Movimento 5 Stelle Piemonte Bollo auto ecologiche: quanto ci costa? - Movimento 5 Stelle Piemonte
pollice-su_2.png

Dissociazione totale del Partito Democratico da sè stesso sul bilancio di previsione finanziario 2016 - 2018. Ormai la macchina democratica segue un copione ben rodato e collaudato sotto l'abile regia del vicepresidente Reschigna. 

lineeatal.png

Continua il nostro video-viaggio alla scoperta delle ferrovie piemontesi sospese, questa volta trattiamo le linee della valle Belbo (Asti-Alba e Alba-Alessandria). Passeremo tra le colline dell'Unesco per dimostrare come anche queste linee abbiano i numeri per ripartire. Un rilancio chiesto dal Movimento 5 Stelle, fortemente voluto dai cittadini e dal territorio, sindaci per primi. Gli interventi necessari per ripristino sono molto circoscritti e sostenibili rispetto al beneficio di riavere il treno.

bollo_auto_eco.png

La Giunta Regionale del Piemonte il 22 ottobre 2015 ha presentato il Progetto di Legge regionale n. 166 "Misure di armonizzazione e razionalizzazione di norme in materia di tributi regionali" che di armonizzazione e razionalizzazione conteneva ben poco. Infatti introduce, senza alcuna logica e con il solo scopo di recuperare soldi dalle tasche dei cittadini, la tassa automobilistica sulle auto alimentate sin dall'immatricolazione a metano, gas da petrolio liquefatto (GPL) ed elettriche, fino a questo momento esenti dal pagamento di tale tributo vista la natura ecologica di tali motori, che contribuisce alla riduzione dell'inquinamento atmosferico. 

oft.png

Da ormai molti anni la politica regionale pensa a come “uccidere” l’ospedale Oftalmico, un ospedale monospecialistico (dedicato alle patologie dell’occhio) sito in via Juvarra, nel centro di Torino.

rifiuti_chiampa.png

Voto contrario del Movimento 5 Stelle al pessimo Piano rifiuti approvato in Consiglio regionale. Obiettivi ridicoli su riduzione rifiuti e raccolta differenziata, mantenimento del ricorso agli inceneritori, assenza di impegni precisi contro il co-incenerimento e la qualità della raccolta dell'organico. Queste le principali criticità di un piano che non mette al centro l'ambiente, ma gli interessi di chi si occupa del ciclo rifiuti.

tentacoli_post.png

di Francesca Frediani

Con la definizione Sistema Torino, coniata dalla nostra consigliera e attuale candidata sindaco di Torino Chiara Appendino e dallo scrittore Maurizio Pagliassotti, si indica una serie di personaggi e lobbies che hanno dominato e gestito in maniera consociativa i centri nevralgici di Torino. Ed al momento continuano a farlo.

Bollo auto ecologiche: quanto ci costa?

| commenti

bollo_auto_eco.png

La Giunta Regionale del Piemonte il 22 ottobre 2015 ha presentato il Progetto di Legge regionale n. 166 "Misure di armonizzazione e razionalizzazione di norme in materia di tributi regionali" che di armonizzazione e razionalizzazione conteneva ben poco. Infatti introduce, senza alcuna logica e con il solo scopo di recuperare soldi dalle tasche dei cittadini, la tassa automobilistica sulle auto alimentate sin dall'immatricolazione a metano, gas da petrolio liquefatto (GPL) ed elettriche, fino a questo momento esenti dal pagamento di tale tributo vista la natura ecologica di tali motori, che contribuisce alla riduzione dell'inquinamento atmosferico. 

Il progetto di legge 166 originale modifica la l.r. 23/2003, introducendo il pagamento del bollo per le auto ecologiche dopo soli 5 anni dalla data di immatricolazione, andando a pagare il tributo in maniera equivalente ad un auto inquinante con motore a benzina o diesel. Inoltre il progetto di legge introduce la retroattività del  tributo penalizzando chi aveva già acquistato un auto ecologica.

L'azione del Movimento 5 Stelle ha stravolto completamente i piani della Giunta Chiamparino, obbligandola a modificare il progetto di legge. Dopo una vera e propria battaglia, in Commissione Bilancio e successivamente in Aula di Consiglio con centinaia di emendamenti, e grazie ad una raccolta firme di ben 17 mila cittadini (che ringraziamo per il loro impegno e sostegno), la proposta di legge, diventata l.r. 31 del 30 dicembre 2015, ne è risultata fortemente ammorbidita.

Un obiettivo raggiunto grazie al lavoro del M5S è  l'esenzione totale delle auto con motore alimentazione esclusivamente elettrica, e l'applicazione di un bollo RETROATTIVO pari a 1/5 della tariffa piena per le auto a metano e 1/4 per le auto a GPL dal sesto anno dall'immatricolazione. CIO' VUOL DIRE CHE TUTTE LE AUTO A METANO O GPL IMMATRICOLATE PRIMA DEL 1 GENNAIO 2011, NEL 2016 DOVRANNO PAGARE IL BOLLO. E poi tutte le altre a seguire, alla scadenza del quinto anno.

La misura resta inaccettabile nel suo complesso; l'aumento retroattivo di tasse alle auto meno inquinanti è incomprensibile e ingiusta. Il tutto per racimolare 3 milioni di euro sulle spalle di 180 mila piemontesi.

Il nostro obiettivo è rivedere completamente la tassazione affinché si basi esclusivamente su criteri ambientali e quindi sul tipo di alimentazione e sui consumi al km, non su criteri arbitrari come l'età del mezzo, che penalizza chi non cambia spesso l'auto, o per difficoltà ambientali o per scarso utilizzo del mezzo e quindi sensibilità ambientale. 

Il M5S sposterà quindi l'ambito di questa battaglia a Roma, dove sarà necessaria una revisione della legge nazionale. Un traguardo che ci sembra il minimo per la tutela dell'ambiente e della salute, obiettivi ormai dati per scontati in Europa e anche dal buon senso, su cui l'Italia ha fatto e sta facendo troppo poco.


Cerca

Comunicati Stampa Piemonte

Forum Movimento 5 Stelle Piemonte

Seguici!



Cerca il gruppo locale più vicino a te

Seguici in tempo reale!

Rss Segui gli aggiornamenti del Movimento Cinque Stelle Piemonte minuto per minuto! Sottoscrivi i nostri feed RSS per ricevere sul tuo computer in tempo reale le segnalazioni dei nuovi articoli, servizi, speciali del sito. Basta un click!