MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Novembre 2015


Prato - 

Comunicato stampa: L'UNESCO concorde con le preoccupazioni del MoVimento 5 Stelle sulla progettazione del nuovo aeroporto fiorentino

Thumbnail image for com-stampa-big.jpg

Abbiamo finalmente avuto la possibilità di leggere la lettera inviata da UNESCO al Sindaco Nardella ed avere conferma, una volta di più, che tutte le dichiarazioni che accusano l'opposizione di allarmismo disfattista sono infondate e volte solo a gettare sabbia negli occhi agli ignari cittadini.

unesco-firenze-m5s.jpg

UNESCO non ha mandato una cartolina di auguri per l'imminente Natale ma una serie di considerazioni sui progetti infrastrutturali che sono in corso.
Considerazioni che riguardano:

  • la realizzazione della linea di tranvia passante attraverso il Centro Storico di Firenze;
  • la realizzazione del Tunnel ad Alta Velocità sotto la città;
  • la vendita di monumenti pubblici ad investitori privati e il cambiamento di destinazione in alcuni casi in appartamenti privati, come per il Convento di Santa Maria degli Angeli, un importante complesso rinascimentale a cui è collegata la Rotonda del Brunelleschi, prototipo sperimentale in scala ridotta per la cupola di Santa Maria del Fiore;
  • la costruzione di parcheggi sotterranei nel centro storico;
    il progetto della realizzazione della linea sotterranea della tranvia sotto il Centro Storico;
  • l'eccessiva pressione turistica la cui gestione è considerata insufficiente per un volume di 16 milioni di persone all'anno;

Dichiara apertamente ICOMOS, ufficio tecnico di UNESCO, che queste preoccupazioni non nascono dalla documentazione ricevuta dal Comune di Firenze ma da informazioni che hanno trovato sul web, nei vari siti istituzionali riguardanti i progetti e indica, come si fa nei report seri, anche gli indirizzi http che sono stati consultati: dal Centro Studi Turistici, all'Osservatorio Ambientale del nodo di Firenze, al Piano Strutturale, ecc. ecc.

Progetti che hanno confermato le segnalazioni arrivate da alcuni comitati cittadini lo scorso 10 marzo riguardo alla situazione idrogeologica di gran parte della città, soprattutto il centro storico, classificato con un tasso di rischio molto elevato. ICOMOS/UNESCO che si è addentrata nello studio dei vari progetti, rileva che non è stato considerato il grado di impatto di queste grandi opere infrastrutturali sulla città e che questi grandi scavi potrebbero essere una minaccia per la stabilità dei monumenti fiorentini sia durante i lavori sia dopo, a causa delle vibrazioni e della modifica degli equilibri idrogeologici. ICOMOS ritiene che il blocco imposto dalle indagini della Procura e dai problemi tecnici potrebbe essere un'opportunità per lo Stato Parte di fornire i dettagli, le informazioni tecniche e le valutazioni d'impatto, al fine di consentire ad UNESCO una valutazione completa delle grandi opere sul Patrimonio Mondiale dell'Umanità che è Firenze. Ma anche il nuovo Regolamento Urbanistico sembra non rispondere alle tutele previste da UNESCO in quanto detto Regolamento prevede la trasformazione di importanti edifici storici e ricorda, non a caso, che Firenze fu inscritta come "realizzazione artistica unica", per il modo in cui vi si riflette lo sviluppo dei principi architettonici che hanno avuto influenza in tutto il mondo. Per questo molti dei suoi importanti edifici devono essere visti come capolavori di architettura e preservati come monumenti.

La cosa sconcertante è che si vuole minimizzare sul "richiamo" di UNESCO al Comune di Firenze che ha pianificato da molto tempo questi progetti senza informare preventivamente il Comitato del Patrimonio Mondiale tramite il suo segretariato, come è richiesto dal paragrafo 172 delle Istruzioni operative. Si vuole nascondere la richiesta di urgenti informazioni sulle criticità rilevate, soprattutto le valutazioni di impatto surrogate da documentazione tecnica adeguata e le misure di mitigazione previste per i progetti in sotterranea al fine di scongiurare i problemi causati dalle vibrazioni e dalle inondazioni all'integrità dei monumenti.

UNESCO si è resa disponibile a fornire supporto tecnico per trovare delle soluzioni, vedremo se il Comune e il Governo (la TAV è un'opera statale) mostreranno eguale disponibilità ad accoglierla. Nel frattempo, ancora prima di avere in mano questa lettera, lo scorso 22 ottobre il gruppo consiliare fiorentino del M5S si è fatto promotore di un'iniziativa, sottoscritta da molti parlamentari, consiglieri regionali e comunali del Movimento, volta a segnalare ad UNESCO un'altra importante opera infrastrutturale che mette a rischio il Centro Storico di Firenze e la sua popolazione e di cui UNESCO sembra non avere notizia: il nuovo aeroporto di Peretola, con la pista di 2400 metri orientata a 12-30. La pista che il Ministero prevedeva poter essere usata solo in un senso, di fatto nel Masterplan si considera che in caso di difficoltà o più comunemente di venti sfavorevoli, possa essere usata anche nell'altra direzione, comportando con questo il sorvolo a bassa quota della città di Firenze, Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

Vedremo come reagirà a questa notizia UNESCO.
Ecco i nomi dei portavoce del M5S che hanno sottoscritto la lettera per UNESCO:

  • Deputato Diego De Lorenzis
  • Deputato Michele Dell'Orco
  • Senatrice Laura Bottici
  • Europarlamentare Marco Bullo
  • Senatrice Daniela Donno
  • Deputato Paolo Nicolò Romano
  • Deputato Arianna Spessotto
  • Deputato Nicola Bianchi
  • Deputata Paola Carinelli
  • Deputata Mirella Nuzzi
  • Deputato Alfonso Bonafede
  • Deputata Chiara Gagnarli
  • Deputato Filippo Gallinella
  • Deputata Federica Daga
  • Deputato Alberto Zolezzi
  • Deputata Patrizia Terzoni
  • Deputato Mirko Busto
  • Deputato Salvatore Micillo
  • Senatrice Sara Paglini
  • Senatrice Michela Montevecchi
  • Cons. Com. Firenze Silvia Noferi
  • Cons. Com. Firenze Arianna Xekalos
  • Cons. Com. Prato Mariangela Verdolini
  • Cons. Com. Prato Silvia La Vita
  • Cons. Com. Prato Gabriele Capasso
  • Cons. Metropolitano Giovanni Policastro
  • Cons. Reg. Toscana Andrea Quartini
  • Cons. Reg. Toscana Irene Galletti
  • Cons. Reg. Toscana Giacomo Giannarelli

I cittadini portavoce Gabriele Capasso, Silvia La Vita e Mariangela Verdolini del gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Prato.

Seguici sui canali ufficiali del Movimento 5 Stelle:
Website - Facebook - Twitter - Google+ - Youtube - M5S Prato

 


Prato - 

Il M5S è seriamente preoccupato per la deriva antidemocratica che sta attuando il partito di maggioranza in Consiglio Comunale.

Thumbnail image for com-stampa-big.jpg

pd-prato-antidemocratico.jpgIl PD infatti continua a fare ostruzionismo negando ai gruppi di minoranza il dibattito in Consiglio dei propri documenti (Mozioni e ODG). I documenti presentati sono fermi da oltre un anno in attesa di discussione. Ci chiediamo perché! Il M5S deposita costantemente proposte di mozioni e ordini del giorno, lo facciamo perché è diritto dei consiglieri proporre alla giunta delle azioni da intraprendere per il bene della città.

Evidentemente il PD aspira alla dittatura, visto che non permette un sereno dibattito in Consiglio ma anzi definisce le nostre mozioni assurde. Sintomatica la gaffe del capogruppo del PD Rocchi che, senza la discussione in Consiglio, ha mandato un comunicato stampa dichiarando che il M5S intasava il dibattito con le proprie mozioni. Peccato che ieri il dibattito si è focalizzato solo sulle delibere di Giunta fino alla chiusura della seduta.

Dalle recenti dichiarazioni di Alberti (PD) e Rocchi (PD), si evidenzia una superficialità e incompetenza da parte del PD nell'esaminare i nostri documenti visto che il dispositivo della mozione sull'emergenza abitativa non chiede di attivare un fondo ad hoc, ma di erogare i contributi direttamente alle persone per il pagamento dell'affitto di un alloggio reperito autonomamente o in caso di sfratto. Idem per la mozione sulle indennità del Sindaco e della Giunta, dove solo a titolo esemplificativo descriviamo quanto avviene in altri Comuni o in altre Regioni, ma la norma che permette di applicare la riduzione dell'indennità richiesta dal M5S è un Decreto Legislativo (267/2000). Paradossale la vicenda sulla proiezione del Film, visto che il M5S non aveva neanche l'intenzione di depositarla come mozione, la richiesta è arrivata direttamente dalla Presidente del Consiglio dopo una nostra comunicazione inviata a settembre. Infatti avevamo mandato una nota alla Presidente Santi dove chiedevamo alla Presidenza del Consiglio comunale di organizzare dei dibattiti o delle proiezioni nella nostra città del documentario "La Trattativa". Quindi se c'è qualcuno che intasa il Consiglio al massimo è la Presidente stessa.

Permetteteci allora anche a noi una nota polemica: i documenti assurdi spesso li presenta la maggioranza, esemplare è la mozione depositata dalla Capogruppo Sciumbata che è la Presidente della Commissione 1 Regolamenti, che impegna la Giunta a chiedere a se stessa la redazione del regolamento per la gestione degli spazi pubblici cittadini. Infine è da mesi che chiediamo di fare un Consiglio Comunali dalle 9 di mattina in modo tale da smaltire gli argomenti arretrati. Infatti oggi l'Ordine del Giorno degli argomenti da discutere in Consiglio presenta quasi 60 punti alcuni datati settembre 2014. Ma al PD non interessa, menomale che si chiamano partito "Democratico".

I cittadini portavoce Gabriele Capasso, Silvia La Vita e Mariangela Verdolini del gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Prato.

Seguici sui canali ufficiali del Movimento 5 Stelle:
Website - Facebook - Twitter - Google+ - Youtube - M5S Prato

 


Prato - 

Volere è potere... oggi 10 Novembre 2015, Prato sembra una città normale.

papa-francesco-prato.jpg

Ho visto per la prima volta un "centro storico" degno di tale nome. Fioriere e decori in ogni dove, strade pulite, vigili urbani che pattugliavano il territorio non in ronda solo per fare multe. Più in là mi sono accorto che sono sparite pure le prostitute dalle piazze e in giro neanche l'ombra di tossici o spacciatori neppure nelle stazioni FS. E a proposito di stazioni, ci sono addirittura tutti i treni in orario, anzi Trenitalia ha potenziato il servizio con ben 36 treni regionali in più, una pacchia per i pendolari stamattina, e nella banchina e all'ingresso ben 2 poliziotti. Dulcis in fundo gli autobus gratis, CAP ha infatti deciso, insieme al Comune e alla Provincia di Prato, di rendere gratuito il servizio di trasporto pubblico verso il centro città, già dall'inizio del servizio e fino alle ore 12 dello stesso giorno.

Poi c'è perfino un Sindaco che normalmente è perennemente latitante dai dibattiti pubblici e invisibile nei Consigli Comunali che invece "comunica" con i propri cittadini, certo solo con una telefonata spot con voce pre-registrata, ma accettiamo lo sforzo. Lo stesso Sindaco che decide che certi interventi non possono più aspettare e fa asfaltare e decorare diversi Km di strade cittadine, viene reso addirittura pedonale tutto il centro storico, neanche una macchina nelle ZTL, l'unica ammessa è una strana macchina bianca dal tetto alto e senza finestrini, e così anche l'aria è più respirabile.

Poi abbiamo anche un Questore che lancia un appello alla cittadinanza chiedendo collaborazione e si preoccupa di potenziare la sicurezza nelle strade. Intanto nottetempo locali aperti e veglia di giovani e così anche ASM lancia un appello in occasione della notte bianca, invitando tutti i cittadini a usare coni di cartone alla base di ceri e candele per evitare che la cera fusa finisca sulla pavimentazione delle piazze e programmando la pulizia straordinaria di tutto il centro.

Poi ho capito il perché di tutta questa "normalità", è la visita del Santo Padre nella nostra città. Papa Francesco dopo il mini tour dallo Stadio Comunale Lungobisenzio a piazza del Duomo ha lanciato ai pratesi il suo messaggio "Sono un pellegrino venuto in questa città ricca di storia e di bellezza". Sì Francesco, abbiamo una città bella ma solo per le visite importanti, poi in tutti gli altri giorni servirebbe un miracolo per un po' di normalità, o forse no?

Sicuramente no, il problema sono questi amministratori, incapaci di gestire ad ogni livello la cosa pubblica. I pratesi, come tutti i cittadini del resto d'Italia, pagano le tasse per avere dei servizi: strade asfaltate, strade pulite, strade sicure, strade decorate (non solo a Natale), aree pedonali dove passeggiare in tranquillità, mezzi di trasporto efficienti e puntuali e feedback da parte dei nostri amministratori. Allora che dire: Papa torni a trovare la nostra città più spesso!

I cittadini portavoce Gabriele Capasso, Silvia La Vita e Mariangela Verdolini del gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Prato.

Seguici sui canali ufficiali del Movimento 5 Stelle:
Website - Facebook - Twitter - Google+ - Youtube - M5S Prato

 


Prato - 

Consiglio Comunale sul tema dell'acqua. Dopo la spiegazione dell'Assessore all'ambiente Alessi il Movimento 5 Stelle ha presentato i proprio Ordini del Giorno e mozione (dal minuto: 11.10).


Di seguito il discorso:

"Grazie presidente,
dunque abbiamo depositato questi ordini del giorno pur sapendo che il potere decisionale che il Comune di Prato ha su queste tematiche è ormai minimo.

Tuttavia l'acqua pubblica è uno dei temi fondanti del M5S, infatti è una delle nostre 5 stelle, ma senza voler fare campagna elettorale mi rivolgo al PD chiedendo di approvare questi ordini del giorno, NON perché ve lo chiede il M5S, ma perché il 12 e 13 giugno del 2011, ben 27 milioni di italiani hanno deciso, con un referendum, che l'ACQUA deve essere PUBBLICA, cioè gestita fuori da logiche privatistiche e di mercato... Continua a leggere.

acqua_pubblica_m5s.png

...questo è quello che chiedevamo a Marzo 2015 con le nostre mozioni e ordini del giorno, tuttavia a seguito degli aggiornamenti dell'Assessore Alessi siamo disponibili a rimandare il voto e aprire un confronto in Commissione affinché, possiate tutti, per chi lo vorrà, redigere degli emendamenti e rendere più forti e condivisi questi documenti. Tra l'altro anche noi abbiamo pronti degli emendamenti che a questo punto porterò in commissione 4, quindi chiedo al Presidente della quarta commissione di calendarizzare quanto prima un incontro con l'Assessore Alessi. Grazie!"

Leggi qui gli Ordini del Giorno e la Mozione:

I cittadini portavoce Gabriele Capasso, Silvia La Vita e Mariangela Verdolini del gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Prato.

Seguici sui canali ufficiali del Movimento 5 Stelle:
Website - Facebook - Twitter - Google+ - Youtube - M5S Prato

 


Prato - 

Comunicato stampa su manifestazione di interesse finalizzata all'affidamento del processo partecipativo per la definizione degli aspetti identitari del territorio propedeutico alla creazione del brand della città di Prato e all'affidamento di attività di promozione.

Thumbnail image for Thumbnail image for com-stampa-big.jpg

Il M5S ritiene che l'idea di creare un "brand" per Prato, con annessa promozione, sia giustissima, così come avevamo richiesto mesi fa in una mozione che però il PD ha puntualmente bocciato.

Troviamo invece incomprensibile sia il costo che il metodo che l'Amministrazione sta adottando per creare il brand e promuoverlo.

Infatti a nostro avviso l'importo di 60.000 euro è troppo elevato, e il non passare da bando pubblico ma da un affidamento diretto preceduto da un semplice avviso di manifestazione d'interesse, risulta una procedura non in linea con le disposizioni vigenti. Difatti i 60 mila euro sono stati artificiosamente frazionati in due ovvero un importo da € 39.990 più un altro da € 20.000, il tutto per rimanere sotto la soglia dei 40 mila euro previsti dal TUEL in materia di affidamento diretto da parte di un Comune.

Ci chiediamo dunque perché l'Amministrazione Comunale non ha provveduto ad emettere un regolare bando pubblico, visto che anche gli affidamenti diretti sotto i 40 mila euro sono previsti solo per casi straordinari ed eccezionali e di natura temporanea. I bandi, a differenza degli affidamenti diretti, così come ha ribadito l'Anticorruzione nella missiva al Comune di Prato, garantiscono trasparenza, rotazione tra i fornitori e un risparmio per le casse del Comune.

anac-m5s-prato.jpg

Invitiamo infine tutte le società aventi i requisiti previsti nell'avviso a partecipare e ad inviarci segnalazioni di eventuali irregolarità. Procederemo comunque a depositare una question-time per il prossimo Consiglio e ad inviare relativo esposto alla Corte dei Conti per segnalare le irregolarità riscontrate.

I cittadini portavoce Gabriele Capasso, Silvia La Vita e Mariangela Verdolini del gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Prato.

Seguici sui canali ufficiali del Movimento 5 Stelle:
Website - Facebook - Twitter - Google+ - Youtube - M5S Prato

 

« Torna alla Homepage




Visitate anche il blog del Movimento 5 stelle Prato

Partecipa ai nostri eventi


About this Archive

This page is an archive of entries from Novembre 2015 listed from newest to oldest.

Ottobre 2015 is the previous archive.

Dicembre 2015 is the next archive.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.