MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Sala Baganza - 

ponte-stretto-messina-caratteristiche-opera.jpg
Oggi i costi preventivati sono diventati € 8,5 miliardi, di cui il 50% a carico degli italiani.
Ma quali sono le vere priorità nazionali, per rilanciare economicamente il nostro ex Belpaese?
A me viene in mente, in ordine sparso:
- Rispondere a qualcuna delle oltre 100 procedure di infrazione che UE ha comminato al nostro Paese e per i quali ogni anno paghiamo multe salatissime, ad esempio rendere umane le nostre carceri, oppure incentivare il trasporto ferroviario e non quello su gomma

- Un riforma fiscale finalmente credibile e realmente equa, la quale ogni anno consentirebbe alle casse dell'erario di introitare oltre € 1 milardo in più

- Incentivare la politica Zero Waste sul trattamento dei rifiuti urbani

- Rilanciare il comparto delle energie rinnovabili, a partire da quello riferito al solare

- Incentivare la messa in sicurezza sismica tutti gli edifici pubblici

- Promuovere ed incentivare la messa in sicurezza sismica tutti gli edifici privati

- Salvaguardare tutto il nostro territorio dal dissesto idrogeologico, per il quale servirebbero oltre € 5 miliardi, che però ci raccontano non essere disponibili nelle casse dell'erario nazionale

- Fornire incentivi ai Comuni italiani per eliminare l'amianto da tutte le scuole pubbliche

- Promuovere ed incentivare le aziende edili ed i Comuni su progetti di recupero
ecosostenibile degli edifici esistenti, disincentivando il consumo di suolo

- Incentivare un cambio di paradigma culturale ed economico circa la riduzione degli imballi plastici

Eccetera, eccetera, eccetera....

Insomma, chi di noi vorrebbe che la nostra "abitazione" fosse costruita partendo dal tetto?
Nessuno!
Eppure il nostro Governo vorrebbe convincerci, con il rilancio del progetto del ponte sullo stretto, che non solo è possibile, ma che è addirittura prioritario......
Non facciamoci abbagliare nemmeno dai miraggi sui posti di lavoro, si tratta in realtà di uno squallido tentativo di blandire gli interessi delle grandi lobby che lo sostengono in prospettiva del prossimo quesito referendario sulle modifiche Costituzionali.

Votiamo NO, a questo scempio!

Patrizio Bimbi
(Consigliere M5S Sala Baganza)


Sala Baganza - 

Due anni di attività, due anni con una mozione approvata e deliberata senza emendamenti, due anni di attesa per vedere realizzata un opera prioritaria per la sicurezza di bambini ed anziani, possono valer la pena di aspettare una ulteriore settimana per veder pubblicato un pezzo anche con un titolo così infantile
Articolo Gazzetta di Parma - Bimbi (M5S): "i LAVORI SONO MERITO NOSTRO".jpg

ORTI SOCIALI A SALA BAGANZA


Sala Baganza - 

Una Mozione M5S presentata nel Luglio 2013, incredibilmente approvata (e deliberata) solo nel Settembre 2015 e paradossalmente non ancora realizzata dalla Giunta di Sala Baganza.
I tanti cittadini che aderirono al bando la reclamano a gran voce.

Presto, a seguito della prossima discussione in Consiglio Comunale di questa Interpellanza, la auspicata realizzazione dei tanto ingiustamente attesi Orti Sociali, un diritto dei cittadini ed un dovere di ogni buona Amministrazione Comunale, in particolare in questi tempi di difficoltà per tante famiglie..
Qui l'Interpellanza di prossima discussione:
M5S Sala Baganza_Interpellanza Orti Sociali_v0.pdf


Sala Baganza - 

"Buongiorno a Tutti.
Nel giorno del primo incontro del nuovo mandato amministrativo 2016-2021 della Giunta e del Consiglio Comunale di Sala Baganza appena eletti e che da oggi (a vario titolo) tutti rappresentiamo, nell'augurare a Tutti noi un quinquennio di proficuo, sereno e collaborativo lavoro, vorrei sottoporre alla Vs cortese attenzione la mia prima proposta di Mozione in oggetto.
Pur nella consapevolezza dell'impossibilità di poterla oggi trattare (sia per l'insufficiente preavviso della presente comunicazione, sia per le caratteristiche di straordinarietà che distinguono quello di oggi dai prossimi Consigli Comunali), alla luce dell'intrinseca urgenza correlata (lo stanziamento fondi relativo dovrebbe essere appena partito e sicuramente sarà apprezzato da molte Amministrazioni Comunali della nostra Regione) in contrapposizione alla scadenza naturale della sua doverosa istituzionale discussione (mi premurerò di presentare la Mozione in oggetto in tempi confacenti alla sua discussione in occasione del prossimo Consiglio Comunale, che avrà luogo auspicabilmente entro la fine del prossimo mese di Luglio), vorrei che ognuno ne prendesse visione (con particolare riguardo al Sig. Sindaco ed ai Sigg Assessori della Giunta) per creare i presupposti minimi utili all'attivarsi tempestivamente nel garantire al Comune di Sala Baganza la possibilità di poter attingere alla fruizione di fondi che vanno nell'interesse primario della cittadinanza ma anche rappresentano il primo passo verso l'applicazione di un principio che, a mio modesto avviso, rappresenta il minimo comune denominatore sia dei programmi che di quanto illustrato in campagna elettorale da parte di tutti noi."
Con il suddetto testo di accompagnamento, in occasione del 1° Consiglio Comunale della nuova Amministrazione (24/06/16), ho informalmente introdotto la sottostante Mozione.
Oggi l'ho ufficialmente depositata per discuterla in occasione del prossimo, e finalmente operativo, Consiglio Comunale di Luglio, precisando che, alla luce dell'urgenza intrinseca dettata dall'opportunità offerta dal bando regionale stesso, unitamente alla manifestazione di interesse ricevuta, auspico che la Giunta semplicemente possa ratificare una adesione al bando regionale già presentata, dando un senso fattivo alla suddetta opportunità in linea di coerenza con quanto dichiarato in campagna elettorale.
Mi auguro una folta partecipazione di pubblico, in quella occasione
‪#‎democraziadiretta‬

Qui la Mozione in oggetto:
M5S Sala Baganza_Mozione accesso bando partecipazione_v0.pdf


Sala Baganza - 

A Sala Baganza, dove 1/3 del territorio è occupato dal primo parco regionale italiano (il Parco dei Boschi di Carrega, da anni in degrado, degrado che non vede esente da colpe nemmeno la passata amministrazione, essendone l'attuale sindaco stato presidente fino al 2012-13 ), nei 2/3 rimanenti esiste una percentuale ormai esigua di terreno urbanizzabile del quale un ulteriore 10% è previsto possa essere edificato nel PSC approvato dalla stessa amministrazione Merusi, nel Maggio 2015.
Non bastava insistere nel realizzare 150 appartamenti già previsti nel vecchio PRG, si vogliono aggiungere altre 450 nuove unità abitative da creare, a fronte di tassi percentuali di nuovi residenti ben lontani dalle stime ISTAT (basate su periodi lontani dalla attuale fase recessiva) di cui si è ampiamente approfittato per cementificare.
Così come si finge di dimenticare che sul territorio ci sono già centinaia di locali vuoti, sfitti o abbandonati, che si dovrebbero recuperare
Nonostante ciò, su uno dei territori più cementificati della provincia di Parma, prelevale un comodo e strumentale silenzio di facciata.
Peggio, LISTA SOLIDARIETA' (PD) prova ad imbonire i propri elettori asserendo nel proprio programma che valuterà attentamente le priorità con le quali approvare le nuove costruzioni, di fatto smentendo un Piano Strutturale Comunale da loro stessi approvato, senza tenere in minimo conto le osservazioni che i cittadini presentarono durante l'iter in Consiglio Comunale
Cioè, coloro che negli scorsi 20 anni di amministrazione hanno fatto tutto il contrario, ora promettono di essere più attenti nel consumo di un suolo che non è il loro, ma dei loro figli, così come dei figli di tutti i cittadini di Sala Baganza.
I genitori di quei figli intanto possono ringraziare Lista Solidarietà per il conseguente ottenuto deprezzamento di circa il 30% degli immobili di loro proprietà.
Questa è la visione lungimirante con la quale si è amministrato e si vorrà amministrare il territorio.
Un visione allineata al tasso di consumo medio di suolo nazionale = 8 METRI QUADRI AL SECONDO.
Il 5 Giugno 2016, ricordatevi che QUESTO è il loro concetto di SOLIDARIETA'!
FERMIAMOLI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!
13336130_1186707921402510_2486263844452074437_n.jpg
Ndr → Con il postare questa foto (relativa al Comune di Sala Baganza e presa dal web, quindi già di pubblico dominio), non si intende ledere l'immagine di alcuna impresa edile, quanto renderla veicolo di diffusione di un fenomeno che ha danneggiato anche l'azienda in questione = il dissennato consumo di suolo promosso dalle amministrazioni comunali a discapito di una domanda troppo spesso inesistente


Sala Baganza - 

Ieri sera (in occasione del confronto pubblico tra candidati sindaco, in una sala Consigliare gremita), vi è stata chiara la sensazione di aver guadagnato fiducia, proponendo un cambiamento vero, fatto di idee concrete e di buon senso, realizzabili ed innovative, di partecipazione e di condivisione con tutti i cittadini, ripudiando clientelismi, estremismi, e contrapposizione ideologica, ma assumendo la responsabilità di curare solo l'interesse di tutti i cittadini di Sala Baganza.
Oggi, dalle 15 ancora in sala Consigliare, incontro pubblico su temi di stretta attualità come Riforma Costituzionale, Giustizia, Antimafia, insieme alla Parlamentare Giulia Sarti ed al Consigliere Regionale Gianluca Sassi.
Domani "tappezziamo" Sala Baganza, con le nostre facce di persone pulite e di "buoni "padri di famiglia", che si mettono a servizio dei cittadini, senza vergognarsi delle proprie idee di rottura con un passato che puzza di immobilismo, ma anzi orgogliosamente mostrando il simbolo politico di riferimento.
Anche questo è fare "cambiamento", rispetto a chi lo stesso coraggio non vuole trovarlo.
Continuate a seguirci, magari la prossima settimana potremmo avere finalmente l'occasione di CAMBIARE IN MEGLIO Sala Baganza.
Manifesti Bimbi (1).jpg


Sala Baganza - 

Con delibera n°36 del 7 Marzo 2016, tra l'altro contenente un pacchiano errore dovuto all'eccessiva pressione derivata dall'imminente campagna elettorale, che l'attuale giunta ha valuto emettere in tutta fretta, si collocano € 30.000 dalle tasche dei cittadini salesi per il restauro del monumento di Piazza Gramsci a Sala Baganza.
Ecco, aldilà dal volere tutelare la memoria di chi, combattendo una guerra voluta dalle aristocrazie europee è in una guerra, morì in una delle tante sanguinose battaglie allora combattute dal Regio Esercito, verrebbe da farsi qualche domanda.
Ed io mi chiedo se quella giunta sia la stessa che non trova soldi per aiutare le tante famiglie colpite nella alluvione del Giugno 2011, oppure se sia la stessa che negli ultimi 10 anni e solo per far cassa, ha svenduto all'incanto bene più prezioso, il proprio territorio, o se sia sempre quella che sta facendo morire il proprio tessuto commerciale locale, o che, aldilà di qualche estemporanea manifestazione sportiva, non fa nulla per i propri giovani?
Io credo che costoro abbiano perso o svenduto la propria anima, in nome del proprio prestigio personale e di quello del controllo del territorio del proprio partito, e nel farlo, utilizza impunemente risorse pubbliche per fini di parte ammantati dal simbolo del Comune.
E poi giudicate da Voi, vi pare dal video che il restauro richiesto, possa costare ben €30.000?
L'idropulitrice necessaria, se nessuno si offende, la offro io gratuitamente e se serve qualche fiorellino a completamento del decoro urbano, anche.
Vi pare che questa possa essere definita una priorità dell'attuale amministrazione comunale di Sala Baganza, o piuttosto una necessità di propaganda fatta dagli stessi amministratori per gli eredi da loro stessi designati però pagata a spese di tutti i Salesi?

#DILATUA

Patrizio Bimbi
(Candidato Sindaco M5S Sala Baganza)


Sala Baganza - 


Cittadini di Sala Baganza,
la primavera è sbocciata, gli alberi sono in fiore e la terra sta offrendo i propri migliori prodotti di stagione.
Siete contenti dei vostri orti pubblici?
Come dite, scusate, non esistono?
Ma dai, non ci credo.....
Guardate che il gruppo consigliare del Movimento 5 Stelle, gia nell'estate del 2013 propose una Mozione, poi approvata dal Comune, per la creazione dei cosiddetti Orti Sociali, cioè un appezzamento di terreno comunale da concedere a tutti i cittadini interessati, per consentire loro di fare autoproduzione di prodotti della terra.
Un modo, in periodo di crisi, anche per offrire un contributo all'economia famigliare.
Pensate che, ci dissero, c'era bisogno di provare che ci fosse reale richiesta, e quindi a Dicembre 2013, furono pretese almeno 20 sottoscrizioni di cittadini residenti.
In un solo mese ne furono raccolte una trentina!
3 ANNI DOPO, mi state dicendo che ancora gli orti non esistono???
Indignatevi allora cari cittadini, ed andate a chiedere alla Amministrazione Comunale di Sala Baganza, come mai non ha ancora adempiuto a tale OBBLIGO AMMINISTRATIVO.
Volete davvero che questi personaggi, velenosi e incapaci, continuino a decidere il destino del vostro Comune?

Patrizio Bimbi
(candidato Sindaco M5S Sala Baganza)1521421_719262454753616_1032883293_n.jpg


Sala Baganza - 

Patrizio Bimbi.jpg
La giunta Merusi non vuole sostenere il Parco dei Boschi di Carrega
Venerdì 27 Aprile la giunta Merusi ha respinto la mozione M5S con cui si richiedeva al Comune di appoggiare l'Ente Parco dei Boschi di Carrega nell'organizzazione di un festival nazionale di Land Art (opere d'arte temporanee collocate all'aperto e realizzate con materiali naturali reperiti nei boschi).
Tale evento, inserito nel bicentenario dell'arrivo di Maria Luigia d'Austria, avrebbe pubblicizzato i Boschi, attratto turismo e rinvigorito l'economia di Sala Baganza.
Circa un anno fa il consigliere Giuseppe Distante ha incontrato personalmente il proprietario del Casino dei Boschi Dott. Raffaele Carrega, il Presidente dell'Ente Parchi del Ducato Dott. Agostino Maggiali ed il Sindaco Cristina Merusi, nell'ottica di contribuire fattivamente al progetto.
Sempre un anno fa il Movimento 5 Stelle insieme con Paolo Bussi, presidente dell'associazione salese "Amici del Parco e del Casino dei Boschi di Carrega", si è attivato per mettere in contatto le Giunte di Parma e Sala Baganza, nelle persone dei due rispettivi assessori alla cultura.
Il principe Carrega ha accolto con entusiasmo la proposta, così come il Presidente dell'Ente Parchi del Ducato. Quest'ultimo, però, in mancanza del supporto del sindaco Merusi che, ricordiamo, ricopre anche la carica di assessore alla Cultura, è stato costretto a fare ufficiosamente un passo indietro.
Il respingimento da parte della giunta della mozione Land Art è pertanto solo l'atto finale di una operazione di boicottaggio iniziata diversi mesi fa. Ritengo pertanto risibili le ragioni di questa amministrazione che, pur essendo a conoscenza del progetto da circa un anno, dichiara di non aver avuto il tempo materiale per poterla sostenere entro la scadenza della ricorrenza del Bicentenario di Maria Luigia.
Mi vedo costretto a prendere atto che la paura di attribuire un merito ad un avversario politico ha vinto rispetto la necessità di tutelare gli interessi del paese ed il suo patrimonio.
L'amministrazione attuale si è dimostrata ancora una volta diffidente e miope.
Se è vero che nell'ambito di impresa prevalgono legittime logiche di profitto (non previste nel gestione pubblica), è altresì vero anche che esse generalmente dipendono più da fattori di efficienza che da equilibri politici interni; parallelamente verrebbe da dire che, se il sindaco Merusi fosse stato dirigente di una azienda il cui fine fosse soddisfare i propri portatori di interesse, sarebbe da tempo già stato licenziato per manifesta incapacità gestionale.
Patrizio Bimbi
Candidato Sindaco
M5S Sala Baganza