MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Polverigi - 

Nei mesi scorsi la nostra Regione, insieme all'Umbria e all'Abruzzo, è stata colpita da violenti terremoti e non solo che hanno messo in ginocchio dal punto di vista personale, abitativo e occupazionale intere comunità locali. Le fabbriche, gli allevamenti, i caseifici, i luoghi di produzione sono stati danneggiati, alle volte anche in maniera grave e difficilmente riparabile.

Non si può abbandonare un territorio alle sue difficoltà e non possiamo permettere, ne come cittadini ne come marchigiani, che queste zone, orgogliose produttrici di alcune delle più note e gustose tipicità locali, siano lasciate a se stesse.

Forti di questa convinzione, prendendo spunto dal medesimo atto redatto dal M5S di Montemarciano e già approvato dal loro Consiglio Comunale, come Movimento 5 Stelle di Agugliano e Polverigi abbiamo deciso di presentare una mozione che impegni le rispettive Amministrazioni ad invitare i produttori e i commercianti delle tipicità locali alle iniziative promosse dai Comuni, azzerando in via eccezionale i costi di partecipazione normalmente richiesti.

In questo modo cerchiamo di dare uno sbocco commerciale in più alle produzioni ancora ferme nei magazzini danneggiati, un aiuto concreto alla ripartenza economica. Ogni specialità ferma in un magazzino non è solo un'occasione gastronomica ma rappresenta anche una fonte di autofinanziamento inutilizzata
.
Noi crediamo fortemente nelle produzioni locali, ma di fronte alla gravità di quanto successo sono necessari sforzi superiori per mettere in condizione i produttori di ripartire quanto prima rilanciando così anche il tessuto economico locale.

Infine con questa mozione sosteniamo l'hashtag #lasolidarietànoncrolla con lo scopo di creare una "campagna di marketing" che possa supportare anche nell'immagine e nella comunicazione le concrete attività a favore di queste popolazioni, tanto da divenire un "contenitore" all'interno del quale creare più eventi, anche ad hoc, per il rilancio dei territori colpiti dai sismi.

La difesa dei luoghi passa anche attraverso la diffusione delle sue specialità, ed in momenti tragici qualunque aiuto può essere necessario.

Il testo della mozione è disponibile nell'apposita sezione del sito.


I gruppi consiliari del Movimento 5 Stelle Agugliano e Polverigi


Polverigi - 

Nei mesi scorsi la nostra Regione, insieme all'Umbria e all'Abruzzo, è stata colpita da violenti terremoti e non solo che hanno messo in ginocchio dal punto di vista personale, abitativo e occupazionale intere comunità locali. Le fabbriche, gli allevamenti, i caseifici, i luoghi di produzione sono stati danneggiati, alle volte anche in maniera grave e difficilmente riparabile.

Non si può abbandonare un territorio alle sue difficoltà e non possiamo permettere, ne come cittadini ne come marchigiani, che queste zone, orgogliose produttrici di alcune delle più note e gustose tipicità locali, siano lasciate a se stesse.

Forti di questa convinzione, prendendo spunto dal medesimo atto redatto dal M5S di Montemarciano e già approvato dal loro Consiglio Comunale, come Movimento 5 Stelle di Agugliano e Polverigi abbiamo deciso di presentare una mozione che impegni le rispettive Amministrazioni ad invitare i produttori e i commercianti delle tipicità locali alle iniziative promosse dai Comuni, azzerando in via eccezionale i costi di partecipazione normalmente richiesti.

In questo modo cerchiamo di dare uno sbocco commerciale in più alle produzioni ancora ferme nei magazzini danneggiati, un aiuto concreto alla ripartenza economica. Ogni specialità ferma in un magazzino non è solo un'occasione gastronomica ma rappresenta anche una fonte di autofinanziamento inutilizzata
.
Noi crediamo fortemente nelle produzioni locali, ma di fronte alla gravità di quanto successo sono necessari sforzi superiori per mettere in condizione i produttori di ripartire quanto prima rilanciando così anche il tessuto economico locale.

Infine con questa mozione sosteniamo l'hashtag #lasolidarietànoncrolla con lo scopo di creare una "campagna di marketing" che possa supportare anche nell'immagine e nella comunicazione le concrete attività a favore di queste popolazioni, tanto da divenire un "contenitore" all'interno del quale creare più eventi, anche ad hoc, per il rilancio dei territori colpiti dai sismi.

La difesa dei luoghi passa anche attraverso la diffusione delle sue specialità, ed in momenti tragici qualunque aiuto può essere necessario.

Il testo della mozione è disponibile nell'apposita sezione del sito.


I gruppi consiliari del Movimento 5 Stelle Agugliano e Polverigi


Polverigi - 

Nei mesi scorsi la nostra Regione, insieme all'Umbria e all'Abruzzo, è stata colpita da violenti terremoti e non solo che hanno messo in ginocchio dal punto di vista personale, abitativo e occupazionale intere comunità locali. Le fabbriche, gli allevamenti, i caseifici, i luoghi di produzione sono stati danneggiati, alle volte anche in maniera grave e difficilmente riparabile.

Non si può abbandonare un territorio alle sue difficoltà e non possiamo permettere, ne come cittadini ne come marchigiani, che queste zone, orgogliose produttrici di alcune delle più note e gustose tipicità locali, siano lasciate a se stesse.

Forti di questa convinzione, prendendo spunto dal medesimo atto redatto dal M5S di Montemarciano e già approvato dal loro Consiglio Comunale, come Movimento 5 Stelle di Agugliano e Polverigi abbiamo deciso di presentare una mozione che impegni le rispettive Amministrazioni ad invitare i produttori e i commercianti delle tipicità locali alle iniziative promosse dai Comuni, azzerando in via eccezionale i costi di partecipazione normalmente richiesti.

In questo modo cerchiamo di dare uno sbocco commerciale in più alle produzioni ancora ferme nei magazzini danneggiati, un aiuto concreto alla ripartenza economica. Ogni specialità ferma in un magazzino non è solo un'occasione gastronomica ma rappresenta anche una fonte di autofinanziamento inutilizzata
.
Noi crediamo fortemente nelle produzioni locali, ma di fronte alla gravità di quanto successo sono necessari sforzi superiori per mettere in condizione i produttori di ripartire quanto prima rilanciando così anche il tessuto economico locale.

Infine con questa mozione sosteniamo l'hashtag #lasolidarietànoncrolla con lo scopo di creare una "campagna di marketing" che possa supportare anche nell'immagine e nella comunicazione le concrete attività a favore di queste popolazioni, tanto da divenire un "contenitore" all'interno del quale creare più eventi, anche ad hoc, per il rilancio dei territori colpiti dai sismi.

La difesa dei luoghi passa anche attraverso la diffusione delle sue specialità, ed in momenti tragici qualunque aiuto può essere necessario.

Il testo della mozione è disponibile nell'apposita sezione del sito.


I gruppi consiliari del Movimento 5 Stelle Agugliano e Polverigi


Polverigi - 

Dopo più di un anno e mezzo di attesa i M5S di Agugliano e Polverigi premono l'acceleratore, stanchi di attendere segnali dalla maggioranza.

L'Unione dei Comuni non ha un suo regolamento del Consiglio dell'Unione e, nonostante le promesse, invecchiate come un buon vino ma dal sapore decisamente più aspro, non c'è segno che la questione giunga in Consiglio.

Abbiamo quindi presentato due mozioni da sottoporre al volere del Consiglio. Una per portare in commissione regolamenti il lavoro sul nuovo regolamento del Consiglio dell'Unione e l'altra per armonizzare i vecchi regolamenti già esistenti e obsoleti.

Se le maggioranze capitanate dai Sindaci Carnevali e Braconi le voteranno dimostreranno che l'Unione dei Comuni non serve solo a salvare le partecipate dai debiti. Ce lo auguriamo fortemente.

M5S Polverigi e Agugliano


Polverigi - 

Nel momento in cui ti trovi a metà di un percorso sono due le domande che ti vengono in mente.
"Ho abbastanza energie per arrivare al traguardo?" e "è valsa la pena di mettersi in gioco?".
La prima guarda al futuro e misura quanta fatica ancora rimane; la seconda fa un bilancio del risultato finora ottenuto.
Le risposte a queste domande puntano solo a fare una scelta: continuo o getto la spugna? Non sei abbastanza vicino da vedere la fine e spronarti ad arrivare in fondo e non sei abbastanza lontano da poter pensare che, almeno, non hai investito tempo ed energia in una cosa in cui non potevi riuscire.

Per quanto queste domande, e la scelta che ne deriva, possano sembrare importanti, più di tutti è importante il concetto del "qui e ora". Ci siamo, esistiamo in questo momento e in questo percorso e tutti i dubbi del mondo non potranno far crollare un'assoluta verità: siamo in gioco e il risultato è ciò che ci rappresenta ed identifica.

In questi due anni e mezzo di mandato come consiglieri comunali, a due anni e mezzo dal traguardo, possiamo descrivere dettagliatamente il nostro vivere il "qui e ora". Siamo quattro amici, prima che colleghi, che hanno condiviso ogni battaglia, idea, difficoltà, notti di lavoro passate a studiare e discutere, affrontando quell'esercizio di equilibrismo tra tempo e spazio per coniugare la passione, impegno civico, famiglia e affetti.

Partendo con un'energia tale da presentare in Consiglio tante nostre idee, ponendo le basi per una maggiore democrazia a Polverigi. Le commissioni permanenti che, previste dallo Statuto comunale non sono, però, mai esistite, oggi ci sono perché da noi volute. Dopo due anni e mezzo il Sindaco Carnevali ha preso l'impegno, di fronte al difensore civico, di darci finalmente un account per visionare il programma gestionale dell'amministrazione comunale.

Abbiamo rinunciato, noi come la maggioranza, ai gettoni di presenza per impegnare la cifra risparmiata nel sociale. Siamo intervenuti in Consiglio per velocizzare l'iter per l'assegnazione delle case popolari, per il quale si era accumulato un ritardo di un anno, a dispetto di chi aspettava per vedere rispettato un proprio diritto e chiesto chiarimenti, verificando che anche la Regione Marche aveva delle perplessità, sulla gestione dei fondi della legge 30/98 per famiglie disagiate.

Studiando le norme, i testi e i regolamenti abbiamo chiesto ed ottenuto controlli sulle emissioni dell'impianto di biogas che, visti gli sforamenti ha posto i riflettori sul problema delle emissioni inquinanti. Vi aggiorneremo sui risultati dei prossimi rilievi che ci permetteranno di capire se l'impianto rischia di essere nocivo oppure no.

L'impianto di pirogassificazione non si farà e ciò dà un senso al nostro impegno nel presentare le osservazioni che hanno contribuito a porre dei limiti al progetto iniziale, ponendo dei limiti nel rispetto dell'ambiente e della salute dei cittadini.

Abbiamo ascoltato ogni vostra segnalazione e richiesta sempre cercando di prepararci al meglio, portando la vostra voce nelle istituzioni e rendendovi conto di ogni nostra azione.
Grazie alle vostre segnalazioni abbiamo studiato e verificato documenti, svolto indagini che hanno trovato fondamento così da avere una volta di più la certezza che la coscienza civica dei cittadini è necessaria per arginare comportamenti che non hanno nulla di virtuoso.
Ogni volta che ci avete detto che qualcosa non andava abbiamo portato la vostra richiesta di spiegazioni direttamente a Sindaco e assessori e, sempre dovendo pretendere il rispetto dei regolamenti che troppe volte ci ha costretto a far richiesta al Prefetto per far valere i nostri diritti.

Siamo convinti che Polverigi e Agugliano debbano diventare un unico Comune e dopo due anni sembra che l'Unione vedrà finalmente a lei passate tutte le funzioni fondamentali, ponendo le basi per la fusione che non può essere usata come scusa solo per pagare i debiti delle partecipate ma deve essere motivo per cercare e utilizzare al meglio ogni sinergia per il bene dei cittadini dei due Comuni.

Per più di un anno abbiamo insistito nel dire che il progetto della nuova sede dell'Unione nell'immobile denominato "ex-cag" non era una buona idea e alla fine, quest'estate, è finalmente arrivato un progetto che dà una botta al cerchio salvando una partecipata del Comune di Agugliano con l'indebitamento dei due Comuni con un mutuo che pagheremo per i prossimi trent'anni ma che dà una botta anche alla botte con un progetto sulla scuola che fa perlomeno sperare che quei soldi siano spesi bene.

Arriveremo ad avere dei regolamenti dell'Unione dei Comuni che siano coerenti ed attuali e che armonizzino quelli esistenti con le vostre proposte che ci sono già arrivate.

Continueremo a svolgere la nostra funzione di controllo. Dopo anni che il quartiere di Via Castiglione del Lago non aveva le opere di urbanizzazione ultimate, i lavori hanno ripreso e gli abitanti di quel quartiere hanno potuto vedere dei cambiamenti dopo che loro stessi sono intervenuti per chiedere che la convenzione venisse rispettata. La fermezza e la competenza dimostrata dal nostro Emanuele ha portato a un ottimo risultato che speriamo di replicare in tutti i quartieri non ancora ultimati.

Fin dal primo giorno il tema rifiuti è stato un nostro pensiero fisso e ancora combattiamo contro l'incenerimento dei rifiuti e siamo contenti di potervi dire che il nostro lavoro di squadra, con i gruppi del M5S della provincia di Ancona, ha portato diversi Comuni e i loro rappresentati ad avere grossi dubbi sul piano d'ambito che prevedeva, e speriamo scompaia definitivamente, la produzione di CSS (Combustibile Solido Secondario) e quindi l'incenerimento dei rifiuti, dannoso per la salute e per le nostre tasche. Il nostro obbiettivo di arrivare ad una politica dei rifiuti che punti a rifiuti zero è, oggi, un po' più vicina.

L'estate è trascorsa studiando la pessima riforma costituzionale che la maggioranza degli italiani ha rifiutato difendendo quella Costituzione che è sempre il nostro faro. Per spiegare i pericoli di quella riforma abbiamo ospitato a Polverigi tre parlamentari e una euro-parlamentare che hanno parlato del loro lavoro, della politica nei palazzi del potere dove si dice tutto e il contrario di tutto purchè si consolidi il potere nelle mani di pochi.

Per difendere i più deboli stiamo collaborando con altri gruppi della nostra provincia per aprire un Punto Anti-Equitalia, per spiegare ai cittadini come difendersi per non arrendersi.

L'informazione è stato il nostro più importante obbiettivo, raggiunto ogni qual volta vi abbiamo messo a conoscenza dei nostri approfondimenti sui temi più disparati: dai temi di attualità politica, alla riforma costituzionale già citata, alla situazione degli immobili del Comune dopo il tragico terremoto che ha colpito la nostra regione.

A pensarci bene, e sentendovi accanto a noi, la risposta alle due domande è facile: per quanto sia difficile, impegnativo e dura la spugna non si getta. Andiamo avanti e, anzi, rilanciamo. Ci sforzeremo di comunicare di più e meglio, con incontri mensili completamente dedicati a voi, aggiornandovi sui temi che portiamo avanti e ascoltando le vostre richieste, proposte e domande.

Vogliamo essere strumento per la vostra partecipazione alla vita di questa città. Per difenderla e migliorarla con proposte e idee.
Vogliamo essere i portavoce di coloro che amano la nostra città. Per questo dedichiamo a voi questa lettera, il nostro tempo, il nostro impegno.
Qui e ora sappiamo che chi non si arrende non può considerarsi mai sconfitto e il nostro lavoro ci rende orgogliosi di essere vostri portavoce.

A voi, che amate Polverigi, è dedicata tutta la nostra passione e vi chiediamo di unirvi a noi finchè il traguardo non sarà raggiunto.

A riveder le stelle.

M5S Polverigi
Alessandro Ricci
Emanuele Zenobi
Andrea Fava
Alessandro Tomassetti

Di necessità virtù


Polverigi - 

Il detto lo conoscete tutti, non c'è bisogno che ve lo spieghi.

Spiego invece qual è la Virtù, illustrata ieri al Teatro della Luna dal Sindaco Carnevali.
La Virtù è il progetto che riguarda il polo scolastico delle scuole elementari di Agugliano e Polverigi e con esso l'organizzazione delle scuole medie, degli uffici Comunali e dell'Unione dei Comuni e della Segreteria scolastica.

Saranno i genitori dei bambini che ne usufruiranno - Carnevali presume nel 2018 - a decidere la bontà del progetto. Io constato che il progetto, dopo tante richieste del M5S e, da non sottovalutare, della Corte dei Conti, c'è. Diversamente da quanto proposto all'inizio di questa storia, non riguarda solo la sede dell'Unione dei Comuni ma una nuova scuola che libererebbe altri locali e darebbe respiro alla situazione che c'è a Polverigi che col problema dell'edilizia scolastica convive da anni.

E adesso la Necessità.
Perché proprio quell'immobile, l'ex-CAG, appartenente alla partecipata Agugliano Servizi del Comune di Agugliano?

Perché è piena di debiti, ha ricevuto l'anno scorso un'istanza di fallimento alla quale è scampata attraverso un accordo stragiudiziale coi creditori che hanno ritirato l'istanza.
L'accordo prevedeva il pagamento del 70% dei debiti entro il 30/09/2016. Il termine è scaduto ma se hanno ancora un po' di pazienza potrebbero veder arrivare l'agognata pecunia. L'Unione acquista l'immobile, la partecipata ha la liquidità che le serve, salda parte dei debiti e con essi il patrimonio immobiliare che detiene. Circa 5 milioni di Euro.

Ben venga il progetto della nuova scuola, se piace agli aguglianesi e ai polverigiani, ma è bene che tutti sappiano perché proprio quell'immobile, perché quest'idea è nata solo a ridosso dell'estate e perché ci stiamo per accollare un mutuo di almeno 700.000 Euro.

Per risanare una partecipata malgestita.

Altrimenti non si spiegherebbe perché nella riunione con i genitori di Maggio, tenuta sempre dal Sindaco Carnevali, la soluzione che si prospettava era di ricavare aule dalla scuola media e prevedere un intervento sullo stesso stabile per ampliarlo. Sono passati 5 mesi. Cos'è cambiato? È arrivata la Necessità.

Forti le tesi della maggioranza a giustificazione di ciò.

Il consigliere Michele Cuomo che mi dice che bisogna anche pensare ai dipendenti della Agugliano Servizi.
Ma lo sa Cuomo che lo stesso Sindaco Braconi, in riunione capigruppo mi ha detto che comunque entro la fine del 2017 bisognerà sciogliere la partecipata perché non fa almeno 1 milione di Euro di ricavi? E a quel punto i dipendenti dove andranno? O verranno riassorbiti da altri enti, o aiutati da qualche forma di sostegno oppure licenziati. In ogni caso o saranno salvati o bisognerà occuparsene. E comunque, dove sta scritto che i danni della malagestione altrui deve ricadere sui cittadini?

Ma il piatto forte lo serve il Sindaco il quale chiede al sottoscritto quale fosse la sua proposta in merito.
A parte il fatto che avrei tentato di reperire i soldi attraverso i canali europei, dove il M5S ha degli eurodeputati che potrebbero spiegare come funziona la macchina europea, così qualche fondo una volta tanto si usa bene, ho dovuto ricordare al Sindaco che quando il M5S ha chiesto di poter collaborare attivamente la ex-presidentessa dell'Unione, Franca Bassani, rispose che noi siamo all'opposizione e che dobbiamo controllare, quello è il nostro ruolo. E questo facciamo. Soprattutto perché ora che le decisioni sono prese e i buoi sono usciti è piuttosto ridicolo chiedere qual è la nostra proposta anche perché non è mai stato aperto un tavolo sull'argomento né il Sindaco ha mai portato niente in commissione.

Il Sindaco, chicca dell'ultimo minuto, aveva pronte le slide con la proposta del M5S di Polverigi sulla scuola diffusa in campagna elettorale. 1.750.000 Euro per l'acquisto del terreno più i costi della distruzione dell'immobile esistente più il costo della scuola. Avesse buona memoria quest'uomo ricorderebbe anche che il costo che ci era stato stimato da un ingegnere affermato e ambientalista era di 3 milioni di Euro che, sommati al costo del terreno e alle varie eventuali non tocca i 6 milioni e rotti del loro progetto che, dopo quasi 8 anni e due campagne elettorali, non ha mai visto la luce.

Per i genitori presenti rimane il problema dei trasporti verso le scuole e del loro costo. Ma cosa pretendete in tre mesi, altre risposte?

M5S Polverigi
Alessandro Ricci


Polverigi - 

Se è vero che il ruolo di una buona e sana opposizione è quello di controllo, verifica e stimolo per il governo allora siamo contenti di aver dato un solido contributo a quello che potrebbe essere un buon finale per la vicenda dell'acquisto dell'immobile ex-CAG, dell'Agugliano Servizi, partecipata del Comune di Agugliano che ha sfiorato il fallimento (e non è ancora detto che l'abbia evitato).

Nella riunione dei capigruppo dell'Unione Terra dei Castelli, svoltasi Sabato 8 ottobre, abbiamo ricevuto notizia che l'acquisto dell'ex-CAG non sarà fine a se stesso ma sarà inserito in un progetto più ampio di revisione organica degli immobili scolastici già approvato dalla Giunta dell'Unione con un cronoprogramma operativo serrato che prevede azioni a partire dal prossimo mese di Novembre. Secondo questo progetto l'immobile dell'ex-CAG verrà utilizzato come ampliamento all'attuale scuola elementare di Agugliano che quindi ospiterà anche i bambini del Comune di Polverigi. Il viaggio contrario lo faranno invece i ragazzi delle medie di Agugliano che, a seguito di un previsto ampliamento della scuola media di Polverigi, andranno a far compagnia ai propri colleghi polverigiani. A questo punto l'immobile che attualmente ospita le scuole medie di Agugliano diverrà, dopo una corposa ristrutturazione, la sede dell'Unione dei Comuni insieme al Comune di Polverigi. In questa maniera si libereranno spazi nell'attuale immobile del Comune di Agugliano che diverrà sede della segreteria scolastica.

Un progetto complesso che stiamo studiando soprattutto in relazione alla sua fattibilità e ai suoi costi, si parla di circa 2,5 milioni di euro di investimento complessivo, ma che consideriamo un passo avanti rispetto all'inconsistenza della precedente proposta di acquistare l'immobile dell'ex-CAG usandolo come sede dell'Unione dei Comuni. Ciò che risultava un mero salvataggio della partecipata con un ingente bisogno di liquidità potrebbe diventare un'opportunità per i bambini dei due Comuni.

Ripetere in ogni sede che c'era bisogno di un progetto, come anche la Corte dei Conti, a Febbraio, ha comunicato al Sindaco di Agugliano, sembra sia servito a stimolare i due Sindaci a trovare una soluzione più convincente, arrivata più di un anno dopo l'istanza di fallimento a sfavore dell'Agugliano Servizi. Ora non ci resta che vigilare che tutto si svolga nella massima regolarità e secondo i passaggi previsti dai due Sindaci sperando che una volta pagati i debiti, e scongiurato il fallimento della mal gestita Agugliano Servizi, non ci si rilassi fino alla fine della realizzazione di tutto il progetto.

M5S Polverigi - Agugliano


Polverigi - 

Apprendiamo da fonte autorevole ovvero dalla Pagina della Lista Civica "Polverigi Domani" della rinuncia della Bioenergiadue srl (BIO2) del gruppo General Building alla realizzazione del pirogassificatore.

Leggiamo anche le accuse che ci rivolge la maggioranza secondo cui abbiamo fatto campagna elettorale "speculando sulle paure delle persone" dicendo che al di là delle osservazioni presentate il pirogassificatore si sarebbe fatto comunque "perchè la Bioenergiadue e il Comune erano già d'accordo". Non leggiamo però la fonte da dove la maggioranza attinge per sostenere questa tesi.

La verità, dura da digerire per il Sindaco Carnevali, è che facendo rete con gruppi limitrofi e comitati, è stata messa in atto una serie di azioni che hanno portato la Bio2 a rinunciare al progetto diventato antieconomico grazie alle osservazioni prodotte e a cambiare strategia industriale, probabilmente dovuto al fiato sul collo che si sono sentiti e che speriamo scoraggerà ogni altro imprenditore che voglia speculare nella nostra zona in quanto troverà sicuramente uno zoccolo duro se vorrà seguire le orme della General Building sul mercato della cogenerazione da biomassa.

Se è vero che l'Amministrazione aveva intenzione di dialogare con la General Building poteva essere chiara e trasparente fin dall'inizio informando la popolazione per tranquillizzarla, anziché organizzare un incontro pubblico il 23 febbraio 2014 dove l'esperto da loro invitato paragonava il pirogassificatore a una FIAT PANDA.

Da quanto scritto dalla lista Polverigi Domani, si evince che l'Amministrazione ha saputo dai diretti interessati (la BIO2 ndr) del cambio di strategia e che, quindi, la maggioranza ha semplicemente chiesto di non costruire un pirogassificatore nello spazio rimanente del capannone ma vuole farlo passare come un miracolo della mediazione moderna tra imprenditore e ente pubblico, pertanto oggi che il Gruppo General Building cambia idea, il Sindaco Carnevali si appropria di un risultato che non gli compete senza nemmeno osare citare chi veramente ha informato sull'argomento e si è battuto per fare chiarezza, come i comitati di Cittadini, che Carnevali dimostra di non rispettare, e il Movimento 5 Stelle, che rivendica le proprie battaglie e non ci tiene a farsi scavalcare da chi è alla ricerca di qualche riflettore o di una soddisfazione personale.

A questo punto, il lettore attento a questi dettagli sarà giunto alla conclusione che il merito va al Movimento 5 Stelle, al Comitato Territorio Sostenibile e a tutti i cittadini che hanno fatto rete per ostacolare l'impianto inviando anche personalmente le proprie osservazioni in Provincia.

Movimento 5 Stelle Polverigi


Polverigi - 


Polverigi - 

Questa estate abbiamo ricevuto molte segnalazioni, una tra queste è la presenza di ratti che si aggirano nelle zone del roccolo, del borgo, nei pressi della chiesa, via Marconi e parco di via rustico. I casi sono sporadici ma le segnalazioni in aumento. Poiché noi siamo i vostri portavoce e prendiamo a cuore le vostre problematiche, dopo aver avuto un riscontro oggettivo, abbiamo provveduto a mandare una interrogazione al Sindaco per richiedere informazioni riguardo la derattizzazione che viene effettuata a polverigi. Questo nell'ottica di miglioramento del Paese e in 30 giorni dovremmo - il condizionale è d'obbligo - avere tutte le informazioni per capire se sia necessario potenziare il servizio o prendere altri provvedimenti per aumentare l'efficacia di quello esistente. Come al solito vi terremo aggiornati ma voi siate parte del cambiamento e segnalateci qualsiasi criticità che possa far migliorare Polverigi.

TOPO 4.png

I candidati a Polverigi



bottone_atti_consiliari-thumb-240x240-34529.bmp
logo-facebook1-thumb-150x105-34538.jpg
programma_movimento_5_stelle.png twitter1-thumb-500x300-46496.jpgYoutube-thumb-225x225-46494.jpeg