MoVimento 5 Stelle Roma
M5SRoma

Webmaster 14 Luglio

campidoglio.JPGViviamo in un Paese in cui si derubano i risparmiatori del loro futuro per coprire le malefatte dei banchieri. Un Paese in cui si toglie la vita ai pendolari perché la politica divora i soldi che dovrebbe spendere per adeguare le linee ferroviarie regionali. Un Paese in cui gli italiani in povertà assoluta hanno superato la soglia dei 4,5 milioni. Un Paese in cui i parlamentari salvano il loro collega Luigi Cesaro ("Giggino 'a purpetta") dalle indagini della magistratura per gravi reati quali corruzione e turbativa d'asta. Un Paese in cui si cambia la Costituzione con i condannati in primo grado.

In questo Paese al buio, il M5S ha acceso una luce. A Roma, appena arrivati in Campidoglio, abbiamo già tagliato  7 milioni di euro accorpando logisticamente le commissioni nella sede di via del Tritone. Sui rifiuti la musica è cambiata, con le pulizie straordinarie, il piano di riattivazione degli impianti Tmb e le prime sanzioni pesanti per chi tratta la Città Eterna come una pattumiera. Sono soltanto due esempi, ma siamo appena all'inizio.
Malgrado ciò, malgrado questo scenario, il Pd e le opposizioni non trovano di meglio da fare che polemizzare su una questione inesistente quale è il presunto conflitto di interessi di Marcello Minenna per il suo ruolo di assessore capitolino al Bilancio, con delega alle partecipate (tra cui la quotata Acea), rispetto all'incarico dirigenziale in Consob.
L'incompatibilità di cui si vaneggia, per la legge non esiste. È sufficiente, infatti, consultare il sito web della Consob per constatare come l'Ufficio Analisi Quantitative, di cui Minenna è responsabile, non abbia alcuna competenza in materia di società quotate. La struttura, infatti, si occupa principalmente di una vigilanza risk-based, di tipo preventivo e continuativo, sui prodotti finanziario-assicurativi. 
Minenna, tra l'altro, è stato lo strenuo difensore di quegli scenari probabilistici che il presidente Consob Giuseppe Vegas e gli amici dei banchieri hanno fatto sparire dai prospetti informativi di certi prodotti di risparmio (obbligazioni subordinate, ad esempio) con cui gli istituti di credito hanno spennato i piccoli investitori (non solo quelli colpiti poi dal "salva-banchieri").
Minenna, peraltro, ha rinunciato allo stipendio da assessore. Dunque, sta lavorando gratis per i cittadini romani. Ed è già focalizzato su tutti i dossier che gli competono: dalla riorganizzazione delle partecipate all'assestamento di bilancio. Come primo atto ha risolto tutti i contratti dirigenziali a tempo determinato e portato a casa il piano di riequilibrio.
Mentre gli altri chiacchierano a vuoto, il M5S continua ad agire per il bene di Roma e del Paese.

comments powered by Disqus
MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

RDL 2016
Ti tolo

Movimento 5 Stelle di Roma