Il Movimento 5 Stelle di Pianezza indice una chiamata pubblica al fine di selezionare le persone che saranno chiamate a ricoprire la carica di Assessore Comunale in caso di vittoria alle prossime elezioni amministrative.
Il DLGS 267/2000 Testo Unico degli Enti Locali all'art. 46 stabilisce che la nomina degli Assessori avvenga per legame fiduciario con il Sindaco, al fine di realizzare il programma elettorale presentato in campagna elettorale e approvato dal Consiglio Comunale nelle linee di mandato. Per questo fine è opportuno procedere alla selezione delle professionalità necessarie, in accordo con i principi del Movimento 5 Stelle, per i quali i cittadini hanno espresso il loro voto.
Il TUEL stabilisce inoltre l'incompatibiltà tra la carica di Assessore e quella di Consigliere Comunale e pertanto la nomina ad Assessore di un consigliere eletto ne determinerebbe la sua immediata decadenza.
La Giunta sarà composta da un massimo di 4 assessori oltre a Sindaco e Vicesindaco, rispettando la rappresentanza di genere.
Il venire meno del legame fiduciario tra gli Assessori ed il Sindaco può comportare il ritiro delle deleghe conferite, facendo cessare in questo modo l'incarico di Assessore.

A CHI È RIVOLTA

La chiamata pubblica è aperta a tutte le cittadine e i cittadini che abbiano i seguenti requisiti minimi:
Essere in possesso almeno del Diploma di Scuola Superiore;
Conoscenza di almeno di una lingua straniera;
Essere esente da condanne penali e della Corte dei Conti, anche non definitive; in seconda istanza verrà richiesto il certificato del casellario giudiziale e quello dei carichi pendenti;
Non essere stato destituito o dispensato dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione;
Non essere iscritto a partiti politici al momento della presentazione della domanda e non aver partecipato a competizioni elettorali in liste concorrenti al Movimento 5 Stelle dal 2012;
Non essere iscritto alla Massoneria;
Non aver ricoperto per più di due mandati ruoli direttivi o nei consigli di amministrazione di aziende pubbliche, partecipate o private con nomina da parte della città di Pianezza;
Non aver legami di parentela fino al terzo grado con la candidata Sindaca e con i candidati al Consiglio Comunale della lista del Movimento 5 Stelle di Pianezza e non essere di essi conviventi o affini;
Impegnarsi ad attuare i contenuti del Programma Elettorale del Movimento 5 Stelle relativamente ai punti di propria competenza o relativi all'assessorato per il quale si intende concorrere;
Accettare e sottoscrivere l'impegno etico allegato;

LA SELEZIONE

La selezione verrà gestita dalla candidata sindaca Ilaria Emilia Brancati, la quale garantirà la riservatezza delle domande ricevute. I curricula ricevuti e non selezionati dalla candidata sindaca saranno tenuti riservati.
Dopo una prima pre-selezione, entro fine aprile (la data potrebbe subire variazioni in base al giorno delle elezioni), solo previo consenso dei selezionati, la candidata Sindaca presenterà all'Assemblea degli Attivisti e ai Gruppi di Lavoro tematici le persone che saranno ritenute idonee per esperienza, titoli, competenza e valutazione professionale.

LE TEMPISTICHE

La presentazione delle domande dovrà pervenire unicamente al seguente indirizzo email: 5stellepianezza@gmail.com a partire dal 25.05.2016 fino alle ore 24 del giorno 04.06.2016 (la data potrebbe subire variazioni in base al giorno delle elezioni);
La selezione dei candidati inizierà dal giorno successivo all'apertura della chiamata pubblica e terminerà a Giunta completata.
È obbligatorio segnalare nell'oggetto dell'email "candidatura ad Assessorato" e indicare nel corpo dell'email per quale delle seguenti aree tematiche vi è interesse, redatte solo ed esclusivamente per facilitare il candidato ad orientarsi nella scelta del settore verso cui indirizzare la propria candidatura:

LAVORI PUBBLICI;
URBANISTICA;
SANITÀ;
POLIZIA URBANA;
ACCOGLIENZA;
CULTURA E RAPPORTI CON LE ASSOCIAZIONI;
RAPPORTI CON IL CISSA.
POLITICHE PER LA CASA,
PERSONALE,
PROGRAMMAZIONE ECONOMICA,
BILANCIO,
TRIBUTI E TARIFFE,
SISTEMA INFORMATIVO COMUNALE,
AGRICOLTURA,
COMMERCIO,
PATRIMONIO,
ECONOMATO
POLITICHE EDUCATIVE,
SPORT,
LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE,
INDUSTRIA E ARTIGIANATO.

ARREDO URBANO,
TRASPORTI E VIABILITA',
MANUTENZIONI,
SERVIZI CIMITERIALI.
POLITICHE SOCIALI;
TURISMO;
TEMPO LIBERO E COMUNICAZIONE;
PARI OPPORTUNITÀ.
SICUREZZA E PROGETTO CITTÀ SICURA;
CICLO INTEGRATO DELLE ACQUE;
RAPPORTI CON SMAT, ATO E CIDIU;
ECOLOGIA E SERVIZI AMBIENTALI;
SVILUPPO SOSTENIBILE.


LA DOCUMENTAZIONE DA INVIARE TRAMITE EMAIL

- Scansione della Domanda di ammissione alla chiamata pubblica (allegato 1) debitamente compilata;
- Scansione del documento di identità;
- Curriculum in formato .pdf con competenze professionali, incarichi istituzionali ed eventuali ruoli pubblici o politici ricoperti;
- Eventuale lettera di presentazione;
Nel caso in cui il candidato fosse selezionato e quindi indicato Assessore dovrà sottoscrivere l'impegno etico (allegato 2) e sottostare alle norme sulla trasparenza e pertanto i suoi dati saranno pubblicati sul sito istituzionale della Città di Pianezza.
E' possibile inviare candidature per più di un'area tematica.

Allegato 1.docx

Allegato 2.docx

...

TAV, AMBIENTE E SALUTE, INCONTRO INFORMATIVO

| commenti

serata 26 maggio.jpg

...

l'intervista a QuiPianezza

| commenti

In corsa per la carica di sindaco di Pianezza c'è anche un'esponente del Movimento Cinque Stelle, Ilaria Brancati. La candidata fa il punto della situazione enunciando parte dei progetti che, insieme al suo entourage, andrebbe a proporre nel caso in cui riuscisse a conquistare la poltrona attualmente occupata dal Primo Cittadino dott. Antonio Castello.

Sig.ra Brancati, Lei si candida per la prima volta alla carica di sindaco. Chi o cosa l'ha indotta a compiere questo passo?

Noi avevamo un candidato che il 18 di gennaio 2016 ha dato le dimissioni e questo ci ha spiazzato in quanto si è trattato di un accadimento improvviso che proprio non ci aspettavamo. A quel punto ci siamo riuniti dopo un po' di tempo, abbiamo votato come consuetudine del Movimento Cinque Stelle e la scelta è caduta su di me che ero la seconda in lista.

Una candidata di giovane mente in un giovane movimento. Sono giovani anche le vostre proposte?

La ringrazio per la "giovane mente". Beh, io ho 47 anni e abbiamo altri due elementi in lista sotto i 40. Ritengo che in relazione alla cultura e all'approccio alla stessa, le proposte sono sempre giovani: noi stiamo seguendo il programma nazionale del Movimento adattandolo ovviamente al territorio. Le posso dire che abbiamo un'idea di rinnovamento, di approccio diverso alla cultura. Io ho sempre lavorato nel sociale trovandomi continuamente in mezzo alla gente e così intendo fare in ambito politico. Un progetto che intendiamo fermamente realizzare in loco è la "piazza ragazzabile", già realtà a Collegno: si tratta di un appello rivolto a ragazzi fra i 14 e i 17 anni, chiamati nel periodo estivo a girare il paese insieme a un tutor per ripristinare panchine, verniciare transenne e svolgere altri lavoretti favorendo la dimestichezza con utensili e l'interazione sociale, il tutto ricompensato dal comune tramite piccole quote in denaro o buoni spesa. Vorremmo poi proporre una volta al mese la "giunta a porte aperte", giornata dedicata al confronto pubblico con la giunta, e altre giornate riservate alle compagini scolastiche in Comune.

Il suo personale punto di vista sul territorio è ancora compatibile con le logiche del Centro-Sinistra in relazione al tessuto sociale pianezzese?

Pianezza si è rivelata negli ultimi anni una cittadina del Centro-Destra, per cui credo proprio di no.

Lei è moglie e madre. Cosa proporrà per le famiglie?

Sono per l'aggregazione sempre e comunque e credo nella collaborazione fra associazioni. Penso che il volontariato abbia sempre fatto tantissimo sia a livello nazionale che locale e che abbia spesso sopperito alle lacune creatisi nel contesto istituzionale. In un'associazione culturale, per esempio, che propone incontri o proietta film le famiglie si trovano, i bambini stanno insieme e parlano, giocano mentre i genitori possono dialogare tranquilli. L'aggregazione è indispensabile e potrebbe essere favorita anche da gruppi di lavoro formati da ragazzi o collettivi di studio. Occorre parlarsi e comunicare, è importante.

Qualora venisse eletta, di certo darà una scossa radicale al sistema. In molti credono che Lei parta sostanzialmente sfavorita, ma pensa sia davvero così?

Ammetto di partire sfavorita un po' perché sul territorio ci siamo fatti vedere poco e un po' perché la riorganizzazione della lista ci ha costretti a rallentare sulla tabella di marcia. Inoltre sono un volto nuovo.

Veniamo al programma elettorale: quali progetti ha in serbo e quali sorprese per i concittadini?

Il programma elettorale è attualmente in fase di completamento. Un punto focale concerne la nostra promessa di restituire parte dell'indennità della giunta e questa rappresenta una novità assoluta. Mi spiego meglio: io non sono ricca, lavoro con mio marito e ho deciso che posso permettermi di restituire parte dell'indennità che percepirò, indipendentemente dall'entità che ancora non conosciamo. Questi soldi verranno incanalati in un fondo creato ad hoc - un fondo progetti - e rendicontato mensilmente sul sito del comune così che i cittadini potranno consultarlo e fare delle proposte (aiuto giovani, start up, ecc.). Parola d'ordine: trasparenza. Per quanto riguarda l'ambiente, bilancio permettendo, vogliamo insistere sul progetto "rifiuto 0", che deve partire innanzitutto dall'educazione famigliare e scolastica orientata verso la cultura del riciclo ma altresì verso l'attenzione ai prodotti che si acquistano, i quali dovrebbero avere il minor impatto ambientale possibile. In ambito sociale, lo ribadisco, molto possono fare le associazioni anche in correlazione alla tutela delle fasce deboli - bambini, anziani, diversamente abili - e al contrasto di un grave problema: la solitudine. E' una triste piaga che riguarda ovviamente gli anziani: sì, ci sono moltissime strutture che li accompagnano e accolgono nell'arco della settimana, tuttavia il sabato e la domenica queste persone non vi possono accedere perché chiuse, di conseguenza si ritrovano in balia della solitudine, non sanno cosa fare e li coglie la malinconia. Bisogna trovare il modo di coinvolgere queste persone senza soluzione di continuità, persone che - voglio dirlo perché è vero - hanno fatto la storia della comunità. Non si può non tener conto degli anziani, una generazione preziosa che va difesa. Tante altre problematiche andranno affrontate, ma non prima di aver esaminato il bilancio, su questo urge essere obiettivi.

Quale giunta vorrebbe insediare?

Nel gruppo siamo molte donne e pochi uomini, quindi è probabile che la giunta registri una consistente presenza femminile. Vero è che occorrerà in primis valutare le singole disponibilità e le compatibilità di tempo legate ai rispettivi lavori.

Dopo molti anni tornerebbe a Pianezza un sindaco donna, nel suo caso la seconda dopo Clementina Giacometto. Prova soggezione od orgoglio?

Il mio senso di responsabilità mi porta ad avere inevitabilmente qualche timore, ma allo stesso tempo essere eletta costituirebbe indubbiamente un motivo d'orgoglio in quanto donna. Mi spingono a raggiungere l'obiettivo determinazione e certamente tanto entusiasmo.

...

biblioteca gremita per la presentazione di Ilaria!

| commenti

La pentastellata candidata sindaco Ilaria Brancati si presenta all'elettorato
La pentastellata candidata sindaco Ilaria Brancati si presenta all'elettorato
Dopo la presentazione della lista "Pianezza Democratica" presieduta dal dott. Emiliano Aires e il bilancio di fine mandato sottoposto all'attenzione del pubblico dall'amministrazione Castello, è toccato alla candidata sindaco per il Movimento 5 Stelle Ilaria Brancati esporsi ai riflettori dell'elettorato lunedì 11 aprile 2016 alle ore 21 nella Sala Bertodatti della biblioteca civica di Pianezza.

Con le urne che fremono in un clima di apparente (ma sarà davvero così?) indecisione, la giovane e fresca squadra pentastellata si gioca una chance importante mettendo sul tavolo assi estremamente interessanti supportati da una dialettica scevra di retorica, diretta e propositiva. La stessa Ilaria Brancati ha esordito, seppur visibilmente emozionata, con un'ouverture alquanto brillante che ha impresso sorrisi sinceri: "Sono emozionata perché è la prima volta che parlo in pubblico, tuttavia non ho con me alcun discorso scritto - ma i pizzini sì - perché vorrei guardarvi tutti in faccia senza dovermi soffermare su un pezzo di carta!". Ammorbidita l'atmosfera, la candidata ha poi sottolineato: "Pianezza è una città meravigliosa sotto ogni punto di vista e per questo va vissuta attivamente. Io ho scelto di farlo abbracciando il M5S, con la ferma intenzione, nel caso venissi eletta, di portarvi tutti in Comune perché la politica è essenziale, è ovunque e per tutti i cittadini".

serata presentazione m5sLa 47enne torinese di origini giuliane ma pianezzese dal 1998 (anno in cui si è sposata con Giuseppe, con il quale condivide la gioia di un figlio) ha certamente saputo accattivarsi le simpatie di molti presenti esprimendo in poche semplici parole la sua personale prospettiva sulla cosa pubblica, evitando di cadere nella tentazione di abbandonarsi al soliloquio sordido e stucchevole, ma anzi dando subito la parola al primo ospite, il sindaco di Venaria Roberto Falcone: "E' molto difficile lavorare all'interno di un'amministrazione, suscettibile a ogni tipo di critica. Ritengo, quindi, che chi partecipa alla vita pubblica e ci mette la faccia sapendo di poter sbagliare sia da lodare".

Il gruppo di pentastellati - formato da 8 donne e 6 uomini, proporzione che annulla in questo specifico caso la diatriba sulla scarsezza di quote rosa - ha successivamente elencato alcuni estratti di un programma che verrà enunciato ufficialmente nel prossimo futuro. Il primo punto riguarda la riduzione dell'indennità di posizione per sindaco e giunta, con eccedenze incanalate in un fondo rendicontato ogni mese, un microcredito relazionato nel dettaglio da Francesca Frediani, consigliere regionale: "Uno dei grandi problemi dell'attuale politica è il fatto che sia troppo retribuita. La risposta del M5S non si è fatta attendere, tanto che ad oggi una somma pari a 354.000 euro è stata versata in un fondo specifico". La Frediani si riferisce al cosiddetto "Microcredito per le Imprese", affidato alla Regione e gestito dalla Fondazione Don Mario Operti, motivando tali scelte: "Il M5S vuole costantemente dare il buon esempio nonostante molti vogliano sminuire le nostre azioni. Intendiamo ridurre drasticamente i costi della politica, che si alimenta esageratamente con i soldi dei contribuenti".

spille m5sAltro concetto valevole di menzione concerne l'esibizione dei certificati penali ed eventuali carichi pendenti da parte degli attivisti politici, provvedimento intestino al Movimento volto a una completa trasparenza per il pieno rispetto degli elettori, a conoscenza delle reputazioni di chi votano, hanno votato o andranno a votare. Calza a pennello una famosa citazione dello scrittore, giornalista e critico teatrale Ennio Flaiano, ricordato dalla Brancati: "Da ragazzo ero anarchico, adesso mi accorgo che si può essere sovversivi soltanto chiedendo che le leggi dello Stato vengano rispettate da chi ci governa." La candidata sindaco ha a cuore un'altra fondamentale questione, quella riferita all'istruzione scolastica: "L'educazione deve necessariamente partire dalla scuola dell'infanzia per poter nel tempo sviluppare un pensiero autonomo che renda il singolo individuo libero. Lo studio e l'informazione consolidano un pensiero forte e per questo inattaccabile." Maurizio Melchiorre ha ribadito il principio imprescindibile del pubblico diritto allo studio da anteporre alla formazione privata, agevolando l'apprendimento in classi scolastiche numericamente equilibrate (no alle classi pollaio e non più di 22 studenti per ciascuna di esse). Il M5S propende - e non ne fa segreto - per un'istruzione nuova, rendendo attuabile l'implemento di materiale multimediale e migliorando sensibilmente il servizio mensa, con preparazione interna e ricorso ai prodotti biologici rigorosamente a km 0.

Paola Tiburgo ha organicamente esposto i vantaggi del Punto di Riciclo e Riuso Collettivo, da inserire in un locale di proprietà comunale al fine di perseguire obiettivi quali la diminuzione dei rifiuti, l'aiuto concreto alle famiglie indigenti senza il ricorso a un sussidio economico e il baratto amministrativo, quest'ultimo ideato e promosso come possibilità di saldare un debito contratto con il Comune attraverso ore di lavoro. "L'allestimento e la gestione" - dice la Tiburgo - "saranno possibili a costi molto bassi, con sanzioni prestabilite contro la compravendita di oggetti".

Ettore Scisci, assessore all'ambiente del comune di Venaria, si è pronunciato sul tema ambiente: "A Venaria si lavora molto sull'urbanistica verde e ci auguriamo che presto anche Pianezza possa sposarne l'idea." Sull'ambiente ha accentuato il discorso Davide Di Mauro, dell'Associazione "Rifiuti Zero Piemonte": "Sensibilizziamo come volontari i cittadini in materia ambientale con progetti anche per le scuole, mirati a contrastare lo spreco con il riciclo creativo." Il senatore M5S Marco Scibona ha rivolto un appello per partecipare al referendum sulle trivellazioni e votare Sì il 17 aprile, così da "evitare disastri ecologici, difendere il turismo, dire no ai combustibili fossili e sì a gas, nuove energie e fotovoltaico".

Ilaria Brancati conclude così una serata ottimamente gestita e autorevolmente sintetizzata soprattutto sul piano del parlato monologico, attraverso il quale la candidata sindaco ha saputo con piglio deciso lanciare messaggi chiari e assai concreti con l'ausilio di stimabili interventi: "Aggregazione, partecipazione, impegno civico e integrazione faranno Pianezza ancora più bella. Io ci credo."

la serata di presentazione in una biblioteca gremita

...

15d406f06ce12f2ac57cb5137d1afc69_S.jpg

...