MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Scandicci - 

Dobbiamo dirti qualcosa di importante.
Qualcosa che riguarda come intendiamo agire nei confronti di chi usa questa città come un laboratorio sperimentale di illegalità che si intreccia con tutti i poteri forti della politica ed economia italiana.
Vogliamo informarti su cosa intendiamo fare nell'ambito della lotta alla illegalità presente anche nella nostra regione, illustrando le criticità rilevate nella gestione del PIANO PEEP di Badia a Settimo e San Colombano, esempio di scempio di denaro pubblico in Italia, e aiutarti ad ottenere giustizia.
TI ASPETTIAMO

b754af11-e15e-4f13-87bb-3595bb8dba24.jpg

#acquapubblica


Scandicci - 


**Consiglio Comunale del 20/3/17**
Ieri in Consiglio abbiamo ricordato che domani è la giornata mondiale dell'acqua e che ripubblicizzare l'acqua è un dovere civile ed un impegno politico dovuto all'esito del referendum sull'acqua finora vergognosamente disatteso.
Il tema della giornata 2017 è migliorare la qualità dell'acqua riducendo l'inquinamento ed il rilascio di prodotti chimici e scorie pericolosi.
Riconducendo la tematica alla gestione locale, ovvero PUBLIACQUA Spa, duole rilevare come i suoi vertici siano sotto inchiesta per DISASTRO AMBIENTALE. Nel dicembre 2015 si verificò nel fiume PESA una moria di pesci: nei pressi dell'acquedotto le acque erano diventate color ocra, biancastre e verdastre. Secondo le accuse ciò si sarebbe verificato per lo sversamento illecito nel fliume delle acque e dei fanghi residui di depurazione. Il Presidente VANNOLI, l'AD. CARFI' e tre dirigenti erano già indagati in precedenza per gestione abusiva di rifiuti, scarichi reflui non autorizzati, alterazione delle bellezze naturali.
Se le accuse saranno confermate è devastante, aberrante ed inammissibile che il gestore delle acque pubbliche si renda colpevole di gravissimi reati ambientali.
Quanto alla ripubblicizzazione dell'acqua si fa rilevare che PUBLIACQUA Spa ha come socio maggioritario al 40% la società ACQUE BLU FIORENTINE spa i cui soci sono:
SUEZ ITALIA Spa, propaggine italiana di una multinazionale francese per il 24,82% e
ACEA SPA, società quotata in borsa in cui il socio maggioritario è ancora la società SUEZ ITALIA Spa.
L'acqua è un bene comune inalienabile e la sua ripubblicizzazione non solo è possibile ma è DOVEROSA.
Riporteremo l'argomento in Consiglio.
Inoltre nel Consiglio di ieri è stata approvata unanimemente la mozione presentata dal M5S per sollecitare la revisione delle modalità di calcolo della tariffa in modo che sia tenuto del numero dei componenti del nucleo familiare.
Vamos.


Scandicci - 

**Consiglio Comunale del 20 marzo 2016**
L'intervento del Consigliere Calabri sulla mozione delle Camere Ardenti.
** L'antefatto.
Il PD presenta una mozione che impegna il Sindaco e la Giunta a rivedere il prossimo regolamento urbanistico tenendo conto del fatto che le Camere Ardenti siano realizzate in spazi consoni.
La questione sta a cuore al comitato di cittadini che si dall'inizio si oppone alla costruzione delle Camere Ardenti nel quartiere di San Giusto.
Il Comitato dei cittadini aveva annunciato che sarebbe stato presente alla seduta del Consiglio del 16 febbraio 2017.
La mozione era calendarizzata dopo tante altre mozioni e non sarebbe neppure stata discussa ad oggi, e forse nemmeno nei prossimi Consigli Comunali, visto il ritmo di discussione delle mozioni.
In Conferenza dei Capigruppo, dove spesso ci si accorda sull'ordine di discussione delle mozioni, è stato richesto espressamente di discuterla per prima, in quanto il comitato cittadino aveva annunciato la sua partecipazione al Consiglio Comunale.
Risposta del Capogruppo PD Alexander Marchi: NO.
Siamo in Consiglio. Vista la presenza di decine di cittadini viene riproposta la richiesta di anticipare la discussione della mozione PD.
Risposta del Capogruppo PD Alexander Marchi: NO.
Allora per rispetto delle decine di cittadini presenti in sala consiliare, dopo un breve scambio di opinioni fra le forze di opposizione, abbiamo deciso di chiedere il rinvio di tutte le nostre mozioni al Consiglio comunale succesivo, possibilità prevista dal regolamento comunale.
Sono così rimaste in ordine del giorno solo 3 mozioni PD, di cui la terza, quella sulle camere ardenti, è potuta andare in discussione.
** Il fatto.
Nel Consiglio comunale del 20 marzo il Consigliere PD Carlo Calabri interviene (secondo me impropriamente) nello spazio delle comunicazioni dei consiglieri per leggere una considerazione politica su quanto accaduto in Consiglio il 16 febbraio 2017.
Esprime "indignazione" per quanto accaduto, lo indica come atto "degradante della politica", una strategia "mai vista", una "strumentalizzazione politica".
Ritiene che qualcuno "abbia fatto credere" ai cittadini che ci fosse una soluzione, che i cittadini siano stati soggetti ad "inganno", che si sia superato il "limite civile", che la gente sia stata "presa in giro.
** La valutazione.
Avevo anche io un intervento da fare nelle comunicazioni consiglieri, ed ho fatto rilevare che non avrei replicato in quella sede, non essendo, da regolamento, previsto un dibattito sulle comunicazioni dei consiglieri.
C'è poco da fare, quando i cittadini sono presenti in Consiglio, il PD perde la ragione, avendo ormai perso il contatto con il territorio e con le persone.
L'avere utilizzato il regolamento comunale per dar modo di dibattere una mozione cogente, sulla quale un comitato cittadino si è attivato, per la quale sono intervenuti in sala decine di cittadini, non è un atto degradante della politica, ma un atto di rispetto verso i nostri unici datori di lavoro, verso gli unici detentori della libertà di sostenere o meno le azioni dei loro rappresentanti, i soli detentori della "sovranità popolare".
Quanto alle considerazioni che questi cittadini siano stati ingannati e presi in giro, invito chiunque, direttamente coinvolto ed a conoscenza dei fatti, a commentare per dire se mai, il Movimento 5 Stelle, su questa vicenda, abbia ingannato, preso in giro o fatto credere qualcosa a qualcuno.
Cittadini mobilitatevi, riprendete la sovranità che vi appartiene.
Siate Sindaci di voi stessi, della vostra strada, del vostro quartiere.
Non smetterò mai di ripeterlo.
Questo modo di fare politica è vecchio, morto ed ormai sepolto.
#tuttiacasa.


Scandicci - 

Lo scorso 18 marzo , abbiamo partecipato all'incontro "ILLEGALITÀ E COMITATI D'AFFARI NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI" presso la tenuta di Suvignano (Monteroni d'Arbia - Siena), bene confiscato alla mafia. alla presenza di numerosi portavoce comunali e attivisti e dei consiglieri portavoce regionali Gabriele Bianchi e Enrico Cantone, e del senatore portavoce Mario Michele Giarrusso, Valerio Bencini, Consigliere Portavoce M5S al Comune di Scandicci, interviene a fine lavori per presentare il lavoro fatto dal M5S di Scandicci in questi anni sulla questione del PEEP di Badia a Settimo, cogliendo l'occasione per invitare tutti il prossimo
sabato 25 marzo, alle ore 10:00
a Scandicci, presso la saletta del CNA in via 78° Reggimento Lupi di Toscana
per un incontro con i cittadini interessati e colpiti dagli avvenimenti riguardanti le cooperative edilizie a Scandicci, con particolare riguardo alla cooperativa UNICA.
Sarà un momento importante di confronto e di presentazione di quanto è stato fatto in questi anni, e su quali saranno i passi futuri del MoVimento su questo tema.
Noi non ci arrenderemo mai, loro neppure, ma gli conviene?
Perché è impossibile battere chi non si arrende mai.
Vi aspettiamo tutti.


Scandicci - 


La gente che passa dal nostro gazebo del sabato rimane spesso sbalordita a guardare i progetti dei palazzi di 7 piani che verranno realizzati nell'area fra le poste ed il palazzo della Cassa di Risparmio.
Le domande sono sempre le stesse:
Possibile? Ma chi li utilizzerà? Ma c'è bisogno? Ma se il mercato immobiliare è fermo! Ma sono mostruosi.
E' di oggi l'articolo che se ne occupa prendendo spunto dal Piano delle opere allegato al bilancio comunale che sarà posto in discussione entro il mese di marzo.
Da quando siamo in Consiglio abbiamo sempre votato contro un bilancio che si fonda sulla alienazione di beni comunali e sul consumo del suolo.
Fra un pò andrà in discussione il nuovo piano urbanistico. Il Sindaco in due occasioni, parlando del vincolo paesaggistico decaduto sull'area adiacente la Badia di Settimo si è rivolto a noi ammonendo più meno così:
"vedremo in occasione dell'approvazione del nuovo piano urbanistico cosa avrete da ridire quando vedrete che in quell'area sono stati dimezzati i volumi edificabili!"
E' ovvio che valuteremo il piano nel suo complesso e la nostra posizione sarà chiara e ben definita.
Sapete che da dati ISPRA il consumo del suolo è "...... tra il 2013 e il 2015 le nuove coperture artificiali hanno riguardato altri 250 chilometri quadrati di territorio, ovvero, in media, circa 35 ettari al giorno. Una velocità di trasformazione di circa 4 metri quadrati di suolo che, nell'ultimo periodo, sono stati irreversibilmente persi ogni secondo."
https://it.wikipedia.org/wiki/Consumo_di_suolo
Ed in funzione della necessità per il futuro dei nostri figli e nipoti di di mettere un freno deciso a questo meccanismo trarremo le nostre conclusioni sul nuovo piano urbanistico.
Se avete dei dubbi venite in consiglio a vedere come voteremo sul bilancio previsionale e sull piano delle opere che lo contraddistingue.
Per noi
#cementozero
#stopconsumodelsuolo
non sono solo hashtag.
Buona lettura e.... passate dal gazebo a vedere i progetti grafici.

17202734_1815411725376501_3367443599077184338_n.jpg

La Badia di Settimo


Scandicci - 


Valerio Bencini, consigliere portavoce M5S al Comune di Scandicci, parla dell'ultima seduta del 6 marzo 2017, nella quale si è affrontato (o quasi) il problema del recupero della Badia di Settimo.


Scandicci - 

Meetup Amici di Beppe Grillo di Scandicci

Un Comune che lascia un edificio pericolante a ridosso di una scuola e sulla strada principale della città, voi come lo chiamate?
Se avete segnalazioni simili, o approfondimenti su questa storia, fatecelo sapere nei commenti. Massima diffusione per favore, grazie.


Scandicci - 

Proprio un anno fa presentavamo una mozione di sfiducia contro il Sindaco Fallani per le carenze rilevate nella sua gestione della cosa pubblica. Dopo appena un anno queste carenze e opacità si sono ulteriormente aggravate a seguito dei nuovi fatti di cronaca e proteste a tutti noti. Si sono aggravate al punto di rendere la sostituzione del dimissionario Presidente del Consiglio Comunale Daniele Lanini un passaggio critico. Il percorso per la sua sostituzione si è rivelato improvvisamente in salita e lungo la strada sono pervenute le dimissioni del Capogruppo PD Alessio Babazzi e della Presidente della Commissione pari Opportunità Chiara De Lucia. Si apprende dalle cronache che la votazione per individuare il nuovo Presidente del Consiglio Comunale hanno proprio sopaccato in due i consiglieri del PD Scandiccese. Vedremo domani sera se questo accordo terrà alla prova dl voto in Consiglio.
Per quanto ci riguarda la nostra posizione in quest'anno si è rafforzata: questo Sindaco e questa Giunta non hanno la nostra fiducia.
Invito tutti i Cittadini a partecipare al Consiglio Comunale. A domani.
#tuttiacasa
Cattura.JPG

Lo smemorato di Scandicci


Scandicci - 

Il quotidiano "La Nazione" di oggi titola ... le amnesie del Sindaco di Scandicci.
In effetti qualche amnesia si inizia a contare.....
A nostra memoria i primi sintomi di questa affezione si sono manifestati in occasione delle nomine del Consiglio di amministrazione di Farmanet. In quell'occasione si dimenticò che era stato appena approvato dal Consiglio Comunale un codice di comportamento etico che prevedeva che le nomine nelle partecipate fossero fatte in base a valutazione ed in base ai curriculum ricevuti. Invece furono fatte nomine da Lui stesso definite "fiduciarie" ovvero persone di sua fiducia, ignorando le qualifiche ed i curriculum che moti cittadini avevano inviato.
Poi è emersa una lacuna nel curriculum del Sindaco stesso: anche qui, per dimenticanza, era stato omesso di dire che durante il mandato di sindaco era stato assunto come dipendente dallo studio di un commercialista. Fatto che come riflesso comporta il fatto che il Comune (i cittadini) stanno pagando i contributi INPS sullo stipendio virtuale di dipendente dello studio commerciale.
Poi la vicenda dell'annosa lotta per tutelare la Badia di Settimo e recuperane la parte privata per riportarla allo splendore dovuto.
Peccato, in tutti questi anni, si sia dimenticato di dire che privatamente, lottava per far annullare il vincolo paesaggistico posto dal Ministero dei Beni Ambientali e culturali sui terreni limitrofi alla Badia.
Il fatto è emerso per la pubblicazione della sentenza de TAR che rimuoveva il vincolo annullandolo per un vizio procedurale.
Il Sindaco Fallani ha sempre detto che preferisce lavorare sotto traccia ed annunciare le cose quando sono fatte.
Noi preferiremmo la luce, la trasparenza, il coraggio di parlare anche delle cose che non vanno nel verso previsto.
429940222_27762_13212608514847411354.jpg


Scandicci - 

#Scandicci #SfiduciamoilPD #Cooperative #Unica

Il Comune di Scandicci, nell'anno 2000, affida alla Cooperativa UNICA un piano di costruzione edilizia popolare convenzionata.
UNICA vende gli alloggi ad un prezzo superiore a quello risultante dalla convenzione e, in merito, sorge un contenzioso con alcuni soci, rispetto al quale l'Amministrazioni Comunale interviene tardivamente.
L'attuale Amministrazione Comunale, infine, verificata l'infrazione, commina le penali per il mancato rispetto del prezzo previsto dalla convenzione.
La cooperativa si appella al TAR che, con sentenza, riconosce legittime le penali e ne indica il metodo di calcolo (in base alla perizia del CTU). Il Comune, non ritiene corretto il calcolo delle sanzioni previsto dal TAR, fa ricorso (legale) e procede ad applicare i criteri di calcolo che ritiene giusti. La cooperativa chiede la sospensione delle sanzioni e la ottiene in quanto calcolate in modo difforme dalla sentenza.

Viene quindi depositata MOZIONE DI SFIDUCIA al Sindaco di Scandicci da parte del Movimento 5 Stelle di Scandicci, volendo con tale atto stigmatizzare la disastrosa gestione di tutta la vicenda che ha contribuito ad un mancato introito di svariati milioni di euro per le casse comunali (in attesa dell'esito dei ricorsi legali ancora in gioco), oltre al fallimento della cooperativa; 3500 cittadini, prestatori sociali della cooperativa stessa, rischiano di perdere i risparmi di una vita.

Si tratta di una vicenda emblematica delle modalità di gestione della città di Scandicci, che non appaiono trasparenti su questa come su molte altre vicende, da parte dell'Amministrazione Comunale, rispetto alle quali il Movimento 5 Stelle Scandicci vuole contribuire a fare piena luce.

Abbiamo motivato la nostra posizione rispondendo a .... sostiene Fallani.

http://www.movimento5stellescandicci.it/e-tutto-falso-sostienefallani/

Sostiene-Fallani-per-blog.png

Partecipa ai nostri eventi