MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Pietrasanta - 

Negli ultimi giorni abbiamo assistito a molte polemiche nel merito del mancato divieto di balneazione che avrebbe dovuto emanare il nuovamente neo-sindaco Mallegni.
L'opposizione, che fino a due mesi fa amministrava il Comune, sottolinea come il fatto sia stato probabilmente sottovalutato da parte della maggioranza; il MoVimento 5 Stelle si trova oggi a ripetere quello che abbiamo detto molte volte in campagna elettorale: ancora si litiga su come nasconderne le conseguenze, ma non si affronta il vero problema. La qualità delle nostre acque è pessima per diverse ragioni: tallio, escherichia coli, marmettola e molti prodotti chimici ben poco salutari.

Se l'acqua che raggiunge il mare è inquinata, a causa di problemi ambientali irrisolti negli anni, ma ci si concentra solo sull'emissione di un divieto di balneazione o di una soluzione tampone, come l'utilizzo di sostanze chimiche alla foce, non si fa altro che rimandare il problema fino alle prossime piogge.
Il nostro è un territorio devastato da anni di incenerimento di rifiuti (con le modalità emerse dal processo che si è concluso qualche mese fa), escavazione selvaggia del marmo, mancanza di una corretta depurazione in funzione dell'affluenza estiva , rilascio nei torrenti di sostanze chimiche e scarti di lavorazione, metalli pesanti ed altri elementi tossici provenienti dal bacino minerario di Valdicastello.

Si deve mettere in piedi un piano di recupero sostenibile dell'ambiente in cui viviamo, perché anche la recente strage di arselle rappresenta un chiaro segnale che l'ambiente ci sta dando in merito alla gestione delle risorse naturali del nostro territorio da parte della classe politica. Stiamo sbagliando qualcosa, forse molto.
Siamo ancora in tempo per salvare il salvabile, prima che i problemi ambientali diventino inesorabilmente anche sanitari, perché la nostra salute è direttamente proporzionale alla salute dell'ambiente in cui viviamo.

Le soluzioni che il M5S indica da sempre sono radicali e, a questo punto, non più rinviabili a domani.

Grazie a tutti


Pietrasanta - 

Il Movimento 5 Stelle Pietrasanta vuole ringraziare tutti i 1339 che ci hanno dato fiducia e che hanno creduto in un cambiamento vero della politica locale. Cercheremo di portare comunque da opposizione i nostri temi in consiglio comunale.

Il percorso per il cambiamento culturale e politico che noi auspichiamo è lungo, abbiamo solo messo il primo mattoncino, ora sta a tutti noi continuare a costruire una struttura solida sulle fondamenta che abbiamo costruito.

Vorrei (io Michele) anche ringraziare, a titolo personale. tutti gli attivisti, simpatizzanti ed i candidati consiglieri che con passione e dedizione hanno sacrificato, e continuano a farlo, tempo ai propri cari ed energie importanti senza alcun ritorno che non sia quello di provare a cambiare le cose in meglio, con onestà e partecipazione.

Durante un incendio nella foresta, mentre tutti gli animali fuggivano, un colibrì volava in senso contrario con una goccia d'acqua nel becco.
"Cosa credi di fare!" Gli chiese il leone.
"Vado a spegnere l'incendio!" Rispose il piccolo volatile.
"Con una goccia d'acqua?" Disse il leone con un sogghigno di irrisione.
Ed il colibrì, proseguendo il volo, rispose: "Io faccio la mia parte!".

Favola africana


Pietrasanta - 

Le nostre riflessioni dopo il voto.
Gli attivisti del Movimento 5 Stelle Pietrasanta si sono riuniti ieri sera, dopo una breve pausa, per discutere delle elezioni a Pietrasanta e delle prossime cose da fare.
L'analisi del voto è stato uno degli argomenti, che però si è voluto distinguere in due aspetti: generale e "personale".
Generale: La vittoria del cdx è sicuramente merito del ritorno di Massimo Mallegni che ha serrato le fila di una compagine che altrimenti sarebbe stata mancante di un leader carismatico e comunicativamente preparato come lui. Buona la mossa di non associare simboli alla lista civica, anche se poi di fatto gli aiutini di un condannato in via definitiva come Silvio Berlusconi ed uno slogan-man come Salvini hanno aiutato a mettere qualche voto in banca. Questo aspetto, a nostro avviso, rappresenta ancora la necessità, per i gruppi politici ed i cittadini, di identificare un uomo forte che "risolva i problemi", ma a questo uomo poi si delega e si affida troppo potere per poi richiedere condivisione e democrazia partecipativa. Un fatto importante però è stata anche la percezione, per molti versi corretta, dei cittadini di Pietrasanta che hanno notato una sorta di immobilità dell'amministrazione Lombardi. Senza dubbio i problemi finanziari del Comune hanno influenzato la possibilità di fare, ma se si avesse avuto il coraggio di fare scelte più incisive probabilmente si sarebbe potuto fare di più. Ai cittadini che sostengono che durante i due mandati Mallegni la nostra città era "più ricca" ricordo anche che non ha dovuto, per quel periodo, avere a che fare con il patto di stabilità che strozza anche i comuni in buono stato di salute.
Per quanto riguarda la persona di Massimo Mallegni, la posizione del movimento è chiara ancora prima di parlare, con noi non si sarebbe neanche potuto candidare, ma il voto democratico va rispettato (a meno che non intervenga la Severino a sospendere il neo-eletto sindaco).
"Personale": Per valutare il successo o meno del M5S a Pietrasanta dobbiamo necessariamente iniziare da un'osservazione ed un'autocritica: non siamo ancora una realtà consolidata sul territorio perché il nostro gruppo è nato da poco e l'attivismo su base volontaria è un limite nella campagna elettorale quando i candidati continuano a lavorare (cosa che praticamente tutti noi abbiamo fatto). Siamo quindi soddisfatti del risultato e sappiamo che dobbiamo fare ancora molto per far comprendere i nostri temi e le nostre battaglie a molti concittadini. Per quanto riguarda la mancanza di visibilità che questi due aspetti provocano rimaniamo fiduciosi che l'attivismo dei cittadini aumenti nel tempo, anche alimentato da un buon lavoro in consiglio comunale del nostro portavoce, per creare quella rete di partecipazione e collaborazione che romperebbe la trama dell'uomo solo al comando che porta spesso chi è più arrogante e bravo a fare promesse ad averla vinta su chi studia e sa bene che alcune cose non si possono, o non si devono, semplicemente dire.
Una cosa che vi possiamo garantire è che il Movimento 5 Stelle a Pietrasanta è molto motivato e deciso a portare temi di decoro urbano, trasparenza, sicurezza, equità sociale, solidarietà e democrazia all'interno del nostro comune.

Per quanto riguarda il primo consiglio comunale del 25 giugno prossimo, il portavoce Michele Lari non potrà partecipare in quanto sarà a Bruxelles per motivi istituzionali.
Cogliamo l'occasione per sollevare una piccola critica alla scelta di fare i consigli comunali la mattina, in orario di lavoro per consiglieri e cittadini, in quanto si limita la possibilità di partecipare agli interessati. Se il buongiorno si vede dal mattino....


Pietrasanta - 

Nonostante il comunicato poco fraintendibile di qualche mese fa ci troviamo oggi a dover rispondere a domande riguardanti possibili indicazioni di voto o accordi per il ballottaggio, nel caso in cui non saremo noi presenti in tale fase elettorale.
Una volta per tutte ripetiamo, con forza, che non esiste possibilità alcuna che il candidato sindaco, così come i candidati consiglieri, diano indicazioni di voto per un ipotetico ballottaggio tra PD e FI (pardon lista Mallegni).
Per noi non esiste il concetto di "meno peggio", per noi ogni cittadino deve essere libero di scegliere. Facciamo politica informando e condividendo, non spostando pacchetti di voti ed interessi a seconda di un tornaconto elettorale presente o futuro.
A chi ci chiede di prendere posizione per opporsi all'una o all'altra forza politica facciamo notare che possono cambiare gli attori ed i modi, ma rimane il fatto che le politiche sui principali temi di amministrazione locale (rifiuti, acqua, partecipate, affidi) non sono cambiati.
La situazione in cui ci troviamo oggi, a livello locale e nazionale, è stata creata e/o alimentata dai giochi di partito e dal loro modo di fare politica, cioè portare gli interessi di pochi nelle istituzioni, invece di fare e tutelare il bene comune.
Rimarranno delusi i maligni che blateravano di accordi ed appoggi, il MoVimento è nato per cambiare il sistema, non aiutarlo a mantenersi.
A chi, invece, è preoccupato della vittoria di un'altra lista diciamo che, per la prima volta da anni, si vedrebbe comunque a Pietrasanta un'opposizione preparata e decisa, che non farà sconti sul rispetto della legalità e della lotta alla mala-politica.
Qualcosa sta cambiando, qualcosa è già cambiato ed altro cambierà.

I candidati a Pietrasanta

  • user-pic
    Carla Celeri
  • user-pic
    carlo alberto cecchi pandolfini
  • user-pic
    Elisa Bandelloni
  • user-pic
    Franco Pippi
  • user-pic
    Ilena Maremmani
  • user-pic
    Jonathan Pizzicoli
  • user-pic
    Marina Meruzzi
  • user-pic
    Maurizio Bertozzi
  • user-pic
    Michele Lari
  • user-pic
    Niccolò Pizzicoli
  • user-pic
    nicola briganti
  • user-pic
    Orlando Balderi
  • user-pic
    Osvaldo Acerbi
  • user-pic
    Renzo Pippi
  • user-pic
    Samuela Filiè

Partecipa ai nostri eventi