MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

L'Aquila - 

Con l'accettazione della lista da parte degli uffici comunali, si è conclusa ieri la prima tappa di un percorso partito da qualche anno e che a guardare la situazione aquilana sembrava essere un'utopia. Attraverso un cammino condiviso, stando sempre con la gente e tra la gente ed in difesa dei diritti dei cittadini, siamo riusciti a condividere un programma partecipato con i cittadini ed a presentare nel lontano 6 Marzo, la lista per la certificazione interna.
L'attesa è stata lunga e quando avevamo ormai quasi perso ogni speranza, proprio nel giorno del sabato Santo, in un normale pomeriggio pre-pasquale, una mail dello Staff di Beppe Grillo ci ha confermato il simbolo e la possibilità di presentarsi a questa tornata elettorale.
Molte sono state le difficoltà incontrate, tanti sono stati i tentativi, peraltro sventati, di salire sul carro pentastellato per politicanti di vecchia guardia che si sono professati assidui sostenitori ma che di grillino non avevano nulla, se non l'attenzione ai numeri che contano!
Anche la certificazione delle firme necessarie per la presentazione della lista è avvenuta nel rispetto delle norme previste ossia alla presenza di consiglieri comunali che hanno gentilmente dato la loro disponibilità o dell'ufficio comunale predetto. Questi siamo noi!
Ora ci siamo e faremo tutto il possibile per vincere queste elezioni con la nostra squadra, fatta di persone semplici, competenti ed oneste provenienti dalle varie estrazioni sociali, da disoccupati ad impiegati, da pensionati ad avvocati, medici, insegnati..
Noi siamo la Sola, Vera ed Unica discontinuità con il passato. #LiberiaAMOlaquila Insieme!
liberiamo laquila.jpg


L'Aquila - 

"Il tema della sicurezza è decisivo per la nostra Città non solo per garantire l'incolumità delle persone, ma perché essa possa ancora avere delle prospettive di sviluppo" è quanto afferma il M5S L'Aquila con il suo candidato sindaco Fabrizio Righetti.
"Non possiamo sperare che nei prossimi anni vi siano persone, studenti, aziende, enti che vogliano venire ad insediarsi, lavorare, o anche solo trascorrere una parte della loro vita nel nostro territorio, se questo non supera l'impressione di insicurezza che si porta dietro dal terremoto del 6 aprile 2009 e, soprattutto, di quelli successivi".
Per questo motivo non ci possiamo accontentare della mistificazione secondo cui L'Aquila sarebbe la città più sicura d'Italia: la sicurezza non può essere legata solo alla incolumità fisica, ma alla possibilità di continuare la propria vita di tutti i giorni senza dover ripiombare nell'esperienza lancinante dell'essere sfollati a causa della inagibilità della propria abitazione.
Il raggiungimento di un adeguato livello di sicurezza comporta alcune scelte politiche fondamentali e che riguardano, in primo luogo, il superamento del limite del 60% della resistenza rispetto ad una nuova costruzione utilizzato nei lavori di riparazione post-sisma. Se ciò non è stato possibile per la ricostruzione privata, non possiamo non prendere una posizione nei confronti degli edifici pubblici strategici, tra cui le scuole. Le recenti notizie assunte a mezzo stampa circa lo schema di revisione delle norme licenziato dal Consiglio Superiore dei Lavori pubblici con le quali viene indicato quale indice di vulnerabilità minimo da raggiungere per le scuole a seguito degli interventi di miglioramento un valore non minore di 0.6 non deve essere applicato letteralmente al ribasso.
Le normative sono peraltro in continua evoluzione e pertanto, l'indice di vulnerabilità pari a 0,6 conseguente all'applicazione delle NTC 2008 è soggetto a divenire in un prossimo futuro, sempre più basso causa aggiornamenti delle leggi stessi.. Pertanto il M5S L'Aquila si impegnerà a far si che i valori da raggiungere nell'adeguamento degli edifici comunali sia pari ad 1.
La paura del terremoto si può superare non solo con il raggiungimento della sicurezza ma anche attraverso la conoscenza, l'apprendimento e soprattutto con la prevenzione. A tal scopo è nostra intenzione rendere subito pubblici i dati della resistenza sismica degli edifici comunali, così che i cittadini possano conoscerne il relativo grado di sicurezza esistente. Porremmo particolare attenzione all'immediata revisione ed aggiornamento del Piano di Protezione Civile, documento che deve essere mantenuto "vivo" e non solo presente sulla carta, così come accaduto sino ad adesso. Per fare ciò ci avvarremmo anche del contributo delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile, di università e di tutti coloro che vorranno contribuire a migliorarlo, utilizzando le nuove conoscenze e tecnologie informatiche attualmente disponibili.
Fabrizio Righetti candidato sindaco M5S L'Aquila


L'Aquila - 

In riferimento alle nomine da effettuarsi per la prossima tornata elettorale, si comunica che il M5S L'Aquila (con candidato sindaco Fabrizio Righetti) ha ufficiliazzato al primo cittadino ed alla Commissione Elettorale del Comune di l'Aquila la richiesta di adottare come requisito ulteriore per la nomina degli scrutatori, la condizione di disoccupazione (comprensiva di studenti e persone a basso reddito), oltre a quelle previste dalla legislazione vigente.
Tale iniziativa, peraltro già attuata già in molti altri comuni italiani, ha lo scopo di sensibilizzare le istituzioni nei confronti delle categorie disagiate la cui condizione si è ulteriormente aggravata a causa dell'attuale situazione economica e degli eventi sismici del 2009. Tale intervento non spotrà essere risolutore ma rappresenta un primo concreto esempio per non lasciare indietro nessuno.
M5S L'Aquila
scrutatori.png


L'Aquila - 

Venerdì 21 aprile 2017, alle ore 10:30, presso il Palazzetto dei Nobili, alla presenza della portavoce abruzzese al senato Enza Blundo ed ai consiglieri regionali Sara Marcozzi, Domenico Pettinari, Gianluca Ranieri e Riccardo Mercante, il Movimento 5 Stelle L'Aquila ha presentato ai cittadini il candidato Sindaco, l'ing. Fabrizio Righetti.
L'incontro è stata l'occasione per ufficializzare la partecipazione del Movimento 5 Stelle alle amministrative di L'Aquila dopo la certificazione ricevuta dallo Staff Nazionale nei giorni precedenti.
Righetti, 48 anni, laureato in ingegneria civile, lavora all'Agenzia Regionale per la Tutela dell'Ambiente ed ha un contratto di collaborazione come docente a convenzione con l'Ateneo cittadino. Proviene dal mondo del volontariato attivo di Protezione civile ed è iscritto dal 2012 al blog di Beppe Grillo. "Ho partecipato attivamente in questi anni alle iniziative dei meetup locali del movimento mettendo a diposizione del gruppo le mie conoscenze e competenze. Sono stato indicato dagli attivisti quale candidato sindaco : mi preme sottolineare come nello spirito del M5S, di essere un semplice portavoce di un gruppo al quale mi pregio di appartenere".
"Parteciperemo alle elezioni per vincerle", ha sottolineato Righetti; "L'Aquila ha bisogno di una svolta dal sistema partitocratico che l'ha soffocata. La forza che ci danno i cittadini, con i quali ci rapportiamo e confrontiamo quotidianamente, ci ha fatto capire che c'è una grande volontà di cambiamento".
3.jpg
Pur sapendo che ci aspetta un compito arduo siamo determinati e consapevoli di poter vincere le elezioni non per tornaconto personale, ma per ridare dignità e prestigio alla nostra città.
"Il Movimento 5 Stelle rappresenta l'unica alternativa ed elemento di discontinuità dal sistema affaristico che ha governato la città". Infatti, pur non avendo rappresentanti in seno al consiglio comunale, nel corso degli anni gli attivisti dei meetup locali hanno da sempre vigilato sulla corretta amministrazione comunale segnalando, anche con l'ausilio della portavoce al senato e dei consiglieri regionali, tutte le situazioni contrarie al reale interesse dei cittadini . Giova ricordare la denuncia sulla mancata ricostruzione dell'edilizia residenziale pubblica che ha visto anche l'intervento del consigliere Domenico Pettinari, la richiesta di intervento del dott. Cantone per la verifica dell'appalto dei lavori di piazza d'armi, le segnalazioni inerenti le modalità di intervento nella realizzazione dei sottoservizi nel centro storico della città, la constestazione della delibera per l'assegnazione dei fondi per la cultura, il sostegno ai cittadini assegnatari di Case e Map, vessati da un sistema di calcolo delle bollette iniquo e degli aquilani che vivono nel quartiere di edilizia pubblica di San Gregorio".
Ora, "è il momento di guardare al futuro" ha incalzato Righetti: "vogliamo prenderci L'Aquila, e non per interessi personalistici, per segnare una svolta, una rinascita. Immaginiamo una città a misura d'uomo con elevati standard di qualità. Il tutto deve avvenire per il tramite di un percorso partecipato e non più con imposizioni che vengono dall'alto così come avvenuto sino ad oggi. A tal proposito faccio rilevare come la scrittura del programma, in via di completamento e che verrà prossimamente presentato, ha visto il coinvolgimento per il tramite di assemblee pubbliche e di una piattaforma on line realizzata, la partecipazione della cittadinanza".
Alcuni temi centrali, Righetti li ha già messi sul tavolo: "Va realizzata la piena trasparenza amministrativa", ha ribadito. "Inizieremo con la riorganizzazione della macchina comunale, eliminando le spese inutili per permettere la riduzione delle tasse, in particolare, lo stato delle aziende partecipate; effettueremo una ricognizione delle sedi comunali al fine di verificare la possibilità di economie negli affitti che vengono pagati; andrà ricostituito il tessuto sociale, sfaldato dalla realizzazione delle new town, velocizzata la ricostruzione pubblica soprattutto per gli edifici presenti nel centro della città, rivitalizzato il centro storico facendo tornare le piccole imprese e le attività commerciali ed artigianali, accellerando la ricostruzione dei centri storici delle frazioni non ancora iniziata.
Poi, l'avvertimento: "verificheremo subito il bilancio del Comune, non vorremmo ci fosse il rischio commissariamento". Dunque, il tema della sicurezza, "a partire dalle scuole: la città si sta spopolando, non è stata trasmessa serenità ai cittadini; va subito indicato l'indice di vulnerabilità degli edifici scolastici, e va redatto un cronoprogramma chiaro per la messa in sicurezza, avviando l'attività di progettazione ed adeguamento delle scuole comunali visto che i soldi ci sono, e sono fermi da anni".
Per realizzare il programma, "abbiamo bisogno dei cittadini, dell'apporto e del supporto di tutti" ha concluso Righetti; "siamo disponibili ad un confronto con chiunque vorrà, ribadendo che il candidato sindaco non è altro che un cittadino, come voi".
"Il candidato e la lista M5S saranno a disposizione della città e dei cittadini", ha aggiunto la senatrice Enza Blundo; "nessuno ambisce alla poltrona per tornaconti personali, siamo un movimento di persone che si impegnano per il territorio indipendentemente dalle cariche, come ha fatto, sino ad oggi, Fabrizio Righetti. Per questo, sono felicissima che L'Aquila abbia la possibilità di scegliere una vera discontinuità". Attivisti ed eletti, in Regione e al Parlamento, "sosterranno convintamente il candidato sindaco", ha ribadito Riccardo Mercante: "non siamo qui per partecipare, ma per vincere e, così, ridare potere ai cittadini dell'Aquila. D'altra parte, "non si può sperare di ottenere un risultato diverso riproducendo gli stessi comportamenti", ha incalzato Gianluca Ranieri: "in città, i risultati ottenuti in questi anni sono stati davvero scoraggianti e, dunque, è necessario cambiare, battere una strada nuova". Con l'obiettivo di governare, e non soltanto di stare all'opposizione: "Si possono compiere atti di buon governo stando all'opposizione - le parole di Sara Marcozzi - ma soltanto amministrando le città, la Regione, il Paese, il Movimento 5 Stelle può cambiare davvero le cose". L'Aquila "è una città ferma, ingessata che non guarda agli ultimi", ha concluso Domenico Pettinari;"è arrivato il momento di dire basta".

I candidati a L'Aquila