Operazione trasparenza: M5S Milano svela il mistero delle penali Expo2015


Milano - 

Immagine Trasparenza Expo.JPG

"Non si può rinunciare a Expo 2015 perché le penali per il Comune di Milano sono troppo alte". Quante volte abbiamo sentito questa affermazione? Quante volte i rappresentanti dei partiti al potere l'hanno usata per zittire qualsiasi opinione contro Expo 2015?

Dall'intervista rilasciata il 18 luglio 2011, a Repubblica: "Sindaco Pisapia, perché non ha cambiato l'accordo di programma scritto ai tempi di Letizia Moratti?" "Perché non si poteva. Anzi, avevamo la certezza che, se non avessimo firmato l'accordo, ci sarebbe stata la revoca dell'evento da parte del Bie. Avremmo dovuto pagare ingenti penali.."

Ma quanti di voi sanno a quanto ammontano ufficialmente queste ingenti penali?

Sembra di sentire le risposte che si danno a chi sostiene le ragioni di una rinuncia al progetto dell'Alta Velocità in Valsusa: "saremmo tagliati fuori dall'Europa". Risposte vaghe, non fondate su dati precisi.

Bene, noi diffidenti cronici abbiamo deciso di chiedere alla giunta a quanto ammontano queste penali con una interrogazione e abbiamo dovuto aspettare ben oltre il termine massimo di 30 giorni per ottenere una risposta, ma finalmente l'abbiamo avuta. La risposta http://bit.ly/zqqUTi spiega bene il motivo per cui non ci hanno mai informato a dovere sul funzionamento di queste fantomatiche penali previste.

Ebbene le penali MASSIME previste sono le seguenti:

FINO AD APRILE 2012: 16,12 MILIONI DI EURO

DA MAGGIO 2012 A APRILE 2013: 51,6 MILIONI DI EURO

DA MAGGIO 2013 AD APRILE 2014: 119,10 MILIONI DI EURO

DA MAGGIO 2014 AD APRILE 2015: 270,98 MILIONI DI EURO

Ma su chi ricadono e in che misura queste penali?
Le penali devono essere sostenute dalla Società Expo 2015 S.p.a. in proporzione fra i soci che la compongono. I soci e le percentuali sono le seguenti:

Ministero dell'Economia e delle Finanze - 40%

Comune di Milano - 20%

Regione Lombardia - 20%

Provincia di Milano - 10%

Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Milano - 10%

Da questi dati si desume che in caso di rinuncia a Expo 2015 entro maggio 2012, la penale per la nostra città sarebbe pari a 3,2 milioni di euro.

Bene, considerando che solo per il fatto che il comune di Milano decidendo di entrare nella Società Arexpo (la società che ha acquisito i terreni su cui si svolgerà l'Expo del 2015) con il 34,6% delle quote si è impegnata a versare ben 28 milioni di euro, possiamo tranquillamente dire che le penali sono molto contenute e soprattutto che a fronte di una perdita di 3,2 milioni, avremmo un risparmio di 28 milioni che controbilancerebbe ampiamente la perdita prevista delle penali.

Per capire di che cifre stiamo parlando potremmo dire che riscuotendo le multe elettorali dei partiti a Milano pari a circa 6 milioni di euro, avremmo i soldi sufficienti per coprire la perdita delle penali, oltre al risparmio degli ingenti costi di Expo2015, in termini economici e ambientali.

Possiamo quindi concludere dicendo che lo spauracchio delle penali alte, con il quale ci hanno sempre minacciato, è un falso mito e che se decideremo entro aprile 2012 di rinunciare ad Expo, i risparmi dovuti a questa scelta supereranno abbondantemente i costi che Milano dovrebbe sostenere. 

Sulla base di ciò ribadiamo ancora con più forza la nostra opinione: Expo 2015 è un evento a cui dovremmo immediatamente rinunciare e le somme investite per questo progetto andrebbero investite su altre priorità ben più importanti per la città, come la lotta all'inquinamento, al miglioramento dei trasporti, al sostegno delle fasce di reddito medio-basse, le scuole e molti altri interventi necessari per poter affrontare al meglio il periodo di crisi che ci aspetta nei prossimi anni.

Nel frattempo continueremo a svolgere la nostra azione di fiato sul collo sulla giunta e sul progetto Expo 2015, cercando di portare all'esterno tutte le informazioni che ci tengono nascoste volutamente. Al riguardo stiamo preparando nuove interrogazioni su Expo 2015, perché ci sono molti aspetti ancora poco chiari sui quali vorremmo maggiori informazioni.

A tal proposito chiunque abbia informazioni da darci, da far pervenire alla giunta, siamo disponibili a fare da tramite.  Scrivete a segreteria5stellemilano@gmail.com 

4 commenti

| Commenta
  • user-pic

    vorrei sapere se non e' discriminazione limitare i concorsi pubblici solo a chi a meno di 30 anni. io ne ho quasi 40, pago le tasse e perche' mai non posso partecipare?

  • user-pic

    Occorre divulgare questi dati e, per parte mia, lo farò senz'altro.
    Spero solo che la gente si risvegli dall'anestesia generale provocata da calcio, calcio, calcio, nani e ballerine, vita miracoli e morte di cantanti attori, attrici, giocolieri e pseudo onorevoli e si interessi della realtà grama in cui ci stanno facendo precipitare.
    Complimenti per l'ottimo lavoro

  • user-pic

    per chi naviga e legge il sito di Beppe Grillo ne viene a conoscenza, ora bisogna fare copia/incolla di ciò che è scritto e divulgarlo: con i gazebo, con il porta a porta, con volantinaggio, con le buche della posta, etc e la speranza che i telecomandati si sveglino dal lungo torpore mediatico.
    Grazie.

  • user-pic

    conviene rinunciare, oggi si fa tutto on line

Invia un commento