MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Senorbì - 

Siamo finalmente riusciti ad ottenere un pò di dati abbastanza precisi riguardanti la spesa del Comune in tema di energia elettrica. E' stato abbastanza tortuoso anche per via della mole non indifferente di documentazione energetica. Procederemo ora attraverso la stesura di un progetto generale e di massima volto alla realizzazione di una analisi che sappia mettere in luce il risparmio potenzialmente ottenibile optando per delle soluzioni rinnovabili anzichè quelle convenzionali.

Non scenderemo ovviamente troppo nel dettaglio, nel caso in cui si deciderà davvero di prendere in considerazione l'investimento, l'azienda preposta ed intestataria delle operazioni si occuperà di effettuare tutte le fasi del caso.

Partiamo dall'elencare un pò di cifre, ed in fondo alla pagina, daremo spazio ad un piccolo contributo relativo all'installazione di lampade a LED. Nei giorni successivi verrà illustrato quello relativo agli impianti fotovoltaici.

Ecco alcuni dati:

- circa 65 contatori attivi in tutta Senorbì

- potenze erogabili da 1,5 kw a 70 kw

- attuale fornitore di energia: Enel Energia

- Illuminazione Pubblica: 1° Quadrimestre 2013 => € 42.616,03

Aprile 2013 Euro 14.604,21

Marzo 2013 Euro 13.030,77

Gennaio-Febbraio Euro 14.981,05

- Scuola Media: 1° Quadrimestre 2013 => € 2516,14

Aprile 2013 Euro 1076,94

Marzo 2013 Euro 0,00

Gennaio-Febbraio Euro 1439,20

- Giudice di Pace: 1° Quadrimestre 2013 => € 1266,54

Aprile 2013 Euro 611,59

Marzo 2013 Euro 0,00

Gennaio-Febbraio Euro 654,95

- Museo: 1° Quadrimestre 2013 => € 929,42

Aprile 2013 634,70

Marzo 2013 Euro 0,00

Gennaio-Febbraio Euro 294,72

- Servizio Idrico: 1° Quadrimestre 2013 => € 412,53

Aprile 2013 Euro 277,06

Marzo 2013 Euro 0,00

Gennaio-Febbraio Euro 135,47

- Scuola Materna: 1° Quadrimestre 2013 => € 1200,10

Aprile 2013 Euro 0,00

Marzo 2013 Euro 1200,10

Gennaio-Febbraio Euro 0,00

- Edifici Comunali: 1° Quadrimestre 2013 => € 12358,09

Aprile 2013 Euro 3004,15

Marzo 2013 Euro 2344,39

Gennaio-Febbraio Euro 7009,55

- Biblioteca: 1° Quadrimestre 2013 => € 405,85

Aprile 2013 Euro 188,20

Marzo 2013 Euro 0,00

Gennaio-Febbraio Euro 217,65

- Scuola Elementare: 1° Quadrimestre 2013 => € 1613,24

Aprile 2013 Euro 479,44

Marzo 2013 Euro 661,89

Gennaio-Febbraio Euro 471,91

- Parcheggio: 1° Quadrimestre 2013 => € 215,60

Aprile 2013 Euro 72,56

Marzo 2013 Euro 73,48

Gennaio-Febbraio Euro 69,56

- Totale Complessivo Aprile 2013 Euro 20.948,85

- Totale Complessivo Marzo 2013 Euro 17.310,63

- Totale Complessivo Gennaio-Febbraio 2013 Euro 25.274,08

Totale Complessivo 1° Quadrimestre 2013 Euro 63.533,56

 Cifre a dir poco sconcertanti.

LAMPADE A LED

Prendendo in considerazione l'ipotesi dell'illuminazione pubblica a LED, dobbiamo fare alcune considerazioni.

La via maestra per il raggiungimento del protocollo di Kyoto è in primo luogo quella del risparmio energetico, che rappresenta una via economica e conveniente per aumentare l'efficienza energetica del paese.

L'obiettivo espresso dal protocollo di Kyoto:

- riduzione delle emissioni di CO2 del 20% entro il 2020.

- raggiungimento di una quota di produzione di energia da fonti rinnovabili non inferiore al 20% entro il 2020.

- riduzione del consumo di energia del 20% rispetto ai valori attesi al 2020 (maggiore efficienza energetica).

Lo stesso Parlamento Europeo, lo scorso settembre, ha raccomandato che i paesi UE puntino ad un risparmio dell'1,5% annuo.
Se il recepimento della direttiva sull'efficienza energetica degli edifici, assieme alla mancata applicazione della legge 10/91, disegnano un quadro di occasioni mancate -per ora- sul fronte del risparmio energetico domestico, I decreti ministeriali del luglio del 2004 che hanno reso operativi gli obblighi di risparmio energetico per i gestori delle reti del gas e dell'energia elettrica hanno creato un primo passo per la gestione più razionale delle reti e per l'introduzione di alcune tecnologie a basso consumo che puntano ad aumentare l'efficienza energetica dei consumi finali: l'esemplificazione massima è la lampadina fluorescente compatta ad accensione elettronica. Questo tipo di lampadine e' molto meno diffusa nelle case italiane di quanto non lo sia nel resto d'Europa (occupano solo il 10% del mercato) e consente un risparmio fino a ca 150 euro durante il suo ciclo di vita, che mediamente e' di 10.000 ore, rispetto alle lampadine convenzionali tradizionali.
Si valuta che in Italia1 (dato ENEA) il consumo elettrico per l'illuminazione domestica sia pari a 5 miliardi di kWh di cui ca. 5 si potrebbero risparmiare illuminando con maggiore razionalità le nostre abitazioni.

In questi anni assistiamo ad una lenta ma progressiva crescita dei consumi per illuminazione stradale e delle aree pubbliche e private scoperte.
Interi quartieri e nuove urbanizzazioni di periferia vengono fittamente illuminati quasi si trattasse di via dei Fori Imperiali, per venire incontro ad un malinteso bisogno di sicurezza da parte della popolazione o anche per mancata programmazione da parte dell'amministrazione.

Il sistema di illuminazione pubblica, quindi, per ragioni economiche e di sostenibilità, è alla vigilia di una grossa rivoluzione tecnologica, che va favorita e accompagnata, affinché possa diventare un esempio di rapida e funzionale applicazione della tecnologia al risparmio energetico.
Non si tratta di chiedere la luna: ci sono molte differenze nel sistema di illuminazione delle citta italiane: in una situazione complessivamente non esaltante esistono anche esempi virtuosi ed avanzati; quello che si puo fare, fin da subito, è allineare tutto il parco illuminante a questi esempi migliori, omogeneizzando verso l'alto la tecnologia dell'illuminazione.
Risparmiare energia si può e si deve ed è utile farlo laddove tutti possano facilmente vedere come, per poter poi applicare gli stessi concetti a casa propria.

Oggi disponiamo di lampade al sodio. Questo tipo di lampade rappresentano oggi lo standard per l'illuminazione stradale grazie principalmente all'elevata efficienza luminosa.  Vediamone alcuni vantaggi e svantaggi.

Vantaggi:
elevata efficienza luminosa (tenuto conto anche delle perdite dell'alimentatore) lunga durata di vita media (se utilizzate in combinazione con un alimentatore stabilizzato)
accettabile resa dei colori (molto migliore delle sodio bassa pressione)
ridotte dimensione
possibilità regolazione flusso luminoso
buon mantenimento del flusso luminoso

Svantaggi:
durata di vita fortemente condizionata dalla qualità dell'erogazione del servizio (tensione,frequenza)
tempo di messa a regime relativamente lungo (circa 5 minuti, come le lampade al mercurio)
tempo di riaccensione di oltre un minuto
necessità di dispositivi elettronici per l'alimentazione

La lampada a LED

La lampada a LED garantisce notevoli vantaggi rispetto alle tradizionali lampade a vapori di sodio, in particolare:

- Elevata efficienza a parità di potenza assorbita: La lampada a LED garantisce lo stesso livello di luminosità a terra pari ad una tradizionale lampada a vapori di sodio assorbendo solo il 30% della potenza necessaria alla stessa per garantire l'illuminamento richiesto.

- Abbattimento dell'inquinamento luminoso: L'armatura stradale a LED riduce le emissioni di luce verso l'alto poiché veicola, grazie alla lente, la luce prodotta dai Led, solo sulla strada a differenza delle tradizionali armature che emettono in ogni direzione.

- Robustezza e durata nel tempo: L'impiego del LED come sorgente luminosa a stato solido, garantisce robustezza della struttura e affidabilità nel tempo (circa 50/70.000 ore di vita). I costi per la manutenzione di queste apparecchiature, si riducono del 90%.

Inoltre al fine di ottimizzare ulteriormente i consumi energetici, si possono effettuare i seguenti interventi opzionali:

a | installazione a bordo delle armature e proiettori di scheda di interfaccia per telecontrollo;

b | installazione in armadi esistenti e/o in nuovi armadi, di concentratore per gestione armature;

c | installazione nel centro di controllo, di software di gestione sviluppato in ambiente linux per il telecontrollo delle armature (accensione / spegnimento - variazione luminosità).

In conclusione, per quanto descritto sopra, i vantaggi delle armature a tecnologia "Led" si possono così sintetizzare:

Risparmio energetico; Accensione istantanea ed a freddo; Possibilità di dimerazione del flusso luminoso; Longevità; Elevata efficienza; Elevato indice di resa cromatica; Colori saturi e luce bianca di alta qualità; Controllo dinamico del colore (DMX, DALI); Alimentazione in bassissima alimentazione e corrente continua; Emissioni praticamente nulle di raggi UV ed IR; Robustezza agli urti ed alle vibrazioni.

Di seguito una tabella che mette a confronto due diversi wattaggi di lampada a LED con due diversi si wattaggi di lampada usuale. E' facile comprendere come su base unitaria ci sia un risparmio più che notevole. Intanto si ha un consumo inferiore di potenza a parità di luce e secondariamente cala drasticamente il dato relativo al consumo giornaliero.

CostiLED
Nell'ipotesi di optare per la lampada da 55w, è facile vedere un risparmio energetico annuale per punto luce di 70€.

Facciamo una prova con dei dati grossolani ma appartenenti al nostro contesto e se consideriamo che in un paese come Senorbì ci sono circa 1200 punti luce, il risparmio annuale si moltiplica esponenzialmente.

Supponendo di moltiplicare per 3 il dato relativo al consumo del 1° Quadrimestre 2013, avremo di conseguenza una media di spesa per illuminazione pubblica di circa EURO 128.000.

Una volta ottenuto questo proviamo a dividerlo per 1200 punti luce, ottenendo in pratica il costo unitario di ogni singolo punto luce: 128.000/1.200 => 106,6€ costo energetico annuo per punto luce a sodio.

Andando quindi a fare la moltiplicazione del dato relativo al costo elettrico annuale di una lampada a led, otteniamo:

1.200 x 31,96 => 38.352,00€ costo energetico annuo per illuminazione pubblica a LED.

L'acquisto di ogni lampada a led è quantificabile in una media di circa 600 euro per unità. Il totale quindi sarebbe:

600 x 1200 => 720.000,00€ costo di acquisto e installazione lampade LED

Se si avrebbe la possibilità di avere un risparmio di circa 90000€ all'anno sul costo energetico, paradossalmente si potrebbe ripagare il mutuo necessario per l'acquisto in pochi anni e così poi andare a pagare una bolletta molto più bassa con un tasso di manutenzione decisamente contenuto.

Insomma, l'investimento sembra complesso e complicato ma in realtà si tratta esclusivamente di uno sguardo importante verso il futuro del nostro paese. Come detto in precedenza si tratta di stime e progetti di massima. E' opportuno che qualora le operazioni rientrino nell'attenzione dell'amministrazione le imprese specializzate facciano un reale preventivo di spesa contenente i benefici.

Non dobbiamo escludere anche l'opzione ESCO, che permetterebbe di non spendere un euro ed avere gli stessi risultati. Da questo link è possibile leggere nel dettaglio di cosa si tratta.

Ad ogni modo, speriamo che tali considerazioni possano destare l'attenzione della Giunta Sanna che anzichè accendere mutui per ripagare degli errori commessi da loro o altri politici precedenti, potrebbero dare qualcosa di significativo al nostro paese.

Cogliamo infatti l'occasione per ricordare che il Comune di Senorbì sta andando ad accendere un mutuo di 250.000,00€, che per una parte serviranno a risolvere la situazione dell'Asico Comunale e per non meglio precisate "opere pubbliche", per la restante parte, quantificabile in 120.000€, si parla della condanna al pagamento all'Azienda Pisu concernente il contenzioso aperto anni fa per i lavori relativi alla Piazza Italia. Di chi sia la responsabilità? Semplice, Luigi Conti oppure Adalberto Sanna. Dovrebbero dircelo loro come stanno le cose.

E' d'obbligo quindi rimarcare quello che era un nostro pensiero sin dalla campagna elettorale. I "vecchi" politici che tanto poco hanno fatto per il paese Senorbì, sono ancora lì a "dominare" e fare come meglio preferiscono. Una o più volte all'opposizione ed una o più volte alla maggioranza. Questo è il gioco del politico senorbiese e trexentese. Vendette (politiche), ripicche, denigrazioni, insinuazioni.

Nei prossimi giorni, sia questo schemino sia quello relativo al fotovoltaico verrà protocollato e consegnato al Sindaco Adalberto Sanna. Come si suol dire... se son rose fioriranno...

Michele Schirru


Senorbì - 

[caption id="" align="alignnone" width="717"] Esempio di sala musicale[/caption]

Ecco a voi l'elenco degli strumenti acquistati nel periodo autunno 2009 e primavera 2010. Come ben sapete si è poi andati ad elezioni nel Maggio 2011. Si è avuto accesso al finanziamento tramite il sempreverde Adalberto Sanna e si è proseguito nell'incapacità di ascolto e di accoglienza delle richieste giovanili con il nemico preferito, Walter Carta (oggi consigliere all'opposizione).

p.s. Certo che come detto in altri post, la fantasia dei nomi politici è proprio poca a Senorbì. Chi ha fatto e chi non ha fatto qualcosa politicamente è sempre lo stesso gruppetto di persone. Una bella cricca però... ;)

Veniamo al dunque. Un finanziamento di circa 70.000€ ripartiti tra Senorbì, Suelli, Gesico, Guamaggiore, Guasila. Senorbì ne ha avuti circa 30.000 di eurini.

Come sono stati spesi? Ecco qui:

DESTINAZIONE : COMUNE DI SENORBI' - BUDGET TOTALE € 32.500,00

Quantità e Descrizione

2 YAMAHA YTR1335S Tromba in SIB

2 YAMAHA YAS275E Sax contralto

1 GEM GK380 + reggitastiera + custodia

1 Basso fender precision USA Highway one

2 Fender Stratocaster Deluxe USA

2 MARSHALL MG102FX (MG4)

2 Leggio pieghevole professionale

1 Ampeg SVT3Pro

1 Cassa Ampeg SVT410 hlf

2 IBANEZ EW20ASE Chitarra acustica

1 Batteria TAMA Superstar SK42S Black + Hardware kit HR5WN + Piatti + Aste

4 FBT HIMaxX40A Cassa amplificata 500+150W 4 monitor BEHRINGER B212A Eurolive Cassa attiva 400 watt 1 MONTARBO 784 Standard 2 Coppia di supporti per casse + borsa 6 Sennheizer e835 1 Set Microfoni 7 pezzi Proel Batteria 2 Microfono direzionale Shure SM57 1 Registratore Multitraccia yahama AW1600

28 Cavi assortiti Jack-jack 5 mt (5 pz) Jack-Cannon 5 mt (5 pz) Cannon- Cannon 5 mt (9 pz) Cannon-Cannon 10 mt (6 pz)

6 Asta microfono 5 reggichitarra 1 PROEL Die Hard DHBOX2408 Stage box professionale 24 IN / 8 OUT1

AKG C414 B-XLS - Microfono a condensatore

1 Orion Fonometro digitale a lettura istantanea da parete

1 LATIN PERCUSSION LPA646 OTDC Set conga 10"+11" orange tie dye

4 SET DI PERCUSSIONI DIDATTICHE - shaker 20x5 cm - guiro con battente 34x7 cm. - raganella in legno 14 cm. - coppia di nacchere in legno

- nacchera con manico in legno 5,5 cm. - triangolo con battente 12x12x12 cm. - coppia di maracas 18 cm. - wood block 15x6x4 cm.

- guiro tone block in legno con battente 19x4 cm. - tamburello in legno e pelle naturale con battente 20x4,5 cm. - tamburello in legno e pelle naturale e sonagli con battente 20x4,5 cm. - coppia di legnetti sonori 17x2,5 cm. - tone block bitonale con battente 18,5x3,5 cm. - coppia di piatti con manale 15 cm.

75 Pannelli fonoassorbenti ignifughi certificati dim 100 x 100 colore blu spessore

15 Collante adesilex " vs 45 " kg.

75 Rivestimento in carton gesso spessore fogli cm. 1,5 mq.

75 Struttura metallica di supporto per montaggio fogli in cartongesso completa di binari tasselli, pezzi speciali , per mq. Di parete

20 Isolamento acustico pavimento con idoneo cuscisetto calpestabile autoestingiente ignifugodello spessore di cm 5 mq.

1 Quadro comandi completo di salvavita fino a 15 a da montare esterno

1 Antifurto con avvisatore acustico e compositore automatico di chiamata a distanza di almeno tre numeri telefonici

Come potete vedere c'è tutto l'occorrente per far partire immediatamente una sala prove musicale che possa consentire alle band senorbiesi e non di praticare il proprio hobby. Come non tutti sanno per esempio a Suelli la saletta è attiva e va a meraviglia! Tanti ragazzi tra cui molti senorbiesi vanno settimanalmente a provare.

Ovviamente si paga e c'è qualcuno che diligentemente e professionalmente la gestisce. Domanda: perchè a Senorbì è tutto fermo? Risposta: incapacità dei nostri amministratori.

Nei prossimi giorni farò richiesta di visionare tutta questa strumentazione, sperando che sia ancora tutta. Inoltre, sarà nostro piacere incontrare i giovani musicisti e non che vorranno dire la loro ed agevolare la nascita della stessa sala musicale. Un'assemblea popolare che servirà a far emergere realmente quelle che sono le necessità in merito. Presenteremo in seguito una richiesta scritta alla Giunta contenente un piano di azione e chiedendo di mettere immediatamente in funzione la sala musicale.

Per quanto riguarda la data ed il luogo dell'incontro saranno comunicati nei prossimi giorni presso il nostro Blog ed i principali social network.

Tornando all'analisi, io parlo da musicista e da giovane. Non ci vuole molto per mettere in atto quello che sembrano solo parole e parole. Ci vuole iniziativa e dedizione, cosa che non è abitudine di noti politici.

Proviamo a snocciolare un pò la questione e dare un esempio di utilizzo, che come detto in precedenza, verrà comunque sancito dall'assemblea dei musicisti ed interessati.

Nella strumentazione riscontriamo esserci un impianto audio di circa 4000 watt con mixer 36 canali. Oltre questo c'è tutta l'attrezzatura per microfonare dignitosamente gli strumenti musicali. Ovviamente ci sono anche microfoni voce e amplificatori per basso e chitarre. Tradotto in termini semplici, significa che per serate in piazza di piccola e di media entità c'è tutto il materiale necessario per evitare il noleggio di un service audio. Risparmio? Si, non meno di 6/700 euro a serata.

E vuoi vedere che una volta che lo fai e ti accorgi di poterlo fare gratis, riesci a fare anche un pò più di cultura e di ricreazione musicale per i giovani?

Tornando all'analisi, se noi ipotizzassimo di mettere in piedi la saletta, essa sarebbe attiva da subito. Abbiamo tutto l'occorrente per rendere la stanza (o le stanze) anche degnamente isolata e non recante quindi disturbo per i vicini. Ovviamente, si dovranno anche compiere ed adottare delle misure di sicurezza per la protezione degli strumenti. Nella lista è presente un allarme, ma installare delle grate nelle finestre, non sarebbe poi così male!

Vista la presenza di questa strumentazione e di un registratore multitraccia, si potrebbe addirittura pensare di creare una sala di registrazione oltre che di prove. Insomma, a mio avviso, ci sono le condizioni per creare qualcosa di carino e funzionale. Qualcosa che magari possa dare anche qualche posto di lavoro (esagerato!). Chi dice infatti che non si possa dare la gestione della sala ad una piccola cooperativa (magari 2) di ragazzi seri, motivati, preparati, competenti, non accozzati, non interessosi, musicisti? Chi dice che non si possano anche impartire delle lezioni di musica e quindi creare una scuola a tutti gli effetti?

Questa ed altre idee, possono essere seriamente messe in atto, soprattutto in tempi molto difficili come quelli odierni. Mi aspetto una presa di posizione della maggioranza in merito e mi aspetto inoltre, una grande presenza e attività da parte dei miei coetanei interessati. Sarebbe un grande gesto di responsabilità e partecipazione.

Michele Schirru


Senorbì - 

Il giorno 16 luglio alle ore 18 si terrà il secondo Consiglio Comunale di questa legislatura marchiata Adalberto Sanna. All'ordine del giorno ci saranno diverse tematiche rilevanti e di notevole importanza.

ODG Consiglio 16 luglio

Ecco la copia della convocazione con l'ordine del giorno. Sarà interessante conoscere ed approfondire i punti citati, soprattutto quello relativo alla contrazione del Mutuo.

Voci interne alla maggioranza dicono che si tratta di un'operazione necessaria in quanto ci sono delle opere pubbliche da realizzare.

Stando alle parole del Sindaco, nello specifico dovrebbe trattarsi dei lavori di ampliamento e completamento della nuova scuola materna. Senz'altro è necessario dare attenzione a quell'edificio che è di fatto incompleto e sta creando non pochi disagi a tutti i bambini che lo frequentano e conseguentemente alle loro famiglie.

Non possiamo dire di che lavori si tratti, non c'è stato modo di discuterne in maniera approfondita. Pare che l'importo della cifra da contrarre con mutuo sia di 250.000 € e che debba essere utilizzata per una parte per la realizzazione dei lavori di ampliamento e per la restante parte, per risolvere economicamente la causa legale persa con l'azienda che si occupò dei lavori della Piazza Italia. Questo importo ammonterebbe a 120.000 €. Mi pare di ricordare che in campagna elettorale e durante un suo comizio, il Sindaco Sanna aveva vagamente accennato questo fatto, ponendo in qualche modo e seppure in modo minimale, una responsabilità dell'accaduto all'ex Sindaco al tempo in carica, Luigi Conti. A questo punto, in sede di Consiglio si avrà molto probabilmente la possibilità di avere un dettaglio di questo episodio, magari ascoltando le parole dello stesso Conti.

Ci si pone una riflessione.

Questo mutuo è veramente l'unica soluzione? Il Comune dispone di altre risorse nelle proprie casse? La questione è già in avanzamento oppure si tratta ancora di un punto su cui discutere, magari con le forze di opposizione? Le opere pubbliche sono l'unico motivo della contrazione di questo mutuo? Nelle opere pubbliche si vuole includere anche il completamento dei marciapiedi? 

Saremo curiosi di avere maggiori dettagli ufficiali in merito e di riportarli qui nel nostro BLOG!

Ai punti 1 e 2 si va ad affrontare il tema del Bilancio del Comune. Un Bilancio di circa 6 milioni di euro di spese ed altrettanto di entrate. Abbiamo avuto accesso a questi dati nelle settimane antecedenti la data del Consiglio.

Aprendo una piccola parentesi riguardante dei fatti precedenti, stiamo tra l'altro ancora aspettando le fatture relative alla telefonia fissa e mobile ed alle utenze energetiche. Per quanto riguarda la sala musicale, oggetto di una precedente richiesta protocollata in data 24 giugno, è stata data dal Sindaco una risposta per il momento verbale e non tanto soddisfacente a mio avviso, in quanto delinea una certa tendenza al "rimandare". Fiduciosamente, attendiamo comunque una risposta scritta in merito con una piano ben delineato di lavoro e nella giornata di lunedì dovremmo riuscire ad ottenere anche l'altra documentazione, in modo da far partire il progetto relativo alle energie rinnovabili. (ne abbiamo parlato in questo articolo)

Al punto 4  ed al punto 5 si parla di nomine e designazioni. Vedremo di chi si tratterà e quale sarà effettivamente il risultato. Gli altri punti riguardano delle variazioni di lottizzazioni etc.

A questo punto ci si aggiorna dopo il consiglio, che ricordiamo, è aperto a tutti i cittadini senorbiesi che sono calorosamente invitati a partecipare. E' inoltre doveroso ricordare che stando alle più recenti decisioni in merito, riportate anche a mezzo stampa, il Consiglio verrà anche trasmesso in streaming via Web attraverso il portale del Comune di Senorbì.

MoVimento Cinque Stelle Senorbì

Michele Schirru


Senorbì - 

Discovering è una iniziativa che nasce in questo periodo dell'anno così afoso e quieto. E' il periodo dell'anno peggiore perchè tutti sono stanchi e non vedono l'ora di andare in vacanza, nonostante ci sia questa profonda ritensione economica e non ci siano nemmeno i soldi per far vacanza, allorchè non ci sia nemmeno un piffero da festeggiare in quanto la crisi è nefasta e le prospettive di futuro sono pressochè ridotte ai minimi termini.

E' il periodo dell'anno peggiore perchè la politica invece agisce e di solito picchia pesante, perchè sono tutti distratti dal sogno caraibico (anche sardo).

Perfetto. Dopo questa breve introduzione, che cosa è Discovering? Deriva dal verbo inglese To Discover, che significa scoprire. In pratica più o meno a cadenza regolare andremo a scovare quelle realtà che possiamo in un certo senso definire virtuose e che hanno saputo sfruttare le poche risorse che oramai la nostra società ha, ed in un certo senso, ne hanno fatto più che tesoro.

Abbiamo deciso di cominciare con Soleminis, dove l'amministrazione guidata da Rita Pireddu, eloquente Sindaco Donna di 48 anni, ha dato veramente ottimi frutti i soli 2 anni di lavoro.

Certamente non conosciamo nel dettaglio il loro operato, però possiamo senz'altro portare la testimonianza di alcune attività e programmi a noi molto cari che facevano parte delle "promesse" elettorali presentate alle scorse elezioni comunali 2013.

A Soleminis hanno infatti applicato uno stile di governo decisamente poco "politico" ma piuttosto molto "cittadino". Si sono occupati della sfera sociale ed hanno realizzato alcune importanti iniziative come l'Acqua Pubblica (quasi), un Ecocentro comunale, applicazione di una Energia Sostenibile.

Perchè le nostre non rimangano solo delle promesse elettorali, cercheremo di metterle comunque in pratica, anche essendo all'opposizione!

Vediamo cosa è stato realizzato a Soleminis.

ACQUA PUBBLICA

Nello specifico hanno realizzato la cosiddetta Casa dell'Acqua, all'interno di uno spazio del proprio Comune, dove per 5 cent. a litro, chiunque può acquistare dell'ottima acqua minerale! Si calcola che da Gennaio 2013 siano stati erogati circa 40.000 litri d'acqua. Abbiamo quantificato che su base di media statistica, questo porta nelle tasche del cittadino di Soleminis un risparmio di circa 200 euro a persona all'anno! (Sono 1800 abitanti, fate voi un pò il conto!). Il costo? Circa 20.000 + iva.

Come avevamo detto precedentemente ed in altre sedi, sarà nostra premura realizzare entro un tempo ragionevole, un progetto simile che sappia soddisfare le aspettative e poterlo così presentare alla Giunta Sanna, sperando che non sia sorda e sappia agevolare iniziative di questa portata. Un respiro d'aria fresca che equivarrebbe per esempio al risparmio dell'intera Imu per tutte le famiglie di Senorbì.

ECOCENTRO COMUNALE

Altro punto che faceva parte del nostro programma era la realizzazione dell'Ecocentro Comunale. A Soleminis lo stanno per aprire. Ci è voluto un pò di tempo, ma alla fine dopo aver risolto diverse problematiche burocratiche, sono riusciti a portarlo a definizione. Oramai si tratta solo di qualche mese.

Si tratta di un ecocentro situato alle porte del paese, di fianco al depuratore, che servirà ad ospitare tutti quei rifiuti che non verranno raccolti dalla differenziata porta a porta non per la loro specie o categoria bensì per una mancata possibilità di raccolta o semplicemente comodità. Facciamo l'esempio delle attività commerciali: anzichè aspettare ogni 2 settimane affinchè si possano ritirare plastica o cartone, potranno portare lì direttamente i loro rifiuti. Altrimenti potrebbe essere utile per le famiglie che magari non hanno avuto precedentemente la possibilità di lasciare i propri rifiuti attraverso il porta a porta. Sarebbe alquanto utile anche per i rifiuti ingombranti e per gli olii esausti.

Insomma, un grande passo avanti che come detto poco fa per l'acqua, potrebbe essere fondamentale per Senorbì. Ci auguriamo che Sanna & co. prendano in considerazione il fatto che si tratta di risparmiare sulle tasse dei rifiuti e si lavora per la costruzione di un mondo migliore.

ENERGIE SOSTENIBILI

Il Comune di Soleminis ha aderito al Patto dei Sindaci che impegna la propria amministrazione a seguire un percorso che nel rispetto di una tempistica certa e ben definita a portare ad un PAES, ossia Piano di Azione per l'Energia Sostenibile.

L'obiettivo è equivalente a quello espresso dal protocollo di Kyoto. Nel 2008 sono stati espressi questi obiettivi:

- riduzione delle emissioni di CO2 del 20% entro il 2020.

- raggiungimento di una quota di produzione di energia da fonti rinnovabili non inferiore al 20% entro il 2020.

- riduzione del consumo di energia del 20% rispetto ai valori attesi al 2020 (maggiore efficienza energetica).

Sulla base di questi ambiziosi ma raggiungibili obiettivi, il Comune di Soleminis ha installato circa 50kw di pannelli fotovoltaici che danno soddisfazione al proprio fabbisogno ed a quello di una scuola elementare. L'energia in eccesso viene rimessa in rete ed oltre questo, si percepiscono anche gli incentivi. Tutto ciò significa più risparmio e maggior possibilità di spesa per altri servizi.

Oltre questo, hanno intenzione di attuare una riqualificazione energetica degli edifici. Aprendo una parentesi a proposito di questo tema, lo scorso 1 giugno presso Casa Lonis, si è tenuto un incontro sulla Decrescita Felice (qui il link all'articolo). Solo per ricordare qualche dato possiamo citare che un edificio medio in Germania, consuma 3/4 volte di meno di un edificio italiano.

Un'altra cosa rilevante è stata l'acquisto di un camioncino elettrico. Viene alimentato grazie all'energia prodotta dai succitati pannelli fotovoltaici e viene utilizzato per le operazioni di carico scarico riguardanti la materia comunale.

Come Associazione 5 Stelle Senorbì e come MoVimento Cinque Stelle ci auguriamo che la maggioranza possa ascoltare questo appello all'innovazione e si possa muovere verso un futuro di questo tipo. Da parte nostra, come precedentemente annunciato, cercheremo di creare dei progetti che possano essere messi in atto da subito.

Presto pubblicheremo ulteriori dettagli in merito.


Senorbì - 

Si concretizza oggi per il MoVimento Cinque Stelle Senorbì il progetto "Informazione per una Senorbì a 5 Stelle", annunciato qualche tempo fa attraverso il Trailer che vediamo qui sopra.

Si tratta di una serie di attività volte all'informazione del cittadino senorbiese sia su temi locali sia su temi nazionali. Oltre al nostro Blog quindi, abbiamo pensato di affiancare anche la carta stampata, visto che evidentemente tante persone non hanno ancora confidenza e dimestichezza con lo strumento informatico.

Sono tempi veramente duri per il MoVimento Cinque Stelle. Viviamo sotto un attacco mediatico senza precedenti, per cui diventa necessario informare a 360° gli elettori, i simpatizzanti, il cittadino qualunque.

Tra l'altro, dopo tutte le "porcate" che i partiti stanno facendo, è ancora di più un obbligo morale e politico il fatto di dare un segnale forte di presenza e di sostegno alle famiglie ed ai giovani. Anche ieri, per esempio, si è preferito favorire e foraggiare la guerra piuttosto che sostenere i milioni di disoccupati italiani. Il Parlamento ha votato contro il Reddito di Cittadinanza ed a favore dei famosi F-35, per qualcuno degli "elicotteri" utilissimi per salvare vite umane.

Sono tempi duri. Grazie al nostro governo e al nostro parlamento, da oggi siamo più poveri ma "meglio armati". Ricorda molto la scena del bambino nel centro commerciale che "punta i piedi", frigna, urla, fa tante di quelle scene che alla fine esce con il suo giocattolo. Lo stesso il governo, nonostante la crisi, la mancanza di lavoro, la mancanza di speranze, il paese che cade a pezzi, pensa bene che è meglio spendere svariati miliardi per dei catorci volanti anzi che aiutare i propri cittadini.

In compenso, cari Letta & Co., avete fatto un decreto per i disoccupati che fa vergognare anche le pietre. Sapete, non mi meraviglio nemmeno di chi vi ha votato però una cosa gliela voglio dire: "se siete affamati e senza lavoro, magnatevi gli F35, fate il ruttino e ringraziate i vostri beniamini che stanno dimostrando di rispettare voi, il vostro voto e il "patrio suolo" sotto il tricolore sventolante!

Letta le spara grosse. Per poter accedere alle agevolazioni previste nel dl lavoro, un ragazzo deve rispettare strettissime condizioni: "È un intervento significativo, coperto in parte con fondi nazionali e in parte con fondi europei. Servirà ad assumere in 18 mesi 200 mila giovani con un'intensità maggiore nel centro Sud. Ma è un provvedimento che riguarda tutto il Paese. Vogliamo dare un colpo duro alla piaga della disoccupazione giovanile."

Un ragazzo per dire addio alla piaga della disoccupazione e dare questo "colpo duro" deve:
- essere privo di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi
- essere privo di un diploma di scuola media superiore o professionale
- vivere da solo con una o più persone a carico.
Quindi per accedere devi essere un disoccupato cronico (se sei a casa da cinque mesi non vale), essere un semianalfabeta (se hai studiato sono cazzi tuoi), non vivere con i genitori ma da solo (infatti un giovane senza reddito esce sempre di casa) e avere a carico la vecchia nonna o moglie e figli. Chi, in nome di Dio, possiede questi requisiti in Italia?
Nel caso il disoccupato cronico, semianalfabeta, con famiglia a carico acceda "all'intervento significativo" di Letta, questo, come si legge nel decreto, verrà corrisposto all'azienda "per un periodo di 12 mesi ed entro i limiti di 650 euro mensili per lavoratore nel caso di trasformazione a tempo indeterminato".
Chi, in nome di Dio, possiede questi requisiti in Italia?

Consulta da questo LINK il giornalino in versione digitale.

Se vuoi puoi stamparlo e diffonderlo tra gli amici! Scarica da questo LINK la versione PDF.

Screen shot 2013-06-27 at 11.03.25


Senorbì - 

Ecco in formato PDF le domande e le richieste che entro la settimana provvederò a protocollare presso il Comune. Sono indirizzate e rivolte al Sindaco Sanna, all'Assessore Mura, ed inoltre ad alcuni responsabili di servizio.

Nello specifico, parliamo di:

- richiesta informazioni e riguardo la attuale situazione della strumentazione musicale e della sala musicale

- richiesta ultime 6 fatture liquidate per utenze energetiche

- richiesta ultime 6 fatture liquidate per telefonia fissa e mobile, richiesta dei contratti stipulati con i fornitori

- richiesta copia del bilancio di previsione 2013

Ecco i file in PDF

Situazione sala e strumentazione musicale

Richiesta fatture utenze energetiche

Richiesta fatture telefonia fissa e mobile

Richiesta copia del bilancio di previsione 2013

Abbiamo deciso di fare queste richieste per avere un quadro chiaro della situazione in questi ambiti succitati. In tutti i casi, si tratta di passi necessari per la realizzazione di progetti futuri di cui vorremmo farci carico come associazione 5 stelle. Tutti questi progetti verranno poi presentati alla giunta che valuterà se prendere o meno in considerazione gli stessi progetti.

In attesa di vedere i documenti di risposta vi saluto! ;)

Michele Schirru

MoVimento Cinque Stelle


Senorbì - 

Per l'anno 2013 , in ottemperanza alle previsioni di cui comma 2 dell'art. 10 del D.L. 35/2013, di fissare limitatamente alla rete di acconto le seguenti scadenze ed importi:
• Primo acconto, scadenza 31 luglio 2013 e un importo pari al 60% di quanto dovuto, applicando alle superfici occupate le tariffe vigenti al 31/12/2012 ai fini TARSU (comprese addizionali ex-eca, maggiorazione e tributo provinciale);
• Secondo acconto, scadenza 31 ottobre 2013 e un importo pari al 30% di quanto dovuto, applicando alle superfici occupate le tariffe vigenti al 31/12/2012 ai fini TARSU (comprese addizionali ex-eca, maggiorazione e tributo provinciale);
• Terza rata a saldo, scadenza 31 dicembre 2013 applicando le nuove tariffe TARES, con la maggiorazione di Euro 0,30 metro quadro per legge.

Ecco qui il Verbale.

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Copia

N. 8 del 18-06-2013

Oggetto:

ART.10 COMMA 2 - DECRETO LEGGE N.35/2013 - ADEMPIMENTI TARES/TARSU.

L'anno: duemilatredici

Il giorno: diciotto

Del mese di: giugno

Alle ore: 15:15

in Senorbì nella sede Comunale, si é riunita la Giunta Comunale per trattare gli affari posti all'ordine del giorno, con la presenza dei signori:

SANNA ADALBERTO

Sindaco

P

MURA SALVATORE

Vice Sindaco

P

SENIS ROBERTO

Assessore

P

LAI MARCELLO

Assessore

P

USAI CARLA

Assessore esterno

A

ne risultano presenti n. 4 e assenti n. 1.

Partecipa con funzioni consultive, referenti e di assistenza e ne cura la verbalizzazione - art. 97, comma 4° lett.a) - del D.Lgs n° 267/2000, IL SEGRETARIO COMUNALE Dott.ssa ZUDDAS ADRIANA.

Presiede la seduta il Sindaco - Dott. SANNA ADALBERTO - che constatato il numero legale degli intervenuti, dichiara valida la riunione e invita i convocati a deliberare sull'oggetto sopraindicato.

IL PRESIDENTE

Visto l'art.14 del D.L. 201/2011 del 6 dicembre 2011 "Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei Conti Pubblici" convertito con modificazioni con la legge 22 dicembre 2011, n.214 che ha istituito, a partire dal 1° gennaio 2013, il nuovo tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES);

Visto il comma 35 del succitato art.14 del D.L. 201/2011 nel quale vengono, tra l'altro, fissate le scadenze per i versamenti nei mesi di gennaio, aprile, luglio ed ottobre, ad eccezione dell'anno d'imposta 2013 per il quale, con l'art. 1-bis del D.L. 1/2013, la scadenza della prima rata era stata posticipata al mese di luglio;

Visto l'art. 10 comma 2 del D.L. 35 dell'8 aprile 2013, il quale alla lettera b) "ai fini del versamento delle prime due rate del tributo, e comunque ad eccezione dell'ultima rata dello stesso, i comuni possono inviare ai contribuenti i modelli di pagamento precompilati già predisposti per il pagamento della TARSU i pagamenti di cui al periodo precedente sono scomputati ai fini della determinazione dell'ultima rata dovuta, a titolo di TARES per l'anno 2013 " ;

Visto che la lettera a) del predetto comma 2 dell'art. 10 statuisce che, in materia di tributo comunale sui rifiuti e sui i servizi, in deroga a quanto diversamente previsto con il comma 14 del D.L. 201/2011, "la scadenza e il numero delle rate di versamento del tributo sono stabilite dal Comune con propria deliberazione adottata, anche nelle more della regolamentazione comunale del nuovo tributo" ;

Ritenuto di fissare, limitatamente all'anno d'imposta 2013, in applicazione dell'art. 10, comma 2 del D.L. 35/2013, in tre il numero di rate per il versamento del tributo sui rifiuti e sui servizi, con scadenza dei versamenti in acconto nei mesi di luglio, ottobre il saldo nel mese di dicembre;

Dato Atto che per le prime tre rate di competenza 2013 è possibile procedere al pagamento in acconto, "commisurando" gli importi "all'importo versato, nell'anno precedente, a titolo di TARSU", così come disciplinato al comma 2 art. 10 del D.L. 35 dell'8 aprile 2013, mentre "per nuove occupazioni decorrenti dal 1° Gennaio 2013, l'importo delle corrispondenti rate è determinato tenendo conto delle tariffe relative alla TARSU applicate dal Comune nell'anno precedente" ;

Visti i pareri espressi, ai sensi dell'art. 49 del D.Lgs. 18 Agosto 2000 n. 267 del Dirigente del servizio interessato e dal Dirigente della Ragioneria;

Visto l'art. 48 del Dec. Lgs.vo n. 267/00;

PROPONE

1) Per l'anno 2013 , in ottemperanza alle previsioni di cui comma 2 dell'art. 10 del D.L. 35/2013, di fissare limitatamente alla rete di acconto le seguenti scadenze ed importi:
• Primo acconto, scadenza 31 luglio 2013 e un importo pari al 60% di quanto dovuto, applicando alle superfici occupate le tariffe vigenti al 31/12/2012 ai fini TARSU (comprese addizionali ex-eca, maggiorazione e tributo provinciale);
• Secondo acconto, scadenza 31 ottobre 2013 e un importo pari al 30% di quanto dovuto, applicando alle superfici occupate le tariffe vigenti al 31/12/2012 ai fini TARSU (comprese addizionali ex-eca, maggiorazione e tributo provinciale);
• Terza rata a saldo, scadenza 31 dicembre 2013 applicando le nuove tariffe TARES, con la maggiorazione di Euro 0,30 metro quadro per legge.

2) Di stabilire che, ai fini della riscossione del tributo, secondo le previsioni di cui comma 2 art. 10 del D.L. 35 dell'8 aprile 2013 la gestione del Tributo sui rifiuti verrà effettuato direttamente dal Comune;
3) Di dare mandato al Funzionario Responsabile di procedere alla tempestiva predisposizione ed all'invio dei prescritti avvisi di pagamento in acconto utilizzando, per la determinazione degli importi dovuti, le superfici dichiarate ai fini TARSU e le relative tariffe vigenti al 31/12/2012;
4) Di precisare che il presente provvedimento dovrà essere pubblicato nell'albo pretorio del Comune di Senorbì;

PARERI DI REGOLARITÀ AI SENSI DELL'ART. 49 DEL D. LGS. N.267/2000.

PARERE: Favorevole in ordine alla REGOLARITA` TECNICA

Data: 18-06-2013

Il Responsabile del servizio

F.to Rag. TACCORI SILVESTRO

PARERE: Favorevole in ordine alla REGOLARITA' CONTABILE

Data: 18-06-2013

Il Responsabile del servizio

F.to Rag. TACCORI SILVESTRO

LA GIUNTA COMUNALE

♣ Vista e valutata la suestesa proposta di deliberazione;

♣ Visti i pareri, sulla proposta di deliberazione surriportata, espressi ai sensi dell'art. 49 del D. Lgs. n.267 del 18.08.2000:

♣ Del responsabile settore Economico/finanziario in ordine alla regolarità tecnica e contabile;

♣ Con voti unanimi;

DELIBERA

♣ Di approvare la surriportata proposta di deliberazione: "Art. 10 - comma 2 - Decreto Legge n.35/2013 - Adempimenti TARES/TARSU".

♣ Il responsabile del Settore Economico/Finanziario provvederà a porre in essere tutti gli atti necessari e conseguenti il presente atto.

♣ Con separata e successiva votazione unanime, rendere la presente immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134, comma 4 del D. Lgs. n. 267 del 18.08.2000 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli EE.LL

Letto, approvato e sottoscritto

IL PRESIDENTE

IL SEGRETARIO COMUNALE

F.to Dott. SANNA ADALBERTO

F.to Dott.ssa ZUDDAS ADRIANA

CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE

Su attestazione del Messo Comunale, certifico che copia della presente deliberazione é stata pubblicata il giorno 20-06-2013 all'Albo Pretorio di questo Comune ove rimarrà esposta per 15 giorni consecutivi (art. 124 del D. Lgs. n.267/2000).

Senorbì, 20-06-2013

IL FUNZIONARIO INCARICATO

F.to Dott.ssa DESSI ELENA

CERTIFICATO DI ESECUTIVITA'

La presente deliberazione é divenuta esecutiva il 18-06-2013 per :

a seguito di dichiarazione di immediata eseguibilità (ai sensi dell'art. 134, comma 4 del D. Lgs. N.267/2000).

a seguito di pubblicazione all'Albo Pretorio di questo Comune per 10 gironi consecutivi (ai sensi dell'art. 134, comma 3 del D. Lgs. N.267/2000)

Senorbì, 20-06-2013

IL FUNZIONARIO INCARICATO

F.to Dott.ssa DESSI ELENA

Per Copia Conforme all'Originale ad uso amministrativo.

Senorbì, 20-06-2013

IL FUNZIONARIO INCARICATO

F.to Serra Marinella


Senorbì - 

Nella seduta del 18/06/2013, la Giunta Comunale di Senorbì ha dato l'ok al rinnovo della convenzione con Equitalia sino al 31 Dicembre del corrente anno. Da parte nostra resta il parere contrario a questa scelta, e coerentemente con il programma nazionale del M5S, avremmo volentieri evitato di rinnovare tale convenzione. Ci auguriamo che per il 2014 si possa dare spazio ad un'altra ipotesi nel caso da valutare.

Ecco il verbale di deliberazione.

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Copia
N. 9 del 18-06-2013

Oggetto:
RINNOVO COVENZIONE CON EQUITALIA - DIREZIONE REGIONALE DELLA SARDEGNA - PER LA RISCOSSIONE ATTRAVERSO RUOLO CON PROCEDURA PRE-COATTIVA MEDIANTE GESTIONE INTEGRATA SINO AL 31.12.2013.-

L'anno: duemilatredici
Il giorno: diciotto
Del mese di: giugno
Alle ore: 15:15

in Senorbì nella sede Comunale, si é riunita la Giunta Comunale per trattare gli affari posti all'ordine del giorno, con la presenza dei signori:

SANNA ADALBERTO
Sindaco
P
MURA SALVATORE
Vice Sindaco
P
SENIS ROBERTO
Assessore
P
LAI MARCELLO
Assessore
P
USAI CARLA
Assessore esterno
A

ne risultano presenti n. 4 e assenti n. 1.

Partecipa con funzioni consultive, referenti e di assistenza e ne cura la verbalizzazione - art. 97, comma 4° lett.a) - del D.Lgs n° 267/2000, IL SEGRETARIO COMUNALE Dott.ssa ZUDDAS ADRIANA.

Presiede la seduta il Sindaco - Dott. SANNA ADALBERTO - che constatato il numero legale degli intervenuti, dichiara valida la riunione e invita i convocati a deliberare sull'oggetto sopraindicato.

IL PRESIDENTE

Visto lo Statuto Comunale;
Visto il D.lgs. n. 267 del 18/08/2000 Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali;
Visto il D.Lgs. 29/1993;
Visto il redigendo bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2013;
Vista la richiesta presentata da Equitalia Direzione Regionale della Sardegna tendente ad ottenere la proroga della convenzione per la riscossione della TARSU/TARES sino al 31.12.2013 agli stessi patti e condizioni previste dalla precedente convenzione;
Ritenuto necessario provvedere al rinnovo della convenzione con Equitalia Centro s.p.a,;

PROPONE

1. di prorogare la convenzione di cui in premessa sino al 31.12.2013 e dare mandato al Responsabile del Servizio Finanziario di porre in essere tutti gli atti necessari e conseguenti.

PARERI DI REGOLARITÀ AI SENSI DELL'ART. 49 DEL D. LGS. N.267/2000.

PARERE: Favorevole in ordine alla REGOLARITA` TECNICA

Data: 18-06-2013
Il Responsabile del servizio

F.to Rag. TACCORI SILVESTRO

PARERE: Favorevole in ordine alla REGOLARITA' CONTABILE

Data: 18-06-2013
Il Responsabile del servizio

F.to Rag. TACCORI SILVESTRO

LA GIUNTA COMUNALE

Vista e valutata la suestesa proposta di deliberazione;

♣ Visti i pareri, sulla proposta di deliberazione surriportata, espressi ai sensi dell'art. 49 del D. Lgs. n.267 del 18.08.2000:

Del responsabile settore Economico/finanziario in ordine alla regolarità tecnica e contabile;

♣ Con voti unanimi;

DELIBERA

♣ Di approvare la surriportata proposta di deliberazione: "RINNOVO COVENZIONE CON EQUITALIA - DIREZIONE REGIONALE DELLA SARDEGNA - PER LA RISCOSSIONE ATTRAVERSO RUOLO CON PROCEDURA PRE-COATTIVA MEDIANTE GESTIONE INTEGRATA SINO AL 31.12.2013".-

♣ Il responsabile del Settore Economico/Finanziario provvederà a porre in essere tutti gli atti necessari e conseguenti il presente atto.

♣ Con separata e successiva votazione unanime, rendere la presente immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134, comma 4 del D. Lgs. n. 267 del 18.08.2000 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli EE.LL

Letto, approvato e sottoscritto

IL PRESIDENTE
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Dott. SANNA ADALBERTO
F.to Dott.ssa ZUDDAS ADRIANA

CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE

Su attestazione del Messo Comunale, certifico che copia della presente deliberazione é stata pubblicata il giorno 20-06-2013 all'Albo Pretorio di questo Comune ove rimarrà esposta per 15 giorni consecutivi (art. 124 del D. Lgs. n.267/2000).

Senorbì, 20-06-2013

IL FUNZIONARIO INCARICATO

F.to Dott.ssa DESSI ELENA

CERTIFICATO DI ESECUTIVITA'

La presente deliberazione é divenuta esecutiva il 18-06-2013 per :

a seguito di dichiarazione di immediata eseguibilità (ai sensi dell'art. 134, comma 4 del D. Lgs. N.267/2000).

a seguito di pubblicazione all'Albo Pretorio di questo Comune per 10 gironi consecutivi (ai sensi dell'art. 134, comma 3 del D. Lgs. N.267/2000)
Senorbì, 20-06-2013

IL FUNZIONARIO INCARICATO

F.to Dott.ssa DESSI ELENA

Per Copia Conforme all'Originale ad uso amministrativo.

Senorbì, 20-06-2013

IL FUNZIONARIO INCARICATO

F.to Serra Marinella


Senorbì - 

Mittente: Gal Sole Grano Terra

Con il presente bando, coerentemente con quanto disposto dalla misura 313, si persegue l'obiettivo di introdurre
servizi innovativi e promuovere sistemi di rete a supporto del turismo in area rurale. In particolare, si propone di
sostenere approcci organizzati e strutturati di miglioramento della qualità e della quantità dei servizi turistici offerti
nelle aree rurali, in sinergia con le imprese del settore agricolo, commerciale, artigianale, con Enti pubblici,
associazioni e altri soggetti, al fine di creare una rete qualificata di servizi turistici, nonché la promozione della vendita
dei prodotti tipici e locali.
L'azione 1 della Misura 313 prevede la realizzazione di itinerari e/o percorsi segnalati quali strade del vino e dei
prodotti tipici, del gusto e delle tradizioni, della transumanza, di turismo equestre (ippovie), culturali e ambientali,
nonché la messa in rete degli stessi.
L'azione 2 della Misura 313 prevede la realizzazione, a cura degli Enti Pubblici e/o loro associazioni di centri di
informazione e accoglienza turistica e relative reti, attraverso l'adeguamento di strutture esistenti, finalizzate a
garantire l'accoglienza al visitatore/turista e fornire informazione specifica sull'area e sui prodotti delle aziende del
territorio e l'allestimento dei locali (sale di accoglienza, sale degustazione, vetrine di prodotti e per attività culturali)
non riguardanti singole aziende.
Le azioni concorrono al perseguimento del seguente obiettivo specifico del PSL del GAL SGT:
- "Incrementare l'offerta turistica, articolarla in modo multisettoriale e sostenerla nel processo di incontro con il
mercato". La misura 313 si integra con le azioni previste nella misura 311 "Diversificazione verso attività non
agricole" e con le azioni previste nella misura 312 "Sostegno alla creazione e allo sviluppo di microimprese".

Bandi di concorso

- http://78.110.185.34/senorbi/mc/mc_attachment.php?x=c210c7ee8d98faf858cd2f9f610790e5&mc=1849&

- http://78.110.185.34/senorbi/mc/mc_attachment.php?x=c210c7ee8d98faf858cd2f9f610790e5&mc=1851&

Per vedere gli altri documenti, è sufficiente visitare l'albo pretorio (raggiungibile a questo link) e vedere le voci relative al bando, postate in data 13/06/2013.


Senorbì - 

Video del Consiglio Comunale

Lo scorso Sabato 8 Giugno, presso la Piazza Italia a Senorbì si è insediato il nuovo Consiglio Comunale. La giunta Sanna è alla sua terza legislatura (?) e apre le porte ad un quinquennio che sarà a nostro avviso storico (?). Ovviamente non pensiamo sia storico perchè al potere c'è nuovamente Adalberto Sanna, bensì perchè finalmente all'interno delle Istituzioni locali c'è il MoVimento Cinque Stelle.

Siamo appagati dal lavoro svolto e da quello che è stato il risultato conseguito. Certamente, come detto altre volte, si poteva fare di meglio, ma riteniamo che effettivamente per una squadra di "novizi" si sia riusciti a fare davvero il meglio.

Gli obiettivi che ci siamo posti sono molteplici; primo fra tutti è la realizzazione del nostro Programma Elettorale. Come detto nel discorso di insediamento, sembra verosimilmente facile pensare di realizzare buona parte di esso, in quanto concretamente c'è una ampia e consistente fetta di punti programmatici condivisi da tutti gli schieramenti.

Cito a titolo di esempio: trasmissione in diretta via internet dei consigli comunali, energie rinnovabili, sede della musica, asilo comunale, rifacimento strade campestri,  nuovo sito internet del comune, mercato zonale di prodotti artigianali ed agricoli, illuminazione pubblica led, supporto alle associazioni, ecocentro comunale, aree in free wi-fi, Teatro comunale.

Sarebbe molto bello vedere un Consiglio Comunale più attento alle problematiche del cittadino e senz'altro più aperto al dialogo, anche tra gli stessi componenti. Con ieri, mi auguro si sia concluso un periodo pieno di veleni e di diatribe di sapore vendicativo, iniziato parecchio tempo prima della due giorni di voto. Come lo stesso Sanna ha avuto modo di dire nel suo discorso di insediamento, abbiamo perfino avuto "stranieri" che da qualche anno hanno provato a mettere il naso all'interno del nostro paese.

Tutto ciò dispiace, ma nella più totale onestà auspico che si possa mettere una bella pietra sopra tutte queste illazioni viste e sentite, che si possa dimenticare velocemente quello che di brutto c'è stato e che si possa quindi mettere in moto una macchina amministrativa con motore grintoso, efficiente, scattante e silenzioso. Noi siamo sempre rimasti totalmente fuori da queste logiche e ne andiamo fieri.

Cosa vogliamo fare da oggi? Da parte nostra, c'è la assoluta volontà di appoggiare in qualsiasi maniera le idee buone e positive a prescindere da chi siano generate. Si presume quindi, che queste idee derivino per la stragrande maggioranza dalle promesse elettorali riportate nero su bianco nei programmi presentati nei mesi scorsi.

Noi faremo senz'altro questo. Il nostro Programma Elettorale 2013-2018, sarà la linea guida da seguire e ci batteremo ardentemente affinchè la maggior parte dei punti inseriti in esso siano portati a compimento, a costo di non detenerne la paternità.

Di fatto quindi, ci saranno evidentemente tutta una serie di attività da svolgere che comprenderanno, per esempio: eventi culturali, attività di democrazia diretta dal basso, processi partecipativi, attività di informazione, attività di pianificazione di opere sociali e strutturali sul territorio, attività di pianificazione interventi volti alla riqualificazione energetica, semplice e puro attivismo politico.

Ciò che ci rassicura, come è stato riportato in precedenza ed inoltre enunciato nel discorso di insediamento, è il fatto che più del 60% dei nostri punti programmatici sono condivisi. 

Ci auguriamo inoltre che tutto si svolga nella massima trasparenza e nel massimo rispetto delle leggi. Saremo infatti molto attenti affinchè siano rispettate queste condizioni. Saremo intransigenti ed attueremo una opposizione ferrea davanti alle cosiddette idee "cattive" e davanti alle azioni di grave prevaricazione e vessazione del cittadino.

Ci fa piacere che questo stesso discorso e concetto collaborativo sia stato condiviso anche dalle altre forze politiche, che stando almeno alle loro parole di insediamento, si sono dimostrate molto aperte al dialogo ed al percorrere un cammino tutti insieme. Cosa strana dunque, visto che gli stessi politici sempreverdi ci hanno abituato a fare dell'Opposizione una roccaforte del dissenso. Negli anni precedenti, l'andare sempre e comunque contro a prescindere ha prevalso.

Speriamo che da quest'anno si possa davvero superare questo discorso di maggioranza e minoranza, realizzare quindi che siamo tutti parte di una comunità e perciò abbiamo bisogno del sostegno vicendevole. Oggi la crisi è incontrastabile per certi versi, quindi solamente attuando una politica nuova e sganciata dalle logiche di interesse personale possiamo fronteggiare o quantomeno arginare parte dei problemi che il nostro paese vive.

L'obiettivo comune deve essere il bene per Senorbì, Arixi e Sisini, nient'altro.

MoVimento Cinque Stelle Senorbì

Michele Schirru

I candidati a Senorbì


   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons