MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Sestri Levante - 

Cittadino Sestrino, la trasparenza è una virtù rara, come l'onestà. Nel lontano 1980 i cittadini Sestrini iniziarono a pagare interessi al tasso fisso del 9% e a restituire quote capitale di 4 mutui accesi dall'allora sindaco Ghio. L'anno dopo iniziarono a pagare per i 15 mutui accesi al 9% dal suo successore Piccinini. Poi fu la volta di Chella che ne aggiunse altri 2 nel 1996 ed altri 3 nel 97, sempre al 9%. Negli anni seguenti i tassi d'interesse sono però costantemente diminuiti, si da stimolare la ripresa economica che tarda ad arrivare, fino a che quel 9% è diventato un tasso prossimo all'usura, tale da dover essere rinegoziato. Due funzionarie del Ministero dell'Interno, Finanza Locale, Mutui, sono state interpellate dall'esperto del M5S di Sestri Levante, Dr Ugo Aryaman Tendi, in quanto questi ha verificato delle difformità scritturali fra i dati del ministero e quelli forniti a latere del bilancio comunale 2014 in una confusa tabella allegata, redatta in dispregio delle relative attribuzioni di codici di bilancio e gestionali SIOPE, come invece imposto da normative in vigore dagli anni 2000-4-6-8, in particolare dal 2006. Fra le tante esse hanno fatto presente come sia nella sola ed esclusiva facoltà del Comune, nella figura del suo sindaco, rinegoziare non solo i mutui al 9%, ma anche tutti quelli che hanno un tasso superiore al 2,5% di mercato, mediante le previste procedure on line. Ovviamente il maggior importo del tasso d'interesse attuato, rispetto a quanto si potrebbe scontare, è tutto sulle spalle del cittadino, che potrebbe invece veder ridotta la pressione fiscale che lo strangola, se solo vi fosse una minimale buona volontà. Bisogna inoltre sapere che ogni anno il Ministero dell'interno, a copertura del 71,10% di due mutui, invia un contributo, che quest'anno ammonta ad € 252.394, diviso in due tranches: la prima a maggio per le rate in scadenza al 30 giugno e la seconda ad ottobre per quelle in scadenza al 31 dicembre. Parrebbe una bella notizia, non fosse che i soldi sono comunque sempre usciti dalle nostre tasche. Per altri 3 mutui al 9% tutto è a totale carico dei residenti! All'ultimo nuovo arrivato, il M5S, viene precluso il poter effettuare l'indagine più importante e fondamentale. Il comune ha realmente beneficiato dell'erogazione totale del capitale, oppure, come hanno appurato nel 2009 gli ispettori della Ragioneria Generale dello Stato (RGS) in moltissimi casi analoghi, solo di una parziale? In tal caso il comune ha ricevuto come erogato meno del capitale mutuato, mentre ad ogni rata posticipata ha dovuto pagare gli interessi al 9% sull'intero capitale residuo ed ha restituito quote capitale computate sull'intero mutuato. Una beffa e una truffa perché, se così fosse, allora sì che la soglia dell'usura sarebbe stata ampliamente sfondata. Curiosamente ci sono comuni veramente virtuosi che periodicamente ricevono richieste di informazioni ulteriori e spiegazioni integrative del loro Sistema di Bilancio e magari anche la visita di ispettori della Ragioneria Generale dello Stato. E' mai possibile che il "palazzo Pallavicini" ne sia esente quasi fosse una "Sede di Santità"?

M5S Sestri Levante.


Sestri Levante - 

La stesura di un bilancio rappresenta in alcuni casi, nel caso del Comune di Sestri Levante è proprio così, una lezione magistrale di equilibrismo nel conteggiare, come se si avessero già in tasca, crediti inesigibili o rendere del peso pari a una piuma debiti posti sulle proprie spalle. Tale maestria, ampiamente diffusa, consolidata e perdurante da anni, ha subito un duro colpo in questi giorni, poiché, accogliendo la tesi della Procura, la Sezione Controlli della Corte dei Conti ha escluso dalla "parifica" della Regione Liguria 91 milioni di euro di residui attivi (cioè crediti vantati), sancendo che contabilmente la cessione per 103 milioni di euro di immobili all'Azienda Regionale Territoriale per l'Edilizia pubblica (ARTE) "è un indebitamento".

Poteva esimersi il Comune di Sestri Levante dall'avere qualche operazione poco comprensibile con ARTE? Ma certo che no! Mai essere da meno! E, infatti, nella seduta consiliare del 29 aprile 2014, il Consigliere del M5S Francesco Muzio intervenne sul punto 2 dell'Ordine Del Giorno (approvazione del Rendiconto 2013), al fine che chiarezza fosse fatta, descrivendo 3 impegni di spesa, non pagati, che «compaiono a pagina 431 nell' elenco dei residui passivi per un totale complessivo pari ad Euro 150 mila.»
Infatti, in ben 3 righe contabili il comune rende noto che ha acquisito l'«alloggio di via Aurelia, 137/A/4» a Sestri Levante nel 2008, ma che a tutt'oggi (2014) non ha ancora pagato al proprietario il prezzo pattuito! Il Consigliere non poteva esimersi dal chiedere: «Questo ente comunale intende o meno comunicare pubblicamente e al più presto il nome e cognome di colui o colei che ha alienato un immobile stando in tutta calma nell'attesa di ricevere il pagamento di euro 150 mila dal 2008?». Il Sindaco Valentina Ghio si premurò di rispondergli: «ad ARTE» (ex IACP), aggiungendo che era proprio l'Azienda Regionale Territoriale per l'Edilizia pubblica che volutamente non aveva ancora perfezionato il contratto davanti ad un notaio.

Ci sia permesso di dire che tali comportamenti rappresentano quantomeno una stravaganza, forse di più, un delirio. Quindi, l'Azienda Regionale Territoriale per l'Edilizia pubblica deve dare alla Regione Liguria, ma deve avere dal Comune di Sestri Levante e chissà da quanti altri, tutto con calma, all'Italiana, chissà ... magari a qualcuno conviene pure.

Tornando ai panni di casa nostra, il Consigliere ebbe poi a descrivere quel che «compare a pagina 426 nell'elenco dei residui passivi per un totale complessivo pari ad Euro 200 mila», dove si rende noto un altro impegno di spesa comunale del 2005, anche questo non pagato, un vizietto ricorrente, per il «conferimento di capitale sociale della società per azioni per costruzione e gestione del porto turistico», oggetto di referendum cittadino il 9 giugno 2007. Ebbe infine a terminare con questa domanda: «domanda da gatto a volpe: la permanenza di questo impegno di spesa, pregresso oramai da ben 9 anni, dissimula malamente l'intenzione che prima o poi l'amministrazione vuol realizzare il porto turistico, oppure, non sussistendo più questa intenzione nel programma - vero maggioranza? - perché allora chi di competenza non ha già provveduto a stornare opportunamente tale inutile impegno di spesa per renderlo disponibile, per impegnarlo più virtuosamente?».

Acc... al porto proprio non ci pensavamo più, si sono forse detti, in qualche modo dobbiamo tener in vita quei 200 mila euro a questo preposti e, giusto un mese dopo, viene partorita un'idea meravigliosa; la maggioranza rende noto lo stanziamento nel bilancio 2014 di 40 mila euro per studio e fattibilità di un nuovo porto turistico, evitando in tal modo di applicare la "perenzione amministrativa" per svincolare quei 200 mila Euro, se ancora ci fossero in cassa!

Vi assicuriamo che il bilancio del Comune di Sestri Levante, al di la dell'aspetto formale fa acqua da tutte le parti. Ed è ben noto che ci sono ben 29 pagine di residui attivi (crediti vantati, ma NON incassati) e ben 118 pagine di residui passivi (Euro impegnati, ma NON pagati) con circa 30 righe ognuna. Credeteci, ne vedremo delle belle da qui a un po', e noi non vi inganniamo mai !


Sestri Levante - 

Comunicazione Sindaco 8 luglio 2014-1.jpg
Comunicazione Sindaco 8 luglio 2014-2.jpg
Comunicazione Sindaco 8 luglio 2014-3.jpg


Sestri Levante - 

In data 3 luglio alle ore 21.00 circa ha avuto inizio la seduta Consiliare presso Palazzo Pallavicini. La seduta ha avuto un ritardo di inizio di circa di 20 minuti, ritardo dovuto alla presenza dei dipendenti di ATP, presentatisi a seguito della mozione presentata da Marco Conti e Albino Armanino avente tema la suddetta azienda. Ai dipendenti sono state date rassicurazioni e sono stati invitati a partecipare al Consiglio Comunale che si terra' a fine mese e avra' come tema principale ATP, con la presenza del presidente di Atp e del Circolo Virgola ENZO SIVORI, che relazionera' all'assemblea il nuovo piano industriale presentato al Tribunale e ancora in fase di omologazione (la mozione di Conti e Armanino verra' discussa in questo consiglio comunale). Come primo punto a seguito della riunione del Presidente del Consiglio con i Vicepresidenti e' stata inserita la mozione urgente di M5S avente oggetto lo stabilimento balneare "Casa Ferie Franco Tosi". In tale mozione come M5S chiedevamo nell'ordine del giorno di modificare la determina dirigenziale firmata dal dirigente area V Luisa Stefani, con l'aggiunta dei seguenti rafforzativi: "La presente concessione non avrà modifiche sostanziali e neppur minimali tali da far variare lo scopo SOCIALE e SENZA FINE di LUCRO per la quale la stessa è stata assegnata e tali modifiche non verranno apportate ne' ora, ne' a seguito di possibili futuri rinnovi; qualora si verificassero atti tali da presupporre a un utilizzo della concessione diverso dagli scopi per la quale la medesima è stata assegnata, la decadenza sarà immediata"; La maggioranza contestualmente ha presentato anch'essa un successivo ordine del giorno e visto che la mozione era di M5S abbiamo concordato una riunione dei capigruppo consiliari al fine di redigere un ordine del giorno univoco che rispettasse le richieste di ambedue gli schieramenti politici. L'ordine del giorno presentato differisce in maniera insignificante rispetto all'ordine del giorno di M5S e pertanto viene votato univocamente dall'intera assemblea consiliare. I successivi punti maggiormente discussi sono stati l'approvazione del protocollo d'intesa per l'agenzia della casa e la mozione M5S sulla Valle del Fico. Il primo e' stato valutato come progetto positivo e interessante da parte nostra, tuttavia abbiamo ritrovato delle incongruenze all'interno degli articoli preliminari che regolamentano lo stesso, quindi visto che la nostra richiesta di ripresentarlo in successiva seduta consiliare e dopo la presentazione e discussione nell'apposita commissione al sociale e' stata bocciata, come M5S ci siamo astenuti durante la votazione. La mozione M5S sulla Valle del Fico e' stata presentata tramite videoproiezione di varie immagini che rappresentavano l'utilizzo della stessa in epoca Romana, Medioevale e Contemporanea, conclusa sulle motivazioni di mantenere la casermetta di proprietà comunale e di destinarla principalmente a scopi sportivi/sociali/turistici. A seguito della presentazione di un successivo ordine del giorno da parte della maggioranza non abbiamo trovato un intesa per quanto da noi richiesto, quindi le votazioni sono state di numero 6 voti a favore del nostro ordine del giorno e di numero 9 voti a favore di quello della maggioranza. La casermetta verra' alienata ma non demolita. Visto il progetto di recupero dei sentieri inserito nei programmi elettorali di M5S e dell'attuale maggioranza, ci auspichiamo che un domani che risulti essere necessaria una struttura in tale sito per adempiere a tali scopi tale opportunita' sia ancora fattibile visto che dopo questa alienazione il Comune di Sestri in tale zona non avra' piu' alcuna proprieta', se non la sola chiesetta diroccata (sempre che non crolli tutto visto la cinquantennale mancata manutenzione). Il Consiglio Comunale termina alle ore 2.30 del mattino e personalmente ne esco demoralizzato.

ARTICOLO TRATTO DA IL SECOLO XIX DEL 5 LUGLIO 2014

10532762_414699068670691_7186995782371690110_n.jpg

Con rammarico apprendiamo che volutamente si e' evitato di riportare in tale articolo che la Mozione e' solo di M5S e il documento unitamente votato dall'intero Consiglio Comunale e' avvenuto a seguito della presentazione di tale Mozione Urgente. Il resto, interrogazioni e interpellanze che limitano la discussione al proponente e al destinatario, non sono oggetto di alcuna votazione; concludendo, se si e' votato qualcosa sulla spiaggia "casa ferie Tosi", e' solo per opera di M5S. Ci dispiace per la disinformazione avvenuta odiernamente su tale testata giornalistica.

MOZIONE M5S SESTRI LEVANTE A DIFESA DELLA CASERMETTA NELLA VALLE DEL FICO


Sestri Levante - 

Un cittadino ci scrive domandandoci il motivo per il quale all'approssimarsi della stagione estiva vengono chiuse le foci dei nostri fiumi e rii e contestualmente ci chiede se non reputiamo pericoloso il fatto che tale chiusura, qualora capitino temporali forti che provocano un'onda di piena rilevante, possa dare problemi e aumentare il livello delle acque nell'alveo, con fuoriuscite di esse a monte della foce. Rispondiamo quanto segue: " Le foci ahinoi vengono chiuse perche' l'acqua dei nostri rii e torrenti risulta inquinata (in maniera alta, bassa o minima), infatti quest'acqua e' gia' trattata in prossimita' delle foci tramite un impianto di clorificazione con la presenza di una pompa e relativa tubazione che con timer, una tantum, distribuisce gocce di cloro all'interno dell'alveo. Aprire la foce significherebbe far defluire maggiore acqua in mare e comporterebbe quindi a una maggiore variazione dei livelli di balneabilita' delle acque marine. La chiusura delle foci e' anche un ulteriore accorgimento qualora si verificassero sversamenti industriali vistosi nei fiumi (per esempio improvvisi sversamenti dovuti ad un ipotetico guasto dell'impianto di Arinox o altra fabbrica nel fiume Petronio). Cio' non leva che l'acqua del fiume filtra nella sabbia e in tutti i modi defluisce a mare, ma avendo la foce chiusa il cloro versato in essa si distribuisce con maggiore capillarita'. Detto questo, concordiamo in pieno che nel caso di maltempo (temporali improvvisi,ecc.) possano verificarsi dei problemi di deflusso delle acque fluviali con possibili fuoriuscite a monte delle foci, (fino a che non si stappano tali dighe naturali creata con le ruspe). Concludendo sono necessari dei controlli capillari lungo i percorsi dei nostri corsi fluviali (maggiori e minori ovvero fiumi, torrenti, rii e chiuse), affinche' vengano segnalati, denunciati e rimossi gli eventuali scarichi abusivi presenti in essi. Eventuali stratagemmi quali la chiusura delle foci nel periodo estivo e il prelievo da parte di Arpal delle acque in prossimita' alle foci dopo il quarto giorno di un evento temporalesco non garantiscono l'acqua del mare e dei nostri fiumi pulita, ma sono solo un escamotage necessario a non ledere all'immagine commerciale e turistica della citta', quando in verita' e qui concludiamo, la parte lesa e' sempre e in tutti i modi l'ambiente, la fauna, il nostro territorio e tutto cio' che a esso e' legato."

riva.jpg


ARTICOLO TRATTO DA IL SECOLO XIX DEL 29 GIUGNO 2014

10492406_411991578941440_8927859980101086630_n.png


Vediamo se riusciamo a risolvere i problemi seri, quali l'inquinamento dei nostri corsi fluviali e contestualmente del nostro mare, perche' per noi di M5S e spero anche per la maggioranza dei cittadini, il mare deve essere pulito tutto l'anno e non solo quando arriva la stagione estiva. Vediamo se tra tutti, maggioranza e minoranza, si riesce a mettere in atto tutto quanto e' necessario a risolvere questo problema, invece di investire capitali pubblici per altre opere che risultano secondarie e superficiali.


ARTICOLO TRATTO DA LA GAZZETTA DEL LUNEDI' DEL 30 GIUGNO 2014

10401513_412378005569464_4785070282254546776_n.png


Sestri Levante - 

Martino Tassano "Da quando ho iniziato ad occuparmi della mia citta' in qualita' di attivista M5S leggo la rassegna stampa cartacea quotidiana e settimanale, la stampa digitale e guardo i telegiornali territoriali quali ETV e TRP. I quotidiani e i media sono un ottimo mezzo di comunicazione per chi rappresenta una forza politica e noi di M5S ne facciamo uso quando e' necessario divulgare una notizia di rilievo alla cittadinanza, appunto per informare la popolazione su fatti che riguardano la nostra citta', con obiettivita' e contestualmente citando le possibili soluzioni a quelli che possono risultare essere dei problemi. Abbiamo sempre evitato di usare i mezzi di comunicazione per altri scopi che vanno al di fuori di quanto sopra citato, ma ogni giorno ahimè vedo la tenacia con la quale parte della minoranza e parte della maggioranza politica di Sestri utilizza tali mezzi (compreso internet) a scopo di "gossip", facendoli eguagliare alle migliori testate giornalistiche che si occupano appunto di affrontare temi di "informazione generica,di gossip e di veline" e non di informazione vera e propria. Questa e' la cruda realta' e la tendenza con la quale si affronta la politica quotidiana in questa citta', sia utilizzando i media e sia nelle sedi ufficiali. Come Consigliere M5S non posso fare altro che prendere le distanze anche da questa parte di minoranza, che si esprime a volte tramite principi razzisti e a volte tramite concetti di politica inconcludente, raccontando spesso e volentieri il falso e facendo ben piu' di una volta retromarcia (specialmente nei Consigli Comunali, dopo aver letto interventi scritti da terzi senza capirne neanche il significato). Ricordo ancora lucidamente chi nel precedente consiglio comunale lesse un testo scritto da qualche consigliere regionale della Lega Nord in merito alla cittadinanza onoraria per poi chiedere scusa alla fine della discussione dicendo che c'e' stato un fraintendimento, di chi invece si riempe la bocca contro il depuratore comprensoriale quando poi l'allora candidato sindaco della propria coalizione (SIVORI) che neanche si e' presentato in Consiglio Comunale a ricoprire il ruolo per il quale i cittadini di Sestri Levante l'hanno premiato era a favore di tale opera; di chi sempre con tenacia parla di questo argomento senza aver mai visionato un impianto di depurazione delle acque nella sua vita; di chi in maggioranza racconta che l'acqua del mare e' pulita e dimentica di raccontare l'inquinamento in atto dei nostri corsi fluviali maggiori e minori, inquinamento dovuto a sversamenti di liquami fognari; di chi sempre in maggioranza difende l'opera del parco "Mandela" addirittura esordendo affermando che in quell'area non vi e' nessun tipo di inquinamento industriale; di chi ha partorito il "polo tecnologico" sulla falsa riga della "fondazione mediaterraneo", polo tecnologico che tra cinque o dieci anni fara' la stessa fine della fondazione una volta che i contributi Europei e Regionali saranno finiti; di chi ha difeso la passerella fronte "Pescador" invece di avere l'umilta' di affermare "Si' abbiamo sbagliato la progettazione dell'intera opera"; di chi e' scandalizzato dell'assegnazione della concessione "Casa Ferie Tosi", quando magari per primo e' gia' concessionario di una spiaggia, dimenticando contestualmente a chi sono assegnate il resto delle concessioni sia a Sestri che a Riva, persone legate come quest'ultima spesso e volentieri a ex esponenti politici, identificabili nei vari figli d'arte, fratelli, mogli, cugini o cognati; di chi e' colpevole dell'allagamento del centro cittadino dovuto all'esondazione della Chiusa il 30 ottobre 2012 e il 24 agosto 2013 per mancata manutenzione e ancor oggi e' seduto e ricopre un ruolo istituzionale nel Consiglio Comunale; di chi ha permesso in questi ultimi 20 anni di amministrazione politica di centrosinistra tutto cio' che e' stato attuato sul nostro territorio, compreso chi ricopriva il ruolo di consigliere di minoranza e ben poco o nulla ha fatto per evitare il disastro urbanistico e industriale che ha trasformato la nostra citta' da un ridente borgo marinaro ad una nuova "Milano 2", occupandosi nei consigli comunali di politica nazionale invece che affrontare i temi cittadini. Bene, continuate a fare "Gossip", a parlare di "Mogli, Mariti, Cognati, Preti, ecc", evitate di fare interventi in Consiglio Comunale, cosi' avremo piu' tempo noi di M5S per trattare gli argomenti seri che riguardano il nostro comprensorio. Detto cio', saremo sempre aperti al dialogo con chi vorra' affrontare seriamente i temi che riguardano la nostra citta' e con chi esporra' anche le soluzioni ai problemi, indipendentemente che queste persone siano di maggioranza o minoranza. L'interesse primario e' la nostra citta', le "prostitute" e le "veline", di genere maschile o femminile, le lasciamo a chi non ama Sestri Levante e il suo comprensorio."


Sestri Levante - 

10492029_407176139422984_4512217244548572240_n.jpg

A seguito di un articolo uscito il 17-6-2014 sul quotidiano "Il Secolo XIX", a titolo ""Ca' de matta" è agli sgoccioli...", il M5S Sestri Levante è obbligato a intervenire in quanto ravvede contenute notizie imprecise e non veritiere, che paiono solo pretestuose ed atte a giustificare futuri e non motivati aumenti della TARI, "l'aumento inciderà del 6-7% in più.....", in quanto non è vero che vi saranno ulteriori costi per il conferimento del materiale indifferenziato nel sito di Vado Ligure.

Infatti nel bando intercomunale dell'affidamento della gestione rifiuti indifferenziati e materie prime differenziate, attualmente vinto dalla ditta Docks Lanterna in data 28 maggio 2014, il trasporto in discarica dei rifiuti indifferenziati è coperto dai costi di gestione inseriti nel Bando Intercomunale, qualora il sito di destinazione dei rifiuti risulti entro un raggio di 150 km dal Comune di raccolta del rifiuto, quale è il caso di Vado Ligure (tale contratto è alla firma necessitando 30 per il controllo da parte di Enti quali la Corte dei Conti e la Questura per le necessarie verifiche di regolarità). Esortiamo quindi il Sindaco Dr.ssa Valentina Ghio a rileggere il bando intercomunale, che dovrebbe invece aver ben studiato, oltre che ad informarsi presso gli uffici di Competenza e presso il Dirigente all'Ambiente, Signora Annalisa Fresia, affinché non vengano fornite notizie atte a creare, da una parte, apprensione fra i Sestresi con articoli quali quello citato, ed al contempo a far digerire anticipatamente nuovi futuri salassi. Ci auspichiamo infine, come da troppo tempo invochiamo, che il materiale indifferenziato, conferito a tale sito, risulti in minima percentuale, mettendo in atto quei necessari provvedimenti per la raccolta differenziata che da troppo tardano, ponendosi in sintonia con quanto la Giunta Comunale del 2012 favorevolmente votò, recependo un ordine del giorno della minoranza, impegnando sia Sindaco che Giunta ad adottare il progetto"rifiuti zero


Sestri Levante - 

mouse-di-pietra.jpg

Stentiamo a crederci, nemmeno ai tempi delle carrozze e delle staffette le attese erano così lunghe, talmente prolungate da generare qualche strisciante perplessità. Bastano pochi minuti per copiare un file dalla rete ed ancor meno utilizzando un server dedicato, quale è quello a cui si connette l'ufficio ragioneria del Comune. Se poi, come avvenuto, a richiederne copia è un Consigliere Comunale, si fa anche conto sulla diligenza dell'addetto. Capita invece in Sestri Levante che i tempi siano in leggera controtendenza, tantochè, invece di 7 minuti siano necessari 7 giorni, solerzia con la quale un vivo potrebbe divenire un caro estinto. Forse che l'inghippo sia nel file richiesto? A dirla tutta e sino in fondo non si è richiesta copia di un qualsiasi file, ma del "file mutui vigenti, Comune di Sestri Levante 2014". Vuoi mai che si sia creato un po' di scompiglio per questa inusuale e forse inattesa richiesta?
Tranquilli, nessuno abbia ad agitarsi, qui nessuno si è estinto e per dirla come ora è tanto di moda nel Pd: Stai sereno!!


Sestri Levante - 

In data 29 maggio 2014 dalle ore 16.00 alle ore 01.00 si e' svolta la seduta del Consiglio Comunale durante la quale, nonostante le 8 ore e 30 minuti di discussione (30 minuti di pausa cena) non si e' riusciti a discutere l'intero ordine del giorno. Il primo punto e' stata l'approvazione del verbale della seduta consiliare precedente. Il secondo punto e' stato l'approvazione del regolamento della IUC, che comprende la regolamentazione dell' IMU, della TARI (ex Tares) e della nuova TASI. Avendo analizzato in maniera completa il presente regolamento abbiamo formulato due emendamenti, un emendamento di tipo "tecnico" con la richiesta di modifica degli errori riportati nel presente regolamento (come ha contestualmente emendato la maggioranza su altri tipi di errori) in merito alla citazione dei decreti legge e parte degli stessi e un emendamento di tipo "politico", sulla scelta dell'applicazione di eventuali sconti in merito al tributo della TARI (ex Tares). L'emendamento "tecnico" e' passato con il voto favorevole di tutti i rappresentanti dell'assemblea (con i relativi complimenti da parte di taluni esponenti politici di maggioranza per l'impegno e il lavoro di analisi attuato sul presente regolamento) mentre l'emendamento di tipo "politico" nel quale richiedevamo una maggiore riduzione della tariffa della TARI nei casi da noi segnalati ha sì avuto il parere tecnico favorevole da parte del Segretario Generale ma viceversa ha avuto il voto negativo dai componenti dell'assemblea consiliare, perche' attualmente, riducendo tale tariffa, visto che la stessa dovra' ricoprire il 100% dell'importo totale della gestione di tutto cio' che concerne l'ammontare della spesa globale per il recupero e lo smaltimento del rifiuto indifferenziabile e differenziabile, non avendo (loro) la sicurezza che la riduzione da noi chiesta possa quindi ricoprire tale costo (visto i calcoli di copertura eseguiti con le tariffe attuali), si e' preferito mantenere l'aliquota attuale. Detto cio', come da nostra votazione del novembre 2013 negativa in merito all'applicazione del regolamento della Tares, visto che il decreto che legifera la stessa imposta chiaramente riporta quanto segue: "chi inquina paga", visto che sia nel regolamento approvato nel novembre 2013 dall'attuale maggioranza che nello stesso regolamento proposto sulla tassa della TARI non viene premiato il cittadino che "differenzia" il rifiuto urbano ma bensi' le uniche riduzioni di tale aliquota sono riconducibili a un 10% se possessori e utilizzatori di compostiera, a un 60% se il punto di conferimento del materiale differenziato dista a piu' di 500 mt dalla propria abitazione, di un 80% se il punto di conferimento del materiale differenziato dista a piu' di 2 km dalla propria abitazione, a un ulteriore riduzione se nel nucleo familiare e' presente un disabile, a un ulteriore riduzione del 30% se l'appartamento e' utilizzato come prima casa per un tempo inferiore ai 6 mesi, a un 25% se l'appartamento e' affittato per un tempo inferiore ai 6 mesi, rilevato che l'unico modo di rendere effettivo cio' che contestualmente cita il decreto stesso, ovvero "chi inquina paga" e quindi "chi non inquina paga di meno" E' L'APPLICAZIONE su tutto il territorio del comprensorio di Sestri Levante del sistema di raccolta porta a porta con la fornitura al cittadino dei necessari e dovuti sacchetti riportanti il codice a barre oppure l'installazione di bidoni con contenitore interrato (o non interrato) e sistema di lettura con carta a banda magnetica o microchip, sistemi che garantirebbero una tracciabilita' del rifiuto differenziato e indifferenziato e che quindi di conseguenza garantirebbero l'applicazione della scontistica su tale tributo premiando effettivamente il cittadino che differenzia e applicando la tariffa piena al cittadino che non differenzia (obbligandolo quindi a differenziare), ripreso il "testo unico ambientale", ripreso il programma del Movimento 5 Stelle di Sestri Levante e il programma Nazionale del Movimento 5 Stelle su tale tema (ovvero i rifiuti), ricordando all'attuale assemblea Consiliare che nell'anno 2012 ancor prima del nostro insediamento in tale Consiglio Comunale gli allora componenti dello stesso votarono a FAVORE la mozione presentata dall'allora minoranza nel quale si chiedeva di impegnare il Sindaco e la Giunta a raggiungere l'obiettivo del "Rifiuto Zero", visto che tutto quanto sopracitato non e' stato applicato ne' sara' possibile come obiettivo di raggiungimento con il futuro Gestore vincitore del bando intercomunale della raccolta differenziata e indifferenziata (non per colpa del Gestore ma bensi' per colpa del bando che regolamenta la raccolta dei rifiuti e cio' che ne deriva), abbiamo votato CONTRO, unitamente a tutta la minoranza. Il regolamento, grazie ai voti della maggioranza e' passato. Punto 3, punto 4, punto 5, approvazione delle aliquote IMU, TARI, TASI, a tutti e tre i punti abbiamo votato contro, visto che precedentemente abbiamo votato contro al regolamento della IUC. Punto 6, proposta di bilancio di previsione 2014 e triennio successivo. Visto che l'ammontare del materiale da analizzare e' risultato superiore alle 600 pagine, visto che nella fine del mese di aprile si e' discussa e votata l'approvazione del bilancio di rendiconto 2013, visto che da tale data sono passate circa quattro settimane e che la documentazione inerente il bilancio di previsione 2014 ci e' stata recapitata in meno di tre settimane, visto che e' umanamente impossibile analizzare ogni singola voce di spesa attiva o passiva contenuta in 600 pagine in meno di 3 settimane (nonostante tale analisi abbia avuto inizio dal giorno seguente la ricezione di tale materiale da parte di n°2 attivisti M5S professionisti del settore), per conseguenza di quanto soprascritto, ABBIAMO votato CONTRO a tale approvazione, ma cio' non esula che qualora in questi successivi mesi dopo le nostre analisi risultassero delle incongruenze nello stesso, quest'ultime saranno segnalate nei successivi Consigli Comunali e/o nelle sedi opportune. Detto cio' abbiamo fatto i complimenti al Vicesindaco e ai Ragionieri degli uffici di competenza per essere riusciti in meno di tre settimane a preparare e consegnare ai componenti di codesta Assemblea tale documentazione, ovvero la proposta di bilancio di previsione per l'anno 2014 e triennio successivo.Punto 7, approvazione regolamento per il conferimento della cittadinanza onoraria. A seguito della delibera di giunta nella quale vengono concesse piu' di trecento cittadinanze onorarie a cittadini di origine straniera, a seguito quindi della scelta politica di consegnare tale cittadinanze onorarie prima della discussione nel consiglio comunale del regolamento che legifera la consegna delle stesse, visto che e' venuto meno il principio democratico di portare PRIMA la discussione e la votazione del regolamento nel Consiglio Comunale e DOPO di conferire o meno tali cittadinanze onorarie qualora il regolamento fosse risultato immediatamente eseguibile tramite il voto democratico dell'assemblea consiliare, appurato che SE invertendo i ruoli e fossi risultato sindaco IO (e quindi sindaco M5S) e l'attuale delibera fosse stata redatta e applicata dalla mia persona in qualità di Sindaco del Movimento 5 Stelle e dalla mia Giunta Comunale e che contestualmente l'ipotetica minoranza sarebbe risultata formata presumibilmente dai componenti del Partito Democratico, tale MINORANZA avrebbe gridato all'abuso di potere e alla delegittimazione del Consiglio Comunale stesso, nonché alla politicizzazione dell'evento d'inaugurazione del parco Mandela in data 24 Maggio a meno di ventiquattrore delle elezioni Europee, nonché contestualmente al mancato silenzio elettorale del giorno 25 maggio occupando l'intera pagina del SECOLO XIX con articolo inerente tale inaugurazione con tanto di foto, cosa viceversa che ahimè è realmente accaduta per mano dell'attuale amministrazione comunale. Come Gruppo del Movimento 5 Stelle non abbiamo partecipato alla votazione di tale regolamento, per quanto sopra citato, in segno di protesta per quanto accaduto. Preciso infine che come detto durante il mio intervento su tale argomento, visto anche i miei principi religiosi, umani e sociali,personalmente (quindi ho parlato a titolo personale) non solo sono favorevole alla cittadinanza onoraria ai minori extracomunitari che nascono in Italia (che e' un atto di per se che ben poco serve a un bambino nato in Italia), ma sono favorevole in TOTO al conferimento della cittadinanza Italiana a tutti i bambini che nascono e che quindi vengono alla luce sul territorio Italiano, proprio come accade negli Stati Uniti D'America. Il Consiglio Comunale termina alle ore 1.00 circa.


Sestri Levante - 

1554627_384339351706663_680654957968056214_nss.jpg

Martino Tassano - "DEPURATORE COMPRENSORIALE: Come detto in Consiglio Comunale durante il mio intervento, la realizzazione del depuratore comprensoriale nella citta' di Lavagna dipendera' anche dal risultato finale delle elezioni amministrative di questa citta', interessata da tale opera. Su cinque candidati sindaci, quattro erano contro e uno a favore (Caveri, PD). Bene, Caveri e il PD hanno perso, ha vinto Sanguineti. Punto primo: Sanguineti manterra' la promessa elettorale di non fare realizzare il depuratore comprensoriale a Lavagna e quindi di non fare costruire la nuova colmata alla foce del fiume Entella? Partiamo dal presupposto che mantenga tale promessa e che quindi il Comune di Lavagna esca dal patto d'intesa. Se succede questo, intanto abbiamo gia' speso 600000 Euro in studi di fattibilita' e progettazioni iniziali, studi e progetti in fase di liquidazione, quindi soldi letteralmente e volgarmente "buttati nel cesso". Ora viene il bello, sono circa 2 anni che seguiamo questo progetto e che chiediamo in tutti i modi un piano B per la citta' di Sestri Levante e per la Val Petronio. A questo giro di boa, il Partito Democratico di Sestri Levante e i suoi adepti hanno sbagliato tutto e ora si pagano le conseguenze. Ricordo molto bene e con lucidita' gli interventi nelle varie sedute dei Consigli Comunali durante le quali si e' discusso l'argomento in oggetto, ricordo i pochi interventi tecnici (per lo piu' dell'allora e attuale minoranza) e i tanti e inutili interventi politici (dell'allora e attuale maggioranza), inutili interventi cosi' come sono state inutili e devastanti altre mille scelte territoriali. Ora si paga dazio e questo dazio lo pagano l'ex sindaco Lavarello, l'attuale sindaco Ghio e tutti quelli che hanno votato e continueranno a votare convintamente il Partito Democratico. Pensate ai vostri interessi, a sistemare i vostri parenti, a farvi condonare dei terrazzini, a non perdere mai il vostro potere, potere indispensabile perche' un domani in mancanza di quest'ultimo sarete costretti a trovarvi un Lavoro vero; pensate a tutto questo, perche' alla citta' ci penseremo noi di M5S insieme a chi vorra' percorrere questa strada con noi. Era meglio un nuovo depuratore a Sestri che una nuova collina dei veleni."

I candidati a Sestri Levante

  • user-pic
    andrea sartelli
  • user-pic
    Daniele Csatagnino
  • user-pic
    Darko
  • user-pic
    Francesco Muzio
  • user-pic
    Giovanni Pennisi
  • user-pic
    Giuseppe Mohamed
  • user-pic
    Lorenza Guatteri
  • user-pic
    MARTINO TASSANO
  • user-pic
    Massimo Lambruschini
  • user-pic
    Mirtha barbetti
  • user-pic
    paola benedetti
  • user-pic
    Paolo Lercari
  • user-pic
    roberta romanini
  • user-pic
    simone famà

Recent Assets

  • Comunicazione Sindaco 8 luglio 2014-3.jpg
  • Comunicazione Sindaco 8 luglio 2014-2.jpg
  • Comunicazione Sindaco 8 luglio 2014-1.jpg
  • 10532762_414699068670691_7186995782371690110_n.jpg
  • 10500389_412377082236223_2973497885532922929_n.png
  • 10401513_412378005569464_4785070282254546776_n.png
  • 10492406_411991578941440_8927859980101086630_n.png
  • riva.jpg
  • 10492029_407176139422984_4512217244548572240_n.jpg
  • mouse-di-pietra.jpg

   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons