MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Giugno 2013


Prato - 

Varvarito.jpg

Varvarito svolge un'attività ad alto impatto ambientale: demolizione, movimento terra, costruzione stradale, oltre ad avere un centro per il recupero degli inerti e lo fa in una zona del tutto ai margini di Prato, nel Macrolotto 2 dove non da noia a nessuno.

Il proprietario dell'area non ha prolungato il contratto di affitto con Varavarito e gli ha dato lo sfratto ( magari ci faranno un centro commerciale), così l'azienda va a chiedere aiuto al Comune: "dacci una zona, dacci una zona" ed il comune "giustamente" ha individuato un'area con un terreno agricolo che è del tutto inadatta, perché fittamente abitata, tra Viaccia e Montemurlo.
Abbiamo visto i dipendenti della Varvarito mandati a manifestare in piazza del comune, davanti alla Prefettura.

Padri di famiglia, operai specializzati e forse qualche precario, utilizzati per fare pressioni politiche.
Varvarito è privata, ha fatto un contratto con un privato, il contratto è scaduto.
Che Varvarito si dovesse dar da fare per trovarsi un posto idoneo dove poter fare il proprio lavoro sembra non sia passato per l'anticamera del cervello di nessuno, che fosse a Prato, a Pistoia a Campi Bisenzio o a Capannori, perché se a Prato altro posto non c'è, non c'è.
Invece no.

Il Comune che cosa fa? Cambia la destinazione d'uso di un terreno agricolo, fa un bando di gara ad hoc... et voilà les jeux sont faits.
E' questo il futuro?
E i cittadini di Viaccia? Loro non contano nulla? No, non contano nulla né per il Cenni, né per la Varvarito.
Oggi è il turno di chi sta a Viaccia, domani? A qualcun altro.
Cambiata amministrazione non cambia nulla, Prato (con i pratesi) stuprata era prima e stuprata continua ad essere.

Movimento 5 Stelle Prato


Prato - 

PRATO CENTRO.jpg

Visto che qualcuno tiene molto al centro storico e io conosco molto bene la realtà commerciale del centro, perchè non si bloccano le aperture di nuovi centri commerciali come la nuova pratilia/esselunga e la prossima apertura di " Maison du monde ".Una città economicamente spolpata dai centri commerciali che puzzano di partiti. Voi politichini in giarrettiera avete idea di cosa devono sopportare i commercianti del centro ? Ma forse è colpa della sinistra...già...la sinistra, la sinistra, la sinistra ...e la destra. Pole la destra permettersi di pareggiare con la sinistra... Si! La destra, la destra, la destra...e il centro! E il centro gli si fa una flebo un paio di volte l'anno, così gli diamo la speranza e nel frattempo si fa un bel suicidio assistito.

Enrico Lelmi


Prato - 

foto cenni bozza.jpg

Rinnovo le mie congratulazioni a codesta amministrazione e quindi al sindaco per aver realizzato con successo un evento, mantenendosi all'interno del budget di spesa preventivato di 266 mila euro.
La festa è stata un successo? SI.
E' stata organizzata bene? SI.
Poteva essere organizzata meglio? boh
E quindi?
Anch'io ho sempre visto pieni i locali il giorno dell'inaugurazione quando si mangia a babbomorto, poi magari li ho visti anche chiudere dopo due mesi perché nessuno ci andava.
A cosa serve questa tre giorni? Ai commercianti del centro storico? no, perché tra un mese, tra 4 mesi sarà uguale ad un mese fa.
E quindi? Forse che il sindaco è stato eletto per organizzare sagre e feste o per amministrare una città?
Pure Cetto Laqualunque al grido di " 'chiù pilu pe' tutti " riempie piazze, qualsiasi grullo riempie le piazze offrendo spettacoli gratis ( che tanto paga pantalone ).
Questa festa è stata pagata con i soldi dei cittadini e i cittadini pagano le tasse per avere servizi migliori non per avere un concerto di Fiorella Mannoia.
Se c'è qualcuno che vuole organizzare un concerto se lo organizza, ci fa venire chi gli pare e chi lo vuol vedere si paga il biglietto. Quello che è certo è che il sindaco Cenni non ha alcun diritto di spendere i miei soldi per la Mannoia e dire poi: "Hai visto che successo!!"
Il sindaco Cenni non ha capito che la critica non è rivolta a quanto ha speso, ma alla spesa stessa, lui stesso nel 2009 era contrario a codesto modus operandi, ma era il 2009.

P.S.
In merito alla polemica del sindaco su dove eravamo noi nel 2008 mentre la passata amministrazione spendeva 200 mila euro per il luna park, beh il sindaco lo sa, ma non è un problema, gli rinfresco la memoria: noi, ed io per primo, eravamo con i comitati cittadini a dare battaglia a quella amministrazione sul Polo Espositivo da CENTINAIA di milioni euro, sull'inceneritore delle Pantanelle, su Baciacavallo, sul depositio della CAP, su Gonfienti, tutti temi che poi lui ha fatto suoi durante la campagna elettorale.
Lui in compenso era presidente della Fondazione Cariprato e non diceva niente sul Polo, sulle Pantanelle, su Gonfienti, sulla Cap e nemmeno sul Luna Park.


Prato - 


Foto festival.jpg

A chi giova tutto ciò? A chi giova il Festival del Pane?
Ai negozianti del centro? Domani sarà uguale a un mese fa ( o peggio ).
Alle pance magre dei pratesi bisognosi di pane? Neanche per idea.
E' giusto chiamare le cose con il loro nome, il Festival del Pane non è né più né meno che uno spot elettorale con soldi pubblici ed è fine a se stesso.
Non servirà a ripulire il centro, non servirà a renderlo più vivibile, non servirà a riportare il sereno tra i negozianti domani o il mese prossimo.
Il Festival del Pane servirà solo a rendere più bella e accattivante questa amministrazione con i soldi del cittadino.
Il M5S non è contrario ad eventi come quello in questione, ma sul COME vengono organizzati e gestiti.
Un conto è pagare con i soldi pubblici il concerto di Fiorella Mannoia e un conto è permettere a chi vuole di organizzare un concerto del cantante che gli pare e poi chi lo vuole andare a vedere ci va, pagando con i suoi soldi.
Perché questa amministrazione con i soldi spesi non ha attuato delle vere politiche atte a far rivivere il centro?
Se ci sono 200 mila euro o più che avanzano, perché non investirli abbassando le tasse ai commercianti ad esempio?
Perché non facilitare la creazione di eventi privati, che attraverso sponsor e quant'altro si ripagano da soli senza dover incidere nelle esigue casse comunali?
Perché non diminuire i costi del parcheggio o renderli gratuiti per la prima ora nelle zone appena al di fuori della ZTL ?
Perché non migliorare i servizi per la mobilità?
Perché non realizzare con quei soldi delle ciclabili ?
Perché non installare delle videocamere di sorveglianza per aumentare il controllo delle vie più critiche?
Perché insomma non si attuano tutte quelle politiche che sono veramente indirizzate a far rivivere il centro ed invece si è scelto nella miglior tradizione vetero comunist-democristiana di utilizzare soldi pubblici per eventi di svago?
Per quale motivo i nostri soldi sono stati utilizzati per un qualcosa che non ha nulla a che vedere con il sociale? Perché i nostri soldi sono appunto nostri ed un conto è spenderli per risistemare le strade o abbattere le barriere architettoniche, piuttosto che fare delle piste ciclabili, un conto è abbassare le tasse ai negozianti e un'altra cosa è pagare Fiorella Mannoia.
Insomma le nostre tasse servono per pagare dei servizi, non per del "magna e bevi".
Qual'è il senso di tutto ciò?
E' tutto molto semplice, è un Festival ad Personam, ad una sola.


Prato - 

Prospetto Costi festival del pane.jpg

Il popolo sole due cose desidera ardenemente: mangiare e divertirsi, così diceva il poeta latino Giovenale.


Presto fatto, questo weekend il centro si è riacceso ed ha preso vita come non mai ed i meriti vanno incondizionatamente all'attuale amministrazione ed in primis al nostro sindaco.
Animazione di strada, schiacciate e concerto di Fiorella Mannoia totalmente gratuiti.
Code chilometriche ai banchini per un pezzo di "schiaccia" e gloria a Roberto Cenni.
Ma, ma c'è un ma.
Noi sappiamo bene che a questo mondo nulla è gratuito, tutto ha un prezzo e noi non siamo dei grulli, quindi il punto è: chi è che ha pagato le schiacciate gratis, l'animazione e Fiorella Mannoia? La risposta è facile: pantalone.
La spesa? Fino a 260 mila euro ( 10 dati dalla Camera di Commercio) di cui solo 61.500 e spiccioli per la Mannoia ( godetevi le determine del consiglio comunali).

Il sindaco Cenni ha così commentato il grande successo del festival: "Grazie alla mia Prato e ai Pratesi che rispondono ogni volta che li chiami! Qui Notte Bianca in un centro pieno di vita!!! "

A colpi di 260 mila euro siamo conviti che il centro di Prato si riempirà ogni fine settimana, un successo a pagamento che il cittadino e il commerciante ignaro, paga a sua insaputa.

Non siamo così convinti che i Pratesi risponderebbero al sindaco Cenni come lui desidera se sapessero quanto sono costate in realtà schiacciate e bozza,
Prato non è una peripatetica.


Concerto Fiorella Mannoia.jpg


Atti del comune per il festival del Pane.jpg


Prato - 


Fausto Barosco è stato intervistato da radio RDF 102.7 sulla questione dell'inceneritore di Baciacavallo a Prato. Fausto ha illustrato la posizione del movimento 5 stelle di Prato rispetto alle conclusioni che ARPAT ha dato.

Noi continuiamo la nostra battaglia.

La nazione 05 06 2013.jpg


http://tmp.provincia.prato.waypress.eu/RassegnaStampa/LeggiArticolo.aspx?codice=SI53194.TIF&subcod=20130605&numPag=2&tipo=GIF


Prato - 


Eppur si muove .......

La nazione 03 06 2013.jpg

I candidati a Prato

  • user-pic
    Mariangela Verdolini
« Torna alla Homepage




Visitate anche il blog del Movimento 5 stelle Prato

Partecipa ai nostri eventi


About this Archive

This page is an archive of entries from Giugno 2013 listed from newest to oldest.

Maggio 2013 is the previous archive.

Luglio 2013 is the next archive.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.


   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons