MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Padenghe sul Garda - 

Durante lo scorso consiglio comunale del 16/2
Abbiamo espresso il nostro parere contrario all'approvazione del piano finanziario relativo al servizio di gestione dei rifiuti urbani di Padenghe perché analizzando la documentazione consuntiva di Garda Uno abbiamo appurato che manca una chiara rendicontazione delle quote di raccolta dei rifiuti e relativi ricavi del recupero dei rifiuti riciclabili, il documento presentato in consiglio pone all'esame dei consiglieri e quindi dei cittadini un prospetto poco trasparente e realistico, considerato che, per ciò che riguarda l'esame previsionale delle attrezzature e del personale impiegato per il servizio 2017 nonostante sia ben definito un passaggio ridotto nella raccolta dei rifiuti indifferenziati, vede nei numeri le stesse identiche cifre degli anni passati. Ora ci chiediamo come si possa presentare tale documento basandosi su numeri cosi poco attendibili nella sostanza. Pare essere chiaro come il tutto sia frutto di un accordo economico forfettario vicino al milione di euro anno su anno senza tenere conto delle reali cifre di gestione del servizio. Ricordiamo che Garda Uno è una partecipata a totale capitale pubblico e che il Comune di Padenghe ne fa parte.

Amedeo Paccagnella, portavoce m5s Padenghe sul garda


Padenghe sul Garda - 


L'amministrazione comunale ha chiesto alla "consulta del territorio" di proporre dei suggerimenti sul come utilizzare gli spazi sottostanti la nuova piazza d'Annunzio"
La "consulta del territorio" presente nelle varie zone del paese, è stata istituita dall'amministrazione proprio per presentare idee e critiche dei cittadini
Apprezziamo il lavoro che è stato fatto per la ricerca di soluzioni ad un "problema" che si è creato con la ristrutturazione della nuova piazza.
Dal nostro punto di vista, però, è stato assurdo realizzare un'opera così importante senza una preventiva progettazione degli spazi all'uso che se ne voleva fare, soprattutto perchè noi pensiamo che quando si usano i soldi pubblici, i nostri soldi, di noi tutti cittadini, e sono tanti (circa 3.000.000 di euro complessivi, compreso mutuo ventennale) sarebbe necessario ponderare meglio i rapporti utilizzo/costi/benefici.
La consulta ha stilato un elenco di proposte per la parte chiusa sottostante alla piazza, che vanno dall'utilizzo da parte delle Associazioni, all'archivio, al trasferimento della sede dell'ufficio postale, mentre per la parte superiore invece, destinata come area del mercato settimanale, si interroga, insieme ad altri cittadini, del perchè non venga ad oggi utilizzata: a noi risulta che manca l'agibilità ed è per questo che non viene utilizzata.
Caro Sindaco le inaugurazioni in pompa magna con il ministro di turno si dovrebbero fare a opere concluse, certificato di agibilità compreso!
Alcune delle proposte della consulta sono certamente valide e apprezzabili, ma ribadiamo che prima si dovrebbe capire quali sono i reali bisogni e le aspettative dei cittadini, poi si procede alla loro realizzazione!
Ribadiamo il nostro punto di vista che è sempre stato critico riguardo il rifacimento della piazza e adesso che nei fatti l'amministrazione dimostra tutta la miopia di chi ha voluto spendere soldi pubblici senza un preciso progetto, prendiamo atto che è pure un'incompiuta.

Amedeo Paccagnella Portavoce consigliere comunale del m5s di Padenghe Sul Garda

OBBIETTIVO RAGGIUNTO


Padenghe sul Garda - 


Il 15 maggio 2013 il m5s pubblicò per la prima volta nella storia di Padenghe la videoregistrazione del consiglio comunale riunitosi il giorno prima.
Non avevamo ancora un consigliere comunale all'interno delle istituzioni, ma chiedevamo già a gran voce la totale trasparenza di tutti gli atti del comune.
La videoregistrazione ha un valore di archivio storico e di testimonianza dei modi e atteggiamenti di tutti i consiglieri comunali.
Tre anni dopo le cose sono cambiate molto, innanzitutto dopo continue richieste della minoranza, siamo riusciti ad ottenere che i consigli comunali venissero registrati via audio direttamente dal comune (qui il link per ascoltarti http://www.comune.padenghesulgarda.bs.it/PortaleNet/portale/CadmoDriver_s_395669 ), inoltre la Lega Nord ha imitato il nostro gesto, munendosi di telecamera, registrando i consigli comunali e pubblicandoli sul loro canale you tube.
Trovandoci in due telecamere e una registrazione audio in ogni consiglio comunale, noi come m5s abbiamo deciso di ritirarci da questa consuetudine, in quanto non è importante chi effettua il servizio, ma che il cittadino lo possa utilizzare.


Padenghe sul Garda - 


Domenica 15 maggio dalle ore 9 alle 13 ci sarà un gazebo per la raccolta firme per abrogare l'Italicum, ti aspettiamo !!

Altrimenti è possibile firmare in comune in ufficio anagrafe ai seguenti orari

Orari

Lunedì
dalle 9.30 alle 13.00
Martedì
dalle 16.00 alle 17.30
Mercoledì
dalle 9.30 alle 13.00
Giovedì
dalle 16.00 alle 17.30
Venerdì
dalle 9.30 alle 13.00
sabato
dalle 09.30 alle 11.30

volantino-fronte-italicum-con-simbolo.jpg


Padenghe sul Garda - 

Venerdì 22 aprile a Padenghe sul Garda si terrà il taglio del nastro del rifacimento di Piazza D'annunzio.
Un' opera che è stata fortemente voluta dall'amministrazione Avanzini, sia in fase di progettazione durante il suo primo mandato, sia in fase realizzativa durante questi due anni di riconferma.

logom5s_new.jpg

Il m5s di Padenghe è stato fin da subito critico su questa idea, tanto che il 4 aprile 2013 pubblicò un articolo in cui chiese che venisse fatto un referendum per dare alla cittadinanza la possibilità di esprimere il proprio parere su tale opera, soprattutto perché, quando cominciarono a girare le prime cifre, circa 3 milioni di euro per un mutuo di almeno 20 anni, ci sembrò doveroso che un'amministrazione chiedesse ai cittadini se intendessero prendersi questo impegno. Ci furono altre occasioni, anche pubbliche per ribadire al Sindaco le nostre richieste, ma in nome della visione di una politica rappresentativa di cui si vantava, il progetto è stato portato avanti, evitando anche il confronto in consiglio comunale, il progetto infatti è passato solo dal consiglio dei Comuni della Valtenesi.

Ci si aspettava, al di là del metodo, che almeno il risultato fosse pari all'investimento, ma al taglio del nastro ci verrà svelata una piazza D'Annunzio che non avrà, a nostro parere, i requisiti che tanto sono stati decantati in più di un'occasione. Non ci riferiamo all'aspetto estetico, che sarà nel gusto personale di ogni cittadino giudicare, ma a quello pratico e del servizio offerto. L'opera vede la realizzazione di un più ampio spazio a piano strada ma come nel passato la parte ribassata non offrirà nessun motivo per essere frequentata. L'ampio locale coperto da circa 3000 mq è incompleto e nessuno degli amministratori ha idea di quale utilità possa avere, l'auditorium, della quale creazione, era stata data un'importanza primaria, rimarrà incompleto per mancanza di denaro!

Abbiamo letto, infine, che all'inaugurazione sarà presente anche il ministro Delrio, una scelta azzardata dopo le ultime dichiarazioni del compagno del ex ministro Guidi che dice ""Finito sto casino usciranno le foto di Delrio a Cutro con i mafiosi ", senza contare la decisione del ministro alle infrastrutture di portare avanti il progetto del TAV con enormi stravolgimenti sulla morfologia del territorio della nostra provincia.

Come M5S venerdì 22 aprile alle ore 18 saremo presenti in questa occasione per testimoniare la nostra contrarietà, ci sarà anche Claudio Cominardi deputato del m5s che ci dirà le ultime novità sulla TAV.


Amedeo Paccagnella
Consigliere M5S Padenghe

Il 17 Aprile vota SI


Padenghe sul Garda - 

referendum_trivellazioni_votare_si_m5s_17_aprile-8c490.jpg


Padenghe sul Garda - 

Egregio Direttore,

abbiamo letto dell'intervento fatto attraverso una lettera a lei indirizzata il 12 dicembre scorso, del Sindaco di Padenghe sul Garda Patrizia Avanzini. Attraverso questo strumento il Sindaco gardesano ha voluto dimostrare la sua stima e riconoscenza per il lavoro di "progettazione e realizzazione di opere di grande rilevanza turistica" che l'Autorità di Bacino ha svolto fino ad oggi. La cosa è naturale ed è conseguente a ciò che come sindaco in tutti questi anni ha confermato sistematicamente condividere attraverso il suo voto, durante le assemblee dei soci di cui lei e tutti i sindaci appartenenti al consorzio fanno parte. Più che intervenire sulla bontà delle opere realizzate ci sarebbe piaciuto conoscere il suo parere su ciò che noi in realtà abbiamo sollevato non solo alla Corte dei Conti, ma anche all' A.N.A.C (Autorità Nazionale Anti Corruzione). Infatti l'aspetto che noi denunciamo è quello relativo ad un, per noi evidente, conflitto di interessi. Il Direttore dell'ente ing. Fausta Tonni, in carica dal 2005 svolge mansioni anche di segretario verbalista, certifica la regolarità tecnica contabile e di conformità, certifica la pubblicazione ed esecutività di tutti gli atti, è progettista con l'arch. Fabio Tonni di molte opere, è responsabile della sicurezza sui cantieri, è presidente del nucleo di valutazione che assegna i premi di performance dei dipendenti dei quali anche lei beneficia, è responsabile della trasparenza ovvero della pubblicazione degli atti dell'ente.
Se poi entriamo nel merito della bontà delle opere, non possiamo sottolineare come, in merito alla riqualificazione del porto di Padenghe, ad esempio, si andranno ad investire almeno 770.000 euro per renderlo più gradevole esteticamente ed implementarlo di 18 (!) posti barca, ci si è chiesto in quanti anni questo investimento verrà ammortizzato? Anche solo perché sono soldi dei contribuenti, che essi arrivino dai comuni o dalla Regione. In merito all'importanza di queste opere per la loro funzione turistica rivendicando la scelta politica di abbandonare la strada della costruzione di seconde case sul territorio gardesano, sosteniamo che la cementificazione delle coste non sia la scelta giusta! Sulle coste di alcuni importanti laghi nord europei ci si stà impegnando per la "rinaturazione" delle coste, riportandole per ampi tratti alla loro originale morfologia, per consentire alle specie vegetali ed animali di ritrovare il loro habitat, qui si stà facendo l'esatto contrario.
"Scomodare" la Corte dei Conti, e aggiungiamo noi, l'A.N.A.C. come dice il Sindaco Avanzini riteniamo sia assolutamente nei nostri diritti di cittadini in quanto asseriamo che le regole se ci sono vadano rispettate, così come fummo costretti a fare proprio a Padenghe ricorrendo al prefetto per veder riconosciuti i nostri diritti a presentare mozioni. Sappia dunque che se per ora ci sentiamo moralmente superiori agli altri è solo per demerito altrui. Ci impegneremo a conservarci tali per mantenere il diritto a stigmatizzare certi comportamenti .

Cordialmente
Amedeo Andrea Paccagnella
Consigliere M5S Padenghe s/Garda


Padenghe sul Garda - 

Venerdì 13 novembre, ore 20 30, biblioteca di Padenghe ci sarà Marco Zanni (europarlamentare) Gp Maccabiani (Consigliere regionale) e Amedeo Paccagnella (consigliere comunale) a spiegarci cosa hanno fatto in questi anni, è un'occasione da non perdere per ascoltare, proporre e anche criticare

Manifesto a3.png


Padenghe sul Garda - 


Su proposta del m5s, a Padenghe verrà istituito il registro delle coppie di fatto che permetterà il riconoscimento ufficiale delle coppie (eterosessuali e omossessuali) che di fatto convivo da un periodo ragionevolmente lungo.
Questo è stato possibile grazie ad una mozione presentata dal m5s a cui hanno votato a favore i consiglieri: Amedeo Paccagnella, Patrizia Avanzini,Galdino Salodini, Nicola Gelmini, Luisella Girardi,Elena Cupolo, Gabriella Alati,Fulvio Vivenzi mentre i voti contrari sono stati di Gianni Squassina, Gianmarco Amadori, Roberta Gandelli, Noemi Bonapace, Monica Zannoni.

coppie-di-fatto.jpg

Le applicazioni del contratto di convivenza sono molti, ad esempio il contratto può indicare quale immobile di proprietà di uno dei conviventi venga utilizzato quale abitazione comune della coppia fino a diverso accordo; chi e in quale misura sia tenuto a contribuire alle spese comuni della coppia e se a tal fine verrà aperto un conto corrente bancario cointestato su cui far confluire le retribuzioni di entrambi i conviventi; se in caso di cessazione del rapporto di convivenza ciascuno dei conviventi può impegnarsi a corrispondere all'altro un assegno di mantenimento; nel caso di coppia omosessuale dimostra lo stato di convivenza e supera la difficoltà del convivente non ricoverato ad accedere alle informazioni sulle condizioni del compagno o alla cartella clinica che spesso la struttura ospedaliera ed il suo personale negano, in quanto non sussiste vincolo di parentela.
Padenghe ha anticipato la normativa Italiana che risulta essere in notevole ritardo rispetto alle indicazioni del Parlamento Europeo che in più occasioni ha sollecitato la classe politica italiana a recepire gli indirizzi in tal senso.
Nello stesso consiglio comunale il m5s ha presentato altre due mozioni relative una alla possibilità di pagare i tributi con del lavoro volontario e l'altra con la richiesta di rimozione del deposito cauzionale di morosità sull'acqua messo da GardaUno, la prima è stata bocciata per impossibilità da parte del comune di affidare i "volontari" ad un tutor che gli segua durante il lavoro mentre la seconda è stata respinta perché le bollette dell'acqua vengono pagate ad acque potabili.

"CITTADINANZA ATTIVA"


Padenghe sul Garda - 


Il Movimento 5 Stelle di Padenghe ha presentato una mozione chiedendo che sia attuato l'articolo 24 della legge 164/2014, denominato "Sblocca Italia" con il quale si attua l'esen¬zione o la ridu¬zione dei tri¬buti comu¬nali per chi svolge lavori a bene¬fi¬cio della comu¬nità.
Que¬sta è una opportunità dell'amministrazione di istituire l'albo della "cittadinanza attiva" e raccogliere le adesioni di quei cittadini e/o associazioni che vogliono impegnarsi in attività di volontariato su spazi ed edifici pubblici, come ad esempio la pulizia dei parchi e dei cigli delle strade, la manutenzione dei sentieri e della loro segnaletica, accompagnamento e sorveglianza sugli autobus della scuola, piccole manutenzioni nei parchi, scuole e impianti sportivi, ecc...
Questi lavori offerti dai cittadini iscritti all'albo dovranno comunque mantenere un carattere sussidiario rispetto alle aziende che si occupano della gestione del territorio.
I requi¬siti richie¬sti sono pochi: la mag¬giore età, l'idoneità al lavoro, la cit¬ta¬di¬nanza di Padenghe e l'assenza di condanne.
La riduzione dei tributi commisurata all'impegno civile offerto è sicuramente un modo per aiutare le famiglie e il bilancio comunale senza dimenticare però, che tale iniziativa produrrà anche il vantaggio di stimolare un maggior senso civico dei suoi abitanti.
Vogliamo precisare che abbiamo chiesto a tutti gli attuali consiglieri di co-firmare la presentazione di questa proposta in Consiglio Comunale, ma la nostra richiesta è stata praticamente ignorata.

Amedeo Paccagnella Consigliere Portavoce di Padenghe Sul Garda per il m5s

I candidati a Padenghe sul Garda