MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

AGRICOLTORI E AUTOSTRADA - DALLE TRIVELLE ABUSIVE ALLE RICHIESTE UFFICIALI

user-pic
di IOL

Pavia - 

Da fine 2010 in tutta la Provincia sono state avvistate trivelle sui terreni del progetto della ipotetica autostrada Broni-Pavia-Mortara.
Nella zona di San Martino Siccomario , Carbonara , Pinarolo Po , Barbianello , Groppello , Cava Manara , Dorno , Gralasco e...cc. hanno operato squadre di perforazione per il carotaggio dei primi strati di terreno aerato.
È utile ricordare a tutti che nessuno può entrare nei privati terreni agricoli per effettuare qualsiasi rilievo senza priva ottenere il consenso del proprietario , occorre avere l'autorizzazione dei proprietari e/o affittuari.
Ciò è accaduto e l'azione va considerata assolutamente abusiva.
In questo caso sarebbe stato opportuno richiedere l'intervento dei vigili urbani o dei carabinieri.
Ricordiamo inoltre che i mezzi che montano una perforatrice potrebbero causare danni ai terreni , (in particolare se questi sono umidi per una pioggia o nevicate recenti) che dovranno essere risarciti dall'ente o società che li procura secondo dei precisi parametri riportati su tabelle specifiche che possono essere richieste ai sindacati degli agricoltori.
Qualche mese fa a Barbianello, agricoltori hanno bloccato una squadra che stava picchettando "abusivamente" terreni lungo l'ipotetico tracciato dell'autostrada BRO-MO.
Un funzionario/tecnico di una Società di perforazioni e analisi del suolo non meglio identificata , desiderava accedere ai fondi agricoli dei proprietari dei terreni su cui dovrebbe passare l' autostrada Broni-Mortara per praticare dei carotaggi al fine di procedere con campionature del terreno, per la prosecuzione del progetto della stessa.
Il Comitato di Barbianello , ed anche terze persone, hanno interdetto fermamente l'accesso ai fondi senza dover ricorrere alla Forza Pubblica.
Si è ritenuta comunque questa intrusione una illecita arrogante prepotenza.
Il Comitato degli Agricoltori di tutta la provincia raccomanda che tutti i proprietari di terreni contrari al progetto siano decisi e che non si lascino intimidire : non permettere ad alcuno l' accesso ai terreni di proprietà o in affitto senza apposita autorizzazione rimanendo attenti e vigili su ciò che accade nel nostro territorio!!
Manifestiamo la nostra concreta opposizione agli interventi di carotaggio e picchettaggio effettuati senza l'autorizzazione dei proprietari, come previsto dalle norme di legge.
Inoltre lanciamo un appello ai ns. amministratori per chiedere loro se la Società operante ha mai fatto comunicazione ufficiale alle varie Amministrazioni Comunali e se queste hanno mai avvisato gli agricoltori dei terreni interessati.
Successivamente ed in seguito a diverse proteste da parte di molti , ad inizio Aprile è stata recapitata a moltissimi agricoltori di tutta la provincia una lettera da Sabrom (che ha la concessione autostrada da Infrastrutture Lombarde, delegata dalla Regione Lombardia. Per quanto riguarda la composizione societaria, SABROM si può ricondurre in maggioranza al gruppo Gavio)
La lettera presenta una istanza per l'autorizzazione all'accesso ad aree private sul tragitto autostradale dei tecnici Sabrom in virtù di verifiche archeologiche ed avvisa i proprietari che potranno presentare osservazioni alla stessa entro 7 gg. dalla data di ricevimento della Raccomandata.
Ci stupisce che l'unica motivazione assunta dalla Sabron sia che in tutta la provincia ci siano sospetti di reperti archeologici.
Tecnici in consulto con gli Avvocati del Coordinamento Comitati ed Associazioni contro l'autostrada Broni-Pavia-Mortara nonchè del Comitato degli Agricoltori di tutta la Provincia di Pavia, hanno elaborato velocemente una lettera tipo che ciascun agricoltore ha potuto inviare in risposta a quella ricevuta riportando alcune osservazioni a norma di legge per rendere difficoltoso l'accesso ai terreni.
Secondo la legge , il termine dei sette giorni per la risposta è vessatorio, e quindi non tassativo e facilmente impugnabile.
Gli agricoltori di tutta la provincia hanno aderito in massa presentando questa osservazione tipo o altre che sono scaturite individualmente da casi specifici soprattutto per dimostrare che l'attenzione è ancora alta.
Si è pensato a questa forma come una via intelligente per rendere quantomeno non passiva la posizione degli agricoltori, fosse anche attraverso una breve lettera da inviarsi nel "generoso" periodo dei sette giorni concessi.
E' di questi giorni inoltre la notizia che la Sabron ha inviato agli agricoltori una contro risposta dove ribadisce la necessità d'intervento di verifiche per ragioni di alto rischio archeologico e che Sabrom chiederà alla società espropriante Infrastrutture Lombarde l'autorizzazione a procedere.
Tale autorizzazione verrà successivamente notificata agli agricoltori insieme all'elenco dei tecnici , alla data e ai terreni interessati all'ispezione.Mostra tutto

I candidati a Pavia

  • user-pic
    Giuseppe Polizzi
  • user-pic
    CARLA CANNELLA
  • user-pic
    Emiliano Denari
  • user-pic
    Fabienne Bellizzi
  • user-pic
    francesco sozzani
  • user-pic
    gianluca caruana
  • user-pic
    Giorgio Gibellini
  • user-pic
    grazia maria chiesa
  • user-pic
    INES MARIA PAOLA PIZZI
  • user-pic
    Linda Picone
  • user-pic
    lorena crivellari
  • user-pic
    Luca Moretti
  • user-pic
    Maddy
  • user-pic
    Osvaldo Zampieri
  • user-pic
    Paola Danesini
  • user-pic
    pasquale balzano
  • user-pic
    Pasquale Cannella
  • user-pic
    raoul vergalli
  • user-pic
    Riccardo Cavenaghi
  • user-pic
    Riccardo Monferrato

   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons