MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Novembre 2012


Matera - 

Riunione degli attivisti del Movimento 5 Stelle Matera, venerdì 30 novembre 2011. L'appuntamento è per le 19,45 e l'inizio dell'incontro è fissato alle ore 20,00.
La riunione si tiene nel locale messo a disposizione da Mario, in piazza S. Pietro angolo via Madonna delle Virtù - Rione Sassi. Le indicazioni per arrivare sono in questo messaggio.

Di seguito i punti all'ordine del giorno e il resoconto della riunione precedente.

Punti all'odg:
1) Organizzazione prossimi eventi: presidio Potenza, banchetti, incontro SCEC a Napoli
2) Amministrazione sito (http://www.basilicata5stelle.it/forum-3/?mingleforumaction=viewtopic&t=214)
3) Varie ed eventuali
4) Proposta e discussione circa un mini regolamento interno (da evincersi dal vademecum 3.0) valido per il M5S Matera

Report riunione del 23/11/29011

PRESENTI: Vito Petrocelli, Gianni Schiuma, Fabio di Lecce, Mirella Liuzzi, Francesco Foschino, Antonio Materdomini, Mario Scalcione, Saverio Castoro, Alberto Caione, Daniele Ventrelli, Gianni Perrino, Mauro Spagnuolo, Giuseppe Lamastra, Guido Martini. Successivamente arrivano: Vito Virzi e Antonio Buonpastore.

ORARIO DI INIZIO: ore 20.30 circa (appuntamento ore 20).

1) COMMENTI POST SONDAGGIO DELEGATI + PREPARAZIONE LETTERA DA INVIARE ALLO STAFF
Si inizia con Gianni Perrino, Fabio e Alberto che ribadiscono le proprie posizioni, già espresse in passato, sulla vicenda Filippetti.
Saverio propone di fare riferimento alla propria persona e a quella di Rocco Martoccia, ma si decide di portare avanti il comunicato da inviare allo staff dove riportare i risultati del sondaggio sulla scelta del delegato svoltosi su basilicata5stelle.it.
Francesco Foschino mette l'accento sul contenuto del comunicato: lui ritiene che, oltre a esprimere la posizione del gruppo di Matera sulla vicenda delegati, il comunicato andrebbe integrato con una richiesta di regole precise su chi è legittimato a prendere decisioni a livello locale. Antonio Mater propone di inviare sia una raccomandata alla casella postale dello staff di Beppe Grillo, sia una mail certificata e si impegna a farlo personalmente insieme a Mauro. Sia la proposta di Francesco (integrare il comunicato), sia quella di Antonio, vengono approvate
Continua il dibattito sulla legittimità del gruppo di Matera (non più "baretto boys" ma adesso "grotta boys"): Giovanni Lamastra propone un regolamento. Il gruppo sarebbe anche d'accordo, ma è consapevole che ciò non risolverebbe il problema di fondo (visto che la legittimità è stabilita a livello nazionale) e considerando che esiste già un vademecum. Fabio, invece, fa notare come Grillo parli anche di contribuire attivamente a far crescere il MoVimento e per questa ragione la legittimità non deve essere vista in maniera meramente formale ("chi è iscritto al portale nazionale è legittimato"), ma in base all'impegno nell'arco degli anni, e propone di distinguere tra simpatizzanti e attivisti. Interviene Vito "Petrov" Petrocelli che fissa un punto decisivo ricordando che la legittimità del gruppo di Matera ("the cave guys") deriva dal documento firmato in occasione delle comunali del 2010 dai 28 candidati della lista civica di Matera + il candidato sindaco, documento nel quale era dichiarata la possibilità di usare il logo del M5S da parte dei 29 firmatari stessi. Inoltre, continua Vito, nel caso si formassero 2 gruppi a Matera, probabilmente, si procederebbe come fatto a Taranto dove con una votazione online fu scelto quale tra i 2 gruppi formatisi far andare avanti e quale far decadere. Infine, sulla vicenda Filippetti, Vito aggiunge che in tutta Italia i delegati regionali sono ex candidati di lista, cosa che Filippetti non è. Vito conclude aggiungendo un altro elemento importante e cioè che ci sarà un delegato titolare ed uno di riserva e che quello titolare potrebbe non essere Francesco Filippetti.
Sempre sulla questione legittimità, Saverio rafforza quanto detto da Fabio e cioè che la legittimità formale non è tutto perchè ciò che viene fatto sul territorio ha valore politico, riprendendo l'esempio di Taranto dove il gruppo "gli Amici di Beppe Grillo di Taranto" dopo essersi dissociati da Rocco Fornaro (ex candidato sindaco del M5S) hanno ricevuto il sostegno di associazioni ambientali locali.

I NUOVI SI PRESENTANO:
Giuseppe Lamastra, ancora non iscritto al portale nazionale, è un avvocato (oltretutto convenzionato con il blog di Grillo riguardo la battaglia "lo scudo della rete"). Invitato dal grande Koruja e da Mauro, ha sempre seguito il gruppo B5S su facebook e vuole partecipare attivamente in futuro. Vito Virzi (iscritto) e Antonio Lamastra (non iscritto) di Montescaglioso chiedono una mano per creare un gruppo a Montescaglioso attraverso un banchetto. La proposta viene approvata.

2) MEET-UP VS BASILICATA5STELLE.IT
Gianni Perrino e Mirella fanno subito presente che c'è la possibilità per il gruppo di Potenza di gestire il sito regionale fornendo la password del sito stesso ad una persona scelta dal gruppo di Potenza. Mirella ci ribadisce che è in contatto con Gabriele che le ha fornito il nominativo di un certo Tommaso per amministrare basilicata5stelle.it. Mirella aggiunge di aver chiesto a Gabriele di presentarci Tommaso e di farlo iscrivere al sito regionale, ma non ha ancora ricevuto alcuna risposta.
Vito ricorda che il gruppo di Matera decise a suo tempo di rinunciare alla piattaforma Meet-up. Gianni Perrino lancia la proposta di fare un sondaggio sul sito regionale stesso per decidere sulla questione. La proposta viene bocciata con soli 2 voti a favore.
Daniele Ventrelli (a favore del sondaggio) e Mirella fanno notare come l'apertura del meet-up di Basilicata creerebbe una confusione enorme nei nuovi iscritti. Per tali ragioni la proposta di creare il Meet-up di Basilicata viene respinta.

3) AUTOFINANZIAMENTO: KAPIPAL
Mirella descrive ai presenti Kapipal ritenendolo il sito migliore per raccogliere i finanziamenti. Unico problema è che per ricevere le offerte bisogna aprire un account paypal premium che prevede il pagamento una tantum di 0,35 euro e del 3,4% su ogni offerta. Gianni Perrino fa emergere 2 problemi: chi si prende la responsabilità di gestire le offerte ricevute (Mirella si propone); come creare l'applicazione kapipal su basilica5stelle.it. Sul primo punto si decide di aprire una discussione sul forum, mentre sul secondo punto si decide di chiamare lo staff del sito della lista civica.
Piccola parentesi di Mirella: per quanto riguarda le spillette servono 136 euro da Matera e 68,36 da Potenza.

4) BANCHETTO DOMENICA PROSSIMA E POTENZA IL 1° DICEMBRE
Disponibili per il prossimo banchetto: Daniele, Mirella, Vito P., Gianni Schiuma, Mario (in ritardo), Mauro e Alberto (forse).
Capitolo Potenza: Vito si impegna a scrivere un articolo sintetico sul sito regionale per informare tutti dell'evento.
Si apre una parentesi sulle trivellazioni nello Jonio e Gianni Perrino propone di usare la recente sentenza contro la Shell condannata per violazione dei diritti umani in Nigeria.

5) REGOLAMENTO ELEZIONE PORTAVOCE
Il punto salta per assenza dei propositori del punto stesso.

6) BANCHETTO NEI SASSI, PRESENTAZIONE SONDAGGIO
Mario distribuisce la bozza del sondaggio da sottoporre al giudizio dei turisti durante i banchetti nei Sassi.

La riunione si conclude.


Matera - 

Permessi di ricerca Mare Jonio.jpg

Vi ricordate della Conferenza su Petrolio e Ambiente (COPAM) promossa dalla Regione Basilicata nel marzo 2011 a Matera? Noi attivisti del M5S la ricordiamo bene, perché eravamo presenti a contestare gli intervenuti, pronti a rassicurare la popolazione lucana che, salvo qualche piccolo effetto collaterale, le attività di ricerca ed estrazione di gas e petrolio non hanno effetti ambientali e sanitari per cui preoccuparsi.

Dopo un anno e mezzo i petrolieri, i loro amici nelle istituzioni, negli ordini professionali, nelle imprese e nelle università ci riprovano.
Ci riprovano con la complicità dell'Ordine dei Geologi di Basilicata, che organizza un convegno farsa della durata di 3 giorni, dal 30 novembre al 2 dicembre 2012.

Solito nome altisonante per il convegno e soliti esperti di parte, la parte dei petrolieri ovviamente. Dall'onnipresente Tabarelli (Nomisma Energia) a Scandone (Università di Pisa), solo per citare i più ferventi sostenitori del "tutt'apposto", del "non c'è da preoccuparsi" e del "chi contesta è un allarmista sconsiderato".
Poi ci saranno i politicanti, dal PDL al PDmenoL passando per il feudo lucano IDV, tutti uniti allegramente a sostegno del Memorandum firmato dal governatore De Filippo (PDmenoL) e dall'ex sottosegretario Viceconte (PDL) a sancire, tutti uniti, l'aumento di estrazione di greggio nella nostra disgraziata regione.

Ci riprovano proprio in questi giorni in cui ben 6 compagnie petrolifere (Shell, Apennine Energy, northem Petroleum, Enel L., Eni, Nautical Petroleum) stanno presentando richieste per trivellare nel Mare Jonio.
E non solo nello Jonio, perché il ministro Passera, con il decreto CrescItalia, ha in sostanza consentito di trivellare l'Adriatico, il Canale di Sicilia e il mare di Sardegna.
I rischi, noti a tutti ma non ai nostri politici filo petrolieri, sono tanti e gravi:
- probabile inquinamento anche con le sole attività di ricerca
- moria di pesci fino all'80% entro 5 km dall'area in cui si utilizza l'air gun, la tecnica per generare onde sismiche che rivelano la presenza di giacimenti
- uso di sostanze tossiche e possibili perdite di idrocarburi in mare
- fenomeni di subsidenza delle aree costiere, con aumento di erosione e alluvionamenti

Se ci devastano il mare, con un solo atto distruggono la storia, l'identità e al futuro economico di un popolo.

Sabato 1 dicembre, assieme ad altri comitati ed associazioni in piazza Mario Pagano a Potenza, ci saremo anche noi attivisti del M5S di Matera, a ribadire le ragioni dei cittadini e per mettere sempre al primo posto la tutela della salute pubblica ed il rispetto di condizioni ambientali e sanitarie ottimali per tutti.

Abbiamo invitato Beppe Grillo a venire in Basilicata per questa occasione. Chi sa che non possa liberarsi dai suoi impegni e venire a sostenere dal vivo questa lotta contro l'assalto alla Basilicata ed al suo mare.

Riunione fissa M5S Matera


Matera - 

In vista delle elezioni che il Movimento 5 stelle affronterà nel 2013 e per far fronte a tutte le richieste di partecipazione fisica all'assemblea settimanale del MoVimento 5 stelle Matera, annunciamo che è cambiata la sede dei nostri incontri settimanali.

Il nostro amico attivista Mario ci ha messo a disposizione il suo locale nei Sassi situato in Piazza San Pietro, angolo Via Madonna delle Virtù 43, dove ogni venerdì a partire dalle 20 ci incontreremo per discutere i vari punti all'OdG emersi sul forum.

Trovate tutti gli eventi del MoVimento 5 stelle Matera anche nella sezione del portale nazionale e su foursquare.

 
Visualizzazione ingrandita della mappa

Matera - 

Abbiamo già pubblicato a luglio su questo sito un post per segnalare, a chi volesse conoscere il Movimento 5 Stelle di Matera, l'esistenza del vademecum informativo.

In questi giorni ci arrivano e-mail, richieste telefoniche e verbali di informazioni e chiarimenti su chi siamo, quanti siamo, che vogliamo e dove vogliamo andare. Manca solo che i cittadini ci chiedano quanti fiorini potremo loro costare: molti, molti, molti fiorini meno di quanto ci costano i politicastri attuali.
Credo sia meglio ribadire per intero. (Grazie al M5S Sicilia per l'esempio)


Il MoVimento 5 Selle nel Comune di Matera
VADEMECUM 3.0

1. Cos'è il Movimento 5 Stelle
2. Il Movimento 5 Stelle
3. Il Movimento 5 Stelle è di destra o sinistra?
4. Quale rapporto ha il Movimento con Beppe Grillo?
5. Posso utilizzare il simbolo?
6. Come posso attivare un gruppo nel mio Comune?
7. Com'è organizzato il M5S Matera?
8. Come vengono gestite le risorse economiche nel M5S Matera?

Il presente documento nasce per far fronte a quelle generiche richieste d'informazioni inerenti il Movimento 5 Stelle, la sua genesi, il suo non-statuto, fino ai consigli pratici su come dare vita a livello locale (nel proprio comune di residenza) ad un gruppo Movimento 5 Stelle.
In definitiva lo scopo essenziale di questo vademecum è raccogliere tutte le risposte (in base alle nostre esperienze) che possono essere utili a tutti i cittadini che intendono attivarsi sul proprio territorio.

1. Cos'è il Movimento 5 Stelle
Il Movimento 5 Stelle (M5S) nasce come diretta partenogenesi dei "meetups", gruppi di discussione in Rete lanciati da Beppe Grillo nel 2006. La creazione dei meetups ed il loro successo in Italia in qualità di forum di discussione in Rete si giustifica con l'aumento costante in termini di presa di coscienza civile di decine di migliaia di cittadini i quali, consci dell'irreversibile e insanabile divario generatosi tra politica (e con essa il sistema partitico) e cittadini, hanno deciso di metterci la faccia, impegnandosi a livello civile, segno questo di una forte e rinnovata esigenza di democrazia partecipata dal basso. In definitiva il M5S, a differenza delle altre organizzazioni politiche, si differenzia per l'alta percentuale al suo interno di cittadini attivi che rendono reali le attività discusse in Rete.
A differenza delle classiche organizzazioni politiche (leggi partiti) sin qui esperite in Italia, il M5S non ha una struttura in sezioni, circoli e neanche tessere, non ha direttivi né tesorieri né segreterie, è un movimento "liquido" con un unico punto di riferimento, il blog di Beppe Grillo (www.beppegrillo.it); il M5S si articola bensì in gruppi più o meno organizzati a livello locale, che in taluni e frequenti casi si sono trasformati in liste civiche, previa conformità a semplici, ferree e non negoziabili regole per la loro creazione.
Una su tutte: il M5S non è un ufficio di collocamento per disoccupati della politica o per chi cerca una prima occupazione in politica e non si assegnano poltrone.

2. Il Movimento 5 Stelle
Il M5S non è alla ricerca di candidati ma di cittadini. La formazione di una lista civica o la candidatura in una lista del MoVimento non sono né l'obiettivo né il punto di partenza della partecipazione al MoVimento; la candidatura è solo uno dei tanti strumenti che possiamo utilizzare per migliorare il nostro Paese partendo dalla realtà locale nella quale viviamo. Il contributo che ogni cittadino può dare al MoVimento è la propria "intelligenza": essa infatti è l'ultima risorsa che ci rimane per uscire da questa crisi, economica, sociale e culturale; tuttavia l'intelligenza del singolo non basta, serve un'intelligenza collettiva.
Il MoVimento si propone da un lato come canale con il quale cittadini consapevoli condividono attraverso la Rete le proprie energie, le proprie intelligenze, le proprie esperienze, culture, idee e proposte; dall'altro come mezzo per realizzare nella pratica attività, iniziative, progetti, che servano al raggiungimento degli obiettivi (le 5 Stelle) del MoVimento medesimo.
Non c'è da fare una tessera per entrare nel MoVimento 5 Stelle: si è già parte del M5S nel momento in cui decidi di non delegare più ai dirigenti dei partiti le scelte strategiche e amministrative per il governo della tua città, regione e/o nazione. E' sufficiente iscriversi al portale web del MoVimento.
E' di primaria importanza però che chiunque voglia dare il suo contributo al M5S come prima cosa si informi studiando, per capire quali sono gli assiomi che stanno alla base del MoVimento-pensiero leggendo il NON STATUTO, la Carta di Firenze ed il programma 2.0. Non è sufficiente inviarci le vostre idee e proposte chiedendoci di metterle in atto, è necessario che ogni proposta o idea sia accompagnata dalla vostra disponibilità ad essere i primi ad attivarsi perché possa essere applicata.
I cittadini a 5 stelle: (1) si informano in Rete cercando di bypassare i media, tradizionalmente poco inclini a denunciare le malefatte e gli abusi del potere temporaneamente costituitosi, (2) cercano la fonte delle notizie per dimostrarne l'autenticità, (3) si costruiscono un pensiero personale, (4) approfondiscono, studiano, guardano le esperienze positive di altre amministrazioni italiane, (5) condividono in Rete con altri cittadini le informazioni così raccolte.
Sembra difficile ma in realtà è semplicissimo, basta essere "VIVI" nell'accezione più bella di questo aggettivo. Per cui cacciatori di poltrone, trombati che cercate di riposizionarvi, professionisti della politica, meglio che stiate alla larga dal M5S; sappiate che non cerchiamo candidati, ma cittadini attivi, cittadini a 5 stelle, che vogliano riappropriarsi della facoltà di poter decidere del proprio futuro. Il futuro è adesso ... Non restiamo a guardare.
Loro non avrebbero voluto mollare, ma loro malgrado lo stanno già facendo!

3. Il Movimento 5 Stelle è di destra o sinistra?
Le 5 stelle principali del Movimento sono:
Ambiente
Trasporti
Sviluppo
Connettività
Acqua (pubblica)

Esse si ampliano in altre stelle secondo un programma nazionale che può essere discusso e migliorato.

Non avere condannati in Parlamento, alla Regione o al Comune è tema di destra o di sinistra?
Togliere i privilegi alla casta è tema di destra o di sinistra?
Sviluppare una mobilità sostenibile è tema di destra o di sinistra?
Una gestione virtuosa e corretta dei rifiuti è tema di destra o di sinistra?
Domande di questo tipo se ne possono fare tante: provando a rispondere si capisce come in realtà il M5S sia semplicemente ... AVANTI!

Il M5S è un movimento culturale - politico, ha la sua origine nei meetup, gruppi di persone che si incontrano, sia in rete (tramite la piattaforma americana www.meetup.com) sia fisicamente, per discutere ed agire a livello locale nel territorio di appartenenza.
Nel dicembre 2009 dal meetup "QuiMateraLibera" è nato il MoVimento 5 Stelle Matera.
L'obiettivo del M5S è fare in modo che i cittadini si impegnino direttamente ed attivamente in politica sia a livello locale che nazionale, senza alcun fine di diventare politici di professione. Il M5S è la risposta alla domanda di chi, indignato dall'ennesimo scandalo o disservizio, si chiede: "Dobbiamo fare qualcosa, ma cosa?"
Il M5S è semplicemente costituito da tutte quelle persone che oltre a lamentarsi vogliono impegnarsi fattivamente, per concretizzare giorni e giorni di commenti davanti ai tg, in ufficio, nei bus, alla stazione così come a scuola o in qualsiasi altro luogo. Il M5S è da vedere come un treno che viaggia su due binari, quello culturale (ogni problema o aspetto può essere risolto o migliorato solo con un cambiamento culturale, senza di esso qualsiasi scelta amministrativa rischia di essere poco efficace) e quello amministrativo (la buona amministrazione favorisce le pratiche virtuose, incentiva e stimola la cultura).
Il M5S dà credibilità alle scelte che vengono deliberate, ascolta e richiede in primis la partecipazione della popolazione in quanto il sistema di delega senza controllo e partecipazione cittadina si è dimostrato negli anni inefficace e deleterio.
Il M5S è formato da persone che si sono ritrovate d'accordo su alcuni punti fondamentali quali:
1. Ciascun attivista deve avere la fedina penale pulita e non deve avere alcun procedimento giudiziario in corso;
2. Ciascun attivista non deve possedere alcuna tessera di partito;
3. Ciascun attivista già eletto non deve aver svolto più di due mandati elettivi.

A questi punti si sono aggiunti nel tempo:
• rifiuto da parte del M5S dei rimborsi elettorali (accettando così il risultato del referendum che eliminava i finanziamenti ai partiti, poi rinominati furbescamente rimborsi elettorali);
• rifiuto del M5S a qualunque tipo di alleanze con partiti;
• preferenza diretta dei candidati;
• abolizione delle province (per questo motivo il M5S non si candida alle elezioni provinciali).

4. Quale rapporto ha il Movimento con Beppe Grillo?
Il M5S Matera decide e agisce in piena autonomia.
Beppe Grillo è stato ed è tuttora una persona che ha stimolato e stimola i cittadini alla partecipazione nella vita politica del proprio Comune. Non ha alcuna influenza nella gestione delle attività e delle decisioni fatte dai gruppi di attivisti del M5S sparsi in tutta Italia. Svolge solo il ruolo di garante e comunicatore alle grandi masse. L'aiuto di Beppe Grillo avviene esclusivamente con la visibilità che egli dà alle nostre azioni, al nostro programma, alle nostre opinioni attraverso il suo blog (dove vi sono anche apposite pagine locali) e attraverso i suoi interventi fisici (per quelli di natura politica non percepisce nessun compenso, che invece percepisce tramite la vendita dei biglietti per i suoi spettacoli comici in teatro). La pubblicazione nel suo blog di nostri video, articoli è a sua totale discrezione, mentre nelle pagine locali ogni gruppo gestisce la sua pagina e ne è artefice.
Per questo rapporto con Grillo gli attivisti del moVimento sono stati definiti dalla stampa (che riceve i finanziamenti pubblici che il M5S vuole abolire) "grillini", termine che non gradiamo in quanto riduttivo e che fornisce un'informazione errata che solo la conoscenza diretta e non superficiale delle persone attive può correggere.
Il M5S di Matera, quando una posizione di Beppe non è sembrata chiara, ha chiesto pubblicamente un chiarimento.
Altri personaggi famosi che hanno dato appoggio e/o visibilità (a loro modo e quando hanno voluto) al M5S sono Adriano Celentano, Daniele Silvestri, Dario Fo, Franco Battiato, Marco Travaglio, Samuele Bersani, e tantissimi altri.

5. Posso utilizzare il simbolo?
Il simbolo del M5S è registrato da Beppe Grillo, lui ha la facoltà di concederne o meno l'uso sulla base del possesso dei requisiti richiesti da parte della lista che intende adoperare il simbolo (quindi in caso di competizione elettorale).
In ogni caso l'utilizzo del simbolo per ogni competizione elettorale e lo spazio web all'interno del suo sito viene rilasciato da Grillo previo invio e accettazione della documentazione richiesta (es. casellario giudiziario).

6. Come posso attivare un gruppo nel mio Comune?
Il M5S è costituito dai cittadini che operano sul territorio a livello locale, non esistono quindi "permessi da chiedere" e/o "dirigenti provinciali o regionali" a cui fare riferimento.
Il M5S è fatto di cittadini attivi che s'incontrato sotto idee e progetti comuni.
Basta quindi organizzare un incontro (oggi la rete ci dà diversi strumenti per rendere tutto più semplice, come i social network: facebook, twitter ecc), ritrovarsi ed iniziare con piccole attività che riguardano il proprio territorio.
Sono diverse le iniziative da cui partire, non è necessario inventarsi nulla di nuovo, basta fare un giro per i vari meetup d'Italia o sul Forum del Movimento per trovare diverse idee dalle quali prendere spunto.
E' possibile aprire un meetup (ovvero il luogo d'incontro virtuale che comunemente usiamo). Lo stesso, una volta segnalato allo staff di Grillo, potrà essere inserito nella lista meetup del blog beppegrillo.it (menu a tendina presente nel sito sulla destra) in modo che sia più facile per i cittadini trovare il gruppo più vicino.

CONSIGLI
Rapporti con Stampa e Tv
Il M5S è un percorso che cittadini attivi portano avanti insieme.
Pertanto, per quanto sia indubbiamente importante che si faccia informazione anche sulle nostre attività ed iniziative, la priorità va data al lavoro sul territorio.
Quindi ai gruppi "neonati" diamo il consiglio di evitare di rilasciare interviste, essendo realtà appena costituite che hanno ancora la necessità di trovare i propri equilibri e soprattutto di lavorare su cose concrete (ovvero troviamo sia prematuro fare informazione su realtà che ancora non ci sono o sono in stato embrionale).

Importanza delle Rete
Il M5S è nato da cittadini in Rete. Essa è un mezzo fondamentale per fare circolare le idee e le informazioni. Pertanto se nel gruppo ci sono membri che non sanno utilizzare pc e internet, consigliamo che il gruppo organizzi dei corsi da parte di coloro che sanno usare questi mezzi. Questo sarebbe senza dubbio un primo lavoro, uno scambio gratuito di conoscenza, in modo che tutti abbiano i giusti strumenti per andare avanti.

Video e Articoli
Riguardo l'uso della Rete è sempre importante filmare, fotografare e scrivere sulle iniziative che si portano avanti. Noi siamo parte integrante del processo di generazione dell'informazione.

Cosa fare se si avvicinano "elementi" sospetti?
Il M5S fa politica senza soldi, i mandati sono al massimo 2 e poi si va a casa.
I candidati alle elezioni del MoVimento firmano delle dimissioni in bianco, che in caso di elezione, saranno rinnovate ogni 6 mesi dalle assemblee dei cittadini.
I candidati del M5S di Matera si impegnano a sottoscrivere un codice etico che impedisce loro di avere comportamenti riprovevoli fino a prevedere la decadenza del proprio mandato.
Questi già sono dei grossi deterrenti per eventuali volponi.
In più, qualsiasi "furbo della situazione", nel momento in cui si troverà davanti un gruppo di persone compatto, che ha chiaro cosa sia il MoVimento e quali sono le poche e semplici regole, molto probabilmente si allontanerà da solo.
Un gruppo con idee chiare è capace di fare in automatico scrematura nei confronti di tutte le persone che non hanno capito le logiche del MoVimento o che hanno altri fini.
In caso di candidature, ogni gruppo può realizzare dei propri regolamenti per la formazione della lista elettorale (es. "essere attivista da un anno", con i relativi criteri che indichino "cosa sia un attivista").

Nel M5S non ci sono leader: Ognuno vale Uno
Cosa significa e cosa NON significa: è importante non scambiare la Democrazia con l'Anarchia.
Ognuno vale Uno non significa fregarsene delle scelte del gruppo o fare di testa propria.
Le scelte devono essere sempre "condivise", che sia in riunione generale, che sia all'interno del proprio gruppo di lavoro e, soprattutto, devono seguire sempre quelle che sono le idee e le logiche del Movimento.
In più è necessaria la partecipazione.

Tempo dedicato al Movimento
Ognuno dedica al Movimento il proprio tempo libero a disposizione. Questo significa che ci saranno membri che potranno dedicare del tempo ogni giorno ed altri un giorno a settimana.
La cosa importante che ci sentiamo di consigliare è di comunicare al meglio, di rispettare il lavoro altrui, di rispettare un impegno preso, di prendere un dato impegno solo se si è certi di poterlo portare avanti.
Tutto questo probabilmente non sarà facile come sembra, ogni gruppo avrà bisogno di trovare i propri equilibri, avrà bisogno di imparare a conoscersi e tutto questo avverrà lavorando insieme.

7. Com'è organizzato il M5S Matera?
Il Movimento 5 Stelle Matera agisce principalmente nel territorio di Matera.
Il mezzo di comunicazione utilizzato prevalentemente è la pagina web presente sul portale del MoVimento ma anche il forum accessibile tramite il sito basilicata5stelle. In questo forum si discute di qualsiasi argomento inerente la gestione della res publica.
Le discussioni sono pubbliche, tutti infatti possono leggere quanto viene pubblicato, ma per scrivere è necessario registrarsi (gratuitamente) seguendo le istruzioni.
Tutti gli appuntamenti del M5S vengono segnati nel calendario, accessibile sempre dal sito, nel quale si possono trovare sia quelli realizzati direttamente da noi, sia quelli che semplicemente vengono da noi appoggiati e supportati e per i quali si può confermare o meno la propria partecipazione.
Oltre alle discussioni tenute nel forum, nel quale ci si organizza e si decidono gran parte delle iniziative, vengono svolte periodicamente (una volta alla settimana) delle riunioni generali per perfezionare sia aspetti organizzativi che operativi e logistici presso il Tourist Cafè (spazio concesso gentilmente e gratuitamente da uno degli attivisti del M5S).
In genere, per evitare che durante le riunioni vengano affrontati argomenti già dibattuti e chiariti in precedenza, o domande tipiche di chi è nuovo, vengono programmate delle riunioni di benvenuto nelle quali chiunque può partecipare e fare tutte le domande che preferisce, ovviamente nel rispetto degli altri partecipanti.
A tal proposito invitiamo i nuovi che dovessero ritrovarsi a partecipare ad una riunione generale prima di quella di benvenuto, a leggere bene quanto riportato in questo Vademecum.

8. Come vengono gestite le risorse economiche nel M5S Matera?
Nel M5S ogni gruppo si autofinanzia, perché non riceviamo nessun tipo di rimborsi elettorali (ai quali abbiamo rinunciato in quanto nostro principio cardine ed espressione di un referendum da parte della maggioranza degli Italiani), né alcun tipo di finanziamento pubblico.
Qualsiasi spesa ci sia da affrontare (dal pagamento delle spese per i locali utilizzati, alla realizzazione di materiale per eventi, così come qualsiasi altra azione effettuata da ogni attivista) è coperta da contributi volontari, versati secondo le proprie possibilità.
Riceviamo inoltre libere donazioni dai simpatizzanti: esse possono essere fatte online, oppure sede durante le riunioni, durante i banchetti, gli eventi, ecc... Tutte le entrate e le uscite sono rendicontate periodicamente e pubblicate in Rete.


Matera - 
 
Ciao a tutti. So che in molti (tutti?) criticheranno la pubblicazione di questa lettera scritta da Mimmo Savino e indirizzata allo staff di Beppe Grillo. So anche che i tanti, forse troppi, lapidatori di professione che oramai non aspettano altro che un bersaglio da prendere - nella migliore delle ipotesi - a sassate, cominceranno a far piovere calunnie e insulti sulla mia sagoma. Questo non mi preoccupa per niente perché sono fermamente convinto che, se pur Mimmo abbia sbagliato nella forma poco convenevole di certe sue esternazioni e in offese che francamente poteva risparmiarsi, è stato e resta una grande risorsa per il MoVimento. Detto ciò, trovo che il contenuto della sua missiva sia condivisibile e che la invierò anch'io allo staff.

Non le ideologie, non le persone contano. Quelle che contano sono le idee.


Caro staff di Beppe Grillo, egregio Dott. Casaleggio,
Basilicata e Calabria sono le uniche regioni in Italia dove il M5S si è presentato con UNA SOLA lista comunale, Matera (2010) per la Basilicata e Cosenza (2011) per la Calabria. Stando alle condizioni per la candidabilità alle primarie per le elezioni politiche, solo i candidati di queste liste potranno parteciparvi, per le relative intere circoscrizioni. Ne consegue un'oggettiva povertà di scelta tra i candidati che non aiuta l'armonia, lo spirito e i risultati del M5S in territori difficili come i nostri.
Per queste ragioni, quale persona candidabile, Vi chiedo di voler riconoscere la particolarità dei casi succitati e di volerci indicare a stretto giro una Vostra soluzione che possa coinvolgere anche altri gruppi attivi nel resto della Basilicata. Vi ricordo che un nostro delegato di lista è già espressione del meetup "Potenza 5 Stelle" e che esistono anche altre realtà meritevoli di attenzione nel resto del nostro territorio. Sono certo che un Vostro impegno in tal senso sarebbe apprezzato da tanti attivisti che in questo momento, pur continuando a impegnarsi, si sentono intimamente esclusi e da tanti potenziali elettori che in quei territori andranno a votare.

Domenico Savino, Candidato Sindaco per il M5S Matera (2010)

Sobre este archivo

Esta página es un archivo de las entradas de Novembre 2012, ordenadas de nuevas a antiguas.

Ottobre 2012 es el archivo anterior.

Dicembre 2012 es el siguiente archivo.

Encontrará los contenidos recientes en la página principal. Consulte los archivos para ver todos los contenidos.