legaNgenderIolanda Nanni, consigliere regionale M5S, risponde al capogruppo della Lega, Romeo, sull'assurda mozione presentata dalla LEGA sull'introduzione nelle scuole della così detta teoria gender:  "Le tesi di Romeo sono fuffa, fondate sul nulla. Il fatto non sussiste. La teoria gender non esiste e pertanto non può neanche essere introdotta nelle scuole.

La LEGA vuole solo fare terrorismo psicologico sui genitori, paventando un indottrinamento dei loro bambini e ragazzi sulla presunta negazione dell'esistenza di differenze tra uomo o donna o, peggio, sulla possibilità per ognuno di loro di essere portati a scegliere arbitrariamente se essere uomini o donne. Questa vergognosa mistificazione nasce dalla strumentalizzazione di un documento dell'Organizzazione Mondiale della Sanità risalente al 2010 che analizza gli standard dell'educazione sessuale in tutta Europa, descrivendo scientificamente ciò che avviene nelle varie fasce d'età della vita dei bambini e dei ragazzi in relazione alla sessualità. Questo documento però è un testo scientifico per addetti ai lavori, non un testo normativo e, soprattutto, non ha nulla a che vedere con le proposte di legge esistenti sul tema dell'educazione affettiva."

"La LEGA affonda il suo ventre molle nel più becero pregiudizio rischiando, con queste mistificazioni, di alimentare il clima di odio omofobico che serpeggia in certe sacche della società, evidentemente con l'intenzione di voler impedire a una parte della popolazione di ottenere diritti, dignità e uguaglianza", conclude Nanni.