MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Sciacca - 

di: Santina Matalone, 30 Aprile 2012

La rivoluzione del Sud deve partire dalla Sicilia. Siete qui non perché il nostro è un comizio, ma perché questa sera c'è una festa di piazza, una festa della città che gli altri non riescono a capire. Il nostro movimento è un'onda che sta travolgendo non solo l'Italia, ma anche altri paesi come la Spagna, la Grecia, l'Inghilterra".
Ha aperto così il suo intervento il comico genovese Beppe Grillo, leader del movimento cinque stelle, a Sciacca per sostenere la candidatura di Emma Giannì per le amministrative del 6 e 7 maggio.
E come ormai è il suo copione, ha parlato di rimborsi elettorali ai partiti spesi con la complicità delle banche, di pensioni d'oro, di progetti di liste civiche che ha definito, "il riciclo di una politica che non riesce più a dare niente ma a togliere".
Si è rivolto ad una platea di quasi 5000 persone, parlando di assenza dei partiti, scomparsi e riciclati all'interno di liste civiche che nascondono i soliti nomi, definendo "diarrea politica" il continuo peregrinare di esponenti politici da una coalizione all'altra.
"Non siamo antipolitica e neanche un movimento antipartitico, siamo solamente quel malessere di una società che non ci sta più in questo sistema ormai marcio, di un sistema dove hanno preso il sopravvento le banche e dove non è più la mafia che corrompe i partiti, ma è la politica che agisce su di essa", ha chiarito Grillo, per rispondere a chi lo accusa di essere antipolitico e fautore di rivoluzioni sociali.

E ispirato probabilmente dal luogo, cioè dalla Sicilia, così come alcune ore prima a Palermo, anche a Sciacca ha parlato di mafia tracciando un parallello-choc. "La mafia è cambiata, ha detto, è stata corrotta dallo stato. Non è più la mafia che uccide il suo cliente a cui chiede il pizzo, ma è lo stato che sta strangolando la sua vittima".

Un cenno anche ai due referendum quello per l'acqua pubblica e quello per l'abrogazione del finanziamento pubblico ai partiti, svaniti nel nulla. E poi una gomitata anche ai temi propri di Sciacca, quali le terme e il tribunale. "Nessuno dei politici che si sono presentati qui, è venuto a parlarvi di progetti, ma solo di menzogne".

Insomma in un linguaggio molto colorito, dove il vaffanculo, porca puttana e altro sono la congiunzione letterale delle sue frasi, Grillo non ha risparmiato anche l'attuale governo che lui definisce formato da "bocconiani" guidati da un "Rigor Montis" qual'è il suo presidente.

E infine rivolgendosi alla folla, ha chiesto: "Chi votate per il Pdl o per il Pd", ottenendo soltanto un silenzio quale risposta, e proponendo un'alternativa a cominciare dalle amministrative di Sciacca: "O un salto nel buio con il Movimento 5 Stelle o un suicidio assistito con questi qua" ha chiuso il suo show.

Fonte: belicenews.it


Sciacca - 

.

Così si presentava ieri sera Piazza Scandaliato a Sciacca, come nelle grandi occasioni quale la festa della Madonna del Soccorso il 15 agosto o l'ultima sera del carnevale. Migliaia di persone, gruppi familiari, giovani, pensionati, uomini e donne di tutte le età e condizioni sociali sono accorsi in piazza per ascoltare il comizio di Beppe Grillo che veniva a presentare il suo movimento e la lista dei candidati a Sciacca per la prossima tornata delle amministrative.


In attesa del comico prestato alla politica, che veniva da Palermo dove si era esibito nel tardo pomeriggio, la gente mostrava curiosità ed interesse. Gli spezzoni dei discorsi che ho potuto raccogliere parlavano di euro, di crisi della politica, di tasse, di corruzione, di necessità di una svolta. Quello che faceva meraviglia era la quantità di gente assiepata e l'uniformità e condivisione delle parole d'ordine. Quando Beppe Grillo è salito sul palco, si è fatto un silenzio quasi religioso e le provocazioni dell'ex comico, ormai note ma pienamente motivate, sono state punteggiate da applausi scroscianti.

Quella di ieri sera è stata finora l'unica grande manifestazione di piazza in questo scorcio di campagna elettorale per l'elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale. Presumo che nei pochi giorni che restano ormai al voto, i big dello sfascio continueranno a demonizzare Grillo come campione dell'antipolitica e a raccogliere i loro adepti al chiuso, i candidati continueranno a distribuire i loro santini per strada mentre la popolazione si chiederà più di prima se e per chi votare.

I ragazzi della lista Cinque Stelle mostrano, comunque, di essere estranei al sistema e di avere tutte le carte in regola per dire la loro in Consiglio Comunale. Male che vada, non riusciranno ad attuare il loro programma ma non potranno produrre il danno di decenni di amministrazioni inconcludenti che sono riuscite a portare la città di Sciacca nello stato in cui oggi si trova.

Fonte: mie-idee.blogspot.com


Sciacca - 

Lunedì 30 Aprile 2012 07:58 Giovanna Venezia

Sciacca riserva a Beppe Grillo il pubblico delle grandi occasioni. Ieri sera una piazza Angelo Scandaliato gremita di gente come non se ne vedeva da tempo, ha atteso l'arrivo del comico che dopo le ventuno si è materializzato sul palco della piazza cittadina. Un comizio-show quello di Grillo secondo copione: dalle parolacce alle invettive. Toccati tutti i principali punti del repertorio del comico dal tabù dell'euro allo spreco dei finanziamenti ai partiti, dall'attacco alle televisioni alla speculazione del cemento. E Grillo non ha davvero risparmiato nessuno, compresi i suoi del Movimento 5 Stelle. Rei di aver circondato immediatamente il leader sul palco, li ammonisce con la sua ironia e li rimanda indietro.

Grillo che dedica la serata soprattutto ai temi della politica nazionale non dimentica di attaccare più volte l'agrigentino Alfano: "L'avete sentito che ha detto Alfano vuole fare un nuovo Pdl, il pdl 2.0 - ha esclamato - e poi il comico sarei io...".

Gli applausi non sono di certo mancati al comico, soprattutto quando ha toccato il tema dell'acqua pubblica e la piazza affollata anche da simpatizzanti giunti dai paesi vicini, si è sciolta in un boato.

Pochi i riferimenti alla politica locale, il comico si è informato di quante liste civiche si sono presentate alle prossime elezioni a Sciacca ed ha affermato : "Si nascondono dietro liste civiche - ha detto - ma poi si ricicleranno, ora si celano e poi si scioglieranno all' indomani. E' una diarrea politica. Ci vuole un neurologo".

Fonte: controvoce.it


Sciacca - 


Sciacca - 

.
banner-MANIFESTO-BEPPE-GRILLO.jpg
Oggi 29 aprile 2012 il Tour Elettorale di Beppe Grillo fa tappa a Sciacca in Piazza A. Scandaliato.
L'arrivo è previsto intorno alle ore 21:00, dopo che Grillo avrà fatto il suo intervento a Palermo, previsto intorno alle 18:00.
Potrete seguire la presentazione della Lista dei Candidati a 5 Stelle in diretta streaming all'indirizzo:

http://www.sciaccaonline.com/media/webcam-piazza-angelo-scandaliato/


Sciacca - 

Da Belluno a Polignano a mare con uno sguardo già puntato a Strasburgo: una carica di oltre cento liste diffuse in tutto il Paese. Il Movimento 5 Stelle si prepara all'assalto delle amministrative

di Sergio Rame - 27 aprile 2012, 16:09

il_comico_beppe_grillo-300x99.jpg

Da Desenzano del Garda a Sciacca, da Belluno a Polignano a mare con uno sguardo già puntato a Strasburgo: una carica di oltre cento liste diffuse in tutto il Paese. Il Movimento 5 Stelle, fondato dal comico genovese Beppe Grillo, si prepara all'assalto delle amministrative del prossimo 6 maggio.
Un assalto che non è stato certo immune di violente polemiche che hanno catalizzato il dibattito soprattutto dopo i violenti attacchi mossi al capo dello Stato Giorgio Napolitano.
Un assalto che non è stato certo immune di violente polemiche che hanno catalizzato il dibattito soprattutto dopo i violenti attacchi mossi al capo dello Stato Giorgio Napolitano.
Le istituzioni e la politica fanno quadrato, ma Grillo sembra determinato ad andare per la propria strada. "Le invettive oltremodo offensive di Grillo contro gli avversari politici mi ricordano la violenza verbale di un tale Jospeh Goebbels. Soprattutto quando si accanisce su pesanti allusioni sessuali o sulle caratteristiche fisiche delle persone, deridendole", ha dichiarato questa mattina il pidiellino Guido Crosetto mentre il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro ha sottolineato che la polemica con il comico genovese "non si è mai aperta". Semmai c'è la "strumentalizzazione che vuol fare chi ha paura di un progetto politico e programmatico alternativo a questo governo" che ha portato "un nuovo feudalesimo dove pochi stanno bene e la legge del padrone è tornata". "Non penso che Grillo ci toglierà voti", ha annunciato il presidente leghista Umberto Bossi che ieri era a Cantù per la presentazione del candidato del Carroccio.
Dal Movimento 5 Stelle fanno sapere che non hanno alcun bisogno che qualcuno interpreti la democrazia: "Ogni lista comunale o regionale del Movimento ha definito in modo assolutamente autonomo il suo programma. Ne risponde agli elettori quando lo presenta e quando non lo osserva". Per utilizzare il simbolo del Movimento, infatti, i candidati grillini devono essere incensurati, non essere iscritti a un partito, risiedere nel comune o regione dove si tengono le elezioni, non aver fatto due mandati e "osservare le regole del Non Statuto". L'obiettivo dichiarato dai seguaci del comico genovese è quello di non trasformare il Movimento in un partito. "Chi non è d'accordo - dicono - può chiedere ospitalità a Casini, a Vendola, a Bersani, a Bossi".
E così i grillini correranno in Abruzzo (L'Aquila Montesilvano, Ortona, San Salvo e Spoltore), Campania (Acerra, Barano d'Ischia, Nocera Inferiore, San Giorgio a Cremano, Pozzuoli e Volla), Emilia Romagna (Budrio, Comacchio, Parma e Piacenza), in Friuli (Gorizia e Tricesimo) , nel Lazio (Cerveteri, Civitavecchia, Frosinone, Ladispoli, Tarquinia), Liguria (Genova e la Spezia) e Lombardia (Arese, Cernusco sul Naviglio, Cesano Maderno, Crema, Como, Desenzano sul Garda, Garbagnate Milanese, Gussago, Legnano, Lissone, Monza, Palazzolo sull'Oglio, Pieve Emanuele, San Donato Milanese, Sesto san Giovanni e Tradate).
In Piemonte le liste Cinque stelle si presenteranno a Acqui Terme, Alessandria, Asti, Borgomanero, Carrosio, Caselle Torinese, Chivasso, Cuneo, Grugliasco, La Loggia, Mondovì, Racconigi, Rosta, Santena e Serravalle Sesia. I grillini saranno, poi, presenti nelle Marche (Civitanocva Marche, Fabriano, Porto san Giorgio, Sant'Elpidio a Mare, Tolentino e Jesi), in Sardegna (Alghero), in Sicilia (Caltagirone, Palermo e Sciacca), in Toscana (Carrara, Forte dei Marmi, Lucca, Pistoia, Pitigliano e Reggello) e in Veneto (Belluno, Breda di Piave, Caorle, Cittadella, Conegliano, Conselve, Feltre, Fontanelle, Gazzo Veronese, Jesolo, Marano Vicentino, Marcon, Mira, Mirano, Musile di Piave, Verona, Vigonza, Rosà, Saonara, Sandrigo, Santa Maria di Sala, san Giovanni Lupatoto, Sarego, Thiene, Veggiano e Villaverla).

Fonte: ilgiornale.it


Sciacca - 

di Emiliano Liuzzi | 26 aprile 2012

beppe-grillo-movimento-cinque-stelle.jpg

Quando Pierluigi Battista, sul Corriere della Sera, parla di "sguaiataggine del grillismo", è evidente che non si è mai mosso dal suo ufficio. Non sa di cosa parla, quando descrive il Movimento 5 Stelle. Perché se è vero che Beppe Grillo gioca a fare il padre padrone e, allo stesso tempo, il demagogo, l'incarnazione vivente di colui che vorrebbe prendere a picconate il partitismo, diverso è il ruolo che giocano i cosiddetti "grillini", quelli che sono stati eletti con il Movimento 5 Stelle. E che la politica la fanno tutti i giorni sui banchi dei consigli regionali e comunali.
Per capire cos'è il Movimento 5 Stelle farebbero bene a farsi un giro nelle realtà dove esistono, e dove la politica si mastica giorno dopo giorno. I cosiddetti grillini sono una spina nel fianco ai partiti, giocano il ruolo che spesso dovrebbe essere demandato ai giornalisti: fanno i cani da guardia al potere, e allo stesso tempo, riescono a mettere sul tavolo proposte concrete di governo.
A Bologna, in consiglio regionale, ci sono due signori, ragazzi, sarebbe meglio definirli, comeGiovanni Favia e Andrea Defranceschi, che fanno politica. Eccome se la fanno. Avete presente l'irruenza di Grillo, la sguaiataggine di cui parla Battista? Bene: loro - ma come altre decine di esponenti del movimento - sono esattamente il contrario. Prudenti, riflessivi, preparati. Se oggi sappiamo che dove si sta costruendo la Variante di Valico, il raddoppio della Bologna-Firenze, la grande opera berlusconiana che avrebbe dovuto rilanciare il governo se non ci fossero state Ruby e Angela Merkel, c'è un paese che frana lo si deve anche a Defranceschi. Ha vissuto con quella gente della val di Sambro per mesi, accanto alle loro poche case, e si è sbattuto avanti e indietro perché Autostrade - ancora senza riuscirci - cambiasse i piani. Quel tratto di autostrada è costruito su una frana, la frana si muove e rischia di portarsi via paesi e case, oltre a mettere a rischio i viadotti dell'A1 che si spostano. Questa non è politica?
Non è politica andare in consiglio regionale e proporre l'abbattimento dei costi? Non è politica chiedere alla Regione un impegno perché la Maserati non venga smantellata? Ci spieghi, altrimenti, cosa si intenda per "fare politica". Se è quella che si alternano a fare il Pd e il Pdl, no grazie.
Il governo è stato in piedi per anni grazie al sistema dell'antipolitica vera, quella incarnata da Bossi. Come mai i Battista hanno taciuto? Pontida è il luogo dove la politica è andata a morire, non è morta altrove, è morta lì, tra quelle genti mascherati da vichinghi e nelle stanze al piano interrato di Arcore.
Se poi Beppe Grillo alza i toni è un altro discorso. La mia non è una difesa di Grillo, che personalmente - per quanto possa interessare il lettore - non mi è per niente simpatico. Anzi. Non mi è simpatico il comico, lo showman, tantomeno il politico. Non mi piacciono i modi da despota che talvolta usa, il marchio del Movimento che si tiene ben stretto, le sue idee sull'euro. Ma a prescindere dalla sua persona, attorno a lui si è creato un Movimento, appunto, fatto di gente perbene e che sogna una politica perbene, trasparente, senza ruberie. E che difficilmente si dissolverà nel niente.

Fonte: ilfattoquotidiano.it


Sciacca - 

COMUNICATO STAMPA

meetup_menfi_rid.bmpSi è costituito a Menfi il Meetup "Menfi 5 stelle" formato da un gruppo di giovani che si ispira al Movimento 5 Stelle.
Meet Up vuol dire "incontrarsi", ed è quello che abbiamo intenzione di fare, nella nostra cittadina, nel nostro territorio, ovunque. Un incontro virtuale, reso possibile da un grosso portale online, il meetup appunto, uno spazio web tutto nostro, ma che è possibile condividere con chiunque, sfruttando tutta la potenza di internet, che consente scambi di informazioni fra più persone nelle varie parti del pianeta, in un tempo istantaneo.
Per conoscersi, scambiare opinioni su vari temi, come politica, economia, ambiente, turismo, salute, cultura. Per mettere in risalto eventuali problematiche, analizzandole e discutendole, al fine di trovare le soluzioni migliori.
Il MeetUp di Menfi è aperto a tutti coloro che vogliono partecipare alla vita sociale e politica della nostra città, oltrepassando le tradizionali vie di comunicazione mediatica, ed intraprendendo un rapporto diretto fra cittadini. Con la finalità di dare alla nostra comunità uno strumento innovativo che mira a quell'obbiettivo che dovrebbe essere il principale di qualsiasi associazione, movimento, partito politico: MIGLIORARE LA QUALITA' DELLA VITA nel nostro territorio, attraverso la creazione di opportunità di sviluppo concrete e la lotta al malcostume della politica clientelare che frena ogni tentativo di miglioramento.
I principi fondamentali a cui ci ispiriamo sono la legalità, la trasparenza, la partecipazione, il rispetto per l'ambiente, la giustizia sociale.
Il MeetUp vuole essere, in ultima analisi, una sorta di laboratorio di idee e progetti condivisi, che saranno la base per la formazione, a Menfi, del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.

Chiunque potrà unirsi a noi al sito meetup.com/menfi-5-stelle

L'iscrizione è libera e gratuita.

Per il Meetup di Menfi

Barbera Renzo Barbera Marcella Buscemi Mauro Corso Giuseppe Costa Silvio Maria Gulli Giuseppe

CONTATTI:

menfi5stelle@gmail.com
3495822217
3391764695
3471181764


Sciacca - 

.

Giunta al capolinea la questione dell'assegnazione dello spazio a Palermo

Arriva finalmente il "sì" della Soprintendenza Il 29 aprile Grillo si esibirà a piazza Croci

banner-MANIFESTO-BEPPE-GRILLO.jpgGrillo il 29 aprile si esibirà a Piazza Croci (Palermo, ndr). La querelle della piazza negata dal Comune è finalmente arrivata al capolinea con l'ok della Soprintendenza, che ha dato il via libera agli attivisti palermitani del Movimento Cinque Stelle. Il "sì" approderà ora sui tavoli del Comune, che ufficializzerà il disco verde alla manifestazione, rimasta appesa ad un filo fino a poche ore fa. Il popolo dei grillini tira quindi un sospiro di sollievo, anche se dovrà accontentarsi, assieme al nutrito staff di artisti inseriti nella scaletta della kermesse, della piazza a ridosso del giardino inglese, meno capiente rispetto a piazza Castelnuovo, prima opzione degli attivisti pentastellati. "Speriamo - dice Riccardo Nuti, candidato sindaco del Movimento - che ci staremo tutti. A giudicare dalla richiesta di informazioni che abbiamo avuto finora si prevede la folla delle grandi occasioni". Il "menù" dello spettacolo organizzato dai grillini è molto ricco e prevede il "clou" intorno alle 18 con il comizio del Beppe nazionale. Prima e dopo ci sarà spazio per una parata di artisti, tra cui Claudio Gioè, l'attore palermitano diventato un po' il portabandiera del movimento locale, che ha preso praticamente per mano in tutti gli appuntamenti di una certa importanza.
"Devo dire grazie a questi ragazzi", ha dichiarato in più di una occasione l'ottimo l'interprete di Totò Riina, nella fiction "Il capo dei capi". "E' grazie a loro che posso andare a votare per un candidato sindaco che mi piace e non per il meno peggio. Da palermitano non potevo stare ancora ad osservare lo sfascio della mia città senza fare nulla. E così ho deciso di dare una mano, quello che chiedo anche ai miei concittadini". Oltre a Gioè prenderanno posto sul palco i cantanti Francesco Baccini e Ivan Segreto e numerosissimi gruppi locali. A condurre le danze sarà la "iena" Cristiano Pasca delle "Malerbe".
Cala il sipario, quindi, su una vicenda che aveva tenuto col fiato sospeso la formazione capitanata da Nuti, spiazzata da un inaspettato alt del Comune a pochissimi giorni dall'arrivo di Grillo. Per la precisione lo stop a piazza Castelnuovo, che aveva messo in forse il comizio dello showman genovese, era arrivato dalla Soprintendenza, che aveva negato il nullaosta al Comune perché ai suoi uffici erano state consegnate due richieste di autorizzazione. Una, a nome delle Acli - sostengono alla Soprintendenza - sarebbe stata avanzata prima di quella dei grillini. La giustificazione, però non aveva convinto appieno Nuti e compagni, che hanno dato mandato ai loro legali di andare a fondo alla questione. "Della richiesta delle Acli - afferma Nuti - mai nessuno aveva fatto menzione al Comune, né quando abbiamo fatto istanza, né nelle numerosissime volte che abbiamo chiesto lumi sull'iter della pratica. Anzi, più volte ci hanno ripetuto che l'unica richiesta che il Comune aveva in carico per quel giorno per piazza Castelnuovo era la nostra".

Uff stampa
MITOPRESS

Fonte: ilgrillodipalermo.it


Sciacca - 

I candidati a Sciacca

  • user-pic
    Antonino Vitale
  • user-pic
    carmelo marino
  • user-pic
    paolo tortorici
  • user-pic
    salvatore sclafani
  • user-pic
    Stefano Proto
Sciacca star24.pngstar24.pngstar24.pngstar24.pngstar24.png

Iscriviti agli avvisi delle liste civiche di questo comune. Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata nel comune di SCIACCA o nella tua regione.

Tenetemi aggiornato
Sono disponbile ad aiutare una lista già  esistente
Voglio partecipare alla creazione di una lista certificata

Pagine

Partecipa ai nostri eventi

LISTE CIVICHE A 5 STELLE


   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons