MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Occorre più identità, non meno


Orvieto - 
Abbiamo pianto tutti i morti di dei recenti attentati e, chi ha fede, ha pregato per i feriti e per il ritorno della pace,. E lo fa tutt'ora. Va però anche ricordato che tocca alla politica fare la propria parte, non possiamo limitarci a gessetti colorati o parole di unità: c'è negli amministratori la responsabilità di dover fare delle scelte. Questo che segue è il commento di Silvio Torre, il fondatore del Meetup di Orvieto

Silvio Torre, Orvieto 5 Stelle«Buongiorno ai lettori del blog: come avrete saputo dopo aver attentato le ramblas, i ponti di Londra, la promenade di Nizza ed i concerti di Parigi, l'Isis adesso minaccia di colpire anche l'Italia...
Immagino non intendano basi strategiche come porti, caserme, basi radar, non simboli del potere o dell'identità e questo nonostante ciancino di conquista.
Invece fino ad ora si sono rivolti verso luoghi dove le famiglie vanno a passeggio, gli anziani leggono i giornali ed i ragazzi sorridono, insomma posti di pace. E sono così incazzati con la pace, col fatto che dentro l'Europa ci siano tanti problemi ma non ci si assalti ai confini gli uni con gli altri, che se la pigliano con chi proprio non c'entra nulla:
Assistiamo ad un dibattito sciocco sulle barriere per prevenire questo tipo di attacchi pur essendo consapevoli di una guerra in atto, per quanto a bassa intensità, in cui militano i peggiori senza patria che vivono nei territori che li hanno ospitati.
La verità è che oggi le barriere servono ma non bastano, vanno armate di simboli, di bandiere, di memoria storica, di presenza istituzionale. E questo non per far sentire protetto qualcuno ma per chiarire bene che quello spazio è Stato, ed è storia. Non che possa essere invece terreno di caccia, un non luogo in senso antropologico, in cui l'assenza di punti di riferimento lasci ai cani rabbiosi libertà di ringhiare ed aggredire.
Bandiere, identità e personalità che sono spesso accusate di essere la prima causa di guerra ma che proprio la convivenza in Europa ha dimostrato invece che possono essere il contrario. Rispetto tra pari, pur in presenza di eserciti nazionali, contigui e poderosi, e che piaccia o meno, dalla lunga tradizione.
Sbaglia il sindaco di Barcellona a rifiutare pratiche di sicurezza ed a considerare la pura desistenza ed assenza come scelta risolutiva. Come pure sbaglia chi rifiuta di riconoscere che la pace non esiste solo parlandone, ma va praticata attivamente, con l'esempio e con il rifiuto ad abbandonare il proprio ruolo di proteggere territorio e cittadini. Infine sbaglia chi rifiuta di ammettere i propri errori e le conseguenze delle proprie scelte.»

I candidati a Orvieto

  • user-pic
    Adelina Bonavera
  • user-pic
    alberto tavani
  • user-pic
    Alessio Paesano
  • user-pic
    Andrea Montanucci
  • user-pic
    Anna Patrone
  • user-pic
    David Tordi
  • user-pic
    davide torre
  • user-pic
    Elena Rusu
  • user-pic
    giuseppe ambrosino
  • user-pic
    Lucia vergaglia
  • user-pic
    Manuel Mariani
  • user-pic
    nicla

Partecipa ai nostri eventi