MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Lecce - 

01-redditocittadinanza.jpg


Lecce - 

Il prossimo 7 aprile alle ore 21,00, presso la pizzeria Terra Antica in viale Marche n. 38 a Lecce, i nostri portavoce al Parlamento ed alla Regione Puglia, insieme al candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle a Lecce, Fabio Valente, avranno il piacere di servire la pizza al vostro tavolo.

Tra i presenti: Daniela Donno, Maurizio Buccarella, Diego De Lorenzis, Antonio Trevisi ed i portavoce comunali della provincia di Lecce.

Sarà una buona occasione per conoscerci e scambiarci opinioni sulla nostra città.

Il ricavato della serata servirà a sostenere in piena trasparenza le iniziative del Movimento 5 Stelle alle elezioni amministrative leccesi del prossimo 11 giugno.

Il costo sarà di € 12,00 e comprende: stuzzichini, pizza e bevanda.

Per prenotare telefonare al seguente numero: 388/8908028.

Vi aspettiamo!

pizzata.jpg


Lecce - 

Alle ore 17,00 di venerdì 17 dell'anno 2017, abbiamo ricevuto la certificazione dallo staff del M5S che ci consente di utilizzare il marchio del movimento nella competizione elettorale per le amministrative leccesi.

Per noi la certificazione è un momento importante, non solo perché ci consente di usare il logo del movimento, ma soprattutto perché è l'attestazione di un controllo attento e puntuale operato su tutti i candidati presenti nelle nostre liste elettorali, da parte dello staff nazionale; capite bene che questo rappresenta una garanzia per i cittadini leccesi che non ha eguali in nessuna delle altre liste presenti in città, né di destra, né di sinistra, né di centro e civiche. Solo votando il Movimento cinque stelle, il cittadino leccese avrà la certezza di votare persone integre, pulite, dall'alta moralità e senza l'ombra di una condanna, o un di avviso di garanzia.

Da ultimo, era importante aspettare questa certificazione perché è una nostra regola e per noi le regole sono importanti e vanno rispettate. Per questo noi non siamo e non saremo mai come Pd e Forza Italia che addirittura dentro le istituzioni, dentro il Parlamento Italiano, non hanno rispettato le regole, non hanno rispettato una legge dello Stato per salvare un condannato in via definitiva.
E sono le stesse forze politiche che si stanno presentando alla cittadinanza leccese per chiedere il consenso elettorale.

Chiaramente, il nostro impegno sul territorio non sarebbe cambiato se non avessimo avuto la certificazione, perché noi siamo cinque stelle nel DNA, nel nostro modus vivendi e non nel marchio ma, la certificazione, ovviamente, ci dà una forza maggiore, la forza di un gruppo nazionale che è l'unico ad avere e rispettare un codice etico e che fa del rispetto delle regole un caposaldo fondamentale.
Quindi oggi, forti della nostra coerenza, siamo orgogliosi di portare il nostro progetto nazionale anche a Lecce.

Torino, Roma, Livorno, Pomezia, Civitavecchia, Bagheria, Noicattaro, Ginosa, Ragusa sono solo alcune delle 37 città in cui il nostro progetto ha preso vita, un progetto che parte dalle città, passa per le regioni fino al Parlamento romano e a quello Europeo.

Democrazia partecipata, stop al consumo del territorio, strategia rifiuti zero, mobilità sostenibile, acqua pubblica, connettività per tutti, sviluppo ecosostenibile, reddito di cittadinanza e soprattutto trasparenza nell'amministrazione della cosa pubblica, sono solo alcune delle proposte che portiamo in tutte le città in cui sono presenti portavoce e sindaci a 5 stelle.

Abbiamo la consapevolezza di poter vincere questa competizione elettorale a Lecce perché il nostro programma è stato scritto dai cittadini, è concreto, credibile e realizzabile ma soprattutto è utile alla città ed è nell'interesse esclusivo dei cittadini leccesi che non potranno che sposarlo e condividerlo.

La nostra lista è composta da medici, ingegneri, casalinghe, avvocati, commercialisti, farmacisti, operai, disoccupati ossia da cittadini e questo ci consente, passatemi il termine, una sorta di "purezza di fondo", ci consente di avere le mani libere, di poter andare avanti per la nostra strada con la barra dritta e la testa alta, di poter realizzare il nostro programma senza il timore di pestare qualche piede o qualche interesse perché solo noi possiamo non dar conto a nessuno perché con nessuno abbiamo e avremo mai accordi o inciuci.

Qualora i cittadini decidessero che il nostro ruolo sarà all'opposizione, saremo sentinelle vigili e attente e sarà nostra cura accendere dei fari su tutta una serie di situazioni poco chiare di cui siamo venuti a conoscenza in questi mesi, senza fare sconti a nessuno, a tutela esclusiva della legalità e degli interessi di tutti i cittadini per cui, vi anticipo la risposta ad una domanda che già mi aspetto: in un eventuale ballottaggio, che non ci dovesse vedere protagonisti, noi non appoggeremo nessuno.

A Lecce si conclude un ventennio di governo del centro-destra che al di là di qualche operazione di maquillage architettonico, lascia una città abbandonata a se stessa senza un efficace piano sociale: migliaia di famiglie vivono sotto la soglia di povertà e continua ad esistere un problema casa, problema casa che è anche sotto indagine della Procura della Repubblica.

Da qui parte il nostro impegno verso i cittadini secondo il nostro motto "NESSUNO DEVE RIMANERE INDIETRO". La lotta alla povertà cittadina sarà il caposaldo di tutte le nostre prime azioni di un eventuale governo a 5 Stelle.

Non esiste, né è mai esistito un piano di mobilità sostenibile, la città è invasa da automobili rendendo l'ambiente poco salubre e a questo si aggiunge l'eliminazione delle centraline di monitoraggio della qualità dell'aria, a voler evidenziare il totale disinteresse al problema.

Siamo sede di una importante Università ma nulla è stato fatto perché Lecce diventasse una vera città universitaria, mancano tutte le strutture a supporto dei giovani che studiano in città e parlo di sale studio, biblioteche di quartiere, piste ciclabile da e verso Ecotekne. L'Università deve essere il volano dello sviluppo sociale culturale ed economico della nostra comunità.

Le periferie sono diventate dei quartieri dormitorio. Le diverse operazioni hanno delimitato un cerchio virtuale intorno al centro storico che è la sola zona della città dove viene vissuta la vita cittadina. Abbiamo l'idea che la città debba essere policentrica e che ad ogni quartiere debba essere vissuto dai propri cittadini.

Questi sono solo alcuni dei punti del nostro programma che scopriremo a poco a poco nei prossimi giorni insieme ad altre iniziative che non ci vogliamo spendere oggi ma che saranno di sicuro interesse per la cittadinanza.

Abbiamo l'ambizione di poter riportare la città di Lecce ad essere una vera comunità, dove non ci sono figli e figliastri perché tutti hanno gli stessi diritti e le medesime opportunità, dove nessuno deve rimanere indietro perché gli ultimi sono la nostra priorità, dove la legalità e la trasparenza garantiscano la correttezza dell'azione amministrativa, dove tutti i cittadini concorrono a determinare le scelte che riguardano la loro vita e ne controllano costantemente l'efficacia rispetto ai propri interessi.

Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui si vive o assumersi la responsabilità di cambiarle: noi, da semplici cittadini, abbiamo scelto questa seconda opzione e da oggi siamo al servizio della città di Lecce.


Lecce - 

no tap.jpg

"Nessun approdo di TAP sulle coste brindisine"
è la posizione chiara e netta degli attivisti del M5S aderenti ai Meet Up 'Salentini Uniti con Beppe Grillo' e 'Amici di Beppe Grillo Brindisi', che ribadiscono la totale aderenza all' unica linea portata avanti fino ad oggi dai parlamentari salentini e da tutto il gruppo parlamentare: combattere ad oltranza la realizzazione del gasdotto!
"Solo pensare di localizzare il gasdotto nei pressi del Parco Naturale Regionale Salina di Punta della Contessa la consideriamo pura follia, contraria ad ogni politica del Movimento"- dichiarano gli attivisti del M5S - e non capiamo come un' opera inutile e devastante come TAP, totalmente incompatibile con la tutela ambientale e la salute dei cittadini, lontana anni luce da una progettazione lungimirante di energia eco-sostenibile ovunque venga realizzata, possa minimamente essere considerata un'occasione di recupero e riqualificazione di un territorio già martoriato come quello brindisino. Qualcuno, forse, è caduto nel tranello ricattatorio di TAP, credendo alla favola che assieme al gasdotto approderanno anche risparmi in bolletta, centinaia di posti di lavoro e, magari, la tanto attesa scomparsa di Cerano. Solo falsità, per altro già ampiamente smentite dai parlamentari del M5S, durante le audizioni a Roma con il Top Manager di Tap G. Russo. Pertanto - concludono gli attivisti dei due meet up - riteniamo qualsiasi appoggio e tentativo di svendita del territorio, o di parte di esso, un chiaro sostegno alla politica del Partito Unico e un tradimento ai valori fondanti del M5S, che ovviamente ci troverà sempre fermamente contrari. Continueremo la nostra lotta NO TAP, e da oggi con rinnovata energia."

Attivisti M5S aderenti ai MeetUp Salentini Uniti con Beppe Grillo e Amici di Beppe Grillo Brindisi

logo meetup salentini uniti.jpg


Lecce - 

ASSEMBLEA PUBBLICA con i PARLAMENTARI SALENTINI del M5S ELETTI ALLA CAMERA E AL SENATO

VENERDI 1 novembre 2013 presso le Officine CANTELMO dalle ore 17.00 alle ore 20.00 per discutere insieme ad attivisti, simpatizzanti e cittadini di:
- TRASPARENZA: rendicontazione, metodologia assunzione dei collaboratori;
- ATTIVITÀ' PARLAMENTARE: resoconto delle iniziative legislative;
- CANALI DI COMUNICAZIONE INTERNA ED ESTERNA.

L'evento verrà trasmesso in streaming.

locandina assemblea parlamentari web2.jpg

UNA 'GUIDA' PER IL DECORO


Lecce - 

decoro urbano.jpg

Riscontrando in questi giorni il plauso del sindaco Paolo Perrone e l'apprezzamento espresso dell'assessore all'ambiente Guido per le segnalazioni giunte a difesa del decoro e dell' igiene della città, in particolar modo dopo aver letto il suo appello rivolto ai giovani "affinché possano sempre di più coadiuvare le istituzioni nel combattere e prevenire taluni comportamenti" non possiamo esimerci dal chiedere come mai, ad oggi, l'Amministrazione Comunale non abbia mai dato seguito alle nostre due richieste di adesione al portale decorourbano.org (istanza protocollata in data 13 settembre 2012 e sollecito in data 29 luglio 2013).

Le parole sono vuote senza azioni, dunque se è reale l'interesse di raccogliere e risolvere le denunce di criticità riguardanti dissesto stradale, vandalismo, incuria del verde pubblico, segnaletica, illuminazione, abbandono d' immondizia, affissioni abusive (recente lotta lanciata dall'amministrazione) ed altre forme di degrado urbano a cui quotidianamente assistiamo, rinnoviamo l' istanza e sollecitiamo il comune all'utilizzo di questo strumento efficace e gratuito, già adottato con successo in molti altri comuni, di recente anche la vicina Lequile, creando un filo diretto tra cittadini e amministrazione.

Per il cittadino sarà sufficiente avviare l'app, scattare una foto, evidenziare la situazione e lo smartphone invierà la segnalazione con la posizione GPS; la segnalazione comparirà sulla mappa del portale decorourbano.orged il Comune potrà monitorare costantemente le comunicazioni, ottimizzando la gestione degli interventi, aggiornando i vari step.

Attendiamo fiduciosi che Sindaco ed Assessore all'Ambiente, sulla scia di questo rinnovato desiderio di decoro cittadino, vogliano finalmente aderirvi.

Attivisti M5S Lecce - Meetup Salentini Uniti con Beppe Grillo - Corte Dei Romiti.

logo meetup salentini uniti.jpg


Lecce - 

Merita uno scadente 44esimo posto comune.lecce.it nella classifica dei siti virtuosi pubblicata dalla Bussola della trasparenza, uno strumento che guida in modo semplice le pubbliche amministrazioni verso la trasparenza totale. Appena 25 su 65 gli indici minimi rispettati rispetto a quelli previsti per legge (un magro 38,46%, ), un pessimo risultato rispetto a quello di Foggia, primo in Puglia, e di altri 2000 Comuni italiani con il 100% di indici corrispondenti.

Gli indicatori analizzati dalla bussola riguardano la realizzazione della struttura del sito, così come definito nel Decreto della Trasparenza, per garantire la massima chiarezza e fruibilità di chi vi accede. Ogni cittadino, collegandosi online a magellanopa.it/bussola/ può facilmente verificare questi dati e lo stato di qualsiasi sito web delle pubbliche amministrazioni: il sistema restituisce in tempo reale il risultato con le faccine che segnalano se le linee guida sono rispettate (faccine verdi) o meno (faccine rosse); si possono analizzare i dati e confrontarli con i siti di altre città.

Del sito del Comune di Lecce risultano non aderenti indici quali patrimonio immobiliare, dirigenti, contrattazione collettiva, società partecipate, dotazione organica, contrattazione, tassi di assenza, canoni di locazioni e affitti, fino al più banale telefono e posta elettronica.

Oltre che rappresentare l'opportunità di un nuovo e rinnovato rapporto fiduciario tra cittadino e pubblica amministrazione, non dimentichiamo che la trasparenza è un obbligo di legge. Per questo ci aspettiamo che il Comune di Lecce si attivi al più presto per rendere il proprio sito trasparente al 100% .

bussola lecce foggia.jpg


logo meetup salentini uniti.jpg


Lecce - 

A 90 giorni dalla nostra richiesta di chiarimenti circa lo stop dei lavori all'ex inceneritore SASPI (visualizza l'articolo), il Comune di Lecce, a mezzo del Responsabile Unico del Procedimento Arch. De Lucia, ci risponde con una lettera indirizzata al nostro Meetup (visualizza la lettera).

Procederemo a verificare quanto asserito dall'Ente, sorveglieremo il prosieguo dei lavori e chiederemo ulteriori chiarimenti sulle somme spese per quella che, oramai, è diventata una vera bomba ecologica alle porta di Lecce.

5_STELLE_X_LECCE_SMALL.png


Lecce - 

I Parlamentari salentini del M5S, Maurizio Buccarella, Daniela Donno, Diego De Lorenzis e Barbara Lezzi ribadiscono di prendere categoricamente le distanze da meriti, metodi, e reputazioni contenuti nel Tg che Telerama trasmetterà ostentando ufficialità e condivisione con il M5S, ma che nella realtà sono frutto di una mera farsa.

Su "Senato e Montecitorio Cinque Stelle" viene regolarmente pubblicato e diffuso on line il video del resoconto ufficiale dell' attività parlamentare, prodotto dall' ufficio comunicazione, " 5 giorni a 5 stelle", che l'editore Pagliaro si è ben guardato dall'interpellare.

"La presa di distanze nulla ha a che vedere con la 'democrazia' - dichiarano i parlamentari del M5S - ma scaturisce da un'ottica ragionata di comunicazione che al momento, per quanto concerne l'attività parlamentare e le scelte "politiche" del M5S, e' concentrato nel gruppo comunicazione del Parlamento, garantendo:
1) Uniformità e non contraddizione delle notizie e delle priorità comunicative;
2) continuità del canale comunicativo, che non può essere lasciato alla disponibilità (per quanto generosa e/o in buona fede) di attivisti sul territorio e di un'emittente televisiva che li trasmette seppur gratuitamente.

In più nel caso di specie - concludono - non può tacersi il fatto che l'editore della TV Paolo Pagliaro, e' oggi un uomo politico, anche con incarichi governativi per il Partito Unico "(*Presidente del Movimento Regione Salento, Coordinatore regionale del MIR, Consigliere del Sottosegretario di Stato per gli affari regionali e le autonomie).

I PARLAMENTARI SALENTINI M5S
Lecce 27 settembre 2013 -

PAGLIARO.jpg


Lecce - 

locandina settembre 2013.jpg

Come ogni sabato, aspettiamo cittadini, simpatizzanti e attivisti del M5S per l'assemblea generale, a cui parteciperanno anche i portavoce parlamentari eletti , in Corte dei Romiti 8 (piccola traversa di via Palmieri, nelle vicinanze del Duomo), a Lecce.

logo meetup salentini uniti.jpg

I candidati a Lecce

Partecipa ai nostri eventi