MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Pavia Capitale verde

logo2.jpg
Come ogni anno, da qualche stagione a questa parte, alla fine di febbraio Pavia esaurisce i 40 giorni l'anno in cui un comune può sforare il livello massimo consentito di concentrazione di Pm 10 (50 pm10 per m3). Da dieci giorni consecutivi Pavia è costantemente sopra questa soglia, con un'impennata a oltre 140 negli ultimi giorni, 3 volte il limite. Il rapporto di Legambiente ci colloca al 19° posto tra i capoluoghi più inquinati d'Italia. Una posizione di tutto rispetto. E ogni anno si parla di blocco dei mezzi, si polemizza su quanto derivi da traffico, da riscaldamento, da industrie. Puntualmente si fanno solo danze della pioggia e riti propiziatori per una primavera anticipata. Nessuna seria politica, nessuna decisione che miri al contenimento del problema.
Ma cosa può fare un singolo comune, ci si chiede, di fronte a un problema così complesso? Tutto. Il sindaco è il responsabile della salute dei cittadini. Sta a lui decidere se continuare a illuderli con blocchi del traffico e parole al vento avvelenandoli ogni anno di più, oppure lavorare affinché la città torni a respirare. Per fare ciò sono necessari progetti, scelte, conoscenze, coraggio che la classe politica locale ha dimostrato di non avere. E non potrebbe essere altrimenti, dal momento che Sindaco e consiglio sono nominati dai partiti, sono funzionari che rispettano le linee di una politica locale e nazionale altrettanto disastrosa e arretrata.
Il mondo sta cambiando. Dagli Stati Uniti alla Germania, senza distinzioni partitiche, si ripete che non si farà un passo fuori da questa crisi, senza una scelta verde, senza un'economia verde, un'economia cioè che non consideri più la Terra come una discarica. Ma questo cambiamento, per diventare realtà e cessare di essere proposito, deve partire dal basso, dai cittadini, da scelte locali. Se non progetto nel mio comune una mobilità sostenibile non diminuirò mai l'inquinamento atmosferico; se non ho un piano di efficienza energetica per gli edifici, non potrò tagliare le emissioni e gli sprechi di combustibili fossili che fanno aumentare la domanda di energia e inducono a produrne sempre di più per sprecarne sempre di più; se non chiuderò il ciclo dei rifiuti con una raccolta differenziata porta a porta spinta, se non dimenticherò il concetto di rifiuto a favore di quello di materia seconda, allora continuerò a riempire il territorio di buche piene di sacchetti di plastica oppure a bruciare negli inceneritori le merci che ho pagato, con alti costi di smaltimento ed emissioni di micro e nanoparticelle tossiche.
Molto si può fare subito a Pavia. Siamo in una situazione di grande arretratezza rispetto a città simili e vicine (per esempio Novara sui rifiuti, Padova sull'energia). E' necessario da subito mettersi all'opera sulla strada della sostenibilità con interventi di buon senso, semplici, economici. Dai prossimi giorni cominceremo a proporli ai giornali per farli conoscere e condividere.
Tuttavia diciamo subito che Pavia deve andare anche oltre. Se vuole costruirsi un futuro non effimero e reinventare un tessuto produttivo dopo la stagione della grande industria, siamo convinti che per la sua tradizione universitaria, per la sua Storia e la sua eccezionale bellezza, per la sua collocazione nel Parco del Ticino, Pavia possa e debba lavorare per divenire un centro di riferimento, una punta avanzata dell'alleanza tra economia, conoscenza e ambiente, lavoro e qualità della vita, insomma entrare nel presente con le forze vive che ancora possiede per disegnare un futuro. Siamo convinti che questa progettualità non appartenga più ai partiti. E' finita una fase storica. Bisogna che i cittadini si muovano in prima persona, non per un astratto mito della società civile, bensì per consentire a chi ha progetti e capacità di non essere soffocato dai comitati d'affari, da mentalità e logiche vecchie e ormai irrimediabilmente inceppate.
Noi siamo qui, ci presenteremo alle elezioni con una vera lista civica, senza protezioni. Aspettiamo il contributo di tutti.

4 commenti

| Commenta
  • carissimi,
    io non mi sono mai occupato di politica,ma sono obbligato ora come cittadino ad occuparmene per impedire a certa gente di affossare l'Italia per sempre.Sinceramente,non so come muovermi ,mi sento leggermente disorientato,ma sono un tipo piuttosto versatile con una forte esperienza lavorativa all'estero,e sapete com'è,questo implica comunicazione diretta con gente normale di tutto il mondo,quindi,informazioni.se gentilmente voleste darmi dei suggerimenti,ne sarei contento.vorei vedere questa meravigliosa città risorgere.
    Grazie.
    Daniele Verona.

  • Buongiorno
    Sono Giancarlo Mazza di Sartirana Lomellina. Mi chiedevo se fosse possibile incontrarsi per partecipare alle Vostre liste.
    Tel: 338 4705503
    Skype: giancarlo_mazza

  • user-pic

    vorrei avere qualche notizia di Irene Campari candidata a Sindaco e eventualmente i suoi programmi per la città
    grzie

    • Luisa
      per le informazioni che hai richiesto ti invito ad andare sul programma, troverai una descrizione di cosa abbiamo in mente e del candidati sindaco

      Continua a seguirci

      Paolo

Invia un commento

I candidati a Pavia

  • user-pic
    Giuseppe Polizzi
  • user-pic
    CARLA CANNELLA
  • user-pic
    Emiliano Denari
  • user-pic
    Fabienne Bellizzi
  • user-pic
    francesco sozzani
  • user-pic
    gianluca caruana
  • user-pic
    Giorgio Gibellini
  • user-pic
    grazia maria chiesa
  • user-pic
    INES MARIA PAOLA PIZZI
  • user-pic
    Linda Picone
  • user-pic
    lorena crivellari
  • user-pic
    Luca Moretti
  • user-pic
    Maddy
  • user-pic
    Osvaldo Zampieri
  • user-pic
    Paola Danesini
  • user-pic
    pasquale balzano
  • user-pic
    Pasquale Cannella
  • user-pic
    raoul vergalli
  • user-pic
    Riccardo Cavenaghi
  • user-pic
    Riccardo Monferrato

   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons