Cannabis terapeutica in Piemonte, con limitazioni - Movimento 5 Stelle Piemonte

Video La Cassa della Casta

In Consiglio Regionale il M5S ha bloccato l'ennesima furbata targata PD-Forza Italia, la cassa della casta.

Pinerolo-TorrePellice.png

Lo smog regna sovrano in Piemonte. Il Pm10 che aleggia in diverse zone del nostro territorio è oltre i limiti di legge. Numerose sono le iniziative che la politica potrebbe intraprendere. Tra queste migliorare il sistema di trasporto pubblico locale al fine di ridurre il traffico veicolare privato.

bollo_auto_eco.png

La Giunta Regionale del Piemonte il 22 ottobre 2015 ha presentato il Progetto di Legge regionale n. 166 "Misure di armonizzazione e razionalizzazione di norme in materia di tributi regionali" che di armonizzazione e razionalizzazione conteneva ben poco. Infatti introduce, senza alcuna logica e con il solo scopo di recuperare soldi dalle tasche dei cittadini, la tassa automobilistica sulle auto alimentate sin dall'immatricolazione a metano, gas da petrolio liquefatto (GPL) ed elettriche, fino a questo momento esenti dal pagamento di tale tributo vista la natura ecologica di tali motori, che contribuisce alla riduzione dell'inquinamento atmosferico. 

post_cannabis.png

di Davide Bono

Finalmente, dopo mesi di attesa, è stato approvato in Commissione Sanità la delibera "Indirizzi procedurali ed organizzativi per l'attuazione della legge regionale n.11 del giugno 2015 - canapa terapeutica".

Emendamento-IPLA.png

Durante l'ultima seduta della I Commissione è stato approvato un emendamento M5S, a prima firma Giorgio Bertola, che subordina l'estinzione dell'IPLA all'istituzione dell'Agenzia Foreste e Territorio, destinata ad unire le attività dell'Istituto con quelle degli operai forestali.

arte_povera (1).jpg

di Francesca Frediani e Chiara Appendino

Bisognerà aspettare ancora un paio di settimane per veder riconosciuto ufficialmente l'annunciato fallimento del progetto della Superfondazione. Solo allora, a bando chiuso, sarà finalmente inevitabile constatare che quanto denunciato già nel 2013 in Sala Rossa da Chiara Appendino era verità: impossibile portare avanti una simile operazione senza predisporre un business plan, nè uno studio di fattibilità e tantomeno un progetto culturale.

Cannabis terapeutica in Piemonte, con limitazioni

| commenti

post_cannabis.png

di Davide Bono

Finalmente, dopo mesi di attesa, è stato approvato in Commissione Sanità la delibera "Indirizzi procedurali ed organizzativi per l'attuazione della legge regionale n.11 del giugno 2015 - canapa terapeutica".

La delibera si limita a raccogliere le indicazioni Ministeriali per la somministrazione in ambito ospedaliero e domiciliare, per la prescrizione (dei farmaci, preparazioni galeniche o medicinali importati) e i criteri di erogazione.
In particolare si potrà prescrivere e rimborsare la canapa, a carico del Servizio Sanitario regionale, solo come "trattamento sintomatico di supporto ai trattamenti standard, quando questi non hanno prodotto gli effetti desiderati o hanno prodotto effetti secondari non tollerabili", per le seguenti patologie su cui vi è evidenza scientifica:

a)analgesia in patologie che implicano spasticità associata a dolore resistente alle terapie convenzionali come la Sclerosi Multipla o lesioni midollari;
b) l'analgesia nel dolore cronico (con particolare riferimento al dolore neurogeno) in cui il trattamento con antinfiammatori non steroidei o con farmaci cortisonici o oppioidi si sia rivelato inefficace;
c) l'effetto stimolante dell'appetito nella cachessia, anoressia, perdita dell'appetito in pazienti oncologici o affetti da AIDS e nell'anoressia nervosa, che non puo' essere ottenuto con trattamenti standard;
d) effetto anticinetosico ad antiemetico nella nausea e vomito, causati da chemioterapia, radioterapia, terapie per HIV, che non può essere ottenuto coi trattamenti tradizionali;
e) l'effetto ipotensivo nel glaucoma resistente alle terapie convenzionali;
f) la riduzione dei movimenti involontari del corpo e facciali nella sindrome di Gilles de la Tourette che non puo' essere ottenuta con trattamenti standard.

Resta ovviamente prescrivibile per altre patologie, su scelta del medico, ma a pagamento.

L'erogazione sarà a carico delle Farmacie Ospedaliere,quindi non si potrà ritirare presso le normali farmacie e quindi sarà meno capillare la distribuzione. I medici di medicina generale saranno addirittura tenuti a redigere con cadenza semestrale una relazione. Burocrazia aggiuntivi che non c'è per i più potenti e pericolosi farmaci oppioidi (morfina).

Non sono nemmeno previsti progetti sperimentali di produzione in Piemonte, inseriti invece nel testo di legge approvato dal Consiglio regionale. L'assessorato alla sanità dovrebbe inoltre, nel più breve tempo possibile, attuare un capillare percorso di informazione rivolto a tutti i medici del Piemonte che non prescrivono la canapa per non conoscenza del principio attivo.


Cerca

Comunicati Stampa Piemonte

Forum Movimento 5 Stelle Piemonte

Seguici!



Cerca il gruppo locale più vicino a te

Seguici in tempo reale!

Rss Segui gli aggiornamenti del Movimento Cinque Stelle Piemonte minuto per minuto! Sottoscrivi i nostri feed RSS per ricevere sul tuo computer in tempo reale le segnalazioni dei nuovi articoli, servizi, speciali del sito. Basta un click!