindaca Liliana Di Fede, che se chiedere il rispetto ed il controllo delle norme vigenti, sia creare problemi a 360°, allora sono ben contento di essere un problema per Laives. Oltre a ciò, visto che gli enti pubblici, depositerebbero solo opinioni, allora come consigliato dalla stessa ci appelleremo agli organi competenti in materia giuridica.

Sindaca: Bypassare Consiglio, procedura innovativa.

Voto 0 Votos

dittatore.jpg

Non è una battuta di Crozza, ne di Berlusconi, ma la tragica  risposta della nostra Sindaca.

E' ufficiale, dopo la nostra denuncia di ottobre agli Enti locali della provincia di Bolzano ci viene ufficializzato che la Sindaca ha firmato l'acquisto per la zona Vallarsa (campo da Hockey) senza disporre dell'autorizzazione necessaria del Consiglio Comunale. In pratica non rispettando la procedure prevista dalla legge. Qui non si tratta di manifesti o cartelloni con l'utilizzo improprio del simbolo comunale, ma di un acquisto di oltre 300.000 euro !!!!

In data 23 novembre 2012 gli Enti locali dichiarano: "..la stipulazione dell'accordo in oggetto in data 25.09 e quindi prima della data della delibera 26.09 con la quale si approva l'accordo stesso, non corrisponde alla legge" Per leggere il documento, clicca qui.

Oggi per mezzo stampa la sindaca dichiara: "..la procedura adottata è stata innovativa e l'abbiamo messa a punto con estrema attenzione..... sono tranquilla da questo punto di vista anche se probabilmente siamo stati il primo comune ad adottare questa procedura." E sottolinea poi che gli uffici provinciali esprimono pareri, non giudizi, che invece competono a un giudice. "Lo scandalo semmai è creare, come fa il consigliere Castelli, problemi a 360°"

Crediamo che questa risposta sia ancora più gravosa dell'argomento in oggetto. Definire procedura innovativa, l'anticipare le decisioni di un Consiglio Comunale, massima istituzione di un Comune, equivarrebbe ad un vero e proprio attentato alla democrazia. A Laives sta nascendo un nuovo Re Sole ?

Chiediamo a tutti i componenti di maggioranza di dissociarsi da tale affermazione al fine di mostrare alla cittadinanza che siamo ancora in democrazia e chiediamo alla Sindaca di rassegnare le dimissioni, secondo noi, il primo cittadino non è più adeguato a ricoprire il ruolo istituzionale che gli compete, ruolo di garante per il Comune di Laives.

Sulla base di quanto dichiarato, chiediamo alla Sindaca,

  1. se ritiene superflua l'istituzione del Consiglio Comunale,
  2. se ritiene che l'organo di vigilanza degli Enti pubblici non sia competente in materia
  3. se ritiene più grave la convocazione illegittima di un Consiglio Comunale rispetto a una stipulazione illegittima di un contratto.
  4. di spiegare a cosa il Comune di Laives sarebbe andato in contro qualora si fosse firmato il contratto solo dopo l'approvazione da parte del Consiglio Comunale, come per altro previsto dalla legge.

In qualità di Consigliere, io Paolo Castelli, voglio rispondere direttamente alla Sindaca Liliana Di Fede, che se chiedere il rispetto ed il controllo delle norme vigenti, sia creare problemi a 360°, allora sono ben contento di essere un problema per Laives. Oltre a ciò, visto che gli enti pubblici, depositerebbero solo opinioni, allora come consigliato dalla stessa ci appelleremo agli organi competenti in materia giuridica.

Comune, i Consiglieri sono sconosciuti.

Voto 0 Votos
cervello.jpg

Affidare lavori pubblici a una ditta gestita da un Consigliere in carica potrebbe indurre molti a pensare male, soprattutto se questo Consigliere di opposizione (Laga Nord), più di una volta ha mostrato instabilità cardinale, per il corrente motivo vogliamo analizzare la faccenda. Non vorremmo mai pensare male, ma vista la decadenza della politica italiana poco ci rimane da fare. 

Ufficialmente ci viene risposto che il responsabile del procedimento non sapeva che il soggetto appaltatore fosse anche Consigliere Comunale. Buffo  per uno che lavora in Comune, no? A Laives accade pure questo...... Consigliamo alla Sindaca di portarsi sempre dietro la carta attestante la sua carica amministrativa, non vorremmo mai che qualcuno la scambiasse per una impostora.

Si vuole quindi verificare "come per il caso Forti" la moralità della cosa e mettere a conoscenza la cittadinanza di un consuetudine a parer nostro da estirpare, sradicare dalle pubbliche amministrazioni. Crediamo siano da vietare affidamenti a ditte collegate direttamente a esponenti politici in carica , in quanto non risulta dimostrabile la nascita o meno di favoritismi politici collegati all'atto stesso.

 
Chiediamo quindi all'Amministrazione comunale se, prima di affidare l'incarico alla ditta del Consigliere siano stati richiesti altri preventivi ed a quali ditte. Si chiede in oltre sulla base di quale valutazione sia stato affidato l'incarico.  Chiediamo in fine, vista l'etica, di non assegnare più a ditte di Consiglieri comunali incarichi per l'esecuzione di lavori pubblici.

Leggi interrogazione, clicca qui.

Leggi risposta, clicca qui.

Amministrazione investe sulle frane.

Voto 0 Votos

sill.jpg

Mentre il campo da hockey Sill di Bolzano soccombe sotto una frana, Laives pensa bene di acquistare un campo da hockey nell'analoga situazione. Qua non si tratta di puntare sul rosso o sul nero, ma sull'alluvione o sulla frana.  Si perché a Laives si investe in consulenze geologiche, non per evitare le zone a rischio, ma per costruire in quelle, come si volava fare per la Cittadella ed ora con il campo da hockey in Vallarsa, investire inutilmente milioni di Euro, non per renderle immuni, ma solo per renderle a norma di legge.

Scusate, ma noi non appoggiamo questo pensiero. Per noi la sicurezza viene prima di tutto, e nel 2012 non è pensabile investire e/o costruire in zone ad elevato rischio idrogeologico, malgrado la legge lo permetta. Legge che garantisce una discreta sicurezza dell'impianto ma non la salvaguardia dello stesso. Quindi, a breve, potremmo ritrovarci a rinvestire gli stessi soldi, per ripristinare l' impianto appena ristrutturato, perché colpito da frane o alluvioni.

Ogni anno in Italia, per frane e alluvioni, si perdono milioni di euro di patrimonio pubblico. Perché realizzato in zone ad elevato rischio, smettiamola ed investiamo il denaro pubblico per realizzare le opere in zone sicure.

Verdi, rossi dalla vergogna.

Voto 0 Votos

vergogna.jpg

Verdi, prima promettono le dimissioni e conseguente crollo della Giunta,  poi una volta bocciato il "referendum Zero", i consiglieri passano all'opposizione annunciano un tranquillo appoggio esterno, mentre l'Assessore rimane in maggioranza ben ancorato alla poltrona.  I Verdi di Laives diventano rossi, rossi dalla vergogna che provocano ai loro elettori. All'epoca gli soprannominammo grigi, come lo Stadio che desideravano, oggi siamo ancora una volta costretti a mutare il colore che li distingue.

In qualità di opposizione, chiediamo alla maggioranza di riperdersi subito i consiglieri Verdi, in quanto per noi la differenziata è una cosa seria e non siamo disposti a smaltire l'umido a spese dei contribuenti. L'opposizione di Laives sta diventando un centro di riciclaggio, a breve chiederemo alla SEAB di predisporre appositi contenitori per la classificazione dei politici, dai riciclabili, ai tossici per finire con il residuo.

Se a qualcun altro di maggioranza venisse in mente di passare all'opposizione, vi ricordiamo che esistono anche le dimissioni e/o anche la sfiducia da presentare al Consiglio. Crediamo fareste una figura migliore nei confronti dei pori cristi che si vedono ogni giorno decurtare le paghe da tasse ed imposte, le quali servono a mantenere i servizi e non voi altri politici!!!

Se sei di maggioranza, e non sai come chiedere la sfiducia, chiedete a noi il modulo, il servizio è gratuito !!!

La Maggioranza non ci prenda per il quorum!!

Voto 0 Votos

presi_quorum.bmpSignori di maggioranza, va bene che copiate le proposte del Movimento, ma non copiate pure i voti di bocciatura !!!

Poi, vorremmo ricordare ai Verdi che se un uomo non è disposto a correre qualche rischio per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla o non vale niente lui. Il Quorum Zero è diventata la vostra ultima battaglia, se perderete anche questa avrete perso gli ultimi elettori che potevano ancora sostenervi..

Dopo la quarta crisi di maggioranza, dopo l'ennesima conclusione di un consiglio privo di risultati e concretezze, dopo la bocciatura del quorum Zero, bhe c'è ben poco da dire se non perdere l'ultima misera, sottile, invisibile fiducia che si poteva ancora riporre nella Giunta di Laives. Desrivere questa maggioranza non è impossibile, è inutile, sarebbe tempo perso come quello che si continua a perdere in Consiglio.

Se qualcuno si volesse fare una cultura sul perchè vogliamo l'abrogazione del quorum, legga qui. Se invece volete credere ancora alle favole, andate nei blog degli altri partiti.......

Laive 5 Stelle ha portato il
-13 marzo 2011 Mozione per abolizione del quorum (ritirata per promessa di passaggio in commissione)
-21 aprile 2012  Mozione per riduzione del quorum al 15% (bocciata dalla maggioranza)

La maggioranza:
-11 ottobre 2012 delibera per abolizione quorum (bocciata dalla stessa maggioranza)

CAPIRLI?!?!? IMPOSSIBILE......

Crear nueva entrada
« Energia | Incio - Blog | Archivos | Sviluppo »