MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Maggio 2011

Festa della scuola Re-pubblica


Matera - 
 
 
Il prossimo 2 giugno noi del MoVimento 5 Stelle partecipiamo e collaboriamo alla realizzazione della festa per la scuola pubblica in piazza S. Francesco a Matera. "Dalla scuola del re alla scuola della repubblica: qualità dell'istruzione tutela dei diritti di cittadinanza", è il titolo della manifestazione.

Cliccando sul link qui a fianco potrete scaricare la locandina dell'evento, leggere tutti gli orari e gli appuntamenti della manifestazione e decidere che partecipare è meglio che restare a casa.... Festa della scuola re-pubblica.pdf

Dalle 17:30 alle 23:00 saremo insieme ai bambini e ai ragazzi delle scuole della città, insieme a tante associazioni e comitati di cittadini, perché crediamo di poter celebrare con orgoglio la festa della Repubblica sostenendo la Scuola Pubblica di Stato ed il servizio che essa svolge per la tutela dei diritti e per lo sviluppo delle competenze di cittadinanza.

Ci ritroveremo con quanti si occupano di scuola, istruzione, conoscenza, ma anche con le realtà che a vario titolo partecipano alla crescita culturale della collettività e del territorio.
Sarà l'occasione per parlare dei progetti a cui teniamo di più in tema di istruzione e delle proposte che vorremmo vedere realizzate. A partire dalle risorse finanziarie dello Stato erogate solo alla scuola pubblica, continuando con l'abolizione della legge Gelmini, con la diffusione obbligatoria di internet nelle scuole e l'accesso per gli studenti, la graduale abolizione dei libri di scuola stampati (e quindi la loro gratuità) con l'accessibilità via internet in formato digitale, arrivando all'insegnamento gratuito della lingua italiana per gli stranieri (obbligatorio in caso di richiesta di cittadinanza) e a tanto altro ancora.

Passate a trovarci..... Per i pochi che ancora non ci conoscono..... :-P .....cercate le spillette con il logo del MoVimento 5 Stelle!
Ci vediamo il 2 giugno. Ciao!


Matera - 
 
 
Ci troviamo nel comune di Palazzo San Gervasio, Basilicata. Breve sunto di una "metamorfosi" di un campo destinato all' ospitalita' dei lavoratori stagionali extracomunitari ad un campo CIE. Circa 20 anni fa venivano sequestrate ad un grosso mafioso del...... posto una serie di beni immobili fra cui anche un'area destinata a capannone e rimessa mezzi da lavoro. Fu concessa al comune di Palazzo San Gervasio e da quel momento in poi gradualmente ma con grosse difficolta' viene trasformata negli anni in un centro a porte aperte per i lavoratori stagionali che si riversano nelle campagne per la raccolta del pomodoro. L' anno scorso l' attuale sindaco decide di chiudere il campo per motivi tecnici e di natura sanitaria. Il risultato e' stato quello di "sparpagliare" circa 2000 lavoratori nelle campagne senza servizi igenici ne acqua. 40 giorni fa arriva la chiamata del prefetto che chiede se l'area e' disponibile per l' accoglienza profughi. L'amministrazione comunale, senza battere ciglio da l' OK e fa ben altro...si dimentica della chiusura del campo dell' anno successivo e raddoppia il numero di persone che potrebbero essere ospitate...da 250 (numero fissato per decreto comunale) a 540. La prima riunione che si tiene nell' aula consigliare, e' una riunione per le associazioni del posto che fin da subito si rendono conto di non poter fronteggiare quella situazione ma che si impegnano nel dare il loro contributo. Ma quella riunione ha qualcosa di strano...in quella riunione non si parla nè di accoglienza nè di dignita'. A quella riunione vengono invitati anche molti ristoratori del posto e la parola d' ordine comincia ad essere solo ed esclusivamente economia per il paese. Passano circa 20 giorni e il campo si trasforma da campo accoglienza profughi a campo CIE. Attualmente per quel poco che si riesce a vedere il campo si e' trasformato in una piccola Guantanamo. Recinzioni alte 5 metri all' interno che delimitano zone per i prigionieri e un muro in cemento armato con filo spinato nato in soli 3 giorni. I ristoratori del posto continuano a servire i pasti...ma la cosa piu' grave e' il fatto che tutti gli appalti passano per le mani dell' ex braccio destro del mafioso a cui fu sequestrato il bene immobile...persona che ha il pass per entrare nel campo come se fosse un questore. Le notizie che giungono dal campo CIE, sono drammatiche...si parla di pestaggi e sembra che 30 persone siano sparite nel nulla (notizia riportata dal web giornale ufficiale del comune...www.palazzosangervasio.net). Lo scempio va avanti e intanto l' amministrazione continua a dir che non sa nulla di nulla ma che vuole il campo perche' apporta economia al paese. Raccapricciante e' sentir uscir dalla bocca di molti cittadini frasi che uccidono la tolleranza: " se li fucilassero, avremmo risolto il problema "...." metterei gratuitamente a disposizione i miei mezzi agricoli per scavare una fossa comune, lo farei gratuitamente " ! Ed io intanto tremo per l' assordante silenzio che si e' levato ! M.T.

Matera - 

Il Movimento 5 Stelle di Matera rivolge a tutti i cittadini questo semplice invito, limpido come l'acqua.
logo-piccolo.jpg
Vi ricordate che l'iscrizione di Matera nel patrimonio dell'Unesco è stata motivata anche dalla testimonianza che i Sassi rappresentano un esempio eccezionale di accurata utilizzazione della risorsa acqua, con efficienti sistemi di recupero e canalizzazione delle acque stesse?

Il Comitato Referendario 2 SI per l'Acqua Bene Comune di Matera organizza un corteo per informare i cittadini sulla consultazione referendaria del 12 e 13 giugno. Il Movimento 5 Stelle partecipa all'organizzazione, saremo presenti al corteo e speriamo di incontrarvi in tanti - chi non viene è fesso ;-)

Venite a trovarci, saremo in buona compagnia!
Avremo con noi la banda musicale, un banditore, gli striscioni e le bandiere dell'Acqua.
Sabato 28 maggio ci raduneremo alle 16,00 nella Villa Comunale, ma potrete anche raggiungerci durante il percorso attraverso Via XX settembre - Piazza Vittorio Veneto - Via del Corso - Piazza San Francesco d'Assisi - Via Ridola - Piazzetta Pascoli - Via Bruno Buozzi, fino all'arrivo nel piazzale della Madonna de Idris, proprio nei Sassi, alle ore 18,00.
Il Comitato ha scelto di concludere la manifestazione davanti alla Chiesa della Madonna de Idris per ricordare il legame tra l'oggetto del culto e il bene acqua, a cui la nostra Comunità ha riconosciuto nei secoli un valore quasi sacrale.

Fatelo per voi, mica per me.

E-mail to Robert Putnam


Matera - 
La scorsa settimana il professor Robert D. Putnam della Harvard University è venuto in visita in Basilicata e, a detta della stampa locale, ha fatto i complimenti, durante un incontro pubblico, agli amministratori che sono stati capaci di trasformare il 'caso Basilicata' in 'modelo Basilicata'. Il Prof. Putnam ha condotto studi anche in Italia, relativamente al capitale sociale ed alle sue implicazioni sulla vita delle comunità locali. Maggiori informazioni possono essere trovate a questo link

Ho così pensato di inviare una mail allo stimabile professore.

Estimable Professor R.D. Putnam, I've read about a visit of You in our region, Basilicata. I think that your visit here has been exploited by local politicians. In several articles, one of these is the following: http://www.basilicatanet.it/basilicatanet/site/Basilicatanet/detail.jsp?sec=1005&otype=1012&id=554037 , they says that Basilicata can be taken as an example of government in Italy. I have read something about your works (I see that one of those focused on our region in 1987) and I think You are really a respectable person, so the only thing I can deduce, is that what You have said is a little bit far from what they announce in the mentioned and linked article. Because here the social capital simply doesn't exist. I wonder if the following video http://www.youtube.com/watch?v=LYKCOdU0A30&playnext=1&list=PL2E8F0038046342DE (do You recognize the likeable orator?) or this other http://www.youtube.com/watch?v=IKu7Th4UwQc (you may recognize another very likeable politician) are examples of good government and improving of social capital. As I wonder if to sign agreement with Oil companies without listen to what citizens think about, is an example of good practice in government. Waiting for a reply I make You best regards,

Giovanni Perrino, MoVimento 5 Stelle Basilicata (http://www.basilicata5stelle.it)

Se riceveremo una risposta, questa sarà tempestivamente e interamente pubblicata su questo sito..


Matera - 

Ogni giorno di più Loro stanno riempiendo il vaso fino all'orlo; ogni giorno che passa Noi prendiamo coscienza di essere la goccia che lo farà traboccare.
Il 12 e 13 giugno lasciamo un segno: un SI' per l'acqua pubblica e un SI' contro il nucleare.
Abbiamo un fitto calendario con i prossimi appuntamenti: utilizziamolo come linea-guida per aggiornare le nostre agende, per diffondere attraverso le nostre reti le iniziative e per essere presenti. Fatelo per voi, mica per me.

19 maggio: c/o la Parrocchia di Serra Rifusa ore 18,30 incontro coi parrocchiani
20 maggio: volantinaggio in bicicletta, a piedi o con altri mezzi non inquinanti nei rioni; appuntamento in piazza Sedile ore 17,00
21 maggio: catena Umana contro il nucleare a Scanzano Jonico ore 16,00; appuntamento in piazza dei Centomila. C/o Sui Generis ore 17,30 per organizzare il gazebo alla manifestazione "La Scuola in piazza il 2 giugno". C/o la Libreria dell'Arco ore 18,30 presentazione del libro di Anna Maria Rivelli "Il ragno" promossa dal circolo Gino Giugni, siamo stati invitati per informare e diffondere i materiali. GAZEBO informativo e volantinaggio in pizza V. Veneto ore 19,30 (qui dobbiamo essere in tanti)
22 maggio: c/o la Parrocchia di San Giacomo ore 9,00 ospiti dell'Ass.ne "Amici del Cuore" per distribuire i materiali. GAZEBO in piazza V. Veneto ore 19,30 (chi non viene è fesso :-P)
28 maggio: ore 16,30 concentramento in Villa Comunale per una passeggiata con bandiere, banda e banditore la cui meta sarà La Madonna dell'Idris. Arrivo previsto alle ore 18,00, momento in cui le bandiere e gli striscioni dell'acqua saranno poste sulla roccia. L'evento sarà pubblicizzato e saranno invitati a partecipare anche i coordinamenti di tutta la provincia. Il luogo è stato scelto per il suo valore simbolico in città. Al termine ritorneremo in piazza Sedile per volantinare all'ingresso dell'Auditorium in occasione della stagione musicale "Viva Verdi", ore 20,30
29 maggio: c/o la Parrocchia di Sant'Agnese, rione Agna, ore 9,00 ospiti dell'Ass.ne Amici del Cuore. In serata, c/o Osteria Malatesta, cena a sostegno della campagna referendaria ore 20,30 (sarà gradita la partecipazione di tanti "sostenitori", anche qui chi non viene è fesso!)
1 giugno: in serata aperitivo a sostegno della campagna referendaria c/o il Vicolo Cieco ore 21,30 (per i fessi: si legga sopra)
2 giugno: ore 17,00 in piazza San Francesco e negli Ipogei sottostanti, nell'ambito della manifestazione "la Scuola Pubblica in piazza con i Beni Comuni", ci sarà il nostro gazebo con materiale informativo e proiezioni di video sull'acqua e sul nucleare.
4 giugno: mattina al mercato settimanale, informazione e volantinaggio sul referendum
5 giugno: ore 21,00 "comizio" (per modo di dire :-P) in piazza V. Veneto con Margherita Ciervo, Forum Nazionale Acqua Bene Comune e referente regionale del Comitato Pugliese. A seguire invitiamo tutti a ritrovarsi c/o Sui Generis per approfondimenti e convivialità (WOW!).
6,7,8,9 giugno: con la collaborazione di Cinefabrica, giro nei rioni con proiezioni all'aperto
10 giugno: in serata c/o lo Stadio XXI Settembre diffusione di materiale al Trofeo "G. Scirea", ospiti dell'Ass.ne Amici del Cuore e "comizio" conclusivo da definire.
12, 13 giugno: SI VOTA!!!!! Invitiamo tutti ad andare a votare già la domenica in prima mattinata per dare visibilità al quorum!!!!!!

Durante queste giornate abbiamo avuto la disponibilità della Casam (l'azienda trasporto urbano) ad affiggere volantini all'interno degli autobus.


Matera - 

Qualche giorno fa a "Striscia la notizia" è andato in onda un servizio sull'estrazione del petrolio in Basilicata effettuato da Charlie Gnocchi.

Servizio video striscia la notizia


Come si può notare, nel servizio viene per l'ennesima volta rimarcato come la Basilicata nonostante sia una zona ricca di petrolio, non riesce a trarre nessun giovamento dall'oro nero e che anzi, è una delle regioni più povere d'Europa.
Già in occasione del COPAM, avevamo espresso le nostre opinioni, che ribadiamo nuovamente:

1. Contrarietà' a qualsiasi ricerca, prospezione e coltivazione mineraria liquida e gassosa nel proprio territorio comunale;

2. richiesta di un'immediata moratoria generale in Basilicata, nei confini lucani del mar Ionio e del mar Tirreno di tutte le future istanze da parte delle compagnie petrolifere.

Come direbbero a Napoli, noi lucani siamo cornuti e mazziati, perché non solo le aziende petrolifere inquinano e deturpano l'ambiente e l'aria che respiriamo, ma non ci vengono riconosciuti nemmeno opportunità di lavoro e crescita finanziaria legate all'estrazione.
E' una situazione che continua da troppi anni e che i nostri governatori non hanno intenzione di risolvere.

E probabilmente nemmeno Striscia la notizia riuscirà a modificare questa vergognosa condizione.


Matera - 
 
Il tenente Giuseppe Di Bello ci ha chiesto di dargli una mano per impedire un ennesimo schiaffo (anzi due) al popolo lucano, ormai trattato sempre più alla stregua di una tribù di indigeni d'altri tempi. Scaricando questo file sarà possibile, inviando ciascuno dei due documenti (uno per pagina) debitamente compilati, richiedere ufficialmente alla regione di fermare l'ampliamento del termodistruttore Fenice di Melfi e il permesso di ricerca dell'ENI "Frusci". Tutte le informazioni a riguardo sono contenute nelle due pagine da inviare via fax al numero 0971/669082.

FAL...lo da espulsione


Matera - 
 
 
Evitiamo di commentare perchè le parole che vengono fuori sono poco carine. Ma ci auguriamo che le Ferrovie Appulo Lucane prendano immediati provvedimenti nei confronti di questo personaggio che non può rivestire un ruolo che non gli compete, e per cultura e per moralità.

Matera - 
 
 
Come sappiamo, questi mesi per l'Italia e in particolare per la Basilicata sono stati mesi caldi. La questione degli immigrati ci ha visto protagonisti di vicende da evitare e colpevolizzare ma anche di esempi da seguire. A Palazzo San Gervasio (PZ) sono circa 500 gli immigrati "contenuti" in un'area di 12000 metri quadrati, e sempre Palazzo detiene interamente il numero di immigrati assegnati alla Regione Basilicata. Per fortuna le associazioni di volontariato, i comitati cittadini e le forze dell'ordine stanno garantendo al tempo stesso sicurezza e soprattutto una permanenza per quanto possibile dignitosa. Ma la situazione di improvvisa emergenza, oltre che dal Governo, poteva essere gestita al meglio anche dalle nostre amministrazioni? Il sindaco di Palazzo San Gervasio non poteva far altro che eseguire le disposizioni impartite dal Ministero dell'Interno, ma gli amministratori della Regione Basilicata? Fin'ora abbiamo ascoltato soltanto critiche rivolte al Governo per quanto riguarda la gestione di questa situazione e al tempo stesso elogi ai lucani che si sono dimostrati ancora una volta solidali e accoglienti. Ma si poteva fare dell'altro al fine di gestire a livello regionale la situazione nel migliore dei modi? Per rispondere a questa domanda non bisogna affidarsi alle nostre coscienze o ai nostri pensieri, ideali e competenze, basta guardare l'operato di altre Regioni, come ad esempio la Toscana amministrata dal Presidente Enrico Rossi, di coalizione del Pd proprio come il nostro Presidente De Filippo. In 24 ore, Rossi, è riuscito a far approvare dal Ministro Maroni il suo piano per l'accoglienza degli immigrati: dividere la quota assegnata alla sua Regione in piccole parti da smaltire in più località dell'area toscana. Settignano 10 immigrati, Sesto Fiorentino 30 immigrati nei locali della Parrocchia di Santa Maria a Morello entrambe gestite dalla Caritas e dall'amministrazione comunale, 60 a Livorno, 40 a San Marcello Pistoiese questi, ancora una volta gestiti dalla Caritas, 100 al Calambrone, 45 a Montieri, 90 a Massa Marittima, 15 ad Empoli presso la Misericordia ed infine 5 a Scandicci. In forse altri 4 luoghi toscani. Come si può notare sono stati ripartiti fin'ora 495 immigrati in 9 località differenti assicurando loro un eccellente stato di igiene e di salute ma anche un maggior controllo da parte degli organi di sicurezza. È bene ricordare che stiamo parlando di uomini, di gente come noi, pertanto garantire loro una permanenza dignitosa con condizioni di vita pari alle nostre sarebbe l'obiettivo che oggi la Regione Basilicata dovrebbe raggiungere, e solo allora sarà possibile esprimere un elogio per la solidarietà dimostrata. Tutto questo perché gli immigrati che stiamo accogliendo in questo momento vivono ammassati tra loro in una sessantina di tende e come sappiamo per loro è vietato uscire dal campo d'accoglienza, recintato come un ovile, nel quale lo spazio libero a loro disposizione è troppo piccolo. Spero che questa situazione a mio avviso critica venga risolta immediatamente e che il Presidente della Regione Basilicata prenda in considerazione anche quel che fanno di buono le altre regioni.

Marco Giordano

L'acqua e' di tutti

k&hl=it&fs=1">&hl=it&fs=1" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="515" height="316">

Matera - 

Il coordinamento di Matera per il referendum sull'acqua pubblica continua a riunirsi tutti i mercoledi' alle 19,00 nella sede di Sui Generis in via delle Beccherie. Al 12-13 Giugno manca poco piu' di un mese e dobbiamo far crescere la partecipazione del Movimento 5 Stelle alle attivita' del coordinamento. Il Movimento 5 Stelle e' per l'acqua pubblica e contro il nucleare; lo stiamo dimostrando con i fatti, ma dobbiamo ricordarlo noi tutti per primi e lavorarci piu' seriamente e con piu' continuita'.

Ricordiamo che va bene qualsiasi tipo di contributo: dare disponibilita' alle riunioni del coordinamento, partecipare ai banchetti e ai volantinaggi, versare un contributo per le spese. Ma e' assolutamente obbligatorio per tutti ricordare a parenti, amici, conoscenti, ecc., ogni giorno e in ogni occasione possibile, le date del referendum e la necessita' democratica di andare a votare per raggiungere il quorum.

Di seguito le prossime iniziative in programma:
1) venerdi' 6 maggio, approfittiamo dello sciopero generale per partecipare con il coordinamento acqua nello spezzone del corteo con lo striscione "2 Si' per l'acqua bene comune" e con la diffusione di volantini.
2) domenica 8 maggio gazebo e volantinaggio durante la manifestazione Bicincittà nella zona dove sarà posizionato l'arrivo della manifestazione (piazzetta Pascoli)
3) sempre domenica 8 maggio dalle ore 9,00 volantinaggio in piazza Sedile in occasione di un evento organizzato dall'AVIS
4) volantinaggio prima dei prossimi concerti dell'Onyx Jazz Club e degli spettacoli delle compagnie teatrali locali
5) sollecitazione a che Paolo Rossi ricordi le date del referendum e lanci l'appello per il SI' durante lo spettacolo che terra' oggi a Matera
6) mercoledi' 11 maggio alle ore 21,30 su TRM, programma interamente dedicato al referendum sull'acqua con la partecipazione delle referenti del coordinamento

Contattateci su questa pagina o anche scrivendo a redazione@basilicata5stelle.it

Fatelo per voi, mica per me!

Sobre este archivo

Esta página es un archivo de las entradas de Maggio 2011, ordenadas de nuevas a antiguas.

Aprile 2011 es el archivo anterior.

Giugno 2011 es el siguiente archivo.

Encontrará los contenidos recientes en la página principal. Consulte los archivos para ver todos los contenidos.