MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

DISTRIBUTORI AUTOMATICI NELLE SCUOLE E NEGLI UFFICI PUBBLICI. NELL'INERZIA DEL SINDACO ROMIZI, IL M5S ATTIVA LA COMMISSIONE DI CONTROLLO E GARANZIA


Perugia - 

Sarebbe un reato permanente, quello contestato dalla Procura della Repubblica nei confronti dei rappresentanti della società cui fa capo la gestione dei distributori automatici negli uffici comunali, giudiziari e nelle scuole, di cui si è letto sulla stampa locale. In tutto 169 distributori automatici e semiautomatici: 48 negli uffici comunali, 97, negli istituti scolastici, e 24, negli uffici giudiziari. Snack e prodotti di cui deve garantirsi la qualità, con inserimento di prodotti per celiaci ed intolleranti al lattosio, prodotti dietetici ed equosolidali, e anche la varietà, con l'inserimento mensile di nuovi prodotti. Aspetti poco chiari, oggetto dell'attenzione della magistratura penale, di cui il Comune è da tempo a conoscenza, senza che però, ad oggi, per quanto ci risulta, abbia mosso un dito. Le ipotesi di "inadempimento" sarebbero plurime e secondo il M5S sono fondate: a cominciare dalla vicenda dei contratti di avvalimento. Quando una società che partecipa ad una gara non ha tutti i requisiti richiesti si può avvalere di altre società che hanno requisiti e che quindi ne consentono la partecipazione e, come nel caso di specie, anche l'affidamento del servizio. Poi, però, di tali imprese e professionalità occorre servirsi nell'espletamento del servizio, altrimenti si finisce per incorrere, nella migliore delle ipotesi, in gravi inadempimenti. Dagli atti in possesso del M5S risulta evidente che i controlli che l'Amministrazione era obbligata a fare anche sotto questo aspetto non vi sono stati e in ogni caso non sono risultati adeguati. Pertanto, chi di dovere non potrà esimersi dal rispondere dei mancati controlli o della loro inefficacia. C'è poi la questione dei prezzi, che vengono contestati in sede penale, come difformi da quelli "promessi" in sede di gara ed anche al M5S risulta tale circostanza, finché non dovesse essere smentita, anche qui, da chi doveva fare i controlli e non sembra averli fatti; controlli, peraltro, in tal caso piuttosto semplici da eseguirsi: bastava dare un'occhiata alle macchinette di tanto in tanto, quelle stesse da cui tutti i dipendenti comunali prendono il caffè. Grave, l'inerzia, ad oggi dell'istituzione comunale che nulla dice, anche se tali prodotti sono venduti ogni giorno ad un vasto pubblico dentro i propri uffici, nelle scuole e negli uffici giudiziari. Eppure, c'era chi oggi governa, l'Assessore Prisco, che da consigliere si era occupato della vicenda, sollevando taluni aspetti non chiari in commissione controllo e garanzia. Ma, oggi, da "amministratori", come su tante altre questioni, i membri della Giunta Romizi tacciono, in primis ovviamente il Sindaco. Il M5S, invece, vuole vederci chiaro, solleva la questione in Commissione controllo e garanzia, sollecitando una presa di posizione dell'Amministrazione che da giorni, ormai, non può dire di non sapere. Non è escluso che si possa azionare anche una class action a tutela degli utenti/consumatori.
Cristina Rosetti
(Portavoce Presidente Gruppo Consiliare M5S Comune di Perugia)
RICHIESTA ATTIVAZIONE QUINTA COMMISSIONE DISTRIBUTORI AUTOMATICI.pdf

I candidati a Perugia