MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

EuroMoVimentiamoci


San Donato Milanese - 



E' l'Europa che ti Meriti? Vota!

Vieni a informarti su come finanziare il tuo Lavoro, lo Sviluppo e l'Innovazione con i soldi europei a cui hai diritto e che loro continuano a sprecare.


GIOVEDÌ 15 MAGGIO 2014
Ore 21


il MoVimento 5 Stelle di San Donato Milanese organizza
un incontro a tema presso la Sala UTE, Strada Unica Bolgiano.


Saranno presenti i Portavoce Consiglieri Regionali e i
Portavoce Consiglieri Comunali di San Donato del M5S


Incontro 15 maggio 2014.png


San Donato Milanese - 

Ancora una volta il MoVimento 5 Stelle di San Donato M.se si trova a denunciare pubblicamente la manipolazione dell'informazione pubblica da parte dell'amministrazione. Si tratta di un gesto volto ad ostruire la libera circolazione di informazione su fatti di interesse pubblico per la cittadinanza.

View imageNell'articolo che abbiamo scritto sul numero di aprile 2014 del giornalino comunale non ci è stato consentito di pubblicare un intero paragrafo che faceva riferimento all'abbandono dell'aula da parte di un consigliere di maggioranza (l'intero articolo potrete trovarlo sui nostri canali di comunicazione usuali).

Le motivazioni addotte a questo taglio sono che l'articolo è giunto in redazione dopo il 12 marzo (termine entro il quale occorre inviare il proprio pezzo alla redazione) e che venivano riportati con dettaglio fatti accaduti successivamente al la data prevista per la chiusura del redazionale.

Vi diranno che esiste un regolamento (votato da tutti i gruppi tranne che dal Movimento 5 Stelle) che gestisce la pubblicazione degli articoli dei gruppi consiliari sul giornalino SDMese e che questo va rispettato.

Vi diranno che è stato omesso (noi diremmo censurato) un intero paragrafo perché l'articolo è stato inviato dopo il giorno 12 del mese e che quindi non poteva contenere riferimenti a quanto accaduto, dopo quella data, durante il consiglio comunale del 14 marzo.

Vi racconteranno, come al solito, le loro storie....

Ma allora, se queste sono le motivazioni, ci chiediamo perché non sia stato cancellato anche il paragrafo precedente dove viene fatto chiaro riferimento al voto contrario espresso dalla nostra consigliera portavoce ("Infine, il 14 marzo, insieme a un altro consigliere di minoranza, la Capogruppo Salamina ha votato No alla richiesta di Eni di innalzare di un piano il Sesto Palazzo Uffici...").

A noi sembra invece che la redazione di San Donato Mese si sia rifiutata di pubblicare integralmente l'articolo del M5S perché faceva riferimento a contrasti nella maggioranza:. tali dissidi hanno portato a sfiduciare il vice-sindaco con motivazioni esclusivamente politiche. O qualcuno crede che si debba sfiduciare un vicesindaco per divergenze sull'estetica di un futuro palazzo da costruire?

E ci chiediamo ancora perché in fase di revisione degli articoli ci è consentito di vedere gli articoli scritti dagli altri gruppi di minoranza ma non quelli scritti dalla maggioranza né tanto meno i contributi scritti dai componenti della giunta. Conoscere in anticipo gli articoli dei gruppi della minoranza potrebbe fornire vantaggi editoriali solo al Direttore responsabile del giornalino, cioè al Sindaco, perché la verità è che il mensile comunale di San Donato Milanese, ad oggi, rappresenta sempre più un organo di propaganda della maggioranza, con tanta enfasi sulle azioni della giunta, lasciando poche righe alle iniziative delle minoranze, ora soggette anche ad attenta validazione di conformità preventiva di quello che viene scritto.

"I cittadini possono essere informati, ma il come lo decidiamo noi". In sintesi questo sembra essere il pensiero dell'attuale amministrazione. E noi invece Vi diciamo che, nello spirito della trasparenza, continueremo a denunciare ogni forma di limitazione dell'informazione verso i Cittadini..

Finora solo il MoVimento 5 Stelle ha dimostrato a tutti i livelli di essere coerente con le promesse fatte.


San Donato Milanese - 

E' quello che viene in mente leggendo il regolamento presentato dalla maggioranza relativamente alle modalità di dismissione del patrimonio pubblico. In pratica il regolamento sembra costruito ad arte per facilitare il più possibile la formula della "trattativa privata" nella vendita degli immobili comunali.

E' vero che è previsto il bando pubblico di gara ma quando leggiamo che si baserà su perizie chieste a discrezione del dirigente tecnico anche a "professionisti esterni", che la pubblicità si limita in sostanza all'albo pretorio on line - quello che normalmente leggiamo tutti la mattina prima di andare al lavoro, no? - e che per importi inferiori ai 200.000 € non è neanche obbligatorio, beh qualche sospetto ci viene.

Il Movimento 5 Stelle ha un modo completamente diverso di intendere la politica tesa ad "allargare" la partecipazione dei cittadini a tutte le attività del Comune ivi compresa la dismissione dei beni comunali.
Ci stiamo preparando quindi a dare battaglia su questo regolamento "farsa" presentando una consistente quantità di emendamenti che si ispirano tutti allo stesso principio: se e quando è realmente necessario vendere un bene comune, tutti i cittadini devono essere messi nelle condizioni migliori per poter partecipare al bando.

Gli emendamenti che presenteremo si sintetizzano in:
1) chiarire al meglio quando un bene comunale può essere oggetto di vendita e per quali fini saranno impiegate le risorse previste dalla vendita;
2) limitare il più possibile il ricorso alla trattativa privata, riducendo il limite al di sotto del quale il bando pubblico può essere evitato dai 200.000 € previsti dalla bozza di regolamento a 50.000 € ;
3) limitare lo "sconto" concedibile in regime di trattativa privata al massimo al 25% del prezzo di base d'asta (nella bozza di regolamento non è previsto nessun limite oggettivo);
4) al fine di valorizzare al meglio i beni comunali proporremo di rendere obbligatorie almeno due perizie di valutazione di cui una sempre effettuata dall'Agenzia delle Entrate di Milano (e non lasciare così al Dirigente comunale la facoltà di scelta: chi rassicura altrimenti i cittadini su tale scelta?)
5) prevedere una maggiore pubblicità rispetto a quella minima di legge, introducendo l'obbligo di affiggere manifesti, pubblicare un estratto del bando sul giornalino comunale SDMese (altrimenti a cosa serve se non ad informare i cittadini di una vendita di un bene comune), sui quotidiani locali e sul Bollettino Regionale o Gazzetta Ufficiale a seconda dell'importo previsto.

Sono tutte proposte che vanno nella direzione di tutelare il Bene Pubblico nell'interesse dei cittadini per arginare il tentativo di un regolamento che di fatto lascia le mani "libere" ai Dirigenti Comunali e alla Maggioranza di turno di fare quello che vogliono "a norma di regolamento".

Questa volta bocciare i nostri emendamenti in Consiglio Comunale non sarà così semplice perche' dovranno darne conto ai Cittadini che potranno informarsi leggendo la bozza di regolamento sul nostro sito insieme a tutti gli emendamenti proposti.

INVITIAMO TUTTI I CITTADINI A COMMENTARE I NOSTRI EMENDAMENTI.
PARTECIPATE!
Grazie.

Delibera+Regolamento: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/sandonatomilanese/Delibera_%2B_Regolamento%20immobili.pdf

Emendamenti 5 stelle: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/sandonatomilanese/Emendamenti%20alienazione%20immobili.doc


vendesi-300x202.jpg


San Donato Milanese - 

All'interrogazione del Movimento 5 Stelle sulla riqualificazione della Stazione di Borgolombardo, il Sindaco di San Donato Milanese ha risposto dopo soli 7 giorni: bene!
E per la prima volta, ad una nostra interrogazione il Sindaco risponde anche in maniera piuttosto chiara ed articolata, con obiettivi, proposte di soluzioni e possibili tempistiche: altrettanto bene!
Se nel metodo riconosciamo che in questa occasione siano stati fatti dei passi in avanti rispetto alle prime risposte ricevute su altri temi altrettanto importanti per i cittadini di San Donato (così come dovrebbe sempre essere), nel merito restiamo abbastanza basiti sulla proposta di convenzione tra i Comuni di San Donato e San Giuliano e RFI.

Di fatto, nella manutenzione ordinaria del sottopasso i due comuni si prendono carico di attività che RFI è tenuta ad eseguire e sulle quali ha pesantemente latitato in questi ultimi anni, portando la stazione di Borgolombardo ad uno stato indicibile di degrado e pericolosità per i suoi utenti.

Considerando che nella risposta alla nostra interrogazione viene ammesso esplicitamente che le stazioni (e relativi sottopassi) "sono, a tutti gli effetti, proprietà di RFI,", la quale "dovrebbe provvedere alla loro decorosa gestione autonomamente" e che, avendo RFI dichiarato "di non disporre delle risorse per manutenere le piccole stazioni quali quelle ospitate dal nostro territorio, è emersa la necessità che i Comuni si facciano carico di parte degli oneri al fine di fornire ai cittadini utenti della linea S1 un servizio più decoroso, viste anche le potenzialità di tale linea ferroviaria e viste le previsioni di addivenire a un aumento delle frequenze di transito", alla nostra amministrazione chiediamo allora: perché a pagare le inefficienze altrui ci devono rimettere sempre i cittadini?

I soldi che il comune dovrà annualmente trovare per la manutenzione ordinaria del sottopasso sono soldi pubblici: il Comune, al contrario di RFI, è diventato improvvisamente ricco? E perché non si è chiesto ad RFI di rispettare i suoi oneri? Forse perché RFI ha "minacciato" di chiudere la stazione?

E ad RFI e al Comune di San Giuliano chiediamo: i soldi per riqualificare la stazione di Borgolombardo non ci sono, mentre quelli per costruire la nuova fermata di Zivido si?

Ecco, nel merito il Movimento 5 Stelle cercherà di ottenere ancora altre risposte nella speranza che queste giungano altrettanto chiare e puntuali.

P.S.: continuate a firmare la petizione promossa dal Comitato di cittadini "Di Vittorio-Parri"

Fonti:
Interrogazione del Movimento 5 Stelle San Donato Milanese;
http://www.sandonato5stelle.com/wp-content/uploads/2013/10/M5S_Interrogazione_Stazione_Borgolombardo.pdf

Risposta del Sindaco:
http://www.sandonato5stelle.com/wp-content/uploads/2013/10/risposta-interrogazione-su-stazione-Borgolombardo.pdf

Oneri manutentivi di RFI:
http://www.rfi.it/cms/v/index.jsp?vgnextoid=e03e8c3e13e0a110VgnVCM10000080a3e90aRCRD

La nuova stazione di Zivido:
http://www.lorenzanosindaco.it/2013/10/stazione-di-zivido-il-sindaco-finora-solo-esselunga-ha-rispettato-gli-accordi-versando-parte-della-fideiussione/

Petizione promossa dal Comitato Di Vittorio-Parri:
http://www.comitatodivittorioparri.it/
http://www.activism.com/it_IT/petizione/riqualifica-della-stazione-di-borgolombardo/44309


San Donato Milanese - 

POVERA SCUOLA (SOPRATTUTTO PER I SANDONATESI)!

Anche quest'anno si e' discusso in Consiglio Comunale (ad anno scolastico in corso) dei soldi che vengono stanziati da parte del nostro Comune a favore del diritto allo studio.
La nostra amministrazione ci fa sapere attraverso il giornalino SDMese di Settembre (prima ancora che il piano finanziario venga discusso in commissione ed approvato in consiglio comunale) che nulla è cambiato rispetto allo scorso anno in termini di impegno economico preso nei confronti delle famiglie sandonatesi.
Peccato però che così non è e che a pagarne dazio saranno la scuola pubblica e soprattutto i residenti a San Donato.

Sì, perché da un lato si continua ad elargire fondi alla scuola privata a fronte di una popolazione studentesca frequentante la Maria Ausiliatrice che per la metà è composta di alunni non residenti a San Donato.
E vi diremo di più. Pensate che il numero degli studenti non residenti iscritti alla scuola paritetica è superiore al totale di tutti gli alunni non residenti iscritti in tutte le scuole pubbliche di San Donato!
L'applicazione della nuova convenzione, che prevede che i fondi stanziati vadano "solo alle famiglie disagiate sandonatesi", verrà monitorata da noi con particolare scrupolo (anche con l'audizione della commissione paritetica preposta al controllo), vista la poca trasparenza sulle modalità di erogazione adottata in passato .

Un'altra voce che riguarda le tasche dei cittadini, e soprattutto la stabilità delle casse comunali, riguarda il servizio di refezione scolastica, la cui gestione, a partire da quest'anno, è stata riportata all'interno della sede di Via C.Battisti a seguito del fallimento di ACS.
Ci chiediamo come mai l'attuale amministrazione non sia ancora in grado di fornire i dati (richiesti in Commissione Collettività) relativi al passivo di bilancio per questa voce: crediamo che i cittadini debbano essere informati su quanto ammonta l'insolvenza da parte dei morosi da quando questa giunta è in carica e a che punto sia il recupero crediti.
Cosa ha fatto l'amministrazione a riguardo?
E quali sono le proposte per evitare che alcune famiglie non paghino la mensa dei propri figli pur usufruendo del servizio?

A partire da quest'ano scolastico, poi, le tante famiglie i cui alunni frequentano le scuole pubbliche di San Donato, Terzo Circolo a parte, si troveranno di fronte ad una novità: l'accorpamento della loro scuola materna o primaria o media in un unico Istituto Comprensivo, spesso di notevoli dimensioni (oltre 1.100 alunni per Istituto).
La causa sta nella delibera IX/3744 del 11/07/2012 della Regione Lombardia che, a differenza di altre regioni, recependo integralmente quanto fissato dalla Legge nazionale 111/2011 (una delle manovre del Ministro Tremonti per fronteggiare la crisi finanziaria), sta applicando a tappeto e senza eccezioni l'accorpamento degli istituti scolastici in Istituti Comprensivi.
Finora abbiamo appoggiato la scelta fatta da questa Giunta di non piegarsi totalmente alla mera attuazione di una verticalizzazione che tenesse conto solo dei tagli e dei numeri a scapito di una più sostanziale continuità didattica.
Questo è il motivo per il quale appoggiamo molto volentieri la proposta avanzata dall'Associazione Genitori di San Donato che chiede all'assessore all'Istruzione di mantenere a San Donato Milanese anche per gli anni successivi lo schema organizzativo previsto per l'anno 2013/14 (due comprensivi e un circolo), come soluzione provvisoria in modo da poter studiare ed implementare entro un numero di anni ragionevole una terza scuola media a Poasco.

pinocchio9.gif


San Donato Milanese - 


Il 10 ottobre ci troviamo dalle ore 21.00 alle ore 23.30
Sala Ute, Via Unica Bolgiano - San Donato Milanese

Discuteremo di:
- nuove modalità di svolgimento delle riunioni, più veloci e decisive. Ognuno potrà esporre il proprio punto di vista ma in non più di 3 minuti, ognuno dei presenti potrà votare e si deciderà a maggioranza. Valutermo anche se e come definire la modalità di decisione on line.
- ascolteremo i nostri consiglieri Alessandra ed Enrico raccontarci le ultime novità dal consiglio comunale
- decideremo quali battaglie portare avanti e quali progetti proporre nel breve termine, prioritario è trovare idee per creare lavoro a San Donato per chi non ce l'ha.
- varie ed eventuali


San Donato Milanese - 


Il 10 ottobre ci troviamo alle ore 21.00 al 11 ottobre alle ore 23.30
Sala Ute, Via Unica Bolgiano - San Donato Milanese

Discuteremo di:
- nuove modalità di svolgimento delle riunioni, più veloci e decisive. Ognuno potrà esporre il proprio punto di vista ma in non più di 3 minuti, ognuno dei presenti potrà votare e si deciderà a maggioranza. Valutermo anche se e come definire la modalità di decisione on line.
- ascolteremo i nostri consiglieri Alessandra ed Enrico raccontarci le ultime novità dal consiglio comunale
- decideremo quali battaglie portare avanti e quali progetti proporre nel breve termine, prioritario è trovare idee per creare lavoro a San Donato per chi non ce l'ha.
- varie ed eventuali


San Donato Milanese - 


Il 6 di Settembre inizierà alla Camera la discussione sulla modifica dell'art. 138 della Costituzione, l'articolo-cassaforte che stabilisce come si cambia la nostra Carta.
Tre giorni dopo, il 9, si voterà e poi di corsa la discussione passerà in Senato: perché c'è urgenza di presidenzialismo.

I parlamentari del MoVimento 5 Stelle sono stati gli unici a fare l'impossibile per evitare questo scempio. Dopo lunghe sedute notturne in aula sono riusciti almeno ad evitare che il 138 venisse fatto a pezzi furtivamente durante il mese di Agosto.

37033_620531591324942_448680096_n.jpg

Ma ora siamo al momento decisivo.

IN DIFESA DELLA COSTITUZIONE, ANCHE iL MOVIMENTO 5 STELLE DI SAN DONATO MILANESE SARA' IN PIAZZA CON UN PROPRIO BANCHETTO PER INFORMARE ADEGUATAMENTE I CITTADINI.

SAREMO SABATO 7 SETTEMBRE IN PIAZZA BOBBIO (fronte Esselunga).
VI ASPETTIAMO!

LA COSTITUZIONE È DI TUTTI NOI.
CHIUNQUE SI RICONOSCA IN QUESTA BATTAGLIA E' INVITATO A PARTECIPARE ALL'EVENTO.
LE PERSONE DEVONO SAPERE LA VERITÀ!


San Donato Milanese - 


Gli attivisti locali del Movimento 5 Stelle di San Donato Milanese terranno un incontro operativo aperto alla cittadinanza su un unico punto:

- Gestione della comunicazione

Come ormai di routine sara' anche un incontro d'ascolto dei cittadini che vorranno far presente ai consiglieri comunali esigenze e situazioni problematiche riferite al territorio ed i servizi comunali.

Vi attendiamo !

Venerdi 21 Giugno 2013, presso la Sala Marchetti di via Parri 12 h 20:30 - 23:00

Parri 12.jpg


San Donato Milanese - 

I candidati a San Donato Milanese

  • user-pic
    Alessandra Salamina
  • user-pic
    Alessandro Solano
  • user-pic
    Angela D'Uggento
  • user-pic
    Antonella Lupo
  • user-pic
    cinzia massafra
  • user-pic
    Enrico Giampieri
  • user-pic
    EUGENIO MARANO
  • user-pic
    ilaria mugnos
  • user-pic
    Innocente Curci
  • user-pic
    maria elena velardi
  • user-pic
    Maria Grazia Villani
  • user-pic
    Mario Ingenito
  • user-pic
    Michelangelo Pettorossi
  • user-pic
    m_mirco
  • user-pic
    NICOLA AMATO
  • user-pic
    Novomundo
  • user-pic
    Riccardo Cazzola
  • user-pic
    roberto bianchi
  • user-pic
    Rosario Sorrentino
  • user-pic
    SILVANA BEVILACQUA
  • user-pic
    simona ciampa
  • user-pic
    Stefano Romani
  • user-pic
    Tiziana Prestia

   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons