MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

San Giorgio a Cremano - 

luigi gallo

Cari cittadini
Oggi nella nostra rubrica "Un Cittadino in Parlamento" intervisteremo il deputato Luigi Gallo.
Come di consueto queste sono le nostre domande:

dove sei nato?
A Prato, ma vissuto praticamente sempre a Torre del Greco.

Qual è il tuo titolo di studio?
Sono Laureato in Ingegneria Informatica con specializzazione successiva di 2 anni per l'insegnamento di Elettronica nelle scuole superiori.

Da quanto tempo sei nel MoVimento 5 Stelle?
Dal principio, con le prime liste regionali del 2009 in Campania, ma la ricchezza del MoVimento è quello di mettere insieme persone che da anni sono attive in tante lotte sociali sui territori.

Che lavoro svolgevi prima di entrare in Parlamento?
Ero docente in un istituto professionale di scuola secondaria.

A quale iniziative hai partecipato con il MoVimento 5 Stelle?
Innumerevoli: sul tema della gestione dei rifiuti, sull'acqua pubblica, sul blocco del depuratore di rifiuti industriali a Torre del Greco, sul decoro e la pulizia urbana, sulla mobilità sostenibile.

A quanto ammonta il tuo stipendio netto?
3297 euro invece che 5139, ma c'è da aggiungere la diara per il soggiorno a Roma. Noi del MoVimento 5 Stelle restituiamo tutto ciò che non rendicontiamo e non spendiamo.In 2 mesi e mezzo ho restituito quasi 13000 euro, soldi che senza troppi scrupoli gli altri politici trattengono volentieri sul proprio conto personale.

Fai parte di qualche Commissione Parlamentare?
Si, la VII commissione che si occupa di cultura, università, ricerca e scuola, ma anche di contenuti radiotelevisivi, diritti d'autore, spettacolo, musica, sport, comunicazione ed editoria.

Quali credi siano le cose più importanti che il MoVimento 5 Stelle ha realizzato da quando è entrato in Parlamento?
Il MoVimento 5 Stelle ha iniziato a dettare l'agenda del Paese, alcuni punti sono diventati prioritari grazie alla nostra presenza in Parlamento, penso ad esempio al taglio delle province. Tuttavia la politica dei partiti è fatta di proclami e parole a vuoto ed è in atto un trasformismo solo di facciata. Tentano di riciclarsi per l'ennesima volta e combattono contro l'estinzione.

Uno dei provvedimenti più importanti del MoVimento 5 Stelle è la non esigibilità delle cartelle esattoriali per le imprese che vantano crediti verso le pubbliche amministrazioni e anche il ripristino dei fondi tagliati alla ricerca.

Sei favorevole alla partecipazione degli eletti del MoVimento 5 Stelle ai talk show?
Sono programmi che spettacolarizzano la politica, affrontando, spesso, solo la superficie di alcuni problemi e con pochi approfondimenti. I meccanismi della TV premiano, troppo spesso, non bravi politici, ma bravi attori. Preferisco trasmissioni che si dedicano maggiormente ai fatti e ad una informazione meno mediata possibile. Tuttavia dovremmo capire come contrastare le tante falsità che politici e giornalisti affermano sul nostro conto.

A quali disegni di legge hai contribuito?
Ho collaborato sul progetto di legge del falso in bilancio e quelli relativi alla commissione cultura, abolizione al finanziamento pubblico ai giornali, incentivi agli operatori del mondo musicale, interventi per la riduzione delle tasse universitarie.

Quali credi sia la prima cosa da affrontare in Italia e cosa proponi per realizzarla?
Il reddito di cittadinanza è fondamentale. La situazione è talmente grave che dobbiamo intervenire al più presto per evitare che altre persone si tolgano la vita perché senza speranza.

Per ora abbiamo depositato la proposta di legge di iniziativa popolare, ma stiamo lavorando ad una nostra proposta di legge più ampia , che sia anche solida e con le dovute coperture finanziarie.

Come valuti i risultati delle recenti elezioni amministrative?
Buone. Abbiamo più consiglieri e sindaci rispetto a mesi fa. La nostra è una rivoluzione culturale lenta, ma inarrestabile che mira alla diffusione della partecipazione e all'esercizio della democrazia diretta.

Svolgi altre attività in Parlamento?
Sono capogruppo della Commissione Cultura per il MoVimento 5 Stelle e quindi sono chiamato maggiormente ad attività di coordinamento e di raccordo. Non ci sono solo progetti di legge, ma anche atti ispettivi, emendamenti, impegni al governo, assemblee per le decisioni del gruppo, lavoro in aula e in commissione. Ho realizzato un'interpellanza urgente sul caso Deiulemar.

Ora interverrò sulla gestione dei servizi idrici dell'ATO3 in Commissione Ambiente e ho depositato diverse interrogazioni sul mondo della scuola sul tema del reclutamento.

Quando è possibile si collabora anche con il ministro Carrozza (ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ndr) che apprezza molto le nostre competenze.

In cosa deve ancora migliorare il MoVimento 5 Stelle secondo te?
Nella comunicazione. E' il nostro tallone d'Achille. Il mondo dei giornalisti e dei media si muove secondo regole e dinamiche che non riusciamo a comprendere del tutto. Ma è anche vero che l'Italia è al 57° posto nella classifica della libertà di stampa, dopo Sudafrica, Moldavia, Ungheria, Taiwan, Burkina Faso, Niger, Haiti, Slovenia, Ghana e Capo Verde.

Cosa farai al termine dei 2 mandati?
Intanto devo terminare il primo mandato.

Saranno poi  i cittadini a decidere se sono degno e utile per un secondo mandato.

Luigi pubblica costantemente dei video per informare i cittadini sul suo operato in Parlamento.

E' di certo uno dei deputati più attivi del nostro Paese.

La parola d'ordine deve essere " TRASPARENZA", chiunque deve poter vedere l'operato dei nostri parlamentari. Siamo certi che il caro Luigi continuerà a rendere partecipi i cittadini, solo così possiamo scardinare un sistema malandato.

Buon lavoro Luigi, i cittadini te ne sono grati!


San Giorgio a Cremano - 

occupycomune1SAN GIORGIO A CREMANO, 10/07/2013 - Il Movimento 5 Stelle di San Giorgio a Cremano ha da questo momento occupato l'aula del Consiglio comunale cittadino.

L'iniziativa è partita a seguito dell'ennesima seduta pubblica, fissata in data odierna, e scioltasi per mancanza del numero legale. Numerose le defezioni in aula in particolare quelle del Sindaco, del Vice Sindaco e di gran parte della Giunta. Anche le forze di opposizione hanno appoggiato la proposta partita dal Consigliere comunale del Movimento 5 Stelle cittadino Danilo Cascone che dichiara: << Stamattina abbiamo assistito all'ennesimo spettacolo vergognoso di una Amministrazione comunale che fugge dalle proprie responsabilità. Il Consiglio comunale, organo sovrano eletto dai cittadini, è stato svuotato di ogni potere e significato. Ormai viviamo da mesi una situazione politica di stallo. Pertanto in questo momento abbiamo deciso di occupare, appoggiati dalle forze di Opposizione, la sala del Consiglio comunale per denunciare questo increscioso andazzo. Chiediamo dunque le dimissioni ad horas del Sindaco e dell'intera Giunta! >>.

In questo momento l'aula del parlamentino sangiorgese è occupata a tempo indeterminato da un gruppo di attivisti del Movimento 5 Stelle e dai Consiglieri comunali di opposizione.

ACCORRETE CITTADINI! RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA CITTA'!

CLICCA QUI PER L'EVENTO FACEBOOK!



San Giorgio a Cremano - 

pedestriansavePer migliorare la viabilità e la sicurezza stradale il Comune pensa bene nel 2010 di utilizzare dei fondi (ex art 208 D.lgs. 30/4/92) derivanti dalle sanzioni amministrative per l'acquisto di sistemi di sicurezza per passaggi pedonali e di monitoraggio della viabilità.

Preoccupandosi dell'incolumità dei pedoni, in particolare in prossimità delle scuole, e per far assumere agli automobilisti un comportamento più consono al rispetto delle norme, il Settore Polizia Municipale decide il 21/9/2010 con determina dirigenziale n° 248 l'acquisto di 10 Pedestrian save (ovvero dei segnalatori luminosi di passaggi pedonali) spendendo 19.998 €.

A distanza di pochi giorni (det. Dir. n° 269 del 4/10/2010) si ritiene che servano anche 5 sistemi di controllo e monitoraggio della viabilità, spendendo altri 19.986 €.

Passano solo due mesi (det. Dir. n° 316 del 6/12/2010) e si sente il bisogno di altri 10 segnalatori (ancora 19.998 €) e per finire non si può evitare di spendere (det. Dir. n°134 del 9/6/2011) altri 7.428 €.

...E COSI NELL'ARCO DI POCHI MESI VENGONO SPESI 67.410 €! EVVIVA!

A questo punto ci si chiede:

  • Perché effettuare quattro affidamenti diretti, in rapida sequenza e sempre alla stessa ditta?!
  • Non si poteva fare una gara ad evidenza pubblica, consentendo così la massima partecipazione e trasparenza, con un sicuro risparmio economico per la collettività?
  • Perché le determine dirigenziali del settore polizia municipale sembrano non tener conto dell'art. 29 d.lgs. 163/2006 che vieta il frazionamento artificioso dell'appalto finalizzato ad eludere l'applicazione del diritto comunitario?!

Una persona abituata a pensar male potrebbe dire che, essendo la soglia legale per gli affidamenti diretti fino al 12 luglio 2011 di 20.000 €, nel momento in cui vi siano diversi affidamenti diretti per un importo inferiore a tale soglia, oltretutto emanati a breve distanza temporale l'uno dall'altro, si sia voluto eludere la disciplina generale che richiede la gara ad evidenza pubblica, ma noi mai potremmo accogliere una lettura del genere perché, in effetti a pensar male... si fa peccato!

Peccato che questo "vizietto" che si ripete spesso crei un danno ai cittadini che con questa procedura hanno meno garanzie di trasparenza rispetto ad una gara pubblica e spesso finiscono con lo spendere di più

A tale proposito il Movimento 5 stelle in data 30/5/2013, tramite il proprio Consigliere Comunale ha protocollato una interrogazioneche sarà discussa domani 26 Giugno, a Sindaco e Giunta chiedendo anche di verificare eventuali responsabilità e quali sistemi di controllo sono stati attivati per evitare il ripetersi di casi di affidamento diretto "plurimo".

Attualmente il limite di legge per l'affidamento diretto è di 40.000€ ma purtroppo il vizietto non è sparito.... continua....

Il lupo - politico - (con buona pace dell'amico a quattro zampe), perde il pelo (e a volte nemmeno quello) ma non il vizio ...


San Giorgio a Cremano - 

Nel (ormai lontano) '96 veniva approvata la legge sul riutilizzo sociale dei beni confiscati alle organizzazioni criminali. Una bella vittoria per tutte le associazioni, come Libera, che lavorano quotidianamente per contrastare le mafie di questo paese.
Come succede spesso, l'applicazione della legge ha però incontrato problematiche varie, debolezze di sistema, ostacoli e ritardi di natura burocratica. E San Giorgio ne è un esempio.
Abbiamo difatti provato a chiedere al Dirigente del Settore Patrimonio se sul territorio comunale l'Ente ha in gestione uno di questi immobili (clicca qui per visualizzare la richiesta).

E così abbiamo scoperto che risultano confiscati due appartamenti, entrambi in via F. Cappiello n. 207 (P.co Quadrifoglio), i quali erano stati destinati uno a "casa sociale gruppo di appartamento per anziani" e un altro a "comunità alloggio per minori".

Difatti dalla nota di risposta emerge che <<il Dirigente del Settore Programmazione Economica comunicava che gli appartamenti sono stati inclusi nella procedura ad evidenza pubblica per l'affidamento dei "servizi plurimi in interventi di assistenza sociale alla categorie svantaggiare" e più precisamente che gli stessi sono stati inclusi nell'art. 20 del capitolato del predetto appalto, quale concessione a titolo gratuito per la realizzazione di una casa famiglia per minori e di una struttura per anziani >>

Ad oggi, in mancanza di un contratto tra la Società che attualmente gestisce i servizi sociali e l'Ente, gli appartamenti sono ancora liberi e inutilizzati, ma manutenuti periodicamente con spese naturalmente a carico della collettività.

Il Movimento 5 Stelle di San Giorgio si è già impegnato ad approfondire la problematica e a sottoporre all'attenzione dell'Amministrazione tale inefficienza attraverso la I Commissione "Affari Sociali" di cui il nostro Consigliere Cascone ne è Presidente.
Riteniamo che sia una modo giusto ricavare un'utilità sociale dai beni riconquistati alle mafie, è un messaggio positivo che deve essere lanciato alla popolazione!

San Giorgio non può e non deve sottrarsi a questo compito.


San Giorgio a Cremano - 

Sabato 15 giugno alle 17 in Piazza Troisi, incontro pubblico del MoVimento Cinque Stelle di San Giorgio a Cremano.
Una nuova occasione di dibattito, di dialogo e di conoscenza di quelli che sono gli obiettivi del M5S San Giorgio e di come intende perseguirli.
Un'opportunità preziosa anche per comprendere le attività e i progetti che i neoeletti a 5 Stelle stanno portando avanti da quando sono entrati in Parlamento.

Domande, curiosità , dubbi e proposte potranno essere espressi dai cittadini che lo vorranno, in un clima di sereno confronto sui temi che ci stanno a cuore e ai quali stiamo lavorando con perseveranza e determinazione.

Avrai la Possibilità di conoscere il MoVimento San Giorgio "da vicino", conoscere le persone che ne fanno parte, gli intenti che li accomunano, parlare con il nostro consigliere Danilo Roberto Cascone che ci spiegherà cosa accade in Consiglio Comunale.

Se pensi di non volerti occupare di politica, prima o poi sarà la politica ad occuparsi di Te!
Ti aspettiamo, sabato 15 giugno alle 17 in Piazza Troisi!

Clicca qui per l'evento Facebook!

assembleapubblica

- See more at: http://www.movimentosangiorgio.it/#sthash.wIG1FqNK.dpuf

San Giorgio a Cremano - 

La storia è sempre la solita, di quelle sentite e risentite praticamente da sempre.
Per questo, per raccontarvela, cominciamo con il più classico dei prologhi, ossia, il "c'era una volta... "anzi, per la precisione  "c'erano una volta il Comune di San Giorgio a Cremano e una ditta appaltatrice..."
Il primo attore, il Comune, è una star e non ha bisogno di presentazioni mentre la co-protagonista della storia è una ditta, la Ge.Ma., figlia di una gara d'appalto indetta per la gestione e la raccolta dei Rifiuti Solidi Urbani (RSU).
Come da routine narrativa, la nostra buona e bella Ge.Ma. risulta essere ovviamente la più efficiente e la più economica. Lo è senza dubbio, ma solo fin quando nella storia non fa irruzione un gruppo di cittadini attivi e curiosi che indagando sul virtuosismo della ditta scopre che, in base a quanto previsto dal capitolato di appalto, la brava Ge.Ma. commette sistematicamente una serie di inadempimenti:

1)   Le singole utenze non vengono fornite e rifornite in misura adeguata di tutte le tipologie di buste, sacchi e secchielli per la raccolta dei RSU. Nell'allegato alla relazione tecnica è prevista la fornitura di borse di tela, sacchi di carta da 10lt e secchielli da 25lt per la frazione organica, secchielli da 40lt per la frazione residua, sacchi di carta da 50lt per la carta e infine sacchi LDPE da 220lt per multi-materiale;

2)   Agli automezzi messi in servizio manca la scritta "Città di San Giorgio a Cremano - Servizio d'igiene Urbana", come previsto dall'art. 41 del capitolato;

3)   La ditta è obbligata a fornire, secondo un calendario predeterminato, ogni singola utenza di tutte le tipologie di buste per la raccolta della RSU presso il proprio domicilio, questo è quanto previsto dal piano industriale allegato al capitolato d'appalto. Invece sembra che rilasci i sacchetti solo a chi presenta la ricevuta dell'avvenuto pagamento della TARSU e solo a chi ne fa esplicita richiesta presso i locali della ditta, ubicati a Via Mazzini;

4)   Non sono state predisposte e pubblicate sul sito istituzionale del Comune tutte le informazioni inerenti al prelievo a domicilio dei materiali ingombranti e speciali assimilati ecc. (art.35 comma 4);

5)   La ditta sembra non provveda alla redazione e alla distribuzione di dépliant informativi sulle modalità di conferimento dei rifiuti da distribuire al domicilio di tutti gli utenti (Art. 35 comma 1);

6)   La ditta non si occupa dei periodici e adeguati lavaggi dei carrellati ubicati sul suolo pubblico o assegnati agli utenti in comodato d'uso. Invece l'art.33 del capitolato speciale d'appalto prevede lavaggio e disinfestazione almeno mensile nel periodo che va da Novembre a Aprile, mentre ritiene necessaria una cadenza quindicinale per il periodo Maggio/Ottobre.

Svelata la vera natura della bella ma non tanto trasparente Ge. Ma., il popolo fu messo di fronte alla realtà dei fatti, stupito e perplesso degli inadempimenti così palesi della ditta appaltatrice (dei quali sino ad oggi nessuno si era accorto) cominciò a porsi delle domande.

Accadde una cosa "fantastica" il popolo stimolato dalla conoscenza si attivò per cercare di ricevere le risposte che meritava. Iniziò quel processo di partecipazione che viene visto come un'utopia ma che è l'unico modo per portare il cambiamento e per avere delle amministrazioni efficienti e rispettose di coloro che li hanno scelti!!

Purtroppo si sa le parole, per quanto possano essere aguzze non bastano di certo ad impensierire un  gigante del calibro dell'amministrazione comunale.

Per questo, per tentare almeno di scalfire la corazza dell'omertà, occorre necessariamente  brandire una potente arma e trovare qualcuno capace di sferzare un poderoso attacco. Quindi in una fiaba che si rispetti a questo punto entrerebbe in scena il SUPEREROE!! Ma nella nostra storia sui generis non è previsto questo ruolo, anche se abbiamo a disposizione qualcosa di strettamente adattabile a tale scopo.

Infatti la realtà a volte può superare l'immaginazione e le cose possono risolversi in modo molto più semplice, con l'impegno e l'onestà di un cittadino attivo che rispetta il valore del suo ruolo e la volontà del popolo, che lo ha scelto e voluto, il nostro Consigliere a 5 Stelle Danilo Roberto Cascone.

Grazie all'ausilio di un'arma possente messa a disposizione dalla democrazia che risponde al nome "dell'interrogazione consiliare", in data 24/04/2013 il nostro eroe-consigliere interroga in sede istituzionale Sindaco e Giunta per ricevere delle delucidazioni in merito al caso Ge. Ma. avanzando ogni perplessità popolare sopra descritta. Purtroppo la storia che tanto fiaba non è, non finisce qui, ma presto vi faremo sapere come sono andate le cose, o meglio, vi faremo sapere cosa ci hanno risposto Sindaco e Giunta.


 To be continued..


San Giorgio a Cremano - 

Caso surreale quello segnalato da alcuni cittadini nelle foto che vedete.

Sembra tutto pronto per l'apertura dell'uscita autostradale su via della villa Romana, per chi proviene da Salerno, se non fosse per un piccolo particolare...c'è un palo in mezzo alla carreggiata!

Da diverso tempo i lavori sono terminati, ma l'uscita, non è ancora operativa.

Il nuovo svincolo potrebbe alleviare gli annosi problemi di traffico agli automobilisti diretti alla zona alta di San Giorgio e ai paesi limitrofi.

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto chiarimenti in merito, a breve approfondiremo la vicenda.

P1060570P1060566


San Giorgio a Cremano - 

NoAlFalsoStrano apprendere del tuo matrimonio attraverso i giornali!

"I grillini sposano Giorgiano" questo è il titolo dell'articolo apparso questa mattina su rete news 24.

Il titolo oltre ad essere completamente falso e tendenzioso, è anche in contraddizione con il contenuto dell'articolo stesso.

Leggendolo infatti, le dichiarazioni del Cons. Cascone, sono chiare e inequivocabili, coerenti con la linea politica del Movimento 5 Stelle. Collaboriamo con le altre forze politiche per il bene comune e su iniziative che riteniamo giuste, ma senza apparentamenti o alleanze decise a tavolino. Non entreremo mai in nessun governo cittadino dalle larghe intese!

Una spiegazione plausibile è che per fare qualche visita in più al loro sito web i redattori hanno pensato bene di scrivere titoli civetta per ingannare gli utenti, contravvenedendo alle regole e all'etica professionale, rientrando così nella categoria dello spam o peggio pubblicità ingannevole!

Come si può immaginare prontamente abbiamo inviato un comunicato stampa di smentita, apparso (com'è giusto che sia) sullo stesso sito poco dopo.

Prenderemo in considerazione la possibilità di agire per via legale, per ristabilire la verità dei fatti e per garantire un'informazione che sia libera e veritiera.

Certo per un sito che opera da meno di una settimana, non è proprio una bella figura! Se il buongiorno si vede dal mattino...


San Giorgio a Cremano - 

Chi di voi, percorrendo Via Cupa San Michele, strada secondaria ma non per questo poco importante, si è mai chiesto se questa fosse pedonale? Stiamo parlando di una piccola arteria strategica per la propria funzione di collegamento tra "zona Nord" e "zona Sud" della Città che negli anni è salita agli onori della cronaca per i numerosi atti di criminalità subiti a danno dei malcapitati passanti causati dalla scarsa sicurezza.

Il dubbio è lecito in quanto, nonostante la Delibera di Consiglio comunale n. 18 che nel lontano 05/04/1995 istituiva la pedonalizzazione nel tratto Via Manzoni-P.tta S.Anna (oggi Piazza S.Pio) con chiusura permanente al traffico ed a qualsiasi veicolo, a tutt'oggi si vedono autovetture transitare in quella zona soprattutto nell'orario di apertura e di chiusura dei cancelli del plesso scolastico "Don Milani". A ciò si aggiunga che la suddetta Delibera, proposta all'epoca dai Consiglieri Franzese, Vitrone, Migliaccio, La Rocca, Porciello e Cozzolino prevedeva anche:

1. l'adozione della strada da parte dei bambini al III Circolo didattico;

2. l'inserimento della strada in un programma di controllo del territorio con un' attenta e continua vigilanza da parte della P.M.

Il provvedimento di cui innanzi fu attuato mediante l'adozione delle Ordinanze Sindacali n. 488 del 5/10/1995 e n. 496 del 10/10/1995 con le quali fu stabilito, tra l'altro, l'impiego e l'installazione, nell'area oggetto della pedonalizzazione, di dissuasori di sosta al fine di rendere efficace e reale l'impedimento al transito di tutti i veicoli.

Ma non finisce qui. Ci fa sapere il Dirigente del Settore Polizia Municipale, ad una nostra richiesta di spiegazioni, che: "considerata la necessità di realizzare in tempi brevi alcune fasi del programma politico amministrativo, con nota prot. gen.le n. 43668 del 2/12/2008, fu richiesto al Collegio dei Revisori dei Conti del Comune apposito parere, propedeutico all'eventuale incarico per attività di Energy Manager e Mobility Manager per il coordinamento dei processi e la pianificazione nella logica di struttura complessa degli interventi in materia ambientale e di gestione del ciclo integrato dei rifiuti". Dopo aver incassato il parere positivo del suddetto Collegio il nostro super consulente  (Ing. Antonio Di Maria, unico idoneo e prescelto) scelto per la sua peculiare e specifica competenza, non rinvenibile all'interno dell'organico comunale, decide così, a seguito di un profondo studio sul caso, di individuare come soluzione la fornitura e posa in opera di:

a) N. 2 composizioni D1 completa di n. 1 seduta;
b) N. 2 composizioni D2 completa di n. 2 sedute;
c) N. 1 portabiciclette a rastrelliera di cm. 164;
d) N. 1 Stop & Go modello multipla sade cm. 235 ad apertura singola.

Questa dunque in sintesi la soluzione proposta dal super-tecnico costatoci 25.000 € (leggiqui l'incarico) in un anno per la sua consulenza. Da questo momento in poi parte il solito waltzer delle "somme urgenze" per l'acquisto della suddetta fornitura. Con diverse Determine dirigenziali si provvede così, stante l'urgenza, ad abbellire la strada con fioriere, rastrelliere e segnalatori il tutto con una spesa prima di 19.900€ e poi di 15.600€. Il tutto tramite affidamenti diretti, naturalmente.

Ma ecco che la sorpresa è dietro l'angolo...Dalla nota ancora si legge che "In maniera del tutto informalecasuale l'A.C. questa Dirigenza è venuta a conoscenza che la Deliberazione Comunale n. 18/1995 nonché l'ordinanza sindacale n. 496 del 9/10/1995, innanzi citati, sono stati annullati dal TAR Campania con sentenza n.03594/2011 per incompetenza e violazione dell'art. 7 del Decreto Legislativo 30 Aprile 1992 n. 285 rendendo di conseguenza nulli tutti i provvedimenti relativi."

In parole povere Via Cupa San Michele dal 2011 è ufficialmente una strada non pedonale ma al tempo stesso non può nemmeno essere considerata una strada adibita al traffico veicolare in quanto non rispetta i requisiti di sicurezza previsti dal  Codice della Strada (mancanza di marciapiedi II tratto, ristrettezza della carreggiata). Insomma stiamo parlando di una strada che non è né carne, né pesce. Tutto questo mentre continuano a transitare auto e continuano ad insistere cartelloni stradali (ormai vandalizzati) indicanti l'approssimarsi di un'area pedonale. Il Dirigente del Settore Polizia Municipale ha sollevato la questione al Sindaco ed al Vice Sindaco al fine di ricevere un indirizzo dalla politica per la risoluzione della problematica.

Intanto noi cittadini non staremo a guardare, ed è per questo che abbiamo deciso di costituire unComitato che si occupi della problematica. Cercheremo di approfondire la questione con l'obiettivo di vederci chiaro e suggerire delle soluzioni all'Amministrazione comunale. Insieme possiamo!

Ci vedremo, per il primo incontro del Comitato, Mercoledì 22 Maggio dalle ore 21:00 presso lo Chalet Troisi.

Qui di seguito il gruppo Facebook: "Comitato Via Cupa San Michele".


San Giorgio a Cremano - 

A volte anche gli oggetti diventano famosi. Quale cittadino sangiorgese non ricorda il celebre monitorcostato 23.500 euro nel novembre 2011?

monitor scomparsoIl totem mutimediale, perchè di questo si tratta e non di un semplice display, si è rivelato un ulteriore acquisto sbagliato e non necessario per la città di San Giorgio a Cremano, uno spreco vero e proprio.
Nella relazione istruttoria, inviata dal settore infrastrutture e pianificazione territoriale, si legge che il sistema "Digital Signage" sarà inserito nella rete metropolitana di telecomunicazioni in fibra ottica, svolgendo funzioni informative circa le attività comunali e quindi di comunicazione istituzionale.
La domanda sorge spontanea: per informare i cittadini era proprio necessario acquistare un totem multimediale bluetooth e wi-fi con funzione touch screen? Non sarebbe stato sufficiente un display o un monitor di ultima generazione il cui costo non avrebbe superato i 1000 euro? Era necessario acquistare il prodotto e i servizi ad esso collegati tramite CONSIP e quindi senza effettuare relativa gara d'appalto?
Purtroppo queste sono domande già obsolete, eh si,  perché il nostro caro display non si trova più in piazza Vittorio Emanuele II, nei pressi della Casa comunale, dove era stato installato; esso è sparito da vari mesi per essere sottoposto ad attività di manutenzione.
Il 5 febbraio 2013 il Consigliere comunale del Movimento 5 stelle di  San Giorgio a Cremano, Danilo Cascone,  ha richiesto di poter prendere visione degli atti riguardanti il totem scomparso e la relativa manutenzione; il Settore Ambiente e Nuove Tecnologie del Comune ha informato il consigliere che "il display in questione è stato smontato in quanto sottoposto a riparazione. Lo stesso attualmente si trova, funzionante, presso il servizio nuove tecnologie in attesa di disposizione dell'Assessore all'innovazione, per essere posizionato in altro sito" .
Sì, avete capito bene, il totem costatoci 23.500 euro da mesi non è più al suo posto, non svolge più la sua funzione di servizio ai cittadini, è custodito da 5 mesi in attesa di essere posizionato in un' altra zona cittadina, e guardate come è custodito...

monitor scomparso
Non era meglio forse rinunciare a quest' acquisto? In fondo i cittadini ne fanno a meno da 5 mesi... La motivazione addotta all'acquisto: "totem multimediale in grado di connettersi alla rete dati del Comune per offrire servizi ai cittadini" non sarà, Dio ce ne scampi, il preludio all'ampliamento di questo servizio per renderlo fruibile anche da altri punti del territorio Comunale? In questo caso, sarà bene prepararsi a moltiplicare i costi per n siti di "godimento di servizi innovativi". Il MoVimento 5 Stelle del comune di San Giorgio a Cremano continuerà a seguire la vicenda, perché certo di non trovarsi di fronte all'ultimo caso di spreco di soldi pubblici...

Clicca qui per visualizzare l'interrogazione che verrà letta durante la prossima seduta di Consiglio comunale.

I candidati a San Giorgio a Cremano

  • user-pic
    danilo roberto cascone
  • user-pic
    CATERINA CLORINDA MOSCHELLA
  • user-pic
    Ciro Ottaviano
  • user-pic
    enzo pizzi
  • user-pic
    Ivana Meomartini
  • user-pic
    Laura Raia
  • user-pic
    luigi lauro
  • user-pic
    Margherita Veneruso
  • user-pic
    mario fonisto
  • user-pic
    Michele Riccardi
  • user-pic
    pasquale longobardi
  • user-pic
    pasquale maiolino
  • user-pic
    Pietro Nicosia
  • user-pic
    Rosanna Tremante
  • user-pic
    sabino
  • user-pic
    salvatore cifariello