Movimento 5 Stelle Piemonte Movimento 5 Stelle Piemonte:

eurofidi_2.jpg

di Davide Bono e Francesca Frediani

Quale futuro per Eurofidi? Una good company da accorpare con Finpiemonte e una bad company da abbandonare a se stessa? Sempre più incerto il destino del Consorzio Fidi, con oltre 200 dipendenti e 57 mila aziende associate, di cui la Regione detiene il 20% e le restanti azioni sono detenute dalle banche.

treno.jpg

di Federico Valetti e Francesca Frediani

Con una grave decisione unilaterale Trenitalia intende chiudere su tutto il territorio piemontese numerose sedi (impianti) decentrate utilizzate dal personale. Sono destinate alla chiusura 7 sedi riservate al personale di bordo (Bussoleno - TO, Asti - AT, Bra - CN, Casale - AL, Novi Ligure - AL, Arona - VCO e Ceva - CN) e 4 sedi riservate ai conducenti (Bussoleno - TO, Asti - AT, Novi Ligure - AL, Biella - BI). In totale sono coinvolti 182 dipendenti che dovranno sostenere, con risorse proprie, ulteriori costi per raggiungere il posto di lavoro che diventerebbe più distante da un minimo di 30 ad un massimo di 70 Km.

azzoppa-turismo-post.png

Il turismo in Piemonte è ormai una realtà affermata. Attraversa tutta la Regione, da Torino e provincia ai paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato tutelati dall'Unesco passando per le attrattive culturali e naturali del Piemonte nord occidentale. L'offerta e la domanda turistica sono senza dubbio cresciute negli ultimi anni. Sono stati fatti passi da gigante, tuttavia continua a mancare una regia unica in grado di coordinare e promuovere i tesori del nostro territorio.

manager.png

di Davide Bono

Mentre infermieri ed operatori sanitari subiscono turni massacranti percependo stipendi appena decenti; mentre agli infermieri del Maria Vittoria di Torino viene vietato di consumare la pausa pranzo fuori dalla corsia, mentre alle Molinette di Torino vengono licenziati 67 dipendenti addetti alla mensa; mentre a medicina legale di Orbassano (TO) i servizi igienici per i disabili non esistono; mentre a Casale Monferrato (AL) dopo il dramma Eternit vengono eliminati i posti letto di oncologia; mentre a Cuneo un paziente muore dopo esser caduto da una barella; mentre si riducono i servizi sanitari in tutto il Piemonte in seguito  alla delibera "sfascia ospedali" approvata dal PD; mentre l'uscita dal piano di rientro del debito sanitario si allontana sempre più... l'assessore regionale Saitta non trova di meglio da fare che aumentare la paga ai manager, per decine di migliaia di euro annui.

dissesto.jpg
di Paolo Mighetti

Obiettivo raggiunto: approvata una nuova
legge a 5 stelle in Piemonte. Uno strumento in più a disposizione dei Comuni per sostenere una corretta manutenzione del territorio, dei corsi d'acqua, delle aree boschive e di quelle degradate individuando con precisione i compiti dei soggetti privati.

tentacoli_post.png

di Francesca Frediani

Con la definizione Sistema Torino, coniata dalla nostra consigliera e attuale candidata sindaco di Torino Chiara Appendino e dallo scrittore Maurizio Pagliassotti, si indica una serie di personaggi e lobbies che hanno dominato e gestito in maniera consociativa i centri nevralgici di Torino. Ed al momento continuano a farlo.

Firma e ferma il bollo auto per Gpl, metano, elettriche

Banchetti 28 e 29 novembre

Parte la raccolta firme per la petizione regionale del Movimento 5 Stelle contro il bollo auto proposto dalla Giunta Chiamparino per auto a metano, gpl, elettriche con il disegno di legge n. 166 (articolo 4 comma 3) in approvazione entro fine anno

In cosa consiste? 

Si tratta dell'introduzione del bollo auto per le autovetture alimentate, sin dalla fabbrica, a metano, gpl o elettriche dopo cinque anni dalla immatricolazione. Insomma chi ha un'auto a metano, gpl o elettrica con più di 5 anni, dovrà pagare il bollo da subito, se no al raggiungimento del quinto anno dall'immatricolazione. Oggi invece sono esentate per tutta la vita (sono esentati per soli 5 anni i veicoli con impianti a metano o a gpl inseriti dopo l'acquisto della vettura). Chiamparino pensa così di recuperare circa 30 milioni da 180 mila autovetture. 

Inquini di meno? Per la Regione non cambia nulla. Per noi dovrebbe essere il contrario, chi inquina di meno dovrebbe pagare di menoGli automobilisti che fanno scelte virtuose (e spesso più costose) per l'ambiente e la salute di tutti devono essere incentivati

Faremo di tutto in Consiglio per fermare questo scandaloso disegno di legge della Giunta prima dell'approvazione definitiva, ma abbiamo bisogno del vostro supporto per far capire alla maggioranza Pd che non deve votarlo. Quindi abbiamo bisogno di migliaia di firme.

Presenteremo entro un mese le firme raccolte in Consiglio regionale a supporto della petizione qui sotto allegata, affinché il Consiglio e la Giunta ascoltino il parere dei piemontesi e tornino sui propri passi, ritirando o bocciando questa proposta scellerata che ostacola e disincentiva la mobilità ecologica e sostenibile.

Scarica il Modulo
Scarica la locandina

Come si firma?

Potete scaricare il modulo, stamparlo, firmarlo (farlo firmare a più persone possibili RESIDENTI IN PIEMONTE). Basta nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e firma (NON SERVE AUTENTICATORE)
e spedirlo (o portarlo a mano) a:
Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle Piemonte
via S. Francesco d'Assisi, 35
10121 Torino

oppure contattare il tuo gruppo locale di riferimento. In ogni banchetto del M5S in Piemonte sarà presente un modulo per la raccolta firme.

BolloAuto_28-29.png



Cerca

Comunicati Stampa Piemonte

Forum Movimento 5 Stelle Piemonte

Seguici!



Cerca il gruppo locale più vicino a te

Seguici in tempo reale!

Rss Segui gli aggiornamenti del Movimento Cinque Stelle Piemonte minuto per minuto! Sottoscrivi i nostri feed RSS per ricevere sul tuo computer in tempo reale le segnalazioni dei nuovi articoli, servizi, speciali del sito. Basta un click!