MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Parabiago - 



volantinoReferendum.jpg


Parabiago - 



Incontriamoci


Domani in Piazza Maggiolini, dalle ore 9 alle ore 12, si terrà un banchetto informativo.
Rivolgiamo l'invito a tutti i cittadini di Parabiago che vogliono partecipare al cambiamento e con tanta volontà proporre un nuovo modello di coscienza e partecipazione agli aspetti che possono riguardare l'amministrazione del nostro territorio. Anche noi siamo semplici cittadini come voi, che vogliono la politica nelle mani dei cittadini.


Parabiago - 



Volantino Evento disabilita Parabiago[17709].jpg


Parabiago - 





Ci siamo illusi. Altro non potevamo aspettarci. La nostra mozione, se accettata, avrebbe permesso una partecipazione attiva del singolo alla politica della città.
Parliamo della proposta del M5S Parabiago sull'introduzione del Question Time del Cittadino:

"Il Question Time ha la finalità di consentire ai Cittadini di esporre domande (interrogazioni) inerenti questioni di pubblica utilità, al Sindaco, ai componenti della Giunta Comunale, al Presidente del Consiglio, ai Presidenti delle Commissioni Consiliari, ciascuno per la propria competenza rispetto all'oggetto della richiesta, durante il Consiglio Comunale."


La proposta è stata bocciata durante il Consiglio Comunale del 12 luglio 2016. E' incredibile che ciò accada ancora, che un'amministrazione locale rifiuti di far partecipare i cittadini alla vita politica e di renderli informati e consapevoli. Le motivazioni, al voto contrario della maggioranza, sono state tali da farci comprendere che la mozione non è stata degnata di una lettura approfondita: ecco con che "statisti" abbiamo a che fare. Noi come gruppo M5S continueremo a lavorare come opposizione intelligente, accordandoci sui temi e sulle proposte utili per la comunità, i giochi di partito li lasciamo a lor signori.


Parabiago - 



In totale accordo con uno dei principi del MoVimento 5 Stelle dove tra i capisaldi vi è la partecipazione attiva dei cittadini alle attività politiche, il MoVimento 5 Stelle di Parabiago, nella persona del Consigliere Christian Vitali, ha presentato la mozione inerente il Question Time del cittadino, che verrà discussa nel prossimo Consiglio Comunale del 12 luglio 2016.

Un' ottima occasione per rendere partecipe alla vita politica e sociale, ogni singolo cittadino, il quale potrebbe interloquire personalmente con il Sindaco, la Giunta e i Consiglieri Comunali, proponendo e o discutendo in Consiglio Comunale su questioni di pubblico interesse.

La speranza che questa mozione sia seriamente presa in considerazione e approvata, si fonda sulla consapevolezza che la Giunta Cucchi non sia indifferente alle novità e alle migliorie che possono realizzarsi, tra l'altro, a investimento e costo zero.

Mozione Question time

MoVimento 5 Stelle Parabiago


Parabiago - 



Presenti: Sergio Di Napoli (attivista), Christian Vitali(portavoce), Viviana Magnani (attivista), Natalino Carovano(attivista), Abatriatico Lillo(iscritto), Elena Castiglioni (iscritta), Paolo Gentile(attivista), Vanessa Fiordilino(attivista), Antonio Migliarese (attivista), Michele Morlacchi(attivista), Sarah Giampietro(attivista), Daniele Cirucca (attivista), Bruno Negretti(attivista), Lucio Boncompagni(attivista), Edo(iscritto)

Ordine del giorno

  1. Verifica operato portavoce eletto, previa relazione sulle attività svolte da pubblicare in forma scritta almeno una settimana prima della votazione della fiducia
  2. Scelta nuovo organizer e co-organizer
  3. Varie



La riunione inizia alle ore 22,15, viene nominato moderatore Christian Vitali, segretario
verbalizzante Sergio Di Napoli. Presenti 11 attivisti su 18 pertanto, come da regolamento, l'assemblea può deliberare sui punti all'ordine del giorno.

  1. Christian prende la parola e relaziona verbalmente e non per iscritto come previsto dal regolamento, su quanto fatto in questo primo anno di attività di portavoce in consiglio comunale. Questo periodo è servito per capirne, per adesso, il funzionamento. E' stata presentata una mozione sul baratto amministrativo, respinta dalla maggioranza. All'unanimità gli attivisti rinnovano la fiducia al portavoce Christian Vitali.
  2. Viene confermata l'attuale organizzazione: Organizzatore: Di Napoli Sergio. Co-organizzatori: Migliarese Antonio, Natalino Carovano, Paolo Gentile, Sarah Giampietro. Assistente organizzatore: Vanessa Fiordilino.
  3. Vanessa consegna a Sergio € 50 per coprire le spese della quota semestrale del meet up e del manifesto utilizzato durante il banchetto sul referendum "trivelle".

La riunione si chiude alle 23,45


Parabiago - 



In seguito alle lamentele dei residenti nella zona industriale tra Parabiago e Villastanza, relativamente alla presenza di odori sgradevoli, in data 19/04/2016, accompagnati da nostri esperti volontari, abbiamo fatto visita all'azienda Venanzieffe per capire come lavora.

Siamo stati ricevuti dalla proprietà, sig. Venanzi e dalla responsabile ambientale sig.ra Callegaro. Il Sig. Venanzi ci ha subito segnalato che fra tutti gli incontri fatti mancava quello della parte politica Parabiaghese.

Nessuno prima di noi si era mai informato su come lavorano, l'amministrazione comunale si è sempre e solo limitata ad inviare all'ARPA delle segnalazioni riguardo quest'Azienda per gli odori sgradevoli. La stessa ARPA si è presentata 4 volte negli ultimi 7 anni senza rilevare infrazioni, inoltre, per verificare lo stato dell'Azienda, si sono presentati in questi anni, Carabinieri, Vigili del Fuoco e Polizia Municipale.

Dai documenti mostrati, Venanzieffe tratta rifiuti di tipo oleoso, e la loro lavorazione si svolge in maniera meccanica con il metodo della centrifuga, non utilizzando nessun principio chimico per la divisione dell'acqua dall'olio.

Anche loro molto spesso hanno sentito degli odori riconducibili a gas metano, e ci hanno segnalato che ci sono anche altre Aziende in zona che trattano materiali chimici.
Inoltre, ci sono dei bocchettoni del gas vicino al sottopassaggio adiacenti alla ditta.
Per fugare ogni possibile fuoriuscita maleodorante, anche "esterna", hanno posizionato nel piazzale dell'azienda una ventola scaccia odori, rivolta verso il sottopasso, che
immette nell'aria profumo.

Carta e Documenti alla mano l'Azienda Venanzieffe non risulta essere la fonte degli odori sgradevoli, come è risultato anche dai numerosi controlli eseguiti durante gli anni dagli enti preposti, comunque continueremo il monitoraggio della situazione che ad oggi, data della pubblicazione del comunicato, sembra migliorata.

Invitiamo il comune a collaborare con il M5S nel proseguimento delle indagini in maniera più approfondita sul punto di origine degli odori sgradevoli, anche allargando la zona di ricerca, per risolvere un problema che affligge i cittadini da anni.

Christian Vitali
Portavoce MoVimento 5 Stelle Parabiago


Parabiago - 



Con le controdeduzioni il Comune non sembra si sia sprecato molto ad entrare nel merito delle nostre osservazioni al nuovo centro commerciale, che erano molto più articolate rispetto alla loro risposta che taglia corto demandando alla Provincia le procedure per l'ottenimento dell'autorizzazione paesaggistica.

Demandare ad un altro ente non ci sembra corretto perché, se è vero che l'eliminazione del vincolo di Area Boscata spetta alla Provincia, è anche vero che l'onere di ottenere tutte le autorizzazioni, e quindi di predisporre tutta la documentazione necessaria ai fini dell'iter autorizzativo, spetta al proponente del progetto, che in questo caso è il Comune.
Quindi il Comune è comunque mancante, tanto più trattandosi di un piano attuativo, e quindi in una fase autorizzativa avanzata, in cui dovrebbe essere ormai stata predisposta tutta la documentazione necessaria. Questo denota una scarsa linearità della procedura. Ci chiediamo infatti cosa succederà se l'Ente competente non dovesse attuare quanto necessario per l'eliminazione del citato vincolo nei sei mesi richiamati in delibera: decadrà il Piano Attuativo anche da un punto di vista urbanistico?

Attendiamo comunque il parere della Provincia, uspicando che richieda la relazione forestale e paesaggistica, nonché il progetto di rimboschimento compensativo, documenti che ci sembrano a maggior ragione dovuti, dato che il Comune conferma l'eliminazione del bosco.

Se la Provincia poi non dovesse richiedere questa documentazione, valuteremo la possibilità di fare ricorso.
In riferimento all'art 55 del DPR 753/80, citato dal Comune, non si può fare a meno di osservare quanto la tempistica con cui viene ricordato sia sospetta: se per il Comune la scelta di eliminare l'area boscata fosse una questione di conformità alla norma, perché l'art 55 non è stato citato nel Piano Attuativo?! Cisembra abbastanza evidente che sia stato recuperato tardivamente per fornire una sponda normativa a giustificazione di un atto che ha altre motivazioni (edilizie) non certo quella di rispettare la fascia di rispetto delle ferrovie: verrebbe da chiedersi perché, se il Comune è così ligio, non abbia pensato prima all'eliminazione del bosco e ci abbia invece pensato stranamente solo nel momento in cui è sorta la possibilità di costruire!!

Ci rammarichiamo infine che il Comune non abbia voluto accogliere il suggerimento di mantenere quest'area a verde e ne ribadiamo l'importanza ecologica come integrazione e connessione alle altre aree verdi urbane individuate nel Documento di Piano. Evidenziamo peraltro che, al contrario di quanto sostiene il Comune, la presenza di un agglomerato edilizio tra l'ambito in questione e il canale Villoresi non impedisce di implementare il corridoio naturale presente lungo il Villoresi, in quanto permangono alcune aree verdi residuali che garantiscono comunque un collegamento. Inoltre, segnaliamo che le stepping-stones, per loro stessa definizione, sono aree separate, e non adiacenti, ai corridoi naturalistici principali, e che proprio in quanto separate hanno una funzione di appoggio per gli spostamenti della fauna verso altri corridoi naturali. Pertanto, l'area dell'ATS 4 avrebbe in ogni caso tutte le caratteristiche per costituire un ampliamento della rete ecologica.


Parabiago - 



Il 18 Marco 2016 all'associazione CA' del Parco in Piazza della Vittoria si terrà la riunione per la votazione dell'organizer e co-organizer del gruppo, e la verifica delle attività del portavoce eletto.

Seguirà il seguente ordine del giorno

1. Verifica operato portavoce eletto, previa relazione sulle attività svolte da pubblicare in forma scritta almeno una settimana prima della votazione della fiducia

2. Scelta nuovo organizer e co-organizer

3. Varie


Parabiago - 



Dalla giunta Cucchi arriva il via libera alla realizzazione di un nuovo centro commerciale, sorgerà in via B. Cavalieri a Parabiago cementando circa 20000 mq di terreno, attualmente occupati da un prato e da un'area boschiva.

L'area boschiva in argomento verrà drasticamente ridotta in quanto il Piano Attuativo prevede un'area a verde di soli 6000 mq, ovvero meno di un terzo della superficie totale a verde oggi esistente; mentre destino peggiore è previsto per l'area a prato che verrà completamente eliminata.
La costruzione dell'ennesima struttura commerciale non è una reale ed imminente necessità per la comunità.

L'opera infatti arreca un grave pregiudizio al paesaggio naturale del territorio parabiaghese e intacca pesantemente le attività dei piccoli commercianti, già provate dalla competizione spietata dei grandi centri commerciali. Importante ricordare che mantenere l'area a bosco/prato sarebbe in linea con gli obiettivi strategici stabiliti dalla stessa amministrazione comunale nel PGT relativamente alla valorizzazione del tessuto verde urbano di connessione tra i Plis e le altre aree di importanza ecologica a nord e a sud del centro abitato. Il Movimento 5 Stelle Parabiago chiede alla Giunta chiarimenti circa:


  • le motivazioni della richiesta dell'eliminazione del vincolo di area boscata
    (rientrando questa tra le aree di compensazione oggetto di cessione gratuita
    all'Amministrazione Comunale per attrezzature pubbliche e di interesse
    pubblico);

  • che, nel caso di effettiva trasformazione dell'area, venga presentato un progetto di rimboschimento compensativo;

  • che, in caso di trasformazione dell'area boscata sia richiesta anche l'autorizzazione paesaggistica con la presentazione di una specifica relazione forestale e paesistica e di tutta la documentazione richiesta ai sensi della D.g.r.
    8/675/2005 e del Piano di Indirizzo Forestale ed infine che tale documentazione
    venga resa pubblica.


La posizione del M5S Parabiago è chiara: "manifestiamo la nostra contrarietà all'intervento di trasformazione previsto", così conclude l'osservazione presentata dal nostro portavoce Christian Vitali.

Osservazioni Piano Attuativo ATS4a.pdf

I candidati a Parabiago

  • user-pic
    Antonio Migliarese
  • user-pic
    Christian Vitali
  • user-pic
    Daniele Cirucca
  • user-pic
    Elena Castiglioni
  • user-pic
    fabio calà
  • user-pic
    Fabio Martini
  • user-pic
    katia manfredini
  • user-pic
    Luigi di Grazia
  • user-pic
    nunzio plaia
  • user-pic
    PAOLO GENTILE
  • user-pic
    Sarah Giampietro
  • user-pic
    Sergio Di Napoli
  • user-pic
    Vanessa Fiordilino
  • user-pic
    Viviana Magnani

Pagine

  • QuestionTime

Partecipa ai nostri eventi