MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Naviga nell'oro nero


Matera - 
Abbiamo realizzato, a partire dai dati presenti sul sito del ministero dello sviluppo economico, una mappa interattiva su cui sono eivdenziate le aree della Basilicata interessate da estrazione di idrocarburi. La mappa è incompleta, in quanto non è possibile reperire le informazioni relative ad alcune concessioni in essere (per maggiori informazioni si può consultare la mappa in PDF). Abbiamo pensato che può essere utile avere un quadro di insieme navigabile, che dà la possibilità di vedere cosa c'è effettivamente all'interno e nelle vicinanze delle aree interessate dalle estrazioni di petrolio e gas (corsi d'acqua, centri abitati, parchi, campi, etc.). I più arditi possono avventurarsi nell'individuazione dei singoli pozzi e notare l'impatto ambientale legato all'installazione degli impianti che, purtroppo, non è certamente il più preoccupante dato l'inquinamento ambientale più volte appurato e segnalato alle autorità di controllo da parte di diverse associazioni e singoli cittadini. Per approfondire http://unmig.sviluppoeconomico.gov.it/unmig/pozziattivi/produttivi_regione.asp?regione=BASILICATA

1 commento

| Commenta
  • user-pic

    Sono un simpatizzante che abita tra Pavia e Milano, e volevo comunicarvi quanto io farei in merito al Vostro Petrolio. (che ritengo una truffa continuata nei Vostrti confronti)
    - cercare una copia del contratto stipulato con gli "estrattori" per verificare chi ha proposto e firmato, il contratto capestro.
    -avendolo trovato "mettetelo in rete"
    -quali sono le società ed istituzioni coinvolte
    -facendo una piccola ricerca, negli altri paesi gli "estrattori" pagano roylaties altissime fino all'80% per barile (a voi solo il 4+3%)
    -azioni che farei : referendum regionale per buttare fuori gli estrattori, penso che abbiate i "tecnici in grado di "svolgere il lavoro di estrazione in sicurezza"
    -tra le altre cose, questi estrattori, vendono il petrolio alla raffineria di Taranto al prezzo Opec, tenere presente che loro non hanno "costi di trasporto tramite petroliere" mi risulta che ci sia una "tubazione interrata" che và direttamente alla raffineria.
    -chi controlla quanti "barili" vengono estratti giornalmente
    -chi incassa i soldi della vendita dell'estratto
    Ritengo che dopo aver raccolto tutti questi dati, e raccolta delle firme per "buttare fuori gli estrattori"
    Insieme a questa fase di raccolta firme, io farei un DENUNCIA alle AUTORITA' cOMPETENTI PER TRUFFA AGGRAVATA E CONTINUATA, nei confronti di chi ha redatto,firmato ed accettato il "contratto"
    La truffa è evidente :
    -non hanno tenuto conto di quante royalties vengono pagate negli altri paesi
    -non avete dei dati certi sul numero di barili estratti giornalmente
    -chi incassa la vendita del petrolio senza costi di trasporto
    -chi dovrebbe fare !la decontaminazione dei luoghi dove estraggono, lo fanno? è previsto nel contratto ?
    Cordiali saluti.
    (sono sicuro che ci sarà di mezzo anche Eni) certamente per creare foni di colore scuro come il petrolio.)

Invia un commento

Sobre esta entrada

Esta página contiene una sola entrada realizada por Giovanni Perrino y publicada el 26.08.11 17:42.

Idrocarburi nelle acque e nei sedimenti del Pertusillo es la entrada anterior en este blog.

Banchetto al mercato settimanale es la entrada siguiente en este blog.

Encontrará los contenidos recientes en la página principal. Consulte los archivos para ver todos los contenidos.