MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Milano - 


post it banch solo milano.jpg

Uscire dall' Euro è possibile, oltre che auspicabile. Come? Perche? Vieni ai nostri gazebo e ne discuteremo insieme.
Oltre ai nostri attivisti saranno presenti i portavoce nazionali e europei.


GAZEBI #FuoriDallEuro MILANO E PROVINCIA

SABATO
MILANO: Corso Buenos Aires ang. via Broggi (fermata metro Lima) dalle 10 alle 18
MILANO: Ingresso centro commerciale Iper Portello (Via Grosotto) dalle 10 alle 13 raccolta firme, nel pomeriggio info-point
RHO, via Madonna ang. via Dei martiri ore 10.00/18.00;
OPERA, Piazza XXV Aprile (Mercato)
ROZZANO, Piazza Foglia (Mercato) ore 8.00/12.00
RESCALDINA, Piazza della Chiesa h.9/12:30
PESCHIERA BORROMEO, Via Giacomo Matteotti, angolo Via Don Luigi Sturzo, h.8/13
MEDIGLIA, Piazza Pertini;h.9/13
LACHIARELLA, Via Fratelli Cervi 18, h.10-14
MELZO, Via Trieste 28;h.9:45/13;
NOVATE MILANESE, Via Gramsci angolo Via Resistenza - h.10/13
BOLLATE, p.zza Aldo Moro 1 h.14/18
CINISELLO BALSAMO, Piazza Costa h.9/18
POGLIANO MILANESE- Piazza Tarantelli h. 9/12:30
OPERA - Via Salvator Allende h.8:30/13 - Piazza XXV Aprile (piazza mercato) h.9/12
CESANO BOSCONE dalle 08:30 alle 18:00 di fronte Auchan

DOMENICA
MILANO, Festa di via Farini dalle 14 alle 18
MILANO, Corso Buenos Aires ang. via Broggi (fermata metro Lima) dalle 10 alle 18 (solo info-point)
SENAGO, Via Pacinotti ;h.10:30/16:00;
MELEGNANO, Via Conciliazione ang. Viale Per Vizzolo Predabissi h.9/12:30
ROZZANO, Via Gerani Ang. Viale Lombardia ore 9.00/13.00
CESANO BOSCONE dalle 08:30 alle 13:00 Via Mons Pogliani di fronte al Comune E dalle 13:00 alle 18:00 Via Roma di fronte al Pertini
PESCHIERA BORROMEO, Via Trieste, 39, Peschiera Borromeo (MI) h.10/13
VERMEZZO, Davanti Ufficio Postale Via A. Manzoni ore 9.00 / 14.30
CINISELLO BALSAMO, Piazza Gramsci - h.9/18

(gli altri banchetti li trovate quihttp://goo.gl/6JzuXD)


Milano - 


facebook_testata_tutti.png


Il MoVimento 5 Stelle Milano ha bisogno di te.

Per raccogliere le firme per la legge di iniziativa popolare #FuoriDallEuro servono degli autenticatori per ogni banchetto, senza i quali le firme non sono valide.

Cerchiamo quindi persone che possono fare da autenticatori e che vogliono regalare al MoVimento 5 Stelle (e all' Italia) una mezza giornata di tempo.
Magari anche tu puoi autenticare e non lo sai. O magari conosci qualcuno disponibile ad aiutarci.

Possono svolgere questo ruolo:


  • Notai

  • Giudici di pace

  • Segretari delle Procura della Repubblica

  • Funzionari degli uffici giudiziari di Milano

  • FUNZIONARI E SEGRETARI della Provincia di Milano

  • FUNZIONARI E SEGRETARI del Comune di Milano

  • Consiglieri Comunali, Presidenti e Vice Presidenti dei Consigli di zona

Se sei tra questi e sei disponibile per qualche ora nei prossimi weekend, scrivici a referendumeurolombardia@gmail.com


Milano - 



La mozione annunciata: http://anlater.blogspot.it/2014/11/fiume-seveso-mozione-argini-mobili-per.html è stata approvata ed è quindi diventata una delibera del consiglio di zona 9 verso il Sindaco di Milano.

Ora per sensibilizzare ulteriormente il Sindaco vi chiederemo di aiutarci a raccogliere le firme per sensibilizzare ulteriormente il Sindaco di Milano che i cittadini e la città devono essere protetti subito.

Al Sindaco di Milano si chiede:

di predisporre lo studio, la fattibilità e dedicare tutte le risorse necessarie con estrema urgenza coinvolgendo tutti i soggetti interessati come da piano provinciale di emergenza di protezione civile su rischio idraulico e idrogeologico, in modo che:


  • tutte le strutture private e pubbliche siano salvaguardate dagli allagamenti
  • sia progettato un percorso ben definito, anche con l'ausilio di argini artificiali mobili, che porti l'acqua a defluire utilizzando le sedi stradali e tutte i luoghi che successivamente saranno adeguatamente ripuliti ed eventualmente sanificati

Sono stati accolti gli emendamenti proposti in sede di discussione.


Molti i cittadini intervenuti sia per il problema della sicurezza di zona 9 che per il Seveso.




Le video riprese del consiglio di zona 9 del 20 Novembre 2014 sono contenuti nei primi 4 video della playlist.

La discussione della mozione relativa alla predisposizione del piano con uso di argini mobili inizia nel video sotto. 





L'intervento non relativo alla mozione ma sempre relativo alle esondazioni del Seveso nella parte iniziale del consiglio quando sono previsti gli interventi liberi di cittadini e consiglieri senza dibattito:





Aiutateci nella raccolta delle firme per sensibilizzare il Sindaco a investire risorse in questo piano che è l'unico di immediata attuazione e con risultati immediati.



Milano - 


AVETE ROBA VECCHIA MA IN BUONO STATO? NON BUTTATELA, PORTATELA DA NOI!

Ritiriamo: indumenti pesanti, coperte, sacchi a pelo, sciarpe, scarpe, indumenti, biancheria, CD/DVD, piccoli elettrodomestici usati ma funzionanti, giocattoli per bambini in buono stato e funzionanti, libri.


In aggiunta alla raccolta solidale organizzata per le associazioni nell'ambito della Settimana Europea Riduzione Rifiuti (SERR) ritiriamo anche materiali per animali, dopo che l'esondazione del Lambro ha alluvionato il canile-gattile Comunale
 
 
 
Materiale che raccogliamo:

-Cibo per cani/gatti
-Cucce
-Trasportini
-Lettiere
-Sabbietta
-Traversine
-Tiragraffi
-Guinzagli (minimo 2 metri, no flexi)
-Pettorine ad H (preferibilmente taglie M, L, XL)
-Ossetti in pelle di bufalo
-Kong e giochini per cani e gatti
-Bidoni con coperchio di plastica/metallo per cibo
-Disinfettanti/Detersivi per pavimenti tipo Lysoform
-Tira-acqua
-Scope a setole rigide

Vi aspettiamo!!
 
o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o---o

Nell'ambito del SERR - Settimana Europea Riduzione Rifiuti - l'Associazione Culturale Guizart in collaborazione con  MoVimento 5 StelleMilano come ormai da quattro anni, promuove e organizza l'evento IL RIFIUTO E' VITA, dedicando un weekend di banchetti alla raccolta solidale in favore di Pane Quotidiano, City Angels, Banca del Tempo 4 Corti, Opera San Benedetto Onlus, Aldo Dice Residence Social che operano quotidianamente nella nostra città, in aiuto ai meno fortunati.


Ci saranno banchetti del MoVimento 5 Stelle dislocati in tutte le zone della città e a Sesto San Giovanni. Le associazioni provvederanno in seguito a distribuire ai più bisognosi gli indumenti e gli oggetti raccolti.

Zona

Sabato 22 Novembre

Domenica 23 Novembre

1

Piazza Resistenza Partigiana angolo corso Genova (fronte Cucchi) dalle 10 alle 18

 

2

Piazza Martesana (angolo viale Monza) dalle 10 alle 14

Piazza Martesana ( angolo viale Monza) dalle 10 alle 14

3

Piazza Santa Francesca Romana dalle 10 alle 14

Piazza Santa Francesca Romana dalle 10 alle 14

4

Piazza Medaglie d'Oro (lato Mariposa) dalle 10 alle 18

Piazza Medaglie d'Oro (lato Mariposa) dalle 10 alle 18

5

Via dei Missaglia (angolo via Boifava - Billa) dalle 10 alle 18

 

6

Piazza Frattini (fronte supermercato SMA) dalle 10 alle 18

 

7

 

Piazza De Angeli (angolo Via Marghera) dalle 9 alle 19

8

 

Piazza Gramsci (angolo via Procaccini) dalle 10 alle 18

9

Piazzale Lagosta dalle 10 alle 18

Via degli Imbriani dalle 10 alle 18

 

Sesto San Giovanni

Piazza Petazzi, Chiesa di Santo Stefano dalle 9 alle 16

 

Ritiriamo: indumenti pesanti, coperte, sacchi a pelo, sciarpe, scarpe, indumenti, biancheria, CD/DVD, piccoli elettrodomestici usati ma funzionanti, giocattoli per bambini in buono stato e funzionanti, libri.

Questa iniziativa si colloca nell'ambito della strategia: "Rifiuti Zero". Le realtà proponenti si battono  da sempre infatti per una soluzione sostenibile al problema dei rifiuti attraverso la promozione delle famose 7 R: Riduzione, Riuso, Riciclaggio, Riparazione, Ricerca, Riprogettazione, Responsabilità.

Inoltre Venerdi 28 novembre dalle ore 16, presso la Sala Pirelli (1° piano Consiglio Regionale Palazzo Pirelli Via F. Filzi 22) si terrà un convegno organizzato dal MoVimento 5 Stelle sempre in collaborazione con l'Associazione Culturale Guizart  sul tema:

"Contro lo spreco alimentare, conosciamo alcuni casi di successo e raccogliamo le proposte da portare direttamente nelle istituzioni".

Durante l'incontro alcuni esponenti di rilievo si alterneranno facendo conoscere la propria attività ed i casi di successo, si scambieranno opinioni sul tema cercando di dare suggerimenti e pareri, inoltre uno degli obiettivi e'  anche quello di creare delle collaborazioni tra le varie realtà intervenute.

Programma ed Interventi:

Moderatore: Stefano Dadda di Eco dalle città

Intervengono:

Luigi Rossi: il caso di Pane Quotidiano

Marco Lucchini: l'attività del Banco Alimentare

Marco Melli: App Breading

Mario Furlan: l'attività dei City Angels in questo ambito

Valter Molinaro: il progetto "Buon Fine" di Coop Lombardia

Saranno presenti alcuni esponenti del Movimento 5 Stelle a livello comunale, regionale, parlamentare ed europarlamentare con l'intento di portare nelle istituzioni i suggerimenti e le proposte emerse.

88 del 17 Nov 2014 - SERR immagine.png



Milano - Ieri è scaduto il termine per la presentazione delle offerte per la riqualificazione dell'area del sito espositivo una volta terminata la manifestazione, base d'asta 315,4 milioni di euro.
Io non ho fatto in tempo a presentare l'offerta perché stavo scrivendo questo resoconto della conferenza di servizi su un altro progetto legato ad Expo: La Via d'acqua.
Ho chiesto se potevano lasciarmi ancora un po' di tempo ma mi hanno risposto che sono troppo stretti i tempi del bando e incerti i risultati di una proroga per poterla concedere; come dire che non si fidano di me!

Milano - 
Sottoscritta da quasi tutti i consiglieri presenti. Verrà discussa al prossimo consiglio. Vi invitiamo ad esprimere la vostra. Siamo contenti che già stasera si sarebbe potuto discutere ma è molto importante che i cittadini dicano la loro in proposito. Noi siamo disponibili a spiegare le ragioni e siamo convinti che sia la soluzione più veloce e più sicura.... ma il comune deve destinare dei soldi altrimenti continueremo a prendere acqua nelle cantine e nelle case come dei fessi.

La presentazione della mozione in consiglio di zona 9: http://youtu.be/qt3tSMrwSn4?t=1h43m27s

La presentazione della mozione è al tempo: 1h43m27s



Milano, 13/11/2014

Al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia

  1. Mozione
Oggetto: Esondazioni Seveso in Milano altissima priorità alla progettazione e realizzazione del piano di intervento di emergenza con utilizzo di argini artificiali

Visto

  • Anche ieri 12 Novembre 2014 il Seveso è esondato allagando le strade, le cantine e i box dei quartieri Niguarda, Istria, Isola, Zara
  • Le opere infrastrutturali in fase di progettazione da parte della regione Lombardia non porteranno alcun miglioramento prima del loro completamento
  • Il "PIANO PROVINCIALE DI EMERGENZA DI PROTEZIONE CIVILE RISCHIO IDRAULICO E IDROGEOLOGICO VOL 2.2" 2013

Considerato
  • Il territorio dei quartieri Niguarda, Istria, Isola, Zara è un territorio pianeggiante e quindi le portate di acqua che si versano per strada sono consistenti ma non violente come in altre realtà
  • Esistono soluzioni tecniche di argini mobili e velocemente installabili usate anche nelle esercitazioni della Protezione Civile in Lombardia.

Si CHIEDE

Al Sindaco di Milano di predisporre lo studio, la fattibilità e dedicare tutte le risorse necessarie con estrema urgenza coinvolgendo tutti i soggetti interessati come da piano provinciale di emergenza di protezione civile su rischio idraulico e idrogeologico, in modo che:


  • tutte le strutture private e pubbliche siano salvaguardate dagli allagamenti
  • sia progettato un percorso ben definito, anche con l'ausilio di argini artificiali mobili, che porti l'acqua a defluire utilizzando le sedi stradali e tutte i luoghi che successivamente saranno adeguatamente ripuliti ed eventualmente sanificati

Consiglieri di zona 9
Antonio Laterza
Paolo Carraro

Milano - 

mattia calise

Grazie a tutti gli attivisti che hanno espresso il loro voto nella sesta riconferma dei portavoce del MoVimento 5 Stelle Milano di questo ottobre 2014.

Dai commenti ai voti che mi riguardano, ho raccolto suggerimenti, critiche, inviti e altre richieste (che troverete dettagliate in fondo al documento) e sono "prese in carico" e riepilogate ove possibile qui di seguito, in modo che - a seconda dei contenuti - diventino un'occasione per fornire chiarimenti, correggere criticità, o convertirle in proposte da sottoporre al vaglio della nostra comunità locale a 5 stelle.

Sintesi per chi ha 3 minuti (con link ai documenti d'appoggio)

- per alcuni suggerimenti, richieste e indicazioni che caldeggiano un maggiore coinvolgimento degli attivisti negli sviluppi futuri del MoVimento milanese, vi sottopongo un'ipotesi di lavoro http://movimen.to/1vnR74Y che riprende l'idea di "controgiunta" a cui si era accennato in una precedente riconferma, per valutare se qualcuno dei suoi contenuti può considerarsi pertinente ai commenti nn. 16, 24, 25, 26, 33, 35, e 37;

- per l'elenco attività del passato semestre, questo è il link al riepilogo http://movimen.to/XYtKjY;

- per sapere come si regola il vostro portavoce per le votazioni in Consiglio comunale a Milano, ecco i link al post pubblicato sul Nazionale http://movimen.to/1qV0BwT e su Fb http://movimen.to/11frRRJ;

- l'iter che ha portato alla costituzione del Comitato di gestione economica del M5S Milano è riepilogato in questo documento: http://movimen.to/1uGZMLN;  

- per le richieste di chiarimento e le osservazioni relative a Festella (ai nn. 01, 14, 18, 23 e 27), ho preparato un promemoria ad hoc: http://movimen.to/1uASOMO;

- anche per le osservazioni relative ai recall di Zona5 nella precedente riconferma (Toscano / D'Apote) ho predisposto uno specifico promemoria: http://movimen.to/1wNKj0S

Le restanti osservazioni sono commentate direttamente al loro seguito. 


Dettaglio risposte / chiarimenti 

(con documenti/promemoria separati):

- controgiunta: 16 24 25 26 33 35 37 http://movimen.to/1vnR74Y 

- Festella 01 14 18 23 27http://movimen.to/1uASOMO 

- i recall di Zona5 39 http://movimen.to/1wNKj0S 

- elenco attività 08 http://movimen.to/XYtKjY 

- come vota il portavoce in CC Milano 07 link Nazionale http://movimen.to/1qV0BwT e link su Fb http://movimen.to/11frRRJ 

- gestione economica del M5S Milano 12 documento ad hoc http://movimen.to/1uGZMLN 

(senza documenti/promemoria separati)

- "dare spazio a nuove persone" 02 03 04 17 - la possibilità di non riconfermare un eletto M5S, è stata concepita originariamente per intervenire in caso di perdita dei requisiti iniziali, e per estensione credo tutti la consideriamo applicabile in caso di plateale tradimento dei princìpi del non-statuto e altre

mancanze di analoga gravità compiute nello svolgimento delle mansioni di portavoce.

Questa precisazione riguarda alcuni commenti raggruppabili sotto il concetto di "ricambio per dare spazio ad altri"; vanno inoltre tenuti presente gli obblighi della legge elettorale ai quali dobbiamo sottostare come Lista Civica M5S Milano 2011, per cui l'eventuale recall non consentirebbe il subentro di un qualunque altro attivista di proprio gradimento, ma del primo dei consiglieri non eletti - nel nostro caso secondo questa graduatoria: http://movimen.to/1w4kqs2 .

- il bilancio dell'evento di Piazza Duomo 12 rientra nel rendiconto economico per i candidati alle elezioni europee predisposto (con immane lavoro!) dal mandatario Luca Vinti, postato nell'area discusioni del meetup Milano1 accedibile da questo link: http://movimen.to/1w2EsRC       

- la presenza sul palco a Roma 13 21 - riguardo alla campagna elettorale per le europee, ero stato all'epoca contattato dallo staff che aveva richiesto genericamente la mia disponibilità - come avevo condiviso nell'area discussioni del Meetup a questo link http://movimen.to/1z5qnIU, concretizzatasi poi  principalmente con uno dei quattro "gruppi-furgonati" del #vinciamonoitour lombardo.

La presentazione dell'evento di piazza San Giovanni a Roma a cui ho contribuito, per chi non avesse avuto modo di seguirlo, era impostata su una "conduzione multipla" a rotazione fra vari attivisti: non sono in grado di dire con certezza le motivazioni alla base delle decisioni dello staff, ma posso presumere che abbiano semplicemente pensato ad avere sul palco anche una figura della mia età, con un minimo di esperienza al microfono.

- Referenti "Casta" 05 15 - riporterei direttamente i commenti di:

Alessandra G. (http://movimen.to/1w4pz3f): "Sulla metodologia referenti - che pur per quello che mi riguarda si può anche modificare - le pretese della creazione della "casta" sono un pò fuori luogo visto che l'incarico è sia volontario, sia a votazione della zona di riferimento, sia a rotazione e anche non referenti del momento possono di volta in volta partecipare. Se così non è avvenuto in qualche zona è li che bisogna correggere."

Mary D.P. (http://movimen.to/1p74MpD): "... mi dispiace sentire questo, in quanto durante le riunioni di zona 5, Silvia ed io ci prodighiamo a riferire quanto avviene nella riunione referenti e a prendere delle idee dagli attivisti, ma non puoi saperlo visto che sono mesi che non vi partecipi, come non poi sapere nemmeno che io e Silvia abbiamo chiesto un ricambio (passati i 6 mesi) e nessuno si è fatto avanti.... predichiamo partecipazione e trasparenza quando nemmeno tra noi "attivisti" c'è tutta questa voglia di partecipare.... o banalmente di prendersi un impegno e portarlo avanti."

- Info sui Gruppi di Lavoro / GdL 09 - MDF (o Diana A.?) a xxxembre 201x ha effettuato un vero e proprio censimento del GdL condividendolo sul Meetup, qui c'è il link al foglio Excel: (LINK).

- richiesta info e proposte che riguardano il GdL Comunicazione 10 34 41 - per le info rinvio sempre al censimento di MDF (o Diana A.); sull'esigenza di un gruppo comunicazione "un po' cazzutello" in vista del 2016 non si può che concordare. Per migliorare serve senz'altro riflettere sull'attuale condizione di informazione non libera in cui siamo costretti a muoverci, e potrebbe essere quindi interessante elaborare una strategia nei confronti della censura che subiamo.

- migliorare la trasparenza: 19 22 38 quando come M5S accusiamo i nostri nemici o interlocutori di mancanza di trasparenza, di solito ci troviamo di fronte a una precisa volontà di non essere trasparenti con un fine ben preciso e di solito non positivo. Questo ovviamente non può essere il caso all'interno del MoVimento, ma ci possono essere situazioni dove per sovraccarichi o pecche organizzative pur con la massima buona fede non si riesce a realizzare la trasparenza desiderata.Ogni aiuto per migliorare nella trasparenza è assolutamente utile e ben accetto.

- mancata presa in carico di richieste / segnalazioni su mobilità ciclabile/ambiente 28 29 30 31 qualcosa è andato storto, e dato che non è credibile che nel nostro ambito non ci sia già chi si occupa di queste tematiche, per rimediare ed evitare il ripetersi in futuro di casi analoghi, serve migliorare lo smistamento delle comunicazioni in entrata.

- come mai non si vota sul Nazionale con gli utenti certificati: 36 del meetup abbiamo la gestione diretta ed autonoma, pur con tutti I limiti della piattaforma: il Nazionale non è purtroppo strutturato adeguatamente a tal fine, e ogni votazione per il momento è un qualcosa di custom gestita dallo staff. 

- Nell'augurarmi che questo documento testimoni la volontà di non ignorare gli input in arrivo dalle riconferme, per alcuni commenti senza qualche ulteriore dettaglio o riferimento a casi concreti temo di non essere davvero in grado di produrre un feedback valido: 06 (se effettivamente si intende parlare di cittadini e non di attivisti) 11 + 20 + 32 + 40 + 42 (servirebbe qualche aiutino per inquadrare meglio le situazioni indicate)

miglioramento nell'esposizione: 43 no comment: posso solo lavorarci su :)


Elenco di sintesi di tutti i commenti

(quelli completi effettivi sono al link: http://movimen.to/1xL2lhZ )


01 "a cose fatte aut aut di Mattia e Paola Carinelli al Blues Bar, per cui se non si spostava l'evento #Festella non avrebbe avuto il simbolo"

02 "dare spazio ad altre persone, perche' pensa sia giusto dare un po' di respiro nel gravoso compito del portavoce"

03 "dare spazio a nuovi attivisti piu' decisi e professionalmente preparati per uscire prima possibile dal vicolo cieco del dilettantismo"

04 "ottimo lavoro ma un po' di ricambio non sarebbe male"

05 "gruppo referenti si comporta come un piccolo gruppo di di eletti"

06 "troppi cittadini si sentono esclusi e poco ascoltati"

07 "nulla togliendo agli interventi svolti in sala consiliare, dove sono le discussioni sugli argomenti trattati in consiglio?"

08 "dov'e' tutta l'attività sin qui svolta?"

09 "i gruppi di lavoro lavorano solo per e-mail? quanti sono chi sono eccetera?"

10 "GdL comunicazione chi e' cosa fa come mai non pubblicizza i banchetti?"

11 "ultima riunione attivisti: problemi esposti non risolti, anzi si e' cercato di far proseguire i tavoli di lavoro oltre la riunione attivisti, ma e' normale? si riuscira' a risolverli?"

12 "comitato economico e comizio di piazza Duomo x le europee, molti non sanno dove trovare il bilancio, ma c'e'?"

13 "e' normale il giorno dopo Piazza Duomo essere a Roma a presentare i candidati alle europee? possibile non ci fosse nessuno in grado?"

14 "Festella: Calise Ferro Gulisano usciti non si sa per quale motivo, facendo sembrare gli altri un gruppo di approfittatori che voleva mettersi in mostra sia prima che dopo le europee"

15 "La Casta: gli attivisti promossi referenti portano solo la voce di un singolo verso le zone e non sono riuscito a trovare la discussione sull'istituzione dei referenti di Zona"

16 "cercare di coinvolgere ancora di piu' gli attivisti"

17 "anche se condivide alcuni commenti di Carlino e Luca Cioni, chiede chi dovrebbe sostituire Mattia nel caso?"

18 "una volte sistemate le modalita' non corrette di #Festella e' evidente che non e' stata fortemente sostenuta"

19 "intensificare lo scambio trasparente delle informazioni"

20 "tener conto delle richieste di coloro che da tanto si adoperano per i banchetti e ogni attivita' di presenza sul territorio"

21 appoggio a commento "e' normale essere a Roma il giorno dopo a presentare ecc."

22 appoggio a commento "processo di trasparenza va sempre migliorato"

23 "Festella non e' stato fortemente sostenuto".

24 "esorto a coinvolgere nuove persone in aiuto in modo da allargare il numero di persone che collaborano anche rischiando qualcosa"

25 "carico Mattia del pesante fardello della responsabilita' di rivitalizzare il M5S Milano, condividere le esigenze di organizzazione e coordinamento, rinnovare lo status quo che sta mostrando pesantemente i propri limiti e qualcuno degli attivisti storici vorrebbe mantenere - contiamoci alla luce del sole se no c'e' qualcuno che vale piu' di uno... i cittadini vogliono un'alternativa credibile, professionale, trasparente e onesta - solo le prime 2 cose non bastano piu'.. Mattia ha l'autorita' per indicare una strada, noi tutti il dovere di renderla percorribile verso gli obiettivi che ci daremo"

26 "suggerisce lavoro piu' strategico con i consiglieri di zona: fare magari di meno ma piu' coordinato in modo da avere maggiore effetto; poi sprona tutti i sostenitori a prendersi almeno un impegno partecipativo anche piccolissimo"

27 "le prevaricazioni di Calise e Carinelli su Festella gli hanno dato conferma che a Milano esiste un commando di Pit Bull al soldo della Casaleggio"

28 "mancato seguito ad alcune sue segnalazioni su problemi di ciclabilita': progetto zona30 Solari"

29 "ciclabile sbagliata viale Tunisia"

30 "non ha sentito pareri su pedonalizzazione Piazza Castello"

31 "segnalazione anomalie concorso vigile urbano 1 anno fa"

32 "segnalo che molti attivisti si sentono un po' emarginati"

33 "coinvolgere di piu' tutti i cittadini milanesi senza dimenticare di divertirsi, diventando piu' professionali"

34 "fare un gruppo comunicazione un po' cazzutello vendendoci bene e obbligando i media a parlare di noi" 

35 "coinvolgere altri che coinvolgono altri ancora" +

36 "perche' non si vota sul nazionale con gli iscritti certificati anziché sul meetup"

37 "condivido il pensiero del gruppo comunicazione un po' cazzutello eccetera"

38 "raccomando di chiedere sempre sul MU cos'hai in mente di fare, tanto non ti rispondera' nessuno"

39 "la condotta quasi da Ponzio Pilato nella questione del recall di Toscano e D'Apote, avrebbe voluto piu' determinazione e coraggio"

40 No da sempre :P

41 "nessuno si sta accorgendo che nel Comune di Milano c'è il M5S, ma forse e' colpa della censura dei media; la responsabilità di un Movimento che non si muove e non muove entusiasmo, è collettiva"

42 "preoccupato per abbandono attivisti"

43 "esorto a migliorare nell'esposizione ripetendo 2 o 3 volte quello che devi esporre, senza bisogno di corsi di public speaking"

 


Milano - 


Expo è stata presentata come l'occasione per Milano e per l'Italia, una finestra mondiale su un paese in forte crisi, per prepararne il rilancio. 

L'Expo si è rivelato, però, giorno dopo giorno, indagine dopo indagine, arresto dopo arresto, un'occasione perduta. L'occasione che si doveva cogliere ormai tre anni fa, all'inizio dell'attuale consigliatura milanese, quando il M5S presentò il progetto per un'Expo diffusa e sostenibile, elaborato dal Politecnico di Milano. L'opportunità di recuperare, rivalutare e valorizzare quanto già presente sul territorio, ottimizzando le risorse territoriali e riducendo gli investimenti al minimo, una sostenibilità a cui è stato preferito lo spreco e nuove colate di cemento a beneficio dei soliti amici. 

Nel corso della trasmissione di Class TV Lo Schiaffo, dello scorso 16 ottobre, il portavoce del M5S al Comune di Milano Mattia Calise ripercorre gli eventi salienti che hanno caratterizzato l'esperienza di Expo. Siamo certi che i colpi di scena nell'ultimo semestre non mancheranno... Stay tuned!


Calise - Expo è un grande evento che è nato con la politica ormai diversi anni fa, io do come data dell'inizio 2008, poi cosa è successo che, non solo la 'ndrangheta, che fortunatamente in diverse situazioni è stata allontanata, ma adesso stanno continuando a indagare nei cantieri perché è molto difficile seguire i filoni di appalti e subappalti, e lì ti trovi chi ti obbliga a utilizzare i loro mezzi ed è una delle modalità con cui infiltrarsi. Però la criminalità organizzata è stata un filone, l'altro è stata la criminalità dei colletti bianchi, della politica ed è qui che siamo arrivati a Expo, è chiaro che ci sono degli scandali

Gaiazzi - quindi tu sei tra i no Expo? Scusa la domanda manichea

Calise - No, figurati, perché no Expo. A parte che adesso è troppo tardi per essere no Expo, noi avevamo chiesto di uscire da questo progetto anni fa per motivi molto specifici, facendo tra l'altro una contro proposta all'Expo che si chiamava Expo diffusa e sostenibile

Gaiazzi - Una vostra proposta?

Calise - No, è stata progettata da Emilio Battisti, docente di Composizione Architettonica del Politecnico di Milano. 

Il problema non è lo scandalo adesso, ma il progetto totale di Expo che è stata una spartizione economica prima che un'operazione di visibilità per la nostra città. Io racconto questa storia brevissima sulla nascita di Expo. 

Il progetto inizia con l'acquisto dei terreni di Rho, terreni agricoli con un valore prossimo allo zero, collocati a fianco alla strada. Prima di tutto questo costituisce un'anomalia, è la prima esposizione universale che viene fatta su terreni privati. Ma di chi erano questi terreni? Di uno dei soggetti incaricati di scegliere i terreni da comprare: Ente Fiera. 

Gaiazzi - Da questo seme, dici, già si poteva capire: c'è del marcio in Lombardia? Forse possiamo togliere il punto di domanda, visto che è già stato dimostrato che c'è il marcio.

Calise - Già, ma poi cosa è successo? Quei terreni sono diventati edificabili e lo rimarranno anche dopo Expo, dai 16 euro a mq il loro valore è arrivato a 160 euro a mq, ed è questo il valore al quale noi li abbiamo acquistati, e sono 1 milione di metri quadri.

Gaiazzi - In un intervento in Consiglio Comunale hai ricordato a Pisapia, dopo esserti bene informato, che il Comune di Milano ha una quota del 20% della società Expo, quindi, una sorta di golden share, perché, se si guardano i regolamenti, per poter approvare ogni deliberazione serve una votazione dell'81% del capitale, quindi, se il Comune dice no...

Calise - Esatto, tra l'altro non sapevano neanche loro questa cosa, quando abbiamo fatto la denuncia in Consiglio sono caduti dal pero. 

Gaiazzi - E Pisapia su questo cosa ti ha risposto?

Calise - Non ha risposto! Come fanno molto spesso quando non vogliono darmi visibilità, 

Gaiazzi - Voglio semplificare ancora, tu hai detto, "Pisapia tu hai in mano tutte le carte in regola per controllare e opporti quando ci sono delle porcate" e il Comune di Milano, cioè Pisapia non ti ha risposto?

Calise - Allora, nelle situazioni scomode, quando ci sono denunce o giornate no o situazioni scomode, il sindaco esce dal Consiglio Comunale o non entra neanche. Quindi, in molte situazioni in cui abbiamo fatto denunce non c'era nessuno a risponderci. Perché così non danno neanche la visibilità della risposta, ci azzerano a livello comunicativo.

Tornando alle opere inutili che contrastiamo, le vie d'acqua, sono un'opera da 90 milioni... più altri 60.

Gaiazzi - In teoria era un grande progetto, quello di fare arrivare una sorta di naviglio fino all'Expo. Già diciamo che questo non si potrà più fare.

Calise - Ma soprattutto, dal naviglio, la Milano navigabile, in realtà è diventato una specie di canale di scolo profondo 40 cm, non puoi andarci neanche in canoa, che passa attraverso tre parchi: il parco Pertini, il parco di Trenno e il parco delle Cave, abbattendo un numero imprecisato di alberi e lasciando al loro posto una striscia di cemento.

Analizzando i progetti, con i nostri esperti e un comitato che si è creato per difendere i parchi, abbiamo constatato che questo progetto non sta in piedi da nessun punto di vista, né tecnico, né ambientale, siamo stati attaccati perché ci accusavano di essere contro l'Expo in sé, fino a quando siamo arrivati sui cantieri con i nostri portavoce al Parlamento, e poche settimane dopo, hanno iniziato ad arrestare i responsabili di Expo e i responsabili delle vie d'acqua, il progetto che ci sembrava tra tutti il meno sensato. 

Gaiazzi - A fiuto la sensazione è che non sia finita, tu hai già un'idea di dove possano essere dei rivoli di possibili ulteriori inchieste? Ti aspetti qualcosa di clamoroso?

Calise - Che non sia finito sono certo, secondo me arresteranno molto presto altre persone. Abbiamo concluso l'evento Italia 5 Stelle e in quell'occasione ho detto preparatevi perché ne arrestano altri, era domenica e lunedì hanno arrestato Acerbo, responsabile, oltre che del padiglione Italia, proprio del progetto vie d'acqua, progetto di cui vi invito a scoprire l'inutilità attraverso la pagina difendiamo il parco di Trenno dalle vie d'acqua. Il progetto ha visto tutti arrestati: anche l'imprenditore Maltauro, che è stato ripreso dalla finanza dare la famosa mazzetta, 30000 euro al mese al responsabile.

Gaiazzi - Un nome grosso non me lo vuoi fare...

Calise - Noi studiamo le carte, quella è competenza della magistratura, noi possiamo dare il supporto politico perché, questo sembra uno scherzo, ma in passato non era così semplice. Prima era ben coperto l'evento.

Gaiazzi - C'è di buono che queste inchieste sono partite durante i lavori e non vent'anni dopo, con un clima forse cambiato.

Calise - Il problema è anche che la magistratura e le forze dell'ordine hanno bisogno di molte più risorse. Molto spesso la criminalità e la corruzione passano perché mancano i controlli.

Gaiazzi - Cosa intendete fare da qui al prossimo futuro? C'è qualcuno che dice sul Corriere di prendersi un altro anno in più di tempo, 2015 più 1.

Calise - Noi avevamo detto che questa Expo non ci piaceva abbiamo fatto un'alternativa diffusa, utilizzando il patrimonio esistente, senza nuovo cemento e risparmiando ma adesso possiamo cercare di salvare il salvabile, cerchiamo di far risparmiare a tutti noi, perché Expo la stiamo pagando noi adesso e la continueremo a pagare in futuro perché ci stiamo indebitando, tagliando le opere inutili. Per esempio sulle vie d'acqua gli stiamo dicendo di interrompere i lavori nel tratto sud, quello da 90 milioni di euro che distrugge i parchi, fermandosi e sversando l'acqua nell'Olona. 

Tanto, passato l'Expo, quel canale diventerà inutile. 

Gaiazzi - Vedremo cosa succederà nelle prossime settimane se ce la faremo.

Calise - Sì, infatti, faremo presto un sit in nei cantieri.


Milano - 

Gli arresti per corruzione nell'Expo-appalto della Via d'Acqua, sono la conferma: l'inutile canale devasta-parchi è figlio di un sistema che puzza ogni giorno di più.
Un fetore che non salva nessuno: manager, imprese, tecnici della Pubblica Amministrazione, Expo spa, Regione e Comune di Milano.
La denuncia alla Procura fatta dal Cdz 8 per gli scavi su terreni con potenziale presenza di amianto, ci dice che lo scolo è nocivo non solo per i parchi ma perche' scavare senza fare carotaggi a pochi metri dalle case, nonostante le leggi 'sblocca-Italia', resta un atto delinquenziale. Sul banco degli imputati c'è il Comune di Milano e la sua maggioranza, incapaci di difendere i parchi e tutelare la salute di cittadini e lavoratori.
La Cupola Expo è una piovra che minaccia Milano. Bisogna reciderne i tentacoli prima che soffochi la città. Il primo da tagliare è la Via d'Acqua.
Stop ai lavori, annullamento dell'opera, bonifiche dei terreni, dimissioni dell'assessore al verde Chiara Bisconti e del delegato per Expo Gianni Confalonieri.
Con queste parole d'ordine saremo ancora una volta sabato 18 dalle ore 07.00 a manifestare davanti agli inutili cantieri del canale che vogliamo cancellare in via Appennini.


Milano - 

image.JPG

Chiusi i seggi delle elezioni-farsa, il Movimento 5 Stelle risponde con una lezione di democrazia partecipativa.

 

Alla conclusione dell'elezione-farsa di secondo livello per la città metropolitana, dove la casta ha votato se stessa, il Movimento 5 Stelle risponde rilanciando la partecipazione ed il coinvolgimento dei cittadini nella cosa pubblica proponendo il referendum deliberativo e abrogativo senza quorum, che verrà discusso in Consiglio Comunale il prossimo mercoledì 8 ottobre.


La delibera d'iniziativa popolare, per cui il movimento pentastellato si è impegnato negli ultimi due anni raccogliendo quasi seimila firme, prevede la modifica degli articoli 11, 12, 13, 14 e 15 dello Statuto del Comune di Milano.


Il referendum deliberativo e abrogativo senza quorum vogliono rappresentare degli strumenti efficaci della democrazia diretta, capaci di incidere in modo sostanziale sulle scelte della comunità locale su questioni di interesse pubblico e con un voto espresso dai cittadini che sia vincolante per l'Amministrazione.


L'abolizione del quorum, il numero minimo di partecipanti alla consultazione, è richiesto dal Movimento 5 Stelle per salvaguardare l'istituto referendario dal rischio di astensione strumentale, garantendo così l'applicazione concreta del primo articolo della Costituzione che attribuisce la sovranità ai cittadini e non ai politici.


Niente di rivoluzionario, quindi: "la democrazia è partecipazione".


I candidati a Milano

m5s lombardia meetup
firma referendum deliberativo senza quorum Milano
bt_candidati_nazionali.png Il MoVimento 5 Stelle è una libera associazione di cittadini. Non è un partito politico nè si intende che lo diventi in futuro. Non ideologie di sinistra o di destra, ma idee. Vuole realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità dei cittadini il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi

zona8 zona9 zona2 zona3 zona4 zona5 zona6 zona7 Zona 1


   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons