MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Maggio 2012


Matera - 

 


 
Oggi sul blog di Beppe è comparso un articolo riporante la lettera di Gianroberto Casaleggio al Corriere della Sera. Fin qui nulla di male, anche se non si capisce il motivo per cui ci si debba rivolgere al Corriere della Sera additato, a ragione, come mezzo di informazione delle classi dominanti e manipolatore della realtà, quando si ha a disposizione uno dei blog più frequentati del pianeta. Non bastava? Ma il vero problema è un altro. Sono iscritto al blog da anni, ho richiesto che i miei commenti fossero certificati e..sorpresa!: i miei commenti critici sono stati cancellati dopo pochi minuti che campeggiavano sulla pagina. Credevo di aver espresso un pensiero educato anche se critico e precisamente dicevo che una società di web marketing dovrebbe limitarsi a curare la parte di propria competenza e non dovrebbe occuparsi di scrivere (non) statuti e regole, attività che dovrebbe essere appannaggio dei cittadini che si spendono per il Movimento 5 Stelle e di Beppe Grillo. Ora, è possibile che questi commenti siano scomparsi per un problema tecnico legato a qualche malfunzionamento del motore del blog, ma appare alquanto sospetto che i commenti favorevoli a Gianroberto continuino a starsene lì tranquilli e con una caterva di voti favorevoli ed addirittura, pur essendo loggato, io non riesca a votare i commenti in questione. Sarà un caso? Il motto dell'ORDINE DELLA GIARRETTIERA dice che chi pensa male dev'essere vituperato, non imbavagliato. Censuratemi pure, infamatemi, sputatemi, crocifiggetemi. Ci sono tanti, troppi seguaci senza un minimo di spirito critico pronti a darvi manforte, ma ricordate: avete una enorme responsabilità sul futuro del Paese e se continuate di questo passo sarete ricordati nei libri di Storia come i maggiori responsabili dello sfacelo dell'Italia, più del puttaniere di Arcore e della finta opposizione parlamentare. Tradire le speranze delle persone è peggio che rubare o corrompere perchè si carpisce la loro buona fede

 
P.S. (mi consenta!) Questo post l'ho scritto a titolo strettamente personale perchè riguarda solo il mio pensiero, per cui qualsiasi provvedimento si intenda prendere non deve coinvolgere gli altri ragazzi del Movimento 5 Stelle di Matera che stimo e rispetto. Sono loro il futuro, per tutto il resto c'è il marketing.
 
P.P.S. Non risponderò a nessuna iena pennivendola pronta a catapultarsi su carogne (come me) ancora calde, mentre resto a completa disposizione per un chiarimento su questo stesso spazio. Sempre che mi sia concesso di rispondere, of course!


Matera - 

Materaintesta.jpg

763 giorni di amministrazione Adduce. La maggioranza di centrosinistra, la finta opposizione di centrodestra e le pseudo liste civiche sanno che la pacchia sta per finire. Soffia un vento che rivoluzionerà tutto, anche a Matera, anche se il locale teatrino della politica pensa ancora che si tratti di una leggera brezza.

Quelle che leggete in basso sono parti del programma elettorale presentato ai cittadini da Adduce e dal centrosinistra nel 2010.
Ho evidenziato alcune piccole perle di saggezza, ma ce ne sarebbero molte altre da commentare. Pensano che i cittadini non abbiano memoria, Loro. Ce l'abbiamo eccome, Noi.

Caro sindaco Adduce, lei ha citato Cicerone per accusare il Movimento 5 Stelle di dichiarare il falso. Mi permetta di introdurre le perle di saggezza del suo programma elettorale con una citazione altrettanto dotta:


"E ora mi chiedo: in questo mondo di intolleranza e pregiudizi, chi siamo noi, chi siamo noi per parlarne male?" (Nathan Young. Misfits, stagione 1, episodio 1)

Chi siamo? Siamo cittadini...... con l'elmetto.



Partecipazione e condivisione sono le due parole chiave con cui il centrosinistra vuole eliminare il divario tra il "Palazzo" e i cittadini e fare della sede municipale realmente la casa di tutti.
Il divario è stato eliminato con l'ascensore che collega direttamente l'ufficio di Adduce al 6° piano con una uscita secondaria.

Partecipazione.jpgSarà fondamentale, pertanto, dare piena attuazione alle disposizioni dello Statuto Comunale rivedendolo e ampliandolo nella parte relativa alla partecipazione.
La bozza relativa ai referendum preparata per il Consiglio Comunale è stata copiata da quella approvata ed in vigore nel Comune di Garbagnate Milanese, già che c'erano con qualche aggiustamento in peggio.

A tal proposito è necessario ripristinare l'Ufficio del "Garante dell'Informazione"
Ogni anno sarà redatto il bilancio sociale, il bilancio partecipativo, che testimoni l'impegno del Comune in favore della promozione della cittadinanza attiva...... verranno definite in una "carta dei servizi", di cui anche il Comune di Matera dovrà finalmente dotarsi.

Questi sono più fatti o più pugnette?


Thumbnail image for Ambiente.jpgUn ambiente con il marchio di qualità.
Quale marchio, quello di Italcementi?

E' necessario, inoltre, avviare il monitoraggio della qualità degli indicatori ambientali, in collaborazione con gli enti preposti, rivolgendo un'attenzione particolare ai corsi d'acqua e potenziando il funzionamento dei depuratori. Indispensabile, infine, migliorare la pulizia ed il lavaggio delle strade, avviare la manutenzione ordinaria delle aree di verde pubblico, a partire dai quartieri storici. E punire la non raccolta delle deiezioni dei cani domestici.
Obiettivi raggiunti, sindaco Adduce? .... manco li cani!


Ridimensionare la quantità di automobili presenti nei Sassi.
Questo è un obiettivo raggiunto, caro sindaco. Solo che il ridimensionamento è stato verso l'alto.
Sassi.jpg


Nessuno resti solo.
Già, caro sindaco Adduce. Solo e blindato nel suo ufficio al 6° piano, non augura a nessuno questo destino.
Thumbnail image for Nessuno resti solo.jpg


Thumbnail image for Turbo.jpgTermino con l'ultima perla di saggezza, quella che più mi da un senso di nausea.

Un turbo nella macchina amministrativa.
Ma quale turbo, quello della BMW sempre parcheggiata vicino all'uscita secondaria del Comune?

.... promuovendo una nuova leva di funzionari brillanti da far crescere in un'organizzazione matura ed attenta.
Funzionari giovani, brillanti e incensurati come il capo di Gabinetto Roberto Cifarelli?


Voi non vi arrenderete mai, Noi neppure.

Vito Petrocelli


Matera - 
«La lotta alla mafia, il primo problema da risolvere nella nostra terra bellissima e disgraziata, non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale e morale che coinvolgesse tutti e specialmente le giovani generazioni, le più adatte a sentire subito la bellezza del fresco profumo di libertà che fa rifiutare il puzzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della contiguità e quindi della complicità». (Tratto da un discorso di Paolo Borsellino ai cittadini siciliani)

Domani 25 maggio alle ore 11 verrà inaugurata al borgo La Martella la Biblioteca Comunale "Adriano Olivetti" in piazza Montegrappa nel segno, leggo nel comunicato stampa, di Matera 2019. Non mancherà nessuno. Per citare giusto qualche nome ci sarà il sindaco di Matera Salvatore Adduce, il presidente della Provincia Franco Stella, gli assessori Vincenzo Viti e Rosa Mastrosimone, l'assessore comunale Elio Bergantino ed anche il direttore del comitato Matera 2019 Paolo Verri.

Borgo la martellaCotanta passerella, per cosa? Memoria non mi inganna quando penso che sono passati solo 2 anni dall'estate in cui i cittadini de la Martella erano in completa rotta di collisione con il Sindaco e l'amministrazione comunale per via degli odori derivanti dalla discarica situata lì vicino, tanto da formare un presidio permanente. Le proteste fiorirono il 29 ottobre 2010 quando i cittadini residenti a La Martella inviarono una nota al consiglio comunale. Nella delibera dello stesso, venne richiamata l'attenzione di tutti i consiglieri nei confronti della gestione dei rifiuti solidi urbani e della discarica di borgo La Martella. Leggo addirittura dalla delibera che:

Il Consiglio Comunale, nel riconfermare l'impegno già preso nella seduta del 27/12/2006, circa la chiusura definitiva dell' impianto di compostaggio e smaltimento definitivo dei RSU ubicato nei pressi del Borgo La Martella impegna il Sindaco
  • a definire con le parti istituzionali (Provincia, Regione ed AATO Rifiuti) l'art. 2 dell'intesa istituzionale sottoscritta lo scorso 3 settembre, ribadendo che, entro il tempo massimo di 12 mesi, i competenti organi degli Enti dovranno procedere alla approvazione degli strumenti di programmazione all'interno dei quali si sancisca la delocalizzazione dell'impiantistica presente al Borgo La Martella;
  • a monitorare la qualità dell'area della zona
  • a comunicare periodicamente i risultati delle indagini ambientali
  • e a tante altre belle cose...

Proprio in quell'occasione, non mancarono accese polemiche. Si parlò anche di compensazioni ambientali per gli abitanti de la Martella, che da dizionario, cercano di migliorare le condizioni dell'ambiente interessato, ma che non riducono l'impatto ambientale previsto dall'esecuzione di opere che comportano trasformazioni d'uso del suolo e degli insediamenti umani. Ricordate la citazione di Borsellino all'inizio dell'articolo? Non parlava di compromesso morale?

Subito dopo il consiglio comunale, una rappresentanza di cittadini de la Martella sostenne un incontro con il Sindaco e con i tecnici addetti allo smaltimento dei rifiuti. Di fatto, magicamente, dopo mesi di lotta e di presidio, sulle proteste dei martellesi calò il silenzio.

Dicembre 2010. Della problematica della discarica e della sua chiusura, non venne fatta nessuna parola nella riunione della giunta comunale del 30/12/2010 come apprendiamo dalla relativa delibera. Si prese semplicemente atto che esisteva un "protocollo d'intesa dal Comune di Matera, dal Ministero dei Lavori Pubblici, dalla Regione Basilicata e dall'ATER della Provincia di Matera per la realizzazione di un programma di edilizia sperimentale nel Borgo La Martella per un importo di € 4.207.595 di cui all'art.2, comma 1, lettera f) della legge 5 agosto 1978, n.457." Nel protocollo erano previste la riqualificazione di alcune strutture, come il teatro, edifici pubblici del Borgo, alloggi di edilizia residenziale pubblica, lavori di pavimentazione stradale, rifacimento marciapiedi, sistemazione del parco urbano e della suddetta biblioteca, quella che verrà inaugurata domani.

Dopo la lettura di tutti questi documenti morbosi e scritti in burocratese, io mi chiedo:

  • Cosa ne è stato delle proteste relative alla discarica?

  • Cosa ne è stato della decisione di delocalizzare l'impianto?

  • Vengono effettuati dei controlli di qualità nella zona, come previsto dalla delibera e come promesso dal Sindaco?

  • Dopo aver inaugurato la biblioteca, Adduce cosa pensa di fare in merito alla discarica?

  • Gli abitanti del Borgo hanno capito che la biblioteca, la farmacia, il teatro, il rifacimento dei marciapiedi sono lavori che spettano a prescindere e che non devono essere il frutto di nessuna compensazione ambientale?

I signori che presiederanno domani l'evento e che faranno bello sfoggio dei loro sorrisi di facciata meriterebbero almeno delle pernacchie. Noi come moVimento 5 stelle non saremo presenti all'inaugurazione perché ci è sembrato che i cittadini de la Martella siano entusiasti di questa nuova infrastruttura e non siano, per il momento, interessati alla vicenda della discarica.

Lungi da noi andare a rovinare una bella mattinata di rappresentanza come quella di domani.

Mirella Liuzzi

Ricominciamo da qui


Matera - 

Thumbnail image for Matera5stelle.jpg Ricominciamo da qui, dal programma della lista civica Matera a 5 Stelle. Lo abbiamo realizzato in rete durante la campagna elettorale a marzo 2010, ora lo vorremmo riqualificare con il contributo dei cittadini che credono possibili i progetti a 5 stelle. Il moVimento è in piazza Vittorio Veneto tutti i sabato e le domeniche dalle ore 18:00. Venite a trovarci, portateci le vostre proposte e rivediamo insieme come vorremmo Matera a 5 stelle.

Voi venite a trovarci in piazza, noi vi diamo appuntamento ad un incontro nei quartieri.

Proviamo ad organizzare un programma partecipato insieme ai cittadini che condividono la voglia di cambiamento. Perché non vogliamo nulla calato dall'alto; vogliamo crearci una bella realtà dal basso.


Programma della Lista CiVica Matera a 5 Stelle - Marzo 2010

Promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica

Convocazione dei consigli comunali in orari che favoriscano la partecipazione della cittadinanza.
Sedute del Consiglio Comunale in diretta web e tv.
Bilanci pubblici disponibili online e in bacheca comunale.
Pubblicazione online di tutte le delibere, le determinazioni e i verbali delle assemblee comunali.
Osservatorio dei lavori pubblici con report mensili.
Disponibilità gratuita degli spazi pubblici coperti per eventi e manifestazioni non commerciali.
Agorà rionali periodiche alla presenza del sindaco e degli amministratori.
Convocazione di referendum consultivi.
Valorizzazione dei Comitati di Quartiere.
Demolizione e ricostruzione del sito internet del Comune.

Favorire la connettività gratuita

Wi-fi gratuito in punti strategici della città.
Sperimentazione di una Rete Wireless cittadina gratuita.
Promozione degli Internet Social Point e alfabetizzazione informatica.
Contributo per connessioni a soggetti e famiglie a reddito minimo.
Informatizzazione e tracciabilità certificata di tutti i flussi comunicativi interni al Comune.
Avviso elettronico di scadenza documenti o ritiro documenti.
Integrazione in Rete di tutti i servizi di sportello al cittadino.
Diffusione di programmi gratuiti open-source in tutti gli uffici pubblici comunali.
Diffusione del Protocollo VOIP per i servizi telefonici della Pubblica Amministrazione.

Rendere efficiente ed ecologica la mobilità urbana ed extraurbana

Realizzazione del Piano urbano per la mobilità.
Rinnovo graduale parco autobus, con mezzi a metano o elettrici.
Integrazione della linea metropolitana delle FAL con il trasporto pubblico.
Parcheggi di scambio alle fermate estreme della metropolitana leggera o ai capolinea degli autobus.
Creazione di corsie preferenziali per i mezzi pubblici e di soccorso.
Creazione di piste ciclabili e di aree comunali per la sosta delle biciclette.
Creazione di servizi di bike e car sharing.
Collegamento con la stazione di Ferrandina tramite navette, includendo questo servizio nell'orario ufficiale e nel biglietto di Trenitalia come trasporto sostitutivo.
Creazione di un city terminal per le partenze per/da Bari Palese.
Creazione di bus terminal e aree camper nella periferia cittadina.

Rafforzare la tutela della salute pubblica e creare le condizioni per una maggiore coesione e solidarietà tra i cittadini

Riqualificazione dei consultori e corretta applicazione della Legge 194.
Monitoraggio e contrasto della violenza sulle donne e sui minori.
Contributi per case di accoglienza per donne e minori in difficoltà.
Riqualificazione dei servizi sociali rivolti agli anziani e al disagio psichico.
Promozione della solidarietà e accoglienza degli immigrati.
Promozione dell'associazionismo giovanile.
Riqualificazione delle strutture sportive esistenti.
Adeguamento degli spazi pubblici con l'eliminazione delle barriere architettoniche.
Vigilanza continua sulla sicurezza e manutenzione degli edifici comunali.
Sostegno ai programmi contro la discriminazione nelle scuole, contro il bullismo e contro la violenza di genere.
Rivalutazione dei criteri di accesso agli asili nido comunali e creazione di figure alternative di sostegno alla maternità.
Sostegno alla diversificazione e qualificazione dell'offerta formativa del polo universitario.
Sostegno alle produzioni artistiche e culturali locali.
Azioni di contrasto alla crisi strutturale applicando le pratiche della Decrescita Felice all'economia locale e ai rapporti sociali.
Sperimentazione della rete virtuosa dei "Condomini a 5 stelle".

Incentivare la riqualificazione del patrimonio edilizio per cementificare meno e nella considerazione che la casa è un diritto

Variante urbanistica a crescita zero: concessioni edilizie solo se relative ad aree di riconversione industriale o a demolizione e ricostruzione degli edifici.
Allegato energetico al regolamento edilizio.
Classificazione energetica obbligatoria per tutte le abitazioni esistenti e per tutti gli edifici pubblici.
Istallazione di impianti fotovoltaici ed eolici per autoconsumo: piccoli impianti per singoli edifici.
Incentivazione dell'uso di materiali locali per le opere pubbliche.
Sperimentazione nell'uso di cogeneratori per alcune tipologie di strutture comunali.

Valorizzazione dei Rioni Storici

Pedonalizzazione di Sassi e Centro Storico.
Attivazione di progetti Park & Ride con navette di collegamento al centro e ai Sassi.
Agevolazione di licenze commerciali per servizi di prossimità al centro storico e ai Sassi.
Certificazione ambientale di tutte le strutture turistiche.
Promozione della realizzazione di un circuito turistico integrato per i musei e le chiese rupestri.
Rapida riapertura dei siti chiusi per lavori in corso o per motivi burocratici.
Promozione del turismo culturale.

Tutela e valorizzazione delle risorse ambientali territoriali, beni da difendere per le future generazioni

Analisi degli aspetti ambientali e degli impatti rilevanti riferiti alle attività controllate e/o controllabili dall'amministrazione comunale.
Implementazione della strategia dei rifiuti zero attraverso riduzione, riciclo, riutilizzo.
Raccolta differenziata porta a porta in tutta la città.
Sistemazione e valorizzazione dei parchi urbani.
Programma "Adotta un giardino: il quartiere si riappropria e gestisce in uso comune i piccoli spazi verdi".
Incentivazione all'utilizzo di acqua pubblica in tutti gli uffici comunali.
Realizzazione di un sistema di raccolta e utilizzo acque piovane per l'irrigazione del verde urbano.
Controllo periodico della qualità delle acque presenti nel territorio comunale (fiumi, torrenti, rogge, ecc.), e diffusione pubblica dei risultati delle analisi.
Installazione di erogatori cittadini di acqua pubblica depurata e filtrata ad alta potabilità.
Riqualificazione dei fontanini pubblici.
Controllo e riduzione dei consumi idrici pubblici.
Acquisti verdi nella pubblica amministrazione.
Campagne di riflessione su nuovi stili di vita per ridurre l'impatto ambientale.
Incentivazione delle produzioni locali e filiere corte: prodotti biologici e a "km zero" per una quota pari almeno all'80% in tutte le mense scolastiche ed ospedaliere.
Supporto alla creazione di mercatini contadini.
Incentivi alla creazione e supporto dei GAS (Gruppi di Acquisto Solidale).
Promozione del lavoro "verde" (fotovoltatico, eolico...).
Valorizzazione del patrimonio delle conoscenze artigianali (tufo, cartapesta...)

Adduce faccela vedere....


Matera - 

faccela vedere.jpg


Sabato e domenica siamo di nuovo in piazza Vittorio Veneto, dalle ore 18 fino alle 22

Adduce ce la farà vedere......

..... la costituzione di parte civile?

Adduce, vogliamo solo vedere, senza toccare.


Matera - 

Boom del Movimento 5 Stelle

Il moVimento 5 stelle ha fatto BOOM. Abbiamo assistito per settimane a dibattiti televisivi, a volte scadenti, in cui degli pseudo giornalisti tentavano di mettere un freno al fenomeno Beppe Grillo, facendo finta che gli aderenti al moVimento non siano gente qualunque o normale, ma invasati pronti a mandare a quel paese tutto e tutti. Abbiamo guardato telegiornali dove non si parlava che dei grillini e, solo in alcuni casi del moVimento. Abbiamo subito e mandato giù i soliti e disgustosi epiteti demagogici, populisti, forcaioli, provocatori, di chi non sa far altro che usare il qualunquismo e i luoghi comuni per frenare un movimento che parte dal basso. Al nostro sindaco, addirittura, facciamo perdere la pazienza!

Giuliano Ferrara dichiarava lunedì in televisione che finché non avesse visto un sindaco a 5 stelle, non avrebbe creduto al BOOM del moVimento. Bene, ora abbiamo il nostro primo sindaco a Sarego, siamo in ballottaggio in 5 comuni e nei 20 capoluoghi in cui ci siamo presentati, abbiamo ottenuto in media l'8,2% dei voti. Da nostri calcoli, il M5S ha una media di 11,04% di voti diretti al sindaco e 8,99% di voti alla lista (per i comuni con meno di 15.000 abitanti c'è solo una percentuale perché il sistema di voto è differente).

Si tratta di un risultato storico che ci fa ben sperare per il futuro, nonostante al sud tiri un vento diverso. Nel mezzogiorno, ahimè, non riusciamo a scrollarci di dosso una cultura della rassegnazione, del clientelismo. Come moVimento 5 stelle Basilicata non promettiamo raccomandazioni, ma idee e progetti che per riuscire hanno bisogno di condivisione. Il nostro sforzo è maggiore di quello dei nostri amici al nord, vivendo questi in una realtà in cui il civismo è ben radicato. La nostra passione, il nostro desiderio, il nostro sogno è di lasciare un mondo migliore per i nostri figli: per questo la sfida che ci aspetta non è delle più facili.

Il moVimento 5 stelle sarà ora invaso da tutti quelli che vogliono arrampicarsi sul carro dei vincitori e da gente pronta a attivarsi, fomentata dai risultati delle amministrative. Vogliamo darvi un consiglio: non contattateci se non volete metterci la faccia; non contattateci se non volete fare qualche domanda scomoda a De Filippo; non contattateci se avete paura di ritorsioni e non volete stare ai banchetti in piazza.

Abbiamo bisogno di gente che si impegni, di progetti che vengano condivisi e non solo di dichiarazioni pubbliche, ma bensì di adesione alle nostre proposte, come parzialmente accaduto per Zero Privilegi. Non siamo i boys di nessuno, siamo persone che seguendo l'esempio di Beppe Grillo, scelgono in autonomia su cosa impegnarsi e quali argomenti trattare.

Per i cittadini, per i giornalisti, per i curiosi, per i disturbatori e per chiunque voglia cercare un confronto e farsi due chiacchiere senza le luci dei riflettori, saremo in piazza Vittorio Veneto a Matera tutti i sabato e domeniche dalle 18 alle 22 circa.

Oggi, più che mai, è bello essere nel movimento 5 stelle.

Di nuovo in piazza!


Matera - 

banchetto.jpg

Siamo nuovamente pronti per tornare in piazza.

Zero Privilegi non ci è bastato: vogliamo questa volta, incontrare e parlare con la gente dei problemi di Matera e della Basilicata, informarli sulle vicende lucane, arricchirci con le proposte dei cittadini.

Tutti i sabato e domenica a partire da domani 6 maggio fino al 24 giugno, salvo imprevisti, saremo in Piazza Vittorio Veneto a Matera dalle 18 alle 22 circa, vicino all'entrata degli ipogei.

Cercheremo di portare ogni settimana un tema principale. Domani parleremo della proposta relativa alla Carta di Pisa, ultimamente presentata a Policoro dal moVimento 5 stelle Matera a 3 dei 6 candidato sindaco.

La Carta di Pisa è

un codice etico che possa sanzionare politicamente, fino al decadimento del mandato, tutti quei comportamenti spregevoli e immorali che insozzano le nostre istituzioni e aumentano la percezione di illegalità nelle comunità. Crediamo che ogni amministratore debba governare in pubblico con disciplina e onore e promuovere la partecipazione dei cittadini all'interno della propria amministrazione attivando gli strumenti necessari.

Scarica in anteprima il volantino informativo della Carta di Pisa!

Ti aspettiamo in piazza!

Sobre este archivo

Esta página es un archivo de las entradas de Maggio 2012, ordenadas de nuevas a antiguas.

Aprile 2012 es el archivo anterior.

Giugno 2012 es el siguiente archivo.

Encontrará los contenidos recientes en la página principal. Consulte los archivos para ver todos los contenidos.