Movimento 5 Stelle Piemonte Cannabis terapeutica in Piemonte, con limitazioni - Movimento 5 Stelle Piemonte

bilancio2016-2017.png

A fine novembre 2016 è stata finalmente approvata la legge regionale n. 24 "Assestamento 2016-2018".

treno.jpg

di Federico Valetti e Francesca Frediani

Con una grave decisione unilaterale Trenitalia intende chiudere su tutto il territorio piemontese numerose sedi (impianti) decentrate utilizzate dal personale. Sono destinate alla chiusura 7 sedi riservate al personale di bordo (Bussoleno - TO, Asti - AT, Bra - CN, Casale - AL, Novi Ligure - AL, Arona - VCO e Ceva - CN) e 4 sedi riservate ai conducenti (Bussoleno - TO, Asti - AT, Novi Ligure - AL, Biella - BI). In totale sono coinvolti 182 dipendenti che dovranno sostenere, con risorse proprie, ulteriori costi per raggiungere il posto di lavoro che diventerebbe più distante da un minimo di 30 ad un massimo di 70 Km.

trenitalia_ostacola.png

di Federico Valetti - Vicepresidente Commissione regionale Trasporti

Trenitalia ostacola i controlli della Regione sul servizio ferroviario. Saranno autorizzate preventivamente appena 15 persone alla verifica sui vagoni in ogni angolo del Piemonte. Non uno di più, sia chiaro! Altrimenti fioccheranno multe anche agli incaricati della Regione. E' quanto espresso in una lettera inviata in questi giorni da Trenitalia ad AMP (Agenzia Mobilità Piemonte) ed all'assessorato regionale ai Trasporti.

manager.png

di Davide Bono

Mentre infermieri ed operatori sanitari subiscono turni massacranti percependo stipendi appena decenti; mentre agli infermieri del Maria Vittoria di Torino viene vietato di consumare la pausa pranzo fuori dalla corsia, mentre alle Molinette di Torino vengono licenziati 67 dipendenti addetti alla mensa; mentre a medicina legale di Orbassano (TO) i servizi igienici per i disabili non esistono; mentre a Casale Monferrato (AL) dopo il dramma Eternit vengono eliminati i posti letto di oncologia; mentre a Cuneo un paziente muore dopo esser caduto da una barella; mentre si riducono i servizi sanitari in tutto il Piemonte in seguito  alla delibera "sfascia ospedali" approvata dal PD; mentre l'uscita dal piano di rientro del debito sanitario si allontana sempre più... l'assessore regionale Saitta non trova di meglio da fare che aumentare la paga ai manager, per decine di migliaia di euro annui.

Tarocchi_Rifiuti.png

di Gianpaolo Andrissi, Paolo Mighetti e Giorgio Bertola

Una raffica di  Fidejussioni diventate carta straccia per le discariche del Piemonte. Non si tratta di qualche caso isolato, il fenomeno ormai investe tre province: Vercelli, Novara, Alessandria.

tentacoli_post.png

di Francesca Frediani

Con la definizione Sistema Torino, coniata dalla nostra consigliera e attuale candidata sindaco di Torino Chiara Appendino e dallo scrittore Maurizio Pagliassotti, si indica una serie di personaggi e lobbies che hanno dominato e gestito in maniera consociativa i centri nevralgici di Torino. Ed al momento continuano a farlo.

Cannabis terapeutica in Piemonte, con limitazioni

| commenti

post_cannabis.png

di Davide Bono

Finalmente, dopo mesi di attesa, è stato approvato in Commissione Sanità la delibera "Indirizzi procedurali ed organizzativi per l'attuazione della legge regionale n.11 del giugno 2015 - canapa terapeutica".

La delibera si limita a raccogliere le indicazioni Ministeriali per la somministrazione in ambito ospedaliero e domiciliare, per la prescrizione (dei farmaci, preparazioni galeniche o medicinali importati) e i criteri di erogazione.
In particolare si potrà prescrivere e rimborsare la canapa, a carico del Servizio Sanitario regionale, solo come "trattamento sintomatico di supporto ai trattamenti standard, quando questi non hanno prodotto gli effetti desiderati o hanno prodotto effetti secondari non tollerabili", per le seguenti patologie su cui vi è evidenza scientifica:

a)analgesia in patologie che implicano spasticità associata a dolore resistente alle terapie convenzionali come la Sclerosi Multipla o lesioni midollari;
b) l'analgesia nel dolore cronico (con particolare riferimento al dolore neurogeno) in cui il trattamento con antinfiammatori non steroidei o con farmaci cortisonici o oppioidi si sia rivelato inefficace;
c) l'effetto stimolante dell'appetito nella cachessia, anoressia, perdita dell'appetito in pazienti oncologici o affetti da AIDS e nell'anoressia nervosa, che non puo' essere ottenuto con trattamenti standard;
d) effetto anticinetosico ad antiemetico nella nausea e vomito, causati da chemioterapia, radioterapia, terapie per HIV, che non può essere ottenuto coi trattamenti tradizionali;
e) l'effetto ipotensivo nel glaucoma resistente alle terapie convenzionali;
f) la riduzione dei movimenti involontari del corpo e facciali nella sindrome di Gilles de la Tourette che non puo' essere ottenuta con trattamenti standard.

Resta ovviamente prescrivibile per altre patologie, su scelta del medico, ma a pagamento.

L'erogazione sarà a carico delle Farmacie Ospedaliere,quindi non si potrà ritirare presso le normali farmacie e quindi sarà meno capillare la distribuzione. I medici di medicina generale saranno addirittura tenuti a redigere con cadenza semestrale una relazione. Burocrazia aggiuntivi che non c'è per i più potenti e pericolosi farmaci oppioidi (morfina).

Non sono nemmeno previsti progetti sperimentali di produzione in Piemonte, inseriti invece nel testo di legge approvato dal Consiglio regionale. L'assessorato alla sanità dovrebbe inoltre, nel più breve tempo possibile, attuare un capillare percorso di informazione rivolto a tutti i medici del Piemonte che non prescrivono la canapa per non conoscenza del principio attivo.


Cerca

Comunicati Stampa Piemonte

Forum Movimento 5 Stelle Piemonte

Seguici!



Cerca il gruppo locale più vicino a te

Seguici in tempo reale!

Rss Segui gli aggiornamenti del Movimento Cinque Stelle Piemonte minuto per minuto! Sottoscrivi i nostri feed RSS per ricevere sul tuo computer in tempo reale le segnalazioni dei nuovi articoli, servizi, speciali del sito. Basta un click!